lunedì 26 maggio 2014

Babà al tè, gelato furbissimo alla menta e marmellata di datteri


Non lo faccio mai.
E mi ero imposta di non farlo mai.
Mai guardare le ricette già arrivate all'MTChallenge del mese.
Non importa che sia un uovo fritto, un pezzo di carne poco fotogenico o un'insalata che non si mette in posa.
Qualunque sia la sfida c'è già stato, nell'ordine.
Chi l'ha fatto più bello.
Chi l'ha fatto più buono.
Ma soprattutto chi l'ha fotografato con una maestria tale da generare nella sottoscritta un unico desiderio: quello di cliccare su "cestina" per l'intera cartella di scatti appena realizzati.
Mai dire mai, e mai fu più vero.
Il piccolo babà, in sè, sarebbe pure carino.
Lo era nella mia mente.
Certo, prima di scoprire che forse, dico forse, ho messo un po' troppo impasto in ogni stampino.
Sarà che questa ricetta perfetta si è trovata particolarmente bene con il clima desertico.
Sarà che quella idea che mi era parsa geniale di spegnere per un'oretta l'aria condizionata in cucina ha fatto il resto.
Fatto sta che non ho trovato piccoli, graziosi babà lievitati con la loro cupoletta.
Ma piuttosto mongolfiere pronte a librarsi in aria.
E corri a cuocere, sperando che il battesimo del volo non avvenga dentro il forno.
Bagno, farcisco, decoro.
Magari "decoro" è una parola grossa, va'.
Lo guardo attraverso l'obiettivo della macchina fotografica.
Non trovo il suo profilo migliore.
Forse perchè non ce l'ha.
Un click  sulla pagina degli sfidanti.
Mannaggia a me.
Gli altri ce l'hanno, il profilo migliore.
Pazienza, perchè intanto non è buono.
E' buonissimo.
E quella domanda dell'augusto consorte che se ne è strafogati tre in un giorno solo farò finta di non averla sentita.
Ma perchè è bagnato?
Perdonalo, Antonietta :D


 Il babà ha voluto parlare arabo, in casa arabafelice, what else? ;)
Unendo alla pasticceria nostrana quello che è un sapore tipico di queste parti: ovvero il tè con la menta e qualche dattero a contorno.
E la menta in un gelato, così che i due sapori si fondano in qualcosa di più adatto al clima della terra che mi ospita.
E come si sarà capito partecipo all'MTChallenge di Maggio 


                                                               
BABA'
per circa 10 babà monoporzione
dalla ricetta de La Trappola Golosa


300 g di farina bio tipo 0
3 uova grandi
100 g di burro
100 g di latte
25 g di zucchero
10 g di lievito di birra
 mezzo cucchiaino di sale fino

per la bagna
un litro di acqua
300g di zucchero
tè nero in foglie

per il gelato furbissimo alla menta
250 g di panna fresca da montare
150 g di latte condensato zuccherato
4 cucchiai di sciroppo concentrato di menta
un cucchiaino di estratto di menta

marmellata di datteri per lucidare


Sciogliere il lievito di birra con 50 g di latte tiepido e 1 cucchiaino di zucchero e impastarli con 70 g di farina, tutti presi dal totale degli ingredienti. 
Lasciar lievitare fino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito.
Versare in una ciotola il resto della farina (230 g), fare la fontana, versarci il lievitino e le tre uova. Impastare schiacciando ripetutamente nella mano l’impasto per amalgamare le uova e aggiungere un cucchiaio alla volta di latte per ammorbidirlo un po’, man mano che se ne senta la necessità, facendo attenzione a non renderlo molle; poi impastare energicamente, sbattendolo verso la ciotola per una decina di minuti. 
Coprire e lasciar lievitare per 80/90 minuti e comunque fino al raddoppio.
In una ciotolina lavorare il burro a pomata, impastandolo con il restante zucchero (20 g) e il sale. Aggiungerlo al primo impasto  una cucchiaiata alla volta facendo  assorbire bene  prima di aggiungere  la successiva. Lavorare per 5 minuti nella ciotola, poi ribaltare l’impasto su un piano da lavoro e iniziare a lavorare energicamente piegandolo e sbattendolo più volte per 15/20 minuti. Qui bisogna avere tenacia e resistenza perché questa è quella fase in cui è possibile ottenere un babà spugnoso e morbido, capace di assorbire e trattenere la bagna. Quando inizierà a staccarsi dalle mani e piegandolo manterrà una forma tondeggiante, senza collassare e vedremo l’accennarsi di bolle d’aria il nostro impasto è pronto.
Per poterlo sistemare agevolmente nello stampo preventivamente imburrato, staccare dalla massa dei pezzi di pasta schiacciandoli con pollice e indice, come volessimo strozzarli, ottenendo così 6 palline.
Una volta completato il giro, con l’indice  sigillare gli spazi tra una pallina e l’altra, coprire con un telo umido e lasciar lievitare in forno spento con luce accesa per 2 ore, fino a triplicare di volume.
Per le monoporzioni come le mie mettere una piccola pallina di impasto nello stampino riempiendolo per metà e lasciar lievitare.
Accendere il forno  a 200, raggiunta la temperatura infornare, abbassare a 180 e cuocere per 20 minuti circa.
Dopo circa 10 minuti di cottura coprire con un foglio di alluminio, per evitare che la superficie scurisca.
A cottura ultimata lasciar intiepidire per 15 minuti e capovolgere il babà possibilmente in una ciotola larga e bassa.
Per la bagna: far bollire l'acqua con lo zucchero per 10 minuti. Spegnere il fuoco e mettere le foglie di tè, circa 2 cucchiaini colmi, in infusione per 5 minuti.
Passare attraverso un colino a maglie fitte.

Per il gelato furbissimo alla menta: Montare la panna ben ferma. In una ciotola a parte mescolare latte condensato, sciroppo ed estratto di menta. Mettere in un contenitore e poi in freezer una notte.

Irrorare i babà  con la bagna tiepida, e lasciarli nella ciotola rigirandoli ogni tanto in modo che la assorbano per bene finchè non avranno la consistenza di una spugna inzuppata.
Adagiare ogni babà nel piattino individuale, spennellarlo con pochissima marmellata di datteri e servirlo con il gelato e un dattero a decorare.

NOTE

- la ricetta sembra indaginosa ma basta organizzarsi con i tempi. Ho cotto e imbevuto i babà il giorno prima di servirli.

- l'impasto è stato realizzato in planetaria, e finito a mano.

- il gelato alla menta fa parte della categoria di gelati furbissimi che non ghiacciano mai, provare per credere ;)

- la marmellata di datteri è stata acquistata, essendo qui dove vivo molto comune.

48 commenti:

  1. Originalissimo e goloso questo babà con gelato!

    RispondiElimina
  2. Vedi il bello di essere astemi?
    Io non ci avrei mai pensato a fare una bagna col tè nero e pensare che, invece, proprio il tè è uno dei miei elementi "inzuppatori" preferiti per le torte a colazione! :D
    Il gelato alla menta te lo rubo subito visto che il "ciocco-menta" è il gusto preferito dall'Orso Bruno e ne mangia a quintali ogni estate! :)

    E poi, il profilo del tuo babà mi piace proprio tanto! :D

    RispondiElimina
  3. Ti dirò, a mio avviso hai trovato il profilo giusto, non so se sia quello destro o quello sinistro, ma il risultato è strepitoso, non sembra assolutamente una mongolfiera.
    Mai essere pessimiste, perchè poi arriva l'augusto consorte che ti tira su di morale azzannando 3 babà in un solo giorno.
    Se ti ha chiesto perchè è bagnato non farci caso, lui è toscano...dalle sue parti il babà non esiste, tutt'al più la ribollita...;-P

    Sei troppo forte: sei l'unica capace di spegnere l'aria condizionata nel deserto affinchè i tuoi babà riescano al meglio...e poi riuscire a "sposarli" magnificamente con il te alla menta ed i datteri...ma dico io...chi ci avrebbe pensato se non tu???

    PS: sto cercando di reperire/autoprodurre gli ingredienti per le barrette alla frutta secca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops tè nero e gelato alla menta....
      sorry :-(

      Elimina
  4. Adoro le mongolfiere! Un tempo a Roma ci si poteva pure sposare in mongolfiera, purtroppo non ho potuto approfittarne. Sarebbe carino averne nel forno :-) Per il resto, faccio mia la domanda dell'AC, ho un rapporto un po' distante con il babà, malgrado la sua bellezza, proprio per quel motivo, specie se la bagna è alcoolica. La tua già m'ispira di più, e poi i datteri del deserto...

    RispondiElimina
  5. Io li trovo bellissimi i tuoi babà e te lo dice una napoletana doc che con i babà ci ha vissuto da sempre e poi la la bagna al caffè e il gelato furbissimo sono il tocco di gusto in più che esalta questo dolce!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  6. Che ridere, l'impasto ha preso possesso della cucina! Il risultato è ottimo, inoltre è bello l'accostamento tra la tradizione partenopea e il "tocco d'oriente" che gli hai dato.

    RispondiElimina
  7. Che buoni!! Sei geniale <3 questa cosa di bagnarli con il the e' una cosa da nobel :)

    RispondiElimina
  8. Oh, ma ti capisco... ogni volta che guardo le foto degli altri (incluse le tue!!!) mi deprimo. Comunque io non ho mai avuto il coraggio di affrontare il babà, men che meno di creare un accostamento così originale. Già tanto se avessi pensato di sostituire la bagna al rhum con una a base di un altro alcolico. Quanto al consorte... non ti crucciare, sei in buona compagnia! Ieri ho preparato un'insalata con pane tostato e verdure simil panzanella, davanti a tutti a dichiarato che erano le panelle!!!

    RispondiElimina
  9. A me l'idea che dei babà si siano trasformati in mongolfiere mi piace un sacco!
    Mi fa venire in mente tante immagini fatte di colore, azzurro e leggerezza!!!
    Mi piace molto anche l'abbinamento con il gelato!
    Insomma, tutto da provare.
    A presto
    Alice

    RispondiElimina
  10. Mi dovrò decidere a farlo anch'io prima o poi. Poi con questo ripieno. Che meraviglia.
    Baci

    RispondiElimina
  11. Allora non sono l'unica che tende a non guardare le ricette già arrivate?
    E non sono l'unica ad averlo fatto quasi esplodere?
    E non sono manco l'unica a non averlo trovato davvero fotogenico.
    Però quella piccola mongolfiera te la ruberei subito!!
    Dev'essere davvero buonissima, complimenti!!

    RispondiElimina
  12. come ti capisco spesso capita anche a me di non trovare il profilo migliore per la foto,pazienza l'importante che in casa mangiano tutto con goduria, a presto

    RispondiElimina
  13. Sei fantastica! dovrebbero diffondere i tuoi post alla radio o in tv, ci migliori le giornate! Cara Stefania, l'ultima esperienza con il babà è stata fenomenale nel risultato..ma disastrosa per le mie mani :D non ho l'impastatrice XO. Ma l'ho voluto fare assolutamente perchè ho assagiato quello di Napoli..(che per chi non lo sa, non è come quello da me Roma che al primo morso ti pervade di alchool fino le orecchie)..Any way, andavo molto fiera delle mie bolle sulle mani, come un cowboy di hollywood..molto spocchiosa ;P
    Un abbraccione (come vanno le tue di bolle?)

    RispondiElimina
  14. Quando guardo tutte le ricette dell'MTC del mese (compresa questa, eh?) penso "menomale che non sono una foodblogger, non potrei competere!"! u_u
    Godermele e provarne qualcuna senza che lo sappia nessuno, sì! :)

    RispondiElimina
  15. ahhahahah mi hai fatto morire stefania!!! ma tuo marito??? non ho parole....sto ancora ridendo!!!
    io ci sono riuscita a non guardare troppi babà questo mese ma devo ancora vedere se il mio nascerà....a breve lo scoprirò ;)
    un bacio

    RispondiElimina
  16. ah però, proprio una meraviglia...i miei complimenti! bravissima e furbissima come al solito! ;)

    RispondiElimina
  17. Stefania...mai visto niente del genere....è una golosità senza uguali!!! bravissima !!!!

    RispondiElimina
  18. Ma che bontà con il gelato dentro, l'ho sempre visto in versione classica mai farcito, troppo buono! buona giornata!

    RispondiElimina
  19. Il profilo perfetto :D e mica è facile trovare quello del babà!
    Come sempre con i tuoi post mi strappi un sorriso e da buona napoletana non posso non amare il tuo babà ciccioso anzi una mongolfiera di bontà con la furbata centrale.
    Baci Stefy

    RispondiElimina
  20. A me non piacciono i babà, però a forza di vederli in giro mi sta venendo uan gran voglia di provare a farli...Sono così belli...Mi piace talmente tanto al loro forma che mi ero presa tempo fa lo stampo in silicone per mini babà, perchè sono fissat con le cose mignon...Ottimo il babà arabizzato.. :)

    RispondiElimina
  21. Ahaha divertentissimo il tuo post, ma soprattutto sincero. La sensazione che descrivi nel guardare gli altri partecipanti dell'MTC è più che condivisibile. Comunque, ironia a parte il tuo babà sarà stato ottimo!

    RispondiElimina
  22. Stefania cara sono onoratissima che al mio babà hai donato una delle tue ricette furbissime, che io conosco e ho sempre apprezzato.Com'è nel tuo stile sempre così sobrio e gioioso, come qualcosa di estremamente naturale, hai portato la nostra Campania nel tuo deserto. Schivando abilmente quegli abbinamenti che con questa preparazione avrebbero inevitabilmente incontrato un decadimento sulla tua tavola, l'hai presentata in maniera gradevole,effervescente e briosa, con una verve che lascia incantati sin dal primo morso, grazie al the,dissetante e alla menta fresca e gradevole, esaltati dal tuo gelato. Quel dattero poi è la nostra ciliegina, che dona completezza e conforto per gli occhi, la mente e il palato.
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  23. Ciao cara, che delizia! Ne mangerei subito uno, brava!
    Se passi da me c'è un premio che ti sta aspettando ;) http://fragolaecannella.blogspot.it/2014/05/premio-shine-on-awards.html
    Un abbraccio
    Nina di Fragola e Cannella

    RispondiElimina
  24. Che bella ricetta!!! E che dire del famoso gelato furbissimo che non ghiaccia mai dell'araba??? Fantastico!! Brava Ste, buona settimana.

    RispondiElimina
  25. AHahahah :) Io comunque non solo trovo bellissimi i tuoi babà, ma ti dico che tu riesci sempre ad essere di un'originalità spiazzante :)

    RispondiElimina
  26. Stefi, la verità è che nemmeno i babà sono FOTOGENICI!! Non è colpa nostra, semplicemente è difficile trovare il loro profilo giusto, non sai quante versioni e quante foto ne ho fatte io e, come te, non ero contenta! e poi, scusami ma mongolfiera is megl'que-one magro ;-))
    quel gelatino cosi rinfrescante mi stuzzica tanto. e anche quella bagna! ho immaginato che non potessi metterci il rhum perchè non lo trovate in vendita, oppure ho pensato ad una fesseria?
    e cmq.. versione araba, whatelse :-)

    RispondiElimina
  27. Ahahah...:D hai proprio ragione, mai guardare prima le ricette degli altri, io quando lo faccio mi deprimo. Comunque ho trovato questa sfida, oltre che bellissima anche molto difficile dal punto di vista del risultato (soprattutto con i babà piccoli) e dell'aspetto estetico, se riesco a postare la mia seconda ricetta vedrai, il tuo è bellissimo al confronto. Ma chi se ne frega, l'importante è che venga mangiato e che sia buono, anche se bagnato :)

    RispondiElimina
  28. A me comunque sembrano stupendi anche nell'aspetto. Sul sapore non ho dubbi, mi fido ciecamente dell'augusto consorte....anche se non sapeva che i babà sono sempre bagnati fradici ;-)

    RispondiElimina
  29. Stefy la tua ironia fa sorridere... ma la verità è che tu sei talmente brava che anche se una preparazione non è troppo fotogenica qui passa inosservata! Le tue ricette si fanno ad occhi chiusi e ci si fida di te e poi si guarda alla foto... io non ho molto tempo per partecipare all'mtc ma la ricetta di antonietta l'ho segnata e la preparerò certamente in tempi più tranquilli... ah.. complimenti per il gelato alla menta furbissimo... poi dimmi che non è vero che tutto qui è sempre una garanzia di perfetta riuscita e rapidità di esecuzione? :) un bacione:*

    RispondiElimina
  30. "perché è bagnato"? oddio...muoro!!! è mitico! gli uomini sono così...concreti e pragmatici! ti è venuta una splendida mongolfiera!

    RispondiElimina
  31. Sei unica, solo tu riesci a far sorridere cosi...
    Favoloso babà... me lo mangerei ora...

    RispondiElimina
  32. E sempre divertente leggerti... Ma tuo marito ti ha superato!!!!!' Ahahahah!!!!
    Sará anche una mongolfiera ma a me il tuo babá piace!
    E il gelato furbo?!?! Lo proverò!
    Ciao

    RispondiElimina
  33. Domani compro il latte condensato… sarà pure presente in qualche dieta nel planisfero, no? ;)
    P.s. Voglio la marmellata di datteri!!!

    RispondiElimina
  34. ma non è la sostanza che conta??? :D bello!!!! e tu sei sempre fortissima!

    RispondiElimina
  35. Ti ricordo che il profilo più famoso della storia è quello di un signore col naso rotto e senza un occhio. come dire, è la personalità quella che conta. E tu e le tue ricette ne hanno da vendere, sempre.
    ps tuo marito mi fa morire...

    RispondiElimina
  36. Mi fai morire, ogni volta che leggo è uno spasso...e il tuo babà rende, se non nella foto (bah...parliamone poi!) sicuramente nel gusto!

    Simo

    RispondiElimina
  37. Sicuramente buonissimo e geniale con quella nota del gelato furbissimo, non è solo dalla foto che si capisce quanto è buono e ben fatto, e poi mica è brutta la foto dai!!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  38. Adoro i datteri, peccato non aver mai trovato la marmellata, dici che posso farla io? In ogni caso Brava!!!

    RispondiElimina
  39. Io il tuo babà lo trovo grazioso e l'abbinamento con il dattero e il tè lo trovo interessantissimo.
    Voto 10 per l'originalità!
    L'importante non è avere la foto bella, ma avere un dolce che sia buono da proporre agli altri.
    E questo secondo me lo è!
    Bravissima.
    Un abbraccio
    Giudy

    RispondiElimina
  40. Ciao,
    ma cara Stefania, che ti frega del profilo migliore del babà: il migliore è ovviamente il tuo di profilo! ^_^
    Baci,
    Sara

    RispondiElimina
  41. che bell'abbinamento gelato alla menta e datteri con il babà, mi piace perchè hai trovato ispirazione anche lì

    RispondiElimina
  42. Anche i miei eran pronti a spiccare il volo, più che ad essere cotti.. e manco vivo nel deserto ;)
    Accostamento che amo, quello con il the alla menta, e gelato e confettura di datteri conferiscono la tua impronta.. bravissima!
    PS. vogliamo parlare di babà sfigati e di foto atroci? Non ti preoccupare, ti batto!

    RispondiElimina
  43. il tè nel deserto, alla menta, unico....che bei ricordi...Egitto, Marocco, Tunisia, Giordania....in Arabia mai però ma ci sei tu che ci delizi con interpretazioni mtc arabeggianti :-) bellissima questa versione, con tutta la tua eleganza e praticità!

    RispondiElimina
  44. Ohibò anche se questo babà un profilo non ce l'ha (e ho fatto anche la rima), lo trovo strepitoso e se te lo dice un'amica di origine campane, puoi crederci....poi la rivisitazione con i datteri trovo che abbia un suo perché....bbono!

    RispondiElimina
  45. Oggi ho rifatto x la terza volta il tuo gelato!!! Super!! Grazie x avermelo fatto scoprire!
    Buona serata
    Alice

    RispondiElimina