lunedì 16 gennaio 2012

Tagliatelle con carbonara al limone e porri

Probabilmente lo stupore non era poi così giustificato.
Me lo sarei dovuto aspettare.
Come dico ogni volta un challenge senza challenge non è tale, ed è per la profonda convinzione nella frase precedente che mi sono sobbarcata inutili ricerche di conigli in un Paese dove non si trova nemmeno a pagarlo oro ( o barili di petrolio, fate voi ), ed ho pregato che importassero verze cercando di coniare il termine in arabo dato che non l'ho trovato in nessun dizionario.
Ho servito con discreta faccia di bronzo risi e bisi con cinquanta gradi all'ombra, e portato un tocco di Svezia ed uno giapponese tra le dune.
Ma la legge di Murphy la conoscete tutti.
E non ha fatto eccezione al suo carico di verità nemmeno questa volta.
Fatemi capire: mi sono trascinata un paio d'anni fa la macchinetta Imperia per la pasta fresca in uno di quei bagagli per cui prima o poi sarò bandita dagli aerei di qualunque compagnia al mondo.
Perchè intendiamoci, che l'ambito arnese fosse così pesante me ne sono accorta solo a doverlo trasportare.
Un paio d'anni di onorata carriera, onoratissima anzi, vista la gioia con cui tagliolini, tagliatelle e ravioli sono stati accolti tra le dune.
Bene: la macchinetta non si può usare, e probabilmente non si può nemmeno guardarla.
Solo il mattarello.
La spiegazione di Ale su come fare l'avrò riletta dieci volte, e tutte e dieci ho pensato di essere un idiota.
Qualche video esplicativo su Youtube ha solo confermato la percezione di cui sopra, e fatto rassegnare al peggio.
Pazienza.
Impasto, e fin qui nessun problema.
Riposo del suddetto, prolungato all'infinito per mancanza di coraggio.
Comincio a stendere, pensavo peggio.
La pasta è docile, sarà una mia impressione o forse ho semplicemente la grazia e la forza di una pialla per levigare l'asfalto?
Sta di fatto che bene o male il panetto diventa un foglio.
Beh, forse non proprio dello spessore che avrei voluto.
Mi ci si è conficcata pure un'unghia facendoci un bel buco e già che ci siete potete divertirvi con la foto a cercare il rammendo...
La forma potrebbe lasciare leggermente a desiderare, ma ho deciso che mi do all'astrattismo.
Piego e taglio.
Più o meno ce l'ho fatta.
Ma ho imparato: la volta che per un Mt Challenge ho tutto, sarà quella in cui non serve niente.
Tranne un mucchio di olio di gomito, e possibilmente le unghie corte :-)

Immagino si sia capito che la ricetta partecipa all'MT Challenge di Gennaio, chiedendo la benevolenza e soprattutto la chiusura degli occhi dei giudici...
Il condimento invece è stato liberamente tratto da un'idea sull'ultimo numero della rivista di Martha Stewart, e credetemi se vi dico che in barba alle buone maniere è da leccarsi il piatto, oltre che i baffi.
La carbonara al limone una scoperta, ed i porri ci stanno una meraviglia.
Da rifare, rifare e rifare!




TAGLIATELLE CON CARBONARA AL LIMONE E PORRI
( per due porzioni abbondanti )

180 g di farina 0
40 g di semola rimacinata di grano duro
2 uova
un cucchiaio d'olio

per il condimento

2 uova
5 cucchiai di succo di limone
buccia grattugiata di due limoni
sale
pepe bianco
50 g circa di parmigiano grattugiato
mezzo porro
50 g di pancetta
olio extravergine

Preparare la tagliatelle impastando la farina con le uova. A me è servito unire un cucchiaio d'olio per ottenere un impasto omogeno, che va avvolto nella pellicola e fatto riposare minimo mezz'ora.


Stendere la sfoglia con la macchinetta apposita o, come in questo caso, con il mattarello raggiungendo lo spessore desiderato.


Far seccare leggermente la sfoglia e tagliare le tagliatelle che vanno lasciate asciugare.


Mettere sul fuoco l'acqua per la pasta ed intanto preparare il condimento: battere le due uova con il formaggio, la buccia grattugiata, il succo di limone, sale e pepe a piacere.
Lasciare da parte e in un padellino antiaderente senza nulla saltare i cubetti di pancetta fino a renderli croccanti.
Toglierli dal padellino e nello stesso mettere il porro affettato finemente ( se necessario aggiungere pochissimo olio, ma dovrebbe essere sufficiente il grasso rilasciato dalla pancetta) e farlo stufare finchè sarà morbido, pochi minuti.
Bollire la pasta, scolarla bene al dente ed unire un cucchiaio dell'acqua di cottura al composto di uova.
Versare la pasta nel recipiente delle uova girandola velocemente in modo che il condimento rimanga cremoso.
Unire la pancetta e girare ancora.
Impiattare cospargendo ogni porzione con un po' di porri stufati.

NOTE:

- ovviamente si possono utilizzare tagliatelle comprate pronte, o più semplicemente stese con l'Imperia :-)

103 commenti:

  1. Io ho gli accessori per la pasta del kitchenaid e si va benissimo! Comunque piatto riuscitissimo e sfizioso:-) bacioni e buon lunedì

    RispondiElimina
  2. Sangue...pardon "unghie e fornelli" il nuovo format che potresti inaugurare in TV con una prima puntata sulla pasta fatta in casa...e se non dovesse avere successo(e dubito!) potresti darti alle lezioni di come "portare in aereo tutto ciò che dedideri", una serie di interviste dove spieghi come riadattare i bagagli e le vivande allo scopo di passare indenni i controlli...insomma con le unghie corte ma hai un futuro in TV ! :P
    PS
    Non vi mancavo affatto eh?! :D ahahahahaha

    RispondiElimina
  3. Mio figlio vuol cominciare ad usare l'Imperia, naturalmente è da mia madre...Ritrovata in un mobiletto quasi inaccessibile prendo l'Imperia e non trovo la manovella.."Quella devi averla tu, mi dice" "Cosa me ne farei della manovella senza l'attrezzo, dico io" A farla breve dopo aver ribaltato la casa adesso l'Imperia giace nel ripostiglio a casa mia , quando mi sarò ripresa dalla fatica di cercarla forse ci farò qualcosa, mio figlio tace.....Gli mostrerò le tue tagliatelle, credo potrebbe trovare ispirazione dato che la carbonara è uno dei suoi piatti preferiti, mi basta che la manovella la giri lui! un bacione...

    RispondiElimina
  4. Quoto gambetto! A quando un'edizione delle News from Arabia?
    Unghie corte a parte, la pasta tirata a mano ha tutto un altro fascino...sarà la fatica! la mia Imperia giace in un armadio della dispensa. Sono troppo pigra per tirarla giù dal suo scaffale!Ricetta profumata e sfiziosissima!

    RispondiElimina
  5. Ma ti sono venute benissimo!!!E poi le macchine che titano la pasta,facendo anche gli spaghettini e le tagliatelle,per chi non riesce a farli a mano sono comodissime ^_^

    RispondiElimina
  6. :-)) tra gli ingredienti obbligatori hai dimenticato d'inserire "l'olio di gomito" e dato il tuo risultato credo tu ne abbia usato tanto! Buona giornata simpaticissima, abbracci

    RispondiElimina
  7. Splendide!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! io questo mese non ce la faccio..passo ma mi godo le tue :-)))

    RispondiElimina
  8. ma come son belle!!! io devo ancora cimentarmi, lo farò prossimamente, ma intanto studio voi e i vostri segreti!!!!

    RispondiElimina
  9. bravissima!!! io il coraggio non l'ho ancora trovato, ma dovrò... la carbonara al limone m'intriga assai!!!!!!

    RispondiElimina
  10. La Imperia in Arabia...non avrei mai detto che potesse arrivarne una in quei luoghi...pazzesco!!!
    Credo che ogni volta che torni da una vacanza in Italia, in aeroporto si divertanto ad immaginare cosa ci sarà all'interno delle tue valigie...non si sa mai quel che ci si può trovare...
    Mi incuriosisce la carbonara al limone e porri...dovrò provare, mi piacciono gli accostamenti "azzardati", concedimi il termine.

    RispondiElimina
  11. Wow! beautiful home made pasta, looks very yummy!

    RispondiElimina
  12. Il rattoppo non si vede!!!
    Sei stata bravissima, una vera sfoglina!!
    La tua ricetta mi incuriosisce.. dev'essere troppo buona!!!
    Felicissimo lunedì!!!

    RispondiElimina
  13. fantastica questa carbonara alternativa, molto molto invitante, bravissima come sempre!!
    cris

    RispondiElimina
  14. Stefà ma che dici, ti son venute bene invece :) e poi la tua salsa mi intriga assai, amo le tagliatelle al limone!

    RispondiElimina
  15. Ottima ricetta! ma, se la faccio.... Tolgo l'olio di gomito e uso la mia macchinetta!

    RispondiElimina
  16. Ma si tesoiro forse i metodi tradizionali sono quelli piu felici anche per me usare certi arnesi è da extra terrestre:D cmq io le trovo perfette e il condimento davvero super!!baci,Imma

    RispondiElimina
  17. Beh insomma io che invece detesto usare le impastatrici ed affini pur avendone a diposizione 2, sono da ricovero???può essere..comunque le tue a mano non hanno nulla da invidiare alle "perfettine" (che noia) tagliatelle tecnologiche:-))

    RispondiElimina
  18. Brava!! Ma sono perfette! Io ancora mi ci devo mettere, oggi giro qualche negozio alla spasmodica ricerca dell'ispirazione e poi via di matterello! Mi piace moltissimo anche il condimento, lo proverò sicuramente, perché l'abbinamento limone e porri con la pancetta mi intriga moltissimo. Buona giornata!

    RispondiElimina
  19. Bellissime tagliatelle!
    Il rattoppo l'ho visto, ma non lo dico a nessuno, ssshhhhhhhhhh....
    Decisamente il limone è un cibo che ti/vi piace :-)

    Buona giornata,
    Sara

    RispondiElimina
  20. sembra un primo molto goloso, complimenti! mi piace l'idea di mettere il limone, fosse per me lo inserirei ovunque! baci :)

    RispondiElimina
  21. E allora!!!! sei brava con la macchinetta, lo sei con il mattarello e probabilmente, se utilizzassi qualunque altra cosa, saresti brava lo stesso!!! E' nel tuo dna come direbbe la Microba!! :-)
    Un bacione e buona settimana
    Dani

    RispondiElimina
  22. Bellissima è originale adoro il limone!!
    bacioni anna

    RispondiElimina
  23. Devo dire che in questo fine settimana ci abbiamo dato giù in parecchie con le tagliatelle e io la mattina dopo avevo male alle spalle...da oggi quindi invece della palestra solo pasta fresca!!! Bellissima ricetta! :)

    RispondiElimina
  24. Tutta a mano te la sei stesa?! Ammazza complimenti! Ti è venuto benissimo nonostante tutto. Il condimento? Me gusta me gusta!

    RispondiElimina
  25. Capisco bene il problema, eccome se capisco bene!
    Di difficoltà di stesura, della povera Imperia rimasta nel cassetto senza lavoro e anche delle unghie conficcate nella sfoglia!!
    Però il risultato a me sembra perfetto, direi che lo sforzo ha portato ottimi frutti!!

    RispondiElimina
  26. stenderla a mano è un bell'allenamento!! Ma tu non ne hai proprio bisogno!! Io mi sa che nn ci riuscirei con altrettanta facilità..urge allenare prima i bicipiti! Il condimento è da provare..io adoro il limone..quando ero piccola andavo pazza per la pasta con vongole e limone! Me la segno e la provo!

    RispondiElimina
  27. un piatto e un risultato davvero eccellente ..
    sei sempre più brava..
    un abbraccio
    lia

    RispondiElimina
  28. Giusto un mesetto fa mi sono data alla pasta fatta in casa...ho ancora qualcosina da perfezionare, ma vuoi mettere la soddisfazione?? buone le tue tagliatelle con il limone!!! Camy

    RispondiElimina
  29. Buonissimo questo condimento, davvero da leccare il piatto e i baffi =)!

    RispondiElimina
  30. E io che non mi sono ancora azzardata perche' sono certa del flop!!!! Forza... devo convincermi che ce la posso fare!!!!
    La tua mi sembra bellissima e sicuramente molto invitante!

    Buonissima giornata
    Paola

    RispondiElimina
  31. Grazie della ricetta...la seguirò....più o meno...alla lettera...Complimenti!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  32. Una ricetta che mi ispira oltre ogni dire. La provo! sperando nel tuo stesso meravoglioso esito finale :)

    Baci

    RispondiElimina
  33. queste tagliatelle sono decisamente da urlo!!!

    RispondiElimina
  34. nooo bellissime! e anche la foto le voglio fareeeee!!!!

    RispondiElimina
  35. Io le tagliatelle a mano non ce la faro' mai a prepararle, ma questo condimento me lo copio subitissimo !!! sono una lemon addicted anche io !!

    RispondiElimina
  36. Ma che splendida pasta vedono i miei occhi!!!! Complimenti per questa versione originale! Bellissima anche la foto Stefy! Un abbraccio e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  37. Beh, fai anche ginnastica gratis, che ti lamenti?
    Carbonara e limone...certo che 'sta Martha ne ha, di buone idee, sembra ottima!
    Ciao

    RispondiElimina
  38. Bellissime!! Non ho mai provato a condirle così... :) grazie del suggerimento! Buona settimana! Ah mi sono unita al tuo blog...davvero molto bello!!

    RispondiElimina
  39. Tu sei la bloggerina perfetta!! Hai sempre tantissime cose interessanti da raccontarci...e poi una che tira la pasta ancora a mano dove la trovi??? Buonissime le tue tagliatelle, io adoro i primi piatti.

    RispondiElimina
  40. mi intriga asai questa carbonara con limone e porri!!!

    RispondiElimina
  41. come ti ammiro:io già litigo con la macchinetta...figuriamoci a mano...invece le tue sono proprio invitanti! però (da usarecon tagliatelle già fatte) il condimento me lo segno subito!!! ;)

    RispondiElimina
  42. Unghiata a parte...perfetta la tua sfoglia!!
    Spessore giustissimo e condimento ottimo... la macchinetta si sarà perduta il piacere di questa sfoglia, ma vuoi mettere la tua soddisfazione???
    Complimenti per il risultato, davvero.
    ciao loredana

    RispondiElimina
  43. Belle belle belle!!! Fare la pasta è stata un'avventura anche per me! Ho rischiato di perdere un uovo, ma in compenso non ho fatto buchi...solo perchè ho le unghie corte!!!! :-)

    RispondiElimina
  44. La cose più difficile stendendo la pasta a mano è riuscire a ottenere un livello costante. Se viene un po' più alta e un po' più bassa è un problema a livello di cottura.
    Io ancora non mi sono mai cimentata nella stesura, ma ricordo l'arte che aveva la nonna in questa operatività...
    Una carbonare al limone mi mancava proprio. Deve essere buonissima!

    RispondiElimina
  45. La legge di Murphy, purtroppo, non sbaglia mai!
    E' una condanna universale a cui non possiamo sottrarci...

    RispondiElimina
  46. Sono in estasi, è una meraviglia questo piatto! Ho dovuto attendere un secondo per realizzare che erano tagliatelle con pancetta e non un raffinatissimo dolce con lamponi o pezzetti di fragole... che bello! Bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  47. Come immaginavo le tue tagliatelle sono bellissime, come tutto quello che fai, del resto! E questa carbonara al limone da provare subito.
    Un bacione, Bucci

    RispondiElimina
  48. La cosa che mi domando e di cui non mi capacito, è come tu abbia fatto a tirare una sfoglia con il diametro esattamente doppio alla lunghezza del matterello (a meno che quest'ultimo non sia periscopico). Te lo dico perché io personalmente non ce la potrei mai fare. Ho un matterello regalato da mia suocera che è lungo più di un metro e con quello si tira una sfoglia che è una meraviglia. Tu puoi sempre dire che la colpa è tutta sua, dell'arnese che non funziona a dovere! Le tagliatelle però sono perfette ed io mi inchino a tale meraviglia! Un grande abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  49. Aiuto tirare la pasta a mano... BRAVISSIMA, però, le tagliatelle ti sono venute benissimo! A naso direi che il limone dà un po' di freschezza alla carbonara che a me dopo qualche forchettata risulta un po' pesante.
    Un bacione
    Silvia

    RispondiElimina
  50. ti sono venute benissimo e ti avranno dato anche tutta un'altra soddisfazione rispetto all'imperia...il condimento è golosissimo e stuzzicante!

    RispondiElimina
  51. Dai, ci sarà voluto un po' più di olio di gomito, ma vuoi mettere la soddisfazione dopo aver realizzato un piatto fantastico come questo?
    ciao
    Ale

    RispondiElimina
  52. Prima legge di Murphy applicata all'emmetichallenge.
    "Quando l'Araba ha tutto, non serve niente"
    Postilla alla prima legge di Murphy
    "l'Araba ha già tutto. Sempre e comunque"
    Postilla della postilla, che per ora capiamo solo noi due
    "... però, si può sempre spedire" :-)
    Ma grande!!!!
    ale

    RispondiElimina
  53. La carbonara al limone me la segno, prima o poi ti copio pure questa!!

    Un abbraccio e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  54. Urca che maciste :-) la pasta tirata a mano...è un bell'impegno...quando lo faccio salto la palestra!!! Bravissima, bellissimo post e carbonara da copiare...
    baci simo

    RispondiElimina
  55. All'MTC manca solo la scultura di ghiaccio, ma sono sicura che riusciresti a fare pure quella!

    RispondiElimina
  56. Veramente, un monumento a sta donna!!!;)
    bacione

    RispondiElimina
  57. SEI VERAMENTE UNA TUTTO FARE;-D E SEMPRE... CON SUCCESSO E UMORISMO

    RispondiElimina
  58. Come al solito bravissima e geniale! Grande!!!

    RispondiElimina
  59. Che bella questa carbonara!!un successo!!

    RispondiElimina
  60. Che belle però, anche io mi voglio cimentare, ma mi sento una vera schiappa, ce la farò?

    RispondiElimina
  61. limone e porri...tra allergia e gusti personali a questo piatto direi no...se lo sentissi nominare...ma possibile che quando vedo una tua foto mi viene voglia di assaggiare e subito? brava, io ancora non mi sono convinta che ce la posso fare a tirare la sfoglia!!!!

    RispondiElimina
  62. Belle le tue tagliatelle!! Vedi, è solo questione di esercizio... falle tutti i giorni e non farai il minimo sforzo! ;-)
    Certo che nessuno ha notato il tuo sprezzo del pericolo nel proporre una carbonara con PANCETTA ..... in ARABIA!!!!
    Brrrrr tremo al pensiero!
    Nora

    RispondiElimina
  63. ahahahahahah anche io dovrò cimentarmi prima o poi! le tue però sembrano essere riuscite da dio!!!!! goood luck :)

    RispondiElimina
  64. la carbonara è la mia pasta preferita, a qualunque ora della giornata me la propini non saprei MAI dirti di no....
    mi incuriosisce sapere com'è l'uovo col limone (detto banalmente) quindi ora mi costringo ad andare a letto anzichè a sbattere le uova, ma al piu' presto voglio provarci!! bacione! ale

    RispondiElimina
  65. COme è che riesci a stupirmi pure con un uovo sodo? La classe non è acqua e le tue tagliatelloe sono assolutamente strepitose, cos' come tutti i tuoi racconti!

    RispondiElimina
  66. Pero' devi ammettere che fare le tagliatelle con il mattarello e' proprio una grande soddisfazione...e poi cosi' vengono belle ruvide e il sughetto ci si appiccica sopra che e' una meraviglia.

    RispondiElimina
  67. Stefania, posso solo che farti i complimenti per aver abbandonato quella macchinetta infernale di metallo per darti alla poesia del mattarello.

    Se posso darti un consiglio, comprane uno più lungo, con quello corto vengono i solchi quando stendi.

    per il resto ancora una volta BRAVA!!!

    RispondiElimina
  68. l'olio di gomito ci vuole sempre!
    io ancora temporeggio :-D
    bellissime le tagliatelle e gustosissimo il condimento! mmmmmmmmmmm!

    RispondiElimina
  69. fantastico!!!! Mi hanno appena regalato l'Imperia quindi prossimamente impazzirò come te cercando invano un tutorial che non mi farà sentire cretina :)

    RispondiElimina
  70. si può usare l'imperia ma tirate a mano hanno un altro sapore :) Bravissima

    RispondiElimina
  71. Dopo la "fatica" di averla tirata a mano ci si può concedere un piatto abbondante ;) ultimamente vivo di piccole gratificazioni ma l'Imperia non la tradisco!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  72. Bhe, a me sembra perfetta così questa pasta....l'olio di gomito ha dato un ottimo risultato!!! :-)

    RispondiElimina
  73. A volte si diventa un po' schiavi dei macchinari che facilitano i nostri compiti.
    Come la planetaria, ora non ne farei mai a meno, eppure prima di comprarla ho sempre ottenuto buoni risultati!

    La ricetta mi stuzzica tantissimo, mi sembra quasi di percepire il profumo del limone che con la sua acidità porta equilibrio all'uovo.

    Complimenti!

    RispondiElimina
  74. Inutile dirti che ho apprezzato molo il tuo omento di oggi nel mio post.

    Ti faccio il mio complimento con la C maiuscola perché io non sarei riuscita nemmeno a stenderlo in forma di foglio quel panetto di pasta.... E tu invece hai realizzato un capolavoro! NOn avevo dubbi!!!

    RispondiElimina
  75. Sei sempre un'asso quando si parla di challenge... in questo periodo il limone mi intriga non sai quanto mi mangerei queste tagliatelle sotto dieta! :( Baci e le proverò!

    Vevi :)

    RispondiElimina
  76. che bella questa carbonara!!!
    Mi sa di aver capito che il limone è tuo ingrediente preferito!!! Anche a me piace molto... e non sono affatto acida!!! :-P

    RispondiElimina
  77. Ma sai che quando ho postato la ricetta per l'MTC di Gennaio, ho pensato... beh, qui anche l'Araba avrà tutti gli ingredienti a disposizione... e tu ci hai messo la pancetta! che con il limnoe e i porri non ho mai provato, ma che mi stuzzica parecchio le papille gustative... da provare!

    RispondiElimina
  78. le tagliatelle ti sono venute benissimo, ma quello che mi piace di più è la freschezza del condimento :P

    RispondiElimina
  79. Eppure io l'occhio sull'Imperia ce l'ho messo eccome ma...ho chiuso l'armadio e ho lasciato riposare quella santa macchina. Questo pomeriggio al via con gli esperimenti e ... questa sera finalmente si assaggia sta tagliatella! Il condimento senza dubbio è stuzzicante, il succo e la scorza di limone la fanno da padrone e mi piacciono un sacco!
    ciaoooooo

    RispondiElimina
  80. Il limone nel condimento è davvero una novità per me, ma mi ispira parecchio!! E concordo sul fatto che lega bene con il porro!!
    Brava, proprio una sfida: anch'io non faccio mai a meno della nonna papera!! ^__^
    Franci

    RispondiElimina
  81. Mi piace moltissimo questa ventata di freschezza nella carbonara :D

    RispondiElimina
  82. L'idea della carbonara al limone mi intriga proprio tanto, sarà che adoro tutto ciò dove compare l'agrume :)

    RispondiElimina
  83. Stefania tu sei un mito!!!!! Facciamo che io le ho già pronte però il condimento davvero è spettacolare, uscissero in italiano queste riviste cavolo!!!!! Vabbè tu ci riporti le ricette e noi le copiamo!!!! Baci

    RispondiElimina
  84. ma te lo credo che hai temuto il peggio, con quel mattarello! non è da sfoglia, quello, ci vuole un mattarello lungo lungo, tutto dritto.
    povera...

    ora che ci ripenso... macché povera! ti sono venute benissimo! il condimento è da urlo. e anche questa volta sei una concorrente temibilissima (lo dico tanto per dire, tanto io sono quella che non solo non vince mai, ma nemmeno aspira a vincere)

    insomma, complimenti!
    ...
    ...
    ...
    ...
    ma comprati un mattarello serio, la prossima volta che torni in italia.

    come farai poi a portartelo dietro in aereo, ce lo racconterai. perché un mattarello serio è praticamente un'arma, e vaglielo a spiegare ai doganieri che invece ti serve perché "io da grande volevo fare la sfoglina" ;-)

    RispondiElimina
  85. Arab(ella,bellissima&bravissim)afelice, ma lo sai che i tuoi famigerati (in casa tua non so, in questa bettola per studenti che è casa mia lo diventeranno) burger di tonno (in scatola ^_^) sono buonissimi? E' la prima volta che sperimento una delle tue ricette e te lo volevo dire!
    Mamma mi manda spesso link alle tue ricette, è così che ti ho "conosciuta"; e devo dirti che è un piacere leggerti.
    Sei ironica, intelligente, racconti di cose che non conosco e di dolci che non ho (ancora) mai assaggiato.
    Il tutto con una scrittura fresca e leggera, che si scioglie in bocca come credo facciano i tuoi meltaways al limone.
    Ok, la smetto qui, che magari in Arabia un commento un po' troppo caloroso, se intercettato dalla polizia postale, può venir bollato come stalking.
    Forse anche qui, a pensarci bene ^_^

    Un saluto da una nottambula di stanza a Firenze!

    RispondiElimina
  86. @ Ombretta: e io quelli del kenwood oltre all'Imperia...ma le regole sono regole!

    @ Gambetto: ecco, mi butto direttamente sullo show su come aggirare la dogana e far sembrare piccoli bagagli che Hulk avrebbe problemi a sollevare :-)))

    @ Chiara: io mi sarei accontentata di girarla da me, credimi!!!

    @ Patrizia: invece la mia è raggiungibile con facilità...

    @ I manicaretti di Annarè: lo so!!!

    @ Chez Denci: l'ho messo, l'ho messo ;-)

    @ Francesca: grazie!

    @ Patrizia: :-)

    @ cristina b: è di un buono...

    @ ste.lele: guarda, a me ha ispirato subito, e devo dire che la prova assaggio non ha fallito.

    @ Umm Mymoonah: thanks.

    @ Lory B: si vede, eccome...

    @ poverimabelliebuoni/insalatamista: troppo buona :-)

    @ chiarina-ina: insomma...

    @ Lalina: hai tutto il mio supporto!!!

    @ dolci a gogo: ma io non mi sarei lamentata a poterli usare!

    @ Yrma: e vabbè, sono viziata ormai...

    @ L'angolo cottura di Babi: non oso pensare cosa ti verrà in mente...

    @ Sara: decisamente :-)

    @ Le ricette dell'Amore Vero: a chi lo dici.

    @ Daniela: beh, insomma...

    @ Anna: grazie!

    @ Greta: no, la palestra mi fa meno fatica...

    @ Kitty's Kitchen: si!!! una fatica...

    @ Tery: perfetto no, ma ho fatto del mio meglio.

    @ Cleare: non è stato semplicissimo...

    @ PROVARE PER GUSTAR : mille grazie!

    @ Le Temps des Cerises: si, ma mi ributto sull'Imperia :-)

    RispondiElimina
  87. Chissà quanto lavoro con quella sfoglia.. ma bravissima!il condimento è davvero buonissimo..ottimo davvero!copio subito ciao

    RispondiElimina
  88. Sei anche brava a rammendare (una scoperta continua!!)non si vede niente.
    La carbonara con il limone mi stupisce e mi piace.
    Grazie Stefania.

    RispondiElimina
  89. ciao!!!mi sono unita al tuo blog!!!seguo il tuo blog da un bel po' e lo trovo splendido, ci sono delle ricette tutte da provare e il tuo modo di scrivere mi piace davvero un sacco!!!!complimenti!!!

    RispondiElimina
  90. questa idea mi incuriosisce e devo dirti che mi sono unita al blog per scoprire le future nuove ricette che preparerai. Complimenti ancora

    RispondiElimina
  91. una bella faticaccia ma ne è valsa sicuramente la pena! decisamente particolare il limone, deve essere buonissima così!

    RispondiElimina
  92. @ Giada: ;-)

    @ piccoLINA: diciamo che era meno peggio del previsto!

    @ renata: grazie a te.

    @ Letiziando: ti ringrazio!

    @ lucy: :-)

    @ Giovanna: tu vuoi fare sempre tutto ;-)

    @ Mascia: lo metterei ovunque!

    @ Kiara: mille grazie.

    @ Cinzia: sarà antipatica ma ci capisce!

    @ le mezze stagioni: benvenuta!

    @ Flç. per la perfezione magari ci lavoriamo ancora un po' su, ok?

    @ salamander: io non ho avuto pace finchè non l'ho provata!

    @ Glo83: ma no, la macchinetta poverina come fai a litigarci!!!

    @ Loredana: soddisfazione e faticata :-)

    @ Viviana: ne succede sempre una...

    @ Ilaria: infatti la mia era un po'...altalenante :-)

    @ Alessandra: purtroppo lo so....

    @ Saparunda's Kitchen: grazie!

    @ Raffaella: davvero ti sembrava un dolce? effettivamente...

    @ Bucci: grazie!!!

    @ Patty: sai come? tiravo partendo dal centro verso i lati, alternando quale spicchio stendere...uno strazio!

    @ Silvia: questa effettivamente risultava un po' alleggerita.

    @ le pellegrine Artusi: si, ma...mai più!!!

    @ Un misurino d'olio: troppo buona!

    @ alessandra (raravis): mi hai fatto morire :-)

    @ Mariangela: grazie.

    @ l'albero della carambola: non credo infatti lo farò mai più, meglio la palestra!

    @ Stefania: per carità che non ti sentano quelle pazze :-))))

    RispondiElimina
  93. Buonissima !!! Complimenti !!! Sei bravissima !!! Visita se ti va il mio blog se ti va !

    RispondiElimina
  94. @ Saretta: aahhahahahaha

    @ pannifricius delicius: diciamo che faccio finta ;-)

    @ Zonzolando grazie!

    @ Suzy: effettivamente è piaciuta.

    @ Nus in Cucina: anche io temevo, ma è stato più semplice del previsto.

    @ Aria: ma si che ce la fai!!!

    @ TataNora: ahahahaha l'unica che l'ha notato ;-)

    @ Love at first bite: grazie!

    @ Viaggiando Mangiando: beh, l'orario non era il più adatto :-)

    @ fantasie: ma grazie!

    @ elenuccia: si, ma come ho detto tornerò all'Imperia!!!

    @ Stefano DK: infatti stendere è stato un gran macello...

    @ Acquolina: ma sono certa che anche le tue saranno un successo.

    @ Monica-Un biscotto al giorno: perfetto ;-)

    @ Zia Elle: e pure un'altra fatica...

    @ Sonia M: d'ora in poi nemmeno io...

    @ Taty: quello ne da sempre...

    @ Isabeau: vero, siamo un po' viziati...

    @ Artù: guarda, è meno complicato di quel che si pensi...

    @ Vevi: allora te le concederai in futuro :-)

    @ Valentina Peperoncina: si è capito?

    @ Ale only kitchen: vedi??? tutto per te :))))

    @ Gio: grazie!

    RispondiElimina
  95. @ Valentina: tanto sarà stato un successone, ho ragione? ;-)

    @ Francesca: io le voglio proprio bene!!!

    @ Isabella: :-)

    @ Milen@: grazie!

    @ Lauradv: siamo uguali, quindi...

    @ Ely: ci penso io a fare da portavoce :-)))

    @ La Gaia Celiaca: che fosse corto l'ho scoperto solo tirando queste tagliatelle, ma facendo uno spicchio di sfoglia per volta ho aggiustato. Per la dogana che dico, che è una mazza da baseball??? :-)

    @ miwako: ce ne fossero di stalker così:-) grazie, mi ha fatto proprio piacere leggerti!

    @ Luisa: buono era buono :-)

    @ Mariabianca: si vede, si vede...

    @ paneemarmellata: benvenuta :-)

    @ ELENA: speriamo di non deluderti, allora :-)

    RispondiElimina
  96. mi piace quel sapore del limone una sterzata di gusto :-)

    RispondiElimina
  97. Il mattarello è lì che mi guarda, postazione da single, accanto al letto per sicurezza....o per abitudine, mi sa che sia il momento di rispolverarlo ed immolarsi al sacrificio della sfoglia che.....è la mia passione!
    Limoni e porri...magari pure con un crumble di shortbread...perchè no?!!

    Un bacione

    RispondiElimina
  98. Looks amazing! Great recipe, great blog!

    RispondiElimina
  99. Stefania, mi hai fatto ammazzare dalle risate. :-D
    Quell'ultima frase rassegnata, "Ma ho imparato: la volta che per un Mt Challenge ho tutto, sarà quella in cui non serve niente" è una specie di epitaffio che descrive perfettamente l'MTC e posso confidarti che, con tutto che stendo sempre la pasta a mano perché odio la macchinetta che pur possiedo, anch'io la lacero spesso con un'unghia, nonostante ci faccia tutta l'attenzione del mondo? Qualcuno potrebbe suggerirmi di tagliarle, queste benedette unghie, ma io niente... ^_^

    Questa carbonara al limone e porri mi attizza assai, la DEVO provare!!!

    RispondiElimina
  100. arrivo tardi per commentare questo bendiddio? questa ricetta la faccio senz'altro e come ho detto alle folli dell'mtc, per questo giro ci vuole un pdf, ci sono ricette che non si possono perdere!

    RispondiElimina
  101. @ Gunther: grazie!

    @ Fabiana: perchè no, infatti!

    @ Top Cuisine avec Lavi: grazie.

    @ mapi: ma la sfida è quella, far tutto nonostante le unghie ;-)

    @ dauly: hai ragione, tutte ricette una meglio dell'altra!

    RispondiElimina