giovedì 10 maggio 2012

La pizza...che non è una pizza!

Fatelo, un corso di cucina italiana ad un gruppo variopinto di signore di mezzo mondo.
Non importa se vengano da Singapore o dal Venezuela, la richiesta sarà sempre la stessa.
Ci insegni a fare la pizza, vero?
E come no.
Mi va di lusso: preparazione semplice, pochissimi ingredienti, tante mani da mettere ad impastare.
E tante bocche a fare domande.
Ma come, non ci metti l'uovo?
Ammetto che non devo essere riuscita ad evitarlo, di alzare entrambe le sopracciglia. Spiegare che no, se ce lo metti non è più una pizza non è complicato.
Farlo senza far vedere che mi è salita la pressione a duemila, meno.
Negli USA è più buona perchè è più alta.
Sorrido, mentre avviso che quello che stanno per vedere non è probabilmente ciò a cui sono abituati. La pizza in Italia è piuttosto diversa da quella che si trova in giro per il mondo, ma ricevo sguardi vacui in risposta.
Tutto qui???
Che imbecilli, noi italiani. Ci mettiamo solo pomodoro e mozzarella.
Vaglielo a dire che riesci a vedere il Paradiso, ad ogni morso, e non perchè stai per morire come quando ne addenti una in cui sopra ci siano tonnellate di roba indefinita, e solo il cielo sa se commestibile.
Ma a me piace con il ketchup.
Questo lo sento ogni volta, e proprio mentre avviso che sto per dare la mia complicatissima ricetta del sugo per condirla: pomodori pelati, se fatti in casa ancora meglio, frullati con sale e poco olio a crudo.
Occhi spalancati, ma forse solo perchè non ce la faccio a non aggiungere distrattamente che condirla con il ketchup dovrebbe essere considerato un crimine, e penalmente perseguibile.
Senza pomodoro? Che strano!
Già, le versioni di pizza bianca, magari con due zucchine, raccolgono lo stesso stupore che se avessi detto che per farla lievitare bisogna improvvisare una macumba attorno al tavolo.
Il brutto è che c'è sempre qualcuno che ci crederebbe.
Che poi nel tempo ho imparato anche io ad essere meno talebana.
Forse perchè ci vivo vicino, e conoscendoli non mi piacciono poi tanto...
Ognuno se la faccia come gli pare, questa benedetta pizza.
Ho portato l'ananas sciroppato.
Gentile, questa allieva inglese. Ha pensato al dessert.
Sbagliavo di grosso.
L'ananas è per fare la famosa, a quanto pare, Hawaiian Pizza.
Ne ho di strada da fare, per smettere di essere talebana ;-)

Questa non è una pizza, è chiaro, e lo dice anche Nigella. Ma ad una pizza per il sapore assomiglia, quindi le passiamo il nome...un pranzo o cena rapido per quando si e' a corto di idee, con pochissimi ingredienti e nemmeno troppo pesante.
Ovviamente come condimento potete scegliere ciò che preferite, anche se per me la classica Margherita non ha rivali.





CRUSTLESS PIZZA
da Kitchen di Nigella Lawson
( per una teglia di circa 22-24 cm di diametro)

un uovo intero
100 g di farina
250 ml di latte
50 g di formaggio grattugiato ( Cheddar o qualunque vi piaccia, purchè sia morbido)
sale
pomodoro, mozzarella ed origano per condirla (salame e Cheddar nella versione originale)
un filo d'olio extravergine

Mischiare in una ciotola l'uovo, la farina, il sale ed il latte. Il composto sarà semiliquido.
Aggiungere il formaggio scelto  e versare il tutto nella teglia unta:


Cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 20-30 minuti, quindi tirare fuori e condire come si preferisce: io ho messo pelati frullati e conditi con sale, olio ed origano, e della mozzarella.
Finire con un filo d'olio e rimettere in forno per tre/quattro minuti, finchè il formaggio sarà ben sciolto.
Servire subito.

NOTE:

- la consistenza e' morbidina, solo lo strato esterno fa un po' di crosticina a seconda di quanto fate cuocere ( e magari ci sta bene una botta di grill )

- servirla calda o tiepida, da fredda perde un po'. In caso scaldarla leggermente al forno o nel microonde.

- non cuocere il composto in una teglia più piccola di quella indicata: è più buona se sottile.

- nella ricetta originale la dose di formaggio è 100 g, ma Nigella ne usa metà nell'impasto e metà per coprire la pizza, mentre io per la copertura ho preferito la mozzarella.

131 commenti:

  1. Ma come tu non la mangi la pizza salami/pineapple con tanto di pomodoro, simil mozzarella e origano a tonnellate??? di quelle che dopo il primo morso non riesci a mangiarne ancora...ma solo perchè hai un chewingum al pomodoro in bocca???? Che ci perdiamo!!!! :D Mi piace questa pizza/non pizza!

    RispondiElimina
  2. Ciao ... ti dirò che dalle immagini non è niente male anche se fino ad oggi sono rimasta saldamente legata alla tradizione ... Magari proverò questa "evoluzione" della ricetta ... e scoprirò una pizza - non pizza tutta nuova :) Have a nice day !!! Carolina

    RispondiElimina
  3. Mi arrendo non dico nulla...nel mentre leggevo ho dato vita a numerosi gesti di autolesionismo...come incidermi le mani con una puntina da disegno, mordermi a sangue un labbro, stracciarmi un orecchio con gesti nervosi come muovere elettrivcamente la gamba fino a simulare un diapason battuto...adesso mi sto conficcando una penna nel doppio mento ed il dolore che provo non è paragonabile a quello avvertito scorrendo la ricetta di Nigella che suppongo essere quella di una famosa catena internazionale di risto-pizza (visto che anche li c'è l'uovo...) e che quindi mi fa pensare che in fondo...si in fondo...americani ed inglesi fanno bene solo le armi ed il tè! :P ahahahahahahhaa
    Firmato
    Un Fedayyìn

    RispondiElimina
  4. Condivido Greta! anche se ti garantisco che anche in Italia cominciano a vedersene delle belle e per di più mangiate da italiani... mai visto pizza con patatine fritte e ketchup sopra?! Simpatica l'idea di Nigella!

    RispondiElimina
  5. ma....non è una pizza...o no?!
    Come viene la consistenza...morbidina o croccante? Mi incuriosisce tanto!
    Quante belle cose che imparo sempre da te...
    Baci!

    RispondiElimina
  6. l'uovo mi ha fatto impazzire...deve essere davvero pazzesco viverlo!

    RispondiElimina
  7. Mai vista una "pizza" con l'uovo!!
    Molto divertente il tuo racconto.
    anch'io negli stati uniti quando ho richiesto una margherita mi è arrivata una pizza con peperoni e tonno e salame piccante...tanto per farci capire che non esiste mangiare una pizza con solo mozzarella e pomodoro!! haha curioso!

    RispondiElimina
  8. ehehehe, ma tu proponi quello che ho visto io una volta no? pizza con patatine fritte...piacerebbe, credo...:-) Un bacio Stefy

    RispondiElimina
  9. beh davvero originale...chissà che sapore splendido!

    RispondiElimina
  10. I pizza Hut nel mondo hanno fatto un sacco di disastri. Questa non pizza super veloce è da provare subitissimo!

    RispondiElimina
  11. non sarà come la pizza originale, ma mi incuriosisce molto!!! ;)

    RispondiElimina
  12. La pizza con l'uovo? l'ananas sciroppato!? il ketchup!?!! o mamma santa!
    Ma che poi fanno tutti gli schizzinosi, però quando vengono in Italia, trangugiano - gustando e apprezzando la cucina, of course - come se avessero più stomaci, come i ruminanti! XD
    E vai a farglielo capire che mentre loro pronunciano queste "eresie" Raffaele Esposito si rotola nella tomba ad ogni pseudo-ingrediente proferito!

    RispondiElimina
  13. E' verissimo tesoro nel resto del mondo quella che noi chiamiamo pizza è tutto tranne che pizza è semplicemente una base con una serie di ingredienti improbabili e osno talmente abituati a quelo schifo che la nostra pizza sembra qualcosa di assolutamente diverso a farglielo capire che quella è la vera pizza ne passa...questa che ci presenti tesoro è davvero una pizza furbissima mi piace davvero tanto e come resistere a Nigella quindi prendo subito nota di tutto!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  14. Dite tutti cosi' perche' non avete mai assaggiato quelle pizze USA collose e riscaldate, che quando le tiri si allungano. Bleah.

    RispondiElimina
  15. evidentemente il mondo e'bello perche'e 'vario...ma lasciamo pure a loro l'ananas che a noi ci piace cosi cn la maozzarella!

    RispondiElimina
  16. Ah vedi che un po' talebani siamo tutti? Forse meno violenti a fatti e con credenze diverse, ma Santa Pizza riscalda gli animi No? bacioni

    RispondiElimina
  17. e della pizza con "maccaroni and cheese" ne vogliamo parlare? ahahaha
    Qesta pizza non pizza senza lievito è proprio una novità per me!

    RispondiElimina
  18. Che storia strana! L'uovo nell'impasto? il formaggio? ci devo provare! ma la nostra margherita classica è sempre la migliore! buona giornata

    RispondiElimina
  19. Questa versione mi piace un sacco!!!

    RispondiElimina
  20. La pizza con ananas di cui parli l'ho appena mangiata in Germania una settimana fa, non l'avevo mai provata prima. Che dire? La nostra Margherita è tutta un'altra cosa...complimenti per la pazienza e il selfcontrol :))

    RispondiElimina
  21. fuori Italia non esiste un posto dove si mangi qualcosa che noi italiani possiamo chiamare "pizza".. questa è decisamente lontana, anche se probabilmente buona! ma.. grazie per averci fatto vedere anche questo.. gli orizzonti vanno allargati! a presto baci

    RispondiElimina
  22. Come sempre vengo qui e mi faccio un sacco di risate! :D
    e questa pizza non pizza la devo provare, sarà buonissima e può davvero risolverti la cena in poco tempo, da provare!

    RispondiElimina
  23. È vero.. Spessissimo vedevo lapizza con l'ananas, mi ricordo il mio primo viaggio in Inghilterra, andiamo dentro pizza Hut e vedo ste pizze conl'ananas sopra! Orrore! ...beh se ne vedon di schifezze all'estero... In famiglia, in Francia... Lì c'era la pasta con il ketchup! Yuck!!! :( ...insomma da bravi italiani amanti pizza dobbiam tener duro, insegnar la verità sulla pizza ...poi se loro se la voglion fare a modo loro che facciano!... Però sta idea nigelliana con l'uovo forse è da provare! Bacioni

    RispondiElimina
  24. Stefania dopo la mia pizza sbatacchiata nella ciotola non posso non provare questa non pizza!!
    Anche se a dir la verità (non piacchiatemi!) la pizza patatine e ketchup ogni tanto non mi dispiace per nulla :)
    baci baci
    Anna

    RispondiElimina
  25. Buongiorno!!! ^__^
    che gustosa ricetta!!! Complimenti!
    sono passata per invitarti a partecipare al mio primo contest "Arcobaleno in cucina"
    http://www.cucinachetipassa.info/2012/05/arcobaleno-in-cucina-1-contest.html

    RispondiElimina
  26. Mi strappi sempre un sorriso, perchè è sempre meglio buttarla sul ridere...ma la pizza con l'ananas????Esiste veramente???

    RispondiElimina
  27. MI sembra di capire che sia uno yorkshire pudding al formaggio! francesca

    RispondiElimina
  28. Mamma mia che meraviglia questa pizza non pizza! Copio immediatamente la ricetta.
    Per quanto riguarda il corso, ahaha mi hai fatto morire come al solito! La prossima volta fagli vedere questa (che ha l'uovo), mettici il ketchup e tante fette di ananas, pesche e albicocche sciroppate! :)
    Ti faranno santa. Ah no, nel paese dove vivi non sei considerata quale donna. :)

    RispondiElimina
  29. Sta storia è un po' come la pasta alla Alfredo..mah!
    Però dai è carina sta ricetta!Brava che divulghi IL verbo!!!
    Bacione

    RispondiElimina
  30. Stefania!
    Premio nobel per la pazienza! ma che saporaccio può mai avere una "pizza col ketchup" o una con la frutta sciroppata?
    hai fatto bene a dire che chi usa il ketchup dovrebbe essere punito!! ah,ah,ah!!
    ciò che ti capita è al limite della decenza! :-)
    Questa "pizza" se ho letto bene è senza lievito.. inoltre vorrei farla senza glutine.. speriamo bene!!
    Quando hai un ragazzo celiaco che è voglioso di pizza alle ore più strane..trovare una pizzeria o una rosticceria che faccia al caso tuo è come trovare un ago in un pagliaio!
    Mi copio la ricetta perchè so che ciò che prepari è una vera garanzia!
    Ti spedisco un abbraccio forte forte!
    Grazie per questo magnifico blog! :-)

    RispondiElimina
  31. la vera pizza è italiana e non ha rivali! nel resto del mondo poi ci mettono su talmente tanta di quella roba immangiabile che alla fine non è più pizza ma poltiglia di roba!
    Questa di Nigella non sarà l'originale made in italy però ci assomiglia e quindi è da provare :-)

    RispondiElimina
  32. Per me la vera pizza e' la classica Italiana.....e guai a chi la critica!!!!! Io ho fatto tante litigate con degli amici e colleghi stranieri....mah lasciamo perdere!!!!! Pero' dalle foto questa simil pizza sembra proprio buona...quindi perche' no, non sara' la nostra classica pizza ma e' da provare sicuramente!

    RispondiElimina
  33. Be' in fondo il fatto che una ricetta come la pizza, che di per sè è semplicissima, venga "interpretata" in tanti modi è indice del suo successo no?
    Cmq mi fido delle tue ricette ma senza offesa per la pizza SENZA lievito passo mano! Senza offesa

    Una curiosità: ma la "pizza all'ananas per caso è pasta da pizza (col lievito!) sottile, condita con un velo di crema, ananas a fette, cannella e miele (solo un filo)? Perchè se è quella non è male, un po' pesante nonostante la frutta, me l'ha servita un'amica a cena come dessert
    Laura Pennydue

    RispondiElimina
  34. Ma che bel post!!!La pizza italiana è la pizza italiana!!!ahahha!!!!
    curiose le persone!!!!Complimenti per questa nuova idea di pizza!

    RispondiElimina
  35. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  36. Oh che bontà. Se poi è di Nigella *.*
    Ti ho scoperta solo ieri ma mi sono già innamorata dei tuoi racconti!


    Alice
    http://operazionefrittomisto.blogspot.it/

    RispondiElimina
  37. Dopo vari viaggi negli states me ne sono fatta una ragione ma la prima volta che vidi la pizza con l'anas sciroppato sopra non volevo credere che mangiassero una "roba" del genere, pensavo che fosse qualche ricorrenza tipo goliardica O_o
    Ti confesso che la foto di quel liquido nella teglia non e' che mi attiri troppo, pero' la foto finale non sembra male.

    RispondiElimina
  38. noi italiani avremo molto da imparare, ma in assoluto tanto tantissimo da insegnare! Soprattutto in ambito culinario! La pizza come la facciamo noi ??? Non c' è gara soprattutto con quella americana! (la pizza hawaiiana mi fa rabbrividire!)

    RispondiElimina
  39. Eh beh, come la pizza all'ananas proprio non ce n'è! Che banali i napoletani!!!
    Questa finta pizza la segno! Mi piace come idea per una cena alternativa! :-)

    RispondiElimina
  40. Raccontare come si fanno le vere ricette non è da talebano... poi ognuno si prepara la schifezza che preferisce, ma almeno una volta in vita ha conosciuto la verità.
    Del resto mi sono sempre chiesta come si fa a preparare una pizza senza avere mozzarella e senza possedere l'automatismo della salsa di pomodoro: molto difficile discostarsi da una sedicente focaccia spalmata di ketchup !
    Quella dell'uovo nell'impasto mai più l'avrei immaginato: potenza dell'ambiente internèscional...
    Maria Chiara

    RispondiElimina
  41. La voglio proprio provare... una curiosa versione, e sì che a vederla sembra proprio pizza...!!!! :-))
    Franci

    RispondiElimina
  42. nada lievito? già è una cosa positiva! cmq sei stata fin troppo calma..sai io l'ananas dove glielo avrei ficcato? l'altro giorno un mio amico brasiliano dice: la pizza con l'anannas è troppo buona. Io me lo gurado e me lo stavo mangiando vivo..però poi ho pensato che anch'io storpio spesso piatti tipici di altri luoghi..

    RispondiElimina
  43. Posso capire.... una volta a Jesolo (conosci???? Posto di mare molto conosciuto nel Veneto) abbiamo trovato la pizza con il ragù alla bolognese. Mio marito ha voluto provarla ed ha detto che non era neanche male hahahahaha

    RispondiElimina
  44. ciao e complimenti per il tuo blog! mi inserisco tra i tuoi sostenitori... se ti va passa da me a trovarmi: dolcementeinventando.blogspot.it - sono una blogger novellina!!!!!!!

    RispondiElimina
  45. Ormai sulla pizza c'e' finito davvero di tutto!! E invece pomodoro e mozzarella sono le uniche cose che servono. Immancabilmente i miei amici americani, quando mangiano la pizza in Italia inveriabilmente restano delusi, perche' sostengono che in Amercia sia meglio...Dovremmo chiedere i danni...Siete guariti? Un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  46. quando vado in Bretagna a trovare i miei, mi devo trattenere dallo scoppiare a ridere davanti ai menù delle pizzerie...qualcuno potrebbe guardarmi storto. Ma possiamo trovare la famosa pizza bolognese (eeeh?)
    con tanto di ragù n'coppa; oppure un'altrettanto famosa pizza alla carbonara con l'uovo strapazzato e prosciutto di parma tagliato come la pancetta e rinsecchito... Inutile poi spiegargli che l'emmenthal non è il naturale succedaneo della mozzarella!
    Potremmo cantare: "Tu vo' fa o'pizzaiolo"
    La similpizza di Nigella...mi sembra una grossa crèpe...mah
    :DDDDD

    RispondiElimina
  47. @ Laura Pennydue: magari! la tua sembra buona...qui l'ananas si mette sul pomodoro, è salata!!!

    @ tutti: che questa NON sia una pizza è scritto forte e chiaro, mi pare ;-) vuole solo essere un'idea veloce per un pasto diverso, non ha altre pretese ;-) ma mi è piaciuto mantenere il nome che Nigella dà nel libro.

    RispondiElimina
  48. Perfettissima per me questa ricetta...anzi per la mia bimba, così quando mi chiede se le faccio la pizza 1 ora prima di cena, preparo questa!!!la segno, ovvio!!^_^

    RispondiElimina
  49. Anche a me è toccata un'esperienza simile quando vivevo a Tunisi mi hanno chiesto di fare un simil corso per spiegare i segeti della pizza all'italiana e le battute peggiori sono arrivate dalla moglie del consigliere USA ...racconti dell'orrore!
    io sono per la margherita for ever!
    baci e felice che ti sia rimessa
    Alice

    RispondiElimina
  50. ahahahaha: eccezionale come sempre, Stefania!! Mi hai fatto proprio ridere! :)
    Spero tu stia meglio, ma dsal post direi di sì!
    Del resto se pensi che gli stranieri considerano gli spaghetti come una verdura e mettono il ketchup anche lì... ;)
    Bacioni

    RispondiElimina
  51. sono d'accordo con te,Stefania..:))chi condisce la pizza con il ketcup,dovebbe essere perseguito legalmente..ahahah
    hai ragione..la nostra margherita è la migliore e guai a chi cerca di contaminarla..specialmente con l'ananas!!questa non pizza è accattivante,per l'aspetto e la sottigliezza!!bacioni,cara

    RispondiElimina
  52. O mio dio! Quando ho visto questo blog me ne sono subito innamorato. Sei davvero bravissima e tutte le tue ricette sono grandiose e intriganti! Ti rinnovo i miei complimenti per il blog e ti invito a passare nel mio. Anche io mi diletto un po' in cucina e propongo le mie ricette con foto "passo per passo".

    http://marmellataepane.blogspot.it/

    Giovanni

    RispondiElimina
  53. Hai davvero ragione. Fare anche una semplice lezione di cucina italiana con qualsiasi piatto tu decida di preparare ed abbastanza conosciuto all'estero, crea la massima sensazione e perplessità tra gli astanti stranieri. Se la lezione la fai in Italia, qualsiasi cosa che non rientra nei loro canoni verrà accettata. Ma se la fai all'estero...apriti cielo. Ti prendono per pazza, manco fossero loro gli Italiani. E allora io rivendico l'essere talebana. In Italia non si mangiano gli spaghetti con l'aglio crudo o con le polpette grandi come hamburger e neanche la pizza con l'uovo! E qui aspettati il pugno sul tavolo. Un po' talebana dovresti esserlo. Ti abbraccio come sempre. Pat

    RispondiElimina
  54. Per me c e' solo una pizza ... Quella di Bonci ;-)) e in Italia secondo me anche dove e' meno buona e' sempre meglio che in giro per il mondo ! Questa e' una pizza alternativa:-) ciaoo

    RispondiElimina
  55. Carissima tu hai la pazienza di Giobbe!! Conoscendo la mia talebanitudine io sarei esplosa quasi subito :O))

    RispondiElimina
  56. A mio marito verrebbe direttamente un infarto...è di Salerno e ho detto tutto!

    RispondiElimina
  57. Questa mi incuriosisce molto.

    RispondiElimina
  58. L'uovo nell'impasto non deve stupire, si usa normalmente nelle pizzette da buffet per mantenerle morbide e non si sente proprio il gusto di uovo. Certo questa "pizza" è strana, mi ricorda un po' l'impasto delle crepes (come ha detto sopra Eli) ma la proverò sicuramente, chiamandola magari "crepe alla pizzaiola". Grazie Stefi, come al solito sei un mito!
    44gatti

    RispondiElimina
  59. bravissima come sempre e che pazienza ci vuole!!
    bacioni!

    RispondiElimina
  60. C'è sempre da imparare... naturalmente non è la classica pizza italiana!

    Ciao!

    RispondiElimina
  61. Oh santa polentaloca, la pineapple :)))
    Ed anche qui, se non è più che semplice margherita, nisba.
    Grande e pazientissima Arabina bella.

    RispondiElimina
  62. Araba, ma solo tu puoi scovare queste ricette così! Tipo i biscotti con la maionese o la pizza liquida! Che poi sembra pizza vera! Vorrei avere il tempo di fare tutto!! E anche quello di mangiare tutto!
    Beh, cmq almeno ti hanno riconosciuto la paternità della pizza, in quanto italiana...pensa che ho sentito che nei sondaggi mondiali, se chiedi qual è la patria della pizza, chi l'ha inventata, etc etc...la maggior parte è convinta che sia AMERICANA! Ti rendi conto? con il ketchup, l'ananas, il tutto magari misto a wurstel e panna liquida!!
    Mah,,,,sarò anche io talebana....;-)

    RispondiElimina
  63. Oddio, una lezione di cucina da ricordare! La pizza per noi italiani è il piatto per eccellenza, ma ne esistono talmente tante varianti non varianti, che dubitiamo all'estero abbiano idea di quali sono i reali ingredienti di questo piatto...o almeno quelli base!
    La ricetta che proponi è davvero curiosa...un'influenza estera...insomma ce la portiamo sempre pure noi in cucina eh?!
    baci baci

    RispondiElimina
  64. Ho portato l'ananas......quando si fa la pizza e' sempre una frase piuttosto minacciosa!
    Anche per me la margherita e' sublime.
    Un bacione!
    Ah, dimenticavo qualche anno fa da pizza hut (se ben mi ricordo) facevano la pizza con le noccioline ed i bean sprouts!!

    RispondiElimina
  65. Fantastica! Sarei venuta volentieri alla tua lezione di cucina per difendere una ricetta d'eccellenza italiana dagli obrobri esteri(ketchup,ananas...)a volte esser un pò talebani non guasta in certe situazioni! ;)

    RispondiElimina
  66. pizza non pizza io la sbranerei subito!!!!!

    RispondiElimina
  67. Nooooooooo l'ananas e il kechup.... magari insieme! Io potrei uccidere ... e il Corano mi darebbe ragione!
    Buona giornata.
    Araba!
    Nora

    RispondiElimina
  68. La pizza è la pizza (che tautologia arguta) ma questa ricetta vorrei proprio provarla... ovviamente senza aspettarmi un qualcosa di simile alla Pizza, però mi incuriosisce.. la proverò!

    RispondiElimina
  69. Che bella questa pizza non-pizza! Mi incuriosisce molto il sapore!:P

    RispondiElimina
  70. Sei troppo buona Stefania! Non so se sarei riuscita ad avere il tuo self control... Sappi che c'è ancora tanta gente che apprezza quella originale :-) Comunque sia non si disdegna mai qualche variazione e questa direi che è proprio invitante! Ciao, bacioni!

    RispondiElimina
  71. Considerando certi scempi che birano anche in Italia, mi sento talebana anche io!!!

    La pizza all'americana è da provare!

    buona giornata

    loredana

    RispondiElimina
  72. Mah, per quanto riguarda l'uovo so che pure in Italia c'è chi lo mette. Mia mamma è una brava cuoca ma è sempre insoddisfatta, così va in giro a dire che le cose non le vengono bene e tutti si prodigano a darle consigli (che poi sanno cucinare peggio di mia mamma...ma vabbè), e una volta una vicina di casa calabrese le disse: "Se vuoi che venga bene devi mettere l'uovo, in Calabria facciamo tutti così!". Poi non so se davvero in Calabria facciano tutti così, ma mia mamma ha imparato a non andare più a lamentarsi in giro della sua cucina. Elena

    RispondiElimina
  73. ...e meno male che nigella non ci ha messo pure il burro!!!

    Mi sa che quando verrai da me a cena ti faccio trovare il gelato confezionato e la pizza surgelata dell'hard-discount... Te li meriti!!!

    p.s. sto piangendo... Ora vado da Gambetto a farmi consolare.. :((

    RispondiElimina
  74. Mi piace leggere il tuo blog perché hai sempre da raccontare qualche bella storia :)
    E' un piacere leggerti e anche vedere cosa ci prepari :)

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  75. @Lo Ziopiero
    Quindi da te cena fredda...in piedi!! :P ahahahahahahahahaha

    RispondiElimina
  76. hAI VISTO CHE ALLA FINE L'UOVO CI VA? :DDD

    RispondiElimina
  77. L'ananas è per fare la famosa, a quanto pare, Hawaiian Pizza.
    Ne ho di strada da fare, per smettere di essere talebana ;-)
    ----------------

    AUHAUHUAHUHAUHAUHUAHUAHUA

    RispondiElimina
  78. Non mi sarebbe mai venuto in mente di inquinare la pizza con l'ananas..
    Anche io ne devo fare di strada per non stupirmi più di nulla in campo culinario e non solo!!

    RispondiElimina
  79. stranissima la pizza con l'uovo....e ti dico che me la mangerei tutta!!!! ha un aspetto ottimo!

    RispondiElimina
  80. assolutamente geniale :-) Un bacione

    RispondiElimina
  81. cara la mia talebana, ancora inorridisco al pensiero di quando preparai gli gnocchi ad un gruppo di amici in Irlanda e tutti si munirono di ketchup per condirli. Che ci vuoi fare? e vogliamo parlare dei marshmellow nella cioccolata calda? Basta, la finisco qui, altrimenti anche io voglio il titolo di talebana d honorem!

    RispondiElimina
  82. Oltre la margherita io non disdegno neanche quella con rucola scaglie di grana e rucola oltre il pomodoro e la mozzarella di base :-) però mai cose obrobriose che ne coprano il tradizionale sapore! Bleh che scemi questi :-) ricetta inteeressante per me che sono sempre di corsa! :-) bacio!

    RispondiElimina
  83. Durissimo davvero non essere talebani, quando le richieste sono quelle che ci racconti.
    Però capisco che fuori dall'Italia in effetti è così. La versione di Nigella non la conoscevo in effetti è proprio velocissima!

    RispondiElimina
  84. Che buonaaa! io amo la pizza...non pizza! :D e nigella non sbaglia mai! sarà fantastica! complimenti al tuo goloso blog, pubblichi una ricetta più buona dell'altra, ma come fai?? sei l'antidieta per eccellenza! :D bacioniii

    RispondiElimina
  85. Come ti capisco, in Marocco è uguale. Un giorno, al lavoro, mi hanno voluto fare una sorpresa e mi hanno preparato la pizza...allora, non ho seguito l'impasto, ma già conosco il metodo marocchino. Mi era sfuggito pero' un particolare: nell'impasto hanno aggiunto il pepe, non vi dico quanto era piccante, immangiabile e loro invece che ingurgitavano soddisfatti. Quanto al condimento, c'era di tutto, e non tutto identificabile! Quanto allo spessore e alla morbidezza: bassissima e dura, e sapete perchè? Prima di condirla pensano bene, dopo averla stesa nella teglia, di trafiggere la pasta con i lembi della forchetta, a mo' di crostata.
    Un giorno ho annunciato che avremmo rimangiato la pizza ma che questa volta l'avrei preparata io. Mentre impastavo, una collega mi ha spinto mettendo le sue mani nell'impasto perchè secondo lei io sono troppo lenta nell'impastare...l'ho subito bloccata dicendo che la pasta è come un figlio, va coccolata, essere duri quando occorre, per poi ricoccolarla di nuovo. Ho fatto una pizza al trancio, quindi un po' spessa, ma morbidissima! Per il condimento: ci mettiamo la carne trita? Nella MIA pizza NO! Insomma, l'hanno mangiata lamentandosi dello spessore, troppo alta! L'ho rifatta un'altra volta dimezzando lo spessore: ora va bene! E meno male.
    La focaccia non sanno neanche cosi', un giorno l'ho preparata e mi hanno detto: buono questo pane anche se un po' salato...

    RispondiElimina
  86. ti giuro che questa ricetta mi sconvolge.. non capisco bene che consistenza mi dovrei aspettare nell'addentarla.. è una specie di incrocio tra una crepe e un souffle poi condita come pizza? Scusami ma io mi sa che alle lezioni di cucina con le tue amiche non ci potrei venire.. sarei molto più talebana di té e getterei l'ananas fuori dalla finestra :-)

    RispondiElimina
  87. Oggi scrivo anch'io...come una manifestazione di ringraziamento...venire da te e trovare buonumore e ricettine veloci e intriganti è una sicurezza...e in questo mondo così incerto su tutto fa piacere di potersi fidare a occhi chiusi di qualcuno...brava araba...che non è un'araba! :P

    RispondiElimina
  88. @ Passiflora, una specie di incrocio tra una crepe e una frittata :-) ma che sa di pizza :-)

    Grazie a tutti gli altri, comprendo che la ricetta possa lasciare perplessi per il nome ;-)

    RispondiElimina
  89. ahahahha...carina!
    Mi hai fatto ridere!

    RispondiElimina
  90. NO l'ananas sulla pizza non lo posso accettare!!! :D
    un sentito abbraccio

    RispondiElimina
  91. detesto il termine ma anch'io sulla pizza sono talebana: margherita, al massimo napoletana, e con varianti minime tipo pomodoro fresco ed eventualmente bufala ma non indispensabili!!!! ma..non ho capito bene, alla fine ti è toccato fargli questa simil-pizza per accontentarle? che tutto sommato è ancora accettabile, oppure era solo una premessa per introdurre la ricetta?

    RispondiElimina
  92. No no, nei miei corsi faccio sempre la pizza quella vera ;-) questa era una cosina vista sul libro di Nigella e sperimentata per curiosità ;-)

    RispondiElimina
  93. Ananas sulla pizza...cose da pazzi!!!!
    Complimenti per la non pizza e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  94. Mi piace l'idea! Molto furba ;-)
    Il mio condimento preferito è pomodoro-mozzarella-basilico, ma d'estatemi piace tanto anche con pomodorini Pachino-mozzarella di bufala e basilico.
    Il tuo racconto è esilarante :D
    Quanto sarebbe bello poter leggere le tue vicende su carta... io ci spero sempre!

    Buon fine settimana :-)

    RispondiElimina
  95. Come probabilmente avrò scritto spesso, le tue ricette sono sempre un successo, ma questa forse è l'unica che mi rende diffidente, la pizza è la pizza, non so se riuscirei a stravolgerla. Però effettivamente qui dici "la pizza che non è una pizza" e allora un giorno forse potrei provarla, in fondo l'aspetto è invitante!
    Comunquee non lo sapevo mica che all'estero avessero queste idee sul come fare la pizza, è triste e comico allo stesso tempo. Se penso che da piccola mi faceva gola la pizza di "Mamma ho perso l'aereo" e delle "Tartarughe Ninja", avrei pagato oro per mangiarle e ora tutta la bontà viene svelata in un'orrendaaa veritààà!
    L'ho fatta tragica, non sarà così male e alla fine mi fa gola anche la tua foto!

    Buon proseguimento!

    RispondiElimina
  96. Una volta durante una lezione di italiano ho fatto dire ai miei ragazzi gli ingredienti della pizza (così per ripassare un pò di vocabolario). Hanno incominciato: mais, pollo, ragù, cipolla, pepperoni (salamino piccante tedesco molto scadente), ananas. Quando ho detto loro quali sono i veri ingredienti la risposta è stata: "Miss, la vostra pizza deve essere proprio una schifezza". Laura

    RispondiElimina
  97. Io già mi sentivo una che bara perchè prima mettevo lo strutto nella pizza per farla più morbida.
    Si ma queste allieve son fuori?
    Della serie che andiamo ad un corso di cucina giapponese e ci portiamo la polpa di granchio in bastoncini e ci meravigliamo se non è così pure quella che fanno loro!
    Eppure sembra veramente una pizza!

    RispondiElimina
  98. Questa ricetta mi incuriosisce un sacco!
    Grazie per averla condivisa :)

    RispondiElimina
  99. Ho vissuto per un po' in Germania....in una fattoria...cucinavo per 20 persone circa ogni giorno e, quando c'era il pizza-day, mi veniva da piangere a preparare tranci su ordinazione con "salame+cipolla+peperoni+fagiolini+KETCHUP"!!!!! :-)
    ottimo il tuo self-control e complimenti per questo blog, leggo sempre, commento poco ma ti seguo con affetto! :)

    RispondiElimina
  100. ciao stefania! ho scoperto il tuo meraviglioso blog da qualche settimana...complimenti per il tuo bellissimo blog, ricco, ricchissimo di cose.. ho segnato la ricetta e messa da parte! pizze e brioches sono il mio cibo preferito che cucino da sempre.. ma.. questa versione nn l'ho mai sentita! *_*sono molto molto curiosa del risultato che a vedere dalle foto è assolutamente super riuscito! baci buona domenica e festa della mamma :*

    RispondiElimina
  101. Stefania, sì...quella del "pesto normale" era stata una serata memorabile, con il ricordo di questo sugo squisito che mi perseguitava...e non mi capacitavo come una cosa tanto buona fosse servita da un..nobel così!.-):-)

    RispondiElimina
  102. talebani no, ma le uova nella pizza?! che ci tocca sentire, certo la fantasia non manca! :-D

    RispondiElimina
  103. facciamo così: se tu l'avessi intitolata - che ne so - "Frittellona mediterranea", o "Pasticcio al pomodoro", avresti avuto 90 commenti del tipo "Ehi, si potrebbe dire che è una pizza, ma senza lievito! Brava!".
    come fai, fai. troverai sempre qualcuno che si professa integralista in qualcosa (salvo poi cercare spaghetti alla amatriciana mentre è in vacanza in Guatemala).
    Quindi, benvenuti a tutti. BEne o male, purché se ne parli (per me, per esempio 1- deve essere una figata, questa ricetta qui, e voglio provarla e 2- sei veramente fantastica!)

    RispondiElimina
  104. E che dire che una volta abbiamo trovato in una pizzeria la pizza con FRAGOLE E CIPOLLA? Mio marito ha voluto provarla e l'ha trovata un po' troppo dolce... ancora adesso se la ricorda!
    Vabbè, coraggio di provare! Secondo me, vuol dire avere la menta aperta a tutto, e in cucina è bello sperimentare e provare cose nuove (a parte ananas o fragole nella pizza, c'è un limite a tutto!!!).
    Comunque, mi hai incuriosita, devo provarla per i 3 avvoltoi che mi ritrovo, sono sicura che non avranno problemi se preparo una non-pizza!
    Grazie di avercela proposta.
    Stefania.

    RispondiElimina
  105. Ciao Stefania! ho provato la tua pizza!! Spettacolare!!
    se vuoi, passa a vederla!
    http://cibochefasognare.blogspot.it/2012/05/speedy-pizza-senza-glutine-e-senza.html

    Ciao, grazie!!!

    RispondiElimina
  106. sacrilegio il ketchup nella pizza :)
    ma questi "stranieri" perchè modificano le nostre ricette peggiorandole?
    non amo particolarmente Nigella, per il semplice fatto che non condivido molte sue scelte, però devo dire che questa pizza mi attira molto. La segno e la provo presto :)
    baci e complimenti!

    RispondiElimina
  107. Questa ricetta è davvero interessante, l'ho appena vista anche in versione gluten free...sembra troppo buona!!

    RispondiElimina
  108. Anche io conosco una ricetta di una pizza che non è una pizza... è fatta con il cavolfiore! ed è buonissima! Non vedo l'ora di provare la tua ricetta ;)

    RispondiElimina
  109. effetto curiosità del post precedente...non sarà una pizza, ma sembra deliziosa...la curiosità di provarla è tanta...sarà la mia cena...deciso...

    RispondiElimina
  110. dimenticavo, una volta mi sono lasciata convincere da una pizza con fragole, arancia, rucola e salmone affumicato....però....era buona sai....

    RispondiElimina
  111. Tutto questo mi fa venire in mente che la Clerici ha fatto, tempo fa, la ricetta di una "Chicago Pizza" che mi son promessa di riprovare. Anche in questo caso di Pizza c'è solo il vago ricordo. Praticamente viene fuori una torta alta cinque centimetri dove due dischi di pasta pizza servono a tenere insieme circa mezzo kg di ripieno XD una di quelle robette leggere che mangi prima della palestra insomma U.u

    La proverò. La sua e la tua. Cioè, quella di Nigella. Insomma, ci siam capiti ;)

    RispondiElimina
  112. Ora ti farò rabbrividire...mia nonna, napoletana, oltre alle uova nella pizza ci metteva pure le patate....l'abbiamo sempre presa in giro per questo....ma io perchè ancora non seguo il tuo blog?

    RispondiElimina
  113. @ Murzillo Saporito: anche io a volte!!! Mi fa piacere che mi faccia compagnia la nonna napoletana ;-) mi sento meno in colpa!!!

    RispondiElimina
  114. PROVATA!
    la teglia non era larga abbastanza, un pochino alta (ma pochissimo) è venuta.
    emmenthal al posto del cheddar.
    B.U.O.N.A.-
    veloce.
    risolve. Grazie.

    RispondiElimina
  115. Mi dai proprio soddisfazione ( alla faccia di chi per questa ricetta mi voleva MORTA)
    Un bacione :-))))

    RispondiElimina
  116. Ciao Stefania , in queste settimane la mia allergia non mi permette di stare molto in cucina , ma seguo comunque con affetto il tuo blog perchè i tuoi post riescono sempre a darmi allegria . Questo poi , neanche da parlarne !
    Pensarti alle prese con gente che mette l'ananas sulla pizza , ricorda le mie espressioni ( celate a malapena , ma per me sempre bassa di pressione in effetti sono un toccasana ) quando qualche cliente suggerisce di sostituire gli amati Swarovski dei miei gioielli , con qualche " bel pezzettino colorato di plastica che ho trovato sulla bancarella del mercato" ...un colpo di 45 in pieno petto farebbe meno male!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  117. Ah che bel post!!! È quello che provo io tutti i santi giorni qui in Irlanda... non ce la fanno a non mettere tutto il frigorifero sulla pizza! E la pizza all'ananas, vi prego, banditela!

    RispondiElimina
  118. Occielo, è presto ma a vedere queste foto mi è venuta una fame che non esiste! Questa ricetta rapida e veloce va proprio provata. Per quanto riguarda la pizza credo che ogni italiano abbia un centinaio di episodi sui vari maltrattamenti della pizza nel mondo. A me è capitto a budapest di vedere una pizzeria al trancio che sembrava niente male... ovviamente avvicinandomi abbiamo visto pizze che non credevamo un uomo potesse concepire ma in tutto quel marasma una margherita c'era. Fiduciosi la indichiamo e il commesso gentile e con un sorriso ci chiede se sopra ci vogliamo il ketchup. Un po' restiamo basiti, un po' ce la ridiamo ma veloci gridiamo NO NO prima che il sanguinoso (anzi ketchuposo) delitto venga perpretato.

    RispondiElimina
  119. Ormai sono passati piu' di vent'anni, ma mi ricordo ancora benissimo il mio stupore ("raccapriccio" rende meglio l'idea!) quando in gita scolastica in Austria ho visto la pizza con l'ananas.. ma non dolce, proprio con formaggio, pomodoro e ananas!!
    E c'era pure quella con le pesche sciroppate.. non credevo ai miei occhi!
    Poi ho scoperto gli spaghetti con il ketchup, questi in Germania pero'.. argh! :D
    A me queste cose fanno ribrezzo, pero' capisco anche che se uno vive in un posto dove e' normale mangiarle così, magari inizialmente gli piacciono di piu' dell'originale! ;)
    Ricordo il marito scozzese di una mia amica italiana, che la prima volta che lei gli ha cucinato la pasta e' rimasto un po' male.. era cruda, per lui!
    Poi ha confessato che era abituato a mangiare spaghetti e ravioli precotti, quelli in lattina, già con il sugo dentro.. la mia amica si e' sentita male, ahahah!!
    Ora e' convertito, ma all'inizio aveva un'idea della cucina italiana tutta sua.. :)
    Del resto avete mai visto in tv, su Real Time, Buddy in cucina mentre insegna ricette a suo dire italiane? Ecco.. simpatico senz'altro, ma fa certe cose..! :D
    Ciao!
    Silvia

    RispondiElimina
  120. Insalata mista, di grazia, mi spiegheresti che significa «al massimo napoletana»? La pizza *è* napoletana. Di italiano non ha proprio niente. Dato che la sua invenzione risale al Settecento (infatti si faceva senza pomodoro: cerca in Rete quella alla "mastunicola"), quando Napoli era la capitale dello stato omonimo, indipendente e sovrano, e l'Italia non era nemmeno nella mente del Signore.

    RispondiElimina
  121. cara stefania, dopo aver provato qualche mese fa apprezzando la ricetta così come da te proposta, circa il condimento di pomodoro e mozzarella, ieri sera ho voluto provare a condirla diversamente. sono stata ispirata da una busta di asparagi da me congelati freschi e tagliuzzati, che da tempo giacevano in freezer in attesa di essere consumati. li ho fatti cuocere in padella per circa 15 minuti, con un pò di cipolla, olio e sale, e poi ne ho agginto una metà nel composto di uova, latte e farina, mentre la rimante l'ho agginuta alla fine, qualche minuto prima della cottura completa, insieme ai rimanenti 50 gr di emmental (come nigella). risultato soddisfacente, prossimo esperimento funghi trifolati e formaggio. ciao virginia.(mio figlio di di nove anni, non ha però molto gradito, avendo preferito sicuramente quella al pomodoro e mozzarella)

    RispondiElimina
  122. Sai che queste versioni "in bianco" mi ispirano e non poco? Grazie del suggerimento!
    I bimbi si sa, la pizza è solo quella al pomodoro...ciao!

    RispondiElimina
  123. Dunque, stasera l'ho fatta. Sarà che dalla tua foto mi aspettavo una cosa diversa (forse sei troppo brava a fotografare :-)) ma sono rimasta un po'.. delusa. In effetti come hai detto non è una pizza! Si, confermo, è colpa delle tue foto!!! :-) probabilmente a te è venuta meglio che a me la ricetta!!!
    Beh io comunque continuo a provare i tuoi piatti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della pizza in effetti ha solo l'aspetto!!! E' più una...crepe, diciamo ;-)

      Elimina
  124. Ciao! bella idea, io sono intollerante al lievito ^^..ma che farina usi? non hai specificato per cui posso usare quella che voglio? anche di mas?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, qui trovo un solo tipo di farina, la 00, non credo che quella di mais avresti lo stesso risultato...

      Elimina
  125. Anche io faccio una "pizza" del genere, una ricetta finlandese chiamata pannukakku, ovvero un pancake che si cuoce al forno e può essere sia servito come dolce che come salato quindi spesso lo faccio a mò di pizza! Se vuoi dai un'occhiata http://kioskodifruttidibosco.blogspot.it/2013/09/pizza-pannukakku.html
    Colgo anche l'occasione per farti i complimenti per il tuo blog e per le tue ricette sorprendenti! Sei nel mio blogroll ;)

    RispondiElimina
  126. ahahah, anche io trovo lo stesso 'problema' vivendo a Londra, l'altro giorno ho fatto la pizza margherita per un party ed una ragazza (Australiana) mi ha chiesto ingenuamente : "ma come non ci metti il burro?" ....il mio sguardo allibito ha parlato per me ... Pazienza, ci vuole tanta pazienza!! appena ho tempo proverò' questa ricetta :)

    RispondiElimina