giovedì 5 maggio 2011

Pollo (che sembra...) fritto

Quando sono arrivata in Arabia, alcuni anni fa, Osama Bin Laden era ancora non solo vivo e vegeto ma sicuramente un discreto pensiero, per noi occidentali che avevamo appena messo piede  nella sua madrepatria.
Beh, almeno lo fu per me per un periodo, dato che alcuni suoi devoti fans decisero ai tempi di attaccare il compound dove viviamo brandendo un paio di mitragliatrici e qualche bomba.
Per carita', non erano poi così ben organizzati e fecero poche vittime, e a noi in particolare ando' bene, a parte l'inenarrabile spavento. Per mesi ho guardato la tv senza audio, solo perche' avevo paura di non sentire cosa mi stava succedendo intorno. E a tutt'oggi se sento una mitragliatrice in qualche film o documentario state pur certi che cambio canale.
Pero', pero'.
L'Arabia Saudita ai tempi ritiro' il passaporto a Bin Laden, privandolo della cittadinanza, e la sua famiglia lo rinnego'. Gia', la sua famiglia.
Che possiede una delle holding piu' affermate e ricche di tutto il Paese, e probabilmente di tutto il Golfo Persico. La Bin Laden Group e' a tutt'oggi una realta' industriale immensa e produttiva, che spazia dalle banche alle imprese di costruzioni, pur non avendo nulla a che fare con il disgraziato erede ( beh no,a dire il vero lo avevano pure diseredato e oggi direi che il problema è risolto a monte...)
E cosa c'entro io? C'entro, c'entro.
C'entro per quell'accidenti di giorno che invece di attaccare il fax, che per un periodo mio marito tenne in casa invece che in ufficio, tenni attiva la normale linea telefonica.
E tenevo pure la musica a tutto volume, mentre impastavo a ritmo di Dio solo sa cosa.
Tra una dimenata ed un saltello, e magari pure un controcoro, sento miracolosamente il telefono.
Scatto felino mentre cerco di pulirmi le mani, e rispondo un po' affannata: hallo?
Un attimo di esitazione dall'altra parte, percepibilissima.
Ho capito, è l'ennesima persona che scambia questo con il numero dell'ufficio di mio marito e rimane paralizzato alla voce femminile che sente al suo posto, in un Paese dove la separazione dei sessi è strettissimamente osservata.
Hallo!
Ripeto meno gentile, dato che sono una donna credi non sappia parlare?
May I talk to mr V.?
Come prevedevo, cercano mio marito. Ma che rabbia mi fa chi non si presenta al telefono!
Who's speaking? Chi parla?
E sono pure un tantino imperiosa.
Bin Laden. 
Detto con serissimo e incolore tono di voce.
Ora, a me tutto è venuto in mente, in quel nanosecondo. Tranne quella che era l'unica opzione possibile, ovvero una normalissima telefonata di lavoro da una società con un nome infelice.
No, figurati. Quando mai penso prima di parlare.
Yes, and I'm the President of the United States of America.
Non serve che vi metta la traduzione, vero? E nemmeno dell'ultima cosa che ho sentito dall'altra parte: clic :-)


Altra ricetta della serie leggera, ma con gusto. Croccante come un fritto, ma con molti meno sensi di colpa...provatela, qui è stata un successo, rendendo sempre grazie a Martha Stewart.
Non barate sui tempi di marinatura che servono a rendere il pollo veramente morbido ed evitare che diventi una stopposa suola di scarpa.
E andate a guardare da Cristina che bellissimo concorso e' appena iniziato!!!



POLLO (CHE SEMBRA) FRITTO
da Living di Martha Stewart

fettine di petto di pollo
latticello oppure un mix fatto con yogurt bianco e latte in parti uguali
uno spicchio d'aglio
fette di pancarre', anche integrali
sale, pepe
olio extravergine d'oliva

Marinare le fettine di pollo in una ciotola con abbondante latticello ( o il mix preparato da voi), uno spicchio d'aglio intero e schiacciato, sale e pepe per minimo un'ora, meglio ancora una notte.
Passare le fette di pancarre' al mixer in modo che risultino ridotte in briciole grossolane.




Mettere le briciole in una teglia con carta forno, irrorarle con poco olio e passarle in forno preriscaldato a 190 gradi finche' saranno dorate, ma non troppo colorite.
Nel mio forno ci sono voluti proprio pochi minuti, dopodiche' tirarle fuori e farle intiepidire.
Ora prendere una fettina di pollo alla volta, salarla leggermente scolandola dall'eccesso di marinata e passarla nel mix di briciole cotte, pressando bene perche' aderiscano.





Ora il barbatrucco: metterle a cuocere direttamente sulla griglia del forno, senza teglia. Se le mettete su carta forno diventeranno mollicce, cosi' invece rimarranno croccanti.
Consiglio solo una teglia sul fondo del forno per raccogliere qualche briciola che inevitabilmente si stacchera'.
Se siete piu' fortunati e possedete una di quelle grigliette da appoggiare direttamente sulle teglie, ancora meglio ;-)



Cuocere quindi a 190 gradi per i primi 5 minuti, abbassare a 180 gradi e continuare la cottura finche' le fettine saranno pronte, ancora qualche minuto.
Servire subito ben calde, magari con un po' di limone.

NOTE:

- la marinata puo' essere arricchita da erbe o spezie a vostro piacimento, compreso magari un tocco piccantino.

- anche la panatura può essere arricchita, e dopo la tostatura potete mescolarvi erbe aromatiche o spezie.


122 commenti:

  1. Sono il presidente degli stati uniti, è geniale, ste!
    La ricetta l'ho subito salvata... buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Oh mamma Stefania, che risposta pronta!! Io piuttosto avrei pensato chi fosse il burlone che voleva giocare con quel nome!!
    Buono il pollo. Conoscevo il trucchetto della cottura, ma lo avevo visto impanato con i salatini. Il pane è 100 volte meglio!

    RispondiElimina
  3. Con esa costrita que cosa tan rica.

    Saludos

    RispondiElimina
  4. ciao araba sono Nigella...la bravissima giady di sulemaniche ha fatto un pollo simile tempo fa riciclando i crackers sbriciolati..la tua cottura è più furbetta della mia!..martha è simpatica e geniale come te...rido tanto con i tuoi post! un abbraccio ...
    ;-P

    RispondiElimina
  5. Ecco, per un nanosecondo avevo pensato che avessi parlato al telefono con bin laden.
    Io li faccio molto simili, con i corn flakes nell'impanatura, provali con la salsa agrodolce, fantastica http://tzatzikiacolazione.blogspot.com/2010/03/correva-lanno.html

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao President ;)!
    sto ancora ridendo ... e come si permette di disturbare mentre impasti!!!
    cmq questa ricetta è genialeeeee e io sono una di quelle che tempo fà ha comprato una teglia con la griglia sul fondo senza sapere cosa farsene... ora invece so a cosa può servirmi!!!!!
    baci la
    ps grazie ancora per i consigli sulle spezie... ora ho più di kg tra zaathar e summac ;)che piano piano sto imparando ad usare!
    lalla

    RispondiElimina
  7. Oddio veramente hai risposto cosi? Chissà quello che avrà pensato!!!! Ma poi tuo marito c'ha parlato? ihihhihi
    Interessantissimo questo pollo da provare prima che faccia troppo caldo per accendere il forno!!

    RispondiElimina
  8. Mio marito mangia pollo tre volte la settimana..inutile dirti quanto mi sia utile questa ricettina ; )))))))))))))
    grazieeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  9. buonissimooo ottima idea quella di non usare la teglia

    RispondiElimina
  10. Riflessi prontissimi mia cara...
    e che signor pollo! Da provare assolutamente...

    RispondiElimina
  11. :))))) mi sto scompiciando dal ridere :))) E hai avuro la risposta pronta! Io sarei morta )

    RispondiElimina
  12. Adoro il pollo e in questa ricetta sfiziosa e leggera mi piace una cifra, da provare! Buona giornata

    RispondiElimina
  13. questa mi incuriosisce tanto si sono davvero curiosa di assaggiare questo pollo finto fritto..
    baci da lia

    RispondiElimina
  14. Certo che a te ne capitano delle belle!!!!!! ottimo il tuo pollo un bacio.

    RispondiElimina
  15. Ricetta salvata..sfizioso questo pollo.

    complimenti come sempre.



    ciao

    RispondiElimina
  16. Ricettina veloce e pratica...io poi adoro il pollo e lo faccio in tutte le salse
    :D
    Grazie presidente per la ricetta ^_^

    RispondiElimina
  17. Noo...hai risposto così?! Ah ah ah...che forte!!! come questo pollo! Ricetta veloce e gustosa...meglio di così... che si può volere di più?! un bacione

    RispondiElimina
  18. che risposta pronta!!! immagino cosa avrà pensato il tuo interlocutore...... :-)
    cmq ricetta interessantissima per ingannare il palato a favore della silhouette!!! ;-)

    RispondiElimina
  19. Ciao araba! particolare questo pollo:croccantino con una bellissima pantura!
    in questo modo rimane leggero...ma sempre gustoso!
    un bacione

    RispondiElimina
  20. Wow bellissima ricetta. Non ci si aspetterebbe tale abilità culinaria da George W. Bush.
    :D

    RispondiElimina
  21. ahaha! sto morendo dal ridere al tuo racconto :)
    Avrei risposto esattamente la stessa cosa!!!
    Questo pollo è magnifico! Per fortuna che ci hai dato un'alternativa al latticello (che nono riesco a trovare!!!!) così posso farlo anch'io!
    bacioniiii

    RispondiElimina
  22. E tu hai avuto pure la prontezza di rispondere, io non so cosa avrei fatto. Grande!
    Il pollo? Cerco sempre mille modi per farlo, e questo mi piace, niente fornelli sporchi e unti, ma il pollo delizioso e croccante sì

    RispondiElimina
  23. Carissima,
    ormai ho un'intera cartella nel mio pc di tue ricette, e questa si aggiunge immediatamente alle altre! Grazie mille sei sempre una fonte d'ispirazione culinaria incredibile! :)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  24. Ecco, io avrei pensato che fosse davvero Bin Laden e che si trattasse di una telefonata minatoria. E avrei avuto un attacco di panico, che probabilmente in Arabia si cura ancora con l'elettroshock. Questo pollo è molto furbo, soprattutto per chi, come me, non sa friggere!!!

    RispondiElimina
  25. ottima idea... sembra davvero fritto!! complimenti...

    RispondiElimina
  26. Ahahah...io sarei rimasta letteralmente senza parole ;))
    Molto interessante questa ricetta che sembra ma non è fritto :)
    Ciaoooo

    RispondiElimina
  27. deve essere squisito il pollo fatto così! e poi si può mangiare anche in regime dietetico, per quanto per ora io non riesca ancora a mettermi a dieta! ciao ciao

    RispondiElimina
  28. Beh Stefania, questa è senz'altro più bella della mia storiella. My Gosh! Credo che probabilmente io avrei avuto la tua stessa reazione rispondendo a tono...epperò come sono suscettibili questi arabi! P.S. Te che impasti e balli a tempo di musica è un immagine strepitosa. Io quando cucino, metto l'esecuzione casuale sul mio Ipod ma siccome ho praticamente una selezione infinita di Tanghi (soffro di dipendenza tanguera da qualche anno ormai), affetto e impasto tra un "ocho" e un "voleo", ed ogni tanto zompetto a ritmo di Queen. Mio marito ormai ha rinunciato alla telefonata alla neuro per mera compassione. Un abbraccione (geniale il polletto finto fritto!). Pat

    RispondiElimina
  29. Uhmmmmm, non so se fosse stato più facile che mi venisse un infarto o che scoppiassi a ridere! Bellissima risposta!
    e.... buonissimo finto pollo fritto! :D

    RispondiElimina
  30. Certo a volte ci si ritrova in situazioni davvero strane e la tua risposta alla telefonata mi ha fatto morire:D!!!Un pollo questo davvero saporitissimo leggero e scrocchairello!!bacioni Imma

    RispondiElimina
  31. bella storia!!! e bello il polletto!!...faccio sempre fatica a trovare un modo appetitoso per cucinare il pollo...No non è vero che non ci siano ricette che lo fanno deventare buono,(alla diavola, tandoori, ma anche arrosto) però qualcosa di stuzzicante anche solo a leggere la ricetta, é difficile!! questa mi sembra una valida alternativa alla santa cotoletta, che è ancora una delle cose migliori!

    RispondiElimina
  32. Ahahahahahah :-) la prefazione mi ha fatto morire!

    RispondiElimina
  33. Beh, la tua risposta poteva anche andare bene, visto che BinLaden è stato costruito dagli americani, armato dagli americani, protetto dagli americani, ne hanno fatto un mito, fino alle Torri gemelle, ovviamente a quel punto non andava più bene, ma sono stati loro ad armarlo e non solo BinLaden, cara la mia Stefania....

    RispondiElimina
  34. Mia cara...certo sentirsi dire al telefono bin laden fa un certo effetto, ma la tua risposta è stata grandiosa...e aggiungerei anche il tuo pollo, lo provo!!! Ti abbraccio forte! :))))

    RispondiElimina
  35. Buono questo pollo marinato, è perfetto per me che non friggo molto, anzi direi quasi niente!

    RispondiElimina
  36. Sei la mia invidia (in senso buono tranquilla)... adoro il modo in cui racconti le cose.. l’ironia leggera e delicata che ci metti... e adoro tutto quello che cucini... un bacio grande Faby

    RispondiElimina
  37. ma che buono! per me che sono perennemente a dieta una consolazione (almeno sembra di mangiare la mia adorata frittura).
    www.dolciarmonie.blogspot.com

    RispondiElimina
  38. :-)

    i tuoi racconti spezzano la monotonia del mio ufficio.

    :-)

    RispondiElimina
  39. noooo....ma te sei un mito!! ao' bin laden, ma non lo sai che sto IMPASTANDO?? che vieni a rompere facendo pure lo spiritoso, seee, bin laden, valla a raccontare a 'n'altra và!!
    ossignur stefi, ragazza, attenta perchè rischi di vedere la tua faccia su manifesti segnaletici...beata incoscienza!! ahahahah!!!!

    RispondiElimina
  40. Il tuo suggerimento di cuocere sulla griglia è davvero ottimo! Io lo faccio anche con i pezzi di pollo e vengono fuori croccanti, asciutti e per niente unti!

    RispondiElimina
  41. hahha sei troppo forte ci sono cascata pure io hihi
    quel pollo stasera starà sulla mia tavola :P
    bravissima baci Anna

    RispondiElimina
  42. gnam che buon il pollo... un ottimo trucchetto :) sarebbe piaciuto anche al sig. Bin laden, ne sono certa :) certo che tra le righe la vita in Arabia non deve essere proprio semplice... tanti limiti mi sa... però il cammelo ripieno vale assolutamente il cambio vita :)

    RispondiElimina
  43. Sono passata dalla bocca aperta per il terrore delle prime righe, a quella spalancata dalle risate.... Buonissimo il pollo Mr Obama! ^_^

    RispondiElimina
  44. Gnam gnam...delizioso questo pollo! Da provare! Grazie Stefy!

    RispondiElimina
  45. Le tue ricette sono sempre tanto invitanti.
    Ciao Presidente USA!

    RispondiElimina
  46. Non smetto di ridere!!!! giura che hai risposto così! Sei troppo forte!

    RispondiElimina
  47. La tua ricetta è una delizia, cara Arabella (sì, mi piace chiamarti come ti chiama Cranberry)... E le tue storie sempre più interessanti. Non so perché ma ho sempre più l'idea che tu sia una persona di una tempra fortissima. Una persona troppo speciale!!! :)
    Un abbraccione

    RispondiElimina
  48. Che storia incredibile! Scusa l'indiscrezione, ma posso chiederti che lavoro fa tuo marito li'?

    Ciao
    A.

    RispondiElimina
  49. Credo che su Bin Laden sia stato scritto di tutto e di più, ma una storia esilarante e graziosa come questa ancora mancava!
    Baci

    RispondiElimina
  50. risposta d'istinto e certamnete l'avremmo pensata tutti...
    geniale il pollo, buono buono!!!

    RispondiElimina
  51. mr President...questa ricetta mi piace molto!!!!

    RispondiElimina
  52. Santa Ikea: la griglietta con teglia annessa, ce l'ho. Il pollo, pure (ma non ikea, sai che casino assemblarlo), quindi provo, ohhh se provo.

    RispondiElimina
  53. Sei unica sia in cucina che nei tuoi racconti ...
    un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  54. Noooooooo non ci credo!! io sarei rimasta li lessa a bocca aperta senza sapere cosa dire. Certo che hai la risposta pronta ^__^

    RispondiElimina
  55. Holy shit, chissa' che paura!!!
    A proposito di pollo croccante e mediamente leggero a me piace molto come lo fa la mamma di una mia amica siciliana: fa una miscela secca di semi di sesamo e pangrattato (e io da secoli SO chedevo provare col panko...), cosparge i filettini di pollo di un velo di olio d'oliva, impanatura abbondante e dieci minuti sotto il grill del forno... credimi, e' una stupidata BUONISSIMA!

    RispondiElimina
  56. Stefania sei unica!!simpatica, brava, con la risposta pronta e geniale..già come questo pollo che preparato così piacerà moltissimo anche a mia figlia!!!!!!!un abbraccio!

    RispondiElimina
  57. Ti dico solo che con una telefonata simile me la sarei fatta sotto!
    Se non sbaglio conoscevo gia' questa tua ricettina.Una genialata !
    A presto :)

    RispondiElimina
  58. Chissà perché io avrei risposto "Yes, and I'm Marilyn Monroe"... forse perché sono bionda naturale come lei? ;)
    Baci omonima

    RispondiElimina
  59. Ricetta geniale per una famiglia come la mia che adora il pollo. Me la salvo subitissimo!
    thank you Mr President!!!
    Anna

    RispondiElimina
  60. non so perchè ma la frase "Yes, and I'm the president of the United States of America" me la sono immaginata detta con spiccato accento salentino e mi sono crepata di risate! :)

    RispondiElimina
  61. Anche io friggo pochissimo, e l'idea di questo bel bocconcino ha messo in moto tutte le mie papille gustative..

    Grazie Presidente ;)))

    RispondiElimina
  62. uh Mr. President...a saperlo prima mi rivolgevo a te con le dovute cerimonie!!!!
    comunque...ho fatto questo tipo di ricetta la scorsa settimana ma con dei coscioni di tacchino. molto ma molto buono e soprattutto con meno sensi di colpa :D
    un bacione!

    RispondiElimina
  63. Buonissimo questo pollo, lo voglio provare al più presto. ne faccio una versione simile ma con una panatura un pò diversa. ma quello che mi incuriosisce è poggiarlo sulla griglia!
    Proverò senz'altro...
    Baci baci

    RispondiElimina
  64. Leggere la ricetta e mettere il pollo a marinare é stato tutt'uno!! Io lo impanero' con il panko (la busta DEVE finire ma non mi ha entusiasmato piu' di tanto),sono solo le 18.30 ma ho già fame!!!!

    RispondiElimina
  65. ottima questa ricetta e ottima anche quella precedente della torta fragole e menta e che ahim'e non sono riuscita a commentare!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  66. Idea geniale, un "fritto non fritto" ;-)

    RispondiElimina
  67. grande grandissima risposta :-)))), sarebbe divertente capire dall'altra parte cosa hanno pensato, vedi queste donne , in occidente gli dai la libertà di rispondere al telefono e si pensano chissa chì, sai loro interpretano tutto a modo loro

    complimenti per il pollo, cosi le carni cuocendo non si seccano dopo la marinatura

    RispondiElimina
  68. Araba,
    sei la mia scrittrice preferita.
    ok - l'ho detto.
    quanto alla cucina.... dovrei provare :D

    RispondiElimina
  69. Bè che dire un bellissimo post e un'ottima ricetta! Ti ho citato qui http://www.cosebuoneditalia.com/2011/05/parmigiana-di-gnocchi-al-semolino.html

    RispondiElimina
  70. Ciao! Ma finalmente una ricetta anche per me!!! Grazie!
    Baci

    RispondiElimina
  71. io avrei tanta paura a vivere in un paese arabo...
    purtroppo si sentono tante cose brutte ed io non so se al tuo posto sarei rimasta dopo aver sentito quelle mitragliatrici...
    io amo tutto ciò che sembra fritto ma non lo è, perchè è più sano, ma ugualmente buono, quindi proverò (e quando mai non provo le tue cose?) anche questo meraviglioso pollo! baci :)

    RispondiElimina
  72. eheh l'allegra famigliola, se non ricordiamo male un vecchio film di moore, possiede anche mezza america...comunque dopo le prime righe in cui ci siamo preoccupati per te, poi ci siamo sbellicati ^_^
    p.s. come sempre ottima ricettina, sicuramente da provare

    RispondiElimina
  73. mister president, bellissima ricettina! ;P
    e la tua telefonata mi ricorda tanto la mia parecchi anni prima...!

    RispondiElimina
  74. E la colonna sonora era "Tu vuo' fa' 'o talebano" ovviamente...
    livia

    RispondiElimina
  75. il pollo cosi non l'ho mai provato...!
    Complimenti

    RispondiElimina
  76. Querida STEFANIA ..comparto tu respuesta y tu caracter ..me molestan las hipocresias y las dobles morales y no comparto de ninguna manera los actos salvajes en honor a una religion o ideologia que los esclaviza ,ansian el poder como los Señores de la Guerra ...para mi sera siempre un gran asesino prometiendo paraisos que el con todo su dinero ..NO HA SABIDO CONSTRUIR Y DAR A SUS SEMEJANTES ...pero el y los que le siguen en esa barbarie ..si DIOS O ALA EXISTE ..nunca pueden alcanzar la felicidad .
    Me gusta esta receta del pollo es muy interesante .
    Te deseo lo mejor ...cuidate ..besos MARIMI

    RispondiElimina
  77. Ciao, sono Giuseppe, autore del blog cervelliamo http://cervelliamo.blogspot.com
    Effettuando ricerche in rete ho notato il tuo blog e volevo chiederti se vuoi collaborare scrivendo articoli anche su cervelliamo.
    Ci sono tante categorie su cui orientarsi e si può scrivere su uno o più argomenti.
    Facciamo una media di 3000 pagine viste al giorno e, man, mano, andiamo a crescere.
    Potrai utilizzare Cervelliamo come secondo blog, divulgare informazione con l'opportunità di guadagnarci su con il sistema adsense di google, facile, meritocratico e sicuro.
    Siamo presenti nei maggiori network della rete, siamo su google news, la fan page su facebook con più di 1550 persone, quello quello che scrivi, sarà letto sicuramente da qualcuno.
    Se ti piace l'iniziativa, conoscere il team, migliorare insieme, non esitare a contattarmi, sia per email o direttamente su facebook al mio indirizzo personale.
    http://www.facebook.com/cervelliam0
    Ti aspetto!

    RispondiElimina
  78. @ Alem: genio? forse pazzia :-)

    @ Dora: ma si, un burlone, e allora la risposta sarebbe andata bene lo stesso!!!

    @ jose manuel: grazie :-)

    @ sulemaniche: Nigella???? allora io sono G.Ramsey :-)))) sei simpaticissima!

    @ Lydia: i tuoi li faccio da tempo immemorabile, anche se ammetto che la salsa la compro pronta...rimedio!

    @ PiccolaLayla: sono contenta per le spezie, e pure per la teglia, io ancora la cerco!

    @ Cleare: si, poi tutto risolto...;-)

    @ titty: anche noi lo mangiamo spesso, per questo ne vedrai altro da queste parti...;-)

    @ Anna: io ne sono rimasta conquistata!

    @ Simo: da queste parti è una cosa che serve...

    @ Genny: io sono morta dopo aver chiuso il telefono e aver chiamato mio marito...

    @ Sar@: grazie!

    @ PROVARE PER GUSTARE: vedrai, gustoso senza sensi di colpa ;-)

    @ Fabiola: ;-)

    @ Alice4161: mille grazie!

    @ Cranberry: prego :-)))))

    @ Claudia: assolutamente si, mannaggia alla mia linguaccia :-)

    @ Gio83: io invece non voglio pensarci!!!!

    RispondiElimina
  79. Il barbatrucco fa la differenza...! Ottima ricetta come sempre!

    RispondiElimina
  80. wow immagino la fifa per l'attacco al vs compound!
    troppo bella la telefonata :D anche a me capita di rispondere (spesso) senza pensare e a volte faccio anche delle figurelle!
    ottimo questo pollo non-fritto a volte lo faccio con il pangrattato di mais, buono!

    RispondiElimina
  81. Sei fantastica! Ti ci vedo, serissima e un po' seccata, rispondere categorica! Ossignur, sto ancora ridendo... oggi ho postato delle costolettine di agnello in panure d'erbe al forno. Il principio è il medesimo. Il tuo pollo mi sa di eccezionalmente buono: lo proverò presto e non barerò sulla marinatura...
    P.S. Ma poi, tuo marito che ha detto della tua risposta??? :))

    RispondiElimina
  82. Come al solito una ricetta strepitosa...senza contare il fatto che passare qui da te è sempre veramente piacevole e divertente.
    A proposito della cottuta sulla griglia, ho visto che c'è anche una teglia che raccoglie gli eventuali depositi...
    Mi è venuto in mente il cosciotto d'agnello che un nostro amico aveva cucinato a casa sua ( Ann Arbor..peso 3 kg direttamete anche quello sulla griglia ma senza niente sotto...
    Ti lascio immaginare il forno reduce da altre cotture probabilmente esegute con le stesse modalità..
    Per pulirlo credo che ci vorrebbe il lanciafiamme
    Un bacione...mitica!!

    RispondiElimina
  83. Hello? Bin Laden speaking... volevo dirle (proprio a lei, non a suo marito) che il pollo è una delizia. Soprattutto per quelli di stretta osservanza... Come ha detto, scusi? Lei non ama i fanatici? E che ci posso fare io, se qua sono tutti a dieta?!?

    RispondiElimina
  84. hai capito il barbatrucco? brava stefi, come sempre!

    RispondiElimina
  85. ahahahaha scusa ma la fine del tuo racconto mi ha fatto proprio ridere!!!! io non avrei mai avuto il coraggio....pensa che avevo l'ansia solo a legger all'inizio!!!
    Complimenti per questa ricettina...veramente interessante!!!

    RispondiElimina
  86. :)forte, sto ancora ridendo:). Com'è bella questa semplice ricetta: segnata!

    RispondiElimina
  87. Mi piace, la ricetta... non la tua avventura Brrr....!!! La saluto dear first Lady :-)))

    RispondiElimina
  88. Che storia pazzesca, aiutooo! Mi sono venuti i brividi mentre la leggevo! Stavo pensando...Sai che ti seguo da tanto ma mi sa che è il primo commento che lascio sul tuo blog??! Beh, da qualche parte bisogna pure iniziare, no?! ADORO questa ricetta e non vedo l'ora di provarla! Un bacione e a presto! :) Alessia

    RispondiElimina
  89. Carissima "signor presidente" :-D secondo me 6 di origini napoletane :))) ahahaha! senza offesa nessuno!(io sn mezza napoletana eh!) nel senso ke il napoletano contratta, baratta, ce l'ha nel sangue! io mi scoccio di stare li a contrattare un prezzo, se mi conviene bene se no vado altrove :) hai ragione le fragole hanno viaggiato pure troppo! :-) bellissima descrizione x le ricette dell'MT challenge! dopo me le vado a vedere, sn troppo curiosa! :)
    L'idea di queste fettine panate al forno mi piace!! prendo nota!!
    ciao carissima sta lontana da mitragliatrici e bombe mi raccomando! :))

    RispondiElimina
  90. presidente, le faccio i complimenti per questo succulento polleto! :))
    baci! alessandra

    RispondiElimina
  91. Il tuo post mi ha fatto pensare: chissà cosa avrei risposto io se mi fossi trovata al posto tuo. Ottimo questo pollo croccantino. Buona domenica Daniela.

    RispondiElimina
  92. Anche io tendo a parlare troppo presto... ;)
    ottimo pollo, devo dire che io uso una ricetta molto simile per i polletti finto fritti! davvero ottimi!

    RispondiElimina
  93. Fianlmente gli Stati Uniti hanno un presidente Donna e che Donna!!!!!

    Bella questa ricetta, furba assai, ed io replico:)
    Un bacio.

    RispondiElimina
  94. ciao araba, la prima parte del tuo racconto mi ha davvero scioccato e non riesco neppure ad immaginare che stato di perenne allerta e timore dovevi vivere in quel periodo.. la telefonata invece mi ha fatto morire! ...risposta geniale, l'unica che a un'occidentale non in affari con la famigghia potesse concepire! :-)
    il tuo pollo è molto invitante, grazie anche della specifica sulla cottura senza teglia.. non ci avrei pensato e credo che invece faccia la differenza.

    RispondiElimina
  95. Ma poi il sig. Bin Laden ha ritelefonato a tuo marito o si è offeso per sempre? ahahahahah!
    Mi segno subito la ricetta del pollo che è una delle poche carni che mangio ;)

    RispondiElimina
  96. Complimenti per il tuo blog e per le tue ricette questo pollo lo voglio provare in settimana !
    Se ti va passa da me
    http://lacucinadiesme.blogspot.com/

    RispondiElimina
  97. Dear President, questo pollo sarà mio!

    Certo che una telefonata del genere uno non la dimentica per tutta la vita eh!

    RispondiElimina
  98. Che bello pollo...sembra davvero fritto!Complimenti!
    Buon inizio settimana! Ciao e a presto :)

    RispondiElimina
  99. Cara araba questo pollo mi ha fatto subito venire in mente quello di mia suocera che le bambine, ovvio, adorano. E' di una rapidità imbarazzante (d'altra parte una povera donna con tre figli maschi che doveva fà?). Impanare il pollo nel pan grattato e cuocere su padella antiaderente/piastra bella calda. Riporre le fette in una pirofila in cui avrai mescolato olio evo sale pepe e origano. farle bagnare bene. mamma che fame! ciao

    RispondiElimina
  100. @ Manuela e Silvia: ebbene si ;-)

    @ manineinpasta: ahahahaha chissà!

    @ Titti: ah un'altra pazza come me in giro ;-)

    @ Dajana: no no, non si sporca quasi nulla!

    @ iulia lampone: che gentile, grazie!

    @ Onde99: santo cielo!!!! non ti farò mai scherzi telefonici!

    @ raffy: mille grazie :-)

    @ Mary: io ci sono rimasta..dopo :-)

    @ Vale: un po' di cucina sana non fa mai male, e questo pollo giuro che eè buonissimo :-)

    @ Patty: ecco, tanghi non ne ho...ma mio marito conoscerebbe volentieri il tuo, credimi ;-)

    @ Tery: eh si ;-)

    @ dolci a gogo: grazie Imma, è che trovandocisi si rischiano le figure che faccio io :-)

    @ franci e vale: a me piace molto il pollo, e sul blog c'è anche la ricetta per farlo alla birra che forse è la mia preferita in assoluto, leggera anche quella ;-)

    @ Etta: anche a me, ma quasi sul serio :-)))

    @ Tamtam: quindi magari ero proprio la persona con cui voleva parlare !!!

    @ kitchenqb: mille grazie :-)

    @ ELel: perfetto, allora!

    @ Fabiana: e tu sei troppo buona :-)

    @ Tamara's Kitchen: mi fa molto piacere :-)

    @ dauly: la mia mamma mi diceva sempre di stare attenta, che prima o poi avrei incontrato qualcuno che mi avrebbe messo a posto. Ma se pure Bin Laden ha fallito...;-)

    RispondiElimina
  101. @ Rosa: guarda, quando l'ho letto da Martha Stewart non ho resistito a provare subito, e sono rimasta basita!

    @ Anna: e ti è piaciuto? :-)

    @ n.: qualche limite, mille opportunità ( compreso il cammello ripieno, come giustamente hai osservato ;-)

    @ maniamorefantasia: ;-)

    @ Kiara: vedrai, entrerà nei tuoi menu di gran carriera!

    @ franci: thanks :-)))

    @ SIlvia di Pan con l'Olio: giuro, giuro :-)

    @ Robjana: non sono io, è il posto che richiede tempra..io farei a meno :-)

    @ Alessandra: ti rassicuro, assolutamente NON nel campo del terrorismo internazionale :-)

    @ Stefania: ahahahahahah grazie!

    @ Acquolina: eh, quando te le tirano...;-)

    @ lucy: grazie mille ;-)

    @ Reb: dici allora che all'Ikea la trovo??? dista SOLO 350km da casa ma ci vado al volo...

    @ I VIAGGI PDEL GOLOSO: e meno male, direbbe qualcuno, chi ne sopporterebbe due? :-)

    @ elenuccia: un po' troppo pronta...

    @ cavoliamerenda: anche io li faccio! e unisco al pangrattato ed al sesamo pure i cornflakes sbriciolati, come da ricetta che Lydia ha linkato su: una goduria!

    @ Federica: fammi sapere quando lo assaggia :-)

    @ Edith Pilaff: anche io, ma dovevo essere stordita dalla musica :-)

    @ fantasie: mannaggia, Marilyn era meglio del President...:-)

    @ Anna: grazie!

    @ Federica de Prezzo: guarda, anche con il mio accento romano non doveva essere male :-)))

    @ Angela: in realtà a me non dispiace friggere, ma volevo tanto sperimentare...;-) e ho fatto bene!

    @ Alice: si, questo tipo di cottura davvero merita, devo dire.

    @ viola: qualunque panatura va bene, ma vedrai la differenza del cuocerlo così!

    @ Cristina: e come è venuto? :-)

    RispondiElimina
  102. Non ho la risposta pronta...io sono uno che prende tempo per far finta di pensare...in queste situazioni sono davvero un pollo! :P Toh guarda caso si parlava di polli vero?! :P ehehehehehe
    Scherzi a parte, mi piace questa versione...e la provo...vengo anche io da una recente versione di pollo che non pubblicherò per mancanza di foto decenti ma che ha avuto un discreto successo...il tuo sarà il next-step per variare :)

    RispondiElimina
  103. ...E così quando proporrò questa ricetta, potrò affermare sicura: me l'ha passata il Presidente degli USA!!!! :-D

    RispondiElimina
  104. Oddio che ridere!!! IO avrei forse fatto il click prima di loro, ecco, una cosa così mi avrebbe troppo spiazzata! Pero' .. in un contesto molto meno interessante del tuo, lo ammetto, il mio numero somiglia molto a quello di un noto parrucchiere della mia zona e a quello del centro revisioni... dopo sei anni che abito il mio appartamento ho imparato, e quando chiedono un appuntamento per piega e colore o per il tagliando ecco... se la giornata è anche stata solo poco poco storta... l'ho preso, l'appuntamento!!!
    Invece il tuo pollo mi piace una cifra... mi sto apprestando a comprare il nuovo forno... e questa sarà probabilmente una delle prime cenette... con o senza tagliando e piega!!!

    RispondiElimina
  105. ciao araba ti segue fin da cookaround (lì sono trilli), è proprio vero, dalla foto sembrano fritti!!!!!! li proverò sicuramente, per la gioia alla vista per il simil fritto e della dieta!!! :)

    RispondiElimina
  106. @ Daisy: mille grazie :-)

    @ Letiziando: non per niente Martha e' sempre Martha ;-)

    @ Gunther: hai ragionissimo, infatti non credo che il mio senso dell'umorismo sara' stato apprezzato :-)

    @ Francesca_lasuafra: mi fai morire!!!

    @ sonia: grazie, vengo a vedere :-)

    @ Barbara Palmisano: :-)

    @ Rosalba: mi fa piacere :-)

    @ Le ricette dell'Amore Vero: ma no, paura no! Se ci fosse da averci tanta paura non ci vivrei, credimi. E le cose brutte succedono ovunque ;-)

    @ labandadeibroccoli: ricordate bene, anzi benissimo ;-)

    @ Giovanna: oddio ancora rido al pensiero ;-)

    @ Livia: non siamo arrivati a tanto, purtroppo :-)

    @ Sognando Dolcezze: grazie!

    @ garlutti: e come darti torto? ;-)

    @ Giuseppe: ti ringrazio, ma mi e' sufficiente questo, di blog :-)

    @ Strawberryblonde: e' tutto li' ;-)

    @ Gio: eh si, diciamo che non e' l'unica che ho combinato :-)

    @ Patrizia: le tue costolette le ho gia' segnate, cosa credi? ;-)
    Mio marito ha riso, e poi ha richiamato lui :-)

    @ Mammazan: santo cielo, nel mio forno sarebbe severamente proibito!!!! :-0

    @ Sabrine d'Aubergine: cerca proprio me? allora non e' morto? Scoop! :-))))

    @

    RispondiElimina
  107. ricettina provata stasera con il tacchino e la mia piccola puffetta di tre anni ha gradito "molto moltissimo!!"
    il pangrattato l'ho fatto con il pane di qualche giorno fa, non avendo il pancarrè... in effetti è rimasto molto grosso.... forse troppo, ma ho scartato i pezzi giganti e la riuscita c'è stata!!!
    ciao,
    Simona

    RispondiElimina
  108. Ma poi non hai più avuto news del presunto Bin Laden telefonico??? :) Che storia! Cmq ottimi i polletti, voglio provarli! Ho proprio dei petti in freezer. A presto!

    RispondiElimina
  109. @ Aria: ;-)

    @ Nicoletta: infatti non sono coraggiosa, parlo solo troppo :-)))

    @ Ancutza: grazie!

    @ Chez Denci : :-)

    @ Menta Piperita: benvenuta, allora! e grazie!

    @ vickyart: chissa' avro' qualche avo napoletano anche io ;-)

    @ ViaggiandoMangiando: grazie ;-)

    @ Daniela: meglio non trovarcisi, va'...

    @ giovanna burroealici: dici che e' un difetto? ;-)

    @ Iris: replica, vedrai che buona!

    @ Passiflora: si, non e' stato un bel periodo ma grazie al cielo e' passato. E si, il trucco sta tutto nel non mettere la teglia!

    @ eli: beh, non era lui in persona, era solo un addetto che chiamava per conto della Bin Laden...e si, poi si sono parlati ;-)

    @ la cucina di Esme: grazie :-)

    @ Muscaria: direi proprio di no!

    @ Maria: grazie!

    @ margie-o: un genio, tua suocera, altro che Martha Stewart!

    @ Gambetto: prendere tempo e' quello che servirebbe a me per pensare prima di dare fiato alla bocca!!! :-)

    @ Mapi: 'anvedi che pedigree, ti risponderanno!!! :-)

    @ kia: bellissimo!!! con mia sorella facevamo cose simili da piccole, dato che ai tempi avevamo il numero simile ad uno studio medico :-)))

    @ FeDe-AgliOlioePeperoncino: ciao trilli, benvenuta!!!

    @ Simona: ed io ti ringrazio "molto moltissimo" :-)

    @ nerodiseppiablog: si, poi si sono sentiti. E soprattutto dall'ufficio, non da casa ;-)

    RispondiElimina
  110. Complimenti!davvero compimenti..
    Da provare..

    RispondiElimina
  111. che buffa la tua storiella, mi immagino la faccia di tuo marito quando gliel'hai raccontata.
    Il pollo è bellissimo fatto così, leggero e gustoso. ciao, un abbraccio

    RispondiElimina
  112. Tantissimi anni fa,quando entrambe eravamo in altri lidi....sentendoti parlare della tua vita da araba felice,delle disavventure per organizzare una festa di natale,degli addobbi nascosti....ti dissi che per me era bellissimo leggerti perchè eri una finestra aperta su un mondo e una cultura per me lontanissima.
    Oggi è ancora cosi,è bellissimo leggerti!!!!!

    RispondiElimina
  113. Ma che carina, mi confondi!!!! :-)

    RispondiElimina
  114. Bentornata! ... Ma che per davero era lui? ;)
    Fantastico questo pollo, mi piace l'idea! un bascio!!!!

    RispondiElimina
  115. Sono capitata per caso qui e ne sono molto contenta anche perchè abbiamo amiche in comune. Forte il tuo racconto e bella la ricetta copiata.
    Mi cara arabafelice sei ancora li oppure... ciaooo buona serata e...mi sono aggiunta anche se di follower ne hai tanti. ciaooo

    RispondiElimina
  116. Benvenuta, Edvige, grazie!
    E si, sono sempre qui in Arabia :-)

    RispondiElimina
  117. Davvero grande...come sempre io sarei rimasta senza parole, che puntualmente mi sarebbero arrivate appena attaccato il telefono! Bellissima questa ricetta la proverò subito. :)

    RispondiElimina
  118. Io adoro i tuoi racconti, potresti scrivere un libro...sei troppo forte!
    Questa ricetta la conosco e piace tanto anche a me a volte la servo anche sotto forma di spiedino.
    Baci bellissima
    Enrica

    RispondiElimina
  119. Se avessero chiamato casa mia, senza pensarci troppo mi sarei qualificata come Raffaella Carrà. In carne, ossa e caschetto biondo!
    I barbatrucci di Martha mutuati dal te?
    Non posso più farne a meno!

    RispondiElimina