lunedì 9 giugno 2014

Gelato al cocco, in tre ingredienti e senza gelatiera!




O si ama o si odia.
Il cake design, ovvero l'arte di decorare le torte con pasta di zucchero.
Effettivamente se ne sono viste delle belle.
O delle brutte.
Ne ho ammirate di incantevoli, eteree, così delicate che parevano calate dal cielo direttamente dagli angeli.
E non solo belle, buonissime.
Poi ne ho avuto davanti altre.
Un pugno in un occhio fa meno male di un fiore che sembra una pianta carnivora.
Senza peraltro volerlo essere.
Colori a casaccio.
Per non parlare di quelle a tema.
Una linea sottile separa il divertente dal grottesco.
Ed il grottesco dal cattivo gusto.
Per carità, il senso dell'umorismo è cosa molto personale.
E bigotta non sono di certo.
Ma di fronte a decorazioni rappresentanti, scusatemi, piselloni con annessi e connessi sono rimasta sempre un po' interdetta.
E manco li facessero a dimensione naturale: sempre roba gigantesca, da scappare via a gambe levate.
Idem per la versione femminile della questione.
Pazienza.
Poi mi capita una notizia sotto mano.
Ad una delle pasticcerie più note di tutto il Paese.
E gliela realizzano, chissà con quante risate.
E' a forma di camion, e fin qui poco male.
Ma il camion è guidato da una donna, e ne trasporta tante altre sul retro.
Tutte sorridenti scappano dalla seconda torta.
Che è una macchina piena di poliziotti religiosi.
Mi è venuto da ridere.
A loro un po' meno.
Anzi, i poliziotti in questione si sono proprio arrabbiati.
E la pasticceria si trova costretta a licenziare il pasticcere.
E già che ci siamo pure l'impiegato che ha fotografato la peccaminosa creazione diffondone l'immagine.
Quando si dice un boccone amaro.
Ma la festa, che dite, l'avranno annullata? :D


No comment, come al solito :) e vi passo la ricetta di una roba che se la provate continuerete a prepararla ogni giorno per tutta l'estate: cremoso, morbido ma soprattutto buonissimo.
E in tre-ingredienti-tre.
Less is more anche nelle ricette, qualche volta ;)



QUICK COCONUT ICE CREAM
di David Lebovitz

500 ml di latte di cocco
320 ml di panna fresca da montare
120 g di zucchero, meglio ancora se di canna


Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino su fiamma medio bassa.
Girare per far sciogliere lo zucchero quindi appena raggiunto il bollore abbassare il fuoco e far sobollire per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.
Togliere dal fuoco e far raffreddare, quindi versare in un contenitore e mettere in freezer per diverse ore, meglio una notte.
Prima di servirlo, romperlo a pezzi e mettere i pezzi nel robot con le lame (stesso procedimento mostrato qui ) frullarlo rendendolo cremoso e servirlo subito.


 NOTE

- il gelato rimesso poi in freezer tornerà duro, per riaverlo morbido e cremoso andrà frullato di nuovo (se mai vi avanzasse :)

- una salsa al cioccolato come questa ci starà benissimo, oppure del cocco fresco in scaglie.

65 commenti:

  1. Ahah, date una medaglia a quella signora!! :D Comunque mi dispiace per il pasticciere... bah, devo dire che il cake design mi lascia un po' indifferente. Son belle da vedere, ma mangiarle e tutto un altro discorso! ;)

    RispondiElimina
  2. che meraviglia cara Stefy...sei sempre un fenomeno!
    Quanto a quello che racconti all'inizio del post, no comment... :(

    RispondiElimina
  3. Ogni volta che leggo ciò che accade in questo paese mi vengono i brividi....
    peccato tu non partecipi ai contest perché ne ho in corso uno che farebbe a caso di queste ricettina....sigh!
    ma comunque acquisto il latte di cocco e in attesa di leggere le istruzioni della gelatiera (voglia saltami addosso ora) me lo pappo e non ci penso più ;)
    un bacione,
    Vale

    RispondiElimina
  4. a aparte le ricette che sono fantastiche ..i titoliu che mettisncora di più bacio simmy

    RispondiElimina
  5. Ok io ormai non mi stupisco più...roba da matti! Stefy penso che tu oltre a sfornare ricette furbe e fighe hai anche un altro dono "mi leggi nel pensiero" sono alla ricerca di gelati buoni e senza gelatiera, il tuo è perfetto per me, grazieeeee!
    Buona settimana

    RispondiElimina
  6. Ahaha, ridiamoci su che è meglio!
    Ieri avevo voglia di gelato, ed ho usato come base la tua ricetta 'alcolica' di Martha, con alcune modifiche ed è venuto buonissimo, ma ora mi fai scoprire pure questo ed io come faccio a resistere??

    RispondiElimina
  7. l'ho sempre detto che sei avanti..ma tanto avanti!!!!! <3 <3

    RispondiElimina
  8. Fantastica la facoltosa araba, mi spiace per il pasticcere ed il fotografo coinvolti...ma che ridereeeee
    Peccato non poter vedere la foto....
    Il gelato come lo hai descritto lo fa una gelateria della zona allo stesso modo, e dato che fatico meno a comprarlo, vado direttamente da loro...e poi è l'unica che io conosca che ha i coni fatto cona la farina di riso!!!!

    PS: sono ancora alla ricerca dei datteri...porca pupazza :-((

    RispondiElimina
  9. Vorrei vedere la foto!!! Purtroppo non sono una amante del cake design...ho alcune amiche che spesso mi fanno assaggiare i frutti del loro lavoro ma nonostante le loro creazioni siano davvero molto belle, in quanto a gusto lasciano moltissimo a desiderare. Ecco, mi pare sia una moda che si concentra sul lato sbagliato della cucina, quello estetico...le mie creazioni (solitamente piuttosto brutte) sono mooolto più buone!

    RispondiElimina
  10. Il fatto che sia senza gelatiera mi intriga parecchio, ottima idea, e tutta quella panna che goduria! non amo il cake design ammiro molto gli artisti che ci lavorano creando veri e proprio capolavori ma la pasta di zucchero la trovo stucchevole! buona giornata!

    RispondiElimina
  11. Mi fa impazzire quella coppetta col cucchiaino abbinato! Peggio di una bambina... son queste le cose che rendono buoni i gelati: la gioia di assaggiarli nei contenitori "giusti"! :D

    RispondiElimina
  12. fresco e goloso questo gelato!!!!!!!!! mi piace moltissimo!!!!!

    RispondiElimina
  13. MA come fai!!!!! a relizzare simili leccornie senza attrezzature....sei una sfida vivente e io voglio essere come te!!! un bacione!!!

    RispondiElimina
  14. Una domanda, perchè ho già trascritto la ricetta, ma ho un dubbio su un punto.. che contenitore serve per mettere il gelato da posare in freezer? Un normale tapperware o qualcosa di particolare?
    www.bonjourchiara.com
    Bonjourchiara Facebook Page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un qualunque contenitore va bene, solo magari stai attenta che ci stia in uno strato sottile così romperlo sarà più facile :)

      Elimina
    2. Grazie mille! in questi giorni vado a fare la spesa e compro tutto il necessario!!

      Elimina
  15. favoloso, lo replico oggi stesso, il mio fidanzato ha una vera passione per il cocco <3

    RispondiElimina
  16. Buongiorno Stefania!
    Faccio sempre il gelato con la frutta fresca congelata nel bimby ma è da tempo che voglio provare qualche crema, meglio se al cocco...ed eccoti qui! Mi hai letto nel pensiero!
    Senti, ovviamente io la farò vegan ma è molto difficile trovare la panna veg da montare, perciò la mia domanda è questa: va bene anche la panna di cocco ad esempio, anche se non monta? Oppure qualsiasi altra panna, tipo di soia, avena, riso? Tutte queste, ti dico già, non montano....
    Grazie splendida!
    Clo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, per dare cremosità a questo gelato ci vuole panna che monta :( con le altre non so che risultato tu possa ottenere ....

      Elimina
    2. Scusate se mi intrometto...
      Ciao Claudia,
      io la panna veg da montare la trovo tranquillamente al super e monta benissimo, l'ho propinata a mio marito e non si è accorto della differenza ;-)
      Controlla bene nei reparti del tuo supermercato perchè io la trovo da Auchan, Coop, Conad...

      Elimina
    3. Ciao Stef,
      so di quale panna parli ma è solo a base vegetale, non è assolutamente vegan...
      Grazie lo stesso!
      Clo

      Elimina
    4. Effettivamente ora che mi ci fai pensare.....
      sorry :-(

      Elimina
  17. Sei sempre un pozzo di conoscenza!!!
    Questa volta però sono preparata: il latte di cocco CE L'HO!!!!
    Baci Signora delle Dune!
    Nora

    RispondiElimina
  18. una vera leccornia! e ricetta furba.
    io ci resto sempre male quando tento con il gelato senza gelatiera (per la consistenza dura)...
    ma hai ragione, basta dargli una bella frullata!
    ciao!!!

    RispondiElimina
  19. Iio il cake design lo apprezzo ... e molte volte se ne parla perché non lo si ha mai gustato....oppure perché ci si è affidati a cialtroni o simil. Idem per quelli che fan decorazioni di dubbio gusto. Santa pace, in effetti ce ne sono parecchi e quanto si fan pagare!!!!!!!
    Il tuo gelato è super anzi stupenderrimo e grazie alle domande che ti hanno posto .... non te le rifaccio ahahah!!
    Grazie per queste furbate :D

    RispondiElimina
  20. davvero, ridiamoci, su! evviva il gelato facile, anzi furbo!
    :-)

    RispondiElimina
  21. Ma che storia! Ahahah
    Amo il gelato al cocco e questa ricetta sembra semplicissima quindi me la segno!
    Bravissima come sempre.
    Un abbraccio
    Giudy

    RispondiElimina
  22. anch'io l'ho sperimentato con un gelato alla mozzarella di bufala, praticamente un pacojet casalingo ;-) e ora si prova col cocco!!

    RispondiElimina
  23. ...e metti caso che non mi piaccia il cocco????? Che altro latte potrei usare????
    Certo che siamo proprio noiose....

    RispondiElimina
  24. Genialissima ricetta!!!! Ridicola storia... che non necessita di ulteriori commenti :(

    un abbraccio

    RispondiElimina
  25. Ehi, oggi sembra che ci siamo messi d'accordo per pubblicare gelati senza gelatiera!!! :))))

    Questo già so che ti piacerà! ;)

    RispondiElimina
  26. Ho giusto due lattine di latte di cocco in dispensa (scorte per il tuo riso cocco e lime di cui vado pazza)...
    E visto che salvi me e mia sorella ad ogni cena con amici, ringrazio che tu abbia aperto questo blog!

    Alice

    RispondiElimina
  27. Mi dispiace per il pasticcere che ci ha rimesso il posto, ma l'idea della signora era davvero fantastica! mi sembra di intuire che gli arabi non siano persone ironiche, e soprattutto autoironiche ;-)
    Ricetta furbissima, anche troppo perchè dopo averla letta si finisce per mangiare gelato a tutta birra

    RispondiElimina
  28. non ci posso credere sul dolce!!!! e invece ci voglio credere sul gelato, idea geniale!!

    RispondiElimina
  29. anch'io oggi ho preparato un gelato al bacio ma questo....wow!! Da provare subitissimo insieme al sorbetto magico che mi ero persa! un bacio

    RispondiElimina
  30. Stefy ho solo 250 ml di panna, che dici viene lo stesso? Io comunque una volta raffreddato lo metto nella gelatiera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrà meno cremoso, magari diminuisci tutte le altre dosi di conseguenza :)

      Elimina
  31. una satira fantastica, ma come sempre no comment! bellissima idea il gealto, abbinato al cioccolato è buonissimo!!!
    ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  32. Voglio andare a quella festa! Che sarebbe in grado di riconciliarmi con le torte glassate che sono spesso più belle che buone. La signora in questione è davvero spiritosa, peccato ci sia chi non si lascia prendere dallo zucchero...

    RispondiElimina
  33. ''Abbiamo pieno rispetto dei nostri valori e della nostra religione e respingiamo i tentativi di denigrare la Commissione per la promozione della virtu' e la prevenzione del vizio'', ha concluso il pasticciere Sa’adeddine." In effetti alla Commissione si fanno la migliore pubblicità da soli.

    RispondiElimina
  34. personalmente il cake design mi piace, ma non gli eccessi e il gusto rococo' come penso amino li.preferisco di più questo gelato semplice e ideale ora!

    RispondiElimina
  35. bè io non amo il cake design, nè prepararlo nè mangiarlo...sarò limitata ma è così...invece adoro il tuo fast gelato!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  36. La storia non è comica ma tragica, i pasticceri che umilmente si piegano a cercare il favore della polizia religiosa licenziando due (forse) padri di famiglia mi fa inorridire e penso a come siamo fortunati a vivere con la libertà di pensiero e di parola, di cui peraltro spesso abusiamo e della cui importanza non sempre siamo consapevoli.
    Possibile che l'integralismo si faccia spaventare dall'ironia di una torta?! Possibile che un popolo intero accetti una tradizione che confonde il trascendente con l'arroganza di chi non riconosce il pari valore di una donna ad un uomo? Ma un bello sciopero femminile generale, no?!

    RispondiElimina
  37. P.S...comunque il gelato è strepitoso: provo con la gelatiera e ti faccio sapere!

    RispondiElimina
  38. questa sezione di gelati senza galatiera mi piace tantissimo

    RispondiElimina
  39. io sono sempre più senza parole...
    il gelato lo proverò ;-)

    RispondiElimina
  40. si può che per trovare tempo per commentare i tuoi post mi dovevo ammalare?? bè ne è valsa la pena comunque ! prima per mandarti un saluto e un sbraccio e poi per aver scoperto questo "gelato" : adoro il cocco!!! sulle torte descritte non commento...non amo particolarmente il cake design pur apprezzando la bravura di alcuni artisti ...in fondo rimango sempre un' affezionata alle care, vecchie, confortanti torte di mele !!! e se non son perfette ancora meglio ;-)

    RispondiElimina
  41. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  42. Ricettina interessante, soprattutto perchè la mia gelatiera inizia a dare i numeri! :(

    RispondiElimina
  43. Il mio rapporto con il gelato homemade è problematico: ho fatto solo due esperimenti. Il primo era il gelato al basilico, buonissimo ma ipercalorico fra panna, zucchero e uova. Recentemente poi mi sono cimentata con il gelato al riso: una schifezza, non mi è venuto bene per niente! Chissà se questa volta, con il tuo procedimento, riuscirò a combinare qualcosa di buono! ;)

    RispondiElimina
  44. Stefania se questo mi viene meraviglioso come l'altro ti eleggo mio personale mito dei miti!!! :-D
    Veloce e goloso, il gusto poi mi attira parecchio. Super come sempre!
    Per il pasticciere mi spiace, spero solo che se lo immaginasse e che si sia goduto ogni momento in cui rappresentava con la sua arte un tema così controverso. Insomma spero che in qualche modo sia stata anche un suo modo di denunciare e non solo di subire un ordine.
    Alice

    RispondiElimina
  45. devo proprio tentarlo il gelato homemade...
    sopratuttpo questa ricetta alla quale non serve la gelatiera [che non ho!]

    RispondiElimina
  46. Incredibile, non c'è mai fine al peggio... :(
    Questo gelato al cocco in compenso è assolutamente delizioso, assolutamente da provare.

    RispondiElimina
  47. Gelato, gelato e gelato...in questo periodo non mangerei altro...questa versione mi sembra golosissima e facilissima!!!! :)

    RispondiElimina
  48. Ahahahah quella donna è una grande!!:) Comunque sono d'accordo, girovagando su internet sotto la parola "cake design" (o cercando anche solo "torte decorate", senza andare troppo lontano!:D) balza subito agli occhi quanto sia sottile la linea tra creatività e cattivo gusto! Ma alla fine della fiera ci dev'essere spazio anche per quello, no?:)
    Adoro il gelato al cocco, è il mio preferito in assoluto! Se mi dici che posso farlo con solo tre ingredienti e senza panna, che continuo a comprare e a buttare subito nella spazzatura perchè cagliata, prendo in considerazione l'idea di farti una statua!!:)
    Mitica!

    RispondiElimina
  49. E' una storia del retrogusto amaro, e spero che il gelato di questa ricetta sia riuscito ad addolcire il pensiero che un pò di ironia costa il posto di lavoro a qualcuno. E' stato proprio il cake design a farmi scoprire il mondo dei blog. E, poco dopo, il tuo. Non tutta la sugar paste vien per nuocere (ma stendiamo comunque un velo pietoso sulle "torte esotiche" come le chiamano in America).
    A presto

    RispondiElimina
  50. zucchero bianco meglio.....io faccio con miele

    RispondiElimina