Tartufini facilissimi alle barrette Daim

lunedì 30 novembre 2020

 

Potrei raccontarvi della simpatica conoscente inglese che del Coronavirus ha sempre riso.
Ha riso di me la prima volta che mi ha visto con la mascherina, quando ancora nemmeno era obbligatoria.
Ha riso delle misure "esagerate" ed ha illustrato, non richiesta, la sua teoria in merito.
Una specie di calderone di poteri oscuri, piani diabolici, controllo delle menti e forse altro, ma il mio cervello si è rifiutato di registrare.
Ha riso dei morti, si, perchè sarebbero morti comunque (parole sue).
Something behind, diceva.
Cioè c'è qualcosa dietro.
Sono passati mesi.
Lei è tornata in Inghilterra.
E solo da poco ha scritto per dire che si, il virus lo aveva preso anche lei negli ultimi tempi in cui era ancora in Arabia.
Quegli ultimi tempi in cui lo sapeva e non ha informato nessuno delle persone che ha incontrato.
La sottoscritta compresa.
Ha chiesto scusa, dicendo che è stata tanto male.
E forse non era un'influenza come pensava.
Che la notte non respirava e pensava di morire.
Le è andata bene, anche se ora a distanza di mesi sta perdendo moltissimi capelli.
Un effetto collaterale passeggero, pare.
Niente, non ve  lo racconto perchè non provo particolare pena.
Ed ho bisogno di tempo per valutare quanto di un delitto perfetto riesco ad organizzare.

Nel frattempo, godetevi questi! :)





EASY DAIM TRUFFLES
da Scandikitchen Christmas di Bronte Aurell
per 30 pezzi

 

200 ml di panna fresca
180 g di cioccolato fondente  spezzettato (o al latte, se si preferiscono più dolci)
50 g di burro
un paio di cucchiai di cognac, oppure caffè
2 barrette Daim (da 28 grammi ciascuna) spezzettate finemente
cacao in polvere per la copertura


Scaldare la panna fino a farle raggiungere il bollore quindi spegnere immediatamente il fuoco e aggiungere il cioccolato fondente.
Una volta che si sarà fuso aggiungere anche il burro ed il cognac, se si usa, oppure il caffè.
Mescolare bene e far raffreddare completamente a temperatura ambiente.
Aggiungere quindi i Daim spezzettati e mettere il tutto in frigo per almeno una mezz'ora prima di formare i tartufini.
Nell'operazione, dice l'autrice, si fa parecchio caos perchè il composto è morbido, infatti alcuni preferiscono usare uno scavino per melone. Con le mani vengono benissimo comunque, basta dividere il composto in 30 pezzi ed arrotolarli a formare delle palline.
Farle freddare in frigo prima di passarle poi nel cacao.
Tenere in frigo ma servire dopo averle tenute a temperatura ambiente per 15 minuti.

NOTE

- non sono particolarmente dolci, quindi valutate se volete aggiungere un pochino d zucchero a velo nell'impasto o farli direttamente con un cioccolato non troppo amaro. Qui sono stati graditi come li vedete ;)

- le barrette Daim in Italia credo le venda l’Ikea...da me si trovano nei supermercati.

2 commenti

  1. Si possono conservare in congelatore?
    Comunque parebbe essere un'altra idea per le feste, magari sotto forma di regalo...
    Secondo me questo sarà l'anno dei regali "homemade", un pò per regalare un pò di calore umano ed un pò per la situazione non troppo rosea del momento.
    Per ovvie ragione evito di commentare la tua conoscente inglese -_-

    RispondiElimina
  2. Che buoni!!!Io li adoro,e i tuoi hanno davvero un aspetto invitante!!

    RispondiElimina

I tuoi commenti mi fanno molto piacere! Ricordati che se lasci un commento acconsenti alla pubblicazione del link al tuo profilo Google. Consulta la Privacy policy prima di commentare. Grazie!

Arabafelice in cucina! © . Template by Berenica.