lunedì 7 settembre 2015

Torta di lamponi e mandorle, sottosopra



Al volo come non mai, ma non potevo non pubblicarla: colpa di Donna Hay ma soprattutto della mia amica Lu, che me l'ha segnalata.
E fu amore a prima vista :)
Leggete le note, o potreste ritrovarvi un forno da pulire oltre alla torta....



RASPBERRY AND ALMOND UPSIDE-DOWN CAKE
per una teglia da 24 cm di diametro
tratta da Donna Hay e leggermente modificata nelle dosi


un kg di lamponi freschi o surgelati
350 g di zucchero (110 per i lamponi, il resto per il dolce)
190 g di burro ammorbidito
2 cucchiaini di buccia di limone grattugiata
i semi di una bacca di vaniglia
3 uova
260 g di farina
un cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
mezzo cucchiaino di bicarbonato
60g di farina di mandorle
250 ml di latticello (buttermilk)


Foderare la teglia con la carta forno ed imburrarla leggermente. Versarvi sul fondo tutti i lamponi alternandoli con 110 g di zucchero tratti dal totale per il dolce (se surgelati, far scongelare i lamponi su carta assorbente da cucina) e lasciare da parte.


Mettere il burro ammorbidito, lo zucchero rimasto, la buccia di limone e la vaniglia in una ciotola e sbattere ad alta velocità (ho usato il Kenwood) per 8-10 minuti di orologio, finchè il composto sarà chiaro, cremoso e montato.
Aggiungere le uova intere, una alla volta, facendo incorporare bene prima di aggiungere la successiva.
Unire quindi la farina setacciata, il lievito, il bicarbonato, la farina di mandorle ed il latticello girando a bassa velocità (ho usato il gancio a K del kenwood) solo finchè il tutto è amalgamato.
Non girare troppo!
Versare il tutto sopra i lamponi e livellare con una spatola.
Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 45 minuti, quindi verificare il grado di cottura con un coltello o stecchino ed eventualmente proseguirla coprendo il dolce con l'alluminio.
In totale nel mio forno c'è voluto circa un'ora e dieci.
Far raffreddare completamente il dolce nella teglia, rovesciarla sul piatto da portata, staccare delicatamente la carta forno e servire.


NOTE

- se usate una teglia a cerniera mettetela assolutamente dentro un'altra o su una placca altrimenti tutto il succo rilasciato dai lamponi cadrà nel forno (so di cosa parlo, ahimè)

- è un dolce abbastanza denso, attenti a non toglierlo dal forno troppo presto

- i lamponi sembrano tanti ma sono necessari per uno strato uniforme e che non si rompa al taglio.

- se non avete il latticello mescolate metà latte intero con metà yogurt intero non zuccherato e fate riposare mezz'ora prima di utilizzarlo.

- il dolce si mantiene buonissimo per diversi giorni

23 commenti:

  1. Che spettacolo tesoro, i colori sono favolosi ed iimmagino la bontà!!La proverò di sicuro....baci,Imma

    RispondiElimina
  2. Una vera bontà tutta da assaporare !

    RispondiElimina
  3. Amo le ricette di Donna Hay abbinate alle tue dritte ;-)

    RispondiElimina
  4. L'aspetto è elegantissimo e il sapore dev'essere divino! L'imprevisto sulla teglia a cerniera lo conosco bene invece: una upside-down di Martha mi ha lasciata 2 ore a scozzicare il forno :D

    RispondiElimina
  5. Ha un aspetto bellissimo! Bentrovata!!!

    RispondiElimina
  6. Bellissima , muoio dalla voglia di provarla :P

    RispondiElimina
  7. Oddio Stefy...meravilgiosa!!!!!!!! devo farla ( ma non nello stampo a cerniera ;) )

    RispondiElimina
  8. Spettacolo!!! Da provare per forza.

    RispondiElimina
  9. Goduria allo stato puro mia cara Stefania!
    Adoro i lamponi e le mandorle, ma odio pulire i forno...quindi il tuo consiglio è d'oro, però mi spiace per il tuo, di forno...sob
    La farò lunedì per festeggiare l'inizio della scuola, perchè sarà una bella giornata per me, finalmenteeee back to school :-DD

    RispondiElimina
  10. Ecco, io potrei vendere l'anima al diavolo per il contrasto che si crea tra l'acidità dei lamponi e la dolcezza della pasta a base di mandorle...so per certo il sapore, è uno dei miei preferiti e questa torta di sicuro è nella pole position quando potrò tornare a mangiare dolci seri.
    La problematica delle tortiere a cerniera che rilasciano liquidi o burro (nel caso dei cheese cake), la conosco fin troppo bene. Ecco che ho imparato a utilizzare un foglio di carta da forno che sporga di almeno 3/4 centimetri dalla base. Ci copro il fondo e lascio la carta extra sporgere dalla teglia senza tagliarla. Questo fa si che l'eventuale liquido che esce, resti sulla carta e non impatacchi tutto il forno...perchè non è un problema la sua pulizia, ma la maledetta puzza che fa quando brucia il liquido durante la cottura.
    Grazie per questa meravigliosa ricetta. Un abbraccione.

    RispondiElimina
  11. madò che goduria...io ho solo un problema, adoro i lamponi.. non so se ci arriveranno dentro alla torta ^_____^

    RispondiElimina
  12. Fantastica questa torta!
    Giustissima per il periodo: aspetto sabato e il mercato contadino per fare incetta di lamponi ;)

    RispondiElimina
  13. Bellissimi i colori e buonissimo l'abbinamento lamponi/mandorle! Bravissima tu, come sempre! ;)

    RispondiElimina
  14. Urca, questa torta sprizza delizia per ogni dove! :)

    RispondiElimina
  15. ciao Stefania, questa torta ha l'aria di essere veramente deliziosa, sarà che adoro i lamponi :) Un bacione

    RispondiElimina
  16. è una visione peccaminosa!!! impossibile resistergli secondo me!

    RispondiElimina
  17. Ciao Stefania! Sembra molto invitante questa torta, provero' senz'altro a prepararla.
    Ogni tanto ripenso ai mitici biscottini con vin santo........ ti ricordi?
    Quando vieni a trovarmi sul mio blog? Ti aspetto.
    Grazie per questa ricetta!
    ciao!
    Olga

    RispondiElimina
  18. Grande Donna Hay, come del resto tu! Grazie delle note, altrimenti sai che bello pulire il forno dallo sciroppo attaccato... :-)
    Che torta strepitosa! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  19. Troppo invitante e tanto golosa questa torta... adoro i lamponi, grazie della ricetta!!!!

    RispondiElimina
  20. Ahaha Araba...a me una teglia a cerniera han fatto colare il burro e inluridato tutto il forno....e non è pià venuto via. Da quel giorno, mai più teglie a cerniera in generale, e se le uso, le metto sopra un'altra teglia più grande...Anche io so di cosa parli, ahimè;-((
    Ciao Araba bellissima torta: pensa che combinanzione ho visto proprio prima delle cose bellissime della nostra amica Donna..poi faccio un giro qua e...zac! Telepatia!!
    Ciao Araba!!.-))
    Cinzia

    RispondiElimina
  21. difficile resistere! mi segno la ricetta!

    RispondiElimina
  22. Stefaniaaaaa... l'ho appena fatta con i fichi perché ne ho ultra abbondanza, è divina, buonissima, strepitosa. Un'altra ricetta super, sei una garanzia.
    Più avanti la proverò con i lamponi che ho surgelato a giugno, le premesse ci sono tutte.
    Grazie mille, ovviamente la riporterò nel mio blog ;-)

    RispondiElimina
  23. bellissima nei colori e sicuramente fantastica nei sapori ! Bravissima

    RispondiElimina