lunedì 19 agosto 2013

Sorbetto al kiwi, senza gelatiera (e tre ingredienti)


Bikini, please.
A triangolo.
Con uno slip un po' ridotto, se possibile.
Laccetti sui fianchi di preferenza.
Mi piacciono anche a fascia, ogni tanto.
Per togliere i segni delle spalline sull'abbronzatura.
Colori, tutti.
Sgargianti per la maggior parte, e qualche nero che non guasta mai.
Interi solo in piscina, ovviamente.
Ed anche quelli sono oculatamente acquistati con almeno, che so, un tocco di rosa.
O un dettaglio vezzoso.
Elham Asghari.
Non è un'invocazione in arabo, ma il nome di una nuotatrice iraniana.
Brava, come poche.
Ha da poco stabilito il record per il suo Paese di nuoto in acque libere sulla distanza di venti chilometri.
Sei ore, e nulla rispetto alla fatica di vedersi riconosciuto il primato in questione.
Già, in Iran le donne non possono nuotare in mare aperto, ma solo in piscine a loro riservate.
Nessuno deve vederle in costume, e per questo non ci sono atlete iraniane nelle competizioni internazionali.
Ma Elham è molto osservante.
E per questa nuotata non usa un costume qualsiasi, ma uno che la copra dalla testa ai piedi.
Sei chili di roba nera.
Pesante.
Da essere pericolosa.
Ma a lei non interessa.
Nuota, e vince.
Squalifica, poco dopo.
E non per scorrettezze, imbrogli, o doping.
Ma perchè fuori dall'acqua quella specie di muta indossata fa indovinare le sue forme femminili.
Secondo le autorità iraniane.
Indovinare è la parola giusta, perchè ci vuole un certo sforzo di fantasia.
Farebbe ridere se non facesse piangere.
Fa piangere che nel suo Paese per l'adulterio, vero o presunto, ci sia la pena di morte.
Che l'età legale per i matrimoni sia di nove anni, per le donne.
Fanno piangere tante altre cose.
E non mi dite che i problemi sono altri.
I problemi sono tutti.
Per questo firmo la petizione alla Federazione Internazionale del nuoto perchè il record di Elham venga finalmente riconosciuto.
Perchè di acque libere si parli, e non solo riguardo al nuoto.


Questa foto l'ho scattata a mio rischio e pericolo :-D , e vi mostra un "burkini" alla moda in una vetrina dell'Arabia Saudita. Notare che la faccia della modella è oscurata...e per favore, non ditemi che è carino perchè almeno è colorato ;-)




Tre ingredienti per un sorbetto sorprendente: sarò io ma al kiwi mi mancava, e mi ha stupito quanto questo frutto stia bene in una preparazione simile!
Provate, ed in poco tempo e poco sforzo avrete un dessert, o una merenda, poco comune :-)



SORBETTO AL KIWI
da The Perfect Scoop di David Lebovitz

un kg di kiwi ben maturi
150 g di zucchero
330 ml di acqua

Sbucciare i kiwi ed eliminare la parte legnosa alle estremità.
Tagliarli a pezzi e frullarli nel robot da cucina fino a ridurli in crema.
Unire quindi lo zucchero e l'acqua e frullare ancora finchè il tutto sarà omogeneo.
Versare nella gelatiera, se si possiede, altrimenti far ghiacciare il composto in freezer dopodochè romperlo in pezzi e passarlo nuovamente al robot con le lame.

NOTE

- dato che mi viene chiesto da molti, questo della foto è fatto SENZA gelatiera (che non possiedo)

106 commenti:

  1. Io sono sempre più sconvolta! A noi donne occidentali tutte queste cose sembrano irreali, sembra che succedano dall'altra parte del mondo e non capiamo quanto siamo fortunate e quanto le nostre nonne e bisnonne abbiano lottato per avere i diritti che abbiamo oggi. La ricettina vorrei replicarla, ma senza gelatiera viene uguale? Non perde di cremosità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho fatta senza gelatiera, non ce l'ho, e viene benissimo.

      Grazie :-)

      Elimina
  2. Il bello che ti vede di riflesso con l'abito abaya ( si chiama così?), da una parte mi chiedo come fai a vivevere lì, dall'altro spero che una mente illuminata come la tua possa aiutare i giovani che incontri a scuola, certo non sei in Iran, ma neanche lì scherzano, ricordo bene i post che scrivi decrivendo usi e costumi dell'Arabia, come l'anno scorso con il cercare affannosamente un'atleta donna per l'Arabia Saudita pena l'esclusione dalle Olimpiadi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah mi chiedevo se qualcuno ci avrebbe fatto caso, che occhio hai!
      Vero, non sono in Iran ma come dici anche tu qui non sono da meno...un bacione e grazie.

      Elimina
  3. chiedo scusa, ho omesso il mio nome sul post precedente: Rosanna, ci tengo perchè Stefania mi ha tante volte aiutato a trovare ricettine di tipo mediorentale e mi ha sempre risposto cortesemente alle mail che le inviavo.

    RispondiElimina
  4. I tuoi post mi lasciano ogni volta senza parola ed ogni volta faccio fatica a credermi che ci siano paesi che non riconoscono nniente alle donne se non quello di essere serve degli uomini...mah...che dire spero che le venga riconosciuto il record a questa ragazza davvero speciale!!
    Questo sorbetto cara stefy mi piace da matti è una vera botta di freschezza!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sembra tanto lontano da essere impossibile :-)

      Elimina
  5. Concordo con Martina! Per noi quì sembra tutto così normale che pensando ad altri paesi si fa fatica a capire. Ci si litiga con i superiori per motivi meno importanti senza aver paura di perdere lavoro o peggio. Anzi! Si discute perchè la percentuale delle donne in posizioni dirigenziali è ancora troppo bassa e vuol essere regolata per legge. E in altri paesi donne vengono disqualificate perchè indossano un coso che a parere di altri fa indovinare le forme femminili? Ma è semplicemente assurdo! Firmo anche io!

    Ricetta davvero easy! Deve essere buona!

    A proposito: Hai salvato la mia cena di sabato all'ultimo secondo!!! Volevo servire un parfait di more. Ma non ne ho trovate in tutto il paese. Si era fatto tardi e avevo pochissimo tempo a disposizione. È tu sei sempre una garanzia. Allora ho cercato sul blog e trovato! Ho fatto il budino al cocco. Stefy, troppo buono! Lo troverai presto sul mio blog :-) Allora, grazie ancora!

    Buon Lunedì, a presto
    Gina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, l'assurdo prende un altro valore a seconda di dove si è.

      Sono contenta che abbia provato il budino, aspetto di vederlo!

      Elimina
  6. Grazie per avermi fatto conoscere questa storia.
    Ho un passato di nuotatrice agonistica e questa storia mi ha toccata nel profondo.
    Spero che tanti altri firmino, perché hai ragione tu: i problemi non sono altri, i problemi sono TUTTI.
    E questo è un problema che ne nasconde tanti, e seri.
    Un abbraccio Stefy, buona settimana :*

    RispondiElimina
  7. Firmato, di corsa.

    E grazie per parlarci oltre che delle ricette anche di queste realtà,le fai sentire più vicine e "familiari", e la cosa le fa sentire ancora più insopportabili.

    Terrò presente le proporzioni di questo gelato, houna quantità di pere inenarrabile, che magari potrebbero andar bene anche come gelato.
    Un bacio!

    RispondiElimina
  8. Petizione firmata e condivisa!!

    Ora mi resta solo da provare il tuo sorbetto :-)

    RispondiElimina
  9. Ogni volta che descrivi queste storie paiono incredibili.. amaramente, non lo sono.
    Vado subito a firmare la petizione.
    Ottimo il tuo sorbetto, anche se non amo il kiwi.

    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero,così estreme che quasi non ci si crede.

      Elimina
  10. Vado a firmare la petizione all' istante e sono indignata....amareggiata e anche incaz...a!!!!!
    Grazie per il sorbetto!!!

    RispondiElimina
  11. Cara Araba, ce la faremo a vincere la guerra? Nel mondo in cui stiamo vivendo gli uomini sono più stupidi delle scimmie!!!! Che tristezza..... vado a firmare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non mi sento di offendere le povere scimmie....noi siamo molto peggio :-(

      Elimina
  12. Adoro i tuoi post e la leggerezza con cui riesci a portare a conoscenza del mondo problemi importanti di cui noi ignoriamo l'esistenza... Firmo subito, e speriamo di farcela!
    ottima anche l'idea del sorbetto! A presto cara :)

    RispondiElimina
  13. Ma quali problemi altri? Questi sono problemi e non solo in Iran, purtroppo.
    Il costume è orribile.
    corro a firmare
    alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il costume è orribile, si.
      E orribili tante altre cose...

      Elimina
  14. Ogni volta che leggo questi tuoi racconti vorrei non crederci.
    Sono andata a leggermi qualche articolo. L'assurdità regna sovrana, è quasi dolorosa.

    A parte questo, anche a me mancano i kiwi. Per questo, qualora li trovassi decenti non me li farò scappare. Troppo bello questo sorbetto verde coi pois. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assurdità, non si sa come altro definirla :-)

      Elimina
  15. Ho letto il caso della nuotatrice e mi sono indignata, ma non sono sicura che il velo sia davvero il fulcro del problema. E' certamente l'aspetto che più indigna noi occidentali, ma credo che andare al mare in bikini non sia la prima preoccupazione delle donne nei Paesi islamici (guidare, andare in bicicletta, aspirare a lavori di prestigio, fare sport, essere ascoltate...credo questi siano i loro veri desideri). Più che altro il problema è il fatto che il velo è una regola imposta dagli uomini. Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bikini qui è solo sarcastico pretesto per far luce su altro ;-)

      Elimina
  16. sono senza parole, le donne sempre le donne che devono pagare, purtroppo non basta più dire non è giusto bisogna farsi sentire, questo della petizione è un primo atto, grazie, ottimo il tuo sorbetto sarà anche la gioia di molti che non hanno la gelatiera,un bacio

    RispondiElimina
  17. Al peggio non c'è mai fine ...

    RispondiElimina
  18. Senza parole..corro subito a firmare anch'io!

    RispondiElimina
  19. A 9 anni???? E sì che questi sono problemi, altro che!
    Il gelato senza gelatiera per me è un must... ma quanto prima me la comprerò! ;)

    RispondiElimina
  20. ricetta mitica, senza parole per il resto. tienici informati sugli sviluppi....

    RispondiElimina
  21. vado subito a firmare la petizione, ottimo sorbetto

    RispondiElimina
  22. Che tristezza!!!!
    Proverò il sorbetto, adoro i dessert semplici e freschi.
    Grazie cara, un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  23. Corro a firmare anche io.
    Continuo a chiedermi come tu possa resistere e, al tempo stesso, ti ringrazio per la tua preziosa testimonianza.
    Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, resisto perchè posso guardare tutto da una posizione più che privilegiata...

      Elimina
  24. Oh, mio Dio Stè è da non credere!!! Rimango sempre sbalordita da queste storie incredibili! Certo che di immaginazione devono averne tanta se riescono a intravedere delle forme femminili da "costumi" (se così vogliamo chiamarli) del genere!!! Se poi penso che ho una figlia di 13 anni rabbrividisco al solo pensiero che se vivesse in "quel paese" molto probabilmente sarebbe già sposata da 4 anni e sicuramente con prole a carico!!!!! Tutto questo è vergognoso, veramente vergognoso!!! Naturalmente firmo anche io questa petizione!!!!
    Ora cara Araba veniamo al sorbetto che è ottimo anche perchè a me piacciono veramente tanto i kiwi e siccome che è senza gelatiera, veloce e con soli 3 ingredienti, qualcosa mi dice che è....... furbo??????? Siiiiiiii!!!!!!! Grazie Stefania come al solito sei insuperabile!! Facci sapere come va a finire questa storia assurda ed augurissimi per il tuo papà, ciao ciao!! ;-)

    RispondiElimina
  25. a vedere quel "burkini" rimango davvero basita!!! Non ci posso credere che ancora la donna in altre parti del mondo non possa nemmeno essere libera di indossare un semplicissimo costume!! senza pensare anche a cose molto più gravi...
    Comunque buonissimi il sorbetto al kiwi!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E credimi, questa è l'ultima delle restrizioni da queste parti ;-)

      Elimina
  26. che storia terribile :( e il fatto che l'età legale per sposarsi sia 9 anni è davvero assurdo, non ci sono parole. delle bambine. corro a firmare augurandomi che possa servire a qualcosa, un filo di speranaza c'è sempre, ma qui si comincia ad essere sempre più disillusi.

    il sorbetto al kiwi l'ho preso incuriosita dal gelataio poco fa e mi è piaciuto oltre ogni aspettativa!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, facile disilludersi. Ma continuiamo a far qualcosa anche se poco!

      Elimina
  27. Grazie Araba!! Ben tornata :)) Nikita :)

    RispondiElimina
  28. Posso evitare di commentare la storia di Elham Asghari?
    Voglio evitare perchè potrei dire cose veramente brutte e decisamente offensive contro chi l'ha voluta squalificare!!!
    Ma questa è solo la unta dell'iceberg, purtroppo...

    Il sorbetto "3 ingredienti" è furbissimo, come ogni cosa che ci proponi ^_^

    PS: papino sta bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, cara omonima.
      E papà sta ogni giorno meglio :-)

      Elimina
  29. Ottima ricettina! la storia della nuotatrice e' assurda, come le altre cose qui e in paesi simili... firmare la petizione e' il minimo che si possa fare! Ps: il burkini io non ho avuto il coraggio di fotografarlo... e' orribile!poi l'ho visto solo nero in giro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi dirai che dalle mie parti siamo più osè??? :-D

      Elimina
  30. non ho parole per questa storia...firmare è il minimo nella speranza che serva davvero... me lo auguro.
    Geniali come come sempre le tue proposte ^_* buona settimana!

    RispondiElimina
  31. Ne hanno parlato a rainews, se non sbaglio. Ne sono rimasta turbata, disorientata e come dicono le altre persone qui sopra tutto si ridimensiona se ci si confronta con queste realtà. vado a firmà ;)
    PS: Tanta voglia di kiwi!

    RispondiElimina
  32. Ma come non ti piace questo splendido burkini?!
    E' così bello, elegante, colorato e sopratutto "comodo" quando si nuota e "fresco" quando si stà al sole!!!
    Ma la domanda è: hanno anche la maschera da sub con vetrino a specchio abbinata?? Sai non sia mai che ci esca un sguardo tentatore...
    La storia di questa nuotatrice mi lascia allibita...siamo veramente fortunate e a volte lo diamo troppo per scontato; dobbiamo ringraziare tutte quelle donne che hanno lottato e sofferto affinchè noi oggi potessimo godere di tutti questi diritti.
    Cambiando discorso questo sorbetto mi attira molto e appena trovo dei kiwi decenti lo provo! Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile, la maschera non c'è, non diciamolo troppo forte sia mai venisse qualche idea strana :-D

      Elimina
  33. Firmiamo di sicuro, per lo meno noi donne non dovremmo chiamarci tali se non lo facessimo! Grazie anche per la splendida ricetta (...mi spiace dirlo così che mi pare di sminuire l'importanza dell'argomento che tu hai trattato, ma questo sorbetto al kiwi, mi fa impazzire!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, se non ci aiutiamo tra noi...

      Elimina
  34. Sono rimasta senza parole, firmerò subito la petizione! ... oltre a provare il sorbetto ;)

    RispondiElimina
  35. ben tornata araba, mi mancavi :) bella ricetta, la proverò.

    RispondiElimina
  36. Una mia amica qualche anno fa si lamentava perchè il padre non voleva prendesse gli slip del costume alla brasiliana...le mando la petizione da firmare.
    Al kiwi non mi attira molto ma al mare, non avendo grandi possibilità per cucinare, ho fatto quello con la frutta sciroppata (fatta in casa)...squisito!

    Alice

    RispondiElimina
  37. mai avrei pensato si arrivasse a tanto :( firmo questo è certo! grazie dell'enessima golosità che ci offri :)

    RispondiElimina
  38. Quando leggo questo genere di post rimango sempre sconcertata e allibita. non ho parole per l'arretratezza culturale di questi Paesi. Stiamo parlando di una cultura lontana anni luce nel tempo da ciò che ormai è la civiltà comune.
    D'altro canto, però, mi chiedo quanto discosti questo atteggiamento maschilista da quello tutto occidentale che vede la donna come oggetto sessuale, come un corpo che fa vendere. Alla fin fine, non è sempre il predominio della mentalità maschile sul corpo della donna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, da una parte e dall'altra.
      Un giorno ci riprenderemo il potere, spero, specie quello su noi stesse.

      Elimina
    2. Maschilismo è sempre. Solo qui è tenuto a freno giuridicamente, almeno. e questo rende possibile respirare e vivere. Non dimentichiamolo!

      Elimina
  39. Leggo spesso di queste realtà ed è difficile crederci....non soffrire al solo pensiero!!! Tutto è difficile quando riguarda le donne...ci sono volute centinaia di vittime per varare, finalmente, una legge, lievemente piu' severa, contro il femminicidio...in Italia....paese EVOLUTO.....!!!!
    ottima preparazione!!! riesci a rendere allettante anche un frutto, saporito ma, notoriamente, difficile!!! bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, non è che altrove si stia poi tanto meglio...

      Elimina
  40. Grande Stefy! 10 e lode per questo post e come al solito mitica la ricetta :-) Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  41. La ricetta la provo, a breve avrò tanti kiwi da smaltire ed ogni volta non so come usarli. Vado a firmare.

    RispondiElimina
  42. sai quante volte mi chiedo come fai a vivere li' ,poi mi do la risposta :speri che qualcosa cambi a tuo rischio e pericolo
    perche' esiste ancora tutto questo
    perche' ancora la donna è sottomessa ,perche' ancora tanta disuguaglianza.....
    ... mi chiedo sai quante donne si possano suicidare per non sopportare tutto questo...
    spero che qualcosa cambi ,spero che la vita cambi.
    beh questo sorbetto e' da provare veloce come tutte le tue ricette furbissime

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi stranieri qui viviamo in una specie di limbo privilegiato, pur con tante restrizioni non sono paragonabili a quelle dei locali...

      Elimina
  43. lo scorso anno in turchia ne ho viste alcune in spiaggia con il burkini mi hanno fatto veramente tanta tristezza, anche se loro sembravano a proprio agio con 40 gradi all'ombra e una muta nera e il viso coperto. Già firmato :)
    Per fortuna una ricetta senza gelatiera. grazie la proverò di sicuro ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi impressiona quel che dici, io in Turchia 20 anni fa vedevo le donne più anziane con leggerissime gonne a mezza gamba sedersi in acqua e le giovani in bikini. Ora stanno tornando indietro. Che follia!

      Elimina
  44. Firmato, subito. Grazie per averne parlato e grazie per questa fantastica ricetta... veloce e buonissima :) Un abbraccio! :**

    RispondiElimina
  45. Per prima cosa ho firmato immediatamente la petizione... ora vado a godermi la ricetta del sorbetto!
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina
  46. grazie per far conoscere queste storie. sono così assurde che si stenta quasi a crederci, ed è solo la punta di un iceberg. non ho parole. bisognerebbe che si sapessero di più, anche tra i givani, nelle scuole. perchè le nuove generazioni smettano di essere cos' imbecilli! ciao un abbraccio

    RispondiElimina
  47. Firmata! E se non fosse per il tuo gelato che mi ha abbassato i bollori di rabbia, sarei stata tentata di dar fuoco al così detto, Ministero dello Sport... mah!!! lo sano quanto è dificile nuotare anche soltanto con shots e maglietta adosso?
    ...guarda smetto o comincio a bollire di nuovo...


    grazie per questo caldo/fredo/caldo/freddo...

    :) besos

    RispondiElimina
  48. Ho subito firmato... Non ho parole, sono veramente indignata. Che schifo, che schifo e che vergogna. Il tuo sorbetto al kiwi invece è da assaggiare all'istante!!! Grazie per questo post, sia per la ricetta che per il problema che giustamente hai contribuito a rendere noto!

    RispondiElimina
  49. firmata e condivisa..alla grande!..Guarda Stefania,tra le tue 1000 doci ce ne'una che spicca,ed e' il tuo notevole self-control!..perche' se io fossi li',sicuramente sarei gia' stata lapidata!!..non riuscirei a stare li'senza far danni!
    lo so!
    ciao
    simona

    RispondiElimina
  50. beh è una ricetta veramente fresca e divertente che ti copierò molto molto presto...

    RispondiElimina
  51. sai cosa vuole dire nuotare con una cosa da 6 kg lo sforzo fisico immane che deve fare la poveretta, anche squalificata eh no è

    RispondiElimina
  52. Ovviamente ho firmato. Condivido la foggia del bikini, anzi monokini perché sto sempre in topless. Il burkini... ci inguainerei quei maschietti così ossessionati dalle "forme femminili": magari una nuotata gli rinfresca le idee.

    RispondiElimina
  53. Ne ho visti di questi burkini a Dubai sulla spiaggia....donne completamente vestite di nero per giunta sotto il sole, a malapena entravano in acqua solo per far giocare i bambini. E' una realtà che per le occidentali sembra lontana anni luce eppure esiste ed è terribile. Vorrei fare una battuta ma l'idea che una bambina si possa sposare a 9 anni mi fa talmente orrore che non riesco a dire nulla ..... a volte con te scherzo perchè so che tu non hai quel tipo di marito e non fai quel tipo di vita, abaya a parte e dottori che si rifiutano di curarti a parte ma credi che sentire certe storie mi lascia senza parole. Corro a firmare e che c...o!

    RispondiElimina