giovedì 17 settembre 2015

Panna cotta alla Nutella


E cade una gru.
Mica in un posto qualunque.
Alla Mecca.
E mica, che so, in periferia.
Cade sulla Grande Moschea.
Nell'enorme spazio in cui i pellegrini si riuniscono per pregare.
Centinaia, migliaia.
C'era vento, moltissimo.
La gru è enorme.
Come tutto da queste parti, del resto.
Grandi gli spazi.
I palazzi.
Le macchine.
I temporali.
Questo non fa eccezione.
Il numero di morti hanno smesso di aggiornarlo dopo che ha superato il centinaio.
I feriti che muoiono dopo forse non contano più.
Tutto grande, dicevo.
Anche le coincidenze.
E' l'undici Settembre.
E la gru appartiene ad una multinazionale tra le più importanti del Medio Oriente.
Saudi Bin Laden, si chiama.
Che poi nessuno è perfetto.
Nemmeno una multinazionale dai mezzi illimitati è esente da errori o falli tecnici.
O forse si.
Un dipendente, intervistato, ha detto che non è possibile.
Ciò che è accaduto va oltre il potere degli essere umani, dice.
E' opera di Dio.
Non commento, lo sapete.
E non perchè ho paura che Dio in persona mi punisca.
Ma chissà, passasse di qui uno degli infallibili di cui sopra ;)


Cambiamo argomento :) con solo una parola: Nutella.  
Self explanatory, dice la mia collega.
E se a Nutella aggiungo la parola Nigella viene fuori il paradiso.
Vi fidate?



NUTELLA PANNA COTTA
da Nigellissima di Nigella Lawson
per 6 stampini piccoli

250 ml di latte intero
250 ml di panna ad alto contenuto di grassi
250 g di Nutella
8 g di gelatina in fogli (6g se non volete sformarla)

per servire

100 ml di panna fresca da montare
6 cucchiai di liquore Frangelico
nocciole tostate e tritate per decorare


Versare latte e panna in un pentolino quindi aggiungere la Nutella girando bene. Mettere
il tutto su fuoco basso mescolando sempre finchè bolle.
Nel frattempo ammorbidire la gelatina in acqua fredda.
Appena il composto di Nutella prende il bollore toglierlo dal fuoco e versarne una piccola parte in un recipiente, circa 250 ml, e scioglierci la gelatina.
Unire quindi di nuovo i due composti.
Versare negli stampini e tenere in frigo minimo 6 ore meglio una notte.
Decorare con panna montata con liquore e nocciole tostate e tritate.


NOTE

- di una facilità disarmante, ho trovato qualche difficoltà con la dose di gelatina perchè qui la trovo solo in polvere e Nigella usa quella venduta in Inghilterra dove i fogli hanno un peso diverso dai nostri. Comunque tutto è bene ciò che finisce bene e nella lista ingredienti trovate la dose per la gelatina nostrana.

- si può preparare con un paio di giorni di anticipo: tenere gli stampini coperti con la pellicola trasparente.

- Per sformarla al meglio passare gli stampini per qualche minuto in freezer prima dell'operazione.

- non avendo il liquore l'ho omesso dalla panna, non ne abbiamo sentito la mancanza. Le nocciole invece sono una mia aggiunta e ci stanno davvero bene.

- la panna ad alto contenuto di grassi ovvero la double cream non si trova facilmente in Italia, usate panna da montare normale al suo posto :)

13 commenti:

  1. Dico solo povera gente...magari si sono fatti centinaia di chilometri per andare a pregare e poi ci hanno rimesso la vita...
    Coincidenza, fatalità, superstizioni, chissà...

    Nutella vs Nigella...quali dei due è più sinonimo di certezza???
    Ovvio che entrambi insieme sono un successo assicurato!!!
    Non ti prometto di fare subito questa panna cotta perchè in famiglia hanno finito il vasetto nello scorso weekend e mi sono ripromessa di aspettare un pò per il nuovo acquisto...so che mi puoi capire ;-DD

    RispondiElimina
  2. Ho iniziato a leggere l'intro e quasi piangevo.. ma non commento a riguardo neanche io!
    Poi ho continuato a leggere e pensavo, come non fidarsi di Nigella.. e se tu hai anche testato io mi fido il doppio!
    Non sono un'amante di dolci in generale, ma mi piace un sacco prepararli e servirli agli amici.
    Come non amo la Nutella, ma amo la nocciola ed ho anche trovato una sua sostituta, che a calorie e ingredienti ci assomiglia ovviamente, ma nel sapore è MOOOLTO più buona.
    Quindi magari posso cimentarmi con quella e vediamo il boss della casa cosa ne pensa!
    Se mi chiede il bis è fatta!!!! Grazie per aver condiviso la ricetta con noi :D
    A presto.. Ciaooo

    RispondiElimina
  3. Povera gente e che cosa possiamo dire....
    Invece della panna cotta posso dire che è una vera golosità !!!

    RispondiElimina
  4. Ho iniziato a leggere e poco alla volta l'acquolina scatenata dal titolo ha lasciato il posto al groppo in gola. Quando la notizia della tragedia era arrivata in Italia, prontamente ribattuta dalle varie agenzie di stampa, non avevo avuto cuore di commentare in alcun modo. Avevo pregato per le vittime, così come anni fa avevo pregato per le vittime di quell'altro 11 settembre, perchè per me ogni morto è una tragedia, senza distinzione alcuna.
    Poi, per cacciare via il groppo in gola, mi sono concentrata sulla ricetta. Non sono una grande estimatrice della colla di pesce, ma, hei, se c'è la Nutella una ricetta va provata. A tutti i costi. Magari battaglierò un pochino anch'io con le dosi, ma tentar non nuoce (e se restano mollicce e impresentabili, me le pappo tutte io!).

    RispondiElimina
  5. Ciao prefazione molto toccante difficile esprimere il mio dolore a parole leggendo...per quanto riguarda la panna cotta sicuramente da provare visto che adoro la nutella..ciao

    RispondiElimina
  6. Mamma mia questo tipo di coincidenze fanno paura!
    Bella ricetta mi sa che la provo, il marito gradisce di sicuro.

    RispondiElimina
  7. La storia che racconti ha del paradossale e dell'inquietante. Penso solo che a volte il destino è proprio ironico e soprattutto si collega ad una catena di ricordi molto dolorosi.
    Sulla ricetta postata oggi, dico solo che tu sei una istigazione a delinquere. Definitivamente.

    RispondiElimina
  8. Ciao! Posso chiederti il dosaggio per la gelatina in polvere? Anche io qui trovo solo quella è ho rinunciato a preparare panne cotte e altri dolci con gelatina..... grazie! Karin

    RispondiElimina
  9. povera gente....La tua panna cotta è irresistibile, anche se dovrei essere a dieta quasi perenne...

    RispondiElimina
  10. Immagino la goduriosità di questa panna cotta!!!!

    RispondiElimina
  11. No vabbè....la panna cotta la adoro, la nutella pure....con questo dolce mi conquisti!!
    Buona giornata
    Serena

    RispondiElimina
  12. Avevo giurato che il vasetto finito settimana scorsa sarebbe stato l'ultimo. ..uffi...Vabbè: sarà il penultimo! ;-)

    RispondiElimina