lunedì 11 febbraio 2013

Mini cheesecakes con cuori al lampone








L'occasione davvero troppo ghiotta per lasciarmela scappare.
Una signora saudita invitata dal nostro compound, ovvero il centro residenziale riservato agli occidentali dove viviamo.
Incontrerà le donne presenti e ci fornirà di informazioni sulla vita locale, abitudini, tradizioni.
Wow.
Come devo aver già accennato occidentali e sauditi non si incontrano molto da queste parti: viviamo ben separati, e le occasioni per conoscersi sempre poche.
La signora entra nella sala a disposizione.
Le indovino gli occhi sotto il velo, dato che è completamente coperta: chissà se trasalisce lì sotto, a vedere quel tripudio di shorts, gonne strette e scollature.
Chiede di non farle foto per nessun motivo e si scopre anche lei.
Una ballerina di lap dance a Las Vegas vestirebbe in modo più castigato, ma si sa: è la reazione a tante limitazioni....
Le domande cominciano, lei risponde con sicurezza,
Scusate se mi annoio a sentire come si serve il caffè, per la milionesima volta.
E come sia scortese rifiutarlo quando viene offerto.
Fremo per chiedere altro.
Il suo parere mi interessa.
Come hai conosciuto tuo marito?
Se le avessi chiesto di mettersi a testa in giù non mi avrebbe fulminato come invece fa.
Come te, mi risponde con sprezzante ironia.
Dunque su una spiaggia, insisto, dato che così è andata, tra l'ilarità generale.
Sono guardata con compassione, mentre mi riferisce che è il suo matrimonio è stato combinato dalle rispettive famiglie.
Venuto a casa dai suoi genitori il futuro sposo l'ha esaminata a volto scoperto ed ha fatto un cenno con la mano per dire che la vista lo soddisfaceva abbastanza per prenderla in moglie.
Però.
Chiedo cosa avrebbe fatto se fosse stata lei invece a non gradire la scelta proposta.
Se potesse fulminarmi lo farebbe: e balbetta che non è possibile.
Insisto, ma non per cattiveria: che diavolo le passi per la testa vorrei comprenderlo davvero.
Dice che non posso capire, ed ormai ha il tono irritato di chi si sente punto sul vivo.
Forse è vero.
Taccio, che è meglio.
Ma è un'altra persona a chiedere delle procedure di divorzio da queste parti: beh, per l'uomo è una passeggiata.
Altro che cause, avvocati, tribunali.
Basta che pronunci una frase ( io ti ripudio) per tre volte davanti a testimoni e la cosa è effettiva: niente spiegazioni, motivi, burocrazia.
Per le donne un po' diverso: ci si deve rivolgere ad un giudice, portare a supporto non so quanti testimoni ed una motivazione più che valida.
E non è detto che la richiesta venga accettata.
Non resisto ad non parlare con l'ultimo dei miei interventi che verrà ascoltato, prima di essere classificata tra gli interlocutori indesiderati: è che proprio non mi sembra giusto, nè sensato.
Non pretendo che rinneghi ciò con cui è cresciuta, ma mi sarebbe piaciuto che ci avesse aiutato a comprendere il suo punto di vista.
Di nuovo, dice che sono io a non capire.
E poveretto tuo marito, aggiunge beffarda.
Ora, non credo si riferisse a ciò che l'augusto consorte mangia :-)
Pazienza.
Ma ancora me lo devono spiegare, cosa c'entri tutto questo con l'amore.



 Sempre in diretta dal Paese dove l'amore è un optional (non sempre, eh, ma purtroppo nella maggior parte dei casi) e San Valentino una festa vietatissima, sconcissima e peccaminosissima, un'idea per delle tortine romantiche, ma soprattutto buonissime!
Molto semplici da preparare e soprattutto si conservano in frigo per molti giorni senza perdere nel gusto e nella consistenza: che mica vorrete cucinare proprio quella sera ;-)




MINI RASPBERRY CHEESECAKES
per 5-6 tortine
da "The Best of Martha Stewart: cakes and cupcakes"

per la base

50 g di biscotti tipo Digestive
25 g di burro

per la crema

250 g di Philadelphia
un uovo intero
60 g di zucchero
succo di mezzo limone
scorza grattugiata di mezzo limone

per i cuori

40 g circa di lamponi freschi o surgelati (altri frutti rossi)

Preparare le basi: polverizzare nel robot i biscotti e mescolare la polvere al burro fuso. Dividere il composto ottenuto tra le basi di 6 stampini da muffins (ricoperti da pirottini!) pressando bene con le dita.
Cuocere le basi a 160 gradi per 10 minuti.


Mentre cuociono preparare la crema: sbattere con le frueste elettriche il Philadelphia con lo zucchero, unire quindi l'uovo, il succo e la buccia di limone.
Versare la crema sulle basi cotte e lasciare da parte.
Per i cuori: frullare molto bene i lamponi e volendo filtrare il succo per eliminare i semi (non l'ho fatto).
Versare una o più gocce di succo sulla crema di Philadelphia e aiutandosi con uno stecchino formare dei cuori stilizzati.


Cuocere le tortine in forno a 160 gradi per circa 25-30 minuti.
Tirarle fuori dal forno ma lasciarle nello stampo, quindi farle freddare a temperatura ambiente e poi almeno 4 ore in frigo.

NOTE:

- se avanza del frullato di lamponi può essere usato per accompagnare le tortine.

- le tortine durano anche una settimana da cotte, conservate in frigo.

69 commenti:

  1. Come è difficile riuscire anche solo minimamente a capire questa cultura che davvero di romantico e di imprevedibile non ha proprio niente...penso che la maggior parte di queste donne sia rassegnata alla prorpia vita mentre altre magari scapperebbero subito....Io non scapperei di certo davanti a queste golosissime cheesecake!!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  2. Sei formidabile e soprattutto temeraria. Si sa che queste donne se potessero farebbero dei danni potentissimi, ma tu vai anche ad istigarle! E meno male che non ti ha scagliato contro una maledizione in arabo! Provo una pena grandissima, non puoi capire.
    Queste tortine invece con l'amore centrano alla grande.
    Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Forse è così non possiamo capire una cultura così retrogada e lontanissima dalla nostra, ma quello che in cuor mio non posso accettare è l'asssenza di spirito di ribbellione di queste donne. Anche se con problematiche diverse e in tempi passati tante donne in varie parti del mondo hanno sentito la necessita di liberarsi e di guadagnarsi la possibilità di poter decidere in maniera autonoma della propria vita. Perchè non fanno nulla?!
    Deliziose queste cheesecake!
    buona settimana :)
    Alice

    RispondiElimina
  5. Carinissime queste mini cheesecake e la decorazione a cuore è tenerissima ^_^
    Peccato che di tenero nel tuo racconto non ci sia altro :-(
    Ma come caspita fanno ad accettare tutto? O_O
    Ah. Già. Con la forza. Ecco come :-((

    RispondiElimina
  6. Un glorioso ritorno al Philadelphia!
    Purtroppo conoscevo le usanze riguardo al divorzio etc,come dici tu, quando se ne parla non ci vengono dati elementi che aiutino a capire.Un po' triste..

    RispondiElimina
  7. Io ieri avrei comprato gli stampi da muffin in silicone...

    RispondiElimina
  8. mi dai sempre da riflettere!! pero con una di queste delizie mi tiro su

    RispondiElimina
  9. Tu lo sai da cosa sono rimasto attratto, vero? ;)
    :D :D :D

    Basci :))

    RispondiElimina
  10. Immagino la scena! :)
    Carinissime le tue mini-cakes!
    Un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia questi mini cheesecake!!

    RispondiElimina
  12. @Lo Zio Piero
    Rispondo io per Stefania...perchè scommetto che lo ZioPiero ancora sta fantasticando "...sulla ballerina di lap dance a Las Vegas..."...vero?! :D ahahahahahaha
    @Arabafelice
    Fossi nei panni dell'augusto consorte avrei qualche timore a saperti partecipe a questi incontri...serio. Piuttosto mi rendo conto che il tuo tentativo di instillare il dubbio sia stato del tutto inutile o meglio non fruttuoso verbalmente anche perchè la risposta l'avevi ancor prima di fare la domanda notando l'abbigliamento della signora saudita. Non è l'amore ad essere uno optional, quello (pensiero mio) vive e vegeta in qualunque punto del pianeta e non teme culture dittatoriali piuttosto quello che è un di più è la figura di una donna intellettualmente emancipata. Mi spiego meglio, penso che le donne siano anche in Arabia il vero motore della vita "maschile" del paese pur senza essere evidente, quello che spiace è la voluta sottomissione legislativa e sociale...e forse anche culturale (leggici un bel pò di ironia in merito).

    RispondiElimina
  13. Queste mini cheese cake sono adorabili!!! :)
    Per il resto rimango sempre senza parole, di fronte a tanta diversità da noi....

    RispondiElimina
  14. tu mini secoli di certezze e di tradizioni e poi ti stupisci di non essere accolta a braccia aperte! Anche io, come te, avrei preferito un incontro all'insegna dell'autenticità ma la signora era venuta per informarvi circa i loro usi e costumi, non per confrontarli con quelli occidentali. Sei davvero dirompente come questi tuoi dolcetti che copio e resto dell'idea che per rimanere in Arabia per così lungo tempo e con tanta serenità es ironia, bisogna proprio essere innamorati. Buon San Valentino. P.S. Il commento precedente esprimeva il medesimo concetto ma l'ho cancellato per un refuso che non lo rendeva chiaro.

    RispondiElimina
  15. Nonriesco a credere che queste signore possano esere convinte di tutto cio'... contente loro, ma non sanno cosa si perdono non provando l'amore...
    le mini cheesecake sono davvero sfiziose!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  16. le tortine sono fantastiche e ti ammiro io non riuscirei a vivere lì forse nemmeno per amore!
    un abbraccio innevato

    RispondiElimina
  17. Una vera e propria delizia!!!

    RispondiElimina
  18. voglia. voglie.
    non è che mi fai un pacco regalo?
    ciao Stefania!

    RispondiElimina
  19. @Gambetto: non tanto quella di Las Vegas, quanto quella in questione (e detto tra noi son sicuro che l'Araba qualche scatto rubato l'ho abbia fatto...ahahahahah)

    RispondiElimina
  20. Povere donne, mi viene da dire. Secondo me non sono abituate a pensare, per questo non ti dava risposte. Non sapeva cosa dirti.Le mini cheesecakes, sono deliziose e poi il fatto che si possano preparare in anticipo, le rende ancora più interessanti. Ciao.

    RispondiElimina
  21. Stefy è come il mito della caverna: quando hai visto per tutta la vita la tua ombra proiettata sul muro della caverna e nient'altro quella diventa la tua realtà e quindi questa povera cristiana non poteva far altro che irritarsi vedendo scorci di libertà altrui... Le tortine sono veramente deliziose! un bascio!!

    RispondiElimina
  22. Che carini! Un po' di dolcezza in un paese così poco romantico :-)

    RispondiElimina
  23. Forse dovremmo pensare che se fossimo nate, cresciute e soprattutto educate li' e alla loro maniera anche noi metteremmo degli scudi per impedire che si sgretoli tutto quello in cui ci hanno fatto credere i nostri genitori, in primis, e tutti gli altri fino a quel momento... Deve essere difficile mettere in discussione tutto il tuo mondo... Per quanto sotto la tunica scalpiti un cuore proprio come il nostro... che la forma mentis permette, e' proprio il caso di dirlo, di esprimere solo con l'abbigliamento trasgressivo nascosto sotto quella stessa tunica... Appunto... Metafora della gabbia culturale in cui le donne purtroppo ancora stanno...

    Lodevole il tuo tentativo cara Stefania, ma temo che ci vorrebbe molto altro per poter entrare nella testa e nel cuore di queste donne...

    Per il "poveretto tuo marito"... Che dire? Tenerezza infinita...
    Per fortuna anch'io ho un San Valentino da festeggiare, per quanto non la consideri una festa da festeggiare solo il 14 febbraio... Le tue cheesecake saranno sicuramente uno dei miei regali al mio "povero compagno!!" ;)

    RispondiElimina
  24. Chissà cosa pensava veramente, me lo chiedo ogni tanto....Ce n'è sicuramente qualcuna che la pensa come i mariti, ma non credo tutte. Oggi ormai ci sono troppi collegamenti con tutto il mondo per non farsi almeno venire il dubbio che ci sia qualcosa di sbagliato...mah!
    ciao, belle le tortine come sempre!

    RispondiElimina
  25. la versione mini è davvero molto carina...per non parlare del gusto che sarà senz'altro ottimo!
    bacione

    RispondiElimina
  26. c'è sempre da riflettere nei tuoi racconti. una cosa è certa non rifletto e mi prendo ricetta e tortina!! buona settimana!!

    RispondiElimina
  27. Preferisco il silenzio al commento di denuncia...all'autrice del blog la parola! :D
    PS
    E mò voglio vedere come te ne esci! :P ahahahhahah

    RispondiElimina
  28. Io il cheesecake lo mangerei in tutte le salse! I tuoi sono molto ben riusciti e belli. Brava!

    RispondiElimina
  29. Coraggiosa , tu a provare a capire, ma è evidente che non puoi, anzi non possiamo.
    Non so immaginare in cosa si possa sperare affinchè cambi qualcosa, intanto continuo ad ammirarti perchè sei lì e resisti.

    Un boccone di dolcezza serviva proprio dopo quanto letto :)

    RispondiElimina
  30. Credo veramente che non possiamo capire... talmente grande è l'abisso e talmente grande la difficoltà per loro di spiegare come è possibile accettare, senza morire ogni giorno dentro un po'. Ma credi davvero che saremmo così capaci, noi al loro posto, di rinnegare la nostra famiglia e tutto il nostro mondo? Non lo sò, da fuori, dal nostro occidente pieno di difetti ma comunque libero, facile dirlo ma chissà. Dio non vorrei dirle ste cose ma se ci pensi fino in fondo sono temi veramente difficili... okkey, basta che sennò mi servono dieci pagine, prendo una tortina thanks!!!

    RispondiElimina
  31. Pazzesco, basta un'alzata di mano per essere presa come moglie: il top del romanticismo!!
    Fa pensare il fatto che sopra siano donne castigatissime e sotto delle lapdancer da urlo, anche loro aspirano a qualcosa di più, e questo lo dimostra!
    Detto tra noi Stefania, l'augusto consorte è parecchio fortunato!!! E chi se ne frega se gli altri lo dubitano, tiè!
    Ma come mai questa donna/ragazza è arrivata nel vostro compound immorale e peccaminoso???

    Il cheesecake monodose è un'idea carinissssima!!
    Buon S.Valentino illegale! ^_^

    RispondiElimina
  32. la cosa ancora più triste è sentire che una donna risponda in quel modo, se poi veste in quell'altro...mah. triste davvero fortuna che oggi ci sonole cheesecake a consolarmi, mio dolcetto preferito. anche se non posso farci i cuori, il mio ce lo metto lo stesso. buon san valentino a te e al tuo povero (seeeeeeeeeeee) marito picio picio

    RispondiElimina
  33. che tristezza il tuo racconto, oggi non ho riso come al solito.. rendersi conto che tutte le cose che noi diamo per scontate, per alcuni sono davvero un'utopia.. come scegliere la tua metà della mela, già a volte è difficile convivere con una persona che ti sei scelto, figuriamoci con una che ti hanno imposto! preferirei la morte! un bacio

    RispondiElimina
  34. scusa, quasi dimenticavo.. queste mini cheesecake sono un'amore! philadelphia/lamponi è un abbinamento che mi fa impazzire!!

    RispondiElimina
  35. Io non amo il philadelphia e seguirò la mia ricetta per la cheesecake, ma l'idea di lamponi freschi e del mini size è meravigliosa!

    RispondiElimina
  36. ancora stento a crederci..
    e quando ti guarda con quello sguardo "no, tu non puoi capire", mi fa ancora più compassione..
    mamma mia, certo che in Arabia Saudita morirei di fame visto che il divorzio è cosi facile (per l'uomo) ..
    che meraviglia questi cheesecake! da un pò volevo farli in modo particolari.. ecco trovato il modo grazia a Martha e a te!

    RispondiElimina
  37. Sospetto che la signora non fosse stata scelta a caso per la "lezione". Capisco che per lei sia normale che sia cosi' ma il "povero tuo marito" se lo poteva anche risparmiare. Anche perche' ha proprio sbagliato in pieno :)
    Questi dolcetti sono deliziosamente romantici con quel cuore di lamponi. Hai perfettamente ragione, mica si puo' cucinare la sera di San Valentino ;-)

    RispondiElimina
  38. Per la nostra mentalità certe cose non stanno ne in cielo ne in terra, mi verrebbe voglia di prendere la signora e scuoterla per le spalle e urlare che non è così che si deve vivere, che non possiamo solo piegarci, ma tantè che noi siamo in Italia e lei no e che io di sicuro non capisco...
    I tuoi cheesecakes sono divini, voglio provarli. Posso sostituire il philadelfia con il mascarpone?

    RispondiElimina
  39. Un'altro modo di fare il cheesecake dolce.
    Scusa il poco entusiasmo, ma non amo molto le feste di questo tipo, sarà perché sono single....
    Ma il cheesecake gigante fatto con la tua ricetta che ho portato in ufficio l'anno scorso per il mio compleanno (post: http://creativapergiocoeperpassione.blogspot.it/2012/03/i-dolci-per-il-mio-compleanno.html) ancora se lo ricordano è già chiedo prenotazione per quest'anno.
    Che peccato, quest'anno il mio compleanno è di sabato... :-P :-P :-P
    Buona giornata (qui nevica),
    Sara

    RispondiElimina
  40. tenerissimi quei piccoli e romantici tortini...e dei cuoricini?!
    Ne vogliamo parlare?!

    RispondiElimina
  41. Ciao Araba! buon lunedì! che carini questi minicheesecake...baci

    RispondiElimina
  42. ti vedo bene a spacciare queste tortine il giorno di san valentino :-)
    Non si pongono il problema per loro è normale cosi difficile da giudicare perosnalmente non l'ho mai capito

    RispondiElimina
  43. Sono a dieta. Leggere le tue ricette è ogni volta una pugnalata. Ma mi sono iscritta alla mailing e come posso resistere? E poi, soprattutto, mi perderei i tuoi racconti. Mi sembra di esserci lì tra le dune. Pubblica anche delle foto dai dai!
    un abbraccio dalla freddissima capitale Danila

    RispondiElimina
  44. A me invece viene il dubbio che questo incontro fosse organizzato più per "convincere" le occidentali, che per far comprendere le saudite.. mi sa che la signora non e' stata scelta a caso, ed e' venuta non tanto con la reale intenzione di creare un dialogo franco quanto con l'intento di farvi vedere che il loro modo di vivere non e' affatto male.
    Mah.. forse in Paesi come quello in cui ti trovi tu e' ancora troppo difficile sperare in un confronto aperto tra culture (dato che dal loro punto di vista ce n'è solo una di giusta, e.. naturalmente e' la loro, eheh!)!
    Queste mini cheesecake saranno uno dei miei prossimi esperimenti (di sicura riuscita, vista la provenienza della ricetta!): grazie! :)

    RispondiElimina
  45. ti ho scoperto solo ora e sono felice di essere passata da Maria Bianca e aver letto del tuo blog, ti seguo con molto piacere, a presto

    RispondiElimina
  46. Come mi si stringe il cuore tutte le volte a leggere di queste povere ragazze o donne che hanno talmente inculcate certe cose, da farle loro...
    E' dura: ma se ti frequentassero di più, cambierebbero di sicuro!!! ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  47. Tu sei una sovversiva! Vuoi far ragionare e svegliare una paese intero? Per favore, voglio leggere le tue ricette per tanti anni, non voglio sentire al telegiornale che una foodblogger attivista è stata messa in prigione perchè fomentava ribellione contro le leggi del paese......prendila alla larga....fai prima assaggiare i tuoi dolci e solo dopo quando si fideranno completamente di te lascia libera la tua lingua....;) tvb

    RispondiElimina
  48. Sono un'idea dolcissima! E direi anche affrontabile in termini di calorie!
    Copio...a presto,Marika

    RispondiElimina
  49. Io credo che non sei riuscita a capire il suo punto di vista perché probabilmente lei un punto di vista proprio non ce l'ha. Nel senso che lì vengono cresciute come persone che non possono avere delle opinioni proprie ma che devono sottostare sempre a quelle di qualche uomo, prima il padre o i fratelli e poi il marito.
    Io sono per la tolleranza di culture e religioni diverse ma credo che certe cose siano veramente ingiuste...

    Ps. Le tue cheesecake sono dolcissime!! Un bacio

    RispondiElimina
  50. Difficile capire cosa pensasse costei o chi l'ha scelta: forse di andare a parlare con un branco di oche che si preoccupano solo di servire il caffè - ma a chi poi? - in un paese che impone tali contrasti e modi di vita? una artificiosità come i compound?
    Comunque, ci sono occidentali che hanno parlato della vita araba più seducentemente di costei... peccato che non fosse più scaltrita e meno maleducata (il poveretto tuo marito se lo poteva risparmiare), quantomeno, sarebbe stato più interessante.

    RispondiElimina
  51. ....e'strano il mondo...io vivo a Dubai e kui fervono i preparativi per S.Valentino!!!e'un tripudio di orsakkiotti,cartoline,dolci a forma di cuore,pacchetti alberghieri(anke da 100.000 euro volendo)ed io miserrima non ho ancora pensato al da farsi:)))eppure anke noi siamo in un paese musulmano,molto musulmano.....misteri...ciao Stefania

    RispondiElimina
  52. Sei una guasta famiglie... non c'è che dire!!! Bellissime le cheese cake mini, la prossima volta le faccio così

    RispondiElimina
  53. @ Dolci a gogo: chissa' se e' rassegnazione o qualcosa che non capiamo...

    @ Patty: temeraria, no. Curiosa, solo.

    @ Mary: grazie

    @ LA cucina di Esme: perche' l'oppressione a cui sono sottoposte e' indescrivibile.

    @ Emanuela: diciamo forza, si, ma di cosa?

    @ Edith Pilaff: non possono venirmi a dire che e' giusto, almeno!

    @ L'economa domestica: un segno del destino :-)

    @ Valentina: :-)

    @ Ziopiero: ma questa volta ti tocca immaginarla...;-)

    @ Emanuela pane burro e alici: mille grazie

    @ Valentina Minibonbons: :-)

    @ Gambetto: sinceramente non volevo istillare il dubbio, ma solo sentire un parere personale. L'incontro nasceva come scambio reciproco tra due culture, non sarebbe dovuto finire con "poveretto tuo marito"...quanto ad essere il motore della vita maschile devo dirti di no, purtroppo. Raramente ho visto luoghi dove le donne siano meno di zero come qui...

    @ laura: diversita', ma capirla sarebbe stato un guadagno.

    @ Giulietta; la signora era venuta per uno scambio culturale, in realta'. Avrebbe fatto domande a noi e noi a lei, cosi' era nata. Mi aspettavo di capire meglio di questa cultura, tutto qui. Per il resto, si l'amore c'entra :-)

    @ Dolcemeringa Ombretta: o magari lo fanno solo credere a noi.

    @ Cristina: non ci si vive poi tanto male, credimi...

    @ MEmole: :-)

    @ Babs: quando vuoi :-)

    @ Giovanna Bianco: forse.

    @ PAtty Patty: sara'!

    @ Alessandra: :-)

    @ Elena Zanfino: giuro, volevo solo un parere, mica farla convertire...pazienza! :-)

    @ franci e vale: infatti, al giorno d'oggi vedere anche solo virtualmente il resto del mondo non e' cosi' difficile...

    @ SQUISITO : grazie

    @ Federica SImoni: mille grazie!

    @ Gambetto: macche' silenzio, nego fino alla morte :-D

    @ Stefania Cucina: grazie!

    @ Loredana: infatti, totale incomunicabilita'!

    @ Lara Bianchini: proprio perche' la materia e' molto meno immediata di quel che sembri mi sarebbe piaciuto uno scambio...

    RispondiElimina
  54. Graziella Carnevali12 febbraio 2013 12:28

    Mitici questi dolcetti! Vorrei tanto farli, ma temo non potrò non avendo l'impastatrice: Che dici?
    Cara Stefania, l'incontro con quella poveretta come l'hai descritto è a dir poco esilarante! Però...scusami, è stato un pò come sparare sulla Croce Rossa. "Loro" avranno sicuramente mandato qualcuna molto indottrinata, e probabilmente un pò ignorante.
    Ho letto recentemente che qualche donna che tenta di ribellarsi c'è: una l'hanno murata viva. Chi ha più soldi e più fortuna riesce a scappare in paesi (come la Svizzera) dove i soldi possono di più che le amicizie con l' Arabia Saudita. Io però vorrei porti una riflessione: non è che la colpa è anche nostra, di noi Occidentali? Le aiutiamo davvero, queste donne, come abbiamo tentato di fare in Afganistan (perchè là ci interessava intervenire)? Non mi sembra. E, perdonami la domanda provocatoria, tu la nasconderesti in casa tua una poveretta che scappa magari da un marito che la riempie di botte perchè è uscita con la caviglia scoperta? Non è che siamo corresponsabili tutte?

    RispondiElimina
  55. io sono felicissima di essere dalla parte di chi "non capisce" e, anche se con rispetto per il credo e le scelte altrui, si indegna anche un po'.......la tua domanda è più che sensata...che c' entra con l' amore???

    RispondiElimina
  56. Beh, se non altro le tue domande l'avranno portata a riflettere.... certo è che in un paese come l'Arabia Saudita non so quanto riflettere possa essere un bene, forse, per la propria salute mentale, è meglio accettare la situazione. Forse è questo che non possiamo capire...
    Romanticissime le tortine, il cuoricino stilizzato le rende davvero belle...

    RispondiElimina
  57. Ciao Stefy, perdonami se la ricetta nel tuo blog passa sempre in secondo piano ma secondo me tu dovresti essere invitata a parlare in pubblico per raccontare quello che stai vivendo in prima persona in quel Paese. Non riesco a non provare indignazione tutte le volte che ti leggo.
    Ma dimmi, secondo te negli utlimi 50 anni sono stati fatti dei passi avanti? Gli uomini sono tutti uguali o c'è qualcuno di evoluto?
    Cmq i tuoi dolcetti sono invitanti alla facciazza di San Valentino. Abbraccione

    RispondiElimina
  58. Questi racconti mi paralizzano. Seriamente. Da un lato vorrei riuscire ad essere più razionale e riflettere cercando di avvicinarmi al punto di vista della signora. Si tratterebbe di un comportamento corretto, non lo metto in dubbio. D'altra parte faccio davvero molta fatica.

    Fortuna che le tue tortine mi addolciscono i pensieri :)

    RispondiElimina
  59. Ciao,

    Vogliamo presentarti il sito http://www.ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 110000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove puoi anche aggiungere il tuo. Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non devi preoccuparti di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

    Restiamo a tua disposizione!
    Andreu
    Ricercadiricette.it

    RispondiElimina
  60. ciao Stefania, il tuo post mi ha fatto molto riflettere. Paradossalmente a molte sotuazioni vissute nel paesino in abruzzo dove vado ogni anno. ...fino a pochi anni fa mi considerarono scandalosa dopo che dissi che ero andata a convivere con il mio futuro consorte (!)
    Sicchè ciò che racconti mi rigetta in quella sensazione: il ribollir dei nervi!

    I tuoi tortini come sempre sono un incontro di delizia e furbizia :D Mi piacciono un mondo

    buona settimana!!

    RispondiElimina
  61. Tu continua a tendermi trappole ed io continuo ad alzarmi dalla sedia....ahahahah....grazie a te Stefania,un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  62. l'hai fatta proprio arrabbiare :-D io sinceramente faccio molta fatica a comprendere certe realtà, proprio non mi capacito di vedere come in alcuni posti del mondo la figura della donna vale meno di zero ma mi fa ancora più rabbia vedere come queste donne non si ribellano ma accettano questa loro condizione!!! mi infervorano ste cose...vabbè mi faccio passare l'incavolatura con una mini cheese :-)

    RispondiElimina
  63. Io adoro le miniporzioni e queste cheesecake sono stratosferiche!! Adoro il lampone!!!
    Franci

    RispondiElimina
  64. Grande idea la mini cheesecake una scusa in più per farla! e poi buon San Valentino, ciao Marica

    RispondiElimina
  65. ma te lo immagini se qui in Italia bastasse dire per 3 volte Io ti ripudio??? saremmo quasi tutti divorziati...Bellissime tortine,molto romantiche !

    RispondiElimina
  66. I miei primi cheesecakes ed erano favolosi....... :)

    RispondiElimina