giovedì 20 febbraio 2014

Torta salata di patate, tonno e pomodori (senza farina)


Mettiamo che viviate in Arabia Saudita.
Mettiamo che quelle poche, anzi pochissime, volte l'anno che rientrate in Italia la vostra base sia Roma.
Potreste mai aspirare a conoscere qualcuno che vive in Sicilia?
No, è la risposta più probabile.
E non perchè sia impossibile ma perchè se vedeste quella che è l'agenda dei miei rientri, tra famiglie in due regioni diverse, amici, doveri, medici, banche, poste e chi più ne ha più ne metta vi mettereste le mani nei capelli invocando, al limite, solo la congiunzione astrale favorevole.
Beh, ogni tanto succede.
La congiunzione.
Meglio, un po' di programmazione.
Una cena organizzata da mesi a casa dello zio più famoso del web.
Tra Gambetti, Zuccheri e Gamberetti.
E, inaspettatamente, lei.
Simpatica, discreta, golosa come me.
Anche se chi ha rubato le noci dalla torta sono stata io.
Con un bimbo delizioso ed educatissimo (che nel frattempo sono diventati due :D , che mi fa pensare che nonostante quello che vedo ogni giorno nella mia scuola esistano ancora genitori che sanno fare il loro mestiere.
Mi è piaciuta subito.
E non per i dolci favolosi che mi ha regalato.
Nemmeno perchè si chiama come me :D
Forse sono tutte affinità elettive.
O affinità di blog :)
Ma volevo proprio farglieli gli auguri per il suo blog che compie la bellezza di quattro anni.
Chiede, Stefania,  una ricetta che mi piaccia particolarmente tra le sue.
Ma tutti i dolci, che domande, dei quali ammiro la perfezione degna di una splendida pasticceria.
Eppure, per festeggiarla, ho voluto provare una ricetta salata.
Ed accidenti se ho fatto bene.
Auguri, Stefania, ed avrai capito che partecipo al tuo giveaway...your way ;)



Questa non è mica una torta salata normale: l'involucro è fatto con le patate lesse, e non c'è un grammo di farina rendendo la preparazione adatta ai celiaci (ma in caso state attenti al tipo di pangrattato che usate per la teglia). Particolarissima, si presenta magnificamente e si può preparare con largo anticipo.
Cosa chiedere di più? Nulla, tranne che consiglio, come fa anche Stefania , di usare una teglia da 24 cm e non da 18 cm.




QUICHE GATEAU
da Le mie torte salate di Luca Montersino
per una teglia da 18 cm (ma meglio da 24 cm)

per l'involucro esterno

750 g di patate
50 g di burro
75 g di parmigiano 
35 g di tuorlo
45 g di albume
sale e pepe

per il ripieno

120 g di tonno sott'olio
20 g di acciughe sott'olio
15 g di capperi
20 g di prezzemolo
un grammo di origano secco

per il composto da quiche

180g di uova intere
20 g di tuorlo
150 g di latte
150 g di panna
sale e pepe

per la copertura 

300g di pomodori maturi
20 g di capperi
10 g di olive nere
5 g di prezzemolo
150 g di gelatina K in soluzione (non l'ho usata)



Preparare l'involucro esterno: lessare le patate, sbucciarle e schiacciarle con lo schiacciapatate. Aggiungere alle patate ancora calde il burro, il parmigiano grattugiato, le uova e aggiustare di sale e pepe. Imburrare lo stampo scelto e cospargerlo di pane grattugiato. 
Utilizzando una sacca da pasticceria, distribuire il composto nello stampo, sia sulla base che sulle pareti, formando un "cestino" che possa contenere il ripieno. Distribuire sul fondo omogeneamente il ripieno, sminuzzando tutti gli ingredienti.
Infine miscelare le uova, i tuorli, la panna e il latte bollenti. 
Aggiustare di sale e pepe e distribuire sul ripieno, versando delicatamente. 
Cuocere a 180° per circa 20 minuti ( ma nel mio forno c'è voluta quasi mezz'ora)
Una volta che la torta sarà fredda, completarla con una tartare di pomodoro, capperi e olive (servirebbero nere ma le avevo solo verdi)
La ricetta prevede  di finire la torta con la gelatina K, che io non ho usato.





NOTE

- la torta è buonissima sia appena tiepida che a temperatura ambiente. Non servirla comunque troppo calda.

- si conserva molto bene qualche giorno in frigo, quindi è ottima da preparare in anticipo.

- ho usato uno stampo da 18cm (ed è quella qui fotografata), ma l'ho rifatta in uno da 24 cm e devo dire che preferisco di gran lunga la versione più sottile.

54 commenti:

  1. Madonna che bella da vedere e da pensare in bocca!

    RispondiElimina
  2. Oddio che meraviglia!!!!
    Di gran lunga una delle torte salate più originale e buone che ho visto ultimamente! Davvero una ricetta da provare e riprovare :)
    Per quelle noci rubate un'invidia che non ti dico :D

    RispondiElimina
  3. Anche con lo stampo da 18 sembra davvero buonissima!! e l'aspetto è quello di un cheesecake.. salato!!
    la proverò!! ;)

    RispondiElimina
  4. Idea fantastica,avviso subito la mia amica celiaca sara' entusiasta! Grazie per la bellissima ricetta e auguri alla tua amica,non conosco il suo blog dopo daro' un' occhiata! Buona giornata :))))

    RispondiElimina
  5. buona, rustica, facile..ideale ..ottima idea all'insegna della convivialità!

    RispondiElimina
  6. Sono commossa, davvero! Sei riuscita a farmi sgorgare la lacrimuccia. Conservo un dolcissimo ricordo di quella serata. E non solo legato allo zucchero e al caramello e alle noci e ai datteri e ai biscotti e alla mousse al caffè che hanno allietato il nostro incontro. Un ricordo dolce come le amicizie inaspettate e gli incontri fortuiti. Le tue parole mi fanno pensare che forse sono riuscita a comunicare un pò più di quanto la mia innata timidezza mi abbia permesso di fare. Spero con tutto il cuore di avere di nuovo l'opportunità di vederti. Un ultimo ringraziamento, che va oltre le futilità del blog e delle ricette. Non sai quanto mi fa piacere vedere riconosciuto all'esterno le mie capacità genitoriali: non è facile con i bambini, e leggere negli sguardi altrui che si sta facendo un buon lavoro è il dono più prezioso che si possa ricevere. Un bacione e ancora Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma smettila, mica vorrai commuoverti per una torta con il tonno :D scherzo, dai, è che ricordo quella serata con vero piacere ed il rammarico che non possa ripetersi con facilità.
      Sulle capacità genitoriali spero ti diano il Nobel: con quello che vedo ogni giorno di farei venire qui a fare un seminario ai genitori arabi!!!! :D

      Elimina
    2. ...mai porre limiti alla provvidenza...magari riusciamo a combinare un'altra volta, oppure andiamo noi in Sicilia!!! :))))

      Elimina
  7. ma che bella ricetta,me la sono persa da Stefania!!
    il tuo tocco si vede sempre :)
    baci

    RispondiElimina
  8. Che bella questa tortaaaaaa!!!!
    Mi piace troppissimo e sai che non conosco Stefania???
    Adesso la vado a trovare subito!!!!
    .... io la faccio questa! Un abbraccio, roby <3

    RispondiElimina
  9. Che invidia!!! Avrei voluto esserci anche io quella sera…
    Mi consolo perché la nostra omonima viva a Palermo e la vedo almeno una volta a settimana, con prelibatezze come questa e tantissime altre!!!

    RispondiElimina
  10. Che meraviglie e che delizia.
    Una torta così non si non realizzarla!!!!
    Complimenti da una Stefania (io) alla Stefania festeggiata ed alla Stefania che ci ha fatto conoscere questa bontà ^_^
    ...e pensare che credevo che Stefania fosse un nome poco comune...da non credere..

    RispondiElimina
  11. Tesoro è una delizia questa torta salata mi piace da matti e poi è perfetta anche per un buffet per quanto sia bella ed elegante e le amicizie sono il sale della vita!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  12. Amo leggere di amicizie nate attraverso il blog, forse perchè io stessa ne ho instaurate molte, proprio così, vere e sincere. Quanto dici di Stefania non mi sorprende nemmeno un pochino, è una persona stupenda ed ha una famiglia fantastica, due bambini che sono due tesori! E poi è anche bravissima... non le manca niente!!! :D
    Ciao Araba, spero di conoscerti presto anch'io, magari però vieni in Sicilia!!! :D

    RispondiElimina
  13. Che bella che sei.
    Non solo questa torta ma proprio tu!
    Un bacio

    RispondiElimina
  14. Immagino che i rientri siano sempre piuttosto intensi, ma che comunque qualche "attimo" di svago lo si riesca sempre a trovare. Un tortino di patate buono e simpatico nella presentazione. Piatto unico sempre utile.

    Fabio

    RispondiElimina
  15. conosciamo bene Luca che viene spesso a tenere corsi da noi, è bravissimo e quindi non possiamo che apprezzare moltissimo questa proposta! :D
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  16. Torta favolosa e golosissima!!gnammy!

    RispondiElimina
  17. che meraviglia, e in bocca al lupo per il give <3

    RispondiElimina
  18. Come dimenticare le tue dita, con le unghie elegantemente smaltate che compiono il misfatto sulla torta dello zio :D:D:D
    Mi sto avvicinando alle ricette senza glutine, più per curiosità che per necessità, e sfrutto la stagione del forno finchè la temperatura lo consente. Farò questa torta senz'altro e te ne renderò testimonianza appena sfornata! baci baci

    RispondiElimina
  19. Sono splendide quanto rare queste grandi amicizie che nascono nel web tramite passioni comuni e ti capisco perfettamente perchè anch'io ho avuto la fortuna di trovarne Una con la A maiuscola( tra l'altro lei ti ha soprannominata la donna without) :-D La prima volta ci siamo incontrate a metà strada, a Firenze, poi nonostante fossi all'ottavo mese di gravidanza mi sono sciroppata tutti i km che ci dividono per arrivare in Svizzera! Che meraviglia! Grazie per questa bella testimonianza, sono sentimenti freschi e puliti che scaldano il cuore ❤️ Ti abbraccio Ste!

    RispondiElimina
  20. Mi prenoto come siciliana da "conoscere" al prossimo rientro! Chiacchiere e dolcetti sono garantiti. Nel frattempo... torta salata per me!

    RispondiElimina
  21. ma dai, che bello! e poi che ricette, sia questa che quella torta di noci sono da lode...ma davvero hai avuto il piacere di rubare quelle noci??????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mano della foto incriminata è la mia :D

      Elimina
    2. Confermo! Era la sua! :))))

      Elimina
  22. Ciao Stefania, hai usato uno stampo a cerniera o si riesce a sformarla con facilità senza che l'involucro si disintegri? Per le uova, hai pesato tuorli e albumi al grammo? Non riesco a rendermi conto di quante uova servano! :D E infine... occheccosaèmai la gelatina K? ;o)
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho usato uno stampo a cerniera, ma consiglio comunque di muoverla da fredda. Per le uova, si, ho pesato tutto al grammo perchè sono un po' fissata :D comunque calcola che, più o meno, un uovo intero pesa 60 grammi, ovvio che poi cambia tra uovo piccolo, medio o gigante.
      La gelatina K è un gelificante in polvere, serve per preparazioni tipo aspic e budini :) ciao!

      Elimina
    2. Anch'io sono fissata e peso tutto, ma con le uova impazzirei! :)

      Elimina
  23. Immagino le risate e il buon cibo della vostra serata e questa torta è veramente invitante grazie a te e a Stefania per la ricetta e ora vado subito da lei così la conosco meglio.
    Baci Stefy

    RispondiElimina
  24. Ma che meraviglia è questa torta salata! Io me la copio, non so quando, ma la farò.
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  25. Che bel post Stefania <3 letto tutto d'un fiato e spero anch'io che le poche e belle persone che ho conosciuto nel web, tra le quali tu, poterle conoscere di persona un giorno! La ricetta è originale veramente accontenta tutti i palati! <3 <3

    RispondiElimina
  26. Meravigliosa questa torta salata, grazie Stefania!!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  27. Stra bellissima..e deve essere strabuonissimissima!!! e anche per chi è a dieta va bene.. a parte le patate eehehe"!!=)

    RispondiElimina
  28. Le tue ricette 'senza' mi incuriosiscono sempre e leggerti e' un piacere che mi concedo volentieri, grazie Stefy, vado subito a visitare il blog della tuo omonima che purtroppo non conosco...un bacio cara!

    RispondiElimina
  29. mmmm...che buona deve essere...da svenimento con quell'involucro patatoso....

    RispondiElimina
  30. che delizia me la mangerei tutta! :-D

    RispondiElimina
  31. Mi piace assai!!!!!! Originale e saporita immagino, si può usare però la ricetta della base per molte varianti che ne dici? Un bacione!

    RispondiElimina
  32. primo complimenti per il gateau che è una meraviglia e poi si sono affinità elettive con qualcuno ci si snete più a casa che con altri nulla di male è una sensazione molto bella

    RispondiElimina
  33. Ho aperto questo post ieri, appena publicato, non c'erano ancora commenti, pensa un po'!
    E come l'ho aperto il telefono ha iniziato a squillare, le mail ad arrivare, il lavoro ad incalzare...insomma no ci crederai ma l'ho potuto leggere solo ora e.... QUALE SORPRESA!!!!!!

    Ma bei ricordi, hai rievocato uno dei nostri incontri più ricchi, più pieni di persone, più epocali.
    Che bello!

    Stefania la Sicula, poi, è una persona squisita e sono felicissimo che vi siate incontrate a casa mia (nnostante i tentativi di Gambetto di farle fare il Giro d'Italia in 20 minuti!)

    Ve Bascio, tutti quanti! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...vabbe', ho fatto una marea di errori di battitura, ma tanto si capisce, no?
      :))))

      Elimina
  34. ciao, siamo nuovi nel tuo blog e ci piacerebbe seguirti. una torta salata davvero gustosa

    RispondiElimina
  35. Tutti uniti all'appello....anche io da quaggiú...Bellissima ricetta!

    RispondiElimina
  36. Giuro che la faccio! Sembra di una bontà unica! Ultimamente, poi, ho finalmente trovato un posto dove vendono delle patate meravigliose! :-)

    RispondiElimina
  37. In famiglia nessun problema alimentare altrochè .
    Ti copio la ricetta ottima ( vedere il risultato in foto mi fa fatto venir una fame!!)
    La preparo e la porto a mia figlia che è sempre felice quando arrivo con qualche piatto pronto!!

    RispondiElimina
  38. Ma è fantastica, si presenta davvero benissimo e sono sicura che sia buonissima. Mi hai fatto ridere quando hai scritto che questa non è una torta normale, perchè sul tuo blog non può esserci una torta "normale"!!!! Grazie cara .

    RispondiElimina
  39. la voglio fare!!!! la tua è perfetta, come sempre! la mia non lo so....ti terrò aggiornata! ;-)

    RispondiElimina
  40. Davvero solare questa torta. Corrisponde al carattere della festeggiata per come l'hai descritto.
    E' una psecie di quiche mediterranea con il pesce!
    A dirla tutta l'avevo messa in cantiere quando ho scoperto che il padron di casa aveva fatto fuori le ultime patate... caso più unico che raro in una casa francese. Per cui ormai il pesce è andato, aspettiamo la prossima occasione (con i pelati, data la latitudine :-/). Concordo che la gelatina non sia indispensabile.
    Forse domani riesco a procurarmi la maggiorana per un'altra cosa, però... :-)

    RispondiElimina
  41. Ciao Araba!!!
    Bella, bella...ma come è il tonno con sopra le uova e il latte? E' l'unica cosa che mi lascia perplessa, ma se garantisci tu...chi è Montersino al confronto??
    ps...sono ancora in apnea forse fino alla prox settimana.. poi ti dirò e...speriamo in bene..-..
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo strato di uova e latte ovviamente solidifica, l'insieme è delizioso! E per cosa sei in apnea??

      Elimina
  42. Araba....te lo dirò "dopo"...per scaramanzia......
    La farò, ma come al solito senza latte e uova, sai che ho la fissazione.....;-)
    Ciao Araba!
    Cinzia

    RispondiElimina