lunedì 23 luglio 2018

Affogato con salsa al cioccolato e burro di arachidi



L'ho già scritto e mi ripeto, ma qui non siamo più nella vecchia, cara Arabia di una volta.
Improvvisamente, da un giorno all'altro, tutto è cominciato a cambiare.
Le donne guidano, anche se ancora non ne ho vista nessuna farlo, ma ho visto con i miei occhi le patenti rilasciate.
L'abaya, la lunga veste nera che copre e nasconde il corpo non è nemmeno più nera: marrone, blu, con strisce colorate. 
Le più audaci anche bianca, il mio sogno, ma non ho il coraggio.
Si, perchè muttawa, ovvero poliziotti religiosi, nella nuova città non ne ho incontrato nemmeno uno.
Ma vuoi vedere che se mi metto un'abaya bianca escono tutti fuori?
A proposito di abiti, ad Aprile qui c'è stata la prima settimana della moda.
Vabbè, era due giorni e non una settimana.
E' stata rimandata in continuazione.
La sera stessa delle sfilate più importanti stava volando via la tenda che ospitava la passerella.
E soprattutto fatta da donne, con donne e per sole donne.
Donne rigorosamente i membri dello staff dei vari stilisti, i compratori, il pubblico.
Per dire, sfilava anche Roberto Cavalli ma a lui ingresso vietato.
Foto ne girano pochine, perchè era vietato farne.
Ma non si dice che sia segno di intelligenza proprio trovare il modo di aggirare gli ostacoli?
Ebbene, nuova sfilata.
La vogliamo far vedere ad un pubblico più vasto.
Anche agli uomini, scandalo.
Come si farà a far sfilare modelle senza abaya davanti a loro?
Semplice.
Giuro, fa un po' impressione: solo a me sembrano fantasmi?
Sicuramente per una volta nessuno si sarà lamentato di eccessive magrezze.
Di eccessivi compensi.
Di eccessive nudità.
Di modelle che fanno i capricci.
Sperando, ovvio, che tutti i droni si siano comportati bene :D


Dunque, se non esistesse Nigella Lawson le nostre tavole sarebbero molto, molto più tristi.
La ricetta di oggi ce l'ho in testa da anni, da quando la vidi realizzata nella serie tv di Nigella Express.
Ebbene, nel libro relativo la stessa è riportata diversamente per quello che riguarda gli ingrediendi usati: quella che vedete qui è la versione della serie tv, mentre quella del libro la riporto nelle note.
Manco a dire che ho provato entrambi ;) e secondo me questa non ha paragoni.
Preparatevi agli ospiti che gemono ad ogni assaggio e, come dice Nigella, lanciano petali di rosa al vostro passaggio :D

 


THE ULTIMATE CHOCOLATE PEANUT BUTTER FUDGE SUNDAE
da Nigella Express di Nigella Lawson
per 4/6 abbondanti porzioni

200 ml di latte condensato zuccherato
100 g di gocce di cioccolato o cioccolato fondente a pezzi
100 g di burro di arachidi (meglio quello senza pezzi di arachidi)
3 o 4 cucchiai di acqua calda
arachidi salate
gelato preferito (qui vaniglia, caffè, cookies&cream )


Mettere il latte condensato, il cioccolato ed il burro di arachidi in un pentolino su fuoco basso.
Far sciogliere il tutto mescolando, ci vorranno solo pochi minuti. Non far bollire!
Togliere dal fuoco ed unire l'acqua calda che renderà la salsa più fluida.
Mettere il gelato nelle coppe quindi versarvi sopra la salsa calda e decorare con delle arachidi salate a pezzetti.

NOTE

- la salsa può essere preparata in anticipo e conservata in frigo dove comunque diventa piuttosto solida. Scaldare su fuoco basso al momento di servire.

- come dicevo questa è la versione della ricetta riportata nella serie televisiva.
Nel libro ne viene proposta una diversa che prevede 175 ml di doppia panna, 100 g di cioccolato al latte, 100 g di burro di arachidi, 3 cucchiai di golden syrup. Il procedimento è lo stesso, fate scaldare tutto insieme su fuoco basso mescolando di tanto in tanto finchè il cioccolato si scioglie. Et voilà, pronta.

14 commenti:

  1. La farò sicuramente. Grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  2. Speriamo che i droni si siano comportati bene mi ha fatto molto sorridere, qualcosa sta cambiando ma non tutto, c'è ancora molto da lavorare, bella la ricetta un ottimo modo per arricchire il gelato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se guardi il video linkato altro che sorridere, non sai se strabuzzare gli occhi o piangere :D

      Elimina
  3. Una sfilata di droni...non ho parole... Mahhh

    Ho scoperto che si può fare il latte condensato vegetale, già qui mi si è aperto un mondo.
    Ora scopro l'uso diabolico che potrei farne.
    La ricetta è goduria pura ��
    Grazie Araba, mia dolce spacciatrice��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa...sono Stef con il cellulare

      Elimina
    2. Lo voglio vedere poi questo latte condensato vegetale, eh!!!

      Elimina
  4. Un passo alla volta si dovrebbe tutti cambiare...e non solo nell'abbigliamento!!!!
    Buona giornata con questa delizia

    RispondiElimina
  5. Mannaggia! Vorrei fare questa ricetta ma qui trovo solo burro di arachidi cattivo, davvero immangiabile. Si può sostituire con qualcos'altro? Grazie Araba per il lavoro che fai con il blog, non è facile trovare un sito serio di cucina da cui attingere ricette di sicura riuscita (ehm...a meno che non si risponda al telefono mentre per esempio sta cuocendo la salsa sul fuoco, come capita a me). Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In che senso è cattivo? Comunque Nigella consiglia la marca Skippy, credo possa trovarlo tranquillamente da comprare in line :)

      Elimina
  6. Questo monfo sembra andare avanti e indietro nel tempo.. intanto mi godo questo dolce che rifarò sicuramente 😉

    RispondiElimina
  7. A me il burro d'arachidi FA PAURA!
    Perché sento troppe persone dire che "una volta provato non se ne può più fare a meno".
    La ricetta è intrigante. Molto.
    Me la appunto.
    Leggere i tuoi post è un po' come viaggiare.
    Grazie della condivisione!!!

    RispondiElimina