lunedì 5 settembre 2011

Galette di susine e mandorle


Uno squillo improvviso quanto inopportuno, vista l'ora.
Una voce inconfondibile dall'altra parte, che mi fa rimpiangere di non aver dato ascolto a quel primo fortissimo impulso che mi diceva non rispondere.
Una conversazione, o meglio un monologo, di una noia mortale occupa i dieci minuti successivi.
Però sono in attesa.
Lo sento, non è finita qui.
D'altronde l'interlocutrice gode qui di una certa fama, e sapevo che non mi avrebbe deluso nemmeno stavolta.
Ho una cena, ma non mi sento bene.
Beh, questo mi dispiace.
Dovevo portare un dolce, ma non ho le forze per farlo.
Ma sei stai male, immagino, non hai nemmeno le forze per andare. O no?
Un attimo di silenzio, e poi diretta come un missile.
Me lo fai tu?
Tutto è un po' più chiaro, ora.
Mi assale una voglia immensa di dire di no nello stesso tempo in cui mi vengono in mente tutte le buone maniere con cui sono stata educata, e che mi farebbero sentire in colpa per il resto della vita.
Si, così io non perdo tempo e mi riposo.
Che gentilezza. Quindi chiedi a me un dolce così non perdi tempo, mentre evidentemente io ne ho in abbondanza.
Non piuttosto perchè ti sei strafogata tutti quelli che ti ho offerto con l'appetito di un gladiatore, no.
La mia mamma diceva sempre che bisogna essere superiori, ma credo che a lei venisse più facile.
Dal canto mio sento piuttosto l'hooligan nascosto in me suggerirmi idee malsane tipo farle una meringa con il sale al posto dello zucchero, o una crostata dove i fichi siano veramente sostituiti dalle melanzane.
Quella al cioccolato va bene?
Mannaggia a me e quando mi viene in mente di chiedere.
No, che se poi dopo prendo il bicarbonato mi viene su aria al cioccolato.
Frase testuale.
Santo cielo.
Sono diventata di sale, tutto quello che avrei voluto mettere nella meringa di cui sopra.
Ho solo uno scopo, ora: terminare questa conversazione il più in fretta possibile.
Ok, te ne faccio una alla frutta.
E spero non mi sia dato mai dato di sapere che effetto le abbiano fatto le prugne e le susine della torta :-)


Cos'è una galette? Un dolce basso senza copertura, che a differenza di una tart non abbia i bordi rifiniti, parola di Martha Stewart.
Parola mia invece che è un sogno! Il leggero acidulo della frutta, un profumo di mandorla ed una pasta...che dire, friabilissima ed irresistibile. Di una semplicità estrema ma dal risultato sorprendente.
I bordi irregolari sono parte del fascino di questo dolce rustico, e se lo dice Martha Stewart chi sono io per contraddirla? ;-)

Nota personale: la mia amica Cinzia ha aperto un sito tutto suo, pieno di ricette, curiosità, eventi, consigli utili... Andate a farci un giro, e ci troverete di tutto. Tanto piu' che lei, per alcuni di voi, e' una vecchia conoscenza ;-)



GALETTE DI SUSINE E MANDORLE
da Pies and Tarts di Martha Stewart
( per un dolce di circa 30 cm di diametro)


per la pasta brisèe

250g di farina
un cucchiaino di sale
un cucchiaino di zucchero
226g di burro molto freddo
da 60 a 110 ml di acqua ghiacciata circa, dovrete regolarvi

per il ripieno

5 o 6 susine ( o prugne) ben mature
30 g di mandorle pelate
30 g di farina
40 g di zucchero semolato
poca panna liquida, per spennellare ed un cucchiaio di zucchero per la finitura


Preparare la pasta: mescolare la farina, il sale e lo zucchero. Aggiungervi quindi il burro molto freddo a pezzetti e cominciare ad intridere con le dita il burro con la farina, velocemente, fino a che il composto risulterà come tante briciole.
Se si possiede un'impastatrice, si può fare il tutto utilizzando la frusta a K.
Ora lavorando velocemente aggiungere i primi 60 ml di acqua ghiacciata, dopodichè continuare con un cucchiaio d'acqua alla volta fino a che il composto sta insieme, senza andare oltre.
Non impastare, non deve essere totalmente omogeneo!
Avvolgere quindi in pellicola trasparente e far riposare in frigo almeno un'ora.
Per il ripieno: mettere nel mixer con le lame le mandorle, la farina e lo zucchero. Frullare fino a che il tutto sarà una polvere grossolana. Affettare le susine,dopo averle snocciolate, per il lungo, mantenendo le fette una a fianco all'altra.
Stendere la pasta su carta forno, aiutandosi con poca farina, in un cerchio irregolare di circa 35 cm.
Spolverizzarlo uniformemente con il composto di mandorle e poi trasferire, aiutandosi con la lama di un coltello o una spatola, le mezze susine affettate in modo da creare un motivo irregolare. Premere leggermente sulle fette con le dita in modo da allargarle.



Ripiegare il bordo sulla frutta e mettere il dolce in frigo 30 minuti, quindi spennellare il bordo con la panna liquida e spolverizzare le susine con un po' di zucchero semolato a piacere, circa un cucchiaio colmo.




Trasferire su una placca e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa un'ora, 70 minuti ( nel mio forno ce ne sono voluti 65, la pasta non ' sottilissima e necessita di un po' di tempo per cuocere) finchè la frutta sarà lucida, la crosta ben colorita e lo sciroppo creatosi in cottura farà le bolle.
Far raffreddare completamente prima di servire.


NOTE:

- come tutte le crostate è più buona il giorno stesso, ma quello dopo non ci siamo lamentati...;-)

- la brisèe, come la maggior parte di questo genere di impasto, può essere preparata in anticipo e conservata un paio di giorni in frigo o addirittura surgelata.

- la pasta ha un gusto neutro, che la rende adatta anche a preparazioni salate senza cambiarla di una virgola.

102 commenti:

  1. mah....io avrei preferito l'olezzo al cioccolato che quello alla prugna ;-) però de gustibus....Tu, Araba, sei un mito!!!!

    RispondiElimina
  2. Acci che faccina tostina.... ^__^ Ma per te è stata l'occasione di tirar fuori questo ben di dio.... Che meraviglia, originale il bordo così irregolare!! Brava come sempre!!
    Franci

    RispondiElimina
  3. Ma che bontà!!!
    Come sempre...bravissima.
    Un bacione
    Lu

    RispondiElimina
  4. Avercene di amiche come te ad un raggio di pochi metri :D

    RispondiElimina
  5. troppo forte Stefania, sei troppo forte!!! e anche oggi ci prendi per la gola con una tua meraviglia!!!!!!

    RispondiElimina
  6. ma quanta pazienza hai carissima Stefania...sei proprio brava, però la torta ha un aspetto molto stuzzicante...baci

    RispondiElimina
  7. In qualità di ex moglie onirica di Paul A. Young posso tranquillamente affermare che "l'aria al cioccolato" è decisamente più nobile dell'aria alle prugne. ^_^
    Niente di personale, eh, e assolutamente niente di denigratorio nei confronti di questa galette, che invece mi ispira un sacco e che preparerò quanto prima.
    Prometto di non darmi arie. :-D

    RispondiElimina
  8. Ne so qualcosa di istinti sopiti a non rispondere a telefono...purtroppo!
    Santa subito? Anche prima :))
    Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  9. non se ne può più de sta tipa....;-P
    grazie per la ricetta, ho giusto giusto le susine della campagna...!

    RispondiElimina
  10. Certo che ci vuole una bella faccia tosta....e tu hai mantenuto un alto tasso di educazione ad accontentarla nella richiesta!!!

    Sono andata a visitare il sito....non sono sicurissima, ma forse qualche idea su Cinzia ce l'ho.....Cinzia Cinzia giuto???
    ps. stavo per dimenticare: il dolce deve essere ottimo!!!

    RispondiElimina
  11. Figurati, io ero ancora alla Galette des Rois con la pasta sfoglia inversa!
    C'era tutto un genere che mi era sfuggito... ;-)
    Buona giornata!

    P.S.: a volerla inventare una "personaggia" così non ci sarebbe verso! :-DDD

    RispondiElimina
  12. certo che questa signora ha una bella faccia tosta!

    questa galette non se la meritava proprio, davvero gliel'hai fatta? troppo buona!

    RispondiElimina
  13. Mah! Difficile trattenersi dal rispondere per le rime a questa tizia!
    Ma, alla fine, i complimenti per la torta te li ha fatti?!?!??

    RispondiElimina
  14. ahahahaha la faccia tosta non ha limiti !!
    Tu pero', se poi gli fai dei dolci così, sappi che ne approfitterà !!!!!!!
    A presto, buona settimana !!!

    RispondiElimina
  15. La torta come al solito è squisitissima....l'invadenza della sig.ra come al solito un po'meno! ;-)

    RispondiElimina
  16. che bontà di dolce! e poi è veloce!!!certo io la pasta brisè ancora la compero...ma potrei anche pensare di farla per questo dolcetto :P

    RispondiElimina
  17. Oh si, ne siamo sempre più convinti: dovresti scriverci un libro su questa Signora!
    Favolosa questa galette, complimenti!

    RispondiElimina
  18. No vabbè, questa ha una faccia tosta unica. E sono certa che dopo questa enorme concessione (sia morale, che pasticcera) troverà mille e altre scuse per approfittare delle tue qualità!
    In ogni caso è davvero un'idea salvatempo, la proverò... secondo te le pesche noci vanno bene in sostituzione delle prugne? Qui già sono quasi sparite dalla circolazione...
    Buon lunedì Araba e... complimenti per il sangue freddo! :p

    RispondiElimina
  19. ...mi raccomando, 226 gr, non uno di meno!!!
    ahahahah
    Bacioni, teso' :))))

    p.s. sapevi che avrei scritto così, eh? ;)

    RispondiElimina
  20. Certo che è davvero un mito (al negativo) 'sta donna!!! mi piacerebbe vedere com'è, perchè me ne sono fatta una certa immagine non propriamente

    RispondiElimina
  21. Ahahahah! questa dell'aria al cioccolato me la rivendo!!! Ho provato anche io questa ricetta, hai ragione la pasta è fantastica, friabile e si scioglie i bocca...cosa che a leggerla sembra quasi un controsenso, invece è così, certo però per le maldestre come me è un po difficile sa maneggiare! Buona giornata ciao :)

    RispondiElimina
  22. La signora andrebbe tutelata dall'Unesco.

    RispondiElimina
  23. Non sò come fai...ma è sempre fatto bene! Complimenti sei fortissima. I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  24. Eheheh.. la sig.ra colpisce ancora!! Ma si è trasferita in maniera definitiva? Avevo capito che era solo in visita per un tot di tempo... Ottima dimostrazione di superiorità, ma quando ti sei morsa la lingua per non risponderle a tono ti sei fatta male?? :-)) Ciao ciao

    RispondiElimina
  25. Che buona che dev'essere questa torta! i tuoi vicini sono davvero fortunati ad averti (fortunati e anche un pò facce ...toste)!!
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  26. OOOOOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHH...ma tu sei troppo buona, io una cosa così non la preparavo certo per quella infingarda!!! Ti prego fallo per me...per la mia innata rompigliaggene, non farle più un favore così!!!!

    VAdo dalla tua amica, bacioni e buon inizio settimana, Flavia

    RispondiElimina
  27. Ci vuole pazienza, taaaanta pazienza con persone così! Oppure basterebbe dire di no un po' più spesso, ma di certo la faccia tosta non le manca per cui non è detto che si fermerebbe lì... :)

    Bella la torta, ne fai una anche a me? ;)
    oppure basta che passi a trovarmi per il mio nuovo (primo!) contest! Che dici?

    Ilaura

    RispondiElimina
  28. Questa torta dev'essere deliziosa, appena ci capitano delle susine sottomano la faccio!!
    PS I tuoi post sono sempre esilaranti :)

    RispondiElimina
  29. Grazie a te ho imparato la differenza tra tart e galette.
    Buona giornata Stefania.

    RispondiElimina
  30. Dovevi prepararle una alla panna e poi farle lo sgambetto mentre se ne andava. Che personaggio. Uffff, quanto mi dispiacerebbe dover regalare una galette come questa

    RispondiElimina
  31. Stefy sei stata trooooppo buona!!!
    E' proprio un'approfittatrice nè !!

    Che delizia questa crostata!!

    RispondiElimina
  32. Tu sei troppo buona...
    ...ma anche questa galette lo è, fortunata la tua amica!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. come ti capisco, io nemmeno so dire di no, poi mi assale un'irrefrenabile voglia di vendetta, ma come si fa? si impasta e ci si guadagna una fetta di paradiso... o almeno di torta! :)

    RispondiElimina
  34. molto bella, e anche semplice!!!

    RispondiElimina
  35. bellissima e gustosissima...ci sono delle persone che hanno una sfacciataggine fuori dal comune!!! il bello che sono quasi convinti di farti piacere! Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  36. Che vicini fortunati prima di tutte perche sei una persona speciale e poi perche vedi che meravigliosa preparazione le hai fatto??mi intriga tantisssimo tesoro questo dolce!!!bacioni,imma

    RispondiElimina
  37. Buonaaaaaaaaa, il mio compagno poi adora le prugne...ciao SILVIA

    RispondiElimina
  38. Mi viene su aria al cioccolato....non l'avevamo mai sentita prima, hai fatto bene a non indagare riguardo le prugne! MA avrà gradito così tanto che tornerà all'attacco in occasione della prossima cena! Non conoscevamo le galette, è una preparazione che ci intriga tanto, ce le prepariamo....oppure che dici, passiamo da te e ti chiediamo se...
    Baciotti :-D
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  39. sei troppo buona... come i tuoi dolci, è per questo che teli chiedono! :-D

    RispondiElimina
  40. golosissima!!! e complimenti per la pazienza...anche se io le avrei messo le melanzane!!! ;DD

    RispondiElimina
  41. Sono sicura che anche questa "gallette" sia deliziosa perchè ormai hai l' occhio per le ricette giuste. Quanto alla signora, conosco perfettamente questo tipo di persone: il loro difetto più grande è l' avarizia, quella che impedisce loro di donare il proprio tempo come dono mentre si prepara un dolce. Loro, il tempo non lo sprecano per nessuno.

    RispondiElimina
  42. ihihi..sei stata troppo buona! :) quelkla ke ti risale su il cioccolato..non la sapevo! ce n'è di gente a questo mondo! deliziosa e super pratica questa crostata! proverò! un bacio carissima!

    RispondiElimina
  43. La telefonata che hai ricevuto mi ricorda qualche mia vecchia conversazione. Quando le persone che conosci sanno che c'è qualcosa in particolare che ti viene bene sono subito a chiedere di poterla avere in ogni occasione. Proprio come se noi non avessimo altro da fare e stessimo lì ad aspettare la loro richiesta!!
    Ok, sfoghi a parte... mal comune è mezzo gaudio!!
    Non sapevo che questa torta si chiamasse Galette. L'ho assaggiata una volta ed è veramente strepitosa.

    RispondiElimina
  44. Tu oltre ad essere un araba felice sei anche troppo gentile... con questo delizioso dolce mi sa che la tua amica ritornerà presto a disturbarti!!!

    RispondiElimina
  45. Ma ti lamenti pure? Prima fai delle cose simili e poi protesti? Mi pare il minimo che ti chiedano di farle anche per ...interposto dessert hahahahaha
    Certo che se continui così non la smetteranno mai: io avrei fatto la crostata alle melanzane :-D
    Ciaooo

    RispondiElimina
  46. Ma che bontà trovo sempre qui in questo bellissimo blog!!! Baci!!

    RispondiElimina
  47. Ci vuole proprio coraggio da vendere per avere una certa faccia tosta......ma anche per riuscire ad essere ugualmente gentile. Io, al posto tuo, non cosa avrei detto!!
    Certo che questa tua amica e' davvero esilarante, degna di conquistare un posto d'onore in qualche film comico!!

    Comunque sia, questo dolce deve essere davvero paradisiaco, gia' il fatto che ci sia la pasta brisee', che io adoro...e niente uova...il che non e' da poco dato che spesso capita di voler fare un dolce ma ci ritroviamo senza.

    Mi piace un sacco:))

    RispondiElimina
  48. Sei sempre bravissima e piena di idee golose!!
    un bacione anna

    RispondiElimina
  49. Per quanto le melanzane al cioccolato.....

    RispondiElimina
  50. Un'idea meravigliosa! Golosissime!

    RispondiElimina
  51. Stefania, con questa telefonata hai meritato ufficialmente il passaggio per la beatificazione. Questa signora, diventata ufficialmente un personaggio da adottare per un romanzo giallo (nel ruolo di vittima ovviamente - e mi viene in mente che questa volta l'assassino non è il maggiordomo ma la cuoca;)) ce ne farà vedere delle belle ancora per molto tempo. Ne sono certa. Inoltre, pensavo, visto che le prugne hanno spesso degli effetti collaterali simili a quelli di certi legumi, spero che non ti racconti che l'aria, invece di venirle su, le è andata giù! Scusa la trivialità. Ti adoro! Un bacio, Pat

    RispondiElimina
  52. Ahhhh, dimenticavo: ti ho visto su Cosmo! Peccato così poco spazio! Una paginata ti dovevano dare, uffa! Un bacio, Pat

    RispondiElimina
  53. Eh, li conosco bene questi soggetti...che pazienza che ci vuole!
    Ovviamente con la tua galette avrà fatto un figurone!!

    RispondiElimina
  54. questa donna si supera sempre di più eh ahahah
    non conoscevo la galette, mi piace molto, devo provarla! un bacione! :)

    RispondiElimina
  55. Come sempre unica nella ricetta come nella stesura del racconto da leggere tutto d'un fiato.Complimenti come sempre.

    RispondiElimina
  56. ma quanto è bella questa torta aperta, araba?Dimmi, quanto è bella?

    RispondiElimina
  57. Se facessi tutte le cose che penso quando la gente si vuole approfittare di me, sarei già segnalata alla polizia!!!Poi anch'io, causa futuro senso di colpa, cedo! La gallette è davvero deliziosa! Per quanto riguarda l'aria al cioccolato la signora mostra di essere una contessa, speriamo le prugne non le faccino effetto, sennò avrai un'altra delicata telefonata! baci!

    RispondiElimina
  58. adoro l'abbinamento susine-mandorle, di solito sono sempre fedele alla crostata che preparo da anni (tra l'altro l'ho pubblicata recentemente) ma per assaggiare questa farei volentieri un'eccezione... sembra ottima!
    ciao

    RispondiElimina
  59. Original y tiene que estar deliciosa.

    Saludos

    RispondiElimina
  60. che spettacolo!!!qui in giro le prugne abbondano e quindi un idea "felice" per confezionarle con quel tocco francofilo che piace tanto anche a me!!!
    P.S.nei tuoi panni credo che il sale nella meringa non me lo avrebbe tolto di testa nessuno!!! pace all'anima....
    salutoni Marika

    RispondiElimina
  61. Davvero invitante, perfetta su una tavola per una cena di fine estate!

    RispondiElimina
  62. Ne approfitterei anche io di te, se ti avessi come vicina, fai dei dolci meravigliosi! ;-) Questo poi è davvero originale e sopratutto delizioso!

    RispondiElimina
  63. @ Francesca: io...non so cosa NON preferire!!!

    @ Francesca: tostina? un complimento...

    @ Cucina di casa da Lu: grazie!

    @ Milen@: beh, sarei volentieri tua vicina, ma per assaggiare i tuoi, di dolci!

    @ Federica: :-)

    @ Tamtam: e non so come faccio, credimi!!!

    @ mapi: se lo dici tu, mi fido :-))))

    @ Federica: ma come si fa? poi penso sempre che sia qualcosa di urgentissimo...

    @ Giovanna: ;-)

    @ Artù: si!!! é Cinzia-Cinzia ;-)

    @ Mary: grazie!

    @ Nanninanni: se me l'avessero "raccontata" non ci avrei creduto...

    @ La Gaia Celiaca: ebbene si...

    @ Framm: ehm..no!

    @ Mascia: lo so, lo so...

    @ Emanuela-Pane burro e alici: esattamente vero ;-)

    @ Cranberry: no!! quando la farai da te capirai che con quella comprata non c'entra nulla ;-)

    @ Lerocherhotel: purtroppo avrei argomenti sufficienti...

    @ Raffaella: direi che si, puoi usarle...certo l'asprigno delle prugne non ha eguali, ma sono certa verà buona ugualmente!

    @ Ziopiero: lo sai che ti pensavo mentre scrivevo!!!! ti aspettavo...e inoltro le lamentele a Martha ;-)

    @ franci e vale: vivi bene anche senza vederla, credimi sulla parola...

    @ Greta: ma no, basta che sia ben fredda...e poi figurati, maldestra tu???

    @ l'economa domestica: inoltriamo una richiesta ufficiale???

    RispondiElimina
  64. mi piacerebbe sapere se la torta è piaciuta alla tua simpatica "interlocutrice" o se ha avuto da ridire , sai com'è ...:-) la martha è uno dei miei miti questa galette mi ispira però io il bordo glielo avrei rifinito lo stesso (che maniaca vero???) :-)

    RispondiElimina
  65. eccomi tornato!
    avevo dimenticato le tue simpatiche storie, che bello rileggerti :)
    ma che pazienza che hai avuto!
    la galette? mmmmmm golosa! :P

    RispondiElimina
  66. La signora in questione ha una bella "faccia come le lastre", oltre che un reflusso gastroesofageo mica da ridere!!!
    Ma davvero tu le hai affidato una crostata così fragrante e golosa? Sicuramente l'avrà pure spacciata per sua :(( Hai avuto l'accortezza di farne due, spero! :D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  67. Non la conosco ma sta persona mi è antipatica!! anch'io come te non so dire di no ma a volte quanto vorrei non ascoltare la mia parte educata!!! sempre brava Stefy e copio anche questa ; )) ormai una cartella nominata "Araba" ; )))

    RispondiElimina
  68. Beh, se non altro è sincera, la nostra ormai amica! bello questo dolce, mi ricordo la crostata di fichi del tuo precedente post, che è il dolce che farò per primo non appena avrò la cucin, voglio provare questi impasti irregolari!
    Ciao, buon lavoro....avrai un posto in paradiso! :-)
    Cinzia

    RispondiElimina
  69. ma che meraviglia! l'altro giorno ho fatto una torta simile con le prugne, ma la tua è mille volte più buona!!

    RispondiElimina
  70. Ma sono l'ultima? Scusami ma mi ero distratta un attimo e dalla foto pensavo fosse marmellata, sai sempre stupirmi con ricette semplici ,ma ottime...a proposito ho provato la tua mousse al limon eper una torta ed è fantastica, la prossima volto prima di divorarla farò le foto!!
    grazie per le tue ricette loredana

    RispondiElimina
  71. La mamma di un compagno del pargolo n. 2 un giorno mi chiama alle 18 e mi dice: "domani a pranzo venite da me e tu fai il gelo di mellone!"... Le rispondo che non ce la faccio, ci vuole più tempo... Risposta: "arrangiati"! E io mi sono arrangiata e le ho fatto la torta al cioccolato! ;)

    RispondiElimina
  72. Stefania, sei troppo buona e generosa! Ma come fai? Questa gallette, per quanto sembra semplice e un pò rustica, è favolosa e molto elegante!
    Un bacione, Santa Donna!

    RispondiElimina
  73. mmm...sembra buona pure a me! ma secondo te eliminando quel cucchiaino di zucchero viene una brisèè neutra buona anche per il salato? stoc ercando una ricetta di brisèè salata buona!!!!

    RispondiElimina
  74. ha un aspetto delizioso ! Buona giornata, un bacione....

    RispondiElimina
  75. Beh, la nostra "amica" non si smentisce mai, ti sta dando dell'ottimo materiale per un libro sulle buone maniere :-) la torta ha un aspetto favoloso, grazie per l'idea!
    Camy

    RispondiElimina
  76. qui da te ce sempre da meravigliarsi ... ricette sempre deliziose ...
    bravissima come sempre..
    un abbraccio cara da lia

    RispondiElimina
  77. ciao Stefania,scusa se commento a questo post per la seconda volta,sarò invadente,ma non posso,farne a meno:
    intanto ho provato questa gallette di susine e ti devo ringraziare,é DIVINA!!!
    Secondo ti devo fare una confessione, non è da molto che ti ho scoperto (e mi rammarico che non sia capitato prima)ma da quando leggo i tuoi post,ne sono diventata 'dipendente'....mi sto leggendo poco a poco tutto l'archivio,facendomi tante risate perchè scrivi con sagacia ma anche tanto buon gusto e scoprendo tante idee entusiasmanti! e quindi oltre che renderti il giusto onore volevo anche ringraziarti...ecco tutto!
    Da ciò comprenderai che d'ora in avanti sarò dannatamente attenta alle tue news!
    A presto,Marika

    RispondiElimina
  78. ciao cara Stefania!!!!! come stai? che bello rileggerti :-) spero tu abbia passato delle splendide vacanze. In quanto alla ricetta di oggi, l'adoro, ecco!!! io ne faccio una molto simile, di Donna Hay ed è sempre un successo, in primis per me :D Veramente deliziosa. Però proverò anche la versione di Martha, non sia mai che resto col dubbio :D
    Un bacione
    Un bacione

    RispondiElimina
  79. Senza vergogna O.o
    Io l'avrei mandata a quel paese prima di subito! :) Complimenti per la pazienza :)))

    www.narcysaretrochic.com

    RispondiElimina
  80. Ti dico solo che cocnosco una persona che un giorno mi ha detto che organizzava una festa e se le potevo dare una mano facendo un dolce... non solo dopo non mi ha invitata ma mi hanno anche detto che si pavoneggiava dicendo che quella torta era una ricetta di famiglia..
    Ogni tanto vorrei girare con un lanciafiamme in borsa!! Hihi.

    RispondiElimina
  81. Bhuahahhahah no ti prego scambiare gli ingredienti no :)))
    Bel dolce!

    RispondiElimina
  82. la ricetta è splendida, ma la notizia del nuovo sito di Cinzia ancora di più ;-)
    A.

    RispondiElimina
  83. La prossima volta che fingo di stare male te la faccio pure io una telefonata...hihihihi un bacio

    RispondiElimina
  84. ...e la pazienza bien premiata! E tu ne hai di pazienza...!
    Il premio sono tutti i complimenti che vano a te e non alla signora melanzana, per questa le altre tue ricette !

    (ed io ho fatto la torta fichi e mandorle,uno tripudio di sapori!)
    besos

    RispondiElimina
  85. Mi è venuto in mente: "ma non è che la signora in questione possa venire a vedere cosa scrivi di lei sul tuo blog?"
    Ma poi ho pensato che essendo così"impedita non sappia neppure come accendere il pc..
    E mi viene anche in mente che bisognerebbe imparare a difendersi dal prossimo soprattutto quando è così invadente...ma vedo che tu non ne sei capace...sei troppo gentile.....
    Il dolce è ottimo, su questo non ci piove, ma mi piacerebbe sapere quanto lo ha apprezzato la tua impagabile amica...
    Ma quanto si trattiene in Arabia????
    Baci e coraggio!!!

    RispondiElimina
  86. Molto buona così: davvero veloce da preparare e chissà com'è buona poi da gustare! tutto il sapore delle susine!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  87. Io ai 90 commenti non arrivero' mai :)
    Ti ho risposto, da me, fammi poi sapere se e' plausibile....

    RispondiElimina
  88. @ Nick e Dana: grazie, ma magari fosse fatto sempre bene!

    @ Chez Denci: temo che si trovi molto bene e per questo stia allungando la permanenza...

    @ Mariangela: dipende. Le mie amiche dicono che le faccio ingrassare :-)

    @ EliFla: non so se potro' non farle piu' favori, ma ti pensero' alla prossima richiesta ;-)

    @ Ilaura: ti vengo a trovare, e se passi ti faccio trovare pure la torta :-)

    @ El Pasticcio: grazie!

    @ Mariabianca: figurati, l'ho appena imparato pure io!

    @ Dajana: accidenti, e' una bellissima idea!!!

    @ Sara: un po' lo e'...:-)

    @ Simo: :-)

    @ Monica-Un biscotto al giorno: ahahahahahaah

    @ Tamara: semplicissima, prova!

    @ Le pellegrine Artusi: giusta osservazione, pare ti facciano un favore comunque!

    @ dolci a gogo: no no, Imma, ho meditato vendetta durante tutta la preparazione...

    @ sississima: perfetta, allora ;-)

    @ Luca e Sabrina: per voi la preparerei volentieri, invece ;-)

    @ Acquolina: e su altre cose sono una jena, vedi tu...

    @ Glo83: sarebbe stato bello farle lo scherzetto...

    @ Carla: vero, ma in certi casi diciamo che e' anche mancanza totale di capacita' alcuna!

    @ vickyart: vero, di tutti i tipi...

    @ Ilaria: eh si, ce ne sono tante cosi'...

    @ Sar@: vedremo...;-)

    @ JAJO: lo so, la tentazione era forte :-)

    @ Agata: grazie!

    @ giulia: grazie! Effettivamente la particolarita' di farsi senza uova e' comoda, per quando il frigo piange...

    RispondiElimina
  89. Mi hai fatto troppo ridere con questo post: vedevo la scena!
    Ma, di contrpartita mi hai fatto venire l'acquolina perchè è lampante di quanto sia buonissimo questo dolce.
    E grazie per gli auguri e l'incoraggiamento di ieri. :*

    RispondiElimina
  90. @ Anna: grazie come sempre :-)

    @ Corrado T: l'ho pensato anche io, ma credo sia troppo per il palato della signora...

    @ Kiara: grazie!

    @ Patty: e' proprio quello che ho tristemente pensato pure io...quanto a Cosmo, beh, poco e' meglio di niente!!!

    @ Zia Elle: temo di si...

    @ Le ricette dell'Amore Vero: e so che puo' sempre superarsi, questo e' il bello...

    @ annamaria: che gentile, grazie!

    @ pips: io la trovo stupenda, ma sono di parte :-)

    @ Ka': hai detto bene, una contessa...

    @ Caia: la cerchero' da te allora !

    @ jose manuel: mille grazie!

    @ marika: ahahahahaah sei perfida come me :-)

    @ Elga: grazie, mia cara :-)

    @ Claudia: con te sarebbe un piacere ;-)

    @ laroby: nooooo! se Martha dice di non rifinirlo dobbiamo obbedire :-)))

    @ Gio: un piacere per me rileggere te, grazie!

    @ Patrizia: beh, si, era il minimo, una per lei una per noi ;-)

    @ titty: addirittura una cartella, grazie :-)

    @ Cinzia: non credo. I pensieri che faccio mi fregano ;-)

    RispondiElimina
  91. Ciao
    la prossima volta segui il tuo istinto...non rispondere! Comunque la gallette m'invita molto, anche perchè con la tart ho un rapporto un po' burrascoso (diciamo che non è trai miei cavalli di battaglia). Insomma ci provo e ti faccio sapere.
    A presto
    Ale

    RispondiElimina
  92. fatto, è semplicemente stupendo!

    RispondiElimina
  93. @ RIbes e Cannella: invece io credo che la tua non avesse nulla da invidiare a questa :-)

    @ Arianna: grazie.

    @ Loredana: mi lasci con la curiosità!

    @ fantasie: certo anche tu come compagnie non scherzi...

    @ Giulia: ahahahaah grazie mia cara!

    @ Aria: non eliminarlo, è perfettamente neutra così!

    @ Chiara: mille grazie, ed altrettanto a te :-)

    @ Le Temp des Cerises: dovremmo farlo scrivere a lei...

    @ Provare per Gustare: ma grazie!

    @ marika: mille grazie davvero. Sapere di non annoiare è una gran consolazione :-) Un bacione!

    @ viola: hai già postato la tua? sono curiosa...

    @ NArcysa: ma come faccio...anche se vorrei!!!

    @ valentina: ah benissimo....che gente!!!

    @ pagnottella: e farli andare a male?:-)))

    @ fragoliva : ;-)

    @ Gianni: ahahahaah camuffa la voce!!!

    @ Mai: grazie, sono contenta che ti sia piaciuta!

    @ Mammazan: nemmeno sa cosa sia un computer...;-)

    @ Manuela e Silvia: infatti, se piacciono le susine è una favola!

    @ Tamara's Kitchen: lo faccio leggere a mio marito :-)

    @ Corrado T: ;-)

    @ Lory: mille grazie a te :-)

    @ Un misurino d'olio: ma no, vedrai che è solo questione di pratica...

    @ Giovanna: :-)

    RispondiElimina
  94. ma dai anche tu potevi prepararle almeno 2 torte diverse :):):). Adoro le galette e l'abbinamento prugne - mandorle. Buon we!

    RispondiElimina
  95. Eccomi...coi miei tempi (calmi) arrivo anch'io: l'ho provata sabato in versione gluten-free... x potermela mangiare:))
    All'inizio non ci credevo neppure io al miracolo ma...nonostante la notoria "fragilità" e poca elasticità delle farine senza glutine...ebbene la pasta è stata insieme!!!(per la versione gluten free preciso che è stato sufficiente stare un pò più abbondanti con l'acqua ghiacciata)
    Il gusto: sublime!!! e quindi, ancora una volta ti ringrazio di cuore perchè mi fai sempre scoprire ricette originali e affidabilissime, che nemmeno coi libri di cucina mi trovo così bene come quando realizzo una delle tue ricette!! E da quando ti ho "scoperta" il mio compagno fedele assaggiatore, dice: "Forte questa ricetta!! E' della tua amica araba?!"
    Grazie mille, ciao!! :))

    RispondiElimina
  96. @ Ancutza: ahahahah nella prossima vita ;-)

    @ Elisa: credimi, mi hai appena fatto il complimento piu' bello del mondo. Pensare che nonostante abbia dovuto adattarla a versione gluten free ti sia venuta bene lo stesso mi riempie di gioia, davvero! Grazie mille a te, di cuore :-)

    RispondiElimina
  97. Provata sabato...sfiziosa e dal sapore deciso...!!A mio marito ho dovuto fare il solito tiramisù, ma gli altri commensali hanno apprezzato moltissimo...! Arabafelice è la tua quarta ricetta che provo...tutte fantastiche...credo che stasettimana mi butterò sugli hamburger di tonno e sui brownis!!! Soprattutto mi diverto moltissimo a leggerti, libri non ne scrivi perche sei comica e fluente, adatta per un bel libro alla Sophie Kingsella. Salutoni

    RispondiElimina
  98. Mi fa piacere, Valeria, grazie! I mariti sono tutti particolari, che vogliamo farci...fammi sapere come vengono le prossime ;-)
    Ciao!

    RispondiElimina