lunedì 10 settembre 2012

La torta di mele perfetta



Sitting pretty.
Ovvero essere in una botte di ferro.
Oppure stare seduti a modo.
O a modino, come direbbe la mia toscanissima metà.
L'avrò vista mille volte con mamma, questa commedia deliziosa con Mr Belvedere, perfezione fatta essere umano, come protagonista.
E quanto ci abbiamo sempre riso.
Mr Belvedere non chiede, domanda, nè sorride mai.
Eppure non è odioso come potrebbe sembrare.
Solo perfetto, e la perfezione non sempre risulta simpatica.
Quando la famiglia King decide che è tempo di assumere una babysitter e mette a riguardo un annuncio sul giornale non si aspetta certo che si presenti per il lavoro un signore distinto, piuttosto avanti con gli anni, ed elegantissimo.
Seppur riluttanti lo assumono, e non potrebbero prendere decisione migliore.
Mr Belvedere è un genio, punto e basta, come risponde lui stesso quando gli si chiede la sua professione.
Miracoloso come riesca a controllare i tre bimbi della famiglia, nonostante asserisca di detestarli, impeccabile nelle pulizie, chef straordinario.
E mille altri talenti gli competono, come quando la padrona di casa si complimenta per come sappia ballare bene e lui risponde semplicemente yes, I do...
Ma quella di  babysitter è solo una copertura: mr Belvedere in realtà sta scrivendo un libro sulle abitudini nascoste del vicinato, e da casa King gode di un punto di osservazione privilegiato, e chissà, qualcuno forse lo sta aiutando...
E mentre i coniugi King litigano perchè il capofamiglia è diventato geloso di questo essere supponente che lo guarda sempre dall'alto in basso il libro di Belvedere diventa un bestseller.
Tutto il quartiere si riconosce nelle miserie, piccole invidie e vizi nascosti che vi sono narrati ma c'è ben poco da fare, a questo punto, se non fargli causa per supposta diffamazione: ma Belvedere è, come da titolo in una botte di ferro.
Rivela che la sua fonte è un vicino di casa dei King, proprio colui che mette in giro pettegolezzi e calunnie su tutto il quartiere...
I coniugi King rappacificati, il vicinato con il colpevole da punire e Belvedere?
Ormai miliardario grazie al suo libro, decide però di non lasciare il lavoro di babysitter: ha infatti altri due libri da scrivere, lui che è stato tutto ma non fu mai nè un ozioso nè un parassita...:-)

Piccolo gioiello da riscoprire, questo film sarà pure del 1948 ma tratta di temi attualissimi: chi non ha vicini impiccioni e pettegoli?
Clifton Webb ebbe una nomination all'Oscar per il ruolo del genio, e la pellicola incassò cifre spaventose.
Cercatelo, non ve ne pentirete: in Italia arrivò con il titolo astruso di "Governante rubacuori".
A tanta perfezione abbino un dolce perfetto: la tarte fine aux pommes.
Pochi ingredienti, che la perfezione è essenzialità.
Da mangiare seduti a tavola con coltello e forchetta.
 Senza dosi fisse, perchè non può non riuscire.
Da curare in quei piccoli dettagli che fanno la differenza da un dolce sciatto.
Anche se sono certa che mr Belvedere direbbe che posso migliorare :-)
E se non si fosse capito partecipo al contest di Andante con Gusto "La commedia è servita", per la categoria Commedia Leggera.



TARTE FINE AUX POMMES
(vista fare al ristorante di Gordon Ramsay a Dubai)

pasta sfoglia, comprata, fatta in casa o furba
mele Granny Smith, o quelle che preferite
burro morbidissimo
zucchero semolato
zucchero a velo
gelato alla vaniglia, per servirla


Stendere la pasta sfoglia in modo che risulti spessa circa mezzo centimetro.
Usando un piatto della dimensione preferita ritagliare un cerchio con un coltello affilato.



Bucherellare il cerchio di pasta con i rebbi di una forchetta. Pelare la mela lasciandola intera, toglierle il torsolo ed affettarla molto sottilmente con una mandolina. Adagiare le fette sovrapponendole leggermente fino a coprire tutta la superficie.
Con un pennello ungere abbondantemente le fette di mele con burro morbido, e spolverizzare con abbondante zucchero semolato.



Cuocere in forno preriscaldato a 190 gradi per circa mezz'ora abbondante: la sfoglia deve risultare cotta e le mele dorate.
Tirare fuori dal forno, spolverizzare con abbondante zucchero a velo e caramellare la superficie con un cannello da pasticceria.
In mancanza si può mettere un attimo sotto il grill, ma fare attenzione a non bruciare tutto!
Servire con una pallina di gelato, se piace.

NOTE:

- la torta è ottima sia calda che fredda.

- si può preparare con qualche ora di anticipo, saltando il passaggio del cannello che invece è meglio fare poco prima di servire.

- il gelato non è obbligatorio, ma sapeste come ci sta bene...


80 commenti:

  1. La faccio naturalmente!..Mai visto questo film :provvedo immediatamente!Grazie!

    RispondiElimina
  2. Grazie per questo post molto dettagliato e per la ricetta semplice e gustosa!

    RispondiElimina
  3. Ne immagino la bontà.
    Buona giornata a te.

    RispondiElimina
  4. anche a me piace moltissimo questo genere di torta dove effettivamente si sente tutto il sapore della frutta!

    RispondiElimina
  5. Particolarissima ma allo stesso tempo semplice nell'esecuzione.
    Non conoscevo questo film, mi hai incuriosita.

    RispondiElimina
  6. Grazie Stefania! Con questa ricetta hai fatto felice mio marito!!!! Gliela faccio sicuramente, visto che adora le torte di mele! Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Gordon un vero mito! Una variante di torta alle mele particolare, è da provare! Grazie per la ricetta ;)

    RispondiElimina
  8. Il film dev'essere davvero un gioiellino, uno di quelli che trovi nelle soffitte delle nonne o che appartengono ai vecchi ricordi, ma da tenere sempre a portata di mano. E la torta? Vogliamo parlare della torta, della Perfezione fatta a torta? Io la tartòpomm l'ho già provata e sono stata molto soddisfatta, ora la versione fine mi manca. Quella chicchissima, semplicissima, da mangiare con coltello e forchetta :))

    RispondiElimina
  9. Bellissima da vedere e ottima da assaggiare ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  10. ma sai che questa e' una torta che non mi ha mai soddisfatto pienamente!!! magari provo anche le tua!

    RispondiElimina
  11. Un film da vedere assolutamente. Sarà" stato il tuo racconto, ma mi hai incuriosito moltissimo. Il dolce semplicissimo da fare, ma di sicuro successo, e" una delizia, complimenti. Buona giornata.

    RispondiElimina
  12. WOw deve essere squisita!!! E per me la pallina di gelato è d'obbligo :-) Baci e buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Le torte di mele sono sempre le mie preferite e questa la farò sicuramente appena torno nella casetta universitaria, è velocissima da fare e dà tanta soddisfazione :)

    RispondiElimina
  14. uhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh avevo visto questa tatin di gordon e mi sconvolge sempre per la bellezza e la bontà..... giorno stefania!

    RispondiElimina
  15. io non resisto alle torte di mele ...ma questa e' insuperabile!!!!!

    RispondiElimina
  16. adorabile, adoro il mix pasta sfoglia mele :-) e il film l'ho visto un miliardo di anni fa, mi piace moltissimo Clifton Webb, ma dove trovarlo? pare che i vecchi bei film siano spariti, stiamo cercando da mesi Il giro del mondo in 80 giorni, quello con David Niven ma non esiste... sob. che peccato e poi girano certe schifezze.

    RispondiElimina
  17. mai sentito dire questo film e mi incuriosisce parecchio ... come la tua ricetta. In bocca al lupo per il contest

    RispondiElimina
  18. Ma guarda cosa sei andata a ricordare!!!!
    Mr. Belvedere!!! :D :D :D

    Bacioni, solo a te! :)))

    RispondiElimina
  19. Hai ragione! La tarte aux pommes è una cosa da pura delizia!!!

    RispondiElimina
  20. Allora sono furba anch'io che la faccio così spessissimo per merenda (ma senza il cannello fiamma alla fine (trovo che le mele si caramellano da sole nel forno). Gordon mi ha copiato, ancora!! hehehehe :-).

    Il film non lo conoscevo, sembra divertente!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  21. Ciao Stefy :) la farò sicuramente, io AMO la pasta sfoglia furba e questa tortina di mele è proprio deliziosa, salvo subito tutto (ormai ho una cartella solo di tue ricette da provare! :D ) Anche io ho fatto una torta di mele la scorsa settimana, molto più calorica mi sa eheheheheheh :D Un bacione e buona settimana, complimenti :)

    RispondiElimina
  22. La tarte fine è buonissima, a casa mia non dura più di due ore :DDDDD
    Non conosco questo film, ma lo vado a cercare!

    RispondiElimina
  23. Una variante tutta da provare!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  24. Beh, sarà pure del 1948 ma m'incuriosisce molto questo film, come una fettina di tora di mele :)

    RispondiElimina
  25. Furbissima questa torta di mele! Semplice da realizzare, bella da vedere, perfetta anche da portare in tavola per gli ospiti!!
    Segno subito! :-)

    RispondiElimina
  26. Mi hai proprio incuriosito! non lo conosco questo film ma mi sembra divertentissimo! vedo di trovarlo in giro!!! brava anche per la tua torta (come al solito :) )

    RispondiElimina
  27. Ricordo questa commedia, e ricordo che quando la vidi per la prima volta, in tutto il primo tempo ho detestato MR Belvedere per la sua apparente presunzione. Ma via via l'opinione cambiava e nel finale non potevo che adorarlo. La perfezione di questa torta di mele è evidente e nella sua semplicità ed essenzialità mi ricorda davvero Mr. Belvedere.
    Ti inserisco subitissimo. Un grande abbraccio (mele anche io oggi!).
    Pat

    RispondiElimina
  28. buongiorno!
    non conosco il film di cui parli ma mi hai incuriosita molto. Per quanto riguarda la torta di mele, questa versione veloce fa venire voglia di farla in ogni momenti si ha voglia di coccole!!

    RispondiElimina
  29. Questo piccolo gioiello purtroppo non l'ho mai visto, ma stai pur certa che mi metto alla ricerca, mi hai incuriosita come solo tu riesci a farlo!!!!
    Sono certa che Gordon sia geniale, un vulcano pronto ad eruttare, è un personaggio unico nel suo genere, semplice nella sua complessità.
    Ogni sua ricetta è facile e semplice ma mai banale.
    Questa tarte tatin è da provare subito!!!!
    P.S.
    Sono curiosa: hai utilizzato la forma acquistata nel negozio con il maritino???

    RispondiElimina
  30. Clifton Webb è un attore splendido!
    La torta di mele da provare.. poi io adoro le apple pie in tutte le forme o modelli come direbbe una mia amica!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  31. ...preziosi consigli, non mi resta che, vedere il film e gustare la tua raffinatissima tarte fine!!
    Un bacione grandissimo!!!

    RispondiElimina
  32. Innanzitutto grazie per la dritta del film,che mi cerchero' sicuramente.La tarte fine non l'ho mai fatta,anche perche' qui ci sono due signori che la fanno cosi spettacolare,che ad emularli non ci penso nemmeno!!
    Un bacio.

    RispondiElimina
  33. da provare!
    non conosco il film, è da vedere ;-)
    buona settimana.

    RispondiElimina
  34. commento e abbinamento splendidi, è proprio la torta perfetta adatta al genio ^^

    RispondiElimina
  35. Sintonia mia cara, questa è pura sintonia!

    RispondiElimina
  36. Ho fatto qualcosa del genere ma con le albicocche: risultato??? Bruttissima :-) Tu lo sapevi che le albiccche, in cottura, diventano di un aspro, ma così aspro da diventare quasi immangiabile?? Ora, IO, lo so :-). Son sicura che con le mele sarà davvero ottica ;-)

    RispondiElimina
  37. Adoro girare per i blog che seguo e trovare ricette carine, furbe, simpatiche come questa, oltretutto "firmata". Che ti devo dire Stefania carissima? oggi la mia giornata ha un senso...
    in bocca al lupo per il (bellissimo) Contest di patty...
    simo

    RispondiElimina
  38. Questo film mi manca, non l'ho mai visto e mi manca anche questa delizia di torta...vediamo di rimediare :-) un abbraccio, Ros

    RispondiElimina
  39. È una di quelle ricette semplici che io adoro al massimo! Ne faccio una simile che posterò ben presto... Forse sarà anche di tuo gusto :-) Ma ci credi che questo film non l'ho mai visto? Devo assolutamente!!! Un'abbraccio

    RispondiElimina
  40. ma sai che quasi quasi me ne faccio al volo una monomela for me only? che qui c'è addirittura qualcuno che snobba la sfoglia perché "è troppo burrosa"... =)

    a me sempre di mele e sempre di Gordon piace tantissimo questa, la conosci? http://www.youtube.com/watch?v=GMt6uoBWbQw

    grazie per aver condiviso la commedia, ne ho visto uno spezzone su youtube e ora DEVO a procurarmela per una di quelle sere d'inverno fredde e piovose che... già, ma tu non ce l'hai l'inverno, chettelodicoaffà? =)

    RispondiElimina
  41. Ciao Stefania, è un po' che ti seguo cercando su google il nome del tuo blog e oggi finalmente mi sono unita così i tuoi post mi arrivano dritti sulla mia bacheca. Beh scrivere che sei brava e che mi piace il tuo blog mi sembra scontato per cui ti faccio solo i miei complimenti più sinceri per quello che fai e per come sei!
    Valentina
    ps: anch'io oggi ho pubblicato una ricetta della torta di mele, ora devo provare la tua ... perfetta ;)

    RispondiElimina
  42. Che bel film, lo voglio vedere!

    E la torta??? Deve essere una bontà, l'unione della sfoglia con le mele...mhhh....
    Un pezzetto me lo mandi? ;D

    Elsa

    RispondiElimina
  43. che spettacolo quella tarte! pensa che ho il caramellatore ma ho paura ad usarlo...ci credi? Non sono troppo normale, mi sa... ;)

    RispondiElimina
  44. io con quell'affare in mano sarei pericolosa!!!!!! tu invece crei delle meraviglie, baciuzzi.

    RispondiElimina
  45. Prossimo acquisto: UN CANNELLO!!!
    La torta è bellissima ma mi manca *l'attrezzo*!
    Bellissimo il film: me lo ricordo e mi piacque tanto!
    Mi sa che vado a cercare in qualche sito e me lo rivedo, magari con Andrea, il mio cucciolo!
    Nora

    RispondiElimina
  46. ahh ecco!
    pensavo avessi voluto già sperimentare lo stampo tatin, ma mi sembrava troppo bassa per essere una tarte tatin...
    mmmmmmmmm
    devo comprare il cannello!
    ;D

    RispondiElimina
  47. Il film mi manca e la torta pure, hanno l'aria di essere entrambi irresistibili! Bacio

    RispondiElimina
  48. Ciao Stefania. Questo film proprio no l‘ho visto e mi hai fatto venire voglia di vederlo. Ti seguo e adoro la tua ironia ;)

    RispondiElimina
  49. Non conoscevo questo film chissà se lo trovo da nolleggiare :-)
    Splendida e veloce la tua torta di mele, ho ancora il cannello da provare :-)
    Baci

    RispondiElimina
  50. Uhuh, vette di professionalità culinaria per me ancora inesplorate! Complimenti per la riuscita del piatto :D

    RispondiElimina
  51. Semplice e perfetta..hai proprio ragione... e conto di preparala al più presto e ..di regalarla tanto per cambiare...
    Un bacione

    RispondiElimina
  52. @ MIKI: e' veramente molto divertente :-)

    @ Mariangela Circosta: grazie a te

    @ Mariabianca: e' divina!

    @ lucy: vero, e nemmeno e' troppo pesante.

    @ Natalia: beh, non credo sia molto famoso in Italia...

    @ SImona: mi fa piacere :-)

    @ Reneesme: adoro Gordon ;-)

    @ pips: ma sono certa che gia' la tua fosse perfetta.

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: un saluto a voi

    @ Valentina: e come mai?

    @ giovanna: e' un gioiellino, infatti.

    @ ZOnzo Lando: per legge ;-)

    @ Ileana Pavone: infatti non serve quasi nulla, e il cannello si sostituisce con il grill

    @ Babs: Gordon e' Gordon ;-)

    @ Dolcemeringa Ombretta: le torte con le mele sono tutte buone ;-)

    @ MarinaM (ricette Reali): concordo, ed e' un gran peccato

    @ ELENA: grazie :-)

    RispondiElimina
  53. Credo di voler vedere questa commedia stasera stessa. Non la conosco, ma sembra esattamente il mio genere... come la torta, ma che meraviglia sarà?

    RispondiElimina
  54. le tue ricette sono sempre una garanzia di successo... ma quel film???
    io che adoro i film americani in b\n dove me lo vado a cercare ora???

    RispondiElimina
  55. davvero perfetta questa torta!
    in bocca al lupo per il contest ;)

    RispondiElimina
  56. questo film mi manca, e pensare che ne ho visti moltissimi di quel periodo, peccato, la trama è sempre attuale! e la torta davvero veloce e buonissima, sei una garanzia, oggi pubblico i tuoi lemon squares, perfetti! ciao :-)

    RispondiElimina
  57. è la famosa 'tarte aux pommes' che prepara sempre mia suocera...francese!

    Stessa ricetta, abbondanti mele (tanto poi si riducono drasticamente con la cottura) e la colazione è servita!
    Il gelato è ovviamente una chicca da non mancare a mio avviso!

    RispondiElimina
  58. io la faccio, ma non sapevo fosse così famosa tanto da essere servita in un ristorante di Gordon Ramsey, adesso quando la mangerò sarò più contenta...è una ricetta semplicissima dove si esalta il sapore della mela, complimenti Stefania sei piacevole come sempre...

    RispondiElimina
  59. Ma sai che pensavo proprio ieri sera a mr. Belvedere? Brutta roba la stregoneria ;))
    Questa torta è davvero perfetta!

    RispondiElimina
  60. Questa torta è una meraviglia, e dovrò assolutamente vedere il film.. grave mancanza!

    RispondiElimina
  61. mi hai incuriosito, per il film..per la torta...sulla pasta sfoglia furba ormai ho la laurea, quindi non mi resta che provare J

    RispondiElimina
  62. Adoro il tuo blog :-) complimenti di cuore.
    Un bacione

    RispondiElimina
  63. no cioè questa torta è fortissima, di una velocità e bontà unica, non mi resta che copiare...e a pensarci mi è già venuta in mente una variante!!^_^
    il film non lo conosco, devo rimediare!!!

    RispondiElimina
  64. Questa tarte è il marchio distintivo di Ramsay nel mondo!! :D :D :D :D La adoro, è semplice, veloce e soprattutto croccantella al massimo con le meline belle dolci... Mai visto il film, mi toccherà rimediare!

    RispondiElimina
  65. Questa sera ho degli amici a cena e farò questa torta che sembra ottima! Col gelato alla vaniglia, ovviamente :-)
    Grazie per le splendide ricette che condividi!
    Un abbraccio,
    Michelle

    RispondiElimina
  66. mmm buonissima! anche io ho un blog, che ne dici di passare? mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina
  67. una golosità infinita, e ho pure il cannello per caramellare, quindi la preparerò di sicuro, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  68. Sto passando per un saluto ai partecipanti al concorso di andantecongusto e devo dire che il tuo post mii piace molto, sia il modo di approcciarti al racconto del film che la ricetta. In bocca al lupo! E a presto, ben trovata. Teresa

    RispondiElimina
  69. Stefania, tu sei un genio!!!!! :-D
    Bellissima la narrazione del film e quanto alla ricetta, che dire... PERFETTA!!!!

    RispondiElimina
  70. mi ha incuriosito moltissimo il film...lo cercherò....la ricetta è straveloce da tenere presente per una serata con gli amici...grazie!!

    RispondiElimina
  71. Stefy questa ricetta è una gran furbata!!! la rifarò appena mi si presenterà l'occasione, semplice, ma gustosissima!!! :-D

    RispondiElimina
  72. non ho parole....uno spettacolo!!!!

    RispondiElimina
  73. ah una curiosità ma la fai cuocere a forno statico o ventilato?
    io solitamente la sfoglia furba la cuocio nel ventilato...

    RispondiElimina
  74. Beh se e' perfetta va provata!

    RispondiElimina
  75. cara Stefania, questa ricetta è fantastica! L'ho provata per una cena in famiglia, è stata un vero successo! Grazie!! E grazie anche per avermi fatto conoscere Mr Belevedere... lo adoro! =o)

    RispondiElimina