giovedì 10 giugno 2010

TOPatate ripiene al forno


Come ho detto in altri post, la mia mamma non era una grande cuoca. O meglio, lo era quando ci si metteva, cosa che succedeva raramente dato che proprio non le piaceva.

Eppure tra i ricordi piu' belli, pur se molto sbiadito, che ho di piccolissima, c'e' un pomeriggio in cui mamma decise di fare la pizza da se', e di farsi aiutare dalla sottoscritta.
Non so con certezza quanti anni avessi, ma piu' o meno quattro.
Il ricordo piu' vivo e' del momento in cui mi diede un pezzetto di impasto per giocare: non mi sembro' vero, e dissi che volevo fare una pizza per papa'.
Per cui mamma inforno' la sua teglia insieme ad un mini stampino con la mia versione, che sara' stata certamente "aiutata" da lei.
Ebbene, avevo si quattro anni ma mi resi conto subito che il mio pezzetto di pasta non aveva dato vita ad una pizzetta commestibile! Era durissimo, per essere stato in forno quanto quella grande.
Ma papa' seduto a capotavola, la addento' con gusto, davanti a me che stavo in piedi a fianco a lui, ed al bordo del tavolo a malapena arrivavo. Disse che era buonissima, e mi sentii cosi' contenta!
Ora che ci penso, non ho mai chiesto a papa' se se lo ricorda.

Mentre preparavo queste patate ripiene pensavo a quel pomeriggio,e pensavo a che gioco meraviglioso sia cucinare con la propria mamma. Io non l'ho fatto molto, ed oggi mi dispiace.
Se voi invece avete tempo, soprattutto voglia, e non avete paura degli schizzi in cucina, fatelo.
Anche perche' l'educazione sul mangiar bene comincia da piccoli!
La ricetta in questione non e' mia ma di una chef inglese molto brava di cui purtroppo non ricordo il nome e che lavora alla BBC, e va dritta al contest di Pan di panna, con cui possiamo aiutare l'associazione Cometa ASSME che studia gravi malattie metaboliche dei bambini.
Divertirsi a fin di bene non e' ancora meglio? ;-)


TOP-ATATE AL FORNO

delle patate intere
qualche cucchiaio di latte
del parmigiano grattugiato
sale
pomodorini, capperi, ravanelli ed erba cipollina per decorare


Lessare le patate con la buccia, oppure cuocerle in forno avvolte nell'alluminio.
Quando saranno pronte scolarle, o privarle della carta, e farle intipiedire. Quindi tagliare una calottina dalla parte superiore, e scavare con un cucchiaino un po' l'interno in modo da formare delle barchette.
La polpa invece va raccolta in uan terrina e condita con sale, qualche cucchiaio di latte e del formaggio grattugiato a piacere, come in una specie di pure'.
Riempire le barchette di patate con questo composto, cospargere la superficie del composto stesso con altro formaggio e passare sotto il grill per far gratinare.
Togliere dal forno, e procedere alla decorazione quando saranno tiepide: infilzare uno stecchino nel pomodorino, in modo da fare il naso, e sullo stesso appoggiare i capperi che faranno da occhi.
Le orecchie sono due fette di ravanello, che entreranno facilmente nella patata e si sosterranno senza problemi.
Dietro il pomodorino infilare dell'erba cipollina a fare i baffi, e con un filo extra fare la coda.



NOTE:

- la ricetta e' molto semplice, niente va pesato o misurato, per cui e' facilmente realizzabile anche da un bambino, purche' assistito da un adulto per la cottura e la fase del taglio.
- i topini sono piu' felici se possono riposare su un letto di insalata verde, di cui non avevo nemmeno una foglia avanzata.
-e' gluten free!

73 commenti:

  1. Ma sono bellissimi Stefania sono dei perfetti topolini,mi piace il naso e quelle orecchie!!Troppo carini!!Un bacione fino in Arabia!!!!!
    PS dimenticavo mi piace anche la coda!!!!ahah.

    RispondiElimina
  2. Hanno un look fantastico,bambini e no le adoreranno.Idea salvata!
    Un bacione ,a presto!

    RispondiElimina
  3. Ma guarda, anch'io oggi ho pubblicato per lo stesso contest :-)
    Veramente carini, oltre che gluten-free sono anche egg-free!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Nooooooooo ^__^ Sono troppo simpatici! Con questi topolini altro che fare capricci per mangiare! Semmai i bambini farebbero i capricci per il bis!
    Baci, buona giornata

    RispondiElimina
  5. Mi rivede nel racconto fatto con la tua mamma! Anche io non ho avuto una buona scuola, mia mamma non cucinava ed aveva dato alla tata Amelia, questa incombensa. Cosicchè, la sera sopratutto, quando le si chiedeva: "mamma cosa si cena?Lei rispondeva:" Semolino, uova, caffe' latte e pane" e la Tata: Ho preparato una cosina io...!!!!Meno male, grazie Tata!Molte volte erano anche patate, in tutti i modi, perchè eravamo tanti e poveri, anche se il mio babbino, faceva il medico condotto, ma era un medico che non si faceva mai pagare. Quindi le tue patate, mi riportano alla mia infanzia, solo che le tue sono veramente deliziose e buonissime.Bella fantasia! Brava e buona giornata deny

    RispondiElimina
  6. stefania...... sei un fenomeno!
    troppo carine :-)

    RispondiElimina
  7. Ma quanto sono belli sti topetti, troppo carini!!! anche mia mamma non è mai stata molto estrosa nel cucinare, però mi ricordo che mi piaceva tano aiutarla a fare cose tipo sgranare i piselli o le fave o i fagioli, pulire le verdure...e adoravo anche guardarla mentre faceva la sfoglia fatta in casa. Oppure l'aiutavo a preparare il ripieno per i tortelli...e nel frattempo me ne mangiavo anche una buona quantità :)

    RispondiElimina
  8. Davvero un'idea carinissima!

    RispondiElimina
  9. Molto belli, complimenti!!

    RispondiElimina
  10. che dlizia e che amore tesoro queste patate...alfy è vicino a me e subito mi ha detto mamma le fai anche a me??e certo che si sono buone e simpaticissime!!brava stefy un idea azzeccata per il contest!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  11. Sono carinissimi complimenti bellissima idea
    baci

    RispondiElimina
  12. simpaticissimi...appena ho tempo li provo...direi che sono deliziosi! Brava Stefania!

    RispondiElimina
  13. mi piace leggere i tuoi racconti di vita... un bacione e un morso ai topolini!

    RispondiElimina
  14. ma sono meravigliosi! ideali anche per un buffet con i bambini! splenida idea!!!

    RispondiElimina
  15. fortissime.... proprio un'idea simpaticissima... :-)

    RispondiElimina
  16. Che bel ricordo.
    Grazie per essert unita a noi ;-))

    RispondiElimina
  17. Quanto sono carine queste patate....
    Pensa che bello servirle magari durante una cena serissima di lavoro!!!!!
    Uomini tutti in giacca e cravatta impettiti con i piatti pieni di patate con le orecchie!
    Magari una volta provo.....
    E' la volta che perdo il lavoro!
    Bellissime Stefania, deliziose!

    RispondiElimina
  18. Non si puo resistere a quei musetti!Tropo belli!

    RispondiElimina
  19. sono proprio simpatiche ste patate! brava!

    RispondiElimina
  20. Finalmente vinco il mio timore di lasciare un commento nel tuo blog... i "grandi" personaggi mi intimoriscono un po'.. e dire che io odio i topi ma i tuoi sono veramente deliziosi! Complimenti, ciao Debora.

    RispondiElimina
  21. Ma che belli e carinissimi! Perfetti per un buffet con i bambini!
    ciao

    RispondiElimina
  22. Sono deliziosi! Complimenti a chi ha avuto l'idea.
    Purtroppo mio figlio è nell'età in cui più che stare in cucina con mamma preferisce stare in cucina la sua amichetta.

    RispondiElimina
  23. Che belli questi topini...
    Grazie Stefy, un abbraccione!

    RispondiElimina
  24. Vengo spesso ma non commento mai.....ma ti puoi immaginare quando mi sono trovata il topo sul computer ?!?!??! Grazie per il sorriso che mi hai strappato per forza.

    RispondiElimina
  25. sono bellissimi! che idea, così i bambini mangeranno volentieri la verdura. Mi ricorda Ratatouille, il topino gourmet!

    RispondiElimina
  26. Ma sono troppo belli questi topolini...!
    Belli i ricordi di infanzia legati al cibo, sono intimi e teneri

    RispondiElimina
  27. Hai ragione cara, restano dei meravigliosi ricordi! Ottima ricettuzza e simpaticissima per il contest!

    RispondiElimina
  28. @ Nitte: sono contenta che suscitino tanto entusiasmo anche in un adulto :-) Grazie!

    @ Edith Pilaff: che gentile, grazie mille.

    @ Genny G: se pensi che li ha adorati pure mio marito...;-)

    @ Nanninanni: manco ci fossimo messi d'accordo...vero, questa ricetta allora puoi passarla al piccolo chef :-)

    @ Federica: vero, immagino che se da bambina avessi avuto delle patate cosi' avrei fatto molte meno storie...un bacione.

    @ deny: mi fa piacere che da una semplice patata siano usciti tanti ricordi...grazie a te per avermene messo a parte. Un bacio!

    @ Babs: beh, il fenomeno e' la chef inglese. Io sono una mera esecutrice, ma grazie ;-)

    @ elenuccia: non sara' stata estrosa la tua mamma, ma se faceva la sfoglia in casa non ti puoi lamentare!!! ;-0 E grazie!

    @ Marjlou: gentilissima!

    @ Elel: grazie mille!

    @ dolci a gogo: saro' contentissima se Alfredo mi dara' il suo giudizio. Un bacione, Imma, grazie!!!

    @ steval: ti ringrazio, ciao!

    @ Ramona: si provaci perche' e' davvero un divertimento!

    @ sweetmaremma: i topini sono scappati...ma grazie :-)))

    @ Ely: beh, su dei bimbi fanno parecchio colpo ;-)

    @ Micaela: tu d'altronde di ricette per bimbi ora devi fare incetta, vero??? Un bacione!

    @ Lydia: grazie a voi, siete una forza ;-)

    @ viola: o magari ti danno una promozione, nella vita non si puo' mai sapere :-)))

    @ Lilly: i topini ringraziano anche a te :-)

    @ maetta: grazie mille!

    @ Chez Denci: spero che per "grande personaggio" intendessi dire che sono alta, nel qual caso e' vero ;-)))) Ti ringrazio tanto!

    @ Maria : grazie mille anche a te!

    @ CarlottaD: credo che l'eta' magica della cooperazione mamma/bimbo in cucina sia molto, molto limitata e vada colta in fretta...

    @ Simo: grazie a te Simo, ricambio l'abbraccio.

    @ Pamirilla: beh, allora mi posso ritenere soddisfatta, un sorriso e' quel che volevo dalla ricetta. Grazie!

    @ Acquolina: anche a me hanno fatto pensare a Ratatouille!!!

    @ Glu.fri cosas varia sin gluten: grazie mille, un bacio!

    RispondiElimina
  29. @ nel cuore dei sapori: senza ricordi la cucina non avrebbe lo stesso sapore, vero? grazie!

    RispondiElimina
  30. Molto bello il tuo ricordo e anche i topolini! Anch'io faccio di tanto in tanto qualcosa di simile, la prossima volta però voglio usare il pomodoro per il naso perché lo trovo molto simpatico!

    RispondiElimina
  31. straordinario!!!! vorrei tanto avere i miei nipotini "sotto mano" per provarli!!!

    RispondiElimina
  32. Che simpatici questi topini :-)
    Sai Stefania neanche a mia madre piace cucinare,ed io non ricordo mai di averla aiutata in cucina,in compenso però ho sempre coinvolto mia figlia in cucina con me.Un bacione!

    RispondiElimina
  33. Io ho una madre che sa cucinare molto bene, ma che non mi faceva mai toccare nulla, nel culto della sua cucina super perfetta. Ho sempre guardato e forse imparato, ed ora mi sto rifacendo con la nana che è libera di sporcare. toccare ed assaggiare tutto quello che cucino ed impasto.
    questi topi li rifaremo insieme, grazieee!!

    RispondiElimina
  34. Finalmente dei topini che non mi fanno paura :)))
    le mie bimbe mi "aiutano" spesso, ho ancora una foto di Francesca che impastava la pizza seduta nel seggiolone. Si divertono tanto e imparano qualcosa.

    RispondiElimina
  35. i miei bimbi mi aiutano spesso in cucina, mi piace che imparino divertendosi, anche se mi piace un po' meno il "dopo"! proveremo insieme queste topatate!!

    RispondiElimina
  36. e poi ti lamenti che non sai decorare... cos'è, hai deciso di farmi concorrenza sul salato? :D
    questi topini sono semplicemente deliziosi, bravissima!!

    RispondiElimina
  37. Scopro oggi il tuo bel blog! Questi topini sono carinissimi. Anche io faccio ricette per divertire i bambini di tutte le età :DDDDD
    Se hai voglia vieni a trovarmi.
    Ciao a presto ;)

    RispondiElimina
  38. Più che da mangiare sono da fotografare....anche se non dubito che saranno buonissime. Super brava. Mille baci, Anna.

    RispondiElimina
  39. Stefania, ma che fantasia!!! Sono troppo belli i tuoi topini!
    Un bacio

    RispondiElimina
  40. Applauso alla Grande Stefania!!complimenti!!

    RispondiElimina
  41. sono simpaticissime queste topatate..:D
    anche il nome mi piace..sisi..bravissima!

    RispondiElimina
  42. MA sono carinissimi questi due topolini!!! Che bella ricetta, divertente e sicuramente molto sfiziosa!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  43. Hehehehehe fantastiche e semplici ! Le patate sono il massimo della golosità anche sottoforma di... topolini :-D
    Che carina la storia della pizzetta, e che carino tuo padre a capire l'amore che ci avevi messo nel farla per lui ;-D

    RispondiElimina
  44. Grazie Stefania, questa tua ricetta va dritta al contest come dici tu, ma anche dritta al cuore, con il bellissimo racconto che l'accompagna.
    Complimenti, il racconto è bello, e la tua preparazione è proprio quello che mi piace e che piace ai bimbi: trasformare una semplice patata lessa in due simpatici e divertenti topolini... che amano dormire e giocare nell'insalatina...
    Bellissimo, grazie mille.
    Un bacione grandissimo.
    Albertone

    RispondiElimina
  45. Che belle le fotoo, troppo carine. Per la domanda che mi hai lasciato nel commento dello stracchino.... il gusto, con il latte di soia è leggermente dolciastro, anch'io voglio riprovare con il latte vaccino, anche se questa versione, mi è piaciuta proprio. Grazie della tua visita. Buonanotte.

    RispondiElimina
  46. 'giorno Stefania, non sapevo fossi alta quindi grazie a te ;-) Ciao ciao ed arrivederci.

    RispondiElimina
  47. Ciao! sono carinissimi e divertentissimi! perchè non partecipi al contest della COMETA?! sono perfetti per i bambini ;)
    baci baci

    RispondiElimina
  48. Non ho parole sono super super cariniiiiiiiiiiiiiii e sicuramente buoni!!
    ciao e buon we

    RispondiElimina
  49. vediamo se riesco a farle mangiare a Noor!
    troppo carine!

    RispondiElimina
  50. Che bellissimo racconto, leggerti e' sempre un piacere cosi' come questi topolini, di una simpatia estrema! Ciao e buon week end!!!

    RispondiElimina
  51. Sono bellissime....ti seguo e ti ammiro tantissimo,anche se non sempre riesco a commentare tutte le creazioni.
    Queste top-atate sono bellissime....mi sa che te le scopiazzo,magari mio figlio le mangia e una volta tanto mi tiene contenta

    RispondiElimina
  52. @ Tania: il naso è anche la mia parte preferita, mi sa di ...clown!

    @ Alice: ehm...non ho bambini in casa, ma ti assicuro che il "bambinone" con cui sono sposata si è divertito un mondo quando le ha viste :-)

    @ maria61m: brava Maria, hai fatto a tua figlia un bel regalo...e grazie.

    @ Alem: vedi? è tutto relativo. Anche io dico sempre che cucino perchè prima non ho mai potuto farlo. Spero che la nana si diverta con le patate, allora, e grazie.

    @ Dajana: addirittura nel seggiolone??? Accidenti!

    @ Rainbow: grazie mille!

    @ Valeria: eh si, il dopo è meno divertente ma ne vale sempre la pena...;-)

    @ Cristina: essì ma coi topi non vale...chiedimi di fare un fiore in pasta di zucchero e poi vediamo...

    @ eli: benvenuta, ricambierò certamente la visita.

    @ Kiss Kiss Anna: la voglia di non mangiarle passa presto :-))) E grazie!

    @ Giulia: la fantasia è della chef inglese...ma grazie!

    @ Federica: esagerata!

    @ Cristina: ricambio il bacione :-)

    @ Giuky: ti ringrazio tanto!

    @ Mirtilla: sono contenta ti piaccia, grazie!

    @ JAJO: grazie per essere passato, a presto!

    @ Albertone: sono onorata dalle tue parole. Grazie, davvero.

    @ CRI: grazie mille delle indicazioni, proverò di certo.

    @ Chez Denci : :-D

    @ manuela e silvia: eh si, queste patate nascono proprio per quel contest ;.)

    @ Lady Cocca: che gentile, grazie.

    @ kucciola: speriamo!!! fammi sapere.

    @ kat: grazie a te, un abbraccio.

    @ Paoletta: speriamo, nascono proprio per convincere i bimbi a mangiare più volentieri...e lo dice una ex bimba che non mangiava nulla ;-)
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  53. chiribbioooo che caristi 'sti topolini!!!
    segno segno, mi piacerebbe farli sai che faccia quando arriveranno in tavola? :D
    bravissima!
    baci e buon w.e.

    RispondiElimina
  54. troppo forti!
    un abbraccione e buon w.e., noi finalmente in partenza per l'elba!

    RispondiElimina
  55. sono stupende le tue creazioni complimenti anche per il blog...sono finito qui per caso ma felice di commentare a far parte dei tuoi lettori fissi..buon fine settiman..
    un abraccio Arthur

    RispondiElimina
  56. A prescindere che le patate le mangerei tutti i giorni in ogni sua forma e ricetta, questi toini di patate sono un amore!!!
    Lo è anche il tuo racconto che mi ha stretto un po' il cuore al ricordo di mio padre, anch'io tentavo di cucinare chissà che diavolerie e lui dicev a sempre che erano una delizia!!!
    Un abbraccio
    Patricia

    RispondiElimina
  57. troppo simpatica questa idea... i bambini adorerebbero ste patate...pure io con la mia sindrome di peter pan!!!
    bravissima!!!

    RispondiElimina
  58. si torna un pò bambini nel farle ? Dimmi di si che le faccio subito.....Bellissimo post, poetico e delizioso...

    RispondiElimina
  59. Che idea simpatica!! Ma quanto sono carine queste tue patate!!!

    RispondiElimina
  60. C'est la première fois que ma vie que j'ai envie de mordre dans des souris.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  61. @ Betty: beh, sono certa che strapperanno un sorriso a tutti.Ciao!

    @ Cindystar: buone vacanze Cindy, e grazie.

    @ Arthur: grazie mille, benvenuto.

    @ Patricia: i papa' sono tutti uguali, vero? Un bacio e grazie.

    @ terry: come dicevo piu' su, non ho bambini in giro per casa ma ci siamo goduti i topini ugualmente !!!

    @ Chiara: ma certo!!! quando si gioca si torna sempre bambini, o no?

    @ Zia Elle: ti ringrazio, un bacio.

    @ Nadji: you made me smiling :-) thanks!

    RispondiElimina
  62. io penso di aver imparato a cucinare proprio perchè mia madre non è mai stata contenta di stare in cucina( e quindi i risultati poi scarseggiavano al pari della voglia), ma l'unica cosa che davvero fa a meraviglia è proprio la pizza..grazie per aver condiviso con noi questo tuo dolcissimo ricordo d'infanzia! sono sicura che il tuo papà lo dicesse per davvero, vedendo come lavori bene in cucina ora non mi stupirei se mi dicessi che a 4 anni eri già una perfetta cuochina!questi topini sono carinissimi!un bacione!Ale

    RispondiElimina
  63. questi topolotti mi fanno impazzire!!!Sono davvero super simpatici...come la cuoca che li ha fatti nascere ;P !!!

    Per quanto riguarda il cucinare con la mamma la mia lo faceva (e lo fa tutt'ora!) talmente di rado (solo per le grandi occasioni!) che proprio non saprei come beccarla in cucina...e per fortuna, sennò come avrei fatto a distruggerla (la cucina!) nel tentativo d far qualcosa di commestibile, con lei a supervisionare su tutto!?!?! ;P

    RispondiElimina
  64. Eccomi a lasciarti un saluto ed augurarti una buona giornata.

    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  65. Ottima ricetta da realizzare con i bambini...mi hai riacceso dei bellissimi ricordi...io amavo cucinare con mia mamma che nostalgia...grazie cara!!!

    RispondiElimina
  66. @ Dual: benvenuta, grazie!

    @ la cucina di Mila: grazie mille, sono contenta di evocare qualcosa di bello con una semplice patata :-)

    RispondiElimina
  67. ma guaarde che delizie e me li stavo perdendo..

    RispondiElimina
  68. Io adoro i topi, per cui ti ringrazio doppiamente per questa belle ricettina :-D

    RispondiElimina
  69. Sono proprio una ventata di allegria nel piatto e ed io che sono mamma di due bimbi sò bene quanto è difficile "ampliare" i loro gusti... 'na faticaccia. Anch'io ho da poco un blog se vuoi passare a trovarmi , mi farebbe molto piacere.

    Lety

    RispondiElimina