lunedì 8 ottobre 2012

Quadrotti di nocciole e Nutella



















Oltre.
Sempre oltre.
Perchè è vero che a questo mondo non bisogna mai pensare di essersi stupiti già per tutto.
Ed indignati.
Basta una passeggiata in uno dei tanti, immensi centri commerciali qui dalle mie parti.
Non si può non farci caso.
Foto pubblicitarie, cataloghi, cartelloni.
Solo uomini ritratti.
E se per sbaglio c'è una donna che si fa?
Le si nasconde la faccia con un tratto di pennarello nero.
A volte solo quella, a volte tutto il corpo.
E il tratto di colore sempre attento a non andar fuori dai margini, così che finisci con un fantasma nero dove prima c'era una graziosa signorina.
Sia chiaro che non parlo di seni al vento o sederi in bella mostra.
Parlo di visi sorridenti.
Che evidentemente hanno ben poco da ridere.
D'altronde siamo nel Paese dove potrebbe essere reato avere gli occhi del colore sbagliato.
Le vetrine dei negozi femminili non sono da meno.
O possibilmente ancora più inquietanti.
Manichini vestiti di tutto punto, con abiti sexy ad aderenti.
Da mostrare a...nessuno, se non al proprio marito.
E va bene.
Ma hanno tutti la testa mozzata.
Ed i seni tagliati.
Forse si farebbe prima a vestire da donna un manichino maschile.
Uhm, no, va.
Fosse preso per omosessuale, e da queste parti non è il caso di sbandierarlo: si viene puniti con la pena di morte.
Quella grandissima Ikea conl a scritta pure in arabo mi aveva fatto pensare per pochi attimi ad una oasi di semilibertà.
Certo, fino al momento di sfogliare il catalogo.
Dal quale sono state rimosse digitalmente tutte le donne presenti.
Capisco, sono sconvenienti.
Una mamma in pigiama che prepara la colazione.
Una ragazza seduta su uno sgabello.
Non esistono più.
Punto.
So che la Svezia, nazione da cui l'Ikea proviene e all'avanguardia per la parità di diritti tra sessi, ha presentato formale dissenso per l'accaduto.
Ikea stessa si è scusata per essere andata contro i propri principi.
Ma qui la notizia dell'accaduto non è nemmeno stata pubblicata, figuriamoci le proteste.
Ce n'è parecchia, di strada da fare.
E solo per tentare di essere normali.


Poche cose mi consolano e appagano come una cucchiaiata di Nutella. O una ditata, a dire il vero...
Questo dolce la contiene all'interno e sulla superficie: sia chiaro, è obbligatoria.
Quella copertura cremosa rende il dolce assolutamente irresistibile, e speciale.
Vi fidate? ;-)



NUTELLA BLONDIES
da Living di Martha Stewart
per una teglia rettangolare 20cm x 27cm

60 g di burro
200 g di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
mezzo cucchiaino di sale
220 g di brown sugar, o in alternativa zucchero di canna
2 uova intere
40 g di nocciole
un cucchiaino di estratto di vaniglia
un cucchiaione colmo di Nutella
altra Nutella, per la copertura

Per prima cosa tostare le nocciole in forno a 170 gradi per circa 10 minuti.
Togliere la pellicina e farle raffreddare.
A parte far sciogliere il burro e mescolarlo allo zucchero battendo bene con le fruste, aggiungere quindi le uova intere e la vaniglia.
Mescolare farina, sale e lievito, ed unire questo mix al composto di burro e uova mescolando con un cucchiaio.
Quando il composto è omogeneo (non è troppo morbido, va bene così) unire le nocciole grossolanamente tritate e la Nutella.
Girare bene.


Pressare il composto nella teglia coperta con carta forno leggermente imburrata.
Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20-25 minuti, o finchè uno stecchino inserito al centro esce fuori con poche briciole attaccate.
Non stracuocere il dolce è il segreto della sua bontà.
Far raffreddare nella teglia prima si sformare e servire a quadrotti, che andranno coperti con un sottile strato di Nutella extra.

NOTE:

- il dolce è forse ancora più buono il giorno dopo, ma conservarlo avvolto nella pellicola.

- farlo raffreddare completamente prima di sformarlo e assaggiarlo.

- le nocciole non vanno tritate fino a farne farina ma devono potersi sentire all'interno del dolce.

- il brown sugar è uno zucchero molto usato nei dolci americani che contribuisce ad una consistenza morbida e...caramellosa. Cercatelo, e non ve ne pentirete. In alternativa si può fare in casa mescolando 200 g di zucchero semolato con un cucchiaio e mezzo di melassa.

- ottimo per le feste dei bimbi, e comodo perchè si può cuocere il giorno prima. Tagliare i quadrotti poco prima di servire e spalmarli con la Nutella.



87 commenti:

  1. un dolce a dir poco golosissimo.
    per il resto...non so davvero che dire.......
    Un abbraccio amica mia e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  2. Goloso allo stato puro!!
    L'altro ...è pazzesco e và bè!!
    Buona giornata tesoro bacioni!

    RispondiElimina
  3. Un altro dei tuoi post che al pensiero mi scatena un attacco di orticaria o se possibile, un fitta ulcerosa al fegato! Mi chiedo ogni volta come tu possa resistere e poi mi dico che alla fine ci si abitua a tutto, basta guardare noi nel nostro paese! Ma mai smettere di parlarne perché sarebbe davvero la fine della speranza di un cambiamento.
    Della Nutella invece, non servono molte parole, solo un passo dalla beatificazione! Grande tu e la Martha! Bacione, Pat

    RispondiElimina
  4. Quindi non esistiamo, cancellate... Umh, salvo poi partorirli questi inquietanti uomini neganti l'evidenza. La loro stessa vita dipende da noi, forse un obbligo di riconoscenza troppo grande. dev'essere comunque difficile abiturasi a questo da occidentale, anche perché non puoi neanche tu continuare a essere te stessa, un minimo di adeguamento ci vuole anche per te mi pare di capire...Stò leggendo quel libro ambientato in yemen, "la città di pan di zenzero" in cui l'autrice secondo me liquida l'argomento in maniera un po' troppo semplicistica... comunque, facciamoci un quadrotto alla nutella, che oggi ne ho bisogno anche io. baciiiiii!!!!!

    RispondiElimina
  5. Ti faccio i miei complimenti. Non solo per la ricetta, ma anche perché riesci a vivere in un paese in cui la libertà delle donne, l'essere donna, è zero. Un abbraccio, Emi

    RispondiElimina
  6. La notizia delle donne cancellate da quelle foto, l'ho letta sul giornale e ne sono rimasta colpita, ricordo che l'ho commentata con le colleghe mentre prendevamo un caffè, purtroppo siamo troppo abituati a tutto e tutto viene metabolizzato velocemente, giusto il tempo di un caffè.
    Ti ammiro molto per la tua capacità di "resistere" in un Paese così rigido , chiuso e sessista.

    Una ditata di nutella può servire ad addolcire un pò la giornata?? Allora ben venga!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  7. Cara Stefania,la nutella in kualsiasi forma rallegra e migliora la vita..detto cio'posso solo dirti ke a volte mi fermo a pensare alle milioni di donne ke vivono in the Saudi Kingdom,a volte credo ke le cose li non cambieranno mai fino a kuando certe donne non smetteranno di giustificare certi comportamenti maschili,fino a kuando certi cosidetti uomini non realizzeranno ki permette loro di venire al mondo!!!ti abbraccio,Daniela(magari se ti trovi dalle parti di Dubai...) :P xx

    RispondiElimina
  8. Ciao Stefania! nostra mamma ti ingaggerebbe subito nella sua cucina! lei stragolosa di nutella...andrebbe a nozze con questi quadrotti!
    bravissima!
    un bacione e buon lunedì

    RispondiElimina
  9. oh mamma come sono golosi questi quadrotti!!!
    buona settimana!
    Giulia

    RispondiElimina
  10. purtroppo giudicare per noi è facile, però da una parte penso anche io che se le donne giustificassero meno questo comportamento (anzi, se non lo giustificassero per niente) forse qualcosa cambierebbe. Però ripeto, giudicare è facile, viverlo sicuramente è diverso.
    comunque questi quadrotti sembrano goduriosissimi *_* io avevo intenzione di fare la nutella home made, quindi direi che si può iniziare provando proprio questa ricetta *___*

    RispondiElimina
  11. Non ci sono parole stefy mi sa che ci vorranno secoli per avere delle donne libere da quelle parti, invece per rifare il tuo dolce ci vuole pochissimo!! Davvero godurioso!!! Baci, Imma

    RispondiElimina
  12. Non dirmi, la Nutella non è reato, non va contro i prinpici morali ed etici di questo mondo estramamente bigotto e in stato primordiale.
    W la Nutella se mette d'accordo pure gli arabi!!!
    I miei bimbi ameranno la torta, questo è certo!

    Sono una delle poche che, in tempi migliori, hanno avuto la possibilità di visitare la Ferrero ad Alba: tutte le produzioni dalla Nutella ai Rocher, per passare dall'Estathe ai Pocket Coffe...ed alcune novità che non sono state messe uin commercio!
    Una delizia!!!!
    Tu non hai idea del gusto che hanno questi prodotti appena confezionati...ha la bava alla bocca al pensiero!!!!!

    RispondiElimina
  13. Da fare al più presto, anche perchè ho un sacco di nocciole della mia nonna da consumare! Grazie Stefy! Baci

    RispondiElimina
  14. le tue ricette hanno sempre una marcia in più!!!

    RispondiElimina
  15. Mi fanno arrabbiare i manifesti oscurati, ma i manichini mutilati, mi hanno fatto orrore. Ma perché non appendere i vestiti su delle grucce dico io!
    E le bambole femmina per far giocare le bambine? esistono? O ci sono solo Cicciobelli maschi? e una valanga di Ken vedovi di Barbie?
    E i peluche rosa con le ciglione lunghe? Aboliti? Potrebbero indurre in tentazione qualche virtuoso commesso costretto a sistemarli sullo scaffale?
    Mi sento ribollire!!!
    Com'è possibile che le donne accettino tutto questo!
    Cià! passami un quadretto nutelloso va', ne ho proprio bisogno!!

    RispondiElimina
  16. Ciao la tua ricetta è golosissima, e per il commento della situazione nel tuo paese..... sono rimasta senza parole!!!!

    RispondiElimina
  17. Scusami volevo dirti che mi sono iscritta al tuo blog, se ti va vieni a sbirciare nel mio:
    www.cucinaperamore.blogsport.com
    ho appena cambiato il nome del mio blog!!! è un secondo inizio!!!

    RispondiElimina
  18. speriamo che a piccoli passi pian piano tutto cambi.sulla Nutella, speriamo rimanga sempre così appagante e consolatoria.ottimo

    RispondiElimina
  19. Questi sarebbero sicuramente perfetti per il mio lui :)

    RispondiElimina
  20. sabato sono tornata da un breve viaggio a Londra, cinque giorni tanto per cambiare aria, da qui ci vogliono due ore nette e l'aeroporto è a cinque minuti da casa. come sempre siamo stati benissimo e per la prima volta ho visto una cosa che non avrei voluto vedere. nel mio hotel c'erano delle signore tutte coperte di larghe vesti vere, con solo gli occhi liberi giusto per vedere sennò finivano contro un muro. ci sono rimasta malissimo, mai viste qua in zona mia. sentirne parlare è una cosa, vedere una donna così combinata è un'altra. assurdo. e ovviamente viste solo nella hall, a colazione mai incrociate.

    RispondiElimina
  21. ...è...che dire...semplicemente wow!
    felice settimana!

    RispondiElimina
  22. il dolce credo provochi dipendenza e, sinceramente, ritengo sia una consolazione per una situazione talmente assurda da non poter essere commentata.
    rispetto la diversità di altre forme di cultura e religione, trovo che nel confronto e nello scambio ci sia un vero arricchimento personale, ma questa visione della donna e il modo in cui viene trattata mi lascia senza parole.
    Claudia

    RispondiElimina
  23. Mi fanno sempre una forte impressione i tuoi racconti, Stefania. Spero che qualcosa, prima o poi, cambi... non possiamo chiamarlo progresso, se esistono ancora certe "inquadrature" mentali.

    Nutella, hai detto? Posso tuffarmici? ;)

    RispondiElimina
  24. Spero che le donne arabe possano almeno consolarsi con una cucchiaiata di Nutella... non vorrei che la comunità europea, arrivata in Arabia, avesse decantato anche lì - come ha fatto qui - il rischio di obesità causata dalla Nutella!
    Per un attimo ho pensato di fare questo dolce per portarlo stasera a cena dai parenti....ma una persona è allergica alle nocciole, sob :(

    RispondiElimina
  25. Il paese dove vivi ha le sue regole.
    Per noi sbagliate,assurde,inconcepibili...
    fino a quando, 'il dio denaro', che protegge i 'nostri' interessi, non ce le fa accettare!
    Dichiararsi 'dispiaciuti' per essere venuti meno ai propri principi, a cosa serve? a CHI serve?...

    Proverò i tuoi quadrotti.
    Grazie,Araba!

    RispondiElimina
  26. mm ti prego mandamene uno ora che mi sono appena svegliata!!!
    un saluto complimenti, troppo golosi.
    http://smaltipentoleerockandroll.blogspot.it/

    RispondiElimina
  27. Ci fidiamo? E come potremmo non farlo? Stefania, in questi giorni sono Nutella dipendente, come posso resistere a questo dolce?
    Bacioni!

    RispondiElimina
  28. Purtroppo avevo letto questa notizia che non poteva altro che indignarmi! noi donne per questa gente non esistiamo, valiamo meno di zero!Ce nè di strada da fare eccome!

    Questi quadrotti sono libidinosi :-)

    RispondiElimina
  29. Uno tira l'altro...Golosissimi!!!

    RispondiElimina
  30. Già la nutella mi ingolosisce ma qui è' l apoteosi del dolcetto!!!! Da divorare:)
    Baci

    RispondiElimina
  31. Bellissima ricetta! Buona da togliere il fiato...come il fiato me lo ha tolto leggere la prima parte del post...sono rimasta sconvolta. Se ne sente parlare spesso, le donne tutte coperte da testa a piedi ormai non fanno più troppo effetto, ma capire che folle mentalità sta dietro a quegli abiti mi lascia senza parole...sarò sconveniente, ma sono indignata.
    Ti abbraccio forte Stefy!
    Grazie per insegnarmi sempre qualcosa di nuovo...grazie davvero!
    Ema

    RispondiElimina
  32. La storia dei manichini nelle vetrine è da film horror....è così lontano da noi e dalla nostra realtà che appare irreale....è davvero lunga la strada.

    RispondiElimina
  33. In certe occasioni penso ci vorrebbe sai il barattolone da 5kg di Nutella? Quello! Altro che ditata, da buttarci proprio la testa dentro!

    RispondiElimina
  34. Posso dirti che auguro a tutti coloro che si permettono di annullare le figure femminili, di voler fortemente un dolce buono come questo e... che per loro sia fuorilegge!!!!
    E si ingozzino pure!
    Brava come sempre a darmi una caterva di idee per le merende di mio figlio che, non solo le donne le guarda, ma le apprezza tantissimo!
    Nora

    RispondiElimina
  35. ke nervi sentire ste cose!!! ma siamo nel 2012!!!!!!

    RispondiElimina
  36. ....provo gli stessi sentimenti...resto di sasso. i tuoi quadrotti sono una cosa meravigliosa invece!!

    RispondiElimina
  37. Posti sempre ricette sfiziose!!!!Complimenti!!Devono essere troppo buoni!!=) Azzurra

    RispondiElimina
  38. Queste cose sono davvero tristi :(
    Per il dolce mi fido, e come non ci si può fidare?!

    RispondiElimina
  39. Questa cosa che fanno ai manichini mi impressiona quasi più della scelta di Ikea... E tu come riesci a non sbroccare? Io ammetto impazzirei.
    Via, mi mangio il blondies nutelloso ;)

    RispondiElimina
  40. CHissà se tutto questo cambierà un giorno ma prima di allora quante donne dovranno ancora soffrire in silenzio!!!
    Complimenti per la ricetta.

    RispondiElimina
  41. Mamma mia che impressione i manichini mutilati!!
    Delle tue ricette invece mi fido eccome!!!!! Una delizia assolutamente da provare!!!!
    Bacioni grandi!!

    RispondiElimina
  42. ormai avrai capito che sono un tuo affezionato lettore "profano" (la parte culinaria mi limito ad ammrirarla estasiato e impotente di fronte alle istruzioni), ma il tuo diario di vita quotidiana in un paese tanto affascinante è irrinunciabile. Sono stato più volte in Arabia saudita per lavoro (sempre a jeddah, che nei limiti mi è stata raccontata come la più aperta e tollerante). Non sono mai riuscito a stabilire il confine tra fascino/curiosità/indignazione (e te lo dico da categoria a rischio da quelle parti ;) ). E' veramente tutto così banalmente assurdo? E allora cosa c'è di magnetico in quel popolo e in quella cultura? Tu che ci vivi e non ti sei limitata a una fugace visita avrai sicuramente una chiave in più, ed è anche per questo che è bello leggerto. mesà che stavolta ho sforato i tempi eh? ;)

    RispondiElimina
  43. ma che buono! ed è veramente facile!
    Ho già sentito parlare del brownsugar ma purtroppo qua da me ancora non l'ho visto....
    ma dove diavolo abita questa, ti domanderai....
    Eh già la provincia...

    RispondiElimina
  44. Ecco, ci vuole proprio un bel cucchiaio per consolarsi (anche se mi sa che ce ne vorrebbe un vasetto intero...sgrunt !!!
    Questi dolcetti mi dicono "provami provami"!!!!!! Che faccio lii provo????, eheh
    Bravissima come sempre!!!
    Ciaooo

    RispondiElimina
  45. Complimenti per la tenacia e il self-control e per i quadrotti.
    Quando sento queste cose mi sale il sangue al cervello e vorrei dire cose più politicamente scorrette di quanto questa sede conceda.
    Dovevi dargli del porco, a lui e a tutti i suoi fratelli che indugiano sul tuo corpo e sui tuoi capelli e nei tuoi occhi. Capaci pure di dire che se ti guardano è tua la colpa. Che schifo. Ipocriti.
    Simili parole non potevano essere accompagnate da nulla di meno dolce e godurioso di questi quadrotti di nutella.
    Anyway, io sono Sarah.

    RispondiElimina
  46. Stefania, a me vengono i brividi a leggere queste cose, penso che sarà molto difficile rimuovere questa mentalità che ha radici così antiche, radicate, più che difficile mi viene da dire impossibile. Il peccato se si tratta di una donna pare annidarsi ovunque, nel sorriso, in un lembo di pelle scoperta, nei capelli sciolti, in una passeggiata per strada, in una rivista di moda e persino nel catalogo dell'Ikea. Per onorare l'uomo la donna deve dargli almeno un figlio maschio, ma questa è follia! Per fortuna che la consolazione che può dare quella delizia che hai preparato è impareggiabile. Mi sono già innamorata dei tuoi quadrotti, li devo fare.
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  47. Tu lo sai vero che adesso io andrò a casa con questa torta nel cervello e non avrò pace finché non l'avrò fatta? Ennesimo post da...stampare!
    :-)
    p.s. La torta di patate e uva è morbida, morbidissima...baci
    simo

    RispondiElimina
  48. @ Simo: grazie :-)

    @ Jose Manuel: :-)

    @ Anna: ti ringrazio.

    @ Patty: uno ne parla sperando che almeno la conoscenza dei fatti serva a qualcosa :-(

    @ Mary: :-)

    @ Lara Bianchini: certo che ti devi adeguare. O ti sbattono in galera.

    @ Emanuela: la mia posizione da straniera è comunque privilegiata, e non paragonabile a quella delle donne locali...

    @ Loredana: la Nutella può tutto :-)

    @ Daniela: eh si, tu che vivi qui vicino sai bene a cosa mi riferisco. E se passo dalle tue parti ti faccio un fischio ;-)

    @ Manuela e Silvia: e chi non lo è?

    @ Amaradolcezza: grazie

    @ LeCiorella: è difficile da capire, ma questa è la cultura di cui sono imbevute e la accettano.

    @ Dolci a gogo: eh si Imma, che dire...

    @ ste.lele: sappi che ti sto invidiando!!!

    @ Rainbow: allora è destino!

    @ Federica Simoni: troppo gentile come sempre :-)

    @ eli: le bambole ci sono. IN teoria Barbie sarebbe illegale, anche se poi si trova lo stesso...

    @ Claudia Cucinaperamore: questo Paese si, ha molta strada da fare...

    @ lucy: che cambi tutto tranne la Nutella!

    @ ileana Pavone: :-)

    @ MarinaM: eh si, vivere nascoste è ciò che fanno...

    @ SQUISITO: ti ringrazio.

    RispondiElimina
  49. Teste e Tette mozzate??? O mammamia!!!
    (ma poi che se ne fanno?? :D :D :D)

    RispondiElimina
  50. Che dire...povere donne! Potranno almeno consolarsi con la nutella o...è peccaminosa??
    E ...come è andata la cena di giovedì? io ti ho pensata, fra lasagne, insalata di riso, crostata e chissà quale altro ben di Dio!!!.-))

    RispondiElimina
  51. Che tristezza cara Stefania... vivere le cose a pieno regime è ben diverso dal sentito dire... e grazie a racconti come questo, che ci svelano i dettagli inquietanti di una sottomissione spaventosa...approfondiamo una cruda realtà e ci poniamo tante domande.. che purtroppo resteranno (almeno per il momento) senza risposta.... questi quadrotti sono squisiti solo a guardarli vien voglia di bucare lo schermo !! un bacione e buon inizio settimana:*

    RispondiElimina
  52. Favoloso!! Me lo segno per il prossimo compleanno di mia figlia! Grazie mille per queste favolosa ricetta! Che bontà!!

    RispondiElimina
  53. WOW che golosità! Pensa che a casa mia sono sola a mangiare la nutella (a cucchiaiate...). Da rifare ben presto!

    RispondiElimina
  54. la situazione è sconvolgente...
    la ricetta da non perdere! golosissima! A presto, Dessi

    RispondiElimina
  55. tralascio il commento sulle donne in arabia ...hai già detto tutto tu ...il dolce è fantasticoooo!!! so già che mio figlio lo adorerà...grazie

    RispondiElimina
  56. Altrochè se mi fido...e penso pure di replicare!!! Bravissima Stefania!!! Un bacione

    RispondiElimina
  57. I tuoi post sono spesso esilaranti ma quando racconti la realtà locale sono inquietanti. E mi vengono anche i brividi a pensare che magari qualcuno ti sta anche tenendo sotto controllo il blog (o dici che a questi livelli non arrivano?). Ad ogni modo consoliamoci con questa delizia goduriosa. Immagino il profumo che danno le nocciole tostate...

    RispondiElimina
  58. Mamma mia averne una teglia adesso...

    RispondiElimina
  59. tanta strada da fare, chissà se si arriverà mai alla normalità, ormai sono secoli...
    la torta è irresistibile, nutella e nocciole, tira su il morale, davvero :-D

    RispondiElimina
  60. da urlo, poi quella nutella li muhhhh, baci.

    RispondiElimina
  61. Ciao Stefania. Quando ho letto sui giornali la notizia e ho visto una delle foto incriminate prima e dopo sono rimasta esterrefatta! non finirò mai di stupirmi. Ma cosa pensano? che basti photoshop?

    RispondiElimina
  62. Ero atterrato qui con le intenzioni dello scherno, dello scherzo, per aggiungere qualche tormentone ironico alle tue magie (reali) in cucina ed invece mi ritrovo a leggere un argomento che stavo pensando di affrontare anche io ma che mai sarei riuscito a rendere così amaramente come hai fatto tu, con la tua innata dote di donare leggerezza ad argomentazioni che di loro non hanno nulla di ameno. Le culture sessiste nascondono non pochi deficit etici e perchè no morali ma non ne voglio fare argomento qui per non rovinare il post, piuttosto saccheggio a piene cucchiaiate la Nutella dal barattolo e l'idea del dolce, una ottima scelta di oblio da certe realtà.

    PS
    Contento di essere nuovamente qui.

    RispondiElimina
  63. C'è ancora tanta strada da fare, vero? Sia da una parte che dall'altra. E l'indignazione a me viene nel vedere la donna mercificata come si fa in tv da queste parti sia nel vederla considerata meno di zero in tanti, troppi posti del mondo. I tuoi racconti ci riportano ad una realtà che troppo spesso dimentichiamo!
    Grazie
    un abbraccio
    Camy

    RispondiElimina
  64. Graziella Carnevali9 ottobre 2012 11:37

    Cara Araba (scusa se ti chiamo così, ma mi piace troppo questo nome!), grazie per i tuoi post. E' un pò che ti seguo, in silenzio perchè non sono affatto una cuoca provetta, ma le tue ricette pur essendo originali spesso sono alla mia portata per cui riesco anche a farle.

    E grazie per l'informazione che fai parlando dei diritti negati di quelle poverette. In Italia ahimè così pochi leggono la letteratura di quel paese...benedetto un blog così. A chi dice che le donne si dovrebbero ribellare...mica tutte hanno voglia di morire, scusate, e lì in un nano-momento ti lapidano (o sbaglio, Stefania?): Dovremmo invece interrogarci sulle nostre responsabilità di Occidentali, che continuiamo a chiudere un occhio perchè l' Arabia ci rifornisce di petrolio. Per inciso, ho iniziato il mio personale boicottamento all' Ikea: non ci vado più. Le scuse sono solo ipocrisia, se poi perseguono nel loro atteggiamento.

    Ancora Grazie, Stefania. Spero tu non abbia problemi là a scrivere queste cose in un blog! Altrimenti, giuro, organizziamo un gruppo di salvataggio.

    RispondiElimina
  65. Non mi pronuncio sulla questione Ikea, hai sintetizzato benissimo tu nel "c'è tanta strada da fare". Aggiungo solo "purtroppo".
    Non si fanno queste foto comunque con la nutella ovunque, non si fanno!!!

    RispondiElimina
  66. Io ammiro gli Svedesi che si sono incacchiati di brutto, è ora di finirla con le idiozie becere!!!!
    Cioccolato ah, cibo degli dei!
    bacione

    RispondiElimina
  67. Che tristezza.... sembra impossibile che ci siano posti ridotti così, dove la donna non ha nessun ruolo...se non quello di moglie di qualcuno senza nient'altro.... i cubotti però sono uno spettacolo!! unbacio baby

    RispondiElimina
  68. @ Le Femme du Chef: arricchimento quasi sempre, direi...

    @ Agnese: il progresso qui è...illegale :-)

    @ TeryB: la Nutella per fortuna ancora non è vietata!

    @ R.C.: infatti ci si sarebbe dovuto pensar prima ;-)

    @ Miss Magorium: grazie

    @ Sarachan: allora aspetta cosa devo postare tra un po'...;-)

    @ Ros: hai ragione, purtroppo!

    @ Memole: :-)

    @ Dolcemeringa Ombretta: vedrai che non rimani delusa...

    @ ema.arricciaspiccia: grazie a te, per la pazienza di leggermi :-)

    @ Murzillo Saporito: infatti. E come tale non fa notizia...

    @ DanyMelly: pure da 50Kg...

    @ TataNora: mi hai fatto proprio ridere!

    @ Tortino al cioccolato: no, aspetta. qui si segue un altro calendario e siamo nel 1433 :-)

    @ Clara: :-)

    @ passione dolce: ti ringrazio

    @ ELel: eh si, proprio tristi...

    @ Marina: perchè comunque la vivo in modo privilegiato. MA mi mangio le mani...

    @ Natalia: grazie

    @ LoryB: si, fanno impressione sul serio

    @ Andrea: quello che c'era di magnetico è stato perso, opinione personalissima. C'era quando la cultura araba era pura, appena nata e non doveva trovare ipocriti compromessi per seguire il resto del mondo, come fa oggi. Adeguarsi al cambiamento lo considererei segno di grande intelligenza...mah.

    RispondiElimina
  69. @ Laura Fulcheri: nelle note trovi le indicazioni per farlo da te :-)

    @ dario: provali, provali...

    @ CiboForMe: credimi, qualche piccola soddisfazione me la sono tolta, ogni tanto ;-) ma nulla a paragone di ciò che si meriterebbero.

    @ Luca e Sabrina: infatti si rimane basiti ed impotenti.

    @ l'albero della carambola: quella torta me la sto sognando, altrochè!

    @ Ziopiero: qualche idea ce l'ho :-)

    @ Cinzia: ah grazie! la cena è andata bene, tutti sopravvissuti, freezer compreso :-)

    @ simona: senza risposta si. Ed è molto triste.

    @ happymama: grazie

    @ Gina: almeno non te la ruba nessuno...

    @ (m)E-Food: che dire...

    @ Rosaria: e mi sa non solo lui :-)

    @ Simona: grazie!

    @ Elga: pericolosissima :)

    @ Acquolina: altamente consolatoria :-)

    @ Fabiola: :-)

    @ mari lasagnapazza: evidentemente si...

    @ Gambetto: contenta di rileggerti qui. Sul resto, taccio che ho già parlato troppo.

    @ Le Temps des Cerises: estremi, e nessuno che vada bene.

    @ Graziella Carnevali: infatti, ribellarsi vuol dire immolarsi. QUi non lapidano, ma frustano a morte, che comunque non mi pare una bella opzione...mi chiedo ogni tanto se qualcuno mi controlli. In caso non dovessi più postare fatevi la stessa domanda e datevi la risposta!!! ;-) grazie!

    @ veru: mi aspetto sempre che la Nutella diventi reato tanto è buona :-)

    @ Saretta: ma avrebbero potuto evitare di piegarsi ;-)

    @ Fabiana: :-)

    RispondiElimina
  70. Ciao! siamo nuove lettrici del tuo blog, se all'inizio siamo rimaste colpite dalle foto di questo dolcetti alla nutella (d'altronde alla nutella è impossibile resistere!), poi ci siamo soffermate sulle tue riflessioni, così semplici, reali e vere da farci venire la pelle d'oca.
    Grazie, per entrambe le cose.
    A presto
    Elisa e Laura

    RispondiElimina
  71. A volte la parte più interessante dei tuoi post non sono le ricette ma il preambolo.
    Scrivi benissimo e mi piace "un sacco".
    Di certo non disdegno questi quadrotti alla nutella che ora che sono a dieta me la sogno anche di notte!!!
    Un saluto da Roma
    Francesca
    ps volendo comprare come primo libro uno di M.Stewart quale mi consigli?
    Grazie

    www.colazionedafrankie.blogspot.com

    RispondiElimina
  72. anche l'ikea si piega alle leggi di mercato pur di vendere!
    meglio i tuoi quadrotti!

    RispondiElimina
  73. @ Semplicemente Buono: grazie e benvenute.

    @ Francesca: ti consiglio di passare domani da queste parti, e la tua domanda sarà esaudita...;-)

    @ Gio: business is business :-)

    RispondiElimina
  74. Evviva e grazie per essere passata da me! ;)

    RispondiElimina
  75. Mamma che goduria... ho giusto della nutella e delle nocciole avanzate dalla cheesecake alla nutella che ho fatto qualche giorno fa. Mi toccherà provare anche questo! ;)

    RispondiElimina
  76. Da brivido quello che ho appena letto!!! Mi godo un tuo cubotto va, anzi mi segno proprio questa ricetta considerando che tutto quello che prepari tu è sfiziosamente goloso!

    RispondiElimina
  77. Ogni volta che leggo queste cose davvero mi vengono i brividi......
    Meglio una ditata di Nutella e un bel quadrotto goloso! Baci

    RispondiElimina
  78. Grazie Stefy: per il dolce alla Nutella ma soprattutto per la tua testimonianza... Meno male che ci sono persone come te che hanno voglia di raccontare di un modo di vivere che ha del vergognoso...
    Un abbraccio e continua così.

    RispondiElimina
  79. Ma non è che Cardamomo & co. può essere una copia di Araba Felice...
    Be' continiamo così a farci del male!
    P.s. E qui vogliono costruire una moschea dandonci in cambio 2milioni di euro... faranno scomparir anche noi?

    RispondiElimina
  80. rabbrividisco al pensiero di quei manichini, meglio consolarsi con un quadrotto alla Nutella...Un abbraccio...

    RispondiElimina
  81. non potrei mai vivere li sono intollerante o forse razzista???un dubbio che mi viene in mente dopo la rabbia che provo da quando ho letto il tuo post... ma poi c'è nutella e come si fa a non segnarsela???

    RispondiElimina
  82. E certo che ci fidiamo!!!!
    Mi fanno impressione quei manichini al solo pensiero o_0

    RispondiElimina
  83. Mamma mia. Che voglia che mi fa sta ricetta!!!!

    RispondiElimina
  84. Assolutamente peccaminoso... quindi... MI PIACEEEEEE!!!!! :-D

    RispondiElimina
  85. Provati, divorati e condivisi! Ma quanto sono buoni questi quadrotti?
    Grazie mille!!

    RispondiElimina