lunedì 24 ottobre 2011

The Coca-Cola Cake




L'avete sentita nominare diverse volte, su questo blog.
Zia Angela era in casa mia una sorta di istituzione, e non certo solo perchè mi ha insegnato il pan di Spagna più buono del mondo o i biscotti che tanto mi piacciono.
Una di quelle persone che ci sono da quando nasci, e per conseguenza ti sembrano eterne.
Sempre uguale, con i suoi capelli ricci ricci che con il tempo sono diventati solo un po' più bianchi, quella voce inconfondibile e il suo parlare a macchinetta per cui l'avresti riconosciuta in mezzo ad una  folla.
I nipoti non sono certo la migliore categoria del mondo, e chiedo venia se ogni tanto ci ha fatto fare qualche inconsapevole risata.
Un po' sorda, era facile cadere in qualche divertente equivoco perchè non ci aveva sentito bene, con lei che si crucciava e noi scellerati a cui veniva da ridere...
Adorava me e mia sorella come se fossimo figlie sue, e solo il Cielo sa le tonnellate di farina che nel tempo si sono trasformate in dolciumi per noi.
Non solo, abilissima con l'uncinetto tanto quanto in cucina sfornava anche centrini e ricami da regalarci, e parecchie delle sue realizzazioni sono riuscite ad arrivare persino in Arabia Saudita...
Con la stessa velocità con cui parlava è andata via, improvvisamente.
Mi chiedo spesso come sia possibile che nel corso dell'evoluzione l'essere umano si sia adeguato a tutto, tranne che al pensiero della morte, che pur lo accompagna sin dall'inizio.
Rifiutiamo, e non sappiamo, e dimentichiamo.
O facciamo finta, ma finta proprio bene.
Ed ogni volta è una sorpresa, di quelle brutte, di quelle che non ti aspetti anche se tua zia ha oltre ottant'anni e cento malanni con cui combattere.
Ma sembra invicibile, e se lo sembra lo sarà...
Con lei se ne va un mondo, e non solo quello di quel croccante favoloso che preparava solo lei, o il segreto di quei pasticcini morbidi alla mandorla in cui nessuno la eguagliava.
Un mondo che è un pezzo del mio mondo, come se un maligno effetto ottico  pian piano cancellasse le persone a cui voglio bene dalla foto della mia esistenza.
Lo so, che rimangono i ricordi.
Ma solo a me sembra che i ricordi delle persone che non ci sono più facciano stare male, per il rimpianto di non poterli rivivere?
Accidenti che brutto scherzo ci hanno fatto, il giorno che ci hanno regalato i sentimenti.


Mia zia mai nella vita avrebbe fatto una torta alla Coca Cola, poco ma sicuro. Ma entusiasta com'era e curiosa di ogni novità non avrebbe esitato ad assaggiarla, se fossi stata io a portargliela.
E non ci avrebbe trovato nulla di strano, perchè sa... di torta al cioccolato!
Ma e' di un morbido, di un umido, di una consistenza che la rendono particolarissima, con una glassa da perdercisi dentro che diventerà la mia arma segreta per molti altri dolci, poco ma sicuro.
Siate coraggiosi, e provatela: scommettiamo che la rifate ? ;-)
La ricetta viene da un opuscolo di ricette con la Coca Cola di proprietà della biblioteca della mia scuola.


TORTA AL CIOCCOLATO E COCA COLA
( per una teglia da 20-22 cm)

240g di farina
250 g di zucchero
250 ml di Coca Cola
125 ml di latticello, oppure yogurt bianco
mezzo cucchiaino scarso  di sale
un cucchiaino scarso di lievito
mezzo cucchiaino di bicarbonato
200 g di burro
30 g di cacao amaro
2 uova intere

per la glassa al cacao e Coca Cola ( gluten free)

100 g di burro
40 ml di Coca Cola
3 cucchiai di cacao amaro
la punta di un cucchiaino di sale
200 g di zucchero a velo

Mischiare in una terrina la farina, il sale, lo zucchero, il lievito ed il bicarbonato.
In un pentolino mettere il burro, la Coca Cola, il cacao e lo yogurt ( o il latticello, se lo trovate).
Portare il composto a bollore sempre girando in modo che non si formino grumi, quindi togliere dal fuoco e versare lentamente, a filo, sul composto di farina girando vigorosamente.



Appena il composto è omogeneo unire le due uova intere.
Versare nello stampo imburrato o coperto con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 35-40 minuti.
Non stracuocetela, deve rimanere morbida e quasi cremosa all'interno.
Quando manca poco a fine cottura preparare la glassa: mettere in un pentolino su fuoco basso burro e Coca Cola, aspettare il bollore e versarvi dentro il cacao ed il sale. Togliere dal fuoco e girare bene, cominciando ad unire lo zucchero a velo.
Lavorare con una spatola o un cucchiaio finchè sarà liscia e setosa.
Versare la glassa tiepida  sulla torta appena esce dal forno.
Far raffreddare e servire.

NOTE:

- la glassa si rapprende completamente formando una crosticina dal sapore indicibile. Quello che vedete in foto è solo il momento in cui la verso.

- i 40 minuti di cottura indicati si riferiscono al mio forno che cuoce piuttosto velocemente. Regolatevi con il vostro, potrebbero volerci 5 o anche 10 minuti in piu'.

- la torta si mantiene straordinariamente anche per tre o quattro giorni, coperta con l'alluminio.

- se il giorno dopo volete scaldare una fetta al microonde sentitevi liberi di farlo, e di rifarlo, e rifarlo ancora...;-)

- si presta anche ad essere cotta in stampi rettangolari e servita a quadrotti.

- non omettete la glassa per alcun motivo, e soprattutto non dimenticate il sale. Fidatevi ;-)

- la torta non sa di Coca Cola. Sa solo di cioccolato! Puo' essere realizzata con Coca normale, Light, Zero e perche' no, anche la Pepsi.

- il tag gluten free si riferisce alla sola glassa.


197 commenti:

  1. Ha l'aria davvero deliziosa..hai visto la mia ricette con la Coca-Cola??Passa se ti va ..la trovi tra le carni bianche..

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Araba,che bella questa torta,ma a renderla ancora più buona è l'aggiunta di un ingrediente che io adoro,la coca cola :)Bravissima!!!Anna

    RispondiElimina
  3. Outing
    Ammiro da sempre il tuo modo di rendere con leggerezza e sorrisi la vita nella sua declinazione anche più amara. Di mio sono molto cupo e quindi apprezzo chi porta luce laddove in ochi ci riescono, senza mai cadere nel banale, nel superficiale ma appunto con la leggerezza che solo certe persone speciali hanno rendendo per un attimo un pò meno amari i ricordi anche a gli altri. La torta alla coca...è un bel diversivo ma non volermene se oggi i complimenti sono tutti per il modo di raccontare il tuo mondo...
    Con grande stima ed affetto complimenti :)

    RispondiElimina
  4. torta alla cocacola? questa si che la copio... non l'avevo mai sentita!! che buona che dev'essere, ciao e felice giornata!! :)

    RispondiElimina
  5. questa poi!! e la lattina araba!!!....certo incuriosisce molto!! la coca cola è come la nutella, schifezze che ci piacciono tanto :-))
    i sentimenti sono come l'aria che si respira, non si potrebbe vivere senza, ridendo e piangendo....c'est la vie!

    RispondiElimina
  6. L'ho sentito di questa torta ma non ho avuto il piacere di poterla assaggiare . Però da quello che mi mostri e vedo dalla foto dev'essere una goduria unica!

    RispondiElimina
  7. Doveva essere una persona fantastica, hai tutto il mio conforto. Ti abbraccio forte!

    Ammetto ero scettica con i biscotti alla maionese, e poi erano ottimi, stesso scetticismo questa torta con la coca cola... Ma chissà magari! :)

    RispondiElimina
  8. Non ci si abitua mai alla perdita di chi abbiamo amato, e sono d'accordo con te ricordare a volte fa male, ma non riuscire a ricordare alcune cose come capita a me con mia madre, è davvero doloroso.

    Passando ad argomenti meno tristi, ho fatto mangiare a chiunque i tuoi biscotti alla maionese, vuoi che non riesca a far assaggiare questa torta ?!?!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  9. ma che bella... che buona... posso una fetta??!

    RispondiElimina
  10. Di torta alla Coca Cola conoscevo solo quella di Nigella, l'ho anche fatta....una ciofeca (sicuramente per colpa mia...). Questa tua mi ispira a cimentarmi di nuovo...e sai che c'è??? Domani è il compleanno di mia figlia...e a scuola la vedrei proprio bene....:)
    Ti faccio sapere....

    RispondiElimina
  11. ne avevo sentito parlare di questa torta ma non ho mai osato! però se la consigli tu mi fido!!

    RispondiElimina
  12. wow! sara' che la coca non e' tra le cose piu' salutari, ma poi chissenefrega, sara' anche che quello spicchio li' su dice "assaggiami", ma questa torta la trovo strepitosa! si', va copiata alla grande!
    un bacio e buona settimana :)

    RispondiElimina
  13. Ci tenti sempre con il cioccolato, eh? ;-)
    Le tue ricette sono sempre speciali e ci regali un pezzo del tuo splendido mondo!
    La proverò prima o poi, come ho fatto con i Tutù di tua zia.
    Ti abbraccio con affetto,
    Sara

    RispondiElimina
  14. e si hai detto bene, va via un mondo.
    questa torta mi ha fatto sgranare gli occhi, la voglio fare, la devo fare, non posso non farla!

    RispondiElimina
  15. Maionese, coca cola......se li proponi tu sono sicurezza di riuscita!!!!!! Bellissima la presentazione. Ti abbraccio forte........

    RispondiElimina
  16. Bellissima questa torta super cioccolatosa, la coca cola mi incuriosisce molto. Mi dispiace per tua zia, immagino che essendo lontana la sofferenza sia ancora maggiore,lei hai scritto una dichiarazione di affetto che sono sicura avrebbe molto apprezzato

    RispondiElimina
  17. Sicuramente la Coca cola è una delle invenzioni che citerei sicuramente se mi chiedessero un elenco, per cui dopo averci marinato la carne, la tua torta la proverò sicuramente!!! Un abbraccio fortissimo ciao :)

    RispondiElimina
  18. Tesoro il bagaglio di emozioni e di ricordi che ci portiamo con noi nn ci faranno mai dimenticare le persone cara che abbiamo amato quindi lei sarà sempre con te!!
    Sai questa torta l'avevo vista anche nel libro che ho di nigella e mi ero sempre ripromessa di prepararla quindi adesso che ho questa visione sono piu che sicura che la proverò...è una goduria!!baci,Imma

    RispondiElimina
  19. No, non ci si abitua! I miei nonni, che non ci sono da un po', più passa il tempo e più mi mancano...
    Complimenti per la golosissima torta!

    RispondiElimina
  20. Sicuramente la tua amata zia apprezza una dedica con così tanto amore e si fermerebbe con te a gustarsi una fettona di questa magnifica torta! :)
    Io vorrei tanto provarla, ma sono a casa convalescente e ho della pepsi aperta in frigo.....potrebbe andare bene uguale? :)

    RispondiElimina
  21. Questo mese anche a me ha portato molti lutti, quindi ti capisco perfettamente, e mannaggia ai ricordi quelli che ti fanno ridere a crepapelle ma subito dopo ti fanno scendere un mare di lacrima. Ma in fondo è la nostra vita, qualcuno nasce e qualcuno ci lascia ferite profonde da rimarginare,a cui riusciamo difficilmente mettere una pezza.
    Ma alla fine non ci rimane null'altro che dire...the show must go on...

    E per la torta? Sono talmente curiosa che proverò a farla!!!
    Sai Stefania cosa berrò insieme a questa torta??? Un bicchierone di coca cola....^_^
    Stef

    RispondiElimina
  22. hai ragione Stefania: i ricordi hanno il rovescio della medaglia, trasmettendo quel senso di irreversibilità ed impotenza... Per fortuna c'è sempre il cioccolato a consolare un po' :) Una torta alla coca cola: mai avrei potuto pensarla! Un po' mi tenta, anche se io non sono un'amante dell'articolo! Buona settimana!

    RispondiElimina
  23. Siamo appena tornati dall' Eurochocolat ma questa Coca cake ci mancava ... golosa !!!
    PS; meravigliosa la Coca Araba :)))
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  24. cara stefania, un grandissimo abbraccio

    RispondiElimina
  25. Si Stefania, i ricordi ci accompagnano ma, a volte, hanno un retrogusto amaro. Cerchiamo di goderci solo il lato dolce.
    Che meraviglia questa torta, dire che ci incuriosisce è poco.

    RispondiElimina
  26. per la gioia di mio figlio devo assulatamente provarla!.
    vedi il ricordo di tua zia sarà sempre dentro di te e di sicuro ogni volta che farai una sua ricetta lei sarà in piedi dietro di te che ossrverà ogni tuo gesto.

    RispondiElimina
  27. hai tutto il mio conforto, ti sono vicina.

    conosco benissimo questa torta, ci faccio dei muffin golosissimi!!buona settimana.

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. devo assolutamente provarla!!!!

    RispondiElimina
  30. che carina la zia!
    Adoro la tua torta

    RispondiElimina
  31. Un abbraccio grande, perché sai dire ciò che senti in maniera speciale, perché tutti noi abbiamo nel cuore quei sentimenti lì, perchè ognuno di noi ha un debito d'amore, di pazienza, d'affetto con persone speciali, volate via prima che noi fossimo pronti a camminare senza la loro mano nella nostra...e non si è mai pronti...e perchè si!
    La tua torta è pura goduria!
    Patrizia

    RispondiElimina
  32. giuro, pensavo di aver esagerato io con la guinness cake, ma agli esperimenti non c'è mai fine :)))))
    e brava la mia stefania!
    mi fido? mi fido :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guinness cake? ricetta ricetta ricetta

      Elimina
  33. cara Stefania, prima che i ricordi diventino un grande conforto deve passare il dolore, almeno per me è così....e ci vuole molto tempo purtroppo, ma senza ricordi la vita sarebbe poca cosa. Tutte le persone che hanno lasciato un segno, più o meno profondo nella nostra vita vivranno per sempre solo grazie ai ricordi...cosa c'è di più prezioso?
    Questa torta la proverò senz'altro, ancora faccio spessissimo l tua torta al cioccolato e questa potrebbe farle concorrenza mi sa ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
  34. Ha un aspetto delizioso. Se non l'avessi scritto che era fatta con la Coca Cola non sarebbe mai stato possibile scoprirlo.
    Anch'io ho dei bellissimi ricordi di una zia che purtroppo improvvisamente e senza alcun preavviso ci ha lasciati. I ricordi rimangono, è ovvio, ma quello che con il passare del tempo non riesco quasi più a ricordare è la sua voce.

    RispondiElimina
  35. Ti abbraccio forte per la tua cara zia, di sicuro ha lasciato dietro di sè un mare di "dolcezza" che non potrai mai dimenticare...la torta e soprattutto la glassa alla Coca-cola mi incuriosiscono parecchio!Sei un pozzo d'idee.
    Tamara

    RispondiElimina
  36. Le tue ricette sono sempre interessantissime..mi tocca provare anche questa bellissima torta!
    I ricordi delle persone care sono un tesoro da conservare gelosamente..ho perso da poco mio suocero,improvvisamente, tragicamente, prematuramente..sono sicura di aver conosciuto un angelo,sarà sempre nel mio cuore..
    Un bacio
    Vera

    RispondiElimina
  37. coca-cola cake?????
    dopo me la leggo per bene perchè non voglio assolutamente perdermela
    baci

    RispondiElimina
  38. Quando ci lasciano le persone a noi vicine è sempre un grande dolore.Sempre ci mancano, ma i ricordi col tempo ti aiutano a sorridere, e rievocarli te li fa sentire vicini. Il dolore per la mancanza, magari improvvisa, ci sarà sempre, ma la consolazione è che comunque loro hanno avuto la loro vita, pienamente vissuta e circondata di affetto e soddisfazioni e che magari sono arrivati a questo momento serenamente. Quello che invece faccio più fatica a superare è la scomparsa di una persona ancora giovane e che mi immaginavo accompagnasse la nostra vita parallelamente, come aveva sempre fatto da quando eravamo adolescenti. Non mi rassegno che lui non sia più al mio fianco quando preparo qualche cena,entusiasta di farmi da braccio destro...e non riesco ancora a non pensare che possa arrivare anche lui ogni volta che ci sediamo a tavola con gli amici. Ecco tutti questi avvenimenti sono dolorosi, molto dolorosi, ma questo in più mi sembra innaturale.
    Lui avrebbe apprezzato anche questa torta. Scusa lo sfogo...forse non era il luogo...un abbraccio.

    RispondiElimina
  39. salvata tra i preferiti...ne avevo sentito parlare e ora che ho visto la tua la rifarò certamente!!!

    RispondiElimina
  40. Stefania tu riesci SEMPRE a stupirmi!!!! :)
    La prverò: solo perché sei tu che l'hai proposta!!!
    Il tuo post è talmente bello che si commenta da solo: è davvero impossibile rassegnarsi alla perdita delle eprsone che tanto abbiamo amato.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  41. La penso proprio come te.... che brutto scherzo i sentimenti. e la nostalgia, i ricordi, per me sono un logorio. Certo, è bello ricordare, ma la parte di tristezza rimane lì.
    E per onorare la tua speciale zia, direi che questa torta la provo anche io :-) La sua consistenza è stupenda!!!

    RispondiElimina
  42. avevo già visto un dolce alla coca cola da qualche parte, ma non intrigante come questo, ci credo sulla parola che la glassa non va omessa!!!

    La zia non c'è più... ma sai che fortuna averla avuta?!?!

    RispondiElimina
  43. Ma allora esiste sul serio.......avevo letto qualcosa a riguardo.....ma adesso che la vedo li ...cavoli...........davvero meravigliosa........complimenti!!!!

    RispondiElimina
  44. Ciao, ti leggo spesso ma non avendo un foodblog, non scambio ricette né commento.
    Approfitto di oggi per farti i complimenti per il blog e per condividere con te una considerazione, ringraziandoti di aver condiviso le tue.

    Ho perso un anno fa una nonna che per me era una delle persone più importanti del mondo. Come una mamma.
    La piango ogni giorno, nel cuore, anche adesso che le lacrime sono finite.
    E la ricordo sempre, rivedendola in mille cose: ricette, profumi, dolci, libri.

    I ricordi fanno male, ma sono necessari per dirci chi siamo e da dove veniamo. Chi ci ha amati e come. Per insegnarci ad amare come siamo stati amati.

    Farò la tua torta in onore della tua zia e in ricordo della mia nonna, cuoca sublime, donna elegantissima e moderna, che - come la tua zia - magari certe stravaganze non le cucinava, ma sicuramente le assaggiava!
    Un abbraccio.
    Roberta

    RispondiElimina
  45. Carissima
    questa è una vera e propria tentazione, non sono in cucina a farla solo perchè mi manca la coca cola, ma stai pur certa che la proverò prestissimo

    grazie sei sempre fantastica
    buona settimana
    Manu

    RispondiElimina
  46. Non so come, ma mi hai convinto...ci provo!!!! ^_^

    RispondiElimina
  47. Mi dispiace per la tua perdita Stefania, hai ragione, i ricordi restano, ma fanno male.
    Grazie per avere comunque pensato a noi e averci regalato la ricetta di questa torta.

    RispondiElimina
  48. No, alla perdita delle persone care non ci si rassegna mai ed in alcuni casi i ricordi fanno solo male. Io fuggo da questi ricordi, sopratutto per una persona la cui morte ancora non accetto.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  49. Credo che rimarra' sempre nel tuo cuore il ricordo... Hai fatto una torta splendida e originale. un bacione

    RispondiElimina
  50. Di solito mi fai ridere fino alle lacrime, oggi mi sono commossa ripensando alle mie care nonne e zie che non sono più con me. Mi spiace tanto cara Stefania.
    Questa torta è la preferita dei miei nipoti, richiestissima ad ogni compleanno. Dici che quando sarò anziana sarò ricordata come la zia della torta alla coca cola? :)

    RispondiElimina
  51. Queste cose un pò "strane" mi attirano sempre... prima o poi la provo...

    RispondiElimina
  52. leggendo questi post trasportanti e con racconti così toccanti su di lei, zia Angela è diventata inevitabilmente un pò cara anche a me...me la immagino pure d'aspetto,come un personaggio di un libro!condivido appieno che i sentimenti sono un dono,ma a doppio taglio,però, come dice da tempo qualcuno,fanno girare il mondo...e tenerci stretto più che possiamo chi ci sta vicino...
    La torta alla coca cola non posso non provala...è un esperimento irresistibile!!!non ti smentisci mai in quanto a originalità...buon lunedì

    RispondiElimina
  53. E come faccio a non fidarmi di te ; )))
    la provo sicuramente come ho fatto con tante altre tue ricette!!!
    Sui ricordi ho il tuo stesso pensiero..sarà un modo per non dimenticarli ma...fanno troppo male
    :((

    RispondiElimina
  54. alla coca cola??!! ma e stupenda!!! questa la provo sicuramente!!

    RispondiElimina
  55. un bellissimmo scorcio della tua vita, grazie per il racconto! questa torta è decisamente da provare... è troppo bella a vedersi e immagino anche la bontà!!! ciao

    RispondiElimina
  56. si i sentimenti son un brutto scherzo..però senza i sentimenti nn avresti scritto queste belle parole per tua zia..
    la torta con la coca cola??? oddio nn so se mi attrae o meno, l'aspetto e la tua descrizione assolitamente si..il pensiero che ci sia la coca cola meno..però io la provo..magari mezza dose! Che dici se la faccio con la coca zero cosi è anche "light"? io bevo solo quella! Troppo figa la lattina araba!!
    Ps: l'altra sera tutti i miei ospiti son impazziti per i biscottini con pecorino e il tuo sumak!!Ne ho anora un pochino per fortuna!

    RispondiElimina
  57. è da un po' che ho in mente anch'io di fare un dolce con la coca-cola...ma con la tua mi hai proprio convinto!!!
    p.s. bellissima la lattina araba! ;)

    RispondiElimina
  58. bellissimo il barattolo, un mio zio che non c'è più li collezionava, quanti ricordi, quanto hai ragione!
    sono troppo curiosa di assaggiare questa torta e la glassa, ci sarà un picco di vendite in Italia :-D

    RispondiElimina
  59. Nel mio caso, è un conto aperto, quello dei ricordi e dei rimpianti. A cui, qualche volta, si aggiungono anche i rimorsi, per non aver saputo o voluto condividere il tuo tempo, i tuoi sentimenti, le tue emozioni con quelle persone della cui grandezza ti rendi conto solo quando è troppo tardi. Con l'età peggiora, purtroppo- però, per contro, c'è la consapevolezza di non sprecare più nulla. Io sono nella fase del recupero, ora, e ringrazio il cielo ogni giorno di aver avuto di nuovo l'opportunità di poter ricucire, rammendare, riprendere i fili che avevo voluto tagliare e che oggi scopro più forti che mai. Come quelli che mi legano a questa amica oltre le dune, con cui scopro ogni giorno affinità incredibili a dirsi, torta alla coca cola e libro ispiratore compresi
    un abbraccio forte
    ale

    RispondiElimina
  60. Mamma mia che bontà! anche se sono un pò indecisa nel farla, perchè anche se adoro la coca cola, non credo che mi piacerebbe nei dolci. ma se tu dici di fidarci, credo che la farò!

    RispondiElimina
  61. Con tutto l'amore del mondo Stefy, ma non so se arò abbastanza coraggiosa!!!!
    Fran

    RispondiElimina
  62. Tua zia vivrà sempre nei tuoi ricordi, in quelli che terrai per te nel silenzio del tuo cuore e in quelli che, come in questo post, avrai voglia di condividere con i tuoi amici reali e virtuali.

    Sono arrivata qui incuriosita dal titolo del post e alla fine vedo che la coca-cola c'è davvero. Lo sai vero che mi hai incuriosito? Non mi rimarrà che provarla quanto prima!

    RispondiElimina
  63. Ma si vede dalle foto che goduriosissima!!!Bacioni e un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  64. che bello quello che hai scritto sulla tua zia.... davvero si ha sempre il rimpianto di non aver mai fatto... abbastanza... e allora brindiamo virtualmente alla tua cara zia, con una fetta di torta (favolosa) alla coca cola!!!! un bacione
    Ely

    RispondiElimina
  65. Mi dispiace molto per questo "distacco forzato". Ma questi tuoi omaggi sono un modo per mantenerla viva, nonostante tutto.
    Quanto alla ricetta, non ti nego che ho storto il naso quando ho letto coca-cola, anche perché non ne sono una grande amante... ma poi dalla foto come si fa a resistere? :)

    RispondiElimina
  66. Mai avrei pensato che si potesse fare un dolce con la coca cola! :) Ma da te posso solo che aspettarmelo e inchinarmi, tua zia avrebbe sicuramente fatto un salto così a sentirne gli ingredienti, ma poi avrebbe dato un morso solo per assaggiare...concludendone di avere una nipote straordinaria!
    Un abbraccio e ti assicuro che la proverò! ;)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  67. Un abbraccio caro, in ricordo della Zia.
    e della torta... che dire?
    mi hai incuriosita, tanto. nonostante la Coke non sia il massimo della salute..
    :-)

    RispondiElimina
  68. Ciao Stefania,
    mi chiamo Sara e da poche ore faccio parte anch'io della blogsfera. Volevo farti sapere che la prima ricetta che ho pubblicato sono i tuoi profiteroles (limitatamente ai bignè)! Se ti va di dare un'occhiata mi trovi a
    magiedalforno.blogspot.com

    Un abbraccio
    sara

    p.s.: io ti seguo da mesi in silenzio..ti ho commentato solo una volta quando hai dedicato una torta alla tua mamma. non so se ti ricordi :)!

    RispondiElimina
  69. Ciao Stefania!
    hai talmente tanti fans che a volte, con la mia connessione lenta, (quindi nn solo tu hai dei problemi con internet, anche noi in ITALIA li abbiamo!)non riesco a commentare!
    Hai ragione quando dici che ci si abitua a tutto tranne alla morte....chissà perchè? qualcuno direbbe che forse non siamo fatti per morire!
    Quanto alla tua torta ....penso che la proverò sono proprio curiosa e penso anche che verrà bene come le altre tue ricette che ho testato!
    un bacio
    Marisa

    RispondiElimina
  70. Mi dispiace per la zia Angela, buonissima questa torta moretta ma farà dormire? ;-)
    Baci.

    RispondiElimina
  71. Non solo a te cara...i ricordi delle persone che ci hanno lasciati sono struggenti proprio per il rimpianto di non poterli rivivere! Quando mi capita di sognare qualcuno a cui ero legatissima, al risveglio non ti dico il rimpianto...Va bè, ritorno alla torta va'! Farebbe felice il mio nipotino undicenne, che ha una fissa per la coca-cola! Ti farò sapere:)

    RispondiElimina
  72. Ben detto Stefania, che pasticcio quando ci ha dotato di sentimenti...un'arma bellissima con un taglio affilato..
    Però ne vale la pena, moltissime volte.
    E questa torta dice davvero "try me" :)
    Bacione

    RispondiElimina
  73. Mi fai impazzire con le tue ricette!!!Giuro che la faccio...al massimo resisterò fino a natale,non oltre.
    Bravissima Stefania,sei unica.
    Mi dispiace per la zia.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  74. ...araba...non so da dove iniziare...se dalle cose serie o da quelle frivole...perché in un caso ti vorrei abbracciare...nell'altro...vabbe', ci siamo capiti!!!

    Facciamo così: oggi ti abbraccio e basta.

    ;)

    RispondiElimina
  75. Ho in casa tutti gli ingredienti, e stavo pensando a una torta da fare...cioè...ma tu peschi sempre queste ricette così totally awesome!!!!!! Mi sa proprio che la proverò, sono curiosissima, come tua zia, che dev'essere stata un incanto di persona :) Anche io penso che certi ricordi a volte facciano più male che bene...però dipende dai momenti, dalle giornate..quindi, spazio anche ai sentimenti, e alle emozioni...con il loro carico di gioia o malinconia...va bene anche quella a volte. Un bacione a te e un bel pensiero alla zia!

    RispondiElimina
  76. i ricordi servono per portare sempre con noi le persone che amiamo e che non ci sono più! il loro ricordo ci accompagna lungo il nostro cammino :-)un abbraccio

    RispondiElimina
  77. Hai proprio ragione, che brutto scherzo ci hanno fatto...
    Un bacio e un assaggio, un assaggio e poi un altro assaggio ancora!

    RispondiElimina
  78. Quando qualcuno che amiamo viene a mancare il dolore prende il sopravvento... ma il modo in cui ricordi tua zia fa diventare tutto un po' più dolce e quindi affrontabile. Inutile dirti che questa torta stramba è una gioia per gli occhi :)

    RispondiElimina
  79. Non concordo sia un brutto scherzo... perché se oggi soffri (e ti capisco, perché io ho sofferto così per la mia nonna) hai però avuto anni di emozioni bellissime... e, per me, se il prezzo da pagare per non soffrire è perdere anche quelle allora è troppo alto...
    Riguardo la torta sembra una delizia, davvero tanto accidenti!
    E io che sono una cuoca che non mangia sono tentatissima di farla. Marito san la adorerà e mi odierà perché ogni volta che provo una tua ricetta lui ne va pazzo... e poi si lamenta della linea... ^^

    RispondiElimina
  80. @ Pippi: darò un'occhiata :-)

    @ I manicaretti di Annarè: anche io ne sono un po' dipendente.

    @ Gambetto:ecco, non so mai cosa risponderti! dico solo che sono molto lusingata dalle tue parole.

    @ nanussa: è morbida morbida, e cioccolatosa :-)

    @ poverimabelliebuoni/insalata mista: una della schifezze a cui non rinuncio, infatti :-)

    @ Mary: qui nessuno si è lamentato...

    @ Kitty's kitchen: ti capisco, ma se hai fatto l'atto di fede con la maionese fanne un altro per questa...

    @ Mascia: non avevo pensato che la mancanza dei ricordi può essere altrettanto dolorosa.

    @ raffy: se solo non fosse finta ;-)

    @ Fujiko: ed io non conoscevo la sua versione. Ma la vedo benissimo a scuola ;-)

    @ Valentina: vedrai ;-)

    @ Kat: per carità, infatti non lo è. Ma questa torta è taaanto buona...

    @ Sara: ormai credo tu abbia il record di ricette provate...

    @ Giovanna: hai detto bene, non puoi non farla!

    @ memmea: mille grazie :-)

    @ Greta: vedo che siamo assolutamente sulla stessa linea!

    @ dolci a gogo: questa versione sia diversa nelle proporzioni, comunque la coca dà una morbidezza unica.

    @ Emanuela Pane burro, e alici: infatti è così...

    @ Selina: si, purchè non abbia perso l'effervescenza, è quella che dà la morbidezza.

    @ ste.lele: eh no, le pezze non ci si mettono mai.

    @ Valentina: ma tanto la torta non sa di coca ;-)

    @ I Viaggi Del Golosa: carina la lattina, vero?

    @ cristina b: :-)

    @ lerocherhotel: ne sarete conquistati :-)

    @ lucy: sarebbe bello che fosse vero...

    @ Federica: davvero? li vengo a cercare!

    @ Lydia: mi saprai dire ;-)

    @ STRAWBERRY BLONDE: grazie!

    @ Melagranata: grazie, Patrizia, di cuore :-)

    @ Babs: non c'è limite alla pazzia...

    @ viola: assolutaamente si, le fa concorrenza!

    @ Ilaria: che peccato. Di mia zia invece credo che la voce mi accompagnerà sempre, tanto era particolare :-)

    @ Tamara: grazie, e vedrai che la glassa è un tocco che non puoi non metterci.

    @ Vera: ti abbraccio forte anche io.

    @ due bionde in cucina: ;-)

    RispondiElimina
  81. ho avuto un lutto da poco tempo anche io quindi capisco proprio quella sensazione di ricordo amaro. E' anche vero che addolcirci la vita con una torta ci viene bene quindi continuiamo a coccolarci così :)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  82. La faccio...giuro che questa la faccio!!!Poi ti dico,Roby

    RispondiElimina
  83. peccato che non si senta il gusto della coca.. però a vederla fa molta gola!!

    RispondiElimina
  84. Sembra davvero buonissima, non l'ho mai assaggiata ma adesso sono davvero curiosa! Dai un’occhiata al mio blog, e se ti piace seguimi, mi farebbe davvero molto piacere, ti aspetto!

    Cosa mi metto???

    RispondiElimina
  85. che ideona, non l'avevo sentita mai! complimenti alla zia e a te che l'hai proposta, un bacio!

    RispondiElimina
  86. Glassa alla Coca-Cola?!?! Mi mancava! Sapevo delle ali di pollo alla coca- cola ma di glassa mai sentito parlare ... e m'intriga ... assai ... Brava!!! Bacioni

    RispondiElimina
  87. Ti dico solo questo....è in forno e non vedo l'ora che sia domani all'ora di colazione.....

    RispondiElimina
  88. fantastica! ^^ è particolare, non c'è dubbio... un saluto!

    RispondiElimina
  89. Un post dolcissimo e venato di malinconia e rimpianto, ma con una nota finale di allegria e di ottimismo che svela la tua forza di carattere. Il dolore si può solo attenuare ma non può mai scomparire, però è bellissimo avere montagne di ricordi piacevoli delle persone che abbiamo amato, ed è bello dedicare loro un dolce a loro sconosciuto. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  90. Stefy stavolta ti sei superata! Avevo sentito parlare di torta al vino, alla birra...ma mai di torta alla Coca Cola! Beh, questa è un gran bell'omaggio alla zietta, che sicuramente avrebbe approvato questa torta, anche se di per se non l'avrebbe mai creata!

    RispondiElimina
  91. Che bella questa ricetta del ricordo...e comunque sai che la glassa alla cocacola davvero non l'avevo mai sentita?!!!!!!!
    Che meraviglia!

    RispondiElimina
  92. Che bella!:) Quella glassa che cola è goduriosissima!:P

    RispondiElimina
  93. nooooooooooooooo,e qst ki se la perde!!!!!da fare subito.
    P.s.bella la coca cola araba ;-))))))

    RispondiElimina
  94. Ora so cosa preparare per il giorno del ringraziamento, yu-uuuh!
    Belli anche i tuoi racconti, mi ricordi mia sorella!
    Ho fattoo i dolcini al cocco sai? Ma alla fine commetto sempre degli errori, forse ho accumulato troppo impasto e mi si sono appiattiti tipo biscotti. Erano buoni comunque, alcuni li ho ricoperti di glassa come consigliavi. E' possibile che si siano schiacciati perchè ho aggiunto un po' di farina di mandorle?

    Grazie mille,

    Cammi

    RispondiElimina
  95. Sono molto colpita da questo racconto,ti comprendo tantissimo,è difficile accettare la perdita delle persone che amiamo e ci hanno amati,la vita ci insegna che tutto continua,infine è tutto vero,l'amore e il ricordo di loro non puo' finire cosi'.Un abbraccio,Lisa.

    RispondiElimina
  96. E' vero, i sentimenti sono la nostra rovina.
    Però allo stesso tempo, quanto siamo stati fortunati ad avere avuto certe persone nella nostra vita? E' questo che bisognerebbe avere sempre la forza di celebrare, e tu lo stai facendo nel migliore dei modi ;-)

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  97. No certe cose non si accettano mai neanche quando in certe situazioni si è consapevoli... il distacco è difficile da accettare,sempre e comunque! Mi spiace di quanto è successo ma mi piace il tuo modo di ricordarla....

    RispondiElimina
  98. Mi hai fatto venire in mente, come se ce ne fosse bisogno in quanto la penso tutti i giorni, la mia adorata nonna che è sparita, anche lei all'improvviso, circa 40 anni fa.
    Ricordo le sue risate, l'essere suo semplice e spontaneo , l'amore sfrenato per l'uncinetto ("Starei in piedi anche la notte") le spiegazioni che le leggevo mentre lei veloce eseguiva il pizzo.... non preparava molti dolci ma era dolcissima lei stessa..
    Ed ora, cara Stefania mi costringi ad andare ad acquistare la Coca Cola!!!poi ti dico!!
    Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  99. L'avevo vista altrove e sono rimasto col pensiero di farla, ma poi non l'ho mai fatta. Questa tua e' spaziale!!! Specialmente quella glassa......
    P.S. - Ma quella e' cocacola originale o la ZamZam Cola?

    RispondiElimina
  100. Beh, ecco cosa fare se mi ritrovo con una lattina in casa :-). Non la beviamo, ogni tanto mi marito si fa un Cuba Libre, ma solitamente non a casa.

    RispondiElimina
  101. é vero! le persone che ci sono tanto care, lasciano un vuoto che i ricordi non riescono a colmare, ma con il tempo il dolore si attenua e quel ricordo doloroso diventa lieve come una farfalla che ogni tanto si posa riaffiorando nella nostra mente!
    Ti abbraccio!

    La torta cocacolosa uhm...forse è questa la famosa ricetta della felicità?
    Ahahahahah non lo so, ma sembra molto buona!

    RispondiElimina
  102. No, reset!! Questa non e' la Zam Zam, mi ricordavo male. Questa sembra la cocacola originale, solo con scritte in arabo su un lato. E' cosi'?

    RispondiElimina
  103. @ franci e vale: ogni perdita porta con se' lo stesso carico di dolore. Ti sono vicina.

    @ patatina: ti ringrazio.

    @ Robjana: sono contenta, e sicura che ti piacera' ;-)

    @ Tery: ha una consistenza incredibile, infatti.

    @ giulia pignatelli: ma che fortuna sarebbe averla ancora!

    @ Micol: esiste, esiste!

    @ jose manuel: ti ringrazio.

    @ Roberta: hai perfettamente ragione. I ricordi...siamo noi, tutto quello che a noi sta dietro. Grazie per avermi scritto :-)

    @ Manu: solo a casa mia la Coca c'e' sempre?

    @ Francesca: io lo so, come...;-)

    @ Mariangela: grazie a te per averla apprezzata.

    @ Natalia: anche io, fuggo e rifuggo.

    @ Ombretta: poco ma sicuro...

    @ Elena: sono contenta che gia' la conosca e ti piaccia!

    @ Iva: sapessi a me!

    @ marika: grazie, e' proprio vero...

    @ titty: grazie della fiducia ;-)

    @ Tamara: sembra strano, eh?

    @ dolcipensieri: da un morso dietro l'altro!

    @ Cleare: si si anche io bevo solo quella zero, e va benissimo per la torta. Ahhh sono contentissima che ancora usi il sumak!

    @ Glo83: se ce l'hai in mente allora fallo, perche' merita sul serio!

    @ Acquolina: sparira' dagli scaffali? ;-)

    @ alessandra ( raravis) : niente da fare, tu lo scrivi e io lo penso. Mannaggia essere lontane.

    @ NadirAmal: se puo' confortarti il gusto di coca cola non si sente per nulla :-)

    @ Fran: ma non sa di coca!!! nemmeno una mezza dose? ;-)

    @ Aiuolik: si che c'e' davvero, e pure nel topping ;-)

    @ Ka': grazie :-)

    @ Ely: il brindisi alla coca cola mi piace parecchio :-)

    @ Nero di Seppia: ti capisco. Ma credimi, se la assaggia potresti ricrederti...

    @ Vevi: mia zia l'avrebbe bollata come...porcheria :-)))

    @ Gaia: salute, no. Ma tanto buona :-)

    @ Sara: i profiteroles della mia omonima! verro' a guardare :-)

    @ i5mondi: ultimamente sto risolvendo...ma meglio non dire nulla per scaramanzia :-)

    @ gloria cuce': a noi problemi non ne ha dati
    ;-)

    @ Dada: mi succede esattamente la stessa cosa.

    @ Saretta: si, la sento che lo dice!!!

    @ Mariabianca: sono contenta :-)

    RispondiElimina
  104. ho comprato la coca...solo una domanda, diametro della tua teglia?grazie...baci

    RispondiElimina
  105. La provo assolutamente!!!!!Ha un aspetto peccaminoso!!!Smack!

    RispondiElimina
  106. @ Ziopiero: ti ho temuto, oggi :-)))

    @ Silvia: giusto, dipende dai momenti.

    @ Ros: ma fanno male allo stesso tempo :-)

    @ fantasie: e' il nome, e' il nome!!!

    @ Marina: torta stramba e' proprio il nome adatto!

    @ Michiyo: povero marito! :-)

    @ Monica-un biscotto al giorno: il cibo ha un po' questa funzione, no?

    @ Roby: certo, fammi sapere.

    @ milena: in compenso si sente quello del cioccolato ;-)

    @ Fabrizia Spinelli: grazie :-)

    @ Le ricette dell'Amore Vero: grazie.

    @ Titti@ Ciusine Oblige: e' troppo buona, vedrai!

    @ Silvia: allora???

    @ Sayuri: mille grazie!

    @ mapi: come sempre azzecchi il punto, con delicatezza :-)

    @ Claudia: le sarebbe piaciuta, sono certa.

    @ Simo: nemmeno io :-)))

    @ Ines: ;-)

    @ Ilda: e' da fare al volo, infatti.

    @ Cammi: aggiungendo la farina di mandorle li hai resi piu' pesanti, quindi si sono appiattiti. Ma se erano buoni allora nessun problema ;-)

    @ LISA51: ti ricambio l'abbraccio :-)

    @ Muscaria: forse e' quella che manca, di solito.

    @ il cucchiaio d'oro: ti ringrazio.

    @ Mammazan: ussignur ti costringo!!! :-)

    @ Corrado T: hai visto bene, e' la coca originale che qui da un lato ha la scritta in arabo ;-)

    @ Alessandra: invece noi la beviamo a dire il vero, oltre a...mangiarla, ormai :-)

    @ eli: farfalle...pesanti :-)

    @ marika: 20-22 cm, come scritto prima degli ingredienti :-)

    @ Ambra: aggettivo giustissimo!

    RispondiElimina
  107. Sono sbalordita!Questa torta non l'avevo mai sentita!La voglio provare sicuramente!Grazie per la ricetta!Lolly

    RispondiElimina
  108. Hai ragione Stefania, non ci si abitua mai alla morte. Razionalemnte si sa che esiste ma poi irrazionalmente ci si autoconvince che non succedera' mai. E l'essere umano e' straordinariamente bravo ad autoconvincersi.

    Invece non credo proprio che ci sia bisogno di autoconvincersi che questa torta sia buona...gia' l'aspetto promette molto bene...con quella glassa colanet poi fa venire proprio fame.

    Ma secondo te si potrebbe fare anche con quelle cose tipo RedBull? ne ho una lattina in casa che non so proprio come far sparire...

    RispondiElimina
  109. @ Nani e Lolly: :-)

    @ elenuccia: no, con la Red Bull no!!! ha un sapore troppo intenso, la sentiresti nel dolce e nella glassa...non è buona come la coca :-/

    RispondiElimina
  110. ma dai!!! è una meraviglia! mi sa mi sa che la annoto con mucho gusto :DD

    RispondiElimina
  111. ..non lo pensi solo tu cara.. triste periodo per gli affetti anche per me, questo mese è stato il compleanno della mia nonnina, andatasene all'improvviso e io nn c'ero..era molto legata a me e mi aveva detto di non partire.. va beh.. passiamo alla torta.. questa va fatta! :D è un po' come quella alla birra, umida e sa di cioccolato! segno! a proposito..divina la meringata!
    la crema non mi si era addensata, credo per un problema di misurino o frigorifero troppo pieno, messa nel freezer.. una goduria! hanno mangiato anche la crema sciolta nel vassoio :D ho congelato la fetta per la foto di nascosto! ihihi! buonissima!

    RispondiElimina
  112. Credo che fondamentalmente siamo egoisti. Io, almeno, piango quando una persona cara se ne va perchè so quanto mi mancherà e so che comunque, per quanto vicina le sia stata, avrei potuto esserlo di più, imparare di più da lei e dalla sua vicinanza.
    A parte questo, sono convinta sì che zia Angela l'avrebbe assaggiata la tua torta alla Coca-Cola! E sono sicura che, ovunque sia ora, si legge il tuo blog e i suoi commenti, pregustandosi il prossimo assaggio.

    RispondiElimina
  113. anche io sono convinta che la zia Angela avrebbe gradito una fettina di questa torta,avere una nipote brava ai fornelli sarà stata una grande soddisfazione per lei, ricordala con affetto e sii certa che da lassù lei sorveglia la tua cucina, un abbraccio...

    RispondiElimina
  114. Scusami del ritardo tesoro , ho avuto problemi con blogger grrgrr bellissimo post e che bei ricordi!! La tua coca cola te la copio!! bravissima come sempre
    un'abbraccio!!

    RispondiElimina
  115. che dire... non ho parole, è un mix che spacca! fantastica, la devo provare

    RispondiElimina
  116. Il tuo modo di "narrare" non ha uguali, siano argomenti frivoli o importanti come quello di oggi.
    La torta cioccolatosa alla COCA ancora mi mancava ahahahahaha

    Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  117. Peccato! ci speravo fino all'ultimo che sapesse veramente di coca-cola e che magari venisse fuori con i buchi , grandi come nel famoso formaggio svizzero, per via delle bollicinie :-)

    RispondiElimina
  118. Grazie mille. Purtroppo lo so bene che non è buona come la cocacola...devo trovare un modo per farla fuori magari senza buttarla :(

    RispondiElimina
  119. torta fatta! e già metà è andata... che dire, spettacolare! non pensavo, ero scettica. mi sa che la ripropongo qst weekend ai miei suoceri in visita...ma che c'è la coca magari glielo dico alla fine...devo dire che le tue ricette non mi hanno mai deluso. complimenti. davvero.
    vale

    RispondiElimina
  120. mi dispiace molto. proprio in questi giorni ho perso una persona cara ed ho pensato le stesse cose, più o meno. E' banale ma per vivere a pieno occorre allontanare il pensiero della morte, è questo quello che penso, è questo quello che ho visto fare anche alle persone malate che la sfidavano faccia a faccia. Con la torta coca cola mi stupisci sempre di più, credo di aver toccato il massimo livello di stupore...:) ma con te nn si sa mai!

    RispondiElimina
  121. Mi dispiace per il momento che stai vivendo...ti resteranno i ricordi e quelli non te l porterà via nessuno e saranno come piccoli mattoncini che costruiranno la tua memoria e quindi la tua persona...
    ho scoperto stasera il tuo blog, complimenti è molto carino e il titolo mi piace parecchio! da provare questa insolita torta alla cocacola!!
    elisa

    RispondiElimina
  122. 1^ mi spiace per la zia Angela, così come mi è spiaciuto per mia nonna Armanda che ha portato con sè una porzione di Emilia, con tutti gli annessi e connessi.
    tappe della vita?
    bah, a volte mi chiedo: io so che devo morire, ma non ho chiesto di venire al mondo, e talvolta l'angoscia della fine mi toglie il respiro, specie di notte quando fatico ad addormentarsi, si sa, col buio, tutto è più tetro.

    2^ ma toglimi una curiosità: perchè metterci tutta quella coca cola, se tanto poi sa solo di ciok????
    NON CAPISCO!!!
    certo,è INTRIGANTE AL MASSIMO, come le tue ricette....

    RispondiElimina
  123. bellissima la lattina araba della Coca Cola
    e splendido racconto :)

    RispondiElimina
  124. Cara Stefania i ricordi fanno stare proprio male, hai assolutamente ragione. Hanno ben poco di consolante, se non quando i sentimenti si sono estinti. Non quando si vuole davvero bene a una persona e la si sente parte del proprio mondo. Un abbraccio Livia

    RispondiElimina
  125. Mitica!
    Oggi è un giorno pieno di ricordi per me e condivido volentieri una fetta di questa torta (anche se non bevo coca cola, non riesco a farmela piacere .-), con la convinzione che è una grande fortuna avere sentimenti, un regalo che in certi momenti pesa più di un macigno nel cuore, ma che ci permette di affrontare prepotentemente e con forza anche quelle "ingiustizie" che fanno parte della vita.
    un abbraccio grandissimo!

    RispondiElimina
  126. Ciao Stefania!!! Ieri sera l'ho provata, però anzi che torta ho fatto dei cup cake, sono estasiata! è buonissima, la glassa è uno spettacolo!!!

    RispondiElimina
  127. Ora zia Angela è diventata un pò la zia di tutte le tu affezionate e nuove follower. Complimenti Birba ^_^

    RispondiElimina
  128. Ciao Stefania. Ho letto il tuo post domenica e nei seguenti due giorni sono stata a litigare con blogger. Volevo scriverti qualcosa, dirti che mi hai fatto stringere il cuore perché il tuo sentire mi è comune, volevo in qualche maniera esserti vicina. Lo faccio adesso e ti abbraccio. Nonostante tutto, grazie al cielo che ci sono i sentimenti. Con affetto. Pat

    RispondiElimina
  129. Adesso sono convinta che è anche grazie alla zia che sei così come sei, e la ringrazio!
    E... dopo i mitici alla maionese non posso esimermi dal provare anche questa torta così goduriosa, "poco ma sicuro"! ;)

    RispondiElimina
  130. Bella torta, bellissime parole :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  131. a volte mi vengono in mente certe cose e improvvisamente penso: devo dirlo alla nonna o devo dirlo al papà,purtroppo non ci sono più :( ma il fatto di pensare a loro come se fossero sempre presenti li rende per vivi in me :)
    io la assaggerei questa bella torta! magari la rifaccio :P

    RispondiElimina
  132. Una sacher-cola strabiliante...ecchedire se non bravissima...baciussss...ciao.

    RispondiElimina
  133. Fatta:buonissima!grazie!Tagliata a cubotti come i brownies e messa nei pirottini sembra da pasticceria!

    RispondiElimina
  134. @ Sonia: grazie!

    @ vickyart: ma come non ti si è addensata??? hai fatto arrivare a bollore?

    @ Viviana B: vero, siamo egoisti. E vorremmo sempre chi amiamo con noi.

    @ Chiara: grazie per le tue parole.

    @ Anna: ti ringrazio tanto.

    @ Mafalda: :-)

    @ Letiziando: ti ricambio l'abbraccio, grazie!

    @ /Alessandro: sarebbe stato bellissimo!!!

    @ elenuccia: è che proprio la odio...

    @ vale: ma dai! sono contentissima! e si, fai la sorpresa ai suoceri ;-)

    @ Acky: il massimo stupore? aspetta, non si sa mai :-)))

    @ bucciadilimone: benvenuta! e grazie :-)

    @ La Fata Golosa: nella torta servono comunque dei liquidi, e la coca cola con la sua dolcezza ed effervescenza le dà una consistenza incomparabile, nonostante non rimanga molto nel sapore ;-)

    @ sefirj1: piace tanto anche a me!

    @ Pellegrina: e purtroppo non se ne esce, c'è da dire!

    @ Cindystar: grazie per essere passata, e per avermi lasciato un pensiero :-)

    @ Mariangela: sono contentissima, grazie!

    @ Birba: grazie, che carina sei stata.

    @ Patty: come hai ragione.

    @ maniamorefantasia: vedrai, è altrettanto buona :-)

    @ Silvia: :-)

    @ Gio: succede anche a me...

    @ Max: bellissimo! sachercola!!!

    @ MIKI: sono veramente contenta, grazie :-)

    RispondiElimina
  135. anche a me i ricordi fanno stare più male a volte :-(
    particolare questa torta.. ma la coca cola serve a far lievitare..visto che dici che non sa molto di coca cola?
    cmq visto che il latticello(butter milk) lo trovo facilmente qua..mi salvo la ricetta e la proverò :-) <3

    RispondiElimina
  136. Dio mio ma è una specie di miracolo!! Non avevo mai pensato che la Coca Cola si potesse usare come ingrediente!!!
    Ora magari vado controcorrente, ma sicura che non sappia per niente di coca?? Io la mangerei davvero una torta con il sapore della Coca cola!!!!!

    RispondiElimina
  137. Fatta: il sapore è strepitoso, ma in superficie ha fatto dei crateri spaventosi!
    Dove ho sbagliato?

    Grazie comunque per questa e per tutte le ricette che continui a regalarci

    RispondiElimina
  138. @ Love at firs bite: piu' che a far lievitare serve a dare morbidezza :-)

    @ CookingNaLa: purtroppo non sa di coca, anche a me sarebbe piaciuto :-)

    @ essebi: forse il tuo forno scalda piu' del mio, abbassa leggermente la temperatura la prossima volta e non si dovrebbe rompere. Grazie!

    RispondiElimina
  139. post meraviglioso e ricco di bei sentimenti!!
    Brava, davvero.
    Proverò senz' altro a fare questo dolce bizzarro, grazie

    RispondiElimina
  140. Una torta con la Coca Cola non l'avevo mai sentita. Sono curiosisssima e proverò senz'altro. Grazie!

    RispondiElimina
  141. questa è la torta al cioccolato più buona che io abbia mai non solo fatto, ma anche mangiato...:)) grazie per condividere con noi le tue "creazioni"..:)

    RispondiElimina
  142. Oltre che farti i complimenti per la ricetta che ho visto da Vicky, ti ringrazio per il semplice modo con cui hai reso omaggio ad una persona che raffigura tantissime zie e nonne che "lavorano" per noi. Io che amo tanto le tradizioni lasciatemi dai miei nonni e zii, non posso far altro che abbracciare anche la tua Zia Angela.
    Un saluto

    RispondiElimina
  143. @ Valentina peperoncina: fammi sapere, allora.

    @ Daniela Little Kitchen: vedrai ;-)

    @ saretta: grazie a te per aver trovato il tempo di comunicarmelo, sono proprio contenta.

    @ Stefano DK: è vero, certe zie, come certi sentimenti, sono universali.

    RispondiElimina
  144. Ciao Arabafelice, ti segui da cookaround, ho fatto tante tue ricette e da poco ho aperto un blog dove pubblicarle ma questa ricetta non l'avevo mai sentita....con la coca-cola??? Pazzesco...sei proprio bravissima.

    RispondiElimina
  145. Ciao, e se la provi sentirai che è buona da morire ;-)

    RispondiElimina
  146. Ciao!
    Vorrei fare questa torta per portarla Sabato a una festa del ringraziamento, so che una torta con le noci pecan sarebbe più appropriata ma non trovo le Pecan da nessuna parte e comunque questa torta sembra spettacolare. Volevo chiederti: secondo te è possibile fare delle monoporzioni in stampi da cupcake con la stessa ricetta?
    Grazie infinite,
    buona serata.

    Cammi

    RispondiElimina
  147. Cammy, penso proprio di si. Bastera' diminuire il tempo di cottura ovviamente, e poi potrai glassare singolarmente ogni tortina.
    Buona serata a te :-)

    RispondiElimina
  148. Dentro di me pensavo: "spero che risponda subito, spero che risponda subito!" (perchè anticipiamo a questo Sabato il ringraziamento).
    Grazie mille, sei stata gentilissima e velocissima!

    I tuoi post mi fanno impazzire, dal racconto alla ricetta. Oramai ti cito sempre con le amiche quando parliamo di cucina ma soprattutto a mia sorella; le telefono alle ore più improbabili per dirle "Ohi devi troppo leggere quella ricetta..."!

    Non avevo scritto nulla sulla tua zia, mi dispiace. Ho perso anche io persone care e credo di capire quando parli del dolore che si prova al ricordo delle persone che abbiamo amato e non ci sono più. Dire questo mi sembrava piuttosto stupido e banale. Però ho nuovamente, appena perso una persona cara e rileggerti mi commuove un po'. So solo che quei ricordi si trasformano in sorrisi al pensiero di ciò che ci hanno lasciato dentro.

    Grazie ancora

    RispondiElimina
  149. Non sono mai banali i sentimenti, e ciò che ruota loro intorno.
    Mille grazie per le tue parole, davvero, e ti mando un abbraccio di comprensione :-)

    RispondiElimina
  150. Questa torta mi incuriosiva moltissimo (e si che io nemmeno la bevo la cocacola), finchè ieri mi sono decisa, complice una bottiglia di chinotto neri aperta, ma ancora frizzante in frigo ed ho appena ricevuto una valanga di complimenti dal mio compagno che è uno che "le torte al cioccolato non mi piacciono per nulla"..
    Ha una consistenza bizzarra, quasi cremosa e lavorare un'impasto così spumeggiante è stato divertentissimo.
    La rifarò (magari in versione muffin con la sua golosa glassona).
    Grazie mille per la ricetta!

    RispondiElimina
  151. Vero che e' particolarissima? Ed anche divertente nella preparazione, sembra un esperimento!!!
    Grazie a te :-)

    RispondiElimina
  152. Fatta e rifatta
    golosissima e stratosferica
    spero non ti dispiaccia se l'ho inserita nel blog a far compagnia al tuo Napoleon

    grazie mille per le tue meraviglie
    e se non ho altre occasioni ti auguro già da adesso buone Feste, che trascorrano come tu desideri

    un grande abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  153. Grazie a te Manu, e ti ricambio gli auguri di vero cuore :-)

    RispondiElimina
  154. Certo a vederla sembra una bontà...tu sei una garanzia...la provo certamente!

    RispondiElimina
  155. Credimi, per una volta l'apparenza non inganna...;-)

    RispondiElimina
  156. ho provato.... mi è scoppiata come un vulcano....e dentro è rimasta crudina.....
    però sapore fantastico ed il giorno dopo ancora + buona!! ma ho sbagliato qualcosa di sicuro....
    non è lievitata...
    da riprovare
    complimenti le tue ricette sempre originalissime e buonissime!!!!

    RispondiElimina
  157. Forse aveva solo bisogno di un pochino di cottura in più.
    Quanto al non essere lievitata è strano, c'è sia lievito che bicarbonato! Non è che erano un po' vecchi e magari non perfettamente attivi?
    Nonostante questo sono contenta che non sia stato un disastro ;-)

    RispondiElimina
  158. Una delle contraddizioni del mio essere donna di sinistra è l'assoluta dipendenza da un mostro del capitalismo quale è la Coca-cola...(ma non diciamolo a nessuno :-))).
    Ho sfornato la torta quando l'ho sentita ancora morbida; gommosa mi verrebbe da dire.
    Adesso devo aspettare che si freddi ma vorrei sapere: la conservo in frigo?
    Grazie!
    Ale P.P.

    RispondiElimina
  159. cruda cruda cruda...sigh sigh sigh...
    l'ho rimessa in forno con tutta la glassa...sperem!
    ale p.p.

    RispondiElimina
  160. Ale p.p.: mi spiace! Quanto l'hai tenuta in forno? Diciamo che alla prova stecchino, se si fa, lo stecchino non deve uscire completamente pulito ma certo non ricoperto da torta ancora liquida...come e' finita???

    RispondiElimina
  161. è finita strana, nel senso che comunque non si cuoce oltre e comunque una volta che si inizia a mangiarla non ci si ferma più!
    credo di aver scambiato il crudo per il suo status naturale...hi hi hi...
    come faccio ad allegarti una foto della fetta?

    RispondiElimina
  162. Magari se fai una nuova prova cuocila 8-10 minuti in piu' senza glassa, perche' comunque dopo averla messa tende ad ammorbidire ulteriormente il dolce.
    Mandami la foto via mail, se ti va, nei commenti non credo si possa allegare
    arabafeliceincucina@gmail.com

    Ciao e grazie :-)

    RispondiElimina
  163. mamma mia ; era da tempo che volevo provarla , e oggi è la giornata dedicata alle tue sempre fantastiche ricette. Burger di gamberi a mezzogiorno ... e la torta che lievita magnificamente in forno. Se è buona anche solo la metà del divertimento che mi ha dato nel farla , mi hai regalato una Dmenica felice in cucina.
    Tra un'oretta di dico anche se le mie belve fameliche apprezzano...

    RispondiElimina
  164. Non è buona...di più!! Non ho resistito e ho mangiato un pezzo ancora bollente ; io di solito preferisco i gusti salati , ma la torta vale davvero la pena , e in più è davvero divertente da preparare. Grazie per l'ennesima fantastica ricetta!!

    RispondiElimina
  165. Happylandblog anch'io l'ho fatta domenica,tagliata a quadrotti e finita oggi...mamma mia è da rifare al più prestooooo,magari come cupcake!
    Grazie Stefania!

    RispondiElimina
  166. Grazie ad entrambi, sono contenta che la torta sia piaciuta :-)

    RispondiElimina
  167. ci sono caduta di nuovo:) eccola lì in forno....ma quanto è buona!!l'ho pubblicizzata alle mie colleghe e sono venute tutte a vedere il tuo blog e ricette:)

    RispondiElimina
  168. Ma grazie, sia a te che alle tue colleghe :-)

    RispondiElimina
  169. io la faccio eh!!!! DEVO, il mio fidanzato ama la coca 0 ma imbroglierò :*

    RispondiElimina
  170. hei ciAo per la doppia dose quale stampo devo usare?

    RispondiElimina
  171. Direi almeno 30...se non più grande!

    RispondiElimina
  172. Ciao! Ti seguo da un po' anche se è la prima volta che ti scrivo... ma stavolta non posso non dirti che ho provato questa ricetta e l'ho trovata strepitosa! Ci ho anche scritto su un post, ma non è questo il punto, il punto sono i complimenti per una torta fantastica che non vedo l'ora di rifare.

    Ciaooo
    Roberta

    ps. bellissimo anche il tuo post...

    RispondiElimina
  173. http://happycooking-annajennifer.blogspot.it/2012/08/the-cola-cola-cake-e-grazie-araba-felice.html

    mercì!
    <3

    RispondiElimina
  174. Ciao,
    ho scoperto da poco il tuo blog....e mi ha incuriosito tantissimo questa torta....volevo farla il per il mio ragazzo che adora sia il cioccolato che la coca cola...potrebbe esistere connubbio migliore?
    L'unica cosa che mi lascia un po' perplessa è il burro, il non amo le cose troppo burrose e qui in tutto ce ne sono 300 gr..
    Non saranno troppi....?!? Volevo sapere se si sentiva molto il sapore di burro.....Grazie Grazie, attendo una tua riposta. :) Lara

    RispondiElimina
  175. Ciao Lara, il burro non si sente ma è essenziale per avere una torta morbida ed una glassa cremosa. Buoni esperimenti :-)

    RispondiElimina
  176. cara stefania, vorrei sapere se è obbligatorio aggiungere i liquidi (coca cola, yogurt, ecc)riscaldati, nel senso che non si devono prima far raffreddare prima di aggiungerli ai secchi?
    grazie virginia

    RispondiElimina
  177. Ciao Virginia, il composto liquido non va fatto raffreddare ma aggiunto caldo.
    Ciao!

    RispondiElimina
  178. Ciao!
    L'ho provata a fare anche io...OTTIMA! Davvero un'ottima ricetta! Il sapore è quello di una buona torta al cioccolato...ma la consistenza è fantastica!! E' ben lievitata, soffice, rimane umida ma non da' la sensazione che sia rimasta cruda..! Fantastica davvero! Io l'ho cotta nel fornino sfornatutto della delonghi a 160° (invece di 180°) perché essendo più piccolo ha le resistenze più vicine al dolce e quindi basta meno calore.. ormai sono abituata a convertire le temperature di tutte le ricette ed abbassarle sempre di 10-20° :) Il tempo di cotture invece è perfetto: 40 minuti tondi tondi!
    Sono sicura che nessuno indovinerà mai cosa la rende così speciale! ;)
    Vi metto i link delle foto!

    http://digilander.libero.it/Ulpia90/0SAM_4611.JPG

    http://digilander.libero.it/Ulpia90/0SAM_4616.JPG

    Grazie ancora per la ricetta!!
    Romina

    RispondiElimina
  179. PS: la glassa sopra è spettacolare! E' semplice e veloce da fare e ci sta' alla perfezione! :D

    RispondiElimina
  180. Ciao, ho preparato questa originalissima torta per il pranzo di Natale... Una domanda... La consistenza e' giusto che fosse di un dolce tipo "castagnata", cioe' molto compatta all'interno, umida e senza pori... Quando l'ho levata dal forno sembrava più "porosa", penso che la glassa si sia infiltrata all'interno compattando tutto... Può essere? A me e' piaciuta molto... Penso che la rifarò, perché mi sono anche divertita nel farla!! Grazie!!

    RispondiElimina
  181. Si si è così che deve venire...se clicchi sulla foto della mia fetta vedrai che è proprio così, un dolce denso :-)
    Grazie per averla provata, e auguri!

    RispondiElimina
  182. Ciao! Io l'ho provata a fare con lo yogurt magro e la glassa ce l'ho versata sopra (in poco piu di metà dose) dopo qualche minutino, il risultato è che la glassa non appiattisce il tutto e rimane alta (come si puo vedere dalla foto nel mio post sopra)e senza l'effetto "crudo"! A me è piaciuta ancora di più in questa versione :)
    Ciao e grazie ancora per la ricetta!

    RispondiElimina
  183. Ciao Romina, sono contenta che allora con questa piccola variante ti sia piaciuta :-)
    Grazie a te per le sperimentazioni!

    RispondiElimina
  184. Ciao!
    Mi è piaciuta un sacco anche nella versione origianele ovviamente!! Poi lo yogurt magro è nato per un errore... avevo sbagliato a comprarlo e ormai che l'avevo l'ho fatta con quello! E devo dire che ci sta bene! :)

    RispondiElimina
  185. dopo averla tenuta nella lista dei "da fare" per qualche tempo finalmente è fatta...hai ragione, ottimo gusto e consistenza goduriosa...grz per condividere con tutti i tuoi sentimenti e le tue opere culinarie,
    rosy

    RispondiElimina
  186. Wow una torta alla coca cola,da non credere,davvero non l'avevo mai sentita e poi cosa dire della lattina araba,troppo forte! Di sicuro la proverò anche perchè sono sicura che i miei figli impazziranno,ma se volessi farla in una teglia quadrata o rettangolare per poi dividerla in quadrotti che dimensioni dovrebbe avere? Stefania complimenti,sei una fonte inesauribile di idee! ciao,a presto:) :) :) :)!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DIrei una teglia quadrata da 20 cm :-) buoni esperimenti e grazie!

      Elimina
  187. Stefy,oggi ho finalmente preparato questa torta; veramente sono stata letteralmente costretta a farlo dai miei figli e ti dico "l'avessi fatta prima!!!!" E'semplicemente fantastica!! La torta è buonissima,ma la glassa è qualcosa di eccezionale!! E' andata benissimo anche con il pollo al limone,GRAZZZZZIEEEE!!!! :,)

    RispondiElimina
  188. Ad una perdita di un caro non si è mai pronti, nemmeno se avessero 100 anni..
    La torta alla Coca Cola l' ho fatta con la ricetta di Nigella, ed era buonissima..ma ora devo provare la tua!! :)

    RispondiElimina
  189. Cara e' bello leggere i tuoi racconti a volte divertenti in questo caso malinconici,non immagini come io ti comprenda; la morte e' per gli esseri umani il maggiore tormento e tutti purtroppo prima o poi si trovano a doversi separare dalle persone amate.Sai mi hai incuriosito parecchio con questa torta e ora la copio! Grazie e cerca sempre di ricordare tua zia nei momenti belli e mai nei momenti tristi cosi' vedrai sara' bello pensare a lei. <3

    RispondiElimina
  190. Beh che dire, siamo fatti della stessa pasta per quanto concerne i sentimenti, i ricordi, le emozioni...
    Straordinaria questa torta, pensa che la sto preparando alle 02.00 del mattino per un compleanno in famiglia da festeggiare domani a pranzo, sperando di fare bella figura.
    Domattina sia io che mia moglie saremmo stati impossibilitati nel prepararla, dato la nostra piccola Marina non ci permette di dedicarci ad altro se non a lei, o brevi distrazioni di pochi minuti...
    Intanto per preparazioni future, vorrei chiederti se la posso conservare in frigorifero o la glassa si indurisce troppo e perdendo sapore e gusto.
    Ti ringrazio, Giovanni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni, capisco bene cosa voglia dire preparare dolci a notte fonda per fare sorprese o per non mancare di sottolineare una ricorrenza....quanto alla glassa, se la conservi indurisce troppo ed è molto difficile spalmarla sulla torta. Meglio farla quando devi usarla anche perchè deve essere tiepida, e la torta bollente :) ciao!

      Elimina