lunedì 12 dicembre 2011

Torroncini morbidi alle mandorle




Un incubo, lungamente atteso, tanto da farci sperare che divenisse finalmente realtà in modo da potercelo mettere definitivamente alle spalle.
E' quindi con santa rassegnazione chesuoniamo il campanello con mio marito che, leggerissimamente prevenuto, comincia a sussurrare frasi tipo oddio senti che odore strano?
No, amore, viene dalla casa a fianco. 
Mento, e lui lo sa. 
Catapultati nel salone, il padrone di casa ci informa che andrà a fare la doccia, la moglie insegue il gatto che vuole salire sul buffet, il figlio brandisce una spada di Guerre Stellari che sbatte ripetutamente sulla testa di un amichetto presente, un paio di invitati parlano al telefono e la tv urla.
Parecchio.
D'altronde il canale trasmette colorite prediche di un pastore americano, che ama a quanto vedo saltellare sul palco intrattenendo la folla con preghiere ritmate da salti.
Penso tra me e me che il Papa dovrebbe pensarci, a quattro salmi in palestra, e magari risolverebbe la crisi delle conversioni.
Bello, eh? Ci piace vedere che suda.
Lapidaria frase del padrone di casa, ormai pulito e profumato, a noi e altri ospiti che attoniti lo aspettiamo sul divano.
Nessuno azzarda un commento, ed a me rimane per sempre sulla lingua una domanda sulla natura della doccia di poco prima...
Apertura del buffet, ma col trucco.
Alt! Wait! Aspettate!
L'ordine è talmente perentorio che mi chiedo se il tragitto sino al cibo sia infestato da mine antiuomo.
Let's pray all together. Preghiamo tutti insieme.
L'intenzione è buona. Anzi buonissima.
E' il modo che mi fa pensare, e scusate se trovo un po' comico dover formare un cerchio attorno al tavolo, dandoci tutti la mano.
E fin qui ok.
Ma sul tavolo, in bella mostra, c'è un tacchino.
Morto, e ben cotto. 
Ma sempre un tacchino.
Mio marito mi sussurra che è una setta satanica, e dobbiamo scappare quanto prima.
Immagino lo pensi anche l'unico musulmano presente.
Ma non prima di mangiare.
Tacchino niente male, ma il contorno di patate dolci gratinate al forno con copertura di marshmallows ha su mio marito l'effetto di un uppercut di Mike Tyson.
Il purè con la cannella, uno jab.
La bechamelle usata nella pseudo-pasta al forno mi dà da pensare: accidenti, gliel'ho passata io la ricetta, come fa ad essere dolce?
Veniamo informati di una personale aggiunta di zucchero per rendere il piatto agrodolce e dare un tocco caramellato alla gratinatura, giusto in tempo perchè mio marito senta ed eviti l'assaggio che sarebbe potuto essergli fatale.
Niente, i notri due palati italici non ce la possono fare.
E ancora non era venuto il bello.
Cosa? Ve lo racconto alla prossima puntata ;-)


Posso fare a meno di Panettone e Pandoro, davvero. Ma di un pezzo di torrone no.
La ricetta non è difficile, solo un po' lunga ma avrete i torroncini più buoni del mondo, morbidi morbidi, con un impasto un po' particolare dove c'è anche un po' di burro. Unica condizione fondamentale è possedere un termometro da cucina.
Se non lo avete, c'è sempre il torrone che si fa senza ;-)





TORRONCINI MORBIDI ALLE MANDORLE
da Petit Fours della Luxury Books

440 g di zucchero semolato
250 ml di glucosio liquido 
175 g di miele
60 ml di acqua
2 albumi
un cucchiaino di estratto di vaniglia
125 g di burro morbido
250 g di mandorle tostate in forno
 scorza di arancio o limone a piacere
cioccolato fondente per la copertura

Mettere lo zucchero, il glucosio, il miele l'acqua ed un pizzico di sale in un pentolino su fuoco lento mescolando spesso finche' lo zucchero si scioglie.
Quindi smettere di mescolare e far bollire piano il composto senza toccarlo finchè raggiunge la temperatura di 121 gradi sul termometro da pasticceria.
Quando il termometro segna circa 116 gradi cominciare a montare gli albumi ( se lo fate con troppo anticipo smonteranno!) fino ad averli a neve ben montata.
Appena lo sciroppo sul fuoco raggiunge la temperatura di 121 unirne un quarto a filo sugli albumi, continuando sempre a montare ( ne ho prelevato circa tre mestoli grandi ).
Ecco come si presenterà il composto.



Intanto lasciare il resto dello sciroppo sul fuoco e far raggiungere la temperatura di 143 gradi.
A questo punto unirlo sempre a poco a poco ed a filo sul composto di albumi, sbattendolo.
La foto è mossa, lo so, ma giusto per darvi un'idea di cosa vi aspetti :-)


Appena finito con lo sciroppo unire la vaniglia, la scorza ed il burro. Battere velocemente, pochi secondi, ottenendo un composto che...sa di torrone!


Sempre velocemente unire le mandorle tostate in forno e versarlo in una teglia di circa 28 x 18 cm foderata con carta forno.


Lasciar rassodare a temperatura ambiente e poi in frigo. Dopo almeno cinque ore di frigo si può tagliare con un coltello affilato in torroncini delle dimensioni desiderate.


Rimettere i torroncini in frigo ( o ancora meglio in freezer, come Gambetto giustamente suggerisce ), ed intanto sciogliere il cioccolato.
Non immergere i torroncini nel cioccolato fuso e caldo, si sciolgono!!! Meglio spennellarli con pazienza usando un pennello da pasticceria, e metterli subito in frigo a rassodare, o il calore del cioccolato li fonde.
Tenere in frigo ma tirare fuori circa un quarto d'ora prima di servirli.

NOTE:

- meglio conservarli in frigo, in ambiente molto caldo tendono ad ammorbidire parecchio. Per mangiarli al meglio meno dieci minuti circa di temperatura ambiente.

- nella ricetta originale oltre alle mandorle ci vanno le ciliegine candite, che a me non piacciono molto: se volete usarle unite meno mandorle.

- tutte le ciotole ed in pentolini usate saranno incrostati di torrone e caramello: niente paura, mettete tutto a bagno in acqua tiepida e sparisce in men che non si dica.

- si conservano..all'infinito, se riuscite a non mangiarli ;-)

100 commenti:

  1. oddio non oo pensare al resto!!!!non avete simulato un attacco di appendicite acuta per poter togliere il disturbo?!si il torrone in effetti fa proprio Natale e questo è super goloso!

    RispondiElimina
  2. Le patate dolci gratinate ai marshmallows devono essere state un'esperienza mistica...e scusa il gioco di parole, ma qui ci stava tutto!!! Questa ricetta è molto diversa da quella che faccio di solito per il torrone...quindi decisamente da copiare!!! Buona giornata ciao

    RispondiElimina
  3. Che golosità questo torrone.

    RispondiElimina
  4. Mi immagino le scene dei film dove si prendono per mano e pregano ma il protagonista sbircia i commensali e pensa di tutto tranne che pregare:-) io sarei scappata concordo con tuo marito... Visto anche il cibo! Nulla a che vedere con i tuoi torroncini... Divini:-p

    RispondiElimina
  5. Un CamelTrophy del palato con tanto di 'fuga per la vittoria'...non so perchè ma lo "intravedo" tuo marito che prende in ostaggio un invitato con un coltello sotto il collo minacciando di farlo fuori se non gli consentono di fuggire con te...anche verso il venditore di Falafel...non importa è tutto meglio fuorchè li :P ahahahahahaha
    In Fuga per la vittoria Pelè faceva un gol in rovesciata ed usciva dall'ingresso dello stadio acquistando la libertà...magari voi con una molotov vi evitavate gesti atletici particolari :P ehehehehe
    PS
    Non so se ricordo male ma una mia parente congelava il torrone per poi fargli dei "bagni" di cioccolato appropriati...che dici?

    RispondiElimina
  6. Se questo è solo l'anticipo non oso immaginare il resto! Ma non posso perdermelo!
    E nemmeno il torrone :D!
    Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  7. Io adoro l'abbinamento dolce e salato...ma c'e' dolce e dolce...e c'e' anche salato e salato!! Questi torroncini sono il minimo, per ripigliarsi da una cena cosi'. A me dispiace moltissimo per te e tuo marito, davvero, sono sincera...ma noi che ti leggiamo siamo fortunati quando a voi capitano simili disavventure. Buona settimana, a presto

    RispondiElimina
  8. Sei troppo forte Stefania!
    un fortissimo abbraccio
    baciusss
    brii

    RispondiElimina
  9. caspita ti sono venuti davvero benissimo!!

    RispondiElimina
  10. ai '4 salmi in palestra' ho seriamente temuto per la mia incolumità: soffocavo per le risa e a momenti mi ribaltavo dalla sedia!

    RispondiElimina
  11. lo aspettavo questo post e sono curiosa di leggere il seguito.
    e non vorrei trovarmi al vostro posto ma come si fa??? e lui immagino fosse tutto orgoglioso e tronfio per il pranzo portato in tavola e per tutta la scenografia inscenata.....
    davvero la parola giusta è incubo.
    la bechamelle agrodolce non ci posso proprio pensare, io che la faccio con il latte di soja, e le patate gratinate agrodolci ci posso pensare ancora meno.

    meno male che possiamo tranquillamente pensare [sbavare] ai tuoi torroncini ^^

    RispondiElimina
  12. Wow..!!! Non ho mai fatto il torrone in casa...ma dato che lo adoro forse meglio provare!!!!

    RispondiElimina
  13. Mi spiace che tu e tuo marito viviate dei momenti "altamenete critici" come questi e sinceramente non saprei immaginarmi oltre, ma i tuoi superbi racconti sono una vera chicca... al pari di questi torroncini!

    Ti auguro una serena giornata ;-)

    RispondiElimina
  14. Ops.. c'è un secondo tempo con lieto fine si spera :-) I tuoi torroncini sono favolosi, ci ho provato anch'io con una ricetta diversa e disastro, quindi conto di riprovarci ma con la tua ricetta però. Buondì bye

    RispondiElimina
  15. bellissimi i torroncini tesoro mi fanno una gola e la signora in questione magari ci avrà messo pure tutta la buona volontà ma noi italiani proprio nn siamo abbituati a certi abbinamneti e certi sapori:-)!!!adesso aspetto il seguito!!bacioni,imma

    RispondiElimina
  16. Il torrone e' bellissimo ma non dovevo leggermi il post, adesso mi sognero' la besciamella dolce e le patate con i marshmallows tutta la notte!!! Aspetto la prossima puntata, per vedere se avete mangiato il dessert!

    Ciao
    A.

    RispondiElimina
  17. i tuoi racconti mi tengono sempre con il fiato sospeso!!:-)
    Perfetti questi torroncini, li segno...come sempre!

    RispondiElimina
  18. che spettacolo questi torroncini!!mi fanno tornare a quando ero una ragazzina!!!Bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  19. Che delizia di torroncini e che bel racconto sei bravissima!!
    Buon lunedì baci!

    RispondiElimina
  20. Quattro salmi in padella!? ah ah ah mi sono divertita un sacco con questo post! Deliziosi i torroncini non mi manca niente nemmeno il termometro!

    RispondiElimina
  21. Ciao Stefania! noi aspettiamo dicembre apposta per fare scorta di torroncini ;)
    Che brava sei stata, sono davvero perfetti! golosi e dolci al punto giusto!
    complimenti!
    baci baci

    RispondiElimina
  22. Che gran bell'idea fare i torroncini home made! :-) IO adoro tutti questi dolcetti natalizi e poi, fatti in casa, sono sicuramente più genuini e più buoni! Grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  23. OH.MIO.DIO.
    Qualche giorno fa mi era venuto in mente se il famoso "amico" aveva finalmente organizzato la cena italica... e forse sarebbe stato meglio se non l'avesse fatta....ORRORE!!!
    Partecipo, con te e tuo marito, al dolore per la perdita della cucina italiana. :))
    Ma no poteva fare il classico BBQ americano???
    Mahh.
    Sono curiosa di sapere il resto, in effetti manca la descrizione del dolce....chissà che cosa avrà "sfornato"....se le lasagne erano dolci/caramellate, il dessert come minimo sarà stato salato....
    Resto in attesa.
    I tuoi torroncini mordibi una vera delizia, come tutto ciò che fai...qui sì che l'amico dovrebbe imparare!!!!

    RispondiElimina
  24. mi piacerebbe farli , se ho tempo te li copio.
    grazie per questa ricetta

    RispondiElimina
  25. Anch'io non posso fare a meno del torrone e da un po' di giorni sto maturando l'idea di prepararlo da me: terrò presente la tua ricetta :D

    RispondiElimina
  26. Mai fatto il torrone, ci credi? ma questo post è una tentazione unica e mi sa che per il pranzo di natale mi presenterò dai miei con un torrone morbido hand made...ce la farò? Complimenti Stefania!
    Un abbraccio simo

    RispondiElimina
  27. Troppo forte e troppo buoni... Brava, bravissima!! Baci

    RispondiElimina
  28. ma quanto sei brava...anche il torrone sai fare...e alla perfezione, come sempre!!!!!!!
    Voglio essere il tuo "garzone"...mi vuoi??!
    Baci!

    RispondiElimina
  29. Facciamo che sorvolo sul pranzo italo-americano e passo direttamente al torrone..... perchè....è troppo bello!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  30. noooooooo non puoi lasciarmi sul più bello!!!!! aspetterò il resto della storia troppo divertente :-) a me il torrone piace poi se è morbido lo preferisco :-)

    RispondiElimina
  31. Questa ricettina mi stuzzica molto...io adoro il torrone!!!!!grazie buona vita e buona cucina!!!

    RispondiElimina
  32. Stefania tutte a te capitano :-)
    Non vedo l'ora di sapere come ha usato la tua ricetta per fare la panna montata!!!
    Buoni i torroncini!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  33. a questi non posso resistere!!!
    te la scopiazzo manco fossi a scuola! ;))
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  34. ciao. prima volta che ti scrivo ma e' da un po' che ti seguo. mi diverti un sacco! grazie. quindi, con glucosio intendi quello in polvere? ciao. grazie

    RispondiElimina
  35. Carissima sono veramente deliziosi ed irresistibili, io lo scorso anno li ho presentati come segnaposti all'ultimo dell'anno con l'anno scritto con il cioccolato bianco, una vera delizia ho ancora impressa l'immagine di mia suocera che nel mangiare il torroncino era tutta piena di cioccolata e non smetteva più di ridere ........... neanche avesse saputo che era l'ultimo ultimo dell'anno per lei ............ non so se quest'anno me la sentirò di rifarli ricoperti, ma sicuramente i torroncini li rifarò e magari con la tua ricetta ...........
    grazie i bei ricordi è sempre bello ricordarli anche se sono un po' tristi

    un grande abbraccio
    Manu

    RispondiElimina
  36. Non ho il termometro da pasticceria, ma ho quello per la carne... fa lo stesso? Altrimenti faccio l'altro!, che per una pasticciona come me è meglio! ;)
    P.s. E poi dicono che non riescono le ricette... ma se le modificano! Consolati pensando che ti sei tolta il dente!

    RispondiElimina
  37. sono una torrone-dipendente allo stato puro!!! questa ricetta è da provare ASSOLUTAMENTE!come assolutamente è da evitare un'altra cena dallo pseudo-chef! ;)

    RispondiElimina
  38. NO, non potrei riuscire ad ingollare le patate dolci guarnite di marshmallows...Onore al merito, a te e a quel sant'uomo che ti accompagna!
    Buoni i torroncini, a me piacciono proprio solo morbidi, ma quanto a farli...aspetto, intanto mi guardo i tuoi!
    Cinzia

    RispondiElimina
  39. Ottimi veramente questi torroncini...che cena da incubbbo che avete passato, tutto sommato l'idea di scappare non era male!Bacioni! P.S. Grazie per la dritta sulla quantità di zucchero sulle treccine di Montersino, 250 g di zucchero erano davvero troppi!

    RispondiElimina
  40. Ce l'hoooooooo...l'ho appena comprato..uno dei regalini che mi sono fatta la settimana scorsa :-)
    Anche io preferisco di gran lunga la versione dolce delle colazioni americane, ma devo confessare che non disdegno neanche qualche assaggino di formaggio, il mio personale peccato mortale a cui non riesco a rinunciare :-DD

    RispondiElimina
  41. Aspetto di leggere la degna conclusione! Sul torrone, invece, non c'è da aggiungere niente, si commenta da solo: nemmeno io potrei rinunciarci!

    RispondiElimina
  42. Spassoso racconto...aspetto il finale però!
    Questi torroncini sono splendidi, complimenti!

    RispondiElimina
  43. la famosa cena! certo l'inizio è originale ma lo zucchero dappertutto è insopportabile, aiuto!
    molto meglio dei torroncini giustamente dolci!!! :-)

    RispondiElimina
  44. Fantastici questi torroncini (li farò quando mi comprerò la planetaria, senza la vedo dura…), un po' meno fantastico il buffet… ma ormai siete vaccinati… dopo aver provato le patate dolci con i marshmallow credo che non vi farà paura più niente!!! :-)

    RispondiElimina
  45. Ci pensavo giust'appunto qualche giorno fa ... "Chissà se avranno fatto la famosa cena ...", ed ecco qui il resoconto!Non farmi commentare la besciamella caramellata, attendo con ansia il seguito!Oddio, i torroncini, confermo:sono irresistibili!Smack

    RispondiElimina
  46. Aspettavo il resoconto di questa cene e aspetto anche la prossima puntata. Nel frattempo copio subitissimo la ricetta dei torroncini morbidi che preparerò per mio papà a Natale. Grazie mille della ricetta, Babi

    RispondiElimina
  47. Per me sei come una guru!
    Questi torroncini sono davvero invitanti bravissima!!

    RispondiElimina
  48. ahahah non oso immaginare il resto!!!! eh che ci possiamo fare... magari organizza tu un corso di cucina express hihihih!!!! ricettina da salvare ..mai provato a fare i torroncini... tornerete in italia per natale? kisses

    RispondiElimina
  49. Io svengo dinanzi a cotanto racconto! Ahahahahah XD
    Questi torroncini mi sa che li provo sicuramente, sono anche un'ottima idea da regalare!

    Baci e sempre mille complimenti!

    RispondiElimina
  50. Ahahahahah sei un mito!
    non vedevo l'ora di leggere il resoconto del pranzo!
    Patate ai marshmallows e besciamelle zuccherate!
    Meno male che non ha caramellato il tacchino!

    Attendo il gran finale e intanto sbocconcello uno di questi meravigliosi torroncini!

    p.s. se ne dai qualcuno al padrone di casa... magari li mette sulla pizza come guarnizione ihihihihihih!

    RispondiElimina
  51. Amo il torrone e finalmente una ricetta carina per potermelo fare in casa da sola!!! Sono contenta che alla fine escano morbidi, perchè onestamente quelli duri come pietre della Sperlari proprio non mi piacciono!

    RispondiElimina
  52. Il tunnel del terrore..eravate alle giostre e non ve ne siete accorti...Morticia e marito erano...di sicuro non l'hai vista ma c'era anche mano...
    Un bacione e mi mangio il torrone (cino..)...la rima é della tua ospite......

    RispondiElimina
  53. Mamma qui una ricetta più bella dell'altra, con tutti questi post sul torrone mi state facendo venire voglia !!

    RispondiElimina
  54. Naturalmente continuerò a passare da te per le tue ricette e per i tuoi piacevoli racconti, ma direi una bugia se dicessi che non mi interessava leggere il resoconto di questa progettata e temutissima cena! :-)
    La cosa della setta satanica mi ha fatto schiantare dal ridere! XD
    Circa la bechamelle con tocco agrodolce… beh, preferisco non commentare: non vorrei innescare un incidente diplomatico tra Italia e Stati Uniti! :-P

    RispondiElimina
  55. uuuhhh la cena degli orrori!!!ma il bello cos'è? Il dolce salato!?! :))) per fortuna che a casa avevi i tuoi torroncini a rifarti degli abomini gustati :)))

    PS: ma hai mai pensato di scrivere un libro sulle tue (dis)avventure!?!? sarebbe fantastico!!! mi fai morire ogni volta che ci racconti cosa ti succede ^.^

    un bacio dalla tua futura lettrice cartacea numero1!!!

    RispondiElimina
  56. me li segno questi torroncini, hai ragione senza di loro non è Natale!

    RispondiElimina
  57. Sono in trepidante attesa del seguito, intanto mi segno questi torroncini che a casa mia normalmente vanno a rrubbbaaa!

    RispondiElimina
  58. Mi sa che dovrò optare per l'altra ricetta, visto che per il momeno non dispongo ancora di un termometro. Ti sono venuti benissimo.
    Ma come... ci hai lasiati proprio sul più bello della cena... Alla prossima puntata.

    RispondiElimina
  59. I torroncini morbidi. Stefania, sei inarrestabile. Sai che quando mi viene in mente di provare qualche ricetta particolare il tuo è uno dei blog sui quali la cerco per prima? :)

    E poi mi giochi anche la carta della suspence... mannaggia!!

    RispondiElimina
  60. Mi fai stare in ansia....cosa vi è toccato assaggiare ancora !?!?! belli i torroncini, ma continuo a pensare alle patate con copertura di marshmellows!!!!!

    RispondiElimina
  61. Capitano tutte a te...(hai una vita sociale carina ;-) adesso sono curiosa sul resto.
    Grazier per la ricetta anch'io non rinuncerei al torrone per niente al mondo...

    RispondiElimina
  62. Complimenti!!! ...ho preso la ricetta, spero di riuscire a realizzarli..grazie! Baci

    RispondiElimina
  63. Non ho il termometro da cucina e, ad essere sincera, neanche tanta pazienza per fare il torrone :)
    Però mi piace da morire, soprattutto bianco ricoperto di cioccolato. Me li mangerei tutti i tuoi torroncini, bravissima

    RispondiElimina
  64. "quattro salmi in palestra" è geniale!!!
    Ma come te vengono?!?!?!?

    Il burro nel torrone invece no, lo boccio categoricamente!!! Anzi vai subito dietro la lavagna!!!
    ahahahahaahh

    ...e per farti perdonare rifamme sto torrone senza burro, e aggiungici 250 gr di nocciole tostate (o raddoppia quella di mandorle) e portamelo a casa! :)))

    Bacioni SMACK! ;)

    RispondiElimina
  65. Ciao i torroncini sono sempre una buona idea per un regalo... io sono presissima dai vari esperimenti per trovare i biscotti giusti da regalare a natale e poi credo userò la tua ricetta per la cioccolata calda e farò dei cioccolatini... caspita lavoro fino al pomeriggio della vigilia... quando li faròòòòòòòòòòò :-S

    hahahahahaha

    ciao

    RispondiElimina
  66. la scena del bimbo che sbatte la spada sulla testa dell'amichetto la dice tutta :D ma esilarante!
    troppo buono il tuo torrone :P
    il lo accompagno sempre con un bicchierino di buon passito siciliano :)

    RispondiElimina
  67. Come te anche io metto il torrone come primo dolce natalizio sulla lista dei preferiti, ma sicuramente quello friabile e duretto. Per quanto riguarda i tuoi amici/vicini di casa e conoscenti, devo dire che hai una bella collezione di simpatie e tipetti interessanti che pero' non vorrei approfondire nella conoscenza. Son troppo ma troppo curiosa di sapere quello che viene dopo. Mi fai ' stianta' !
    Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  68. Sto ancora ridendo, ma ve ne capitanod avvero di assurde...però ora alimento la schiera di curiosi x il seguito!!!
    Non avevo mai pensato al torrone casalingo, sei un fenomeno Stefania!

    RispondiElimina
  69. quando quando... quando sarò attrezzata con planetaria e termometro li provo di certo. nel frattempo me la rido con i tuoi racconti :)

    RispondiElimina
  70. devo recuperare il termometro allora!! :)
    Voglio il seguito... se c'era la lasagna dolce... il dolce come sarà? :)

    RispondiElimina
  71. ahah ma come fa uno a invitare la gente a cena e farsi la doccia dopo che gli ospiti siano arrivati??
    Una volta mi é capitato di andare ad una festa di compleanno e il buffet non era ancora pronto, e non intendo che mancavano i piatti! Ma dico, come?? Io, pur essendo una perenne last minute, al primo ospite al massimo devo ancora tagliare il pane ma il resto é pronto per essere servito!
    Ad ogni modo, dici che il famoso chef potrebbe mettere del sale nei tuoi meravigliosi torroncini? Sai, gisuto per dare quel non so che di particolare.. ahahah :)
    Complimenti!

    RispondiElimina
  72. Ciao!
    Ma come si fa a resistere...Io credo che cadrei in coma ipoglicemico, li mangerei in un sol boccone :-)
    Bravissima!

    RispondiElimina
  73. sembrano davvero deliziosi :) NON VEDO L'ORA DI FARLI!

    RispondiElimina
  74. Sono una vera amante del torrone, a Natale mia mamma lo compra solo per me...sono l'unica che lo adora!! La mia< preferenza va su quello croccante ma i tuoi sono una vera visione anche se più morbidi!!!Le tue storie sono sempre coinvolgenti e divertenti!!!Certo che però lo zucchero nella besciamella non si può sentire!!Un bacione cara!

    RispondiElimina
  75. Che bella ricettina....io ho fatto il torrone e per due volte mi è venuto male, ma la prima volta era caramelloso e l'ho tagliato a pezzi e coperti di cioccolato facendo dei cioccolatini, la seconda volta troppo troppo morbido e sta ancora in freezer, ma il gusto è buonissimo, chissà come potrò usarlo! E adesso siccome sono testarda....lo rifaccio come te e mi sa che devo comprare il termometro uffffff!

    RispondiElimina
  76. è molto americano per il giorno del ringraziamento la tavola deve contenere piatti agrodolci ma loro esagerano, ricordo ancora un tacchino con ostriche marrron glacè e cavoli di bruxelles, giuro!!:-))

    RispondiElimina
  77. Basta! Devo uscire allo scoperto! Non posso continuare a seguirti in silenzio quando continui a pubblicare ricette così favolose! Sei bravissima! Sappi che sei una dei miei blog di ispirazione e che mi hanno fatto decidere di aprirne uno tutto mio! Davvero complimenti e continua così!

    RispondiElimina
  78. seeee, conservarli! impossibile! e pensa che a casa avrei tutto per prepararli! il picco glicemico è salvato da un pupo urlante tetta-dipendente altrimenti mi lanciavo nella preparazione. Peccato. Mi tocca leccare il pc...

    RispondiElimina
  79. va be', il torrone ancora non avevo mai provato a farlo. ci voleva questa tua ricetta per farmi venire la voglia di tentare. l'abbinamento cioccolatoso è troppo irresistibile :-P
    (non vedo l'ora di leggere il seguito dell'horror pasto)

    RispondiElimina
  80. e tu immagino riesca anche a non mangairli vero? Io li divorerei! Mi manca il termometro (ce la farò durante le feste a passare da Peroni a Via Cola di Rienzo?!), però sono troppo belli!

    RispondiElimina
  81. sono deliziosiii!!! anche per me Natale=torrone, non ne posso fare a meno.
    bravissima come sempre.
    baci.

    RispondiElimina
  82. Ognuno è integralista a modo suo!
    Come te a preparare questi ottimi torroncini, perfetti in tutto.
    bellissimi!

    RispondiElimina
  83. oh my god :-( direi che questi originali torrnocini tolgono ogni dubbio e meno male che il tacchino non era male :-) baci

    RispondiElimina
  84. Perfettamente golosi! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  85. ti abbiamo rubato una ricetta: in forno c'è la tua cake salata spinaci e feta....la casa ha un profumo divino :)))

    RispondiElimina
  86. Non impazzisco per i dolci ma il torrone morbido è veramente irresistibile! Inizi a mangiarne uno, così, solo per assaggiare, e poi finisce che ti divori l'intera scatola. Farli in casa mi sembra un'ottima idea, non ci avevo mai pensato!

    RispondiElimina
  87. E la scorza di arancio o limone a piacere quando la si aggiunge? Siete tutte troppo brave o i commenti alle ricette sono solo teorici e le ricette di fatto non le prova mai nessuno? E non vale solo per l'Araba (he seguo religiosamente).
    Grazie.

    RispondiElimina
  88. @ lucy: no, molto peggio !

    @ Greta: anche per me si è trattato di una ricetta nuova, ma devo dire molto soddisfacente.

    @ Mary: :-)

    @ Ombretta: è che spesso penso di vivere in una candid camera :-)

    @ Gambetto: la molotov non la nominare che F. potrebbe prendere spunto per la prossima volta che ci invitano...quanto al freezer ho aggiunto il suggerimento, grazie!

    @ Federica: alla prossima puntata :-)

    @ roberta: beh, quelle patate sono un contorno tipico con il tacchino, che dovevamo fare...

    @ briggishome: grazie!

    @ Valentina: beh, perfetti no, ma almeno erano buoni!

    @ Reb: :-)))

    @ .B.: credimi, il meglio ancora non l'hai letto!!!

    @ Taty: ci vuole pazienza ma dà molta soddisfazione!

    @ Letiziando: forse "mistici" sarebbe la parola più giusta????

    @ Chez Denci: questa se si sta attenti alle temperature non tradisce :-)

    @ dolci a gogo: no, non ce la possiamo fare!!!

    @ Alessandra: un incubo anche per te!

    @ Federica: troppo gentile :-)

    @ I manicaretti di Annarè: mi piacciono troppo, una droga :-)

    @ Anna: ti ringrazio :-)

    @ Le pellegrine Artusi: allora provate ? ;-)

    @ Manuela e Silvia: a chi lo dite...

    @ Claudia: e danno pure una certa soddisfazione...

    @ ste.lele: ti lascio con il dubbio per non rovinarti il finale a sorpresa :-)

    @ antonella: mi fa piacere.

    @ Milen@, i tuoi si che erano perfetti, visti!!!

    @ L'albero della carambola: ma certo, non è difficile!

    @ Sar@: grazie!

    @ Simo: tu garzone??? sarà caso mai il contrario!

    @ Tery: ottima idea ;-)

    RispondiElimina
  89. @ Ros: quello spaccadenti non mi dà soddisfazione...

    @ Graal77: grazie ed altrettanto a te.

    @ Mariangela: ahhh vedo che hai buona memoria...

    @ Lui e Lei in Cucina: copia, copia...;-)

    @ Anonimo: intendo quello liquido, in vaso, o meglio che ha la consistenza del miele, hai presente? ciao.

    @ Manu: i ricordi fanno bene e male allo stesso tempo. Ti abbraccio.

    @ fantasie: infatti, incubo archiviato :-)

    @ Glo83; potrei non concordare?

    @ Cinzia: abbiamo gli stessi gusti!

    @ Ka': secondo me Montersino si è sbagliato, possibile???

    @ elenuccia: formaggio...solo dopo tanto dolce :-)

    @ Serena: degna o indegna :-)

    @ Marina: grazie :-)

    @ MarinaQCne: senza planetaria si fa più macello, e fatica...

    @ Meggy: e siamo pure riusciti a sopravvivere...

    @ L'angolo cottura di Babi: grazie a te!

    @ Elisabetta: addirittura :-)

    @ Love at first bite: un salto italiano l'ho fatto io, sono a Roma ora, ma vado via tra pochissimi giorni ...niente Natale romano :)

    @ Gialla: mille grazie :-)

    @ eli: li avrebbe usati come farcitura del tacchino, me lo sento...

    @ roberta: con uno mi sono rotta un dente :-( quindi no, decisamente solo morbidi!

    @ Glu.fri: sento che la mano da qualche parte c'era ...

    @ laura: grazie!

    @ Viviana B: mi sa che l'incidente diplomatico ormai è in corso...

    @ UnaZebrApois: libro??? no, meglio il blog :-)

    @ Chiara: vedo che la pensiamo uguale :-)

    RispondiElimina
  90. @ Franceschina: e dove non vanno a ruba?

    @ Ilaria: anche l'altra è davvero ottima!

    @ Your Noise: grazie della fiducia!!!

    @ franci e vale: sai che solo il pensiero mi fa venire la nausea???

    @ Pellegrina: sul momento noi nemmeno quelle...

    @ Edda: credo di vivere in una candid camera, prima o poi usciranno le telecamere, me lo sento :)

    @ Fullina: grazie a te.

    @ Zia Elle: sul termometro cambiando la ricetta si può prescindere, sulla pazienza purtroppo no:-))) un bacione!

    @ Ziopiero: ma devo mettere pure le orecchie d'asino???? :-)))

    @ pannifricius delicius: diciamo che non sono la ricetta migliore se si ha fretta, buoni esperimenti comunque!

    @ Gio: abbinamento ottimo!

    @ Patty: sarai presto accontentata:-)

    @ Saretta: saremo noi che le attiriamo???

    @ Passiflora: ;-)

    @ Monica_un biscotto al giorno: ottima domanda...

    @ Elvira Coot: non ne ho idea, se non ho tutto pronto mezz'ora prima dell'arrivo degli ospiti mi prende il panico...

    @ Cinzia: ti capisco :-)

    @ Antonella Leone: grazie!

    @ Ambra: quello duro una volta mi ha spaccato un dente, da allora solo morbido ;-)

    @ Flò: tutto sta a trovare la ricetta giusta, anche io ho patito parecchio...

    @ Gunther: stavi peggio di me!!!

    @ Zonzolando: che bel complimento, grazie!!!

    @ Shade: ed il pc tanto buono non è...

    @ la Ucci: eh si, irresistibile è la parola giusta...

    @ Francesca V: diciamo che ci vuole strenua forza di volontà, è durissima!!!

    @ Betty: senza torrone non è Natale :-)

    @ gloria cucè: parole sante!

    @ Ely: ti giuro, almeno quello era commestibile :-)

    @ sississima: grazie!

    @ labandadeibroccoli: come è venuta???

    @ Nero di Seppia: infatti, piccoli e subdoli...

    @ Baci54: insieme alla vaniglia ed il burro, è scritto sotto la seconda foto del procedimento. Per gli altri non ti so dire, ma provo una marea di ricette dagli altri blog :-) ciao e grazie !

    RispondiElimina
  91. Hai ragione, scusami. Malgrado abbia riletto più volte la ricetta, la scorza ha continuato a sfuggirmi. Sarà lo stress prenatalizio.. Comunque le tue ricette non solo vengono spesso testate, ma hanno diritto ad una cartella tutta loro nelle ricette "di casa".
    Auguri di Buone Feste!

    RispondiElimina
  92. Che onore, grazie! E buonissime feste anche a te.

    RispondiElimina
  93. Buoni questi torroncini, mi segno anche questa :)

    RispondiElimina
  94. tranqui Stefy! con queste dosi usando il bimby l'impasto risulta liquido, non ho potuto utilizzarlo, invece partendo da quella che avevo (torrone duro) aggiungendo il burro e qualche goccia di estratto di vaniglia,ho potuto ottenere un impasto morbido che si solidificava raffreddandosi e mi sn trovata bene, parlo di ricetta adattata al bimby, ovviamente c'è da sperimentare, si dovrebbe riprovare modificando un po' le dosi, se ci sn troppi liquidi non va bene, forse cn meno miele, tanto ci riproverò :)

    RispondiElimina
  95. Ah, quindi era l'adattamento al bimby...mi ero preoccupata :-) ciao e grazie!

    RispondiElimina
  96. Buona Sera Stefania!
    Mamma mia credo sia un mese che manco dai blog di tutti... ho avuto il PC in assistenza ed ho perso l'elenco dei feed il che aggiunto al tempo sempre più tiranno....
    Chiacchiere a parte volevo augurarti buon anno ricco e goloso! I torroncini ce li ho in lista d'attesa da un po' e terrò conto dei tuoi consigli! Chissà se riesco a farli per la befana... la planetaria mi manca, ma il termometro c'è... in qualche modo farò!!! Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  97. ciao! Leggo spesso il tuo blog e sono appassionatissima delle tue ricette, sono una meglio dell'altra e poi sei simpaticissima nei tou racconti :) mi chiedevo, visto che s,valentino si avvicina, se potevo sostituire il glucosio con il miele.. non me ne intendo molto di queste cose perciò chiedo. Complimenti ancora per il blog, a presto!

    RispondiElimina
  98. Ciao Milla, in questa ricetta meglio di no, o i torroncini non starebbero insieme.
    A presto!

    RispondiElimina
  99. grazie mille, soprattutto per la velociyà nel rispondere! Allora se trovo il glucosio ti farò sapere:)

    RispondiElimina