giovedì 3 marzo 2011

Brazo de Mercedes ( rotolo di meringa e crema magica )


Si puo', dico, si puo' rimanere senza farina dentro casa?
Ma certo che no.
La farina si conserva benissimo, se ne puo' fare scorta, e se siete come me panificatrici folli dotate di blog di cucina sapete benissimo di cosa parlo.
E invece si.
Se vivete in Arabia, potreste aver comprato una partita di farina da far invidia a un fornaio ed essere tornate a casa tutte contente.
Eh si, mica si trova sempre la farina italiana, e questo giustifica l'occhiata del commesso al mio carrello: deve aver pensato che sto per aprire un panificio.
La metto in dispensa, gia' pregustando tutto quello che riusciro' a farci, e rimpiangere anche quello che non riusciro' a farci .
E' quindi col solito animo piuttosto allegro di quando sto per fare un dolce che apro il pacco, e setaccio come mio solito il quantitativo che me ne serve.
Orrore.
No, di piu'.
Terrore!
Mille minuscole bestie nere fanno capolino dal setaccio.
Il ribrezzo e' pressocche' indescrivibile, ma e' il sospetto che serpeggia che prevale: e corro ad aprire un secondo pacco: stesso identico, monotematico zoo.
Al terzo mi metterei a piangere, al quarto l'incavolatura e' tale da farmi fumare le orecchie.
D'altronde l'idea di farle passare per semini di vaniglia non mi sembra questo granchè, come pure quella di un eventuale arricchimento proteico alle mie preparazioni...
Che si fa? Facilissimo, si riportano al super, con una bella lamentela il direttore accettera' di cambiarmele.
Ah si? E come vado al super nell'unico Paese al mondo in cui le donne non possono guidare?
Di avere l'autista non c'e' verso, lavora per le signore che vivono nel mio centro residenziale ma solo in determinati orari, non certo ora che sono quasi le 6 del pomeriggio.
By the way, il primo che osa pensare alla eventuale comodita' dell'autista me lo mangio: dipendere da un antipatico signore sbuffante ogni volta che devo uscire mi fa limitare la cosa al massimo. Ed il mio profondermi in ringraziamenti poco serve a farlo respirare normalmente...
Potrei sempre chiedere a mio marito di accompagnarmi. Peccato che per l'orario in cui rientrera' sara' prayer time, ora della preghiera.
Qui non solo si prega cinque volte al giorno, ma durante le preghiere i negozi chiudono e ti buttano fuori, le luci si spengono, gli uffici smettono di riceverti, i ristoranti di servirti: si ferma il mondo.
Calcolando che ognuna dura circa mezz'ora, e che per evidentemente preparare meglio lo spirito ogni negozio chiude con prudente, prudentissimo anticipo, capirete che rischiamo di passarci la serata...
Meglio rassegnarsi, e cambiare programma: il dolce non sara' piu' quella torta al limone che da tempo puntavo ma un dolce che sara' almeno un anno che voglio riprovare.
Pochissimi ingredienti, e questi si in casa mia non mancano mai: uova e latte condensato, per un risultato strabiliante.
Che poi sia vero, che tutti i mali non vengano per nuocere? ;-)

Avete presente una nuvola? Arrotolata diventa questo dolce, ma quello che stupisce e' la crema, perche' mai sara' magica? Perche' si fa in pochi minuti, ed appena la cuocete ha un saporino niente male, ma appena aggiungete l'obbligatorio pezzetto di burro cambia, e prende un gusto indescrivibile! Assolutamente da usare anche per altro. E fidatevi, non e' troppo dolce, ma assolutamente perfetto specie se spolverizzato con del cacao amaro, o a vostra scelta anche amarissimo.
E sempre grazie a quella gentile e sorridente signora che mi ha spinto a cercarne la ricetta, sedute un anno fa a chiacchierare in un caffe' in quel di Bahrein...

BRAZO DE MERCEDES ( per un rotolo lungo circa 30 cm)

per il rotolo

4 albumi
140 g di zucchero semolato
due pizzichi di cremortartaro, o in alternativa 5 gocce di succo di limone

per la crema magica

120 g di latte condensato zuccherato
4 tuorli
20 g di burro (anche salato, se piace)
un pizzico di sale ( da omettere se usate il burro salato)
cacao, per il tocco finale

Preparare per prima la crema, dato che andra' versata sulla meringa appena uscira' dal forno.
Versare in un pentolino i tuorli ed iln latte condensato. Girare e mettere su fuoco bassissimo
Sempre mescolando con una frusta a mano cuocere finche' non si addensa.



Dopo circa 10-15 minuti, avra' l'aspetto di una morbida crema pasticcera. Togliere dal fuoco ed aggiugere il burro, mescolando bene. Lasciare da parte.


Passare quindi al rotolo di meringa: imburrare per bene un foglio di carta forno ed adagiarlo su una teglia.
Preriscaldare il forno a 190 gradi.
Montare i bianchi unendo subito il cremortartaro o il limone. Appena saranno gonfi aggiungere poco a poco lo zucchero, sempre montando con le fruste elettriche.
Quando la meringa sara' bianca, gonfia e spumosa spalmatela con una spatola sul foglio di carta forno imburrato. Il rettangolo della foto e' 30 x 19 cm.


Infornatelo subito nel forno preriscaldato, e cuocere finche'  i bordi saranno ben dorati e la superficie compatta, nel mio forno ci sono voluti circa 17 minuti ma dato che ogni forno e' un mondo a se' vi consiglio di sorvegliare a vista, almeno la prima volta, potrebbe volerci di piu' o di meno...
Appena e' cotta, tirare fuori dal forno e immediatamente versarvi la crema, facendola colare da un cucchiaio. Non spalmatela, o rischiate di rompere la meringa, si distribuira' da sola.
D'altronde, e' o non e' magica? ;-)


Subito procedere ad arrotolare, dal lato lungo. Non aspettate che freddi o si romperà.
Con delicatezza ed aiutandovi con la carta forno non sara' troppo complicato, a meno che non abbiate dimenticato di imburrarla (sbagliando si impara, no?)



Appena il dolce e' arrotolato metterlo in frigo per almeno un paio d'ore.
Al momento di servirlo pareggiare i bordi e spolverizzarlo con cacao amaro.
Servire freddo.

NOTE:

- la meringa per questo rotolo e' compatta ma morbida, insomma un sogno. Si presta a mille ripieni, anche di frutta, con delle fragole ad esempio, o a qualunque crema vi venga in mente.

- perche' un nome cosi' buffo? La ricetta, di orgine filippina, fa riferimento al gran lavoro di braccia per montare i bianchi, e non come qualcuno di mia conoscenza ha ipotizzato, al fatto che con molta fantasia possa sembrare il tubo di scappamento di una famosa automobile... Evidentemente la povera Mercedes non aveva le fruste elettriche!

128 commenti:

  1. ciao Stefy la cottura del rotolo con forno ventilato? buona giornata maga e bravissima come sempre

    RispondiElimina
  2. Golosi ingolositi dal tuo rotolo ;))
    Post sempre divertente ;)))
    Un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. Come fai senza poter guidare!!??
    Riguardo lo zoo nella farina, ti dirò una ocsa che ti farà arricciare il naso ancora di più.
    In passato (ma ancora oggi ed anche in molti forni), la farina veniva passata alla seta (quell'attrezzo tipo tamburo, hai presente?), proprio per eliminare questi animaletti, quindi utilizzata.
    Solo che se non lo sai e non vedi è meglio!!
    Carino il tubo di scappamento ops il rotolo.
    Per la crema, attira molto anche me.
    Alla prossima cara.

    RispondiElimina
  4. A volte non pensiamo che tante cose che diamo per scontate e che consideriamo elementari possano mancare ad altri, non avevo mai pensato che in Arabia le donne non potessero guidare.
    Mi piace molto questa crema magica, da provare

    RispondiElimina
  5. Lo sai che io ogni volta che passo di qui mi faccio delle gran risate? Certo comunque vivere in un paese molto diverso dal nostro non è facile neanche riportare indietro un pacco o 10 di farina... Ma poi alla fine la farina con i "semi" di vaniglia che fine ha fatto?
    Strepitosa questa meringa,per fortuna non è tossica come un tubo però...!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  6. Sei poi riuscita a cambiare al "farina proteica"?
    Non so se fa per ma che solo da poco ho preso dimestichezza con il "rotolo comune", ma la tentazione di provarci è grande .....

    RispondiElimina
  7. Le cose migliori nascono smepre per caso. Ha un aspetto delizioso. Complimenti.
    La crema è...una trovata geniale!
    Sei troppo divertente, ti vorrei per vicina.

    RispondiElimina
  8. Che bello questo rotolo, quasi quasi ci provo ma sò già che il mio più che un rotolo diventerà una 'montagnola' :-). La farina con gli 'ospiti' l'ho trovata pure io molto tempo fa, quindi immagino il ribrezzo, a te tutta la mia solidarietà! Baci Kris

    RispondiElimina
  9. Ahh ahh..ma dovresti scrivere un libro di barzellette, sulla vita in questo Paese!! Complimenti per la sopportazione, io non so se riuscirei a...sopravvivere!! Ma di sicuro ci saranno anche lati positvi .-)
    Non ho mai pensato che la meringa si potesse arrotolare! Ma soprattutto questa crema, deve essere un paradiso!
    Ciao!
    cinzia

    RispondiElimina
  10. Non amo molto guidare ma impazzirei a dover dipendere sempre da qualcuno che mi accompagni. Com'è finita poi con la farina "arricchita"? Mi è capitato una volta con un pacco nuovo di faina integrale di kamut, ci sono rimasta così male che me lo immagino a doverne buttar via 4 di pacchi!
    però un lato positivo c'è stato: il rotolo che aspettava da un anno ha trovato la sua ora ^__^ Quella crema magica mi sa che è magica davvero :))) Bacioni

    RispondiElimina
  11. La ricetta è bellissima e per me che sono celiaca, la tua "sfortuna" diventerà la mia fortuna! Appena la provo ti faccio sapere....!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. dici che una pasticciona ce la fa ad arrotolare la meringa senza distruggere tutto? Non parlo di me...ovvio...;)

    RispondiElimina
  13. non poter disporre della libertà di guidare non è cosa facile, brava Stefania, piacere di conoscerti ! il rotolo di meringa si può veramente interpretare in mille modi :-))

    RispondiElimina
  14. beh...se rimani senza farina e tiri fuori una robina così, grande versatilità cara!!! complimentissimi! Certo sarebbe stato un bello scherzo di carnevale far passare le bestioline nere per semi di vaniglia :-)

    RispondiElimina
  15. conosco quel feeling che descrivi cosi bene. . . questa crema mi attizza le papille, me la segno! Bacio.

    RispondiElimina
  16. davvero magico questo rotolo!!bravissima!

    RispondiElimina
  17. golosissimooooooooooooooooo!!! bravissima cara, posso una fetta intanto??? un abbraccio!!

    RispondiElimina
  18. Ti adoro !
    Ho in credenza due barattoli di latte condensato che scadono tra un mesetto e poi, leggendo, ho pensato "chissà se va bene anche il burro salato? Mo' glielo chiedo" e poi quando ho letto "anche salato, se piace" ti ho mandato un bacio virtuale in fronte.
    Questo rotolo è un delirio (quasi quanto il posto in cui vivi :-D) e per questo verrei a farti da autista quando vuoi, anche alle 23,30 ! :-D

    P.s.: io con la farina ci avrei fatto un bel pane alle proteine, tanto oramai in cucina si vede di tutto :-)
    Scherzo ovviamente... certo che rosicata: ben 4 pacchi !

    RispondiElimina
  19. Che in arabia le donne non potessero guidare non lo sapevo proprio...fa ridere...anzi piangere!
    Il dolce è carino e la crema sarebbe grandiosa, se fossi in grado di digerire il latte condensato...mi creerebbero meno problemi gli animaletti. Giuro!

    RispondiElimina
  20. bha senza farina hai creato un rotolo davvero molto interessante complimenti come al sempre stupisci al meglio le papille ....baci da lia

    RispondiElimina
  21. sorvolo sul commentare le regole e abitudini del posto dove vivi... non non ce la posso fare a sorvolare, è più forte di me: le donne non posso guidare?!? Ma che so matti, e i negozi e annessi chiudono 5 volte al giorno per un'ora?! Vabè, avevo detto che era meglio sorvolare va, faccio la brava, ma solo per non rovinare il tuo bellissimo blog.
    Allora, il rotolo di meringa mi sembra una cosa per me nuovissima e strabuonissima, ce lo vedo in effetti con creme e frutta di vari tipi. te l'ho mai detto che sei bravissima? Sì lo so che lo sanno tutti, ma mi andava di dire anche la mia :-) Baci!

    RispondiElimina
  22. Ti ammiro, non riuscirei a vivere in un posto dove le donne sono cosi' limitate e poco considerate..tuttavia sei una grande!!! Questo rotolo e la sua cremina magica devono essere squisiti...segno e da fare quanto prima!!
    Tu bravissima come sempre ^_^

    RispondiElimina
  23. o_O Stefy mi è capitata una cosa simile in estate, pieno agosto...5 kg di bellissima semola casalinga da dover buttare :-((((
    Poi sei andata a reclamare?
    Questo tipo di meringa ce l'ho anch'io in testa da più di un anno e spero di poterlo provare presto...dev'essere divina, vero? non posso pensare alla cremina, immagino quanto stia bene con il sapore della meringa...vaaabbbbbè, lasciamo stare! *_*
    Ma quindi nell'ora della preghiera si ferma tutto? In effetti, mi sono sempre posta la domanda di come facessero a farla coloro che dovevano stare obbligatoriamente fuori di casa per lavoro o altro...questo sì che è interessante! grazie Stefy! :-*

    RispondiElimina
  24. scusa...ho letto ora del tubo di scappamento!!! :-DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

    RispondiElimina
  25. I tuoi racconti sono sempre illuminanti, Stefania, come questo rotolo, davvero ottimo per consumare gli albumi!!! Grazie!

    RispondiElimina
  26. Come al solito incanti con le tue storie e la tue ricette

    RispondiElimina
  27. davvero molto....molto interessante!!!

    RispondiElimina
  28. tesoro tu sai sempre come cavartela alla grandissima e come dici tu nn tutti i mali venogno per nuocere infatti questo rotolo deve essere di un delicato...ecco i miei albumi adesso finiranno proprio in questa delizia!!bacioni imma

    RispondiElimina
  29. oddio questa è da fare al volo, troppo buona!!!!

    RispondiElimina
  30. Io come lydia rimango allibita davantia lle usanze assurde del paese che ti ospita.Credo vi siano forti motivazioni per rimanere altrimenti...da scappare a gambe levate( emagari non in Italia ;)).
    Lodo nuovamente la tua fantasia e la tua capacità di destreggiarti di fronte agli imprevisti.Sei davvero unica Stefania!un bacione

    RispondiElimina
  31. bellissimo e sicuramente buonissimo :) un bacio

    RispondiElimina
  32. Come mi piace la tua crema magica.E con quella meringa si sposa benissimo.

    RispondiElimina
  33. superlussurioso e facile questo dessert!! lo proverò senza meno... pensa che una volta mia nonna (che era un pochino cecata) fece una zuppa di granaglie con dei "misteriosi" puntini neri...non ti dico come è andata a finire! anzi te lo dico perchè se no si può temere il peggio(!) è finita nel secchio grazie al mio occhio di falco che ha allertato i commensali!
    ciao a presto
    Valeria

    RispondiElimina
  34. Tiene que estar exquisito, se ve muy rico.

    Saludos

    RispondiElimina
  35. Ah che rabbia le bestioline nella farina! Ma vedo che te le sei cavata benissimo anche senza!

    baci
    A.

    RispondiElimina
  36. Galeotta fu la "farina imbestialita"...
    Come avremmo fatto senza questo magico "tubo" trasformatosi in delizia????
    Verissimo, non tutti i mali vengono per nuocerci!!!
    Ciao, baci

    RispondiElimina
  37. sapevo del divieto di guida per le donne nel paese che ti ospita: posso solo immaginare la tua frustrazione... cosa non si fa per amore! ;)
    il tuo rotolo è... WOW... senza parole!
    ciao.

    RispondiElimina
  38. Fantastico! Lo proverò ad una romantica cenetta ;)

    RispondiElimina
  39. cioè è meraviglioso!!! ma proprio tanto eh....
    ... ma veramente li le donne non possono guidare???

    p.s. le bestiole camuffate da semi di vaniglia!!! m'hai fatto ridere!! :D

    RispondiElimina
  40. Beh, ma la farina più proteine contiene, meglio lievita! A parte le battute, ma lo sai che tutte le volte che trovo le farfalline in un sacchetto mi colgono le crisi isteriche? Non scherzo, tempo fa ho telefonato piangendo a mia mamma, pregandola di raggiungermi, perché stavo per morire: avevo trovato delle farfalline nella pappa dei cricetini e mi era venuto un attacco di panico. Da casa mia al super si arriva anche a piedi, ma di riportare i prodotti indietro non se ne parla nemmeno: è così tanto l'orrore che mi libero immediatamente di tutto il pacchetto! Mi auguro che, dopo essere brillantemente uscita da questa incresciosa situazione (questo dolce ha l'aria molto invitante e socievole, credo faremo presto amicizia!), tu sia riuscita a trovare qualcuno che ti accompagnasse a fare il cambio!

    RispondiElimina
  41. Cara Stefy, è già al completo il residece dove vivi tu? Vorrei tanto prenotare per le mie prossime vacanze. Ormai è deciso. Ci devo proprio venire :D
    Ma la farina poi che fine ha fatto? La prossima volta che vedrò da te qualcosa contenente semini di vaniglia ormai non potrò non pensarci :D
    Questo dolce è bellissimo e la tua descrizione fa venir voglia di provarlo a tutti i costi.
    Un bacione

    RispondiElimina
  42. non ho parole un dolce strano e intrigante..talmente tanto particolare che lo proverò e poi io e mia sorella abbiamo fatto l'angel cake di monersino e ci siamo innamorate delle preparazioni di soli bianchi d'uova..non so perchè tutte le cose che sono come una meringa non mi sono mai piaciute...povera me quanto tempo ho perso...però le meringhe vere le odio...dettagli!

    RispondiElimina
  43. Oh my God... i vermini arghhhhh :-)))
    Hai ragione non tutti i mali vengono per nuocere, questo rotolo buca lo schermo e dice solo mangiami.
    Te lo ripeto sempre.. magari prima o poi ti convinci e ci provi: un libro!!! Ok, me torno fra le mie scartoffie ma con il sorriso ;-) Bye

    RispondiElimina
  44. una vera goduria la ricetta!! Però credo che i vermetti sarebbero potuti passare benissimo per semi di papavero :-)
    scherzo,ovviamente è una cosa odiosa e spero che te la cambino.

    RispondiElimina
  45. bellissimo e chissà che bontà questo rotolo!

    RispondiElimina
  46. Mamma mia Stefania che bontà!!!! Certo che da te c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare,però che angoscia non poter guidare liberamente!Un bacione.

    RispondiElimina
  47. E' capitato anche a me tempo fa con la semola...ho dovuto buttare tutto, grrrr che rabbia!
    ..ma te la sei cavata ugualmente alla stragrande cara!!!!!!!!!!
    Che bontà....

    RispondiElimina
  48. Mica male la Mercedes!!! Mi hai fatto venir voglia...potrei anche andare contro i miei principi e comprare il latte condensato!!!

    p.s. ma 'na gamba de 'na Punto, no?

    :)

    RispondiElimina
  49. Ma quale crema magica, LA VERA MAGA sei TU!!!!
    io me la immagino con una salsa di fragole o frutti rossi, non so perchè!!!! ;-))

    RispondiElimina
  50. Ma questa è una goduria la magia l'hai fatta tu O_O
    deve essere fenomenale la segnooooooo!! Sei bravissima ^_^
    Baciottoli cari Anna

    RispondiElimina
  51. sei veramente un mito!dovresti scrivere un lobro come cavarsela in ogni situazione, io donna occidentale in un paese arabo!

    RispondiElimina
  52. Quando ho visto la foto non ptevo crederci: come si fa ad arrotolare una meringa? ma siccome sei una garanzia e c'è pure il mio amico latte condensato, la proverò di certo. baci!

    RispondiElimina
  53. Arabella....te lo dico col cuore: m dove diamne vivi!!!
    Ongi volta rimango davvero a bocca aperta quando descrivi tutti gli ostacoli che devi affrontare anche solo per comperare della farina!Io non lo so come farei!
    però con questa disavventura hai creato un bel rotolino gustoso!
    Spero nel prossimo sacco di zucchero andato a male per simil capolavori? speriamo di no va!:P

    RispondiElimina
  54. mi spiace per le farine ma questo dolce e' sublime!!!e te lo copio subito!!!!!!!!!!!!
    un abbraccio mia cara maga della cucina!
    de

    RispondiElimina
  55. Troppi commenti, non vedrai mai il mio... Se per caso lo vedessi ti conto questo. Mamma nel dopoguerra ha avuto a volte l'incontro con bestiolini nei farinacei...A quei tempi, in cui il cibo forse scarseggiava, il pediatra le disse: non si preoccupi, sono proteine
    By the way, la tua ricetta è da urlo!

    RispondiElimina
  56. Te le possiamo spedire noi, le farine... se i doganieri non se ne ammascano!
    ;-)
    Tuttavia, come sempre, sei una donna dalle mille risorse. E chi ti ferma a te?!?

    Baci

    Ps. Scommetto che quel qualcuno di tua conoscenza sia uomo, eh? Non ne capiscono una cippa!

    RispondiElimina
  57. ma che iella, certo che potresti scrivere un libro sulle tue avventure :D
    corredato di dolcini, ovvio!
    baci!

    RispondiElimina
  58. ..non ho mai fatto rotoli di meringa, mi tentaaaaa!!

    RispondiElimina
  59. ohhh sai quante volte mi capita di trovare gli amichetti nella farina??? io sono una di quelle che fà scorta ma che poi non riesce ad usufruire di tutto il ben di dio.... splendido ripiegamento comunque!!! il latte condensato lo adoro e trovarli li dentro è una meraviglia! baciii

    RispondiElimina
  60. Proverò sicuramente questa ricettina, la crema m'incuriosisce moltissimo!
    Ma è possibile che non c'era un pacco senza insettini al seguito?
    Che sfiga...
    Ma soprattutto, non è possibile che vendano cose andate a male...
    E poi la storia delle donne che non possono guidare non la conoscevo ancora... Mi stai aprendo la mente su tante usanze davvero desuete e senza senso: davvero strani sti arabi hihihi :-D
    Bacioni!

    RispondiElimina
  61. Quella degli animali nei pacchi di farina è capitata anche a me...e si sono pure offesi, al super, quando gli ho riportato ben 10 kg di farina abitati dagli animaletti striscianti!!!

    Però, se questo disguido è servito a far venir fuori un dolce così delizioso...beh, allora ben vegano i disguidi!! ;D
    Copio! ;)

    RispondiElimina
  62. Davvero: proprio una donna dalle infinite risorse! Un mito, Stefania... Il rotolo è invitante e la cremina magica mi incuriosisce assai...Bacione,
    simo

    RispondiElimina
  63. ODDIO!!!!! Come fai a vivere così!!!Io impazzirei, mi sentirei legata......Mamma mia come sei brava!!!!!!!!BRAVA E BELLA!!!!!Buonissimo anche il tuo tronchetto, per me meno male che c'erano gli ospiti dentro alla farina, tanto i dolci non mi piacciono!!!!!!Buon pomeriggio deny

    RispondiElimina
  64. Un dolce magico!!! alla fine la sfortuna ha prodotto un bel risultato ;) volevo chiederti se la cottura della meringa deve essere fatta a forno leggermente aperto come per le meringhette oppure chiuso.

    RispondiElimina
  65. riesci pure ad arrotolare la meringa :-D
    che rabbia per la farina ma come spesso accade dal bisogno (o dalla mancanza di ingredienti) nascono ricette fantastiche! io uso pochissimo il latte condensato ma immagino che da voi sia indispensabile. ciao!

    RispondiElimina
  66. i tuoi racconti arabbeggianti sono per me sempre momenti magici ed entusiasmanti... la soluzione che hai adottato è adir poco grandiosa.. unabcio

    RispondiElimina
  67. Le donne non possono guidare???? Oddio come fai a vivere in quel paese???? Io sarei impazzita dopo 5 minuti!!!!!!!!
    Ottimo dolcino, anche se con le meringhe ho un conto in sospeso che non mi va molto di riaprire...

    RispondiElimina
  68. Ma che roba... ho letto attentamente il tutto e sembra davvero la ricetta di un alchimista o di una fatucchiera... non riesco a immaginare fino in fondo il risultato. Davvero interssante...
    E c'è da chiederselo se non tutti mali vengano per nuocere??? :D

    RispondiElimina
  69. te la cavi sempre alla grande, inizi con una tragedia (per me lo e'avere degli ospiti indesiderati nella dispensa)e guarda qui che delizia che metti su!!

    RispondiElimina
  70. Ovviamente non posso non provare anche questo dolce! Vien fame solo a vederlo!
    Ti farò sapere!

    un caro abbraccio

    RispondiElimina
  71. Che nervi! e che schifo le bestiolineeee! brr, rabbrividisco davvero. mi raccomando, quando riesci a riportarla raccontaci la scena al super dal direttore :)
    Molto insolito questo dolce, ma mi ispira assai! :-) lo devo provare

    RispondiElimina
  72. E' un brazo de gitano senza farina....che bello gluten free !!!!!!!! WW gli animaletti nella farina !!!!!!!!!!!! W prayer hour !!! W l'autista sbuffante..!!!!!.....Scusa non volevo.....ma insomma noi celiaci gioiamo

    RispondiElimina
  73. Mi sono permessa di condividere questa strabiliante ricettina sulla mia paginetta.... è assolutamente meravigliosa!!

    RispondiElimina
  74. che dire, la ricetta è strabiliante, me la segno perché di meringa vado letteralmente pazza e a me, farla in casa, viene solo morbida, prorpio cme dev'essere questa. E poi i tuoi racconti sono troppo forti, ci casca sempre il particolare descrittivo di una comunità per noi occidentali "inimmaginabile". Ricordo il fatto del non poter fare l'albero di Natale..
    E già che ci sono te lo chiedo: dov'è che li fai i tuoi quotidiani 10 km di jogging? Io ti immagino per strada in calzoncini attillatissimi, canotta-brassiere e fascia in testa.. per le strade saudite?! Illuminami! un bacione

    RispondiElimina
  75. Ciao!
    Ti seguo in silenzio mi piace molto il tuo blog!
    Mio marito deve venire per lavoro in Arabia a fine Marzo, che aria si respira? PErchè non fai un post in cui racconti la tua vita in questo paese così lontano dalle nostre abitudini e senso di libertà? Anche solo per avere un visto ci sono delle regole assurde. Perchè ti sei trasferita in un paese così lontano dalla nostra cultura? E come è stato l'impatto?

    RispondiElimina
  76. detta così sembra semplice ... da provare!
    ma poi ci sei andata al supermercato?!

    RispondiElimina
  77. Magnifico! Al super hanno esaudito le tue compostissime :-) preghiere di darti della farina aproteica? Interessante l'idea del prayerpause, magari con tè alla meringa.
    Livia

    RispondiElimina
  78. Ma quante cose si imparano a leggere il tuo blog?! Oltre, ovviamente, a farsi delle sane risate...non te la prendere mia cara, ma sei troppo divertente...la sera quano torno da lavoro faccio le peggio corse per venire a farti visita...il tuo blog è stupendo e le tue creazioni sono incredibili...come questo rotolo di meringa...assolutamente paradisiaco!

    RispondiElimina
  79. Scusa l'ignoranza, ma io non sapevo assolutamente che le donne in arabia non possono guidare. Per quanto riguarda il discorso sull'autista in fondo ti capisco... Alla fine peccato per la farina, però hai preparato un dolce simili a uno che faccio anche io e che io adoro perché la meringa è il mio dolce preferito!

    RispondiElimina
  80. leggendo questi tuoi post mi rendo conto di quanto sia difficile vivere in un paese arabo, manco guidare?? :O
    non è possibile! non lo posso accettare!
    cmq ottimo il dolce ripiego :)

    RispondiElimina
  81. Posso capire senza pentola a pressione, a proposito,quanto consumi di gas!! ahahaha!ma senza guidare!?! assurdo! ma neanke le donne straniere possono guidare!??mah!paese ke vai usanze ke trovi! ank'io faccio superprovviste di farina manco se panificassi tutti i giorni! ma senza non riesco a stare!io la tengo in frigo soprattutto l'estate..evito lo "zoo" :)
    la ricetta già memorizzata!va fatta! anke la vellutata! a proposito i ceci sono da rifare!! boni boni!!
    p.s. oggi ti ho mensionata nel mio post.. ovvero nella mia giornata fantozziana ciaooo!

    RispondiElimina
  82. senza fruste elettriche la vedo dura, mi piace molto la crema invece veloce e golosa

    RispondiElimina
  83. Non voglio darti consigli, ma la farina è deperibile come ogni altra cosa, specialmente con il caldo e se mi permetto visto che vivi in un paese molto caldo (io sarei già scappata!) quando fai le scorte mettila in frigorifero, anzi, per stare tranquilla dovresti comprare un piccolo frigo e riempirlo con la farina così non hai più problemi, l'unica cosa che non fa i vermetti, i tonchi ecc. è lo zucchero, il resto è tutto a rischio...però quella meringa è strepitosa, io ho sfornato una lemon cake e l'abbiamo mangiata tutta, era stupenda...baci

    RispondiElimina
  84. Ma quanto è buono questo rotolo! la crema poi è da svenimento.Supermega brava!
    Io impazzirei in un paese dove non puoi guidare la macchina (io guidavo il motorino a 12 la vespa a 14 e dai 18 adoro guidare, mi rilassa).
    Ma se pregano sempre quando lavorano?!!!

    RispondiElimina
  85. Le cose che mi domandavo a fine racconto sono:
    - "Perchè la nostra amica non ha detto che poi il giorno dopo è andata al super ed ha fatto una strage?!"
    - "Perchè non dice che il marito è stato interrogato dalla sicurezza del residence che cercava di capire chi potesse aver sabotato l'auto dell'autista condiviso con tanta carta da forno (non imburrata) riposta nel tubo di scappamento dell'auto?!"
    PS
    Quanto tu sia brava ai fornelli e con la penna è superfluo dirlo anche se fa sempre piacere aggiungerlo perchè comunque corrispondente al vero e non dichiarato per forma.
    Mi saluti l'altro Robin?! :P ahahahahahahahaha

    RispondiElimina
  86. Oh Stefania ma come è bella questa ricetta , ciao

    RispondiElimina
  87. Che dire Stefy, un dolce fantastico, mi sembra di riconoscere quella consistenza che delizia anche solo a mordere già prima di assaggiare il sapore... Una "divinezza"!! Meno male non avere farina per questa volta!! Bacioni cara. Deborah

    RispondiElimina
  88. ciao Stefy!!che dire sono sconvolta x un'infinità di cosucce interessanti che hai postato....
    primo: questo stupendo dolce da provare!!davvero goloso e super invitante ...sembra quasi chiamarmi!
    secondo: le donne lì non possono guidare!?!?!?!?è da pazzi!!
    terzo: x loro si ferma il mondo x 5 volte al giorno e x ben mezzora...dev'essere stranissmo!!
    amo leggere i tuoi magnifici racconti ...sono simpaticissimi e ogni volta scopro cose nuove che io qui in italia ... neanche ci penso...!
    grazie mille come sempre!!=)))

    RispondiElimina
  89. ps:x una super golosaccia come me, secondo te questà quantità di crema magica nel rotolo di meringa può bastare o potrei anche aumentare un pochino la dose?! perchè dalla foto a me verrebbe voglia di metterne ancora un cicinino...e poi è così comoda si autospalma!!=D eheh!tu cosa ne pensi?!

    RispondiElimina
  90. Guarda, se ti può consolare, anche io che stò a Roma, riesco a rimanere senza farina. E sempre negli orari più impensabili (e mica servono le preghiere musulmane,non ti credere).
    Però mi sembra che abbia risolto più che egregiamente, stupendo questo rotolo!!

    RispondiElimina
  91. aaaaaaaaaaaah..meravigliaaaaaaa!!...adoro tutto quella che consiste in meringa e devo dire che ho provato poco fa proprio a fare un rotolo ma si è rotto tutto..il tempo di cottura non andava bene..proverò con questo..mi sa di un buono incredibile!!!
    ciao ciao!

    RispondiElimina
  92. Crema magica? Mi sa che hai appena aggiunto una pagina al mio libro di ricette preferite (che sai bene ne contiene già tante altre tue...). La proverò al più presto insieme all'intero rotolo goduriosissimo!
    Un bacione Stefania, facci sapere se ti hanno cambiato la farina ;) !

    RispondiElimina
  93. Ok Araba, lo faccio asap, anche se posso guidare!!! E poi ti faccio sapere, baci dall'Italia (anche noi non siamo messi tanto bene, ma mi sa che non c'è paragone!

    RispondiElimina
  94. Credo che al tuo posto sarei svenuta, dopo una crisi di nervi, of course (trattasi di fobia).
    Ad ogni modo il tuo ripiego su questa nuvola cremosa e' una vera favola :)
    Buon w.e.

    RispondiElimina
  95. Che dire?!?
    Il rotolo di meringa, delizioso; la crema, magica; e tu....straordinaria come sempre con queste ricette che posti!

    E complimentissimi anche per la pazienza che dimostri riuscendo egregiamente ad adattarti a modi e tempi di una cultura così distante dalla tua d'origine!

    Un abbraccione grande!
    A presto!
    Elisa

    RispondiElimina
  96. Mamma mia Stefy, che pazienza !!! Non poter guidare è assurdo !! Buono il dolce, bella alternativa.
    Ma la farina avariata l'hai resa ?
    Bacio :-)

    RispondiElimina
  97. epperfortuna che sei un'arabafelice! fossi stata io, sarei stata un'araba-eternamente-scocciata!


    questo rotolo è da urlo. una cosa da provare assolutamente. soprattutto se si ha una figlia che ama le meringhe da impazzire.

    RispondiElimina
  98. Siccome sto cercando di mettermi in pari (leggendo gli arretrati un po' alla volta) permettimi di sghignazzare, anche se in ritardo!
    La tipa che non crede al fatto che tu possa preparare certi dolci (e che usa la forza del pensiero al posto della carta igienica perché convinta che lì non esista) deve diventare assolutamente un recurring character.
    Sono felice di averla "vista" in un secondo episodio (quello in cui hai dovuto tirare il calcio a tuo marito sotto al tavolo) perché davvero 'sta tizia non può mancare nei tuoi racconti! Immagino che tu voglia vederla il meno possibile, ma se dovessi proprio trovartela davanti, rendici partecipi, ti prego :-DDDD

    Che dire di questa meraviglia di meringa arrotolata con la crema magica? Salvata immediatamente!

    PS: se ti vestissi da uomo, con un paio di baffi finti, potresti guidare...
    No, meglio di no, poi se ti arrestano come facciamo senza di te???

    RispondiElimina
  99. La prossima volta che ti capiterà di nuovo di trovare insetti nella farina, aguzza l'ingegno, trasforma la ricetta da dolce a salata, con ripieno di carne e delle verdure, tanto per gradire e offrila al simpatico autista che avete nel quartiere, non si accorgerà di nulla e ti ringrazierà pure per il gesto. E tu gli dirai....ma si figuuuuri!!!, è una scioccheeeezza!!!, e poi lei è così gentile e simpatico, lo faccio molto volentieri.

    RispondiElimina
  100. une gourmandise à ne pas rater
    bonne soirée

    RispondiElimina
  101. Che bella la tua creazione, e anche il tuo blog è bellissimo. Complimenti.
    Ti va di dare un occhiata al mio blog e, se ti va, di darmi una mano? Grazie e buona domenica

    RispondiElimina
  102. Un ringraziamento doppio. Il primo perchè ogni volta i tuoi racconti mi illuminano su usi e costumi dell'arabia, due perchè le tue ricette sono ogni volta dei veri e propri CAPOLAVORI :)

    RispondiElimina
  103. la creatività si vede nel momento del bisogno, bravissima Stefania!Un bacione...

    RispondiElimina
  104. che bontà per la ricetta! non sapevo che lì le donne non potessero guidare la macchina.. mi sentirei paralizzata senza °_°

    RispondiElimina
  105. Waaaooo!! segnata!
    e cmq mai l'avrei detto che neanche l'auto potessi guidare...
    paese assurdo...

    RispondiElimina
  106. Nella mia farina di solito non trovo intrusi ma ogni tanto noto vicino alla dipsensa un lieve e lieto sfarfallate...
    E mi preoccupo.. sicuramnete niente a che fare con il tuo problema!!
    Ti copio la ricetta!

    RispondiElimina
  107. @ Francesco: uso sempre il forno statico. Grazie!

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: sempre gentili...

    @ Natalia: come faccio? con l'autista :-))))

    @ Lydia: credo sia l'unico Paese al mondo dove vige questo divieto...

    @ ilcucchiaiodoro: è stata riportata al super!!!! mica potevo farci i panini con le proteine...

    @ Milen@: si, missione compiuta per fortuna!

    @ briossa: anche con le bestie nella farina ? :-)))

    @ Kristina: vedrai, non è difficile, bisogna solo stare attenti alla cottura della meringa :-)

    @ Cinzia: ci sono, ci sono. Ma non sono così divertenti e paradossali come quelli negativi!!!

    @ Federica: la farina arricchita è stata resa indietro!

    @ Fujiko: verissimo, crema e rotolo sono assolutamente gluten free!

    @ Strawberryblonde: credimi, solo una volta con questo dolce ho fatto un pasticcio, e solo perchè mi ero dimenticata di imburrare la carta forno...;-)

    @ Carola: mille? forse diecimila!!! e benvenuta :-)

    @ poverimabelliebuoni: ehm, ma solo a qualcuno a cui voglio veramente male...:-)

    @ chamki: so benissimo che tu puoi capirmi al 100%. Un bacione!

    @ Federica: :-)

    @ raffy: anche due, che sono piccine :-)

    @ JAJO: praticamente ti ho letto nel pensiero!!! però la farina alla fine me l'hanno cambiata..;-)

    @ manineinpasta.com: allora tu fai il rotolo e lo farcisci con la crema che preferisci, o anche solo della panna montata e frutti rossi...meglio?

    @ PROVARE PER GUSTARE: mille grazie :-)

    RispondiElimina
  108. Une gourmandise des plus spéciales et comme seule toi sais en préparer.
    Magnifique.
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  109. è buonoooo!!
    ok ora basta con questi attacchi di demenza, è buono, un sapore davvero particolare!!!
    Inizialmente un'pò strano, e poi un boccone tira l'altro, complimentoni!!!

    RispondiElimina
  110. dev'essere assolutamente divina. lo proverò nel week-end.
    ti ammiro in silenzio. ciao.
    renata

    RispondiElimina
  111. @ Francesca V: ehm, come si dice, Paese che vai...poi certo se non si e' nati qui c'e' ben da rimanere allibiti! E grazie :-)

    @ Mary: eppure combattere le limitazioni ogni giorni da' molta soddisfazione personale, credimi ;-)

    @ Ago: eh si, qui tutto si ferma! persino a scuola c'e' una piccola moschea, cosi' gli alunni che vogliono possono andare a pregare...

    @ giulia pignatelli: vale la pena di farseli avanzare, credimi...

    @ sissi: mille grazie :-)

    @ maetta: :-)

    @ dolci a gogo: mille grazie, Imma!

    @ Giovanna: vedrai...;-)

    @ Saretta: credimi, la vita per gli occidentali non e' cosi' male...

    @ Terry: un bacio anche a te!

    @ Lilly: provala, ne sarai conquistata!

    @ luieleincucina: meno male...senno' sai che botta di proteine!!!

    @ jose manuel: grazie!

    @ Alessandra: eh si, con quello che era costata...

    @ Sar@: cosa non ci diciamo per consolarci...:-)

    @ luxus: credo sia l'unico al mondo, tra l'altro...

    @ Lifeandtravel: ottima idea ;-)

    @ kia: si, veramente :-)

    @ Onde99: si, poi ho rimediato...ma sono come te!

    @ viola: qualche casa libera c'e' ancora se ti sbrighi :-)

    @ sulemaniche: pero' questo un po' di meringa sa...

    @ Chez Denci: che gentile sei, grazie!

    RispondiElimina
  112. Ciao! la prima volta che arrivo qua e subito una ricettina speciale!!! WOW!
    continuerò senz'altro a leggerti! Fresca

    RispondiElimina
  113. @ valerioscialla: si per fortuna...;-)

    @ carpe diem: :-)

    @ maria61m: e beh',siamo ospiti e ci adeguiamo!

    @ Simo: si, purtroppo e' una piaga comune...

    @ Ziopiero: esagerato..contro i tuoi principi!!! la prossima volta che vengo ti ci faccio fare il bagno :-)

    @ Fiorella72: si, con i frutti rossi e' divino, credimi!

    @ ranapazza65: ti ringrazio moltissimo :-)

    @ lucy: un manuale di soprvvivenza altenativo? :-))))

    @ Aria: eppure ci si riesce!!!

    @ Cranberry: no, via , speriamo di no...;-)

    @ Daisy: sono contenta, fammi sapere!

    @ cristi: guarda, non credo che siano letali. Certo pero' a vederli...;-)

    @ Gaia: uomo, uomo..

    @ Alice: ti ringrazio tanto!

    @ Vicky: e vedrai che buono!

    @ Ely: anche per me il motivo per cui faccio questo rotolo e' il latte condensato!!!

    @ Le ricette dell'Amore vero: si, tutta infestata!!!

    @ Gabri: si sono offesi???? incredibile!

    @ l'albero della carambola: sei troppo buona, ciao!

    @ deny: ma no, ci sono tante scappatoie...a sapersi organizzare un po' ;-)

    @ elenuccia: forno chiuso, questa meringa e' un po' diversa ;-)

    @ Acquolina: indispensabile no, ma presente in molte ricette locali si. E ho scoperto che mi piace molto!

    @ Fabiana: un bacio a te :-)

    RispondiElimina
  114. Fatto e mangiato anche se il risultato era un po' frittatoso! Ottima la consistenza della meringa,che a me generalmente non piace,ma non sarebbe meglio invertire il procedimento? La crema é fredda e non scola facilmente dal cucchiaio quando si tratta di ricoprire la meringa uscita dal forno...forse l'ho fatta cuocere troppo?
    Se avessi la bacchetta magica cosa vorresti che ti comparisse sul tavolo della cucina in diretta dall'Italia?

    RispondiElimina
  115. ahahahahahahah!!!Il tubo di scappamento!!! :'''))))mi hai fatto morire...dal ridere, sì, ma anche di disidratazione... :ç..... !!!Oddio questo dolce è da urlo !!!

    RispondiElimina
  116. @ ELel: infatti qui esistono gli autisti :-)

    @ (parentesi culinaria): dovremmo chiederlo a Mercedes, se era anche un po' streghetta, oltre che di sicuro di braccia buone ;-)

    @ Mirtilla: lo e' stato pure per me, ero cosi' contenta di aver trovato la farina italiana...

    @ iulia lampone: ti ringrazio :-)

    @ Passiflora: accontentata ;-)

    @ Glu.fri: eheheheeh non e' che me li hai mandati tu gli insetti? ;-)

    @ katia: mille grazie, davvero!

    @ Cinzia: il compound, o centro residenziale, dove viviamo e' strutturato un po' come un villaggio turistico: mura intorno e guardia nazionale :-) All'interno quindi posso fare tutto lo jogging che voglio, vestita proprio come dici tu, ma senza fascia in testa...e quando e' troppo caldo, tapis roulant ;-)

    @ Ragnetto: non basterebbe mai un post...e nemmeno tutto un blog! Ho seguito mio marito qui per lavoro e l'impatto e' stato meraviglioso. Ma come dico sempre, tutto sta nell'occhio di chi guarda...e se hai qualche domanda in particolare, scrivimi pure un'
    email ;-)

    @ biancifiore: eccome, se ci sono andata...

    @ Livia: esaudita oltre ogni aspettativa :-)

    @ Claudia: che gentile, ti mando un bacio :-)

    @ Aiuolik: beh, l'Arabia non e' uno dei Paesi piu' conosciuti, nemmeno io lo sapevo prima di doverci venire ;-) Un bacio!

    @ Gio: no, difficile no. Diverso, si ;-)

    @ vickyart: nemmeno le straniere! Per la farina, anche io la tengo in frigo, ma questa e' arrivata gia' contaminata...

    @ Gunther: eh si, povera Mercedes!

    @ Tamtam: ti ringrazio, anche io la tengo in frigo ma questa e' arrivata proprio contaminata dal super. Un bacione!

    @ gloria cuce': negli intervalli tra una preghiera e l'altra ;-)

    @ Gambetto: domande soddisfatte nel prossimo post ;-) e Robin ricambia!

    @ Stefania: grazie!

    RispondiElimina
  117. @ il sapore del verde: "divinezza" e' un neologismo che mi piace proprio :-) grazie!

    @ Imbini Pasticcini: ma grazie, che gentile sei. La crema secondo me e' sufficienteo sarebbe troppa e ti colerebbe da tutte le parti...ma certo poi sono gusti personali :-)

    @ Zia Elle: certo, se a ROma si mettessero pure a pregare 5 volte al giorno saremmo fregati!!!

    @ Morena: eh lo so, che ti piace la meringa ;-)

    @ Sarachan: che gentile, fammi sapere quando la provi!

    @ Luciana: grazie!!! ognuno ha le sue, che dire...

    @ Katia: beh, credimi, ho rischiato ;-)

    @ Massaia Canterina: sai, non e' pazienza. E' che o cosi', o nisba ;-)

    @ emilia: certo, e con gli interessi :-)

    @ La Gaia celiaca: ma no, tutto dipende da come si prendono le cose. Appunto mica potevo essere l'araba infelice...;-)

    @ Muscaria: allora, la tizia la evito come la peste bubbonica, ma non c'e' verso, temo la rivedrete su questi schermi. E i baffi non me li metto, temo una brutta fine :-)

    @ il cucchiaio magico: sei tremenda!!! :-)

    @ Fimere: merci :-)

    @ meris: grazie, passero' appena ho un attimo :-)

    @ Letiziando: e tu sei esagerata! :-)

    @ Chiara: grazie!

    @ francesca: avresti anche tu un autista antipatico ...:-)

    @ Vero: Paese mooolto particolare ;-)

    @ Mammazan: ecco, mi preoccuperei anche di quelle!!!

    @ Nadji: merci :-)

    @ Shamira Gatta: grazie per l'entusiamo, e sono contenta che sia piaciuto :-)

    RispondiElimina
  118. @ Renata: mi imbarazzi :-) spero ti piaccia!

    @ Fresca: benvenuta, e mille grazie :-)

    @ Cristina: se inverti il procedimento non si riesce piu' ad arrotolare la meringa, da fredda e' impossibile. MAgari fai cuocere meno la crema, la mia colava bene :-) ma mille grazie per aver provato!
    Se avessi la bacchetta magica: forse un bel prosciutto :-)

    @ UnaZebrApois: sono contenta, e grazie !!!

    RispondiElimina
  119. porca miseria!!! nella mia collezione di meringa questa meraviglia mi manca proprio!! Fare SUBITOOOOO!!

    RispondiElimina
  120. E allora fammi sapere se ti piace ;-)

    RispondiElimina
  121. Valeria (D0lphin)20 febbraio 2012 23:59

    Ciao Stefania, ogni volta che leggo nel titolo di un tuo post la parola "magica" o "furba" mi si drizzano le antenne... e infatti anche stavolta non mi sbagliavo :)
    la crema è eccellente! io e mia mamma incuriosite (ma non diffidenti) l'abbiamo provata...strepitosa! intanto a cucchiaiate :p, poi come ripieno di cioccolatini, in parte anche con caffe solubile sciolto, e variante con cioccolata bianca per il guscio e dentro con amaretti sbriciolati e mischiati.
    ah, e grazie anche per i 2 minuti di leggerezza e simpatia che ci regali con i tuoi anneddoti :)

    RispondiElimina
  122. Ti ringrazio tanto,Valeria, e con te la tua mamma.
    La variante con il caffe' mi ha procurato un aumento della salivazione non da poco :-)

    RispondiElimina
  123. L'ho fatta ieri! Con il mio latte condensato home made e la crema è venuta benissimo!
    Non sono molto soddisfatta di come mi è venuto il rotolo di meringa, anche io ho avuto evidentemente problemi di cottura perché mi è venuta un po' "frittatosa" ho avuto problemi a farla staccare dalla carta forno che pure avevo imburrato. E presa dallo sconforto ho infilato di nuovo il rotolo già formato (per come sono riuscita) in forno mantenendo la temperatura bassa, da meringa diciamo sui 100 gradi... Sfornato, fatto solo intiepidire, infilato in frigo per due ore, cosparso di cacao... E che dire... Il critico giudizio del mio compagno è stato: buonissimo!!
    Credo che riproverò seguendo bene tutti i passaggi perché vorrei vedere il rotolo più simile al tuo (la mia sembra più una gigantesca crêpes :D ) Ma evidentemente ho sbagliato qualcosa... Riproverò e se già è buonissima con tutti i miei pasticci... Chissà!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena mi fa piacere che nonostante le disavventure sia venuto comunque buono! Ogni forno è diverso ed effettivamente la cottura va un po' aggiustata...ma quando si azzecca è una roba da litigarsi l'ultima fetta a coltellate :D

      Elimina
    2. Non ci crederai ma l'ho già rifatto! Questa volta ho utilizzato l'accorgimento di una spolverata di amido sulla carta forno imburrata e... Si è staccata benissimo! Poi per la cottura ho abbassato la temperatura a 160 e cotto fino a doratura per 25 minuti. Il mio forno evidentemente va così... Cmq sono troppo contenta! Lo vedrai presto mi sa... :D Grazie ancora!! Ah dimenticavo... S P E T T A C O L A R E!!!

      Elimina
    3. Evviva! Aspetto di vederlo allora :) grazie!

      Elimina