lunedì 16 marzo 2015

Crème brulée, quella perfetta



Lo so, che la foto è brutta.
Penosa.
E non varranno le giustificazioni che avevo gli ospiti a tavola che aspettavano il trionfante ingresso del dessert caramellato.
Che ho cacciato chiunque volesse venire ad assistere all'operazione pur di poter scattare almeno questa.
Che ci ho messo un sacco di tempo e non ne è valsa la pena, dato il risultato che fa paura.
Ebbene, ho deciso che non fa niente.
Confesserò che tanto mi piace cucinare quanto sia insofferente a dover immortalare il piatto finito.
Lo so che pensate.
Che è come la storia della volpe e l'uva.
E parlo solo perchè proprio non ne cavo un ragno da un buco.
Quindi prima che mi si rivolgano i soliti messaggi di critica a cui poi per educazione mi tocca anche rispondere, lo so da me.
E vi chiedo scusa, con le foto favolose che ci sono in giro.
Ma la ricetta non è buona.
E' un sogno.
E' un mare vellutato e cremoso sotto una crosticina di zucchero croccante.
Un piacere vanigliato.
Mai visto prima stampini così puliti, dopo cena, che quasi sembravano essere già stati lavati.
Complimenti a non finire.
A Martha Stewart, si intende, non a me.
La migliore, quella di un ospite molto, molto goloso.
Non ha detto una parola fino all'ultimo cucchiaino.
Poi, uno sguardo.
Ce l'ho seduto davanti.
Scuote la testa.
Ma come hai fatto?
Ho solo seguito una ricetta, rispondo.
No, non è una ricetta.
E' un'esplosione!
Lo so che spesso una foto vale più di mille parole.
Ma facciamo che questo è il caso in cui vale il contrario? ;)


Sul blog c'è già un'altra ricetta di crème bruléè, ma  dovete darmi retta: questa la batte dieci a zero. Non ne avrò altra, lo giuro, perchè raramente ne ho mangiate di così buone.
Facilissime, a prova della cuoca meno esperta, pochi ingredienti ma un risultato favoloso: da proposta di matrimonio, azzardo.
Le provate? ;)



CREME BRULEE
per 4-6 porzioni, a seconda degli stampi usati
da Scuola di Cucina di Martha Stewart


800 g di panna fresca da montare
170 g di zucchero
un baccello di vaniglia o due cucchiaini di estratto
7 tuorli
un generoso pizzico di sale
altro zucchero semolato per la copertura


Scaldare su fuoco basso la panna con metà dello zucchero e la vaniglia finchè ben caldo ma non far bollire, girando per far sciogliere lo zucchero.
A parte battere i tuorli con il resto dello zucchero ed il sale.
Versare una piccola quantità di panna sulle uova continuando a sbattere, quindi proseguire aggiungendo il resto a poco a poco sempre mescolando.
Far attenzione a non versare troppa panna tutta insieme sulle uova per evitare che impazziscano.
Mettere gli stampi scelti in una teglia a bordi alti avendo cura di mettere un paio di fogli di scottex alla base in modo che non scivolino una volta aggiunta l'acqua del bagnomaria e versarvi il composto ottenuto ne sono riempiti esattamente 6 di quelli in foto).
Mettere la teglia in forno preriscaldato a 160 gradi e con attenzione versare dell'acqua calda nella teglia stessa, quanto basta per arrivare a circa metà degli stampi.
Cuocere circa 30-40 minuti, finchè la crema è rappresa ( nel mio forno 30 minuti esatti).
Tirare fuori la teglia e rimuovere gli stampini dal bagnomaria.
Farli riposare mezz'ora a temperatura ambiente e poi in frigo un paio d'ore.
Poco prima di servire spargere circa un cucchiaio e mezzo di zucchero su ogni crema e passare il cannello da pasticceria finchè lo zucchero fa le bollicine e diventa color ambra.


NOTE

- i dolci possono essere cotti anche con tre giorni di anticipo e conservati in frigo coperti con la pellicola. Prima di servire procedere con la caramellatura.

- se non si possiede il cannello si possono passare un attimo sotto il grill del forno. In questo caso metterle prima in freezer una ventina di minuti in modo che non scaldino troppo.

- che fare con gli albumi avanzati? Date un'occhiata alla sezione soli albumi!


36 commenti:

  1. Ho salvato la ricetta ma se è buona come dici mi sa che è meglio se non la provo, perché potrei diventarne dipendente. Martha è una garanzia e tu bravissima, foto bella o no :-) Buona settimana Stefy! :-)

    RispondiElimina
  2. Ma a chi se ne frega della foto ? Importante è il risultato. Tempo fa ho provato a fare il creme brulèe ed è stata proprio una foto a convincermi. Il risultato ? Non si è rappreso per niente. Ed ho seguito la ricetta alla lettera. Perciò cara mia vai avanti e non ti preoccupare. Non è per le foto che ti seguiamo. Un bacione e buona giornata.

    RispondiElimina
  3. La foto è davvero relativa in questo caso anche perchè mi fido ciecamente di te e sono certa che sia paradisiaca!!!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  4. La foto va in secondo piano . . . devo provare questa creme brulee ^_^

    RispondiElimina
  5. Io adoro la creme brulè chiamata anche mi sembra crema catalana ma questa non ha nulla a che vedere come bonta, Grazie copiata. Per l'albume....ci faccio le crepes sbattendo leggermente la chiara con un pò d'acqua non fare schiuma e via nel padellino. Sono squisite riempite con cosa vuoi.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  6. La foto mi piace perchè punta dritta al sodo, niente frizzi e lazzi, solo ed unicamente questa strepitosa Crème Bruléè!!!
    Ovvio che bisogna farla...non vedo l'ora.
    OMG...sempre di lunedì, ehhhh

    RispondiElimina
  7. Se ti dico che la foto nemmeno l'ho guardata perché gli occhi erano impegnati a scorrere velocemente sulle tue parole e l'acquolina già montava sulle labbra, da creare dipendenza all'istante, vinco una di queste terrine? Così me la pappo subito e non devo aspettare il tempo materiale per ricrearmela in casa...eh?eh?eh? Facciamo? Eh?

    RispondiElimina
  8. Ciao....creme brulee....mio vecchissimo-issimo-issimo cavallo di battaglia....mai pubblicato sul Blog (cosa quasi incredibile)....ma adesso che sono tornato a scrivere sul blog...magari posto la mia ricetta. Ma siccome conosco la mia inaffidabilità da questo punto di vista puoi dare un'occhiata qui (ricetta postata quasi 9 anni fa ai bei tempi del gruppo di discussione it.hobby.cucina)
    https://groups.google.com/forum/#!msg/it.hobby.cucina/FmGL1V40HLQ/nIDJbyI4cLwJ
    Attenzione all'aromatizzazione proposta...molto particolare....che era e rimane la mia preferita

    RispondiElimina
  9. No, vabbè...sono due giorni che giro per casa dicendo che devo assolutamente fare la creme brulèe con le uova sgraffignate in campagna dal nonno del mio findanzato e tu mi illumini così il lunedì mattina con questa delizia? La foto non fa alcuna differenza...di certo c'è che dovrò testare la ricetta prima di subito! ps: la Martha è sempre la Martha. Ribadiamolo! ;)

    RispondiElimina
  10. Conosco il libro, stupendo, come stupenda è la tua crema!!!

    RispondiElimina
  11. Il mio dessert preferito....in assoluto! Anche io la preparo con la panna al posto del latte e non c'è proprio paragone!

    RispondiElimina
  12. Macchissenefrega delle fotoooo! Io ti credo sulla parola, sempre e comunque, potresti anche vendermi il ghiaccio al Polo Nord. O un brodo bollente nel deserto, visto il caso :D
    Ci credi che non ho mai preparato la crème brulée perché non ho il cannello? E lo so che si può fare anche con il grill, però... A 'sto punto mi tocca farla in un modo o in un altro, mi hai fatto venire voglia. Contenta?

    RispondiElimina
  13. Ma sai che non sei l'unica? Io amo moltissimo queste splendide foto che ci sono in giro per la rete, alcune proprio "parlano" e sono molto invitanti. Tuttavia io faccio una fatica incredibile a fotografare ogni volta. Mi piacerebbe portare in tavola il piatto e via. E spesso lo faccio con il risultato che poi non posto un piffero ma i commensali di solito gradiscono e ciò mi appaga comunque!
    Detto ciò alla prossima cena con amici non mancherò di esibire questa ricettina, che se dici che è dell'Araba ormai si fidano tutti ciecamente.

    RispondiElimina
  14. Oh bè le mie foto fanno sempre schifo, ma con questo mica vuole dire che le ricette non valgano! Spesso si da troppo peso al lato estetico, un po' come nel resto della vita del resto...

    RispondiElimina
  15. Ma certo che la provo! Con i tuoi racconti sei capace di farmi venire la voglia di provare senza farmi sorgere il benchè minimo dubbio (eh...sono sempre una malfidente!)
    Poi è da parecchie settimane che non preparo qualcosa di godurioso come la crème brulée, direi che è arrivato il momento di tirarmi su le maniche; devo solo procurarmi gli stampini!
    Buona settimana :)

    Alice

    RispondiElimina
  16. A me interessa che sia buona, foto o non foto. Quindi prendo nota per la prossima piadinata con gli amici. Che gusto sarebbe sentirli ammutolire, considerato che fanno sempre un baccano tremendo. Magari la vicina si stupirà :)

    RispondiElimina
  17. Alla faccia della foto:-) e di tutti quelli che criticano a prescindere (chè gusto ci proveranno.. )! Ricetta aggiudicata. Sottoscritta, copiata e da replicare quanto prima!

    RispondiElimina
  18. Guarda, con me non devi giustificarti. Anche io odio scattare, e preferisco mangiare, e non oso credere che qualcuno ti critichi. Io ho imparato a diffidare di chi fa foto troppo belle, troppo spesso mi è capitato di non ottenere lo stesso risultato...con te, che comunque non fai proprio foto da buttare, eh???....sono sempre andata sul sicuro e ricevuto tanti complimenti. Quindi avanti così, regalaci perle sostanziose!!!un abbraccio!

    RispondiElimina
  19. ...se quella di mele è la torta che prediligo, la creme brule è il dolce al quale non posso rinunciare...
    e la foto è pure invitante

    RispondiElimina
  20. La mia assenza dai commenti di queste pagine si protrae davvero da tanto (ah, maledetta fretta!!!) ma stavolta proprio non posso esimermi: sono alla ricerca di una buona ricetta di crème brulée da tanto tempo, e finalmente eccola qua!!!!! Le mie papille gustative ringraziano (il colesterolo invece no ;-)).

    RispondiElimina
  21. un dolce che resta impresso, con le tue raccomandazioni non si può che provare questa ricetta, la crosticina croccante ha il potere di far tornare tutti bambini felici :-D

    RispondiElimina
  22. Sinceramente? Della foto non mi importa nulla, tanto so che la ricetta come al solito è super affidabile! :)
    Bravissima come sempre!
    Un abbraccio
    Giudy

    RispondiElimina
  23. Foto? di che foto parli? io ho ricevuto soltanto un messaggio subliminale che più o meno dice così: prepara la creme brulee perfetta di arabafeliceeeeee

    esco a comprare la panna...

    un abbraccio
    Viviana di Cosa ti preparo per Cena?

    RispondiElimina
  24. non è addobbata come foto ma la crema va benissimo, noi blogger di cucina vediamo oltre le foto :-) quanto buona panna che c'è meglio non pensarci :-)))

    RispondiElimina
  25. ho migliorato il commento il primo non mi piaceva

    RispondiElimina
  26. Quando la foto non rende giustizia alla bontà della ricetta mi dispiace... magari perchè ho fretta, oppure non c'è luce...ma non ci posso fare nulla.
    Quando vengo qui a cercare qualcosa di astuto, non è la foto che mi convince, ma sei tu... se dici che questo dolce al cucchiaio che mi ricorda tanto il mio dolce preferito (creme caramel) è stra-buono io ci credo ad occhi chiusi e bocca aperta... Lo farò di certo!

    RispondiElimina
  27. stefy l'ho fatta!!dire che è perfetta è dire poco!=) complimenti io ne avevo fatte svariate ricette ma buona così non mi era mai venuta!!! domanda...secondo te anche data l'altissima percentuale di grasso(panna) presente...se dopo la cottura in forno decidessi di servirne alcune e congelare quelle che mi avanzano prima di carammellarle ovviamente...cosa ne dici? non dovrebbe darmi problemi! ovviamente per tenerla lì poco.. un paio di settimane al massimo! poi le passerei dal congelatore al frigo 10ù712 ore prima di carammellarle e quindi serirle!
    grazie mille vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale! Sai che non ho idea se si possa congelare??? Cioè non ho idea se diventi acquosa magari scongelandosi...senti, se provi mi fai sapere???
      E grazie :)

      Elimina
    2. ok certo Stefy!=)
      la prima volta che le rifaccio ne surgelo giusto una per prova e poi ti dico!=)
      grazie cmq! bacioniiii=))))

      Elimina
  28. per favore, prima di accingermi alla preparazione ho bisogno di un uo intervento per non sbagliare.Quando si sbattono le uova occorre montarle?Si usa la frsta elettrica, vero?Ecco, vorrei chiarimenti su questo passaggio Grazie mariuccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non occorre montarle e va benissimo la frusta a mano, non quella elettrica. Ciao :)

      Elimina
  29. meno male che ho scritto, avrei ,se no, sbagliato.Grazie Cordialità

    RispondiElimina
  30. Vorrei inserirla come strato in una torta-semifreddo, se la congelo.. faccio un disastro? Grazie! e complimenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi congelarla per forza per poterla inserire...certo la vedo un po' complicata :D

      Elimina
  31. Grazie Stefania per questa meraviglia, l'ho fatta ed è veramente fantastica
    volevo solo chiederti una cosa, per te è possibile ridurre un po' lo zucchero diciamo 20-30gr in meno o si compromette la struttura

    Crème brulée - fantastica

    spero non ti dispiaccia se l'ho messa nel blog, ma come tutte le tue ricette merita d'essere conosciuta
    grazie un abbraccio Manu

    RispondiElimina