mercoledì 11 maggio 2016

Brownies alla Nutella di Nigella Lawson



Ti piace vincere facile.
Me lo sono detta da sola sfogliando il libro appena sono capitata su questa ricetta.
E non solo per la foto invitantissima.
Ho strabuzzato gli occhi.
Perchè, si, una ricetta praticamente identica a questa ce l'ho sul mio blog dal 2012.
In effetti è uno spin-off di un'altra vista nello show televisivo di Martha Stewart, che invece richiedeva burro di arachidi ed uova.
Per cui a colpo sicuro l'ho fatta.
Perchè sapevo che sarebbe venuta bene.
E' la ricetta più cliccata e rifatta, da me, con visualizzazioni a cinque zeri.
Ma allora io e Nigella abbiamo le stesse idee criminali!
O guardiamo gli stessi programmi tv.
Oltre a condividere un certo spirito cialtrone contro il quale, ahimè, non c'è rimedio :)
                                    
    






NUTELLA BROWNIES
da Simply Nigella di Nigella Lawson
per uno stampo quadrato da 20cm
 
4 uova grandi
270 g di Nutella
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di zucchero a velo

Preriscaldare il forno a 180 gradi e foderare uno stampo quadrato da 20 cm di lato con carta forno.
Battere le uova intere con il pizzico di sale con delle fruste elettriche finchè saranno il doppio del volume iniziale. Ci vorranno come minimo 5 minuti di orologio.
Versare la Nutella in un contenitore che possa andare nel microonde e scaldarla leggermente in modo che diventi più fluida . L'operazione può essere fatta anche a bagnomaria sul fornello.
Versare la Nutella nel composto di uova sbattendo con una spatola finchè il tutto sarà amalgamato. Il composto perderà come è ovvio un po' di volume.
Versare nella teglia preparata e cuocere in forno per circa 17-20 minuti. La superficie deve risultare asciutta con un centro leggermente più morbido, dall'aspetto gelatinoso.
Far raffreddare completamente nella teglia prima di tagliare il dolce in 16 quadratini da spolverizzare con pochissimo zucchero a velo prima di servire.

 NOTE

- questa è una ricetta che sorprende per semplicità e risultato. E' in effetti più buona il giorno dopo, e sublime fredda di frigo come osserva anche Nigella, ma dura resistere per far la prova.

- non prevedendo alcun tipo di lievito le uova vanno montate molto bene per evitare l'effetto frittata, dietro l'angolo se il passaggio viene fatto male.

- le indicazioni, che diciamolo, si riducono a montare le uova ed unire poi la Nutella fluida, sono chiare ed a prova di bomba. L'unica dritta da seguire è, oltre a montar bene le uova, quella di scaldare la Nutella per renderla fluida altrimenti sarà più difficoltoso unire i due composti senza smontare le uova irrimediabilmente.

- la Nigella salutista (uhm, davvero???) va ricercata nell'estrema parsimonia con cui viene usato qui lo zucchero a velo, cosa che mi ha strappato una risata, e nell'indicazione di come la ricetta sia naturalmente gluten free.



9 commenti:

  1. Letto la ricetta, copiata e con l'acquolina in bocca ne prenderei volentieri una fettina....giusto per un assaggio.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Estasi e goduria allo stato puro, anzi primordiale...ahahahah
    Secondo me è la ricetta che ha avuto più commenti, ovviamente positivi ;-D

    RispondiElimina
  3. Non è il mio libro preferito a dire la verità... Quando poi ho visto la ricetta non ho neanche voluto farla perchè già sapevo che sarebbe stata buonissima. Ma non per merito suo... Perchè infatti già faccio la tua da tanto tempo ed è collaudatissima a casa mia :-D
    Martha la fa con il burro di arachidi? Non ci ho mica mai pensato a sostituire la nutella, ma mi sembra l'occasione almeno di provare. Che dici?? Baci e a presto

    RispondiElimina
  4. Non puoi farmi questo! E io che cercavo un dolcino da fare nel week end per alleggerire la dieta e pensavo/speravo che avresti pubblicato qualche complicatissima cheesecake supernuvolosa con tripla cottura, tanto da farmi desistere dal proposito criminoso... Adesso non ho proprio scuse! :P

    RispondiElimina
  5. Questo dolce trafigge il cuore! Come si fa a dire di no???? :-)
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
  6. A me si apre due volte lo stesso link ad una ricetta del 2012, e non lo Starbooks :-(

    RispondiElimina
  7. no.. NO! se non lo vedo non esiste, se non lo vedo non esiste, se non lo vedo non es....

    RispondiElimina
  8. Devo correre subito....buona giornata

    RispondiElimina