lunedì 21 gennaio 2013

Biscotti furbissimi di avena e banana (senza farina, burro, zucchero, lievito nè uova)


A volte ritornano.
Nonostante avessero, secondo me, ottime possibilità di essere portati via dall'Arno in piena.
O rimanere incastrati tra i sampietrini.
Invece no, sono stata smentita.
I miei coraggiosi colleghi americani sono tornati dalla vacanza italiana.
Li attendevo con ansia.
Loro, e il certo numero di perle che sapevo non mi avrebbero risparmiato.


La pizza non è come in America.
Ancora??? Insomma, sei appena stato in un paio delle città più belle del mondo, ti sarai riempito gli occhi di arte, storia, cultura e bellezza.
Manco per niente, e l'unica parte del corpo piena è la pancia.
Sorrido annuendo.


Mangiate molte cose buonissime oltre alla pizza.
Grazie per avermelo ricordato.
La sorpresa nei loro occhi non mi induce ad essere accomodante e non riesco a risparmiarmi la battuta che la salsa Alfredo nei supermarkets non l'hanno sicuramente trovata, però.
Il mio umorismo forse non viene colto :-)


 I segnali stradali sono tutti in italiano. Non c'è scritto "Florence" sul cartello ma "Firenze".
Ho già detto che cerco di non essere scortese. Ma non riesco a non spalancare gli occhi.
Beh, non vi siete persi però.
Il fatto che da noi si parli l'Italiano deve essere sfuggito.
Come molte altre cose.


C'è troppa gente in Piazza San Pietro, non si riesce a camminare.
E magari era pure domenica???
Beh, lamentela da presentare al capo dello Stato di cui la piazza in questione fa parte.
Di nuovo sono guardata come un marziano ( o solo come un italiano :-)


Non si riesce a camminare nemmeno sui sampietrini, cambiateli.
Non ne ne nego la scomodità, specie con certi tacchi,  ma qui sta il bello.
Tenerseli con ostinazione nonostante siamo stati avvisati della possibilità di usare l'asfalto: semplicemente perchè possiamo permetterci di essere superiori alla modernità.
Punto di vista non condiviso, comunque.


A Roma poi il lungomare non c'è.
Questa giuro di averla quasi evocata, sin da quando ho cercato invano di spiegare che la crociera sulla quale dovevano imbarcarsi non faceva sosta a Roma, come invece indicato dal loro depliant, ma a Civitavecchia.
Un bel " ve l'avevo detto!" mi è uscito di bocca da solo.
E come risposta, la migliore.
Il silenzio :-)



Allora, questa ricetta fa parte delle assurdità cucinate dal mio amico Nigel, quello dei pancakes in due ingredienti per capirci.
Fissato con il fitness quanto la sottoscritta ha condiviso volentieri questi biscottini super sani, ottimi per chi è a dieta, per gli sportivi, per chi vuole uno snack dolce senza peccare troppo e che sia adatto a quasi tutti, vegan ed intolleranti al lattosio e uova compresi.
Ovvio che i biscotti con mezzo kg di burro e zucchero siano meglio :-) ma questi sono un compromesso sano per non doversi completamente privare di uno sfizio, buoni da sgranocchiare ad ogni occasione.
E le gocce di cioccolato ci stanno proprio bene, mettetele!!!

Comunicazione di servizio: date le molte richieste nasce oggi l'etichetta "da portare in ufficio", ovvero cibi facilmente riscaldabili, o trasportabili per i pranzi al lavoro. Spero vi sia utile!





BISCOTTI AVENA E BANANA
per 8-10 pezzi piccoli

una grossa banana molto matura
50 g di avena in fiocchi
a scelta gocce di cioccolato, uvetta...oppure nulla


Affettare la banana e metterla in una ciotola con i fiocchi d'avena



Usando le mani stringere l'impasto in modo da schiacciare ben ben il tutto e formare una massa che stia insieme. 



Prelevare mucchietti di impasto pressandoli con le mani dando una forma più o meno tondeggiante che andranno su una teglia coperta con carta forno.
Aggiungere ora ad ogni biscotto l'eventuale terzo ingrediente.


Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 10 minuti.
Far raffreddare prima di servire.

NOTE:

- non stracuocere i biscotti o diventano duri.

- la consistenza finale, dopo il riposo, è croccantini fuori e morbidi dentro.

- non mangiarli caldi, sono buoni freddi.

- migliorano con il riposo.

- conservarli da freddi in una scatola di latta o un barattolo di vetro, durano anche 4-5 giorni.

-per gli amici celiaci: qui in Arabia vendono l'avena senza glutine, e da una ricerca on line vedo che si trova anche in Italia. Così se proprio volete provarli potete senza problemi .-)

115 commenti:

  1. Quando dico che gli americani non hanno "cultura" e che eccezion fatta per NewYork e SanFrancisco e quindi le due coste...in mezzo c'è solo un popolo con soli 400 anni di storia...allora non dico una sciocchezza vero?! :P ehehehehehehe
    So di essere sempre controccorrente...ma al momento l'unica cosa che mi piace dell'America è il suo presidente...ah e l'apple-pie...per il resto parliamone! :P Ottima la ricetta non-ricetta però un appunto non salutista te lo devo fare...se si ha già la fissa del fitness bisogna frequentare chi non la ha per aver meglio equilibrio...altrimenti giuro che provvedo ad inoltrare all'ONU una richiesta di salvataggio "augusto consorte" :P ahahahahahha

    RispondiElimina
  2. L’aspettavo il rientro, ero sicura ci sarebbe stato da ridere :)) Ma meno male che la pizza non è come in America, ci sarebbe stato da preoccuparsi!
    Le tue ricette “senza” mi lasciano ogni volta sempre più stupita! La banana nel cesto della frutta prenderà via più dolce dopo questo post :D! Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Furba, furbissima, anzi di più!!! ;)
    Il famoso mare di Roma mi era sfuggito!!!
    buona settimana

    RispondiElimina
  4. Haha come volevasi dimostrare c`era di sicuro da ridere al loro ritorno!!! Deliziosi come sempre i tuoi pancakes, questi sono davvero speciali!! Baci

    RispondiElimina
  5. Certo che ti deve proprio divertire a sentire queste perle di saggezza !!! Ci volevano questi biscotti" senza" in questo momento di ristrettezze caloriche. Un abbraccio( ora scongelato) Cristina

    RispondiElimina
  6. Usti, a Roma il lungomare non c'è??????????? ^_^ I tuoi biscottini li copio entro questa sera, promesso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Bacio Stefy

    RispondiElimina
  7. Gli americani se non ci fossero bisognerebbe inventarli. In fondo sono ingenuamente buffi, assurdi e organizzati in modo maniacale. Forse anche i nostri sono luoghi comuni nei loro confronti, ma fin'ora ho trovato ben poco di cui smentirmi.
    Quindi se una cosa è scritta su un depliant, bisogna trovarla per forza! Se una cosa è scomoda...va rimossa! ahahahahahah! (con buona pace delle belle arti e dei beni culturali)

    Avevo un'amica che pretendeva di insegnarmi a mangiare in modo sano e organizzato. Aveva una scatola con i menù per 365 giorni con relative liste della spesa.
    Mi ricordo che le dissi "ma se giovedì 2 febbraio non hai voglia del minestrone e vuoi farti du spaghi?"
    Serissima mi rispose "Non si può, non è previsto"
    L'amica è tornata in America con la sua scatola, che ora immagino sia diventata un file organizzatissimo, ma con sempre gli stessi piatti! Ahahahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefi intanto complimenti per questi biscottini light ma sicuramente molto sfiziosi! Non spendo troppe parole sugli americani, hai già detto tutto tu... e anzi scusa se mi "approprio" del tuo blog per commentare a Eli ma questa cosa della scatola con il menù fisso mi ha lasciata di stucco!!!! Eli ma come?? "Non si può, non è previsto"?? Oddio, chissà uno psichiatra come la definirebbe questa mania che va contro ogni buon senso del gustarsi il cibo come piacere?? O_o

      Elimina
  8. ops ho dimenticato di farti i complimenti per i biscottini!
    Assomigliano un po' alle barrette di frutta e cereali. Buoni! :)

    RispondiElimina
  9. Volevo giusto mettermi a dieta e mi chiedevo se ci fossero delle "scorciatoie". I biscotti sembrano fantastici :)

    RispondiElimina
  10. Ma sono fortissimi questi americani!!! Ma anche noi dai dobbiamo scrivere Florence secondo me e' anche meglio ;) cambiamo i sampietrini e basta gente in piazza San Pietro!!!! Ah su pizza americana per tutti!!!!
    Ma va la!!!!! Ho fatto la cameriera in un bar di americani che lavoravano in una base militare ti lascio immaginare .. Si avverte poca simpatia?!
    Meglio i tuoi biscotti come sempre originali !!!!

    RispondiElimina
  11. certo che li trovi tutti tu però... hahaha... e poi... almeno il lungomare... non si cammina, si inciampa sui sampietrini.... e la pizza non come in america (per fortuna).... ma dove viviamo???? hahaha

    RispondiElimina
  12. Interessanti!! :)
    Io sarei un inguaribile bradipessa, ma per la salute, per quella sensazione di benessere che ti invade dopo un bell'allenamento (grazie endorfine! <3) e certo, anche per l'aspetto, sono un'adepta del fitness! :) quindi grazie Araba e grazie Nigel! :)
    uh dio, gli americani che vogliono i cartelli in inglese sono impagabili :D si troverebbero molto bene in Sardegna allora, dove in effetti i cartelli sono in doppia lingua: italiano e...sardo! :D

    RispondiElimina
  13. Questi biscotti mi servono proprio,Come si suol dire cadono a fagiolo!

    RispondiElimina
  14. stuepndi gli americano! ma i tuoi biscotti di +!

    RispondiElimina
  15. Mitici gli americani!!! Sei stata troppo brava nelle risposte...ma si sa con i clienti non si può esagerare...ma a volte trattenersi è veramente difficile...
    Mitici anche i tuoi biscottini!!! Che idea!!!
    Bacio!

    RispondiElimina
  16. Direi ottimi, l' avena poi ha innumerevoli proprietà benefiche!:)

    RispondiElimina
  17. Anche tu sei una garanzia, l'ho detto io :) Meravigliosi questi biscottini, dopo le feste per me la dieta è d'obbligo! E mille punti alla sezione per l'ufficio...appoggio appieno anche quella!!!;))
    Buona settimana :*

    RispondiElimina
  18. direi che potrebbero essere adatti per chi segue una dieta i tuoi biscotti :-)
    non amo molto i dolci con la banana ma assaggiarlo un biscotto più che volentieri..
    baci
    lia

    RispondiElimina
  19. Nigel è un genio, sospettavo che questi biscotti venissero dallo stesso autore dei pancakes ;-) bella idea. I tuoi amici americani... la prossima volta vadano a Las Vegas a vedere le riproduzioni delle città dentro gli alberghi.. così nn si scomodano sui sanpietrini! roba da matti!!

    RispondiElimina
  20. difficile trovare colleghi strani come i tuoi! ti ci metti d'impegno eh .....
    Comunqwue biscottini fantstici subito da copiare! e magnifica l'idea del pranzo da portare in ufficio! io mi riduco soprattutto in inverno a mangiare frutta e crackers :-((
    A presto!
    Michela

    RispondiElimina
  21. Dopo tutto, almeno una condivisione c'è stata!!!

    RispondiElimina
  22. davvero molto forti questi biscottini ....vanno provati assolutamente bacio simmy

    RispondiElimina
  23. Sei come sempre stupenda.. Anche se, sono sincera, mi piacerebbe (ri)leggere anche di ricette più strutturate e complesse.. Non pretendo tutte le volte l'Opera di ZioPiero, ma a me 'ste ricette iperfurbe non tanto mi attirano e mi stanno stancando.. mi piacciono di più le ricette con tanti ingredienti, tanti step e tanta fatica :).. e non mi consigliare di leggere le tue ricette precedenti perchè, credimi, le ho lette e rilette TUTTE. Sei un piacevole appuntamento quotidiano.. Un bacio

    RispondiElimina
  24. Arabina, come te non ce ne è! Abbraccio abbraccioso di buon inizio settimana

    RispondiElimina
  25. Sempre esilaranti i tuoi racconti. D'accordissimo sul sanpietrino! Eh già... son cose che sono che c'è passato può capire.
    Infine questi biscottini geniali che sai già che rifarò in men che non si dica!
    Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  26. Quella dei cartelli stradali è fantastica! Credevano che l'Italia fosse un immenso luna park tutto per loro...

    RispondiElimina
  27. Questi americani predicano bene e razzolano male, oppure vedono la pagliuzza nell'occhio dell'altro non accorgendosi di avere un paletto nel loro e via dicendo...
    Forse non hanno capito che l'America è l'America e l'Italia è l'Italia, con tutti i loro pregi e difetti.
    L'Italia è storia, arte, tradizioni, persone, musica, cibo...alle nostre spalle abbiamo secoli e secoli di storia e loro?? ahhh sì, ci hanno regalato le patate, i pomodori, le melanzane ;D

    Questo misterioso Rambo-chef salutista mi piace, come mi piacciono le sue ricette "2 ingredienti". Come si suol dire: l'abito non fa il monaco, e lui ben rappresenta questo motto!

    RispondiElimina
  28. Eh questi fiorentini ch si ostinano a chimarla Firenze!!!! E che dire di quei romani dispettosi che (sicuramente per pigrizia) non sostituiscono i sanpietrini con qualcosa di più pratico,...un bel parquet magari?!! Citando Obelx non posso che dire Sono Pazzi Questi Americani!!!

    Bellissimi i biscottini, e te lo dice una che l'avena l'ha sempre adorata, ma....purtroppo fa parte di quegli alimenti che i celiaci non possono mangiare!! Peccato...magari sostituendolo con il riso soffiato...

    RispondiElimina
  29. Consiglierei ai tuoi amici la pavimentazione di Mantova.

    Grandissima l'etichetta "da portare in ufficio"

    RispondiElimina
  30. ammazza quanta saggezza hanno sti americani...
    forti questi biscottini, non sbagli un colpo, oltre che veloci sono sani e nutrienti..direi il top!!! buona settimana!

    RispondiElimina
  31. Ciao Stefania :) Dopo tanto tempo rieccomi qui a commentare... è che spesso riesco a leggere solo la ricetta e non il resto, per questioni di tempo, quindi non commento ma leggo e salvo (ovviamente, avevi dubbi? Cartella Araba felice :D) Io amo i sanpietrini... asfalto? Bleahhh :D Su questi amici americani non dico nulla, solo... un po' strani! ;) Biscotti ottimi, se poi sono furbi mi piacciono ancora di più! Complimenti e un forte abbraccio, buona settimana :**

    RispondiElimina
  32. E bravo Nigel, che ha queste idee simpatiche senza sensi di colpa :)

    Stefania, ma lo sai che ti ho sognata stanotte? Magari ti scrivo così ti fai due risate :D

    RispondiElimina
  33. Furbissimi anche questi direi! E che dire delle fettucine Alfredo, pollo Tetrazzini, ecc? La cucina è bella perchè varia: ma come, è cucina italiana, mi dicono al di là dell'oceano, eh si, vabbè và, lasciamo perdere

    RispondiElimina
  34. furbissima?! di più!!! li proverò sicuramente! passa da me c'è un tortino di riso con salsiccia e zucchine ^_^

    RispondiElimina
  35. e ma questi colleghi sono proprio di coccio eh!!
    Questi biscotti li faccio subito almeno nella mia dieta posso mangiare qualcosina di dolce!!

    RispondiElimina
  36. Hai sempre da raccontare cosine esilaranti...il che ti rende unica!
    visto che 'da lunedi dieta' anche a casa mia stavolta,li tengo a vista,perchè al dolcetto della sera faccio veramente fatica a far meno, e un 'biscottino furbissimo' mi sembra legittimamente passabile...

    RispondiElimina
  37. Eh ma anche tu però! Dovevi mandarli a Ostia! A piedi però!!!!! XD
    Non vedo l'ora di vedere le ricette che finiranno "in ufficio"!

    RispondiElimina
  38. Bellissima ricetta e assolutamente tempestiva... ho tre banane che mi guardano con sguardo torvo da alcuni giorni, troppo mature per esser mangiate, ma assolutamente perfette per farne dei biscotti: tempo dovrò apportare qualche necessaria modifica...prima provo e poi ti dico!!! Giuro che non ti rendo responsabile dell'eventuale fallimento dovuto alla modifica... :)))
    Un bacio, Tatiana

    RispondiElimina
  39. I biscotti sono una genialata tutta da provare :) sugli americani meglio non esprimersi... o.O

    RispondiElimina
  40. bastaaaaaa con le cose furbe che io non resistoooo e sono a dieta e le babane sono out. :-)
    senti ma giura che uno ha fatto notare che a Roma il lungomare non c'è. giura!
    e grazieeeeeeeee per i tuoi passaggi dalle mie parti e per quello che scrivi. grazie!

    RispondiElimina
  41. Il tuo amico Nigel mi sta sempre più simpatico (al contrario di altri da te oggi descritti ahahhahah).

    Non sempre dietro lo stesso nome (maschile o femminile) si annidano quintalate di burro! :)))

    Piuttosto famme capì: hai fotografato con la sinistra? Mica sarai tornata indietro??? :)))

    Bacioni! :* :* :*

    RispondiElimina
  42. Bella ricetta, da provare almeno è uno sfizio dolce con poche calorie

    Per i tuoi colleghi: tra le altre perle c'è una cosa che mi manda in bestia il "parlano tutti in italiano" ! Certo è stranissimo, infatti nel resto del mondo nessuno parla la propria lingua no? Se vado nel loro Paese nessuno parla inglese, lingua del luogo, no! Bah!

    Laura Pennydue

    RispondiElimina
  43. mi hai fatto morire dal ridere con questo post,americani ok,ma ignoranti perchè?
    Il tuo amico fissato con il fitness sforna ricette interessanti,continua a fartele passare per chi come me è sempre a dieta o per lo meno finge di esserlo!
    Mi sei troppo simpatica! ciao

    RispondiElimina
  44. Aspettavo anche io che (s)tornavano ^_^

    RispondiElimina
  45. Ma questi non sono furbi! Senza tutti quegli ingredienti, questi sono una magia!!!

    RispondiElimina
  46. ah!ah!ah!..sono 'allegorici' 'sti americani!!!
    Dovrebbero studiare un pochino di più a scuola..secondo me è proprio, oltre al fatto che di popolo 'giovane' si tratta (noi, scusate abbiamo secoli di storia alle spalle..loro...:-() manca la cultura scolastica della storia, della geografia..del resto del mondo..e non è che esiste solo la prateria eh! ah!ah!ah!
    Sei un genio Stefania!! Praticamente li ho già fatti guarda, fantastici! Baci, Roberta

    RispondiElimina
  47. la ricetta: bellllllaaaaa! la faccio subito! a quintali ne voglio sfornare di 'sti biscottini!!! ...che i pancakes si sono buonini ma non danno la soddisfazione dello sgranocchio compulsivo :(
    gli americani: ...questi tipi li amo, vorrei una sitcom su di loro.. mi fanno sentire talmente "esotica" per il solo fatto che passeggio sui sampietrini!! adorabili :)

    RispondiElimina
  48. perchè non provi a vendergli al fontana di trevi? sicura che abboccano!!! :)
    quanto al rambo delle ricettine furbe, la sua ossessione per le banane incomincia a preoccuparmi :)

    RispondiElimina
  49. Potrebbero essere una sana alternativa a quelli con la farina di cocco e uovo che faccio come merenda super golosa all'uomo grande e al piccoletto...chissà se apprezzeranno...tentar nun nosse, come si dice...

    Ah..ai tuoi colleghi americani digli che se vanno in Trentino alto Adige, trovano i cartelli bilingue...:-)))

    RispondiElimina
  50. Tesoro, grazie per questi biscotti, me li segno volentieri, visto che sono sempre a dieta, ma in questo periodo seriamente! Almeno è finita l'odissea italiana dei turisti americani! Un bascio!

    RispondiElimina
  51. certo che questa etichette è molto utile come la ricetta di questi biscottini veramente ottimi

    RispondiElimina
  52. io ci ho lavorato per anni, on tipi come i tuoi amici, proprio nel turismo. alla fine ero anestetizzata, perchè il cliente ha sempre ragione e gli Americani, ad essere onesti, son sempre stati degli ottimi clienti, anche molto facili da gestire, intendo. non ti dico che bastasse portarli davanti a un cartello stradale scritto in italiano per farli ammutolire dalla sopresa, ma anche sì. Certo, si doveva rinunciare ad approcci un po' più spessi in favore dell'anedottica spicciola, ma era solo questione di sintonizzarsi sulla giusta banda- e poi, a loro modo, davano delle soddisfazioni. :-)

    A quando una ricetta senza ingredienti, del tutto? che intanto lo so, che prima o poi ci arrivi :-)

    RispondiElimina
  53. Immagino se fossero andati a Napoli!!! Povero il mio Vesuvio! I dolcetti devono esseri buonissimi!!! Per ora ci stiamo deliziando con la mitica torta di mele mandorle e limoncello....Mervigliosa!!!!

    RispondiElimina
  54. già è una notizia che sono tornati eravamo tutti un po' preoccupati ma pronti all'evenienza se gli incontravamo, probabile devono ancora elaborare il viaggio aspettati qualche domanda inbarazzante più avanti
    Complimenti per i biscotti molto particolari con banana e avena

    RispondiElimina
  55. Stefania!!ho letto il menu'di un ristorante che diceva:
    ARIA di parmigiano reggiano stagionato 30 mesi,con IDEA
    di aceto balsamico tradizionale..li' secondo me non si mangiava nulla..ma tu ci materializzeresti sicuramente qualcosa!!..e andiamo di biscottini!!
    ciao simona

    RispondiElimina
  56. Brava come al solito. Questi tuoi biscottini mi hanno invogliata subito, peccato ... non mi piacciano proprio le banane! Allora ho rimediato con una pera bella matura che ho triturato un po' con il minipimer. Risultato buono di sapore (anche perché qualche goccia di fondente con le pere ci sta proprio bene, no?) ma sicuramente non li definirei biscotti: erano comunque abbastanza umidi anche dopo 12 minuti di cottura. Ma come "dolcetti" non c'era proprio nulla da ridire.
    ciao
    Licia

    RispondiElimina
  57. ma non ci credo...davvero così facili?!
    da te ne imparo sempre una nuova........
    Salvo il tutto!
    bacione

    RispondiElimina
  58. ihihihi immagino la tua faccia con gli americani :D

    Sì, davvero furbissimi i tuoi biscotti!!!

    RispondiElimina
  59. questi biscotti sono troppo furbi! li proverò, assolutamente!!!
    per gli americani, non ci sono parole, loro sui cartelli delle loro città scrivono anche in italiano???!!!??? no! e allora!!
    riassumendo:
    sono a dieta.
    voglio i biscotti!!!
    :-/ non ho le banane ...

    buonaserata
    Sara

    RispondiElimina
  60. Che scortesi siamo a non tradurre i cartelli stradali.... Furbi furbi questi due.. Quasi come questi biscotti ;) l'umorismo e' decisamente questione che cambia molto da cultura a cultura.. Ambiente e ambiente.. Dipende dall'immaginario collettivo, dalle associazioni mentali comuni , a volte dal ritmo etc etc Questi pero' sono ..cavernicoli!! Un bacione e corro a provare i biscotti :)) Nikita

    RispondiElimina
  61. Ps. Per lo Zio piu famoso del web: qyesta tonalità azzurra e' tanto carina, così "quintessential Arabafelice" :-) nikita

    RispondiElimina
  62. ...ma era il loro primo viaggio in tutta la vita?! perchè anche questa volta resto stra-allibita! ...divertita, sganasciata ammetto pure, ma pur sempre allibita!
    mentre non mi allibisce la ricetta di nigel (e che pizza invece il voler sempre ricette complesse e strutturate come suggerisce qualcuno, ma ziiip mi chiudo la boccaccia vabene!) e penso che SIIII BENVENGANO queste ricettine che non ti fanno sentir frustrato a tutti i costi mentre cerchi di stare a regime.
    Grande, una nuova ricetta "felice" da fare :))
    Bacioni carissima Stefania, menomale che ci sei è così bello venire a trovarti!
    Clara

    RispondiElimina
  63. Il sapore della banana si sente molto o serve solo per ammorbidire?
    Non mi dispiace affatto la banana, ma l'accoppiata banana-cioccolato non la sopporto... mentre l'accoppiata cioccolato-biscotti.... mmmmmmmmmmmmm

    vale

    RispondiElimina
  64. Io ti adooooooro!!!! Già adoravo i racconti di tutti i personaggi strani che hai attorno,poi ora quando leggo i titoli delle ricette e l'elenco dei "senza", non posso fare a meno di correre a vedere cosa ci proponi stavolta.... Sei un genio!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  65. Ormai mi sono abituata alle ricette "senza", i pancake li ho provati, ora proverò anche questi! Per quanto riguarda la rubrica "da portare in ufficio" è utilissima.
    ciao
    Vale

    RispondiElimina
  66. Tu e Nigel siete pericolosi in palestra.. Si insomma se vi sentissero quelle povere signore di 100kg che ingrassano solo al pensiero e che si fanno 2 ore di tapis roulant per perdere 10gr ;-)
    Meno male che e' leggera senza burro ne grassi ;)
    Senti ma.. Peccato che non ci sia il lungo mare a Roma vero?;))

    RispondiElimina
  67. Incredibile!!!!Manca tutto in questi biscotti e saranno pure buoni,ne sono certa.
    Sei unica Stefania.

    RispondiElimina
  68. allora era per questi che mi avevi contattato oggi?
    davvero bellini, e immagino il sapore che dev'essere squisito.
    araba, le tue furbate andrebbero messe in un libro. ma solo se ci prometti di farcelo starbookare dall'inizio alla fine, sarebbe un piacere troppo grosso!

    RispondiElimina
  69. Stefy aspettavo il ritorno di questi personaggi mamma mia quanta pazienza:D sarà che sono in una fase in cui ho davvero poca... ma parliamo dei tuoi biscotti.. fast& easy come le ricette che piacciono a me.. sarà la volta buona che anche mia figlia mangerà le banane fresche? ti farò sapere.. intanto grazie per queste splendide idee:) la nuova rubrica poi davvero utile :* un bacione :*

    RispondiElimina
  70. Stefania....che dire...i tuoi racconti metton sempre di buon umore !

    RispondiElimina
  71. Mah forse l'Arno in piena a qualcosa.... Qualcuno servirebbe ;-)
    Da provare i biscottini più sani di così ....

    RispondiElimina
  72. Non ci posso credere... si aspettavano i cartelli in inglese?!?! Ma che gente frequenti Stefy? hahhahah Dai dai mi addolcisco con questi biscotti che è meglio :-) Bacioni!!

    RispondiElimina
  73. A parte che mi propongo come insegnante di cammino su sanpietrini con tacco a spillo (ma dove hanno studiato questi qui??? sta lì il BELLO!!!), ovviamente dopo di te, capisco perché dicevi che mi avrebbe fatto inorridire. In realtà il muesli, quello tradizionale, lo mangio volentieri, purché bio, non zuccherato e non gonfiato/soffiato. Non so come verrebbe la consistenza di questo, perché il troppo scrocchio dei fiocchi non lo amo granché, ma nemmeno il pastone. L'unica è provare...

    RispondiElimina
  74. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  75. Bhe almeno però questi americani ci strappano un sorriso ;) ihih
    gli hai offerto un biscotto??? Si sarebbero addolciti secondo me :D Io li provo quanto prima.

    RispondiElimina
  76. Santo cielo, mi ero persa che la signora insegna da qualche annetto storia e scienze sociali. Altro che "Nos ancêtres les Gaulois" insegnato agli africani. Del resto, cosa aspettarsi da un popolo cui è stato venduto e che ha accettato di comprare come una leccornia e un lusso il fatto che un panino alla polpetta sia uguale in tutti i paesi del mondo? Specie se si pensa, poi, a quanto la cucina che loro chiamano "tradizionale" venga a piene mani da quella dei tanti popoli lì emigrati e di davvero rielaborato in loco ci sia molto molto poco, forse qualche dolce, come si vede dalle ricette che avete pubblicato con il libro della Stewart lo scorso anno. Prevale invece la sovradose di grassi, zuccheri, prodotti industriali e salse pronte perfino nell'arrosto... o nella pizza congelata, appunto.
    La cosa terrificante è che la loro totale incapacità di contestualizzare non solo la praticano, ma pure la propagano e ben aldilà del cibo. E a livello di élite, ché la tua scuola non sarà frequentata dal figlio dello spazzino, immagino.
    P.S.: comunque dato che qui la massa è cerealicola e quindi meno delicata e aerea che nei pancakes, il cioccolato per me stavolta ci sta! Ma anche le uvette e le nocciole non sarebbero male.

    RispondiElimina
  77. Davvero un racconto divertente, la più bella è sicuramente quella del "lungomare a Roma" :-) e a ruota i cartelli scritti in italiano! Già, prova a chiedere a loro se negli States oltre all'inglese ci sia qualche altra lingua...... ah già che stupido, l'inglese lo sanno tutti!!! ;-)

    Ricetta ottima, subito copincollata! grazie!

    RispondiElimina
  78. Però i tuoi colleghi un po' di ragione ce l'hanno. I sanpietrini sarebbe il caso di cambiarli, magari con una bella colata di asfalto.
    Le indicazioni dovrebbero essere scritte non solo in inglese, ma in tutte le lingue, compreso quelle quasi sconosciute.
    Il lungomare sarebbe il caso di farlo, magari si potrebbe obbligare tutti quei perditempo che ciondolano in piazza San Pietro a partecipare ai lavori.
    Stefania, ma la tua pazienza è pari alla tua bravura in cucina! :-) Complimenti, anche per i biscotti, golosi e sani.
    Mica li avrai offerti ai due tipi?
    Un bacione

    RispondiElimina
  79. Ma va, a Roma non c'è il lungo mare!!! ma la sanno leggere una mappa?
    Sampietrini per sempre, anche dopo averci corso sopra 40km per la maratona...ti distruggono le gambe ma sono comunque una delle bellezze di Roma.
    Ma la più bella è la pizza è diversa da quella in America...eperfortuna!!!

    RispondiElimina
  80. ARABA..ottimo compromesso, i biscotti sgranocchiabili, ma mi intriga ancora di più la nuova etichetta..cibi da poratre in ufficio!!! tu non immagini quanto..ho appena finito di mangaire davanti al pc il mio solito pacchetto di crackers con formaggino..:-((
    Cinzia
    ps..americani, che danno!!.-)

    RispondiElimina
  81. con 2 ingredienti sei riuscita a creare dei biscotti goduriosi, complimenti, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  82. ahaha, son tornati! e anche tu, con una delle tue fantastiche furbe ricette. ora che ci pesno devo ancora provare i pancakes alla banana e siccome ho le banane in casa oggi prevedo un'ottima merenda!

    RispondiElimina
  83. SE SCORE...........!!!
    (imperdibile)
    http://www.youtube.com/watch?v=6aAIkcagCoA

    RispondiElimina
  84. Sono pazzeschi.. Il limite tra ridicolo e fastidioso è sottile. 'Ma a me fanno soprattutto sorridere! Sti americani!!
    I biscottini sono una velocissima genialità!

    RispondiElimina
  85. Ah ah ah, quando sono venuti ad Arezzo clienti americani di mio marito, facendoli cenare in Piazza Grande, sotto le Logge Vasari, facendogli visitare la Chiesa di San Francesco la Pieve il Duomo e la statua di Guido Monaco, loro hanno risposto AH!!!!! E questo è quanto, non ti dico la mia delusione quando ho capito che certi scenari e certe storie non avevano scaturito niente dentro di loro... In compenso mi segno subito la tua ricetta, non che sia una fissata del fitness ma quando ho la possibilità di dare cose da mangiare ai miei bimbi senza quantità esagerate di burro e zucchero, non me la lascio scappare. Grazie Araba, a pretso.

    RispondiElimina
  86. magari mettere qualche tapis roulant in centro così si fa meno fatica! dovremmo fare tesoro di questi suggerimenti :-D
    ma legger qualcosa prima di partire no? io lo faccio sempre e poi speravo che l'Italia fosse abbastanza conosciuta! Mah!
    mi hai letto nel pensiero, ho desiderato a una ricetta simile guardando le banane mature in offerta al super, domani le prendo!!! ciao!

    RispondiElimina
  87. E allora quelli che (giuro) cercavano la riserva degli antichi romani? Sioux-romani uno a zero :(
    Quest'estate la mia amica Kelly di San Francisco cui non riuscivo a spiegare perchè Arezzo fosse una città bella ed importante e snobbava gli affreschi di Piero della Francesca alla grande veniva improvvisamente presa da intensa felicità nel riconoscere "gli sfondi" de "La Vita è bella"......che io invece non ci avevo proprio pensato.....che scema, distratta dal Vasari,Petrarca e Piero della Francesca...senza niente togliere a Benigni...Mah! Antico Continente, siamo gente strana.Ci meritiamo i sanpietrini :D

    RispondiElimina
  88. Giuro, io mi diverto da morire a sentire della gente che frequenti! Forse sarà il sole del deserto che fa lievitare le scemenze in testa agli americani!!! Cmq è troppo bello leggerti :-)

    RispondiElimina
  89. Araba, posso? Ho visto che in un paio di commenti sono stato "nominato" :))))

    /Nikitek: io sento che quest'anno l'Araba tirarà fuori dal cappello qualche cosa di strabiliante... :)))

    /Nikita: ...e le fotografie avranno i colori VERI!!! :D :D :D (e io le dirò che erano più belle le foto blu, ovviamente!)

    Baci Stefa' :* :* :*

    RispondiElimina
  90. @ Gambetto: l'augusto consorte vuole eleggerti suo tutore legale!!! :-D

    @ Federica: felice che ti ispirino.

    @ Loredana: anche a me!

    @ DOlci a gogo: mille grazie.

    @ Cristina: come affermare il contrario :-)

    @ Francesca: piaciuti?

    @ eli: fa paura, la tua amica!!!

    @ SaraG83: in effetti scorciatoie non ce ne sono. Ma questi saranno un peccato non troppo peccaminoso.

    @ Dolcemeringa Ombretta: si avverte, si avverte...

    @ Paola Scomparin: o loro trovano tutti me? :-)

    @ Buccia: anche tu nel club dei pazzi???

    @ Licia: :)

    @ Valentina: grazie

    @ Roberta: sono colleghi, bisogna me li tenga buoni...

    @ Angela di Finalmente in Cucina: infatti!

    @ La Saruzza: contenta che possa esserti utile.

    @ Memole: :-)

    @ Provare per Gustare: non sanno molto di banana, giuro.

    @ Elisa Cooking Movies: Nigel lo adoro, e deve ancora mollare un paio di ricette ;-)

    @ Michela: no no, l'ufficio merita di meglio ( e soprattutto il nostro stomaco)

    @ Antonietta: :-)

    @ nikitek: ti capisco, ma purtroppo il blog è specchio della vita frenetica di casa mia, c'è poco tempo per preparazioni più complesse, anche se devo dire che probabilmente lunedì sarai più contenta ;-)

    @ Reb: :-)

    @ Kittys Kitchen: grazie!

    @ Anonimo: probabilmente si.

    @ stef: diciamo che hanno un'immagine dell'Italia piuttosto distorta!

    @ SaraR: infatti ho tolto il tag gluten fre...:-(

    @ L'economa domestica: consiglio solo di stare a casa loro...

    @ Federica Simoni: grazie Fede!!!

    @ Valentina: bentrovata :-)

    @ Valentina: come come??? Dimmi che sono curiosa!

    @ Isabel C: appunto, lasciamo perdere!

    @ JUlia: grazie

    @ Monica Chiocca: o di asfalto...

    @ marika: con questi pecchi proprio poco ;-)

    @ Dany Melly: giusto!

    @ cucinaincontroluce: aspetto curiosa :-)

    @ laura: ;-)

    @ MarinaM Ricette Reali: giuro :)

    @ Ziopiero: hai visto Nigel che forte??? Sul resto, tu sai...;-)

    @ Laura Pennydue: che dire, no comment!

    @ Edlina: e certo che continuo!

    RispondiElimina
  91. Che buona idea di fare questo "impasto" in formato biscotto! E' vero che faranno contenti proprio tutti!

    RispondiElimina
  92. furbissimi questi biscotti!!!in casa ho l'occorrente li provo!!!grazie

    RispondiElimina
  93. Ahahah sti ammeregani :D mi sono immaginata la tua faccia :D
    I biscotti vorrei provarli, e conto di farlo presto :))) sarai prontamente avvisata :)))
    Baci

    RispondiElimina
  94. Ricette sane come questa fanno solo del bene alla salute.Sono sportiva e cerco sempre en internet cose cosi,percio me la segno subito questa favulosa ricetta.Baci

    RispondiElimina
  95. oddio... però il cartello in doppia lingua ci starebbe, considerato solo il fatto che vorremmo camparci sul turismo. Ma a parte questo, continuo a insistere, tra i follower che ti turpiloquiano e gli stranieri di rara intelligenza, il tuo blog è veramente interessante e spassoso... un po' di sano divertimento nella vita...

    RispondiElimina
  96. Più sono furbi... più ci piacciono.
    Sei il genio goloso delle furberie.
    Ti adoro!

    RispondiElimina
  97. Il fato di aapere che l'Arno non li ha travolti mi rincuora... o forse sarebbe stato meglio di si?!?

    RispondiElimina
  98. STEFY,LI HO FATTI SABATO! volevo farli durare per 4/5 giorni, non hanno visto nemmeno il tramonto, e senza terzo ingrediente!!
    bòni...
    o mi sono assuefatta ai gusti light, o questi sono stati grandemente sottovalutati per anni...

    RispondiElimina
  99. ero in pensiero :D ahaha i sanpietrini con i tacchi.. quante volte! comunque questi biscottini furbi sono da fare :D ok, domani utilizzo quella banana in frigo prima che si suicida :D

    RispondiElimina
  100. Scusate, ma non è affatto vero che durano 4-5 giorni... a me non sono durati manco mezz'ora! Da sola. In due: dieci minuti al massimo.

    Qualcuno ha in mente qualche variante oltre alle uvette e al cioccolato?

    vale

    RispondiElimina
  101. Vale, se trovi facilmente dei cranberries sono perfetti...

    RispondiElimina
  102. Stefania fatti e rifatti e alla fine li ho postati con piccolissime modifiche. Grazie per le tue nuove idee, grazie per i tuoi racconti, grazie per tenermi compagnia ;)

    RispondiElimina
  103. Uaoooo per me che sono a dieta e devo mangiare tante banane e avena sono perfetti!! Li faccio!! Magari con un po' di granella di nocciole sopra *_* baci e grazie della ricetta

    RispondiElimina
  104. Ciao! ho fatto questi biscottini e li ho trovati deliziosi...va bene se, rimandando la ricetta al tuo blog, li posto anche io la mia versione? Grazie mille per la ricetta!

    RispondiElimina
  105. Certo Lisa, anzi avvisami così vengo a vederli! :)

    Grazie!

    RispondiElimina
  106. Grazie per tutte le tue furbissime ricette! Oggi ho copiato questa, vado a farla subito.

    Gabriella

    RispondiElimina
  107. Idea fantastica! le tue ricette furbissime sono m-e-r-a-v-i-g-l-i-o-s-e :-)

    RispondiElimina
  108. Adoro adoro adoro adoro adoro adoro adoro le tue ricette :)
    Ma se invece di lasciare l'avena in fiocchi, la frullassi? Verrebbero troppo gommosi?
    Grazie mille per tutto il bel lavoro che fai.
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho paura vengano gommosi come dici anche tu...l'avena in fiocchi dà un minimo di struttura a questo povero simil-biscotto :D
      E grazie!!!

      Elimina