lunedì 21 febbraio 2011

Frappe Ladurée

Avete presente una di quelle volte bellissime?
Siete quasi al termine della vostra giornata lavorativa. I vostri alunni hanno fatto, chi piu' chi meno, del loro meglio. Voi, anche.
Avete raccolto le ultime forze solo per ricordare che il telefono l'ha inventato Meucci, e non Bell come il nostro libro di testo vorrebbe inculcarci.
Ma miss, e' scritto sul libro!
E' ora di andare, rimando a domani la disquisizione sui libri, e sui depositari delle presunte verita'.
Penso solo al fatto che la vellutata e' pronta, e va solo scaldata. Idem per gli involtini che ho previdentemente surgelato per serate come queste. Tagliare l'insalata sara' l'unico sforzo che mi concedero', dopo la mia corsa quotidiana, of course.
Appunto e' tutto troppo bello per essere vero: squilla il telefono, dai facciamo qualcosa per Peter? E' il suo compleanno oggi.
Per carita', per Peter, il nostro simpaticissimo amico tedesco, farei pure qualcosa. Sono gli altri venti da sfamare insieme a lui che mi impensieriscono non poco.
Fai qualcosa di dolce, non una torta, qualcos'altro.
Ah, benissimo. Ed io cosa dovrei inventarmi adesso?
Orario della telefonata: 16.00
Orario della cena: 18.30
Meno di due ore per preparare qualcosa, e in quantita' industriale.
Non so come mi viene l'idea delle frappe, o forse si. E' un po' che sfoglio il libro "Ladurée-Dolce" e quella versione tanto diversa da quella che faccio sempre a colpo sicuro mi incuriosisce non poco.
Quindi che fare, andare sul sicuro con la cara, vecchia ricetta o buttarsi in sperimentazioni senza appello, perche' se non vengono bene non ci sara' mai tempo per preparare qualcos'altro?
Ma la seconda che ho detto, ovvio.
Bastera' raddopp...ehm, magari triplicare le dosi.
Ma perche' ci hanno creato con due mani sole? In compenso posso mettere tre pentole sul fuoco per friggerne di piu' tutte in una volta. Non e' una buona idea, credetemi, meglio limitarsi a due, sempre per l'annoso problema che mentre con la destra ne scolate una e con la sinistra cercate di acchiapparne un'altra, non avete il terzo arto per togliere al volo quella che tra un secondo sara' carbonizzata.
E nonostante tutto i vassoi sono pronti in tempo.
Appena Peter ne assaggia una, rimaniamo di sasso. Ma proprio nel vero senso della parola.
La mette in bocca, si gira a guardarmi ed esplode in uno Yabadabadoooooooo!!! alla Flinstones che immagino sentano fino in Europa. Sicuramente lo sentono tutti in giardino, e si fiondano sui vassoi che nemmeno le cavallette delle sette piaghe d'Egitto.
Compresa quella famosa signora che ancora chiede dubbiosa: le hai fatte tu?
E a mio marito, che vuole rispondere che si trovano al super, vicino alla carta igienica, arriva un calcio sotto il tavolo ;-)

Allora, inutile dirvi che queste frappe sono buonissime, vero? Hanno un gusto molto ricco, grazie alla presenza del burro nell'impasto, ed una lavorazione leggermente diversa dal solito.
 Se invece preferiste usare l'olio, c'e' sempre la vecchia, collaudatissima ricetta, ed anche con quelle chi le mangia fa Yabadabadoooooo....;-)
E il tutto va ad Ornella, per il consueto appuntamento con il calendario Ammodomio.

FRAPPE LADUREE  da "Ladurée-Dolce" ( per circa 25 frappe)

scorza di un limone bio
25 g di zucchero semolato
2 pizzichi di fior di sale
1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio
2 uova intere a temperatura ambiente
75 g di burro
250g di farina 00
zucchero a velo, per la finitura

Mescolare la scorza di limone con lo zucchero semolato e farlo riposare 5 minuti. Intanto a parte far sciogliere il fior di sale nell'acqua di fiori d'arancio.
Battere il burro morbido ma non fuso con le fruste per circa 5 minuti, quindi unire lo zucchero con la scorza di limone e continuare a battere fino a che il composto sara' chiaro, altri 5 minuti.
Ora unire le uova intere, una alla volta, e il fior d'arancio con il sale. Il composto ora non sara' bellissimo, non preoccupatevi, riprendera' consistenza con l'aggiunta della farina.
Aggiungete quindi la farina  e impastare il meno possibile, giusto il tempo che il tutto stia insieme.
Avvolgere la pasta in pellicola e farla riposare in frigo un'ora ( io mezz'ora).
Prelevare quindi pezzetti di impasto e stenderli con il mattarello ad uno spessore non inferiore a 1mm, altrimenti non faranno le tipiche bolle tagliando poi con una rotella le frappe della dimensione desiderata. Praticare al centro di ciascuna un taglietto.
Cuocerle quindi in olio ben caldo, per circa 2 minuti. Sgocciolarle su carta assorbente e cospargerle di zucchero a velo solo quando saranno raffreddate.




NOTE:

- ricordare di scolare le frappe dall'olio sempre in un'unico strato. Quando fredde potrete invece impilarle.
- se non avete l'acqua di fiori d'arancio usate un cucchiaio di succo di arancia o limone.

112 commenti:

  1. Ma "macellaia", cenate alle 18.30 in Arabia?
    Ero convinta che si cenasse tardi, un po' come a Napoli.
    Con questo post mi hai ricordato che ho uno splendido "ladurèe salè" tutto da sperimentare arrivatomi direttamente da parigi grazie allo swap di Natale dei libri di Anna.
    Un bacione dalla polpettatrice

    RispondiElimina
  2. sei il mio appuntamento fisso del lunedì mattina appena accendo il computer...e sempre una bella ricettuzza da scopiazzare! un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Bava! Per le doti organizzative e per aver organizzato una festa per un amico ed amici annessi.
    Di la verità: tu il terzo arto ce l'hai e lo tiri fuori all'occorenza.
    Altrimenti, non si spiega come fai a preparare in poco tempo delle cose che si friggono a due a due.
    BAcioni

    RispondiElimina
  4. quanto mi piaccionoooooooo!!! sono perfette, complimenti...

    RispondiElimina
  5. Devo essere sincero...la battuta del marito sul dove la signora poteva reperire le frappe mi ha fatto letteralmente sbottare con una bella risata!! ahahahahahahahaha
    Tempismo perfetto direi! Digli che per la battuta ed anche per il gelato off-course...sono disposto senza remore a farmi un viaggetto dalle vostre parti per giocare sulla macchina della signora...a tris! :P ehehehehehehehe
    Scherzi a parte molto bella la ricetta e grazie anche e soprattutto per aver specificato che le frappe vanno scolate dall'olio e riposte ad asciugare sempre in un'unico strato...sembra un dettaglio ma conosco anche chi alla fine si è trovato solo una decina di frappe decenti e le restanti spappolate dalla pila bollente e parzialmente gocciolante! :P ahahahahahahah
    PS
    Non sono io (almeno questa volta direi)...ma una mia amica moooolto più impedita di me in cucina! :P

    RispondiElimina
  6. Mi fiondo anch'io... le adoro!!!!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Qui in Piemonte alla richiesta di tuo marito avrebbero, sospirando, esclamato:"Pielu, masselu, ma feje nen mal"
    Traduco:"Prendetelo, ammazzatelo...ma non fategli male"...
    Ma vedo che le tue doti organizzative, unite ad un attimo , ma proprio un attimo, di smarrimento iniziale, grazie anche all'aiuto del terzo arto...fantasma ..ti hanno reso un ottimo servizio..
    Io sarei antada in panico anche se fossi stata la dea Kalì
    Sempre utile e piacevole passare qui da te!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. Mi sa che dovrò triplicare le dosi pur io, visto che fornisco "merende da ricreazione" a tutto il liceo del pargolo... oppure vedrò cosa fornisce il super... vicino alla carta igienica ;)

    RispondiElimina
  9. ...alla signora la prossima volta faje un frappé!
    (frappe o frappé, tanto abbiamo capito che la differenza non la capisce! ahahahha)

    RispondiElimina
  10. Voglio fare anche io yabadabadooooo!

    RispondiElimina
  11. ahahah, Brava Arabella!:D Già le frappe le adoro , questa versione un popiù burrosa e quindi meno sgranocchiosa mi gusta, le dovrò fare anche io per carnevale!...non avendo la scusa di un compleanno imminente!:P
    Aspetto un yabadabaduuuuuuuuuuuu da parte della signora "scettica" ehehehe
    Buon inizio settimana ^_^

    RispondiElimina
  12. Complimenti per l'aplomb dimostrato, quando io mi sento rivolgere richieste specifiche tipo "quella crostata, l'altra torta, dell'altra volta..." vado in tilt, specie a quell'ora.
    Pero' ne valsa la pena dai, poi tuo marito mi ha fatto morire con la sua battuta sulla carta igienica. Ma a proposito... non ti sei ancora liberata dalla vicina caduta dal pero?

    RispondiElimina
  13. Ottima soluzione queste frappe neanche tanto dolce last minute, il mio last minute sarebbe stato magari un carpaccio d'ananas e il gelato appunto del supermercato!!! bravissima per la celerità della preparazione!!!
    Cristina

    RispondiElimina
  14. Una receta muy original y rica.

    Saludos

    RispondiElimina
  15. sei sempre un mito, si si un terzo arto ce l'hai altro che oppure un piccolo eunuco nascosto che ti aiuta!devo provare questa ricetta perchè fino adesso i miei tentatici sono decismente stati penosi!...p.s: io avrei lasciato rispondere a tuo marito così per mettere in crisi la poveretta!

    RispondiElimina
  16. Quando ci sei ci sei.......!!!!E non pesa, vero???A me piace più la sorpresa che non l'invito fatto 3 0 4 giorni prima....!!!!!Comunque bravissima e dolcissima. Buona giornata deny

    RispondiElimina
  17. Stefy, ma pure le frappe?? In più, aromatizzate con limone, non le ho mai fatte, mi sa che dovrei provare..
    UN bacione grande, e grazie per gli auguri!
    La tua copia te la darò di persona!

    RispondiElimina
  18. Mi sa che dovro' fre le frappe anch'io, almeno per ricordarmi che e' carnevale.

    Qui nessuno mi chiede se ho fatto io o meno qualcosa, anzi, a volte si aspettano pure che faccia la carta igienica.

    RispondiElimina
  19. Mi fai sempre sorridere cara e le tue ricette sono un concentrato di bontà e sfiziosità... sarà stato contento il fortunato Peter ^_^

    RispondiElimina
  20. che meraviglia, io non so friggere e quindi evito di farle, ma le tue sono incantevoli. Bacioni

    RispondiElimina
  21. Post come sempre divertente e frappe golose !!!
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  22. Mamma mia come sei brava!!!!! Questa ricetta la copio subito, perchè come tutte le altre è di sicura riuscita.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  23. Le preparero' sicuramente in vista del carnevale ormai alle porte!! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  24. ahhahahahhaah i tuoi aneddoti sono sempre uno spasso!
    e noto con piacere che non sono l'unica a dare calci al marito sotto al tavolo! ;-)
    molto particolari queste frappe... ma il fior d'arancio si sente poi quando si mangiano?
    io sono abituata ad associare questo profumo alla pastiera di grano napoletana... e mi fa strano pensarlo nelle frappe!

    RispondiElimina
  25. E' vero! Sono buonissime: io ho una ricetta molto simile nelle dosi degli ingredienti principali e non mi ha mai tradito in circa 15 anni!!!

    RispondiElimina
  26. sempre brillante.. sei davvero ECCEZIONALE:.. e che frappole.. stupende.. un bacio

    RispondiElimina
  27. Stupende e immagino buonissime con questo burro! Devo "rubare" la tua ricetta yabadabaduuuuuuuuuu!!! (mi fai troppo ridere con i tuoi racconti!) buon lunedì!!

    RispondiElimina
  28. Che delizia....e non si sbaglia mai!
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  29. le frappe hanno conquistato anche l'arabia saudita e il nostro amico tedesco quindi immagino solo il sapore delizioso di queste meravigliose e delicate frappe...cmq io sarei andata in tilt con cosi poco prevviso tu come sempre te la sei cavata alla grandissima!!bacioni imma

    RispondiElimina
  30. Che forza! Io avrei un'ideuccia per convincere la sciuretta che queste meraviglie sono di tua produzione propria: invitala a casa dicendole che le insegni a fare le frappe o i bomboloni ed usala come uomo di fatica. Mettila 3 ore davanti all'olio che frigge, impartiscile ordini con tono alla Metternich e quanto di chiede di andare in bagno, nascondi accuratamente la carta igienica! Forse, ma dubito, la tipa si sveglia.
    Proverò di sicuro la ricetta...da noi si fanno i "Cenci", ma non ho ancora trovato la ricetta ideale e questa mi sembra molto vicina alla perfezione. Un bacio
    Pat

    RispondiElimina
  31. che belle le chiacchiere da me si chiamano cosi' fra qualche giorno le posto anch'io ma le tue sono davvero bellissimeeeeeeeeeeeeee :):)

    RispondiElimina
  32. Ciao Stefania,
    bellissime queste frappe e bravissima tu... io sarei andata nel panico puro!!1 Solo due ore? Mamma mia!
    Un bacione Eli

    RispondiElimina
  33. sembrano buonissime!!! Io amo le frappe, da me in puglia si chiamano 'chiacchiere'.
    E hai ragione tu, si fa sempre un figurone a proporle a tavola nel momento del dolce!
    Croccanti e golose! Mi viene l'acquolina in bocca al solo pensiero!
    Hai zittito anche la signora della cartigienica eheheh :-D
    smack smack
    Dada ^.^

    RispondiElimina
  34. ... mi sa che sono buonissime vero?.
    MALEDETTA CICCIA CHE NON MI FA APPREZZARE LE COSE BUONE DELLA VITA COME QUESTE!!!!
    Complimenti per le modifiche... mi sa che sono ancora più buone....

    RispondiElimina
  35. Bravissima davvero a gestire così solo due ore di tempo!!! Complimenti! marina

    RispondiElimina
  36. Ahahah! Sei super!
    Anche io sfrutto queste situazioni come occasione per provare nuove ricette (o nuove versioni di vecchie ricette :-)) usando gli ospiti come cavie :-) Se il risultato è buono sono tutti felici, se è 'na ciofeca almeno mi aiutano a smaltirla :-D
    Buona giornata
    Chiara

    RispondiElimina
  37. Certo che la storia di Meucci sarà un bel grattacapo..................................
    Mi sono intenerita a immaginarti con la cena pronta e l'arrivo di quella telefonata...Ma di bello c'è che sei circondata da amici che ti stimano molto anche per le tue doti culinarie ;)
    Complimenti per la nuova variante!!!

    RispondiElimina
  38. Bellissime le devo provare quanto mi piacciono!!
    bravissima cara
    un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  39. non sò se corro da te per le ricette che sforni o per le piacevoli letture che ci concedi... il cibo o la lettura??? entrambi mi affascinano.... stavolta, però, vince il cibo!!!!
    un bacione grande

    RispondiElimina
  40. ti adoro perchè riesci a far diventare speciali anche le ricette più classiche e semplici,vedi anche la cioccolata per s. valentino....
    Buona giornata Stefania!!!!!

    RispondiElimina
  41. con le chicchiere non si sbaglia mai! bellissima preparazione e gran bella foto.
    buona giornata
    ciao

    RispondiElimina
  42. Bravissima, come sempre te la cavi in eccellenza!

    RispondiElimina
  43. Hayırlı haftalar, ellerinize, emeğinize sağlık çok leziz ve iştah açıcı görünüyor.

    Saygılarımla.

    RispondiElimina
  44. E con questo Yabadabado non rimane che provarle!! Anche perchè io non le ho mai fatte, mi sa che è ora! :))

    RispondiElimina
  45. Quando si dice la combinazione...Ho preso in mano il Ladurée ieri sera e....mi sono fermata su questa ricetta. Mi ha intrigato non poco. e oggi tu sforni questa delizia che mi appare assolutamente meravigliosa...
    PS Ah...è sempre un gran bel leggerti.....

    RispondiElimina
  46. Ecco, ora mi è venuta voglia di frappe. Pardon, mi è venuta voglia di crostoli, perché altrimenti il moroso non capisce!

    RispondiElimina
  47. Che meraviglia: croccantine e gustose!Anche dall'Arabia ti son riuscite perfettamente!
    baci baci

    RispondiElimina
  48. ricetta diversa dalla mia però son da provare. Ma come vengono morbide o croccanti? o dipende solo da quanto le faccio sottili? Tu come le tagli? A rettangolo, ci fai il fiocchetto, a farfallina..come? ah scordavo..c'è posta per te!

    RispondiElimina
  49. D'ora in poi ti chiameremo la dea Kalì del nuovo millennio!! a gestire tre pentole di frappe che friggono...con tutti i muscoli sull'attenti pronti a scattare in una frazione di secondo per non far bruciare tutto...solo i più grandi possono riuscire in un'impresa del genere ;)

    Lo so che suona brutto...una ricetta di alto lignaggio...ma assomiglia molto a quella che faceva sempre mia zia...assolutamente deliziose, per me le migliori mai mangiate. Lei non metteva l'acqua di fiori di arancio ma del Grand Marnier, ma il burro invece si, lo ha sempre messo.

    RispondiElimina
  50. Quanto saranno croccanti!!!!!!!

    RispondiElimina
  51. Cara Stefania, sono sicura che queste frappe sono meravigliose, ma riflettevo sul fatto "cosa avresti fatto se non fossero venute bene?"
    A parte che sono certa non ti capiterebbe mai un asciagura simile, ma mi sa che il fritto potrebbe essere una soluzione da tenere presente. Non si dice che tanto, se fritta sarebbe buona anche una suola?
    Allora la prossima volta che non potrò proprio sbagliare e a avrò poco tempo mi ricorderò di questa frase.
    Detto ciò. le tue frappe sono stupende e anch'io vorrei farle, anche se la puzza delle frittelle se n'è andata solo da poco :D
    Ma sono così buone che la tentazione è fortissima
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  52. Mi hai fatto venire una voglia Stefania....devo assolutamente farle :-) Un bacione!

    RispondiElimina
  53. Che bello poter contare sull'inventiva, la fantasia e la bravura... anche all'ultimo minuto. Sembrano davvero da "applauso"... una delizia da provare. Buona settimana carissima Stefy. Deborah

    RispondiElimina
  54. che brava, ma li abitui troppo bene marito e amici, che in meno di due ore organizzi un banchetto a base di frappe magnifiche :)

    RispondiElimina
  55. quel libro li è una meraviglia, ora vado a vedere le chiacchiere :-))) e provo anche io! chissà che non cantino tutti Yabadabadoooooo! baciii

    RispondiElimina
  56. bellissimo racconto, è sempre un piacere leggerti, e poi che dire... le frappe si mangiano sempre di buona voglia!!!
    complimenti!

    RispondiElimina
  57. Ti sono venute bellissime!!! E poi prepararle così al volo è veramente un'impresa! Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  58. Favolose. E molto invitanti! Complimenti anche per la sinceritá dell'ultima volta, non é da tutti, brava!

    RispondiElimina
  59. Mi sa che vanno proprio provate!! Non sono amante dei fritti, la cucina si fa un disastro ma se tu dici che sono da flinstones allora fidarsi è d'obbligo

    RispondiElimina
  60. Stefania.....favolose....pensa se io fossi stata con voi...avrei urlato Yabadabadoo saltando contemporaneamente...e chissà magari....riuscivo ad evitarti di dare il calcio sotto al tavolo a tuo marito!!!

    Buon inizio settimana, ciao Flavia

    RispondiElimina
  61. Mi sto trattenendo dal preparare le frappe, poi arrivo qua e trovo questa bontà che mi costringe a rivedere i miei piani... mai preparate con tutti questi estratti, sempre molto ma molto più semplici ma i profumi che mi vengono alla mente mi dicono di sperimentare :D Grazie

    RispondiElimina
  62. Hai fatto benissimo a fare le frappe...riescono sempre a prendere tutti per la gola!E poi dai, come si suol dire, fritto è buono tutto, anche una scarpa! :-) Ti sono venute una meraviglia mia cara!

    RispondiElimina
  63. anche delle semplici chiachiere fatte da te diventano poesia, vivissimi complimenti!

    RispondiElimina
  64. Grazie!!!! Una ricetta alternativa, è sempre ben accetta!!!!!!! Chissà che buone!!!!!!!
    Mi raccomando...insisti con Meucci!!!!!!!
    Un bacione!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  65. io conoscevo le frappe con le bolle... queste invece sono a una sola, grande, gonfissima bolla :))) se mi pungerà vaghezza di friggere nei prossimi giorni la provo ma dopo mi toccherà girare a incensare con il pentolino di aceto caldo per le ministanze a mò di benedizione pasquale... c'ho la microcucina incorporata alla minisala e friggere a casa mia significa stare per due giorni con l'odore che permea per tutta la minicasa... però una volta tanto se pò fà, no? :)

    RispondiElimina
  66. OH stefania ecco cosa era quell'urlo che é arrivato anche qui !!....Anche io le voglioooooooooooooo, Baci, Simonetta
    PS dai calcio al marito anche per me....come al super ?....

    RispondiElimina
  67. uahahahah! l'immagine di te che ti affanni tra ben 3 pentoloni pieni di olio bollente e frappe che vengon pronte in un secondo è simpaticissima!
    ma la sciura della carta igienica ce la fa? :D
    bacione!

    RispondiElimina
  68. belle belle le frappe alla signora che dice , le hai fatte tu, di ma la prossima volta le fai tu! a me anche due sono troppe per me di pentole per friggere le chiacchiere una per vota o vado in crisi :-)), quest'anno devo ancora cominciare non male ,a ricetta con acqua di fiore d'arancio

    RispondiElimina
  69. Buaha ahaha...e così la Signora ti è diventata amica! Ti è grata per averle mostrato il reparto giusto l'altra volta!! .-)
    Sai che queste frappe io non le ho mai mangiate?? Penso siano tipo le nostre..bugie di carnevale ma non sono proprio uguali..devo provarle.
    Cmq cucinare per tanti è un disastro, quando uno è tarato su dosi ..familiari, anche se si ha in casa un homo che mangia per 20 buoi. Quindi complimenti per l'organizzazione, io vado già in crisi con ..6 (e vai di insalata di riso;-)
    A presto, ciao!
    Cinzia

    RispondiElimina
  70. Innanzitutto complimenti per l'energia, metterti a fare questi capolavori in fretta e furia per festeggiare un amico invece di riposarti è un pensiero molto bello. Non sono un'amante delle frappe ma questa ricetta mi intriga..vuoi vedere che mi metto a farle grazie a te???? Un abbraccio Sonia

    RispondiElimina
  71. uno schiaffo alla miseria per chi non è friedfriend... per di più dopo i bomboloni!! la ricetta poi, tra burro e agrumi, è assolutamente arabafelice.
    Bravissima anche per l'incitamento allo spirito critico.
    livia

    RispondiElimina
  72. Leggendo il titolo ho pensato che ti fossero caduti dei Macaron di Ladurée nel bicchiere del frullatore!!!! :-DDDD
    Perché mica ho letto frappe, la mia mente malata ha letto frappé!

    RispondiElimina
  73. Stefy...se continui con questi racconti strapparisate e lacrime correlate, potrei anche pensare di trasferirmi dalle tue parti! :-DDD
    Sei troppo, troppo forte!!! :-DDD
    A questo punto, dopo quel yabadoooo, mi sa che le devo proprio provare...ma credo che le avrei provate anche senza :-D
    Sono molto curiosa, è una ricetta completamente diversa anche dalla mia...Provero! :-*

    RispondiElimina
  74. Quella foto promette qualche cosa di estremamente delizioso!!! Beato chi le ha potute assaggiare!!!

    RispondiElimina
  75. dici che vanno provate, eh?! e mi toccherà darti retta! sicuro che l'esclamazione era solo per le frappe.......;P

    RispondiElimina
  76. Quanti ricordi mi sono ritornati alla mente con ...Ladurée ♥

    RispondiElimina
  77. @ Lydia: si, gli arabi mangiano tardi , hai ragione. Ma i tedeschi e gli inglesi no...

    @ sulemaniche: mille grazie :-)

    @ Natalia: purtroppo no, invece. E il tentativo di usare una gamba non ha dato buoni frutti :-)

    @ raffy: grazie!

    @ Gambetto: guarda, ho fatto le frappe anche a uno edi miei corsi di cucina e sono rimasta orripilata dalle frappe impilate piene d'olio....e' toccato spiegare anche quello...quindi, meglio dirlo ;-) E mio marito ringrazia e dice se volete andare insieme a fare un agguato alla signora, vestiti da Batman e Robin...:-)))

    @ Sar@: grazie!

    @ Mammazan: troppo buona, ma le cose che si fanno volentieri riescono bene, quello e' il segreto :-)

    @ Michela: ah ecco, allora non ti spaventerai a moltiplicare burro e uova ...:-)

    @ Ziopiero: vero!!! anzi ci provo ;-)

    @ Lilly: :-)

    @ Cranberry: la signora non ha ululato a dire il vero, ma credo che la bocca sporca di zucchero a velo fosse gia' un'ottima pubblicita' ;-)

    @ Katia: macche'. E' sempre in agguato!

    @ poverimabelliebuoni: e' che un po' ci ho fatto l'abitudine...:-)

    @ jose manuel: :-)

    @ lucy: no no, poi magari la signora si offende e non mi parla piu'...e non mi da' piu' spunti per i post ;-)]

    @ deny: guarda, in realta' queste cose mi stancano ma mi piacciono moltissimo :-)

    @ Giulia: non vedo l'ora :-)

    @ Alessandra: mi hai fatto morire :-)

    @ Letiziando: a giudicare dall'urlo, direi di si :-)

    @ colombina: ma su, nessuno sa friggere all'inizio...ma se non si prova come si impara? ;-)

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: mille grazie ed un saluto a voi!

    @ letizia: tutto merito di Laduree, non mio ;-)

    RispondiElimina
  78. alura..sono a milano, non farmi venire la voglia di fiondarmi da ladurè:) e poi, tu che tutto sai...ma una ricetta buona di chiacchiere al forno? no, non è che mi sia presa l'ansia salutistica, ma detesto l'odore di fritto:)

    RispondiElimina
  79. Direi che è perfetto! Digli però che io faccio Robin perchè non parla mai...se solo aprissi bocca dall'accento si capirebbe subito che sono napoletano...altro che identità segreta...in galera per direttissima finisco!! :P ahahahahahahaha

    RispondiElimina
  80. Giusta giusta la tua ricetta!!!! Lo scorso anno ne ho preparate tantissime, anche "ricamate" di cioccolato. Preparazione classica, mi piace proprio questa ricetta. Sei la solita miniera di pepite d'oro!

    RispondiElimina
  81. Per le frappe ormai non cambio più: quando le faccio sono sempre quelle di nonna.
    Ciò detto: un morso (anche due, facciamo tre, meglio 4 :D) anche a questo lo darei più che volentieri :)))

    RispondiElimina
  82. ho voglia di frappe-cenci-chiacchere chimatele come volete ma son troppo buone...bravissma..
    un abbraccio da lia

    RispondiElimina
  83. Non mi resta che provare anche queste però fra un po'.
    La prima cosa è il bonet ho già tutto mi manca solo l'occasione, la seconda sono i bomboloni.
    Un bacione e complimenti per queste squisitezze e le foto.
    Baci!

    RispondiElimina
  84. anch'io scelgo sempre l'esperimento anche se nopj dovrei, certo che io non sono brava come te e a volte il disastro arriva. Sarai venerata dai tuoi amici, spero! :-D

    RispondiElimina
  85. Febbraio non e' febbraio senza le frappe!
    te ne prendo un paio...
    Bacioni!

    RispondiElimina
  86. Sento già di amarle e mi sa tanto che le proverò il prossimo we :D

    RispondiElimina
  87. le frappe sono uno dei motivi principali per i quali adoro il Carnevale :)

    RispondiElimina
  88. Oltre al nome abbiamo altre due o tre cosette in comune: ho sempre pensato che se abbiamo due mani, il massimo delle cose da fare sono due (figli compresi!!!) e poi perché fare la ricetta collaudata, quando si può rischiare una figuraccia???? Ma noi la figuraccia non la facciamo mai, no???

    RispondiElimina
  89. sono sempre alla ricerca di nuove ricette per le frappe da competere con la collaudatissima vecchia ricetta di famiglia, queste "firmate" sono "très chic" ... on y va tout de suite!
    un abbraccione!

    RispondiElimina
  90. Cercavo proprio una ricetta diversa dalle solite e questa....mangiami mangiami, mi fido delllo yabadabaduuuuuu

    RispondiElimina
  91. @ kristel: eh si, e' il periodo ;-)

    @ Enza: no, l'acqua ai fiori d'arancio non si sente per nulla, da cotte. Forse un vaghissimo retrogusto, ma me be sono accorta solo io che sapeva che c'era ;-)

    @ Francesca: ecco, mi fa piacere!

    @ Fabiana: no, sei tu che sei troppo buona ;-)

    @ NIGHTFAIRY: :-)

    @ francesca: mille grazie, sono contenta!

    @ Simo:...speriamo!

    @ dolci a gogo: figurati, proprio tu...in tilt non ti ci vedo proprio ;-)

    @ Strawberryblonde: no, stavano vicino alla carta igienica al super :-))))))

    @ Patty: ottima idea, se non fosse che poi devo sorbirmi le sue chiacchiere allucinanti!!! Anche mio marito le chiama cenci, ma io sono affezionata al nome romano...:-)

    @ Terry: non vedo l'ora di ammirarle!

    @ Il Gamberetto: ma no, credimi, basta un po' di allenamento :-)

    @ Le ricette dell'Amore vero: magari avessi avuto il potere di zittirla. PIuttosto continua a sproloquiare...

    @ P & M: ma no su, una frappa non puo' fare male. E' il vassoio intero che puo' essere preoccupante...

    @ Marina@QCne: ma figurati, come ho scritto sopra e' solo questione di abitudine ;-)

    @ Cmdd: ahahahhaahah giusto ;-)

    @ Annalisa: grazie mille!

    @ ranapazza65: eh si, ai dolci fritti non si resiste...

    @ Mara: davanti a un fritto vorrei sapere chi potrebbe vincere...;-) grazie!

    @ Ri.tor.TA: troppo buona, grazie!

    @ Sonia: ti ringrazio tanto :-)

    RispondiElimina
  92. @ chamki: anche perche' o cosi' o niente :-)))

    @ Fuat gencal: thanks !

    @ Tery: attenta, danno dipendenza grave...

    @ Pinella: anche tu hai quel libro, non e' meraviglioso? sembra uscito da una fiaba! Grazie!

    @ L'economa domestica: e mi sa che la pentola per friggere alla perfezione ce l'hai...;-)

    @ Manuela e Silvia: e certo, tanto casa mia...e' territorio italiano :-)

    @ Cleare: croccanti, e non faccio fiocchetti ma taglio lunghe losanghe...

    @ elenuccia: ma i grandi pasticceri secondo me rubano molto alle ricette delle nonne, non credi? ;-)

    @ Fabiola: parecchio :-)

    @ Viola: se non fossero venute? 5kg di gelato del supermercato, e amen :-))) comuqnue col fritto vado sul sicuro, c'e' qualcuno mai che lo rifiuti ?

    @ maria61m: sono contenta!

    @ il sapore del verde: mille grazie, Deborah, ciao!

    @ PAssiflora: temo di essere ormai sulla via senza ritorno...gia' viziati!

    @ Ely: si falle, vedrai che buone!

    @ manuela: mai trovato qualcuno a cui non piacessero...

    RispondiElimina
  93. @ Le pellegrine Artusi: grazie, ma la ricetta è davvero semplice :-)

    @ Innamoratincucina: mille grazie :-)

    @ valerioscialla: ma come!!! e dai, dopo si pulisce...;-)

    @ EliFLa: santo cielo, il calcio però era proprio necessario!!!

    @ veru: anche per me era la prima volta. Ce ne sarà certamente una seconda ;-)

    @ Claudia: è proprio vero!!!

    @ LUSI: troppo buona, è che la fonte era buona ;-)

    @ Lory B.: non preoccuparti, far capire chi è Meucci è ormai una missione!

    @ Cristina: semel in anno...;-) baci!

    @ Glu.fri: inoltro il calcio :-))))

    @ ViaggiandoMangiando: secondo me non ce la può fare. POi magari ci stupisce...

    @ Gunther: la signora si barrica dietro al fatto che non si "abitua" agli ingredienti di qui...;-)

    @ Cinzia: tutta questione di allenamento. La prima volta andai nel panico, poi si scopre che non è così complicato...

    @ lerocherhotel: che per fortuna ancora non ho :-)))))

    @ l'albero della carambola: esiste qualcuno che non è amante delle frappe, sono basita !

    @ Livia: non avevo pensato al burro e agrumi nell'impasto. Ma si vede che lo ha fatto la mia parte sub-cosciente :-)

    @ Muscaria: conoscendomi, non sarebbe stato impossibile...;-)

    RispondiElimina
  94. @ Ago: è questo che mi ha intrigato, la novità. E quindi...;-)

    @ Lauradv: mille grazie :-)

    @ Giovanna: mi avvalgo della facoltà di non rispondere :-)

    @ Stefania: eh si...Ladurée è Ladurée!

    @ Genny: no way. Avrò provato una decina di ricette al forno, e nessuna degna di essere mangiata :-(

    @ Gambetto: e lui allora???? come dice "dugento" lo sgamano...senti, fate Robin tutti e due che è meglio...:-))

    @ L'acqua 'dorosa: che gentile sei. Io le preferisco con lo zucchero, ma il marito gradirà la versione cioccolatosa.

    @ Sarah Fragola & Limone: sono contenta che ti ispirino, allora!

    @ PROVARE PER GUSTARE: qualunque nome abbiano, sono sempre buonissime!

    @ gloria cucè: wow, ne hai da fare. FAmmi sapere come viene tutto, eh!

    @ Acquolina: bisogna che ti racconti qualcuno dei miei, di disastri...

    @ Edith Pilaff: anche tre, va ;-)

    @ Milen@: sarò felicissima di sapere cosa ne pensi!

    @ Gio : idem!!!!!!

    @ fantasie: figuraccia? what is figuraccia? :-))))

    @ Cindystar: si, firmatissime....e sentirai che buone!

    @ Elena: lo yabadabadoo non mente!!!

    RispondiElimina
  95. Caspita, che voglia mi fai venire!!! E non fatico ad immaginare gli urli alla Flinstone in casa e nel giardino!
    Complimentissimi a te per il tuo modo di raccontarci le tue sempre avventurose ricette e per la temerarietà di sperimentare cose nuove anche all'ultimo momento! Bravissima!

    A presto!
    Elisa

    PS: Nella tua cassetta delle lettere c'è -finalmente- la tua Ricetta della Porta Accanto che ti aspetta! ^___*
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  96. Ci voleva l'Halva per conoscere il tuo blog :-) Per ora ti rubo una frappa!

    Ciaoooo

    RispondiElimina
  97. fantastiche le "nostre" polpette, ma queste frappe sono di una golosità unica sarà perche mi piace l'arancio e ogni particolare lo riguardi? Bellissima idea! Un bacione bella e originale signora
    Dani

    RispondiElimina
  98. provate e divorate!!!
    sono FANTASTICHE, venute benissimo anche con la farina gluten free x chi come me è celiaco...direi che meglio di così non potevo sperare!!!
    grazie!
    Elisa ;))))))

    RispondiElimina
  99. @ Massaia Canterina:grazie, per tutto ;-)

    @ Aiuolik: benvenuta!!!

    @ daniela: un bacio a te, mia cara :-)

    @ Gambetto: ;-)

    @ Elisa: non potresti farmi più felice, e non parlo solo perchè hai provato la ricetta ma perchè sei riuscita ad adattarla alle tue esigenze. Ti abbraccio :-)

    RispondiElimina
  100. m'hai incuriosita tanto, mi segno tutte e due le ricette. Buona settimana, Ancutza

    RispondiElimina
  101. Grazie, fammi sapere quale sarà la tua preferita :-)

    RispondiElimina
  102. Scusami, domanda da un milione di dollari: ma con sale normale vengono proprio tanto tanto diverse? ;) GRAZIEEE!!!
    Emma

    RispondiElimina
  103. Ovviamente no, Emma ;-) ma mi piace riportare le ricette con esattezza,così come le prendo ;-)

    RispondiElimina
  104. Che belle!! Questo pomeriggio mi metto all'opera:D

    RispondiElimina
  105. Fatte :) Proprio buone come piacciono a me!:) http://cook-zone.blogspot.it/2013/02/frappe-laduree.html

    RispondiElimina
  106. Buonissime!! Fatte oggi, gia' sai... ;) uno spettacolo: per essere le mie prime bugie... Contentissima e soddisfattissima!! Al solito grazieeeee!! :)

    RispondiElimina
  107. Sei un mito :)
    Per me quel libro è vangelo!

    RispondiElimina
  108. Le bolle che hai ottenuto sono giganti :)))))

    RispondiElimina