lunedì 27 maggio 2013

Tiella-ll'...arabafelice :-)


Il giorno che succederà nevicherà nel deserto.
E magari avremo un'eclissi a coronare l'evento.
Perchè mai e poi mai riuscirò a riproporre una ricetta per l'MT Challenge così com'è.
Vorrei, sia chiaro, e forse mai come questa volta.
La tiella di riso, patate e cozze non l'ho mai assaggiata.
Ma solo il cielo sa quanta gola faccia a me, che ogni volta che esco dal Paese che mi ospita faccio certe scorpacciate di cozze al limite dell'indigestione.
Mai messe in un piatto più complicate di uno spaghetto, e sono curiosa.
Ma dei mitili in questione nessuna traccia.
O meglio, ogni tanto se ne vede un vassoietto triste e sconsolato sul banco del pescivendolo.
Non sconsolato, ora che ci penso.
Scongelato è la parola giusta.
E sono pure tutte già aperte.
Insomma, non mi ci avvicinerei nemmeno se fossero loro a pagarmi.
E quindi si fa senza, ripiegando sui bellissimi gamberi locali per quello tocco di mare che altrimenti mancherebbe.
Sul resto, considero quasi un lusso non avere troppa scelta.
Trovo solo un tipo di patate.
Solo un tipo di zucchine.
Solo un tipo di riso oltre al Basmati, un chicco egiziano con cui vengono risotti abbastanza decenti.
Chissà se il tutto reggerà o mi ritroverò con un budino.
Non capisco cottura durante, accidenti a quando ho messo tutte quelle patate in superficie che mi impediscono di vedere.
La forchetta ci entra, e tira su un paio di chicchi.
Cotti!
E pure staccati l'uno dall'altro, che mi sembra una specie di miracolo.
Beh, voi forse lo sapevate, ma qui in casa arabafelice è la prima volta che il riso viene cotto in questo modo.
Sorpresa, e gaudio e giubilo.
Scopro un piatto buonissimo.
Altro che budino.
L'augusto consorte ha esclamato che lo vuole almeno una volta a settimana per il resto della vita.
Non so cosa potrebbe succedere, se dovesse assaggiare quello con le cozze ;-)

La tiella in questione non è ovviamente l'originale avendo sostituito le cozze con i gamberi: del mar Rosso, però! ;-)
Il resto è rimasto fedele alla ricetta di Cristian tranne per il sale che lui non usa e che io ho dovuto aggiungere.
Ed ovviamente il piatto va all'MT Challenge di questo mese :-)




TIELLA DI RISO, PATATE E GAMBERI

300 g di patate
200 g di riso
una cipolla media
2 zucchine
un grosso pomodoro
circa mezzo kg di gamberi, peso da sgusciati
circa 50 g di formaggio grattugiato (metà parmigiano, metà pecorino)
sale
acqua q.b.

Fare un giro d'olio nella teglia preparata quindi adagiarvi uno strato di patate affettate sottilmente, alcune fette di zucchina e la cipolla anch'essa molto sottile.
A parte sciacquare il riso e versarlo nella teglia a coprire le verdure, quindi mettervi sopra il pomodoro a pezzi e i gamberi sgusciati.
Mettere nella teglia poca acqua nella quale si sarà sciolto il sale, ad arrivare a filo del riso ma la preparazione non deve galleggiare.
Spolverizzare con metà del formaggio grattugiato e fare un altro strato con le patate e zucchine rimaste.
Finire con il formaggio e un filo d'olio.
Infornare a 170 gradi (ho coperto con l'alluminio la prima mezz'ora) per un'ora circa.
Ho alzato la temperatura a 200 gradi verso la fine per ottenere una bella gratinatura.


NOTE

- il piatto è più buono se riposa un pochino dopo la cottura.

- noi l'abbiamo gustato tiepido, ed addirittura freddo al lavoro il giorno dopo: ancora perfetto!

98 commenti:

  1. Stefania,la necessita' e' la mamma dell'invenzione,bellissima la tua tiella con I gamberi!
    J'adore...

    RispondiElimina
  2. Che bello Stefania! Anch'io non ho mai cotto il riso in questo modo.....Sarebbe l'ora, vero? Recupero gli ingredienti e mi ci tuffo, un bacione e come sempre grazie

    RispondiElimina
  3. Il riso cotto cosi tesoro mi stuzzica davvero tanto e tu hai inventiva da vendere e il risultato è fantastico!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  4. Visto che bella scoperta? E considerando che era la tua prima volta e hai affrontato mille difficoltà guarda che bellissimo piatto che ti è venuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' già diventata un must delle mie cene!

      Elimina
  5. una delle cose più buone mai assaggiate, quella pugliese! anche questa è spettacolare... Ma lo sai - che strano feeling! - che l'ho nominata pure sul mio ultimo post?!

    RispondiElimina
  6. ..., grazie per la generosa condivisione! Ti vogliamo bene Stefania :) @Nikita

    RispondiElimina
  7. Lode a te che alla fine hai fatto la tiellaalaraba (felice, si intende) con le varianti disponibili sul posto! :))

    Peccato tu non l'abbia mai mangiata (quella vera, non le imitazioni che si vedono in giro).

    Né posso garantirti che al tuo prossimo viaggio dalle mie parti possa fartela assaggiare...
    L'ultima volta che l'ho fatta mi son preso un severo cazziatone da mia zia (pugliese doc)
    :D :D :D

    Però mi hai fatto venir voglia...quasi quasi gliene ordino una!!! :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quella vera aspetterò, ma questa non ci ha deluso ;-)

      Elimina
  8. mamma mia che bella versione la tua! Viene fame al mattino presto vedendola........gnammm

    RispondiElimina
  9. Niente cozze in Arabia...chissà perchè poi....
    Questa tiella è "nu spettaculo", già a quest'ora il pancino si lamenta, ahimè :(
    La variante con i gamberi mi ispira parecchio.
    Non mi resta che provare entrambe e giudicare ;)

    RispondiElimina
  10. Mi ha sorpreso il fatto che in Arabia non ci siano le cozze ma ci rassegnano all'evidenza. In ogni caso ci sono i gamberi e mi sembrano anche belli carnosi come piacciono a me. Aspettavo la tua versione ed ero certa che come al solito avresti prodotto un piccolo miracolo.
    Bravissima. Un bacione, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente di niente, ci consoliamo con gamberi bellissimi :-)

      Elimina
  11. ma sai che la tua fantasia sarà utilissima a casa mia perchè la tua versione sarà graditissima anche a mia figlia che le cozze non le vuole neanche vedere !
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  12. per me è un piatto praticamente sconosciuto, non fa parte della nostra tradizione, ma sono ben lieta di scoprirlo! Se ha conquistato il marito allora devo proprio provarlo, chissà mai che conquisti anche il mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me era una novità, e sono stata contentissima di scoprirlo!

      Elimina
  13. Fatto per la prima volta questo mese e mi è piaciuto da matti! Da rifare e rifare anche in casa mia!

    RispondiElimina
  14. Neppure io l'ho mai assaggiata con le cozze, e non credo che accadrà mai, a meno che non rinunci al vegetarianismo haha :-). Ma l'ho fatta vegetariana, e mi piace ugualmente, devo vedere se MT challenge lo prevede, ma mi vergognerei ad entrare ormai, ne ho persi troppi!!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, dai, partecipa! La tua versione sarà stata stupenda!

      Elimina
  15. che piatto spettacolare me lo mangerei tutto!!!!!! Grande Stefania!! ciaoooooo

    RispondiElimina
  16. ADORO QUESTE TIELLE ,BUONISSIMO.

    RispondiElimina
  17. Buonissima questa variante! succulenta come l'originale. Un bacione

    RispondiElimina
  18. Ok, pace per le cozze ma per i miei gusti la versione con i gamberi batte tutto! :)
    Ammetto che nemmeno io ho mai cotto il riso così e i chicchi nell'ultima foto sembrano proprio ben cotti.
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha sorpreso, il piatto è venuto perfettamente...

      Elimina
  19. Ecco, sono molto felice di questa versione. E' inutile, io le cozze non le assaggerò mai. Sono disposta ad assaggiare altre cose...ma di terra. Gli abitanti marini mi lasciano interdetta: accetto il merluzzo se bello bianco, il polipo non osi neppure avvicinarsi, figuriamoci le cozze, con quell'aspetto strano che mi sa di viscido.
    Non che i gamberetti io li butti giù, ma fanno meno senso, ecco.
    Alla fine diciamo che se si toglie l'abitante marino, si fa quindi diventare la tiella un altro piatto mi piace un sacco (soprattutto quello strato di patate che protegge il risotto di basmati all'interno).
    Scusa le divagazioni :)

    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cozze però non sono viscide. Dopodiché de gustibus...

      Elimina
    2. Quindi in generale non ti piace il pesce, quindi mi sa che pure con i gamberi non è che faccia al caso tuo...;-)

      Elimina
  20. Di necessità virtù, come s'usa dire!
    La tua tiella mi piace assai.. sarà che amo i gamberi?
    Questo mese non ce la fo a partecipare, ma arriverò dopo, perché la tiella la voglio proprio assaggiare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piatto però devi realizzarlo assolutamente, è troppo buono.

      Elimina
  21. bellissima tiella, ma se è all'arabafelice il risultato è scontato che sia buono!!!
    Mi fa una gola pazzesca, soprattutto questa versione con i gamberi (che adoro), tanto che potrei decidere di prepararne una teglietta solo per me (il mio di consorte è mortalmente allergico ai crostacei...e non sopporta il resto del pesce)..
    un abbraccio
    sara

    RispondiElimina
  22. Mio marito -Nicola- è di Bari...e che te lo dico a fa'...è il suo piatto preferito!
    Sulle cozze non transigerebbe però!
    a presto,Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ho dovuto fare di necessità virtuù :-)

      Elimina
  23. nemmeno io l'ho mai provata, ma da quando seguo l'mtc ho riproposto quasi tutti i piatti e credo che presto anche la tiella comparirà sulla mia tavola :)
    i gamberi potrebbero essere un'ottima idea per il fidanzato che non mangia le cozze... qui si trovano sempre ottime idee :)
    Buona settimana, Arabella

    RispondiElimina
  24. ciao! che dimensioni ha la teglia che hai usato? così da regolarmi per farne meno...:) per quante persone è con queste dosi? grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DIciamo che pensavo fosse abbondante ma ci abbiamo mangiato in due a cena e ne è avanzato per il pranzo del giorno dopo ;-)
      La teglia è ovale lunga circa 28cm e larga 20...in teoria sarebbe stata per 4 persone :-D

      Elimina
  25. Semplicemente fantastico!! Peccato che non ho i gamberi del Mar Rosso... :-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  26. E' già in programma!
    Per i gamberi farei qualsiasi cosa. E pure per il riso pilaff!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se ci si mettesse del fumetto di gamberi fatto con gli scarti dei medesimi al posto dell'acqua?

      Elimina
    2. Sarebbe ancora più saporita, senza dubbio!

      Elimina
  27. Le mancanze danno libero sfogo alla fantasia, non trovi?Questi gamberi del mar rosso, non sembrano niente male quindi penso tu sia riuscita a trovare dei degli sostituti della cozze. Anche a casa mia questo piatto è stato una scoperta e abbiamo già fatto il bis, apportando delle modifiche all'originale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, come dicevo sopra di necessità virtù ;-)

      Elimina
  28. anche io non lo sapevo che si cuocesse così e senza aggiungere altro brodo...per il risotto ci vogliono 18 minuti di girameno braccio! ottima idea per quando si ha fretta, no? bacioni, stefi!

    RispondiElimina
  29. Mi piace molto questa tua versione, deve essere un trionfo di gusto e di profumi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma tutto merito di Cristian ;-)

      Elimina
  30. mi piacciono questi piatti che zac di sbattono nel forno e ciao ci si rivede dopo un'ora... quando chiama la sveglia che sennò io me li dimentico tranquillamente.

    RispondiElimina
  31. La cosa più bella di questo piatto è proprio la versatilità, anche i gamberi ci stanno benissimo!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.
      E' talmente democratico da non offendersi ;-)

      Elimina
  32. Direi che la tua rivisitazione è eccezionale , come tutte le rivisitazioni splendide e ottime di questi giorni!!

    RispondiElimina
  33. buona buona buona Stefy!!
    e...meno male che non c'erano le cozze, sennò che meraviglia tiravi fuori? ;)

    RispondiElimina
  34. avevo solo vagamente sentito parlare di tiella, ma devo dire che questa versione coi gamberi mi attira molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che quella con le cozze sia insuperabile, ma diciamo ci siamo arrangiati ;-)

      Elimina
  35. Di necessità, virtù! Ed è venuta fuori una virtuosissima tiella ;-)

    RispondiElimina
  36. Questo è un piatto che quando lo si prova non lo si molla più e non lo dico per i motivi che sappiamo :)
    Peccato per le cozze, spero che tu ti possa rifare nel tuo prossimo viaggio in Italia, però le hai validamente sostituite con questi splendidi gamberoni che mi stanno facendo venire una voglia...
    Bravissima come sempre :)

    RispondiElimina
  37. Io che conoscevo ed ho avuto la fortuna di mangiarlo, fatto da gente del sud (Italia!) lo so che questo piatto è buono tiepido, freddo, a qualsiasi ora!
    La tua versione mi pare ottima ed anche il riso ben sgranato, per essere la prima volta, davvero un ottimo risultato cara Stefy!
    Buona serata
    Laura

    RispondiElimina
  38. Visto che la maggior parte delle tielle sono state rivisitazioni (per necessità o per virtù) e tutte sono buonissime, direi che il piatto può essere promosso a pieni voti, visto che qualunque verdura o pesce si usi, rimane sempre un piatto da gran gourmet!
    Fra l'altro, capisci a 'mme, pure i gamberi del Mar Rosso, mica vogliamo scherzare, no?

    RispondiElimina
  39. Araba, per quanto non mi piaccia il pesce, questa tiella sembra veramente buona..forse proprio perchè non ci sono ...le cozze, arghhh!!
    Ciao
    Cinzia

    RispondiElimina
  40. Bellissimo, sembra così invitante ... penso che i gamberi siano riusciti a sostituire degnamente, almeno per il momento, le cozze ... complimenti!!!

    RispondiElimina
  41. Veramente bello il tuo blog!!! Mi piace tantissimo!
    Mi sono aggiunta ai tuoi followers. Se ti va passa a trovarmi.
    Un saluto affettoso, a presto. Elena
    www.cucinaconelena.blogspot.it

    RispondiElimina
  42. Io questo piatto non l'ho mai mangiato! Mi hai fatto venire l'acquolina!!! :)

    RispondiElimina
  43. Ma sai che a me fa più voglia con i gamberi che con le cozze!! Questo mi sa proprio che lo provo!
    Ciao, Sonia.

    RispondiElimina
  44. Non ci crederai, ma pur non abitando nel deserto, le cozze che mi soddisfano e mi ispirino fiducia, non sono facili da trovare.
    L'alternativa di sostituirle con i gamberi mi sa che la proverò io pure, anche se la mangeremmo solo io ed Arc... ma tant'è, ce ne faremo una ragione.
    Tiellallarabafelice... un nome: una garanzia.
    Nora

    RispondiElimina
  45. con i gamberi deve essere proprio sfiziosa, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  46. Che bel piatto!!! Io le cozze non le amo molto, mio marito invecesi!! Però siccome a cucinare sono sempre io...mi sa che faccio come pare a me e la tua alternativa mi stuzzica da morire. Un abbraccio Manu

    RispondiElimina
  47. il mondo è bello perchè è vario, e la varientà di tielle che ho visto ne sono la prova..certo che una tiellaraba mancava ;-) perfetta!!

    RispondiElimina
  48. Ciao Stefania!
    Sono felicissimo che tu abbia scoperto per la prima volta questo modo di cuocere il riso, ma soprattutto che sia piaciuto tanto sia a te che a tuo marito. Sono sicuro che se avrete modo di assaggiare/fare la taieddhra con le cozze, beh...credo che scoprirete un nuovo mondo ;-)
    Però devo dire che la sostituzione delle cozze con i gamberi del mar Rosso non è per niente male, anzi, sembra venuta proprio bene e l'aspetto è molto invitante.
    Grazie mille!
    Cristian

    RispondiElimina
  49. geniale con i gamberi, io ho sempre paura di comprare le cozze... da provare!

    RispondiElimina
  50. è venuta bellissima! anch'io non l'avevo mai assaggiata ma ci è piaciuta molto, è difficile non cambiare niente ma tu devi anche fare i conti con gli ingredienti che trovi, sei sempre bravissima!

    RispondiElimina
  51. La paura nella preparazione di un nuovo piatto prende sempre anche me!! Sopratutto se ne vale la cena!! Questo tipo di cottura sembra dare un ottimo risultato!! Sei stata veramente molto brava. A presto Nahomi

    RispondiElimina
  52. ....anch'io non l'ho mai gustato e sono curiosissiam di farlo. Continuo a rimdnare ma chissà poi perché! La tua tiella è deliziosa fra le delizie e mamma mia se m'ispira!!! E poi i gamberetti su di me hanno un ascendente molto forte :D

    RispondiElimina
  53. dopo tutti questi commenti, mi resta poco da dire: però devo dirlo, sei sempre una sorpresa, gaudio, giubilo anche per me !!! :-)))
    Bacioni
    Dani

    RispondiElimina
  54. Come da descrizione: un piatto curato, gustoso, equilibrato e garbato, come sempre i tuoi. (Unica variante: ho poi usato il fumetto.) Insomma: devo proprio dirlo?
    MENO STEWART e PIU' STEFANIA!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, in questo caso..più Cristian :-D

      Elimina
  55. C'è il tuo tocco, inutile schermarsi :-) e a proposito sappi che solo tu potevi farmi venir meno alla regola ferrea di non acquistare pomodori da novembre a luglio :-)

    RispondiElimina