Sorbetto istantaneo alla ciliegia

lunedì 22 giugno 2020



Tutta colpa del virus.
Altrimenti non si spiega.
Non sarà la prima volta che su queste pagine leggete di dibattiti accesi sull'italiano parlato dalla sottoscritta e quello invece di cui si fregia come illuminato portatore sano il mio augusto consorte.
In Toscana parliamo il VERO italiano è refrain che ho sentito spesso al dubbio su qualche parola usata dall'uno e non dall'altra.
Partono in genere controlli incrociati che sono finiti pure in messaggi agli esperti dell'Accademia della Crusca, per cui in genere viene fuori che poi le suddette parole esistono, anche se sembrano astruse, per dirla gentilmente, anche se nessuno le usa più da minimo il 1200.
La cannella, in particolare, ancora un trauma.
E non solo per la prima volta che ho capito che poteva anche non essere una spezia, come ho già raccontato.
E nemmeno per la seconda, quando ancora vivevamo in una casa a due piani e ho azzardato di aprirne il barattolo, pur sapendo che per il consorte il profumo è quasi come la kriptonite per Superman.
Mentre lui era al piano di sopra.
Chiuso nella doccia.
Con l'acqua aperta.
Non se ne accorgerà mai, ho pensato, se ne metto un pizzico nella torta.
Improvvisa, dalle scale, una voce un po' urtata.
Ma hai aperto la cannella???
Santo cielo, come ha fatto a sentirne il profumo da così lontano.
Ma poi subito: perchè non arriva più acqua calda in doccia!
Ecco, era quell'ALTRA cannella di cui parlava.
Sospiro di sollievo, e quella nella torta poi c'è l'ho messa eccome.
Ma la vendetta arriva sempre.
O il karma.
Piena pandemia, lockdown totale.
Mia sorella e la sua famiglia lo passano in Toscana.
Il mio nipotino treenne quindi passa molto tempo nella terra del suo papà, babbo pardon, full immersion non indifferente rispetto alla sua vita quotidiana che  si svolgeva a Roma.
Succede d'improvviso.
Senza avvisaglie.
Mamma, questo è sporco, lo laviamo sotto la cannella?
Un colpo è preso a lei, mia sorella, ed a me appena me l'ha raccontato.
Speriamo che il rientro a Roma porti giudizio.
Ed un repentino cambio di lingua parlata :D


Questo sorbetto DOVETE farlo subito: cercate le ciliegie surgelate perchè sono proprio quelle che servono per la ricetta, spero più economiche di quelle fresche di cui leggo prezzi tali da poter essere battute da Sotheby's.
Unica condizione di avere un robot da cucina, poi non si cuoce niente, non si mescola, non si fatica.
E nemmeno c'è da aspettare troppo per mangiarlo ;)






QUICK CHERRY SORBET
di Irina Georgescu

500g di ciliegie surgelate (non fatele scongelare)
50-100 g di zucchero o miele (a seconda di quanto lo si voglia dolce)
poca buccia di limone grattugiata
un tappo di liquore alla ciliegia (o succo di limone)
un albume (circa 40grammi se come me usati quelli pastorizzati in brik)


Nel robot versare tutti gli ingredienti TRANNE l'albume. Frullare finchè il tutto è amalgamato ma non sciolto, raschiate in caso le pareti del frullatore se parte del composto rimane attaccato.
Appena omogeneo versare l'albume e frullare ancora ad alta velocità per qualche secondo, finchè sarà liscio e omogeneo.
Tenere in freezer per 30 minuti e servire decorato con poca scorza di limone.


NOTE

- la ricetta funziona in realtà con qualunque tipo di frutta ma NON OMETTETE L'ALBUME. Anche se l'autrice dice che è facoltativo in realtà contribuisce in modo essenziale alla divina consistenza finale.

- non indurisce troppo in freezer ed è più buono se lo servite morbido come indicato.

25 commenti

  1. posto che vai, usanza che trovi!
    Noi quella dell'acqua è la canna e la cannella è solo la spezia.
    Ci sarebbero un sacco di esempi, anche questo è il bello dell'Italia...
    Il sorbetto sembra strepitoso, ma l'albume...non sono convinta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi non si sente ma dà una consistenza e cremosità incredibile :)

      Elimina
  2. mi sono divertito a leggere questa sottigliezza dell'italiana della cannella che per me era solo la spezia ....

    RispondiElimina
  3. Ciao Araba felce ! Ma che fantastico e rapidissimo sorbetto!Ho delle ciliege fresche fantastiche( quelle nere , carnose , dolci e sodissime)e pensavo di denocciolarle e congelarele oggi per farlo per una cena mercoledì sera . Che ne pensi?E con la tua dose di 500 gr. al netto quante porzioni escono ? la cena è per due...che mangiano :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Allora dipende sempre quanto se ne mangia :D con la dose intera vengono tranquillamente 4-6 porzioni quindi valuta tu.

      Elimina
  4. Scuasa , Felice e non felce ... anche perchè dalle tue parti la vedo difficile essere "felce" ahahah". E ho dimenticato pure di firmarmi ... ben 2 gaffes, scusami! un saluto affettuoso da
    Ambra

    RispondiElimina
  5. troppo divertente. Comunque anche da noi a Forlì si dice babbo anche se non siamo toscani. E' un'influenza che arriva dai vicini Appennini toscani. Non diciamo cannella ma canna si, la chiamiamo o canna o gomma. Poi io sono "mista" perchè mia mamma e del Ravennate e mio babbo di Forlì quindi ho un linguaggio misto perchè anche se distanti solo una trentina di chilometri usano spesso termini diversi.
    Ho sempre fatto il sorbetto di frutta frullando la frutta surgelata (spesso insieme alla banana) ma non ho mai usato l'albume. Serve per renderlo più cremoso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io lo facevo senza, devo dire che si ottiene una cremosità incredibile :)

      Elimina
  6. Ciao Araba Felice ��
    Ti prego, non odiarmi.. Ma c'è un'alternativa all'albume per quelle sfigate come me che ne sono intolleranti?? ����
    Per una volta in una ricetta golosa che non ci trovo proteine del latte, ci sono le proteine dell'uovo ��
    Già.. Perché una sola condanna non bastava, c'è ne volevano due ����

    RispondiElimina
  7. Mi ricordavo la questiobe linguistica della "cannella"...troppo forte! Scusami, riguardo alla ricetta, nella frase finale è "tenere in freezer" o "in frigo"? Perché poi nelle note si parla di frigo. Ho delle albicocche congelate e lo vorrei proprio fare! Grazie😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Freezer! Ho sbagliato nelle note, poi correggo :)

      Elimina
  8. Anche da noi,nell'entroterra napoletano,la cannella è non solo la spezia ma anche parte terminale di una conduttura per erogare acqua .Quando ero piccola e avevo sete,mio nonno mi diceva :Viv'(cioè bevi)sott'a'cannell',ca l'acqua è chiù fresca!!
    cioè .Bevi dalla fontana xchè l'acqua è più fresca!!

    RispondiElimina
  9. Carina la storia della "cannella" so che anche in dialetto triestino c'era una parola che indicava proprio quest'uso ma purtroppo gli interpellati di una certa età non ricordano :).
    Buonissimo, siccome dici possibile anche con altra frutta e considerando che le ciliegie da quello che ricordo surgelate non sono proprio tanto acquose, le proporzioni con altra frutta surgelata tipo ananas sono le stesse.... ? Grazie e buon proseguimento di settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige, si l’autrice dice di usare le stesse proporzioni anche con altra frutta. A presto!

      Elimina
  10. Cara Stefania, anche mio marito è toscano (di Arezzo) mentre io sono brianzola, quindi ti lascio immaginare le diatribe su pronuncia e lessico 😅 grazie per questa ricettina che proverò al più presto, e grazie anche per le altre, sei sempre una garanzia! Cari saluti

    RispondiElimina
  11. Io invece da brava toscana parteggio per il TU marito: cannella per il rubinetto si dice e come! Ma non per tutti i tipi di rubinetto: per quelli ...a cannella come quelli della cucina o dei lavandini esterni. Non è colpa nostra se voi non toscani conoscete poche parole ;-) !
    Ciao! p.s. ricetta fantastica come tutte del resto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente le sue identiche parole😆 il consorte sarà contento di avere tanto supporto! E grazie :)

      Elimina
  12. Buono è buono, ma con altra frutta bisogna attendere che si scongeli parzialmente - una decina di minuti - o tagliare in pezzetti molto piccoli, o si rischia di fondere il frullatore.

    Io l'ho provato con pesche e foglie di menta fresca, con un goccio di prosecco.. rinfrescante aperitivo simil Bellini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto. Per il frullatore o robot basta averne uno che triti il ghiaccio :)

      Elimina
  13. Ciao, Araba. Perché da Giugno non posti più ricette? Mi mancano tanto…

    RispondiElimina

I tuoi commenti mi fanno molto piacere! Ricordati che se lasci un commento acconsenti alla pubblicazione del link al tuo profilo Google. Consulta la Privacy policy prima di commentare. Grazie!

Arabafelice in cucina! © . Template by Berenica.