giovedì 16 maggio 2013

Biscotti farciti, da fare con un dito


Arriva di corsa, come se avesse urgenza.
Entra in classe e sembra in pensiero.
La nuova collega americana, assunta da pochi giorni, è giovane e vanta una laurea in una prestigiosa università del suo Paese.
Ha molta buona volontà, pare.
Ed infatti la prima cosa che fa, a due settimane dal suo primo giorno di lavoro, è chiedere ferie.
Per carità, non è colpa sua: è la nostra scuola ad avere un bizzarro sistema di vacanze di cui è facile approfittare, se non hai tanta voglia di lavorare.
Stefania, devi aiutarmi.
Ma certo, se posso.
Vado in Italia per due settimane.
Beata te, mi viene da dire.
Vivrai circondata di arte, Storia, cultura e chi più ne ha più ne metta.
Visiterai Roma, Pisa, Venezia.
Forse ti mancherà il fiato, di tanto in tanto, davanti all'insostenibile bellezza di certi panorami, od opere d'arte.
Sono ottimista.
Il problema non è questo.
Non vuole la solita lista di luoghi da visitare.
Sono preoccupata per il cibo.
Ma insomma, non mi risultano turisti morti o insoddisfatti ultimamente: i piatti italiani sono famosi in tutto il mondo per una ragione...
Si, ma sono abituata alla versione americanizzata, magari resto delusa.
Ecco, questo è possibile.
Ma bisognerebbe fare carta bianca della propria mente e del proprio palato...
E' che ho sentito che mangiate roba strana.
Beh, in questo competiamo ad armi pari, mi viene in mente, ma taccio.
Tipo quella roba nera con il riso.
Ah, il risotto al nero di seppia?
Cerco di spiegare che non ha mai ucciso nessuno, e un assaggio lo merita davvero.
Si ma mi hanno detto che portano una seppia cruda in tavola e te la strizzano davanti per fare uscire il nero sul risotto!
Pietà: mi sono sbellicata senza ritegno.
Le ho chiesto se le seppie sono spugne, secondo lei.
Scherzavo.
Ma ha risposto, seria, che non lo sa.
Ogni tanto Google servirebbe a qualcosa, a saperlo usare.
Sospiro, mentre le spiego.
Lei incredula.
Ed io spero.
Che assieme alla seppia arrivi a tavola il calamaro gigante.
Vivo.
E se la porti via :-)

Se non l'avessi sentito con le mie orecchie probabilmente non ci crederei, ma ci rido da un paio di settimane!
Mentre aspetto di vedere se torna ;-) mi godo questi biscottini assolutamente deliziosi e facilissimi da fare che faranno fare a gara ai vostri bimbi per aiutarvi: scommettiamo che avrete un sacco di pollici volontari?
Per il ripieno sbizzaritevi con marmellate, Nutella, lemon curd o qualunque altra crema vi venga in mente.




CHOCOLATE THUMBPRINTS
da Cookies di Martha Stewart
per circa 25 pezzi

113 g di burro
60 g di zucchero a velo
un pizzico di sale
un cucchiaino di estratto di vaniglia
150 g di farina

per il ripieno

40 g di cioccolato fondente
un cucchiaino di glucosio (o miele)
20 g di burro
oppure marmellata, lemon curd, Nutella...

Battere con le fruste elettriche il burro con lo zucchero a velo, il sale e la vaniglia per almeno tre minuti di orologio.
Unire quindi la farina lavorando ora con una spatola, amalgamando bene.
L'impasto è morbido ma lavorabile, quindi formare delle palline usando due cucchiaini di composto per ciascuna.
Appoggiare le palline su una teglia e mettere in frigo 10 minuti.
Cuocere quindi in forno preriscaldato a 180 gradi per 10 minuti, quindi tirare fuori dal forno e pressare al centro con il pollice per formare un incavo.



Rimettere i biscotti in forno per circa 7-9 minuti, finchè i bordi cominceranno leggermente a colorare.
Se l'incavo tende a sparire pressare nuovamente appena tolti dal forno.
Far raffreddare completamente e preparare il ripieno: mettere in un pentolino il burro, il glucosio (o miele) e il cioccolato. Far scaldare a bagnomaria girando di tanto in tanto.
Far intiepidire il composto perchè prenda consistenza quindi usando una sacca da pasticceria ( ma qui si fa cucina cialtrona quindi ho messo tutto in un sacchetto per surgelati a cui ho tagliato un angolo :-)
farcire i biscotti.
Lasciar riposare in modo che il ripieno asciughi.


NOTE:

- i biscotti potete farcirli con quello che volete, sono buonissimi con la marmellata.

- durano anche quattro giorni chiusi in una scatola di latta.

123 commenti:

  1. Che meraviglia questi biscottini, e che ridere la tua collega, chissà quando torna cosa ti racconta!! Ciao Stefy, buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Noi mahgiamo roba strana? Forse paragonate alle schifezze con cui si imbottiscono loro! Un'affermazione da piangere ma la storia della seppia quella è da sbellicaesi ma davvero ci ha creduto? Sconfortante, ma divertente :))
    Questi biscotti invece arrivano a proposito visto che la nostra scatola si è svuotata questa mattina! Semplicissimi, veloci e anche golosi saranno copiati nella mia cucina oggi pomeriggio e riempiti di Nutella!!
    Buona giornata
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ha creduto si, sono basita pure io!

      Elimina
  3. ahahha la seppia cruda.hahha buon giorno cara ste sono semplicemente divini i tuoi biscotti fatti con un dito un abbraccio grande simmy

    RispondiElimina
  4. Ma tu non le hai spiegato che non arrivano e la strizzano sul piatto, ma che bisogna combattere con la seppia per ottenerne il prezioso "succo"? :D

    Certo che preoccuparsi per il cibo in Italia è pazzesco O__O

    Bellissimi questi biscotti.. e offrirei il mio pollice pure io :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che il corpo a corpo è la stessa cosa che proponeva di dirle l'augusto consorte? :-D

      Elimina
  5. .....ahahahahahaha!!!!!! ma chi mette in giro queste giganti baggianate??!
    E menomale che noi mangiamo roba strana!! :D

    Stupendi questi biscotti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA che ne so...e soprattutto ma chi ci crede!

      Elimina
  6. Poverina, tua collega...di gente strana e ignorante ne ho incontrata, ma oggigiorno ci sono tantissime fonti d'informazione. "Strizzano le seppie"....ma dai...... non si può credere a una cosa del genere!
    Un biscotto me lo prenderei volentieri. Ecco, gli americani i biscotti li sanno fare!

    RispondiElimina
  7. GUARDA MI VIENE DA RIDERE SE PENSO A COME MANGIANO QUESTI INGLESI AHAHA POI SI STA A PREOCCUPARE DI COME SI MANGIA IN ITALIA ...ROBA DA MATTI. QUESTA TIPA HA QUALCHE ROTELLINA FUORI POSTO MI VIENE DA PENSARE ED è LAUREATA ? MAH......
    DELIZIOSI QUESTI BISCOTTI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho da tempo verificato che la laurea non è sinonimo di intelligenza nè buon senso :-)

      Elimina
  8. strepitosi!
    Ho tanta marmellata in casa...potrei farcirli con quella, grazie, sei sempre illuminante!

    RispondiElimina
  9. o__o è FUORI COMPLETAMENTE!! ahaahahahahahaha :D! che bella la scena della turista americana con una mega seppia viva al tavolo ahahah :D!

    Quanto ai biscotti...spettacolari veramente :)))!
    Brava :)!

    RispondiElimina
  10. Ciao Stefania, lo ha fatto anche Ingroia, neanche lui sopportava il "fuso orario", dalla Sicilia ad Aosta è dura ;-)
    Questi biscottini sono anche un goloso antistress, buona giornata♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santo cielo!!! Ormai non so più se ridere o piangere...

      Elimina
    2. S'è fatto portare una seppia gigante al tavolo, viva ;-)?

      Elimina
  11. http://www.qbricette.com/2013/05/pancakes-alla-banana-con-soli-2.html

    ciao! Oggi i tuoi pancake alla banana sono nel nostro blog... Grazie ancora per la ricetta!

    RispondiElimina
  12. cose del'altro mondo!!! ah ah ah.. aspetto il racconto del ritorno:)
    intanto mi gusto i biscottini!!! io con la nutella!!!

    RispondiElimina
  13. In effetti noi mangiamo "stranamente" bene!!
    Biscottini favolosi, sembrano le boccucce d'angelo! Segno!

    RispondiElimina
  14. Questa della seppia se mi dai il via la racconto a mezza Italia!Così forse se la incontrano a sta ragazza,la riconoscono pure! Anzi la spedirei da mia cognata in puglia che fa degli spaghetti alla chitarra al nero da giù di testa!E magari non torna più lì in Arabia!
    Per i biscotti credo di aver già individuato sei pollicini giusti giusti per il caso...incredibile,ho pure il glucosio!
    a presto,
    Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, raccontate così che nei ristoranti siano preparati se dovesse entrare :-D

      Elimina
  15. Se avesse mai visto come mc'D fa i nuggets di pollo forse converrebbe che gli strani non siamo noi! Anch'io confido nel calamaro gigante.... I biscottini sono perfetti per intrattenere i bimbi...durante e dopo. Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credi che ho pensato anche io subito alle nuggets??? :-D

      Elimina
    2. Come si fanno le nuggets?

      Elimina
  16. ah che pazienza, accidenti! io non so se sarei stata altrettanto diplomatica. essersi abituati alla versione americanizzata non è una giustificazione sufficiente a sostenere che in italia si mangino cose strane. no perchè mi risulta che i muffin con le mele e il bacon e altre cose.."particolari" le facciano là. -.-
    carini questi biscottini! non ho mai fatto i thumbprint cookies ma ora mi è venuta voglia di spolliciare! :DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, ogni Paese ha le sue stranezze. Ma da qui ad essere prevenuti con la cucina italiana ce ne vuole...

      Elimina
  17. Il tuo "durano quattro giorni" è un sintomo del tuo innato ottimismo...

    RispondiElimina
  18. Carissima, mi sono convinta che gli americani abbiano idee stranissime su quello che si mangia nel nostro paese da quando ho visto una puntata di "Orrori da gustare" di Andrew Zimmern girata in Sicilia e nella quale lui, profondamente scettico, guarda un mazzo di carciofi e esclama "da queste parti mangiano proprio di tutto"! Sono rimasta senza parole.
    Geniali i biscotti da fare con un dito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santo cielo, in altre puntate gli ho visto mangiare vermi e locuste...cosa aveva contro i carciofi??? :-(

      Elimina
  19. Certo che gli stranieri hanno una visione parecchio distorta della realtà.
    Ma questa tua collega poteva riflettere un pochino su quel che le hanno raccontato sul risotto al nero di seppia: neppure i miei figli ci avrebbero creduto...ma daiiii...
    Ma poi non è che si mangi solo quello...poveri noi!!!
    Almeno non ti ha chiesto dove si trova il porto di Roma per l'attracco delle navi da crociera... ^_^

    I biscotti farciti troveranno parecchi volontari con il pollice pronto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Primo, non sei obbligato a mangiarlo.
      Secondo, ma come fai a crederci???

      Elimina
    2. Dev'essere l'idea che tutto ciò che è aldilà dei patri confini è il "wild", quindi, anche una seppia strizzata (poveretta) al tavolo del ristorante è concepibile.

      Elimina
  20. Grazie per la ricetta, e per le risate che ci hai fatto fare con la storia della seppia! Dani

    RispondiElimina
  21. Mi ricorda una conversazione avuta qualche settimana fa con le mie inquiline..."Al Nord mangiate schifezze". Io vado ben fiera degli agnolotti d'asino, delle rane fritte e delle lumache...ma da allora una delle mie coinquiline non si fida più neanche a stare con me in cucina perchè "La cucina italiane è pasta e pizza, non quelle robe lì disgustose". Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma le tue inquiline sono italiane????

      Elimina
  22. chissà che avrebbe detto la tua ollega della colatura di alici...
    daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente avrebbe chiamato l'esorcista.

      Elimina
  23. mamma che buoni li segno...e la seppia cruda ...che ridere..poverina non sa cosa si perde!!!baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio, lo lascia a noi che apprezziamo! ;-)

      Elimina
  24. No scusa lei americana viene a dire che noi italiani mangiamo cose "strane"??? O_O senza parole!! per non parlare della seppia cruda he viene strizzata a tavola hahahahahah scusa ma sono scoppiata a ridere e sono in ufficio :-D vabbè dopo queste idiozie mi gusto tranquillamente questi deliziosi biscottini :-P

    RispondiElimina
  25. pensa se vedesse mangiare i ricci di mare crudi! poverina! Nora

    RispondiElimina
  26. Secondo me non durano 4 giorni! Finiscono molto ma molto prima! La collega americana farebbe pure tenerezza, se non facesse venire i nervi! Questo atteggiamento da "visita alle Colonie" è un po' seccante, mah....;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti mi irrita questo atteggiamento prima di farmi ridere (amaramente)

      Elimina
  27. Con chi ha parlato? Con Jules Verne?

    RispondiElimina
  28. Ho qualche amico e parente che vive in America ed alla fine nel confronto l'argomento cade sempre sulle stesse questioni e cioè di come siano 'pilotati' gli organi di informazione statunitensi.
    Non parlo di quello che avviene all'interno della confederazione degli stati ma di come sotto la voce 'esteri' a parte poche ed irrilevanti voci di nicchia la comunicazione si affidi al fil-rouge dell'americanismo più spinto che tradotto in soldoni è..."fuori dagli States nessuno è sicuro". Il "sicuro" non è inteso solo sul piano politico o addirittura militare quanto su ogni aspetto che riguarda la quotidianetà perchè l'americano medio, quand'anche sapesse di essere un genio o perchè no un mediocre nella propria patria...fuori è sprovvisto di quei riferimenti che lo fanno sentire tale, rendendolo come dire vulnerabilmente spocchioso o insicuro. Quello che manca agli americani (di contro all'Europa nella fattispecie) infatti non è la cultura come sapere didascalico quanto la cultura stratificata europea che ha prodotto anche belle "schifezze" per carità ma che dona una capacità di critica e di autocritica (e quindi di un occhio più scaltro) a chiunque abbia le proprie radici nel vecchio continente...
    Gli americani...senza non si potrebbe vivere...i paraocchi agli esseri umani trovano il loro comun denominatore maggiormente in chi nasce con il passaporto a stelle e striscie :P eheheehehhe
    PS Ma dopo questo commentone...me li sono meritati questi biscotti?!?!?!?!? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno è sicuro...quindi attenti pure alle seppie???? :-D
      Mi sto sbellicando...ma forse ti sei meritato un paio di questi, va.

      :-D

      Elimina
    2. Toh, ho scritto la stessa cosa, senza saperlo, poco più su. Me li merito anche io? :-P

      Elimina
  29. Adoro la tua cucina cialtrona!! e anche i tuoi racconti :)

    RispondiElimina
  30. :D Alcuni miei amici stranieri si sono scandalizzati quando hanno scoperto che in alcune regioni la carne di cavallo e' un piatto abbastanza comune...era un po' come se gli avessi detto che mangiamo carne di cane...mi guardavano stralunati!!! Sempre belle e semplici le tue ricette, complimenti!

    RispondiElimina
  31. Mi sono sbellicata dalle risate nel leggere simili affermazioni in merito alla nostra cucina, detto da un'americana poi... ma c'è da ridere o piangere???
    I biscotti sono qualcosa di favoloso, da farli subito (e leggermi la ricetta all'una ben sapendo che prima delle 14.30 non pranzo...beh...è un attentato)!
    Baci!!!!

    RispondiElimina
  32. Ciao Araba, il racconto è divertentissimo sono morta dalle risate!!! Non smttere di scrivere post così divertenti...e non smettere di fare questi biscottini, cavolo ma sono super veloci, te li rubo subito!! Un abbraccio Manu.

    RispondiElimina
  33. Ne ho sentite tante tesoro da te ma questa è decisamente troppooooo...domani vado in un ristorante e chiedo il risotto con nero di seppie e spremitura al tavolo hahaha!!!!Questi biscotti sono proprio una delizia tesoro e ne ho fatti di simili anch'io sono una delizia!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  34. I biscotti voglio provarli

    Quanto alla tua collega: che pazienza che c'hai Stefania!
    Io avrei detto che la seppia viene sì strizzata ma prima devono pescarsela da soli in alto mare!

    Laura Pennydue

    RispondiElimina
  35. Ih ih che ridere le "avventure" della tua collega, chissà quando torna cosa ti racconterà!! Bellissimi e sicuramente buonissimi questi biscotti. Ciao Stefy!

    RispondiElimina
  36. sono una maestra elementare, e quando leggo le tue avventure scolastiche..bè..posso riderci su per giorni!
    detto ciò, ho fatto questi biscotti, a parte che sono davvero facilissimi, sono venuti super bene, ora attendo che si raffredddino x benino, poi li faricirò metà con la nutella e metà con cioccolata bianca..ho fatto direttamente la doppia dose, tanto le tue ricette sono garanzia di successo, anche per i cuochi pasticcioni come me!

    RispondiElimina
  37. ti adoro, adoro le tue ricette e adoro le tue vicissitudini!!!! hahahaha mi fai spatasciare :D
    ps belli 'sti biscotti, le mie bimbe ci infileranno le dita mooooooooooolto volentieri

    RispondiElimina
  38. Che belli i biscotti con il buco "da dito"!!! E la tua collega... no comment! Vedrai, tornerà con almeno 5kg in più, la nostra cucina è troppo buona, altro che la copia americana!

    RispondiElimina
  39. ahahahahaha leggere il tuo racconto mi sono sbellicata ma porca miseria nel secondo millennio con tutto quello che abbiamo a disposizione per avere informazioni di tutto e da tutto il mondo ci sono ancora persone che si aspettano la strizzata.....pazienza due poveri anzini benzinari che non si sono mai mossi dal loro paese calabro che chiedo che ce ancora il ponte Trento-Trieste reminiscenza di pubblicità dell'allora Gabriele D'Annunzio sul suo aeroplano con volantini.....ma questa rimango allibita. Forse incontrerà il calamaro gigante...
    A parte questo favolosi i biscottini io ci metterò un po di confettura d'albicocche senza aggiunta di zucchero....ma non me li lascio scappare.
    Ciaooo e buona giornata qui pioveeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  40. Ciao mi fai sempre ribaltare con i tuoi racconti! è un po' come la scimmia viva a cui aprono la testa e ti servono il cervello con un cucchiaino... e chissà che altre orribili leggende circolano negli usa sulle barbare usanze degli italiani in cucina!
    I biscotti sembrano buonissimi (e anche un po' "furbi", per come intendi tu...). Ultimamente sto sostituendo alle frolle con burro montato il ghee al burro normale, e sai che c'è? non sono niente male, ancorchè diverse dall'originale. L'ho fatto anche con i tradizionalissimi canestrelli genovesi...se provo anche con questi e poi ti relaziono non ti offendi, vero? ;-D Un abbraccio dalla piovosa ( di' anche questo alla tua collega...a volte nel Paese del sole piove!) Italia!

    RispondiElimina
  41. bellissimi! e buonissimi! forse anche con il nero di seppia!!! anche io ho in archivio dei biscottini così, ma in versione black, grazie che me lo hai ricordato! baciotti!

    RispondiElimina
  42. Ahahah anche io me la sto ridendo..più che per la seppia, sai per che cosa? "voi mangiate cibi strani..." E qui ti sbagli, non competiamo alla pari, penso a tutto quello che riescono a ficcare sopra una pizza, dalle patate al ketchup, al cibo spazzatura, alle orecchie fritte...e poi noi mangiamo cibi strani!.-)
    mah....che belli questi biscotti, e veloci..dieta maledetta!
    Ciao e..grazie ancora pe gli auguri!
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, è vero, mangiamo cose strane, Cinzia...è per questo che il mondo pullula di ristoranti italiani! senza offesa per le altre cucine, per carità...ma su questo non c'è gara! Con gli USA, poi..."non è lo stesso campo di calcio, anzi, non è nemmeno lo stesso sport!"

      Elimina
  43. Diciamo che tu sei in tipo molto paziente e tanto educata!!!! I biscottini, mi ricordano le fossette golose, una meraviglia. Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  44. Sai perchè è ottima questa ricetta nelle circostanze che hai descritto tu?
    Perchè puoi sublimare l'uso italianissimo del dito medio, che saresti tentato di erigere verso i colleghi come la tua, per imprimere deliziose fossette nei biscotti :P
    La cucina è curativa!
    Ciao Leo

    RispondiElimina
  45. bellissimi questi biscottini, facci sapere della tua collega se l'abbiamo trattata bene noi in Italia, ma hai ragione a ridere, un bacione

    RispondiElimina
  46. Noi mangiamo roba stranaaaaa?
    Se chiama Cheddar.. formaggio? Certo che stordirà il suo palato se assaggia del buon parmigiano stagionato 32 mesi oppure una fetta di pecorino di pienza.
    De gustibus.. ma bisogna provare!
    Questi biscottini, mi viene voglia di farli e di mangiarli... mhhh!
    Buona serata
    Laura

    RispondiElimina
  47. ciao Arabafelice... ma come, non è da te! le avresti dovuto rispondere seria che sì, strizzano le seppie vive; ma soltanto in alcuni locali selezionatissimi dove si adotta ancora la ricetta tradizionale, che adesso è quasi scomparsa per le polemiche sollevate dalla Lega Animali e l'Associazione Protezione delle Seppie.
    Però solo quello era il modo giusto per gustarla, e quindi se cercavano di infinocchiarla (in quanto turista) con del banale risotto dove il nero era già dentro, si sarebbe dovuta ribellare e protestare veementemente per aver diritto alla versione orginale...

    A parte il piacere di immaginare la scena, con i racconti al rientro avresti avuto materiale per almeno un paio di post... :)

    Ad ogni modo: post godibilissimo e ricetta ultragolosa come al solito! grazie :)

    RispondiElimina
  48. Ma che meraviglia questi biscottini: come al solito te li ruberò ;)

    Che ridere la tua collega!!!!

    RispondiElimina
  49. La tua nuova collega fa il paio con l'altra signora che, se non ricordo male, aveva addirittura programmato una profilassi antibatterica in occasione di un viaggio in Italia e chiedeva informazioni sul mare di Roma :-)!!!
    Che belli questi biscottini, devono essere proprio buoni!
    I miei bambini si divertiranno a prepararli.

    RispondiElimina
  50. ma dai..davvero qualcuno la pensa cosi?...le hai detto che appena lo pescano in mare gli danno anche un morso?...ah, ah...i biscotti invece sono pratici e buoni!!!

    RispondiElimina
  51. certo che ne esiste di gente strana!! :D :D
    i biscotti sono fantastici, cercavo una ricetta così qualche giorno fa ;)
    grazie

    RispondiElimina
  52. grande stefania, mi fai morire dalle risate! certo che la tua scuola e' un bello zoo... ;)
    i biscottini? approvati al 100%!!!

    RispondiElimina
  53. Sono piegata anche io in due dal ridere...lo sanno tutti che la seppia è una spugna!!! :-DDDDD
    Hai detto che è un'insegnante vero? :-D
    Comunque complimenti per questi biscotti e grazie per la dritta del lemon curd, li avevo adocchiati da un po', ma con il lemon curd...devo farli subito! :-P
    Baci
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  54. Questi me li salvo e li faccio domani...per la seppia spruzza nero...può essere che vi sia un clone geneticamente modificato nel Tevere...chissà!! cri

    RispondiElimina
  55. Non so se dei tuoi post preferisco gli aneddoti o le ricette...deciderò pensandoci su mentre sgranocchio uno dopo l'altro questi biscotti...!!!:-)))

    RispondiElimina
  56. Non posso scrivere......rido,rido,rido pensando alla tua collega americana.
    Aspetta...almeno ti dico che i tuoi biscottini mi piacciono tanto.....vado a ridere altrove,ciao!!!!

    RispondiElimina
  57. be, siamo tutti in attesa di sapere cosa ti dirà la tua amica (devi assolutamente scriverlo... chiedi, indaga!!!...), se torna.... I dolcini sono facili e veloci, ma non li faccio perchè devo assolutamente perdere qualche kilo :)))

    RispondiElimina
  58. Ma tu lì fai degli incontri veramente particolari..oppure sei tu che li sai raccontare in modo davvero divertente!! :-)
    Buoni questi biscotti, non li mai fatti però!!

    RispondiElimina
  59. ehheheheh! Anche io lo dico sempre: usatelo google, è vostro amico ed è pure gratis! :-)
    La storia della seppia strizzata me la gioco, ci scommetto che trovo almeno una persona (italiana) che ci casca. ti so dire!!

    RispondiElimina
  60. Simpatica la ragazza...credo che in realtà non sappia nemmeno che forma ha la seppia!!! Comunque credo che non tornerà, resterà così strabiliata dalla cucina che non vorrà più tornare indietro...
    Vabbè, parliamo di cose serie (XD) questi biscotti sono super fantastici, mi segno la ricetta e appena posso replico (ti rubo sempre un sacco di ricette, prima o poi mi dovrò far perdonare regalandoti una della ricette super segrete della nonna!). La mia mente malata, mi suggerisce di farli con un doppio ripieno sotto marmellata e sopra cioccolato, sono patologica!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  61. hahaha! la seppia strizzata non se pò sentire!! :D spero che durante il soggiorno abbia incautamente ordinato un bel piatto di rigatoni con la pajata e che qualcuno le abbia riferito che cos'è.... magari alla maniera del marchese del grillo :D

    RispondiElimina
  62. questa magari è anche gente che si da tono culturale perché "ha viaggiato", eh...

    RispondiElimina
  63. Pensare che per me è sempre una festa andare ad assaggiare le ricette originali nei paesi dove le hanno inventate!
    Che dramma voler ritrovare ovunque il cortile di casa, a costo di rifarselo in plastica.
    Questi biscotti mi paiono particolarmente appetitosi, cosa rara eprché in genere non mi entusiasmano granché. Sarà la forma, già deliziosa.

    RispondiElimina
  64. Ultimamente mi imbatto spesso in questa ricetta, mi sa che dovrò provarla!

    RispondiElimina
  65. Mi sa che te la rubo! Buon week-end!

    RispondiElimina
  66. allora li proverò!! passa a trovarmi ...ti aspetto!!

    RispondiElimina
  67. Ciao Araba! Ti ho scoperta per caso...generalmente i post dei blog di cucina li salto al 90% e vado alla ricetta, ma a te non ti mollo piu'!
    Alcune delle tue ricette le ho provate( bravaa!) e sono state un successo, è un piacere rifarle: e in piu', sei pure bella, molto simpatica e gattara! I tuoi posti li leggo anche al coniuge che si diverte come un pazzo!
    Grazie!
    Un saluto affettuoso a te e Macchia!

    RispondiElimina
  68. Sono similissimi a dei biscottini che ho preparato recentemente e se sono simili anche per il sapore allora sono squisiti!!
    Certo che la tua nuova collega è un tipo curioso... :-)
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  69. Ah ah ah ah! E' fuori come un balcone la tua collega! La cucina italiana è la migliore del mondo!!!
    Si vede che sono di parte?
    Fantastici biscottini ideali da far fare ai miei ninni ^_^

    RispondiElimina
  70. Ahahaha Stefy !!!! Che folle la tua collega americana !!! Secondo me torna dalla vacanza con almeno 5 kg in più
    Il cibo italiano e' il cibo italiano....non abbiamo rivali

    Ottimi questi biscottini !!

    RispondiElimina
  71. non ho parole! ti faranno santa a forza si assorbire sti discorsi!!^_^
    i biscotti?? copiati naturalmente!! ciaoooo

    RispondiElimina
  72. Ahahahah, Stefa', ma scusa, ti ha chiesto consiglio, no?
    E tu dille che a Roma hai un zio che può portarla in giro per ristoranti...:D :D :D
    (poi ovviamente documento tutto per filo e per segno!)

    Per il resto, la penso come Gambetto, ma i biscotti di Martha te prego no!
    :)))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità, ti dovrei volere mooooolto male per appiopparti 'na pena del genere!!!!
      Invece i biscotti so' buoni, tiè :-D

      Elimina
    2. Ce credo che so boni, ma ormai lo dico per partito preso! :))))

      Elimina
  73. Una vera tentazione, voglio assolutamente provarli, grazie dell'idea! Kiss

    RispondiElimina
  74. ihihih la seppia strizzata in diretta...mi pare proprio bizzarra :D
    in compenso però, dopo tutte le risate che ci fai fare Stefy, ci delizi anche con questi golosissimi biscottini...mica male eh!
    un bacio

    RispondiElimina
  75. Fatti!!!!... e sono stati graditissimi! ho provato a farli anche con la farina di kamut per un'amica con qualche intolleranza.....beh....ringraziamenti anche da parte sua per la ricetta veloce e di ottima riuscita!!!!grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Trilly, anche alla tua amica ;-)

      Elimina
  76. Stefania questi biscottini devono essere golosissimi e li proverò quanto prima perché amo troppo le tue ricette.
    Dolce notte

    RispondiElimina
  77. curiosi quei 113 gr di burro!!!
    dovrei provare a farli con mio figlio, mi ispirano molto!!
    Ciaooo

    RispondiElimina
  78. Fattiii!! Riusciti al secondo colpo.....buoni e sfiziosi....e visto che io non sono una di quelle mamme che invita le amiche per il tè farò fare un figurone a mia figlia mettendolglieli nel cestino della merenda.... ^_^

    RispondiElimina
  79. Fatti ieri :D non sono durati nemmeno un pomeriggio altro che 4 giorni :D

    RispondiElimina
  80. Come hai visto li ho fatti... E rifatti... E ci ho scritto anche un articolo!! Faccio sempre doppia dose e escono sempre buoni! Con la marmellata anch'io ritengo siano super!! Grazie, Elena.

    RispondiElimina