lunedì 3 maggio 2010

Furbizie a colazione...


La prima volta che vidi questo impasto, fu in un improbabile programma televisivo americano di cucina nell'ormai lontano 2005.
Improbabile perche' il ketchup sulle lasagne non rientrava nei miei gusti...ma all'improvviso il (sedicente) chef disse di avere una magica ricetta per croissants.
Mi appuntai le dosi piuttosto perplessa, ma corsi a comprare il Philadelphia ed il burro: era vero! L'impasto sfogliava, pur senza lavorazione con i giri, ed era incredibilmente buono.
Nacquero quindi i primi croissants furbi, che postati inizialmente su Mister Carota nell'ormai lontano 2005 non riscossero molto successo, anzi passarono totalmente inosservati.
Fu invece la versione postata su un noto forum di cucina nel 2007 che suscito' piu' interesse. La sfoglia...sfogliava, anche senza giri, e qui stava la furbizia...
Recentemente, Adriano su Profumo di Lievito ne ha postato una versione splendida che invece prevede una lavorazione con i giri, ed ho deciso di provare.
Adriano fa risalire l'apparizione della ricetta su un forum italiano ad addirittura prima del 2005, come variazione di una ricetta di Lory, la Mercante di Spezie, quindi l'origine continua a rimanere dubbia.
Sta di fatto che tutte, dicasi tutte, le mie amiche e colleghe americane conoscono questo impasto.
Ma invece dei soliti croissants, questa volta ho dato la forma di simil-danish pastries e girelle.
E non dimenticate che questa sfoglia, omettendo lo zucchero ed aggiungendo del sale, si presta a ottime ricette salate, come potete vedere su La vetrina del Nanni.

DANISH PASTRIES E GIRELLE FURBE

250 g di formaggio Philadelphia
250 g di farina
160 g di burro tirato fuori dal frigo mezz'ora prima di impastare
2 cucchiai rasi di zucchero (oppure del sale a piacere, per preparazioni salate)

tuorlo d'uovo allungato con acqua, per spennellare
marmellata, o creme preferite, per farcire

In una ciotola, lavorare il philadelphia, il burro, la farina miscelata con lo zucchero fino ad avere un composto di briciole. Non impastare, avvolgere il tutto nella pellicola e mettere in frigo una notte ( io solo 3 ore).
Trascorso il tempo, tirare fuori dal frigo e stendere un rettangolo piu' o meno regolare.
Se guardate la foto, vedrete che si vedono ancora i pezzetti di burro nella sfoglia!
Dare una piega a tre (cioe' piegare le estremita' una sull'altra), avvolgere in pellicola e far riposare in frigo almeno mezz'ora.




Questo procedimento del giro va ripetuto per tre volte, non accorciando mai i tempi di riposo.
All'ultimo giro la sfoglia sara' diventata liscia e bellissima, tiriamola quindi in un rettangolo abbastanza regolare di circa 3 o 4 mm di spessore e cominciamo a tagliare le nostre danish pastries, che devono essere dei quadrati perfetti. Pieghiamo il quadrato a triangolo e pratichiamo due tagli, senza arrivare fino alla fine:


Ora possiamo aprire nuovamente con delicatezza il triangolo ed incrociare i due lati tagliati uno sull'altro.
La foto e' di certo piu' chiara di me!


Ed ecco la danish pronta ad essere farcita con la marmellata, o cio' che piu' vi aggrada.


Per le girelle invece, bastera' tagliare delle strisce di sfoglia, farcirle ed arrotolarle su se stesse.
Mi raccomando, non reimpastate mai i ritagli, non sfoglierebbero piu'. Piuttosto, sovrapponeteli e ristendeteli con il mattarello.
Cuocere danish pastries e girelle dopo averle delicatamente pennellate con tuorlo allungato con acqua in forno caldo a 210 gradi finche' non le vedrete sfogliate e dorate, circa 15-20 minuti nel mio forno.
Mentre aspettate che il forno scaldi, tenete le paste in frigo, se sono fredde sfogliano meglio.

NOTE:

potete surgelare le danish pastries e le girelle gia' formate da crude. Bastera' poi scongelare in frigo o per pochi minuti a temperatura ambiente.
- si possono cuocere anche da surgelate, ma in questo caso va azzeccato il tempo di cottura ;-)



                               

73 commenti:

  1. be'...devo assolutamente provare a sfogliarla anche io ;)
    Sono bellissime!

    RispondiElimina
  2. Divini...ma com'è che nella seconda versione (quella sul noto forum, per intenderci)sfogliavano anche senza giri? Solo impastando tutto insieme?
    Effettivamente si chiamava sfoglia furba...
    Grazie Stefy, prendo nota...........

    RispondiElimina
  3. Che lunga storia che ha questo impasto,se devo esser sincera,frequentando cook conoscevo inizialmente la tua versione,tra l'altro già provata innumerevoli volte(è talmente pratica e veloce!!)poi ho visto quella di Adriano che essendo un maestro l'ha migliorata.Adesso ho capito anche come dare una bella formatura,mi piace molto come le hai fatte,veramente belle!Ti ho appena letta sul mio blog grazie di essere passata,ti auguro una bella settimana!!!Ciao.

    RispondiElimina
  4. Quanto sono belle!!! Per me che ho paura della vera sfoglia, questo è più che una furbizia.
    Io ho una vecchissima ricetta, che preparo da tantissimo tempo (da più o meno 20 anni) con la ricotta, burro e farina, senza sale ne zucchero, e un po' assomiglia alla sfoglia (si fa cmq. senza pieghe), con philadelphia deve essere ancora più buona.

    RispondiElimina
  5. Non mi sono mai cimentata con la sfoglia,ho sempre avuto grossi timori ma a vedere questi risultati la tentazione è forte! E questa sembra più facile della sfoglia classica. Deliziose le pastine e molto utili le foto della formatura. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  6. e sì' stefania, come dimenticare i tuoi croissant furbi, all'epoca fecero scalpore. Li provai poco dopo la pubblicazione ma all'ora ero totalmente imbranata e devo aver sbagliato qualcosa nonostante la spiegazione dettagliata che anche allora riportasti e non vennero benissimo. Ci riprovo senz'altro (complice il fatto che ora ho un bel pozzetto congelatore dove potrei riporli comodamente e scongelarli quando serve) Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  7. Cara Stefania,
    mai visto nulla di simile. Sono impressionata dalla genialità di questo impasto. Grazie grazie grazie infinite!

    RispondiElimina
  8. Io con la sfoglia non sono per niente brava, quelle che faccio nn mi soddisfano mai... chissà ce con queta ricetta, alla tua insaputa, mi aiuti a salvare la mia autostima;)
    Un abbraccio
    Pat

    RispondiElimina
  9. noooooooo stupende bravissima le voglioooooo!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao! prima di tutto, ieri sera abbiamo provato le paratha..molto particolari, ma sfiziosissisime!!
    ottima questa idea per la sfoglia, abbiamo già preso il philadelphia per provare a farla anche noi! in queste formine è davvero elegantissima! perfette per una colazione ricercata ed elegante!
    un bacione

    RispondiElimina
  11. ma che belle... una versione che sfoglia senza impastare e lievitare per due giorni??? Io non la conoscevo e devo provarla al più presto. Bacioni

    RispondiElimina
  12. Mamma che bontà...li devo provare...segno subito la ricetta.

    bravissima

    RispondiElimina
  13. Stupende! E con uno nome cosi' non si puo' non provare :-) Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  14. stefy mi piace tantissimo questa sfoglia furba fa proprio per me che ddi sfoglia ne capisco ben poco!!la voglio provare subito e devo dire che queste girelle sono una vera tentazione!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  15. p.s. secondo stefy con queste dosi riesco a ricavare 2 cerchi da 22 di diametro???baci

    RispondiElimina
  16. Finalmente ho capito come si fanno le danish pastries!! grazie della spiegazione dettagliata, io non ero mai riuscita a capire come si dovessero piegare :-/
    Un bacione e buon lunedì, elena

    RispondiElimina
  17. WOW!! Grazie infinite per aver linkato le mie pizzette!!! :-)))
    Come già ti ho scritto, seguivo quel forum da spettatore e quella ricetta mi spalancò un mondo nuovo.
    Non conoscevo la formatura dei danish, foto esaurientissime, grazie!
    Che marmellata hai usato?
    Sembra di fragole, ci ho preso?
    Ciao!

    RispondiElimina
  18. geniale questa versione! e le tua colazione veramente golosa!!!

    RispondiElimina
  19. adoro le tue furbizie dal tempo di cookaround...sei mitica!!!ho seguito chiaramente le evoluzioni di questo impasto.grazie

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia, sono sbalordita. Non mi sembra vero di poter avere una sfoglia senza doverci stare dietro per due giorni come succede quando preparo quella classica.....
    Ti ringrazio in anticipo...ho capito che questa sfoglia è il prodotto di un'evoluzione....e quindi collaudatissima....
    Fantastica e molto bella anche la ricetta.......
    Da oggi mi si apre un mondo nuovo!
    Mi sa che si capisce che guardo i vostri blog da poco.......comunque non è mai troppo tardi!

    RispondiElimina
  21. Spettacolo!!!!!!!! Oh, tesoro questa te la rubo proprio!!! Mi piacciono!!!!!
    Franci

    RispondiElimina
  22. ah, ecco come si chiaman, danish pastries! io le preparai con la sfoglia e la crema diplomatica, ma non avevo idea di che nome prendesse quella determinata forma di dolce.
    bella la tua versione, solo che questa benedetta sfoglia è una fonte di frustrazione incredibile per me. tutte le prove una ciofeca! ;((((((

    RispondiElimina
  23. non conoscevo questo impasto.. dev'essere buonissimo!!! copio tutto al volo!

    RispondiElimina
  24. @ Antonella: e certo che devi provare, vedrai ;-)

    @ Simo: non so proprio perche' ad alcune persone quella ricetta non venisse. Pero' con questa versione il risultato e' assicurato. Un bacio.

    @ nitte: e' vero, anche la vecchia versione e' molto buona ma e' bello che le ricette 'evolvano". Un bacione!

    @ Dajana: la tua versione somiglia molto a quella della Mercante di Spezie che ho citato nel post, ottima anch'essa. Grazie ed a presto!

    @ Federica: questa richiede molti meno accorgimenti della sfoglia classica, e meno tempo. Prova! Un bacione

    @ Cristina: come ho detto a Simo piu' su, non so perche' ad alcuni non siano mai venuti. Ipotizzo qualche cosa sulla temperatura del burro...ma non puoi non provare la nuova versione, dai! :-)

    @ Alessandra: sono contenta ti piaccia, vedrai e' facilissimo e buonissimo.

    @ Patricia: la tua autostima...per una sfoglia? Mi hai fatto sorridere, provala e scommetto che ti piacera' ;-)

    @ Giovanna: le vuoi??? non sei tu che ti sei mangiata 18 croissants furbi in una volta??? :-)

    @ manuela e silvia: grazie ragazze, mi fa molto piacere quando si provano le mie ricette, e molto piu' piacere quando sono gradite.
    Grazie :-)

    @ colombina: vedrai che spettacolo...non ci vuole nemmeno troppo tempo ;-)

    @ Alice4161: grazie mille!

    @ Edda: che gentile Edda, grazie :-)

    @ dolci a gogo: ma figurati, non ci credo che hai problemi con la sfoglia. Per l'altra domanda ti scrivo una mail ;-)

    @ elenuccia: ehm...pensa che io l'ho imparato da ...Youtube :-)

    @ Nanninanni: Marmellata a quattro frutti, fragola, lampone, ciliegia, mirtillo. Quindi ci hai quasi azzeccato :-)
    Grazie!

    @ Acquolina: toglietemi tutto, ma non...la colazione ;-) Grazie mille anche a te!

    @ Francesco: troppo buono come sempre :-)

    @ viola: grazie mille, e' un piacere leggere il tuo entusiasmo. Spero mi farai sapere se proverai.

    @ Francesca: ma DEVI rubare, e vedrai che furto soddisfacente...un bacio!

    @ luxus: certo che mi ricordo le tue, mi hanno fatto sbavare parecchio ;-)
    Ma hai gia' provato questa versione con i giri? Sei talmente brava, questa non puo' non venirti bene. Un bacio.

    RispondiElimina
  25. @ Micaela: prova, e fammi sapere, sono curiosa del tuo giudizio. Grazie!

    RispondiElimina
  26. Conosco questa meravigliosa ricetta,ho fatto i tuoi croissant furbi...favolosi....aspetto che tu posti la tua ricetta di croissant francesi...spettacolari!!!!! Un bacio!

    RispondiElimina
  27. questa pasta sfoglia "magra" è meravigliosa! sei stata bravissima come sempre...mi ero trovata benissimo anche io e davvero vale la pena di rifarla!!
    un bacione!

    RispondiElimina
  28. La cosa certa è che quest'impasto è formidabile! Molto goloso il tuo utilizzo e chiarissima la spiegazione!

    RispondiElimina
  29. Ma mitica!
    Mi pareva di aver letto un po' di tempo fa una ricetta molto simile per la sfoglia ma poi negli anni me l'ero scordata. Mi sa che è quella di cui parli anche te...
    Si vede che oggi era nell'aria :)

    RispondiElimina
  30. ne ho sentito parlare pure io di questa sfoglia magica, ma non l'ho mai provata mi sembra comunque sempre difficile :-) sono deliziosi ripieni di marmellata! chissà che un giorno non provi a farla pure io!

    RispondiElimina
  31. Stefania, li ricordo eccome i tuoi croissant furbi, penso che sia stata la prima ricetta che mi ha colpito sul "noto forum", devo farla di sicuro
    un bacione

    RispondiElimina
  32. Ma che belle!!!
    sei stata bravissima e ci vuole anche minuzia e pazienza per preparare queste piccole delizie!!
    ......me ne conservi un paio??? ;)

    RispondiElimina
  33. Stefy l'impasto eseguito con il Ken?

    RispondiElimina
  34. Devo dire che alzarsi e trovare una colazione così uno lo fa più volentieri che delizia complimenti

    RispondiElimina
  35. Devo provarla!!!! Grazie mille per aver postato la ricetta!Ciao cara buona settimana, saluti Manu.

    RispondiElimina
  36. Davvero una bella sfogliatura, complimenti!
    Una colazione da re!

    RispondiElimina
  37. Anvedi che barbatrucco!!!
    questa è una chicca da segnarsi e fare!!!
    grazieee...non la conoscevo mica seppur famosa:)
    bacioniiii

    RispondiElimina
  38. Questa me la ricordo sul forum. La vidi e te la copia subito. E' strepitosa!!

    RispondiElimina
  39. @ maria61m: appena ho del tempo anche io vorrei rifare quei famosi croissants...grazie di tutto!

    @ Alice: se gia' sei soddisfatta con la vecchia versione con questa ti troverai ancora meglio, fidati!

    @ Tania: questo e' poco ma sicuro :-) Un bacio e grazie.

    @ fabien: eheheheh hai proprio ragione ;-)

    @ Ely: ma no Ely, non e' difficile! Fai una prova magari con meta' dose di impasto, tanto per prendere la mano con i giri, coraggio!

    @ Cristina: ma grazie, un bacione.

    @ Zia Elle: ma nemmeno tanta, alla fine non ci vuole molto di piu' che tagliare ed arrotolare un croissant ;-)

    @ Francesco: dato che andava solo amalgamato tutto in briciole ho fatto a mano...ciao!

    @ steval: come e' vero, solo il profumino gia' ti rimette in pace con il mondo :-)

    @ Manuela: buona settimana anche a te, grazie!

    @ patty: grazie, cara!

    @ terry: allora DEVI provarla, ne rimarrai conquistata!

    @ Dodo': davvero? Sono contenta, ma prova l'evoluzione e non la lascerai piu' ;-)

    RispondiElimina
  40. Sembrano facili da fare e bellissime!!
    Chisà se riesco a farle io!!!
    Baci

    RispondiElimina
  41. furbastra...hehehheheheeeeeee
    che idea carina e buona

    RispondiElimina
  42. Stefania sei insuperabile!! una ricetta perfetta in tutti i sensi!! complimenti davvero!! ciao!

    RispondiElimina
  43. Stefania sei stata bravissima, grazie per le foto che per me sono una manna! Mi invogli proprio a tentare la mia prima sfoglia anzi similsfoglia!
    grazie mille

    RispondiElimina
  44. Quante fantastiche ricette, complimenti per il blog!
    Saluti da Bologna,
    Federica.

    RispondiElimina
  45. Un impasto senza dubbio furbo,ma non per questo privo di gusto! Ha un aspetto davvero sorprendente,complimenti!

    RispondiElimina
  46. ce façonnage est divin, j'adore
    ça ne peut être qu'excellent
    bonne soirée

    RispondiElimina
  47. eheheh questo impasto ovviamente l'ho provato pure io, potevo mica lasciarmelo scappare no?

    PS sono passata su un nuovo blog, ma sono sempre Castagna...passa a trovarmi, mi farebbe MOLTO piacere

    RispondiElimina
  48. ma che belleeeeee!!!!
    mitica Stefy!!!
    ps: non è che..... mi manderesti un po' di sole????...sigh!!!!!
    ciaooooo

    RispondiElimina
  49. @ Mammazan: quando mai non riesci, brava come sei ;-)

    @ Dolce D: grazie carissima, un bacio!

    @ Federica: che gentile, grazie!

    @ Alessandra: grazie a te, e fammi sapere se provi.

    @ FEDERICA: ricambio il saluto, e ti mando un grazie!

    @ ilcucchiaiodoro: ti ringrazio, e se lo provi ti assicuro ne rimarrai conquistata anche tu.

    @ Max: grazie, ciao a te!

    @ Fimere: nice as usual, merci!

    @ Castagna: appena ho un attimo passo di certo!

    @ dario: faccio il possibile ;-))))

    RispondiElimina
  50. Ci sto meditando su: non amo la pasta sfoglia industriale e non volendo cimentarmi con quella home made, questa mi sembra una valida alternativa :))

    RispondiElimina
  51. ciao!! che golosità! complimenti per le furbizie!! :D

    RispondiElimina
  52. e tu di furbizie te ne intendi ihihiihih,anche i tuoi cornetti furbi li faccio spesso ;)
    ma quel dolcetto danish è anche bello da vedere,come sempre sei bravissima,ti adoro dolcissima smack

    RispondiElimina
  53. @ Milena: vedrai, e' semplice e buona, ti sorprendera'.

    @ Roberta; grazie mille!!!

    @ angelica: davvero ancora li fai??? un bacione, che piacere mi hai dato!

    RispondiElimina
  54. Guarda a proposito di questa sfoglia,tra qualche giorno posterò la..quadratura del cerchio ;-))
    Io quando ho scoperto quest'ultima cosa sono rim<sta basita,ma resta il fatto che..la prima volta che la postai era il lontano 200 sul forum di cucina italiana e ti assicuro che nessuno la conosceva ne tanto meno se la filò ;-) Poi divenne quella sua quella mia la lro la nostra ,insomma lasciamo perdere,la "mia" anzi di mia nonna era una ricetta di famiglia inventata per "povertà" non vantava giri di pasta ,ne tanto meno formaggio spalmabile ;-) ma solo semplicissima ricotta grassa,poi qualche giorno fa..bè diciamo che capisco bene il perchè le tue amiche americane conoscono bene questo impasto,questo intendo quello con il formaggio spalmabile ;-) lo capirai anche tu quando posterò la ricetta di "biscottini" molto molto particolari ;-) E finalmente ci sarà la pace per tutti ..ahahahah ;-))
    Cmq mia tua nostra loro ti sono venuti una meraviglia!

    RispondiElimina
  55. Wow Lory, allora aspetto la quadratura del cerchio!!!! NOn sto nella pelle!!!

    RispondiElimina
  56. Questa mattina ci voleva una carica in più...
    me ne dai una per fare merenda?
    Sono sempre in tempo per ricaricarmi..oggi la stanchezza si fa sentire..
    Bravissima!!
    Elisa

    RispondiElimina
  57. Se passi, ne ho una scorta in freezer...;-)

    RispondiElimina
  58. Questo tipo di sfoglia è vecchio come il mondo !!! Si puo fare con vari formaggi per esempio ricotta, philadelphia e anche panna. Senza giri. Solamente impasto fatto con la panna devi lasciare riposare in frigo per 12 ore. E' veramante ridicolo questo "sono stato primo io" !!! Ho libro polacco di cucina di anni 60 e trovo le ricette con questa sfoglia perciò non mi meraviglio che Tue amiche americane conoscono la ricetta. E complimenti per dolcetti - molto appetitosi.

    RispondiElimina
  59. Grazie, infatti so che è una ricetta di origine ebraica, molto antica...ciao!

    RispondiElimina
  60. ciao Stefania!! se passi ti offro tutto quello che ho fatto!grazie per le belle ricette che posti!!buona settimana!

    RispondiElimina
  61. Questa si chiama evoluzione in cucina...ero rimasta ferma ai cornetti furbi

    RispondiElimina
  62. ..e oggi in versione al kamut!!!! strepitosa!!!!grazie!

    RispondiElimina
  63. ciao Stefania, guarda:
    http://annaferna-mordiefuggi.blogspot.com/2012/02/cornetti-di-finta-sfogliaovvero-la.html

    RispondiElimina
  64. Wow, per me che adoro la pasta sfoglia questo è un sogno...farla a casa ed anche senza tutti quei passaggi macchinosi, grazie sei sempre molto originale

    RispondiElimina
  65. questa sfoglia mi tenta, ma riuscirà anche con le farine no-glutine?? ho paura che mi venga fuori un orribile impasto molliccio e insfogliabile....

    RispondiElimina
  66. Non ho idea, Sara, non ho esperienza con quel tipo di farine...:-(

    RispondiElimina
  67. ce l'ho fatta, finalmente ho preso il coraggio a due mani e ho fatto la tua sdoglia furba.
    GRAZIE!!!! un successone, mia mamma mi ha detto che non era vero che l'avevo fatta io, ma che l'avevo comprata, i mie figli, anche se piccoli molto noiosi, hanno apprezzato. l'unico inconveniente è che prima di andare a letto sul vassoio erano rimasti 20 dolcetti, alla mattina, dopo il passaggio del mio martirio, ne erano rimasti 6. sig. volevo portarli alle colleghe per un piccolo assaggio. quindi le rifarò sicuramente. grazie ancora Stefania, come sempre sei il mio grande aiuto in cucina
    un abbraccio Giorgia

    RispondiElimina
  68. Giorgia, sono contentissima!
    Hai visto che la ricetta è semplice, alla fin fine...solo prende un po' di tempo.
    Grazie per la tua gentilezza, sempre.

    RispondiElimina
  69. Sfoglia furba annotata come primo spunto per il compleanno di mia figlia :)

    RispondiElimina
  70. Avevo sentito parlare tantissimo della tua sfoglia furba e oggi ho trovato finalmente un attimo di tempo e sono riuscita a scovarla tra i tuoi innumerevoli, straordinari spunti. Farò tesoro di questo suggerimento preziosissimo e ovviamente di tutti gli altri!
    Grazie, Stefania e buona serata!
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  71. E' una ricetta comoda e facile, non so perchè io la preferisco per cose salate!!!

    RispondiElimina