lunedì 15 febbraio 2016

Torta al cioccolato e latte condensato (senza uova)


Lui, sempre lui.
Già protagonista su queste pagine.
Il collega che si crede chef.
Ma soprattutto vuole che crediamo tutti noi, ma è un'altra storia.
Arriva con il suo sorriso enorme.
Stefania! We go to Italy this Summer!
Un classico, ovvio, che ormai mandare in colleghi in vacanza dovrei farlo di mestiere.
Almeno lui ha una vaga idea di cosa vuole visitare.
E non crede che a Roma ci sia il lungomare.
Vuole portare suo figlio ovunque e sua moglie a fare shopping.
Magari vedere qualche capolavoro qua e là.
Non riesce a capacitarsi che siamo un Paese tanto piccolo.
E tanto concentrato, gli ricordo.
Visitare tutto non è possibile nei pochi giorni che ha a disposizione.
Venezia, aggiudicata.
Pisa, c'è la torre pendente
Milano, ok.
Ci va per le vetrine ma è felice di apprendere che ci sia ben altro.
Napoli, Pompei, il Vesuvio.
Dai, non sta andando tanto male.
Sono quasi sollevata dal non aver dovuto, che so, ricordare che l'Italia è in Europa che quasi mi sfugge il dettaglio.
Roma.
So in Rome I see the Vatican, the Colosseum and stuff like that? 
Diamine, Vaticano e Colosseo sarebbero "roba così"?
Un errore glielo passiamo.
Non siamo perfetti.
Sta andando via con i suoi appunti e si batte la fronte con la mano.
And Florence?
Ma certo, Firenze, se riesci è un capolavoro.
Is where the Mona Lisa is?
Ammutolisco.
Sbianco.
E mi sale la pressione a seimila.
No, Howard, la Monna Lisa è in Francia.
Uno sguardo vacuo di risposta.
Ah, they took it?
Chiede vagamente se l'hanno presa i francesi.
Abbozzo la storia, ma deve andare.
Pazienza dice.
E' che la ghigliottina, per certe teste, non mi pare poi così fuori moda :)


Allora, avete presente una tortina onesta che d'un botto diventa un capolavoro? Bene, ce l'avete davanti. La torta, ok. Ma con quella glassa....santo cielo, da litigarsela.
La ricetta viene dall'etichetta sul barattolo del latte condensato :)





GLAZED CHOCOLATE CAKE
per una teglia da 20 cm di diametro

una lattina di latte condensato da 397g
100 g di burro fuso
150 ml di acqua
un cucchiaino di estratto di vaniglia
200 g di farina
50 g di cacao amaro
2 cucchiaini di lievito per dolci
un cucchaino di bicarbonato

per la glassa
15 g di burro morbido
un cucchiaio di cacao amaro
120 g di zucchero a velo
uno o due cucchiai di acqua bollente


Mescolare il latte condensato con il burro, l'acqua e la vaniglia.
A parte mescolare farina, cacao, lievito e bicarbonato.
Unire le polveri al composto liquido senza mescolare troppo, solo finchè il tutto è amalgamato.
Versare nella teglia preparata e foderata con carta forno.
Cuocere in forno preriscaldato a 150 gradi per circa 45 minuti, facendo la prova stecchino.
Far raffreddare completamente prima di glassare.
Per la glassa mettere in una ciotola il burro ben morbido con lo zucchero a velo ed il cacao.
Aggiungere l'acqua bollente, un cucchiaio alla volta, finchè avrà una consistenza densa ma spalmabile.
Versare sulla torta e far rapprendere.


NOTE

- nel mio forno c'è voluto leggermente di più di 45 minuti.

- la glassa è assolutamente indispensabile per trasformare una torta normalissima in una veramente speciale.


24 commenti:

  1. Oddio Stefy mi hai fatto morire !! Ahahaha povera Monna Lisa :-O
    Questa torta? La voglio.

    RispondiElimina
  2. O_O al prossimo giro al super prendo il latte condensato, troppo golosa!! ^_^

    RispondiElimina
  3. Giusto per curiosità, quanto tempo/mesi ha a disposizione il tuo ILLUMINATISSIMO collega per visitare l'Italia?
    Scusatemi...chi ha ha osato prendere la Monna Lisa senza avvertirlo??? Ahahahahah
    Di contro spero che questa torta riesca a far dimenticare l'ignoranza di certi elementi...

    RispondiElimina
  4. Stefy,
    la prossima volta - per metterlo in difficoltà - digli che solo un pazzo andrebbe in Italia tralasciando il Molise. Secondo me ammutolisce e sbianca lui ;)
    P.S. Avrai capito che sono molisana e che la storia Molisn't un po' mi fa arrabbiare.
    P.P.S. Torta preferitata!!!

    RispondiElimina
  5. io non riesco a no leggere i tuoi post ed immaginarmi li con te ahahahah
    lo sai la ghigliottina servirebbe ancora per certe teste anche qui da me , clienti che davvero sprechi solo fiato a spiegare le cose ahahah
    torta aggiudicata
    ah non far perdere al tuo collega anche il nostro stabilimento strega del liquore più famoso del mondo :) ihhiih tanto Roma cos è dai su !! :)

    RispondiElimina
  6. Torta cioccolatosa a me !!!!
    Buona buona ...

    RispondiElimina
  7. Da quando leggo il tuo blog ho sempre 2 o 3 lattine di latte condensato in dispensa ....questa torta mi ispira parecchio ;)

    RispondiElimina
  8. Che dire di questa torta se non WOW!!!!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. buhahahahahahahahahahah, povero collega, una fetta di torta per calmare le risate e non l'indignazione stavolta. Meravigliosa

    RispondiElimina
  10. Una vera golosità questa torta... Mi fa pensare che non ho mai provato il latte condensato! :-)
    Riguardo all'aneddoto, troppo divertente! Ma non mi sorprende più di tanto sai... Mi aspetto di tutto! :-)

    RispondiElimina
  11. Vabbè Francia, Italia.....stai a spaccare il capello ;-) per vedere tutta quella roba spero ci stia un bel po' in Italia, così contribuisce a far girare l'economia.
    Tu sei davvero la regina del latte condensato. E' stato amore alla prima cucchiaiata vero?

    RispondiElimina
  12. Dire che questa torta sembra goduriosissima è dire poco. Adoro le torte al cioccolato e questa va in cima alla lista di quelle da fare!
    P.s. Spero solo che il collega non insegni né storia né geografia!! :D

    RispondiElimina
  13. Ammazza che cima questo collega, di sicuro non ti annoi con lui, è uno "spara-cavolate" a raffica... ma almeno si fermerà in Italia il tempo necessario per fare tutti questi giri o vorrebbe anche lui fare come una giapponese che pensava di poter visitare Napoli, Roma, Firenze, Milano e Venezia in ben 5 giorni???
    Riguardo alla torta, di solito non mi fanno impazzire le torte di cioccolato e basta, ma questa ammetto che fa venir voglia di mangiarla, la farò... a tempo debito però, ultimamente ho esagerato con il cioccolato... ;-)

    RispondiElimina
  14. Ciao Stefania ti seguo da poco su Facebook....che golosa questa Tortina sono giusto quelle super caloriche che amo inevitabilmente.Eh sì il collega qualche nervoso lo ha proprio solleticato ah ah ah

    RispondiElimina
  15. eccomi, l'aspettavo...posso anche perdonargli la storia della Monna Lisa....e comunque mi hai fatto morire sulla tortina onesta ;)

    RispondiElimina
  16. Va fatta.....va fatta......
    Complimenti a te.

    RispondiElimina
  17. la ghigliottina si ...potrebbe tornare per qualcuno oppure prendersi una fetta di torta così, sedersi in pace e farsi scivolare tutto addosso..

    RispondiElimina
  18. E niente, io la dieta la inizierò nel 2020 di questo passo. E come diceva nonna: morirò con le coronarie intasate e felici!

    RispondiElimina
  19. secondo te potrei sostituire il latte condensato col coconut milk?
    e comunque quanto sei pignola...francia e italia sono più o meno la stessa cosa, no?

    RispondiElimina
  20. ha ha ha!!! mi fai morire! adoro questa torta, letteralmente la adoro!

    RispondiElimina
  21. Ciao Stefania ho appena fatto la torta ma purtroppo ho terminato il cacao
    Cosa dici, potrò sostituirlo con del cioccolato fondente x fare la glassa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace, non puoi sostituirlo qui, meglio se cerchi una ricetta di glassa con il cioccolato...:(

      Elimina
  22. Fatta! Eccellente e semplice da prepararei. Vorrei provare a glassarla col caramello salato ma non vorrei strafare, è già ottima così. Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  23. Stefy, fatta e mangiata. E siccome non siamo golosi, l'abbiamo accompagnata con panna e caramello al burro salato.
    ;-)
    grazie mille dell'idea!

    RispondiElimina