lunedì 21 marzo 2011

Lilliput-Danubio alle arachidi salate e miele



E vai a vedere che il miracolo si e' ripetuto.
Non ho chiesto sconti, scuse, cambi di ingrediente.
Non mi sono appellata alla pietà dei giudici, alla loro magnanimità. O al loro buon cuore.
Non ne ho avuto bisogno: per il Danubio che Tery ha scelto per l'MT Challenge di Marzo avevo proprio tutto, compreso un inaspettato giorno di ferie proclamato per festeggiare il rientro in patria del re dell'Arabia Saudita, dopo una lunga convalescenza all'estero.
E quando dico tutto, intendo tutto.
Compresi gli 80 grammi di strutto in quel grazioso vasetto bianco e nero in freezer.
Qui non si trova, sia chiaro, ma fa parte di quella dotazione di ingredienti che, ehm, importo ad ogni viaggio sfidando la dogana.
Non che sia facile far derivare a colpo d'occhio quella soffice cremina bianca da un maiale, ma a scanso di problemi mi premunisco: primo, eliminazione della confezione originale, mica vorrete che debba inventarmi li' per li' che quel faccino rosa con grosse narici disegnato sopra con tanto di accattivante sorriso sia una italica  versione di Hello Kitty, col rischio che mi credano pure.
Secondo, urge in genere a poche ore dalla partenza il reperimento di nuovo contenitore, il piu' innocente possibile, il piu' anonimo possibile.
Semplice vasetto di vetro? No, troppo facile.
La prima volta che mi e' venuto in mente mi sono sentita un incrocio tra James Bond e Diabolik, con un pizzico di Wonder Woman non fosse altro perche' mi piace il costume che indossa :-)
E l'ho preso, l'ho lavato accuratissimente, fino a consumarlo. L'ho fatto asciugare in forno, e l'ho pure sterilizzato. E ho ripetuto il processo un'altra volta.
Di cosa parlo?
Un vasetto di crema per il viso, bellissimo, bianco e nero. Riempito fino all'orlo di strutto, ed infilato nel beauty case e poi in valigia come se nulla fosse.
E di tutte le volte che mi hanno controllato i bagagli, non ce n'e' stata una in cui il vasetto abbia suscitato il benche' minimo sospetto. D'altronde, per essere crema e' crema, e se mai a qualcuno venisse il dubbio non esiterei un solo istante ad applicarmi seduta stante una ricca maschera idratante...
E qualunque scontata battuta che leghi in qualche modo la mia faccia alle due grosse "C" incrociate del logo sul vasetto e' proprio solo un mal pensare.
E mal pensare e' peccato.
Anche se ci si azzecca sempre ;-)

Non sono impazzita, ma volevo ricreare il Danubio di Tery in versione finger food, e farlo piccino piccino piccio'. Pensa che ti ripensa, abbinarlo alla frutta secca tostata e salata che tanto sta bene con gli aperitivi mi e' sembrata una buona idea. Ma e' intingere le arachidi nel miele che fa la differenza, dando un tocco di dolce e salato che i miei ospiti hanno molto, molto gradito.
Le palline si staccano benissimo, ma a cena avevo degli squali, che se li sono mangiati in un sol boccone...
E credetemi, e' l'impasto per Danubio piu' buono che abbia mai sperimentato!


LILLIPUT-DANUBIO ALLE ARACHIDI SALATE E MIELE 

500 g di farina
150 ml di latte (io 170)
3 tuorli e un uovo intero
un cucchiaino di sale
10 g di lievito di birra fresco ( o 4 grammi di quello disidratato)
40 g di zucchero
80 g di strutto
un cucchiaino di miele
20 g di burro

per la farcitura

arachidi tostate e salate
miele

fior di sale, per la copertura

Sciogliere il lievito nel latte tiepido insieme al miele, aggiungere quindi la farina e cominciare ad impastare. Ho fatto tutto con l'impastatrice, ma da Tery troverete anche le indicazioni per lavorare a mano.
Unire quindi l'uovo intero e 2 tuorli, lo zucchero e continuare ad impastare finchè il tutto risulterà ben assorbito. A questo punto unire l'altro tuorlo, il sale e solo quando saranno completamente assorbiti unire lo strutto ed il burro a pezzetti. Far lavorare l'impasto finchè non sarà ben incordato, io una ventina di minuti abbondanti.
Quando l'impasto si staccherà per bene dalla ciotola, che risulterà ben pulita, fare la prova del velo: staccare un pezzetto di impasto, stenderlo al massimo cercando di vederne la trasparenza.
Se si rompe prima, vuol dire che l'impasto va lavorato ancora.
Mettere quindi a lievitare in una ciotola coperta fino al raddoppio.
Trascorso questo tempo, procedere a formare le palline dopo aver sgonfiato l'impasto con le mani.
Nel mio caso, ho preso delle arachidi salate e tostate, le ho intinte nel miele usando una pinza da cucina e le ho usate come ripieno di palline veramente minuscole.




Ho poi formato delle torrette in stampini da mini-muffins ( 4 cm di diametro), mettendo 5 palline alla base, 3 al piano centrale ed una in cima.




Far lievitare in luogo tiepido, quindi spennellare con tuorlo battuto, spolverizzare con due pizzichi di fior di sale e cuocere a 220 gradi in forno preriscaldato per circa 7-10 minuti.
Servire a temperatura ambiente, con l'aperitivo.

NOTE:


- con queste dosi vengono torrette per sfamare tutta l'Arabia Saudita, quindi regolatevi in caso voleste prendere spunto...

136 commenti:

  1. Il danubio è la mia infanzia, non c'era festina di compleanno, battesimo, comunione o cresima in cui il danubio di scaturchio non facesse bella di mostra disè, quello dolce con crema e marmellata di albicocche e quello salato con prosciutto e formaggio.
    Una piccola curiosità, il danublio si chiama così in onore della moglie austriaca del sig. Scaturchio (titolare di una celebre pasticceria napoletana)

    RispondiElimina
  2. Oltre ad essere una bontà è molto ma molto originale sia nella forma che nella sostanza...

    certo si potrebbe provare una maschera con lo strutto, potrebbe essere un toccasana per la pelle... chissà che non sia proprio un miracolo per le rughe ^___^ Buona primavera!!!!

    RispondiElimina
  3. Dev'essere molto buono!
    Certo che, cara Arabafelice, i tuoi racconti sono sempre i migliori! ^___^

    un caro saluto

    RispondiElimina
  4. carinissimo il danubio mignon! E lo strutto nel vasetto di crema per il viso è un trucco da vero contrabbandiere, complimenti!!
    Ciao
    Cris

    RispondiElimina
  5. Le (ri)flessioni mattutine ai post dell'Araba, oggi, raddoppiano: non solo metti lo strutto nei vasetti delle creme ma ti ricordi pure in quale è finito. Fossi io, sarei abbonata al reparto Grandi Ustioni degli Ospedali Arabi Uniti, sub voce "pelle fritta".
    So bene che certe intuizioni meriterebbero di più, ma temo che in Svezia siano un po' irrigiditi sulla forma. Vorrà dire che anche stavolta ti toccherà accontentarti dei premi dell'emmetichallenge... e mi sta già venendo un'ideina...:-))))
    ma grazieeee!
    ale

    RispondiElimina
  6. Stefania come sempre sei fenomenale
    la genialità del vasetto della crema per lo strutto poi lascia senza parole
    il mini danubio è veramente una bellissima idea e l'aspetto è bellissimo

    buona settimana
    smack Manu

    RispondiElimina
  7. Per quanto sei stata "napoletana" (solo come complimento da me ovviamente! :)) per la questione crema da viso altrettanto ti sei allontanata dalla tradizione. Eppure in entrambi i casi mi hai dato una lezione...la prima è che le menti più fini si vedono nei particolari come questo...la seconda è che quando si è bravi in cucina ma soprattutto si ha personalità si riesce sempre laddove gli altri fallirebbero miseramente.
    Se fossi giudice e non scherzo avresti il mio pieno appoggio per la vittoria dell'MT :)))

    RispondiElimina
  8. Cara Wonder woman (anche a me piaceva il vestito strizzato!!!) la ringraziamo molto per il piacevole inizio di giornata con il sorriso, e andaimo a pubblicare la sua opera tra gli altri super eroi! bacio e buona giornata
    Dani

    RispondiElimina
  9. Il cuore croccante è davvero un'ideona, anche perchè l'aspetto soffice dell'esterno mai arebbe ensare al crunch...un po come per lo strutto di Chanel...che inventiva!! :)

    RispondiElimina
  10. Geniali... il mini danubio (non mi stupirei se vincesse) e lo strutto/maschera (non mi stupirei se facesse bene anche alla pelle!)Buona settimana! Lori ^_^

    RispondiElimina
  11. Anch'io ti ringrazio per il piacevole inizio di settimana, simpaticissimo.. altro che Diabolik o Wonder Woman, semplicemente STEFANIA :-))))) una ne pensi cento ne fai! In bocca al lupo perché a parte il fine ingegno è anche tanto invitante..

    RispondiElimina
  12. Complimenti per le idee geniali sia per il post che per l'ottima ricetta!!!
    Buon lunedì

    RispondiElimina
  13. Quando hai scritto lilliput dalla prima foto non si capiva molto della dimensione reale,sembravano tipo "rosette" il pane a forma di rosa....
    ma dalla foto della preparazione sono piccolissime quelle pallette!!!!!^_^ che belline!E come hai fatto? io già impazzivo a fare una pallona, figuriamoci una palletta che mi sembra un 'oliva!!!
    Bellissimo Araba, e poi ilripieno è formdabile, mi ricorda molto le M&M.
    Un baciotto e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  14. bravissima sono bellissimi...
    ottima presentazione ;)
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  15. sono bellissimi, dolcissimi... e poi strepitoso il gusto!!!

    RispondiElimina
  16. carino questo mini danubio

    RispondiElimina
  17. sei una pazza!!!lo strutto nel barattolo per la crema !!!!
    ma come te le inventi???
    delizioso e dalla forma originalissima il tuo danubio :)
    baciotti

    RispondiElimina
  18. ma che bontà...certo ci vuole un po' di pazienza...ma credo ne valga la pena, no?

    RispondiElimina
  19. di necessità virtù!!!!brava!
    ottima presentaione molto originale!

    RispondiElimina
  20. Complimenti per l'idea e per la pazienza nel realizzare dei danubbi così piccini.
    Geniale l'dea del vasetto della crema per lo strutto.

    RispondiElimina
  21. Che meraviglia la strategia Jamesbondiana di infilare lo strutto nel vasetto dell'idratante...sei un genio! Il problema è che la quantità che contiene è minima quindi dovrai impegnarti per numerosi viaggi a venire! Non conoscevo questo dolce o per lo meno non con questo nome, ma questa versione lillipuziana è assolutamente adorabile. Strepitoso inizio di settimana. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  22. questi bocconcini sono favolosi stefy e poi gaurda sei piu forte ed astuta di james bond:D!!!certo che ne valeva la pena visto la delizia che ci hai realizzato..bella questa idea la sfrutterò per qualche buffet prossimo!!bacioni imma

    RispondiElimina
  23. che idea sfiziosa, brava cara...

    RispondiElimina
  24. Finalmente un danubio dalla forma particolare! Bellissimo!!!

    RispondiElimina
  25. Come si vede dal risultato, le cose migliori sono quelle naturali, infatti nessuno se ne è accorto, come potrebbe una signora mettere dello strutto al posto della sua crema antirughe preferita? idea divertentissima, danubio stupendo....

    RispondiElimina
  26. Carinissimi! roba da uno tira l'altro!

    RispondiElimina
  27. Stefania, questa tua variante mi piace molto, per non parlare della pazienza che hai avuto nel fare le micro-palline!!! Ma il desiderio più grande sarebbe vederti con la faccia unta di strutto a rigenerarti l'epidermide ;DD Anche se, a quelle temperature, rischieresti un'ustione non indifferente :((

    RispondiElimina
  28. hahaha mettere lo strutto nel vasetto di crema, buona trovata!!!

    La tua foto mi piace tantissimo :-)

    ciao
    A.

    RispondiElimina
  29. ahahah, i tuoi racconti me fanno sempre morì!!!
    Il vasetto dalle C incrociate pieno di crema di maiale... ommammamiaaaa!!!!
    :D :D :D
    :))))

    RispondiElimina
  30. Stefania, ho le lacrime agli occhi dal ridere: l'idea dello strutto nel vasetto di crema per il viso è di una genialità incredibile, e il pensiero che tu possa spalmartelo in faccia per sviare gli eventuali sospetti dei doganieri è semplicemente esilarante! :-D

    Ripieno, torrette e risultato poi sono rispettivamente intriganti e bellissimi. Qualcosa da provare assolutamente in un futuro assai prossimo, perché il dolce-salato mi piace assai.

    Salutissimi!

    RispondiElimina
  31. Sei un genio, devo tenere a mente questo trucco dello strutto per il prossimo viaggio. Adesso mi è venuta voglia di danubio, con lui però
    Te lo dico sempre ma che piacere passare qui :-) Bai

    RispondiElimina
  32. Credo solo tu possa imboscare elegantemente dello strutto in un vasetto di Chanel!Che classe ragazza mia!Il danubio così piccino ne è l'espressione naturale, sei unica!bacione

    RispondiElimina
  33. Sei davvero incredibile Stefania, le pensi davvero tutte!!! Fantastico anche il mini danubio. Un saluto

    RispondiElimina
  34. Lo strutto nel vasetto di crema idratante non si batte. Ma come ti vengono queste idee?? Troppo forte!
    E quanto sono carini questi mini danubio, mi incuriosisce molto il ripieno di arachidi e miele......chissà che buono, bravissima!!

    RispondiElimina
  35. guarda io ti faccio l'applauso..questa ricetta è spettacolare...le altre non sono da meno eh!

    sei una delle poche che leggo con tanto piacere..i tuoi racconti sono molto piacevoli!!!ciao!

    RispondiElimina
  36. Magnifico in questa versione mignon!

    RispondiElimina
  37. Geniale! ti meriti di vincere anche solo per la trovata del vasetto di crema iihihihih

    RispondiElimina
  38. Chi se non te poteva proporre una versione finger food e chic del danubio? Chi??? Bravissima, Stefania!
    bacione
    simo

    RispondiElimina
  39. Carinissimissimo! :) Un mini Danubio per un massimo gusto.. saranno davvero squisiti.
    Un bacione

    RispondiElimina
  40. che bellini, sono proprio un incanto, sei sempre un forno di idee . Bacio a presto Ang

    RispondiElimina
  41. ma che bellino questo mini danubio! molto invitante e goloso!

    RispondiElimina
  42. Ma quanto sono carini Stefania,i più belli che abbia visto in giro ultimamente...e se ne sono visti eh!
    Brava, complimenti per l'originalità....ma mica della ricetta, del trattamento di bellezza.....e che avevi capito!......
    Sceherzo eh...lunedì mattina sarà meglio che si cominci scherzando un pò. Il tuo danubietto è delizioso....da premio!
    Un bacione

    RispondiElimina
  43. la crema nel vasetto è geniale, una mimetizzazione perfetta! :-D
    ma le palline sono ancora più geniali, buonissime non solo per l'aperitivo e originali nella forma. Baci!

    RispondiElimina
  44. buonoooooooooooo :)
    io sto pensando di farlo in settimana, approfittando delle ferie ;) ma nn mi vengono idee per il ripieno....vado a ciaccià in frigo, va! ;)
    bacione
    MILE

    RispondiElimina
  45. sei semplicemente geniale....se fossi piu' vicina ti chiederei qualche lezioncina privata di cucina!;-)

    RispondiElimina
  46. sempre originale complimenti

    RispondiElimina
  47. noooooooooooo ma che bellino è??? io adoro le cose mignon, sono così sfiziosine :))
    sei troppo brava!

    RispondiElimina
  48. Una personalizazzione degna della tua originalità sia nella forma rinnovata che nel ripieno veramente particolare :)

    RispondiElimina
  49. Tra Hello Piggy e la tua immagine mentre ti spalmi di strutto, beh un sorriso me lo hai strappato!
    Bellissima ricetta

    RispondiElimina
  50. uno spettacolo in miniatura ma che meravigliaaaaa!

    RispondiElimina
  51. Srefania, sei una fonte di ispirazione!

    RispondiElimina
  52. Araba, cmq visto che in faccia, con le creme, ci mettiamo pure la placenta di animali vari, perchè non lo strutto?? Non sei mica troppo distante dalla realtà, secondo me! Ah, che belli invece i sani prodotti chimici!! .-)
    A me lo strutto dà il voltastomaco, è proprio grasso che cola (di porco), e lo sostituisco sempre col burro. Però questi danubietti sono venuti bellissimi, ma ho paura un po' a farli, mi sembra complicato, questo impasto.. però proverò! Ormai è una questione di onore, e vedo dalle foto che è proprio un bel lievitato come piace a me!
    Ah..la tonta sono io, l'indirizzo e mail non c'è, ma ora te ne dò (con o senza accento, bohhh) due:
    cinzialfe@alice.it
    cinzialfe@gmail.com

    Ciao araba, e un saluto agli squali!

    CInzia

    RispondiElimina
  53. Il fine giustifica il mezzo se poi Arabafelice ci propone qualche sua ricettina che preveda lo strutto... Bellissima ricetta!

    RispondiElimina
  54. ahahah! fantastica la finta crema/strutto! se non altro hai dimostrato di avere molta fantasia, e non solo per passare i controlli all'aeroporto, ma anche per questi mini danubio!!! sono carinissimo!
    baci!

    RispondiElimina
  55. ps: bello il tuo blog! ora me lo guardo per benino!

    RispondiElimina
  56. Stefania sei unica!!!!! Bellissima l'idea dello strutto nel vasetto della crema viso,e geniale è l'idea di questa accoppiata di sapori!!! Un bacione.

    RispondiElimina
  57. Bel racconto :-) e finger deliziosi ! bravissima !
    Buona settimana , chiara

    RispondiElimina
  58. sei mitica. per il danubio degli gnomi e per lo strutto nel vasetto da crema, genius!

    RispondiElimina
  59. noooo che buoneeeee!!!!
    e che ansia tutte le volte che parti...!

    RispondiElimina
  60. Dopo questa, (e lette tutte le altre) prima o poi devo proprio conoscerti :) Sei un genio!!!

    Carinissima l'idea del danubio finger food!
    Dalla prima foto non mi ero resa conto di quanto fossero piccole, ma quando ho vista l'ultima mi è partito un "oooohhh" di ammirazione e meraviglia.... bellissimi!

    RispondiElimina
  61. che bella ricetta,
    complimenti!
    buona giornata!

    RispondiElimina
  62. cara Stefania se hai qualche idea per rubare il diamante più grosso del mondo fammelo sapere che partecipo volentieri anche io, sono sicura che riusciresti a farla franca... il ...Che dirti di questi deliziosi danubini? sono da mangiarsi tutti ! un abbraccio....

    RispondiElimina
  63. Arguta l'idea di "instrutturare" il vasetto di crema visage! ;) In effetti dopo tanto viaggiare, anch'io ho scoperto qualche trucco per non farmi beccare le pinzette per le sopracciglia(mica posso comprarne una ogni volta che vado via di casa!), la lametta!
    Molto originale il lilliput Danubio, ma forse per i tuoi ospiti shark ce ne sarebbe voluto uno Gulliver! Buona giornata Diabolik-a! ;)

    RispondiElimina
  64. Dribblare la dogana con i vasetti di crema per il viso allo strutto è geniale! Riso ancora, a pensare alle facce serie ed austere di doganieri gabbati! Questi mini danubi sono la fine del mondo! Mi servono proprio! Grazie, Stefania! Al solito il tuo blog è una fonte sicura di ispirazione...e scopiazzature :))

    RispondiElimina
  65. Solito LOL per il racconto.
    Bello ed originalissimo il danubio

    RispondiElimina
  66. "Una ne fai e cento ne pensi" mi verrebbe da dire! Comunque la ricetta è molto bella da vedere e sicuramente buona da gustare Agente Secret Food ;D

    RispondiElimina
  67. @ Lidya: io invece l'ho scoperto da grande, nel mondo del blog, pensa un po'. Conoscevo invece la storia del nome, che me lo fa essere molto simpatico :-)

    @ Sar@: secondo me lanciamo la linea di bellezza del secolo ;-)

    @ iulia lampone: sei tu, ad essere troppo gentile!

    @ poverimabelliebuoni/insalatamista: vero! sono un contrabbandiere a tutti gli effetti!

    @ alessandra (raravis) : non oso pensare cosa partorirà la tua mente stavolta!!! Per la Svezia, ritenterò :-)

    @ Manu: grazie, sei gentilissima!

    @ Gambetto: macchè lezione!!! in realtà sarei da arrestare, e non bearmi perchè frego la dogana :-)))) In carcere posso sperare almeno in qualche arancia???? :-)

    @ daniela: un bacione, cara super-eroina :-)

    @ Greta: e chissà se Chanel sarebbe d'accordo...

    @ maniamoreefatasia: lo dico io, che ci devo provare a mettermelo in faccia sul serio!!!

    @ Chez Denci: mille grazie!!!!

    @ LAURA: troppo buona...

    @ Cranberry: infatti ho sbagliato, nella foto avrei dovuto mettere qualche riferimento, non si capisce quanto siano piccini. E mi hai illuminato sl ripieno..sono stata influenzata dall'amore non tanto nascosto per le tentatrici pallini di cioccolato e arachidi!!!

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: grazie, un saluto a voi :-)

    @ jose manuel: mille grazie :-)

    @ raffy: :-)

    RispondiElimina
  68. nn amo lo strutto per cui nn avrei problemi alla dogana :-D!! ke idea carina il danubio lillipuziano!me gusta! segno..nn si può mai sapere! l'impasto della pizza con metodo Bonci è sensazionale! lo faccio ank'io usando il licoli però! è soficissimo! un abbraccio!

    RispondiElimina
  69. l'idea dello strutto al posto della crema-giorno mi è parsa fantastica. alla faccia dell'idratante ;-)

    il tuo lilliput-danubio è bellissimo. come farò a partecipare adesso?

    RispondiElimina
  70. Oh questa non l'avevamo pensata vedi..il vasetto della crema per il viso !!
    Vinci tu...secondo me...Baci !

    RispondiElimina
  71. Stefania...sappi che ci ho sempre beccato...questo mese l'MTC lo vinci tu!!!!

    Anche io ho usato il miele.....ma lungi dal ricreare queste mini lilliputziane opere d'arte !!! Bravissimissima..... anche io avrei usato il vasetto della crema viso.... ma non è piccola????La prossima volta prova il barattolone del balsamo per capelli al cocco...in fondo in fondo ci assomoglia..ahahahha, bacionissimi, Flavia

    RispondiElimina
  72. Non ho parole per commentare l'eleganza di questi piccoli danubi, sono chicchissimi. Del resto con dello strutto griffato non mi potevo aspettare altrimenti

    RispondiElimina
  73. mooooolto carini! brava e in bocca la lupo per il contest.ciao :))

    RispondiElimina
  74. Ma son davvero una favola, un boccone cosi' per un aperitivo e mi lancio fino li' in Areabia Saudita... complimenti Stefania!
    E poi lo strutto imboscato nella barattolino chanel e' geniale :) e peraltro mi hai pure suggerito un'idea!
    Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  75. hai sempre idee geniali tu... e chi ci ha mai pensato a un danubio in versione finger food... bellissimo!!! un bacione.

    RispondiElimina
  76. Davvero una delizia, cara Stefania! Molto originali e sicuramente deliziose! Come sempre annoterò la tua ricetta anche stavolta! Sei una furbona a mascherare lo strutto in un barattolo di crema per il viso, geniale! Se ci sarà un prossimo attacco kamikaze saprò di chi è la colpa! :P
    Un bacione e buon inizio settimana! Dada :-D

    RispondiElimina
  77. ahahah!
    innanzi tutto geniale la versione mignon e anche il titolo della ricetta!
    E sopratutto io ho fatto una cosa simile con un vasetto di crema corpo ma non per passare la dogana, semplicemente perché quel vasetto da conserva mignon, con tanto di chiusura a molla e guarnizione, contentente un tempo burro per il corpo meritava di essere utilizzato anche in cucina e sopratutto per qualche foto sul blog! Sono ancora in fase elaborativa, ma il vasetto è pulito e sterilizzato! ahahahahahaahha
    Ancora complimenti!

    RispondiElimina
  78. ma sai che guardando in giro i vari danubio mi ero chiesto come mai nessuno aveva pensato a farne uno mini e goloso? e poi arrivi tu...geniale! sei sempre grande cara Araba!
    buona settimana!

    RispondiElimina
  79. Delicados y sabrosos! Que delicia!

    RispondiElimina
  80. Effettivamente sei diabolica e geniale al tempo stesso, diciamo che spacciare il contenitore originale con la faccia del maiale per una versione italiana di Hello Kitty sarebbe stata impresa impossibile, la trovata della crema per il viso che contiene strutto ci fa ridere, ma è troppo giusta! Molto interessante il tuo Danubio in miniatura, grazie a quello stampo in silicone ci siamo fatti un'idea delle dimensioni delle palline, ti confessiamo che questa versione mignon ci ha proprio convinti!
    Bacioni
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  81. Appena ho visto la fotografia ho sbarrato occhi e bocca! I tuoi piccoli Danubi sono graziosissimi e mi piace anche come li hai farciti :) Sei un vulcano di idee!
    Leggerti è un piacere spassoso :D
    Grazie Stefania!

    RispondiElimina
  82. O_____O mammamiaaaaaaaaaaaaaa che vedo??
    Bellissimi poi migno sono i miei preferiti!!
    complimenti sei una fonte di idee!
    bravissima
    un abbraccio Anna

    RispondiElimina
  83. Ciao Stefania! bè..ammettiamo l'originalità del tuo danubio!! mooolto particolar eil ripieno di arachidi e stranissimo il connubio dolce salato!
    complimenti!!
    baci baci

    RispondiElimina
  84. Che spettacolo Ste! Sono bellissimi!!!! Poi così mignon sono ancora più carini!
    PS - tutto sto' casino per un po' di strutto?!?!!? ;-) Bellissimi i tuoi racconti... perchè non scrivi un libro?!?! Hai il potere di tenere incollato il lettore ai tuoi testi, seppur lunghi (dico così solo perchè, quando vedo un post lungo, difficilmente ho tempo - e voglia - di stare lì a leggere tutto... tu però hai un modo di scrivere che t'incolla letteralmente alle parole perchè fai nascere la voglia di sapere come va a finire!)... quindi, i miei complimenti cara! ;-)

    RispondiElimina
  85. l'ho sempre detto che sei un genio.... :))

    RispondiElimina
  86. @ Mary: grazie :-)

    @ Mirtilla: appunto, perche' sono una pazza :-)

    @ Strawberryblonde: un pochino, si, ma e' divertente !

    @ lucy: eh si, con questa scusa...contrabbando :-)

    @ Natalia: grazie!

    @ Patty: ma tanto lo uso poco, diciamo massimo due volte l'anno, per cui basta e avanza ;-)

    @ dolci a gogo: la necessita' aguzza l'ingegno :-)

    @ Fabiola: :-)

    @ Stefania: mille grazie!

    @ Tamtam: eh si, chi potrebbe mai dubitare di me e del mio faccino innocente????

    @ /Alessandro: grazie!

    @ giulia pignatelli: santo cielo, mi friggerei!!! :-)

    @ Alessandra: grazie di cuore :-)

    RispondiElimina
  87. io mi sono deliziato di fronte al racconto per portare lo strutto, io ho fatto una cosa simile con il vino lo avevo messo nel contenitore dell'ammrbidente lavato e sterilizzato solo che l'odore dell'ammorbidente al pino mugo era rimasto, un disastro!!!
    Complimenti per il danubio

    RispondiElimina
  88. Oddio, lo strutto dentro il vasetto della crema è ballissimo! Io mi sono fermata alle lasagne di mia nonna coperte dalle magliette, non mi sono spinta oltre :D

    RispondiElimina
  89. questo è un capolavoro da....mille e una notte! da vera sherazade i tuoi racconti incantano...e poi che dire della trovata della crema di bellezza???tu a 007 gli fai un baffo! ;-) brava!

    RispondiElimina
  90. Bellissimi davvero, idea geniale!

    RispondiElimina
  91. ahah!!! L'idea dello strutto nel barattolino è geniale!!!! Sono un 'appassionata di aperitivi e questi li trovo carinissimiiii!!!

    RispondiElimina
  92. una ricettina.. che sa di primavera! la proveremo=)
    intanto buon inizio stagione, questo sole promette bene
    baci e passa trovarci!
    MMM
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  93. Wonder woman! (che ci starebbe proprio davanti ai Sauditi, va detto...).
    Livia

    RispondiElimina
  94. Che ideaaa!!! Certo ti immagino a spalmarti sul viso questa "deliziosa" crema super nutriente...!
    Che carina questa ricetta,davvero sfiziosissima!
    Donatella

    RispondiElimina
  95. Dev'essere di un buono esagerato!!!!
    Mi piaceeee!!!!
    Paola

    RispondiElimina
  96. Non avrei mai pensato alle difficoltà di importazione dello strutto, ma, in effetti, non è una cosa da poco in questi tempi. Beh, massimo rispetto!

    RispondiElimina
  97. Stefy ma quante ne inventi!? Certo che dev'essere difficile trasportare lo strutto in un paese in cui il maiale è proibito ma non avevo dubbi...sapevo che ne avresti inventata una delle tue...donna dalle mille risorse! E guarda un pò che bel Danubio in versione Finger food hai creato? Fantastico!

    RispondiElimina
  98. ma sono bellisssssimi!!=) e chissà quanto sono buoni?!?!
    bè l'unico modo che ho per scoprirlo è di farli!!!=)
    grazie baci vale

    RispondiElimina
  99. Una crema viso maialosa ahahahahah! Troppo divertente!
    Complimenti per i microdanubio!

    RispondiElimina
  100. Ahahaha, mi piacciono le dosi "abbondanti"!!!
    Mi fa una gola indecente... :D

    RispondiElimina
  101. Adoro le arachidi!!! Questo finger food è davvero speciale :)

    RispondiElimina
  102. Ma tu sei vero Wonder Woman per fare questi mini danubini!!! E poi geniale il vasetta da crema!!! :DDDDD
    P.s. La mia amica Susanna, che tu non lo sai, ma l'ho iniziata a te e adesso non può più farne a meno, è andata a capodanno in Egitto e ha comprato il sumak e lo scorso sabato mi ha fatto la sfoglia come le tue!!! Adesso le faccio vedere questi... quando si dice che chi trova un amico trova un tesoro... e io ne ho trovati diversi!!!! :)
    Baci omonima!

    RispondiElimina
  103. @ Ziopiero: è che poi non dicano "faccia da..." :-)

    @ Mapi: ma grazie. L'immagine di me in prigione con lo strutto sulla faccia è meno divertente però :-)

    @ Edda: santo cielo, faccio proseliti...

    @ Stefania : :-)

    @ Saretta: a mali estremi, estremi rimedi :-)

    @ valerioscialla: magari le pensassi tutte...;-)

    @ Zia Elle: come mi vengono? malattia grave :-)

    @ Federica: grazie...una che non annoio, almeno !

    @ Virginia: ma grazie!

    @ Cleare: è che l'MT dubito sia una gara tra contrabbandieri :-)

    @ l'albero della carambola: grazie!!! sei un tesoro :-)

    @ Elena: sinceramente si, erano ottimi :-)))

    @ Angela: che gentile, grazie!

    @ sulemaniche: mille grazie anche a te!

    @ viola: un trattamento originale, te lo consiglio anche come doposole...scherzo, un bacione!

    RispondiElimina
  104. @ Acquolina: devo solo sperare che alla dogana nessuno legga il mio blog :-)

    @ Mile: su su che l'idea ti viene, lo so!

    @ Daisy: ma figurati. però cucinerei volentieri insieme a te :-)

    @ sissi: troppo buona :-)

    @ Alice: anche io, sono una mia debolezza...

    @ la mai: :-)

    @ Letiziando: esagerata come sempre :-)

    @ Elga: e questo mi fa davvero piacere :-)

    @ Ely: grazie, mia cara :-)

    @ Lilly: spero non per fare il contrabbandiere...

    @ Cinzia: beh, non è che lo strutto lo mangi spalmato sul pane, ma so che in certi lievitati è insostituibile. E anche se non lo uso quasi mai, quell'unica volta che serve ce lo metto, ed effettivamente il risultato si sente...un bacione, pure dagli squali ;-)

    @ Francesca: è colpa di Tery!!!! :-)))))

    @ Rebecca : troppo buona, per tutto :-)

    @ mari61m: mi dovresti rimproverare, piuttosto. ma grazie :-)

    @ Chiara: grazie anche a te :-)

    @ Passiflora: :-)

    @ Giovanna: ahahahahahah vero!!! ma me la fai venire tu!!!

    @ Tery: oddio! la giudice :-) mille grazie per questa ricetta meravigliosa!

    @ Patrizia: grazie, anche a te :-)

    @ giovanni uno storico in cucina: :-)

    @ Chiara: magari!!! allora se progetto di rapinare qualche banca ti avviso e sarai mia complice :-)))

    RispondiElimina
  105. @ Mercoledì: dovremmo scambiarci i nostri trucchetti più segreti, allora...:-)

    @ Patrizia: ma grazie!!! troppo buona...

    @ manineinpsta.com: grazie!

    @ gloria cucè: vengono da Lilliput, scusa ;-)

    @ Francesca: Agente Segreto Food non me l'avevano ancora detto :-)

    @ vickyart: nemmeno io ne vado matta, ma in certi lievitati è impagabile, e non si sente poi il sapore...ciao!

    @ La Gaia Celiaca: dai dai che invece aspetto che tirerai fuori...

    @ Glu.fri: non credo, a vedere gli altri mi sono demoralizzata...

    @ EliFla: l'ho visto il tuo, inviantissimo!!! ma mi sa che stavolta...hai toppato ;-)

    @ mari_angela: grazie :-)

    @ Le pellegrine Artusi: si, il danubio delle C incrociate :))))

    @ Sonia: altrettanto a te ;-)

    @ Katia: se prendi bene la mira puoi atterrare in piscina, e non sarà un gran problema ;-)

    @ Micaela: :-)

    @ Le ricette dell'Amore Vero: oddio!!!! colpa mia?????? :-)

    @ Cle: non sono l'unica allora...;-)

    @ Gio: troppo buono, ciao!

    @ Salome: :-)

    @ Luca e Sabrina: si, purtroppo dalla foto non rende, ma erano minuscoli. Grazie!!

    @ Barbara: grazie, mi fa tanto piacere :-)

    RispondiElimina
  106. Bellissima ricetta e stupendo blog!! complimenti!!
    Ciao buona serata da Agata!

    RispondiElimina
  107. mamma mia che carini Stefania :D è dai tempi di Cookaround che mi propongo di provare il Danubio
    PS felicissima che ti siano piaciute le tagliatelle :D yuppie! alla faccia del mio fidanzato!

    RispondiElimina
  108. Di tutte le bontà che ho ammirato su questo blog (anche se devo dire che purtroppo ti conosco da poco!), questa forse è quella che mi colpisce di più: vuoi per l'inventiva allo stato puro (compresa l'idea dello strutto "travestito" da blasonata crema idratante), vuoi per l'idea di trasformare il danubio in mini piramidi da aperitivo, vuoi per le dimensioni della preparazione, vuoi per la manualità e la pazienza che richiede ....
    In poche parole: complimenti :D

    RispondiElimina
  109. Cara Stefania
    Sei stata fortunata con le creme!
    Mi hanno raccontato che una volta, al controllo dei bagagli a Bagdad, le "ispettrici" , forse per l'aria supponente delle signore che erano delle funzionarie dell'ambasciata italiana, non hanno esitato a ficcare le loro ditacce lerce nel vasetti... sotto lo sguardo orripilato delle sudette signore!!
    E poi lo strutto farà schifo come ho letto in un commento ma se non lo adoperi per esempio per le piadine..non vengono assolutamente come devono venire...
    E i finger food??
    Te li copio all'istante come pure mi hai fatto venire voglia do preparare i macarons , bellissimi, che ho visto più su.
    E dire che ho anche acquistato un libro..
    Un abbraccio e come sempre
    CHAPEAU

    RispondiElimina
  110. Il racconto, come sempre, è degno di esibizione a Zelig! L'idea dello strutto nel vasetto di crema viso l'avrei avuta anch'io, mentre leggevo pensavo che nel beauty sarebbe stato al sicuro, ma l'idea delle torrette finger è veramente insuperabile, mi piace tantissimo

    RispondiElimina
  111. @ ranapazza65: ti ringrazio tanto :-)

    @ Manuela e Silvia: grazie ragazze :-)

    @ Kiara: mamma mia che complimentone!!!!

    @ Cristina: ...della lampada? :-)

    @ Gunther: nooooo il vino al pino mugo no!!!!

    @ Veru: vedi, anche tu una contrabbandiera in erba :-)

    @ FORTUNAZERO: beh, immagino che alla dogana sarebbero d'accordo :-)

    @ laroby: che gentile, grazie!

    @ NIGHTFAIRY: :-)

    @ Paprica & Paprika: grazie!

    @ Titti: ti ringrazio :-)

    @ MMM: sa di primavera, se non altro per il fiorellino del mio giardino :-)

    @ Livia: dici? ;-)

    @ ilcucchiaiodoro: mi sta venendo una insana voglia di provarci, ci credi? :-)

    @ piccoLINA: che aspetti a provarlo ?;-)

    @ da Sergio: se pensi che la pena puo' essere l'arresto ti fai un'idea...

    @ Claudia: oddio, non dovrei andarne fiera, e' pure sempre un "quasi" reato...:-)

    @ Imbini Pasticcini: grazie :-)

    @ eli: basta che non faccia il naso a maiale se usata sul viso :-)))

    @ Carolina: meglio il troppo che il poco, no?;-)

    @ Una cucina tutta per se': ti ringrazio :-)

    @ fantasie: ecco, questi sono amici!!!! bellissimo il sumak, vero? ;-)

    @ Agata: grazie, di cuore :-)

    @ Fiordilatte: e sono in menu anche per domani ;-)

    @ Milen@: mi confondi :-)

    @ Dada Flavors: :-)

    @ Mammazan: oddio, sacrilegio!!!!

    @ Cinzia: lo sapevo, che avevamo parecchio in comune ;-)

    RispondiElimina
  112. He publicado la foto y el enlace a esta receta en Mis Favoritos de esta semana, si quieres verlo está en http://blocderecetas.blogspot.com/2011/03/mis-favoritas-semana-12-2011.html
    Hasta pronto!

    RispondiElimina
  113. @Che dire? E' sempre un piacere leggerti, come "gustare" le tue ricette. Alla dogana io sono riuscita a farmi quasi arrestare per un crocifisso al collo e per un cannello nel bagaglio a mano. Non oso pensare cosa mi sarebbe potuto accadere con un vasetto di crema coma il tuo :)

    RispondiElimina
  114. @ Salome: ho visto, non so come ringraziarti!!!

    @ la cucina di qb: all'inizio avevo letto "cammello" invece di cannello, deformazione professionale :-)
    Bene, noto con piacere che non sono l'unica a fare impazzire le dogane :-)

    RispondiElimina
  115. MTC di marzo, il vincitore è.....................

    Complimenti, bravissima!

    RispondiElimina
  116. ma come facciamo noi a competere con araba pigliatutto???
    quando ci sei tu in un contest, non c'è più storia!
    cuoca sopraffina, narratrice di rango, comica nata, fotografa bravissima.
    che dire di più?

    ah, si, qualcosa noi mortali la possiamo dire: ma non ti prendi mai una vacanzina?
    dico in un'isola deserta, dove non c'è connessione, dove non ci sono cucine, ingredienti fantasma, vicine odiose?
    ...
    ...
    ...
    ...
    non lo dico per me, lo dico per stefania, se no come fa a vincere un contest? ;-)

    COMPLIMENTI! il tuo lilliput-danubio non ha meritato, ha strameritato di vincere!

    RispondiElimina
  117. Congratulazioni Stefania!!! Adesso cosa dovremo aspettarci? una bella ricetta saudita? qualche ingrediente esotico che fara' impallidirie i nostri macellai? :-)

    RispondiElimina
  118. GRANDISSIMA PER UN DANUBIO PICCOLISSIMO!!! l'HO ADORATO DA SUBITO
    In attesa della tua sfida...congratulazioni
    Cris

    RispondiElimina
  119. @ anna: grazie, non mi sembra vero!

    @ La Gaia Celiaca: ma figurati, che io i contest non li vinco mai!!!! :-)

    @ /Alessandro: chi lo sa, chi lo sa...:-)

    @ poverimabelliebuoni/insalatamista: grazie, grazie, grazie!!!

    RispondiElimina
  120. Complimenti, la tua vittoria è meritatissima.
    Le tue idee sono sempre vincenti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  121. Grazie Anna, sei tanto gentile :-)

    RispondiElimina
  122. Complimenti GIGANTI per il tuo danubio di lilliput!

    RispondiElimina
  123. Complimenti per la vittoria, meritatissima!!!!
    Buon inizio di settimana
    Paola

    RispondiElimina
  124. Anche se la raccolta della D scadeva ieri, perché con questo danubio non partecipi al mio abbecedario? Trovi le info generali qui e i partecipanti alla D qui.

    Ciaoooo!

    RispondiElimina
  125. @ la mai: grazie :-)

    @ piccoLINA: troppo gentile :-)

    @ Aiuolik: verro' a dare un'occhiata :-)

    RispondiElimina
  126. ...che meravigliosa invenzione... e parlo sia del lilliput-danubio che della crema rigenerante allo strutto!

    ^_^
    roberta

    RispondiElimina