lunedì 24 gennaio 2011

Basbousa (dolce arabo di semolino)


L'approccio con una cucina diversa da quella a cui si e' abituati sin dalla nascita non e' sempre facile.
Da cosa comincereste voi, se improvvisamente foste catapultati a vivere in Medio Oriente?
Vi dico da cosa ho cominciato io: dai dolci.
Immagino che non sara' una sorpresa, vedendo il numero impressionante dei suddetti presenti su questo blog :-) e so che sembrera' volermi discolpare, se aggiungo che ovviamente non li mangio tutti io...
Ebbene, appena arrivata in Arabia fu una sorpresa il  numero e la bellezza delle pasticcerie, enormi, piene di vassoi colmi di dolciumi sconosciuti, con i commessi sempre gentili nell'offrirmi un pezzetto di questo, un assaggio dell'altro, orgogliosi di cercare di spiegare alla ragazza italiana piena di domande con cosa fossero realizzati, ed a ridere quando cercava di ripeterne i nomi senza successo.
Beh, se vi dicessi che capivo tutto mentirei, ma almeno e' servito da stimolo per migliorare la lingua locale:  tra le prime parole imparate infatti ci sono farina, zucchero, latte, burro, lievito...
Sento spesso dire che i dolci arabi sono stucchevoli. Alcuni , forse,  ma non se sono ben realizzati.
E la quantita' di zucchero presente e' prova dell'antichita' della ricetta, proveniente da tempi in cui il frigorifero non c'era, ed i cibi dovevano conservarsi a lungo nell'inclemente calura: e lo zucchero non e' forse un conservante naturale di indubbia qualita'?
Ammettiamolo pero', tanto sono innamorata della pasticceria locale quanto sono stata pigra nel replicarla a casa. E' cosi' comodo, trovarla gia' pronta e di qualita' eccelsa...e questa e' la riprova che probabilmente, se non fossi venuta a vivere all'estero, non avrei mai imparato a fare gnocchi, ravioli e pane: di necessita', virtu'!
Poi, qualche tempo fa, un'email in cui mi si chiedevano lumi su un dolce arabo mangiato molti anni prima, di cui non si ricordano bene ne' il nome, ne' gli ingredienti, se non che e' fatto con il semolino.
Faccio quindi un tentativo con il primo venutomi in mente, sperando di aver azzeccato il ricordo della gentile lettrice.
Che bello, se per una volta per realizzare un desiderio non servisse scomodare una bacchetta magica, ma bastassero due righe su un blog :-)

Questo dolce e' uno dei piu' comuni qui in Arabia. Lo troverete ovunque, nei forni, nelle pasticcerie, e ci sara' sempre qualcuno ad offrirvene un pezzetto. Facilissimo da realizzare, non e' assolutamente stucchevole. Non spaventatevi per la quantita' dello sciroppo, deve inzupparsi per benino.
Provatelo, magari per accompagnare un te, e vedrete: uno tira l'altro...

BASBOUSA (per una teglia rettangolare 20cm x 16cm)

500 g di semolino
30 ml di olio di semi
120 g di zucchero semolato
150 ml di latte
50 ml di acqua
2 cucchiaini di lievito per dolci
mandorle, per la decorazione

per lo sciroppo

250 g di zucchero semolato
125 ml di acqua
un cucchiaio di succo di limone
un cucchiaino di miele
2 cucchiai di acqua di rose, oppure acqua di fiori d'arancio, o poco estratto di vaniglia

Scaldare leggermente il latte con l'acqua e l'olio. Versarvi lo zucchero e girare finche' sara' sciolto. Unire al composto il lievito ed unire immediatamente al semolino. Girare con un cucchiaio fino ad ottenere un composto ben bagnato. Farlo riposare 10 minuti.



Stendere, aiutandosi con le mani, il composto nella teglia coperta con carta forno, in uno spessore di circa un cm. Dopodiche' con un coltello affilato incidere delle righe in diagonale in modo da ottenere una serie di rombi


Mettere una mandorla al centro di ogni rombo, premendo bene con le dita perche' vi rimanga "intrappolata".
Cuocere quindi in forno preriscaldato a 180 gradi per circa mezz'ora, ottenendo una colorazione leggermente dorata.
A circa 10 minuti dalla fine della cottura, preparare lo sciroppo: versare tutti gli ingredienti in un pentolino e portare a bollore. Abbassare il fuoco e far sobbollire dolcemente per 7-8 minuti.
Appena il dolce e' pronto, tirarlo fuori dal forno e versarvi sopra immediatamente lo sciroppo bollente


Lo sciroppo deve inzuppare per bene il dolce, ed andare ovunque, ai lati, sotto...
Lasciare raffreddare completamente prima di tagliare i rombi seguendo le incisioni fatte in precedenza.

NOTE:
- i dolcetti si conservano anche una settimana purche' chiusi in una scatola di latta.

125 commenti:

  1. Mi hai quasi letto nel pensiero perchè avevo un po' paura che fosse troppo dolce per le abitudini di famiglia. Ma l'idea di un dolce con il semolino mi stuzzica...Bacioni, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Mi stai tentando moltissimo....baci

    RispondiElimina
  3. Forrrte, che bello conoscere delizie tipiche di un parte del mondo così lontana da me!! E' davvero da provare, grazie!! ^_-
    Franci

    RispondiElimina
  4. Mai assaggiati, ma rimedierei ora, se fosse possibile!

    RispondiElimina
  5. Ciao come va? Spero un pò meglio.
    Sicuramente da provare questo dolce, anche perchè tutto quello che è fatto con il semolino mi piace! Segno la ricetta.
    Grazie per essere passata da me. Ti dirò, sono rimasta piacevolmente sorpresa e non sai quanto mi hai fatto contenta, visto che il tuo è uno dei miei blog preferiti.
    Baci!

    RispondiElimina
  6. io credo li proverò quasi subito!!!!!!
    il semolino mi piace molto, da sempre :)
    poi è bella l'idea di provare cibi "diversi" e il modo migliore di cominciare, concordo con te, è dai dolci!

    RispondiElimina
  7. Mi incuriosisce troppo questo dolce al semolino.. me lo segno !! mi pice assaggiare i dolci locali specialmente esteri!
    bravissima cara
    un bacio Anna

    RispondiElimina
  8. :O
    Per fortuna che esisti...ogni volta che ti leggo è una sopresa!E per fortuna-sfortuna ( non so) ti trovi lì, così almeno conosco queste ricette!:D
    Li proverò Arabella...assicurato..quando c'è zucchero e sciroppi non posso esimermi!

    RispondiElimina
  9. in effetti in questi paesi ho visto pasticcerie migliori e più belle a volte che da noi.a me non piacciono molto perchè troppo dolci ma l'uso del semolino pr i dessert trovo invece che sia una grande idea!

    RispondiElimina
  10. Ho sempre voluto provare a cimentarmi nella preparazione di un dolce arabo ma come dici tu qui ne trovo di subblimi e già pronti. Quindi fino ad ora ho sempre lasciato stare. Forse con questo potrei buttarmi e provare. Ti faccio sapere nel frattempo mi gusto il tuo!! Buona settimana!

    RispondiElimina
  11. Sembra buonissimo Stefania!tra l'altro al moroso piacciono moltissimo questi dolci :)

    RispondiElimina
  12. Ciao! io adoto i dolci arabi e questo tuo sembra buonissimo e non difficile da fare, ci proverò :) Buonissima settimana

    RispondiElimina
  13. La stucchevolezza dei dolci arabi è qualcosa che si riscontra spesso in italia, probabilmente perchè mal realizzati...ma siccome sono un curioso golosone proverò di sicuro a seguire le tue indicazioni per prepararli con le mie mani e le manine di G. :)

    RispondiElimina
  14. Sai che ti dico...quasi,quasi lo provo!!!Buona settimana,Roby

    RispondiElimina
  15. In effetti lo zucchero è troppo per i miei gusti, cmq ha un aspetto molto invitante...

    RispondiElimina
  16. io faccio finta di essere li con te.. in un mondo nuovo e lontano e mi provo questi dolcetti... un bacio

    RispondiElimina
  17. Semolino.....
    Non lo uso mai...
    Questa ricetta mi dà un buon motivo per agiungere questo ingrediente alla mia dispensa!!!
    Adoro i dolcetti!!! :-)

    RispondiElimina
  18. Stefy grazie!!! :-D
    Grazie per quello che scrivi e per questa bella ricetta che non conoscevo proprio!
    Hai ragione per quanto riguarda i dolci arabi: è vero che per la maggior parte delle volte sono inzuppati nello sciroppo alle rose o ai fiori d'arancio (guarda gli Yo Yo, per esempio), ma non sono stucchevoli o troppo dolci, anzi sono ben calibrati e deliziosissimi , se fatti come Allah comanda :-D
    Io conosco meglio la pasticceria occidentale più che quella mediorientale, ma vedo che sono molto simili soprattutto in alcune accortezze: nel taglio a rombo, nello sciroppo appunto, nella frutta secca...quante cose si imparano in un niente, vero? :-D
    Lo riprodurrò prestissimo!
    Bacioni
    Ago

    RispondiElimina
  19. Che bella ricetta straniera, mi incuriosisce molto, lo voglio provare, e accompagnarlo come dici tu a un bel the'!!!Bravissima un bacio!!!

    RispondiElimina
  20. Adoro le ricette straniere, ho preparato un pdf con tutte le ricette straniere trovate nel web. Complimentissimi, questi dolcetti sembrano divini! sono bellissimi! e immagino anche buonissimi!! bravaaaaa!! :*

    RispondiElimina
  21. Mi piace molto la cucina internazionale perchè ci permette di scoprire nuovi sapori ed abbinamenti insoliti.
    Questi dolcetti non mi sono nuovi, grazie per la ricetta :)

    RispondiElimina
  22. che buono questo dolce! bravissima! un modo per usare il semolino, che è un ingrediente che non penso mai! :-D

    RispondiElimina
  23. mi pare di aver notato questo dolce tra quelli che espone il mio spacciatore di kebab preferito...non mi sono mai azzardata a prenderne uno perchè tutte le teglie dei dolci trasudano sempre di miele o di qualcosa che da l'idea di eccessivamente dolce ma ora che me lo dici, proverò senz'altro. baci influenzati e febbricitanti... :)

    RispondiElimina
  24. Mi piacciono moltissimo le tue chicche suoi tuoi dolci etnici (leggi arabi)...sei bravissima. ciao Francesco

    RispondiElimina
  25. Proprio la ricetta che cercavo, per far qualcosa di diverso dalle solite tortine "da te"...L'utilizzo del semolino poi mi intriga molto...Complimenti,
    simo

    RispondiElimina
  26. Cara Araba, grazie davvero per questa ricetta. La rifarò prestissimo, per vedere se è quella che mi preparava mia nonna da bambina, per ora ti abbraccio
    Barbara

    RispondiElimina
  27. Buongiorno Stefania sono sicura di fare questo dolce lo immagino un un the caldo e profumato come i loro.
    Grazie una bella idea quella di cucinare alcune delle ricette di dove vivi ora
    ti suggerisco se mi consenti questo :
    ci aiuteresti a cucinare piatti diversi,che ne dici di una tua bella rubrica dove cucini ricette simil arabe filtrate da un 'italiana(da te )
    e ....noi sbirciamo ;)

    RispondiElimina
  28. Non so resistere ai dolci emdiorientali, sebbene a volte siano un po' "troppo dolci".So' golosa!E proverò a rifarlo appena ho tempo!;)Bacione Stefania!

    RispondiElimina
  29. Ciao! non abbiamo grande confidenza con il semolino, è un prodotto che consumiamo poco!un dolcino friabile e davvero ricercato nel sapore e nella consistenza!
    baci baci

    RispondiElimina
  30. un dolce originale per noi che stiamo lontano, e le tue ricette sono sempre garanzia di successo!
    Ciao!

    RispondiElimina
  31. Stefania....è da fare assolutamente...mi ha messo una curiosità....mi sa che mi piacerà tantissimo...buon lunedì bacioni..e grazie per la mai...tutto sistemato!!Cioa Flavia

    RispondiElimina
  32. E' vero, i dolci arabi sono troppo dolci per molte persone ma sono stucchevoli solo quelli non fatti bene. A me piacciono moltissimo perciò mi piace quando metti le ricette.
    Ogni tanto ne compro qualcuno al mercatino della moschea dove c'è una signora bravissime che ne vende tanti tipi.

    RispondiElimina
  33. Ho proprio una scatola di semolino gluten free a casa che aspetta di essere usata...
    Baci mia golosona
    da un'altrettanto golosona!!!
    P.s. Non è che sarà il nome?

    RispondiElimina
  34. Anche io comincerei dai dolci!!
    Bravissima, come sempre, ottimi!!

    RispondiElimina
  35. Buono!Come te,in terra straniera,io comincio sempre dai dolci...
    Questo mi sembra anche facile da realizzare.
    Grazie!!

    RispondiElimina
  36. In effetti anche io avevo il preconcetto che i dolci arabi fossero piuttosto stucchevoli, troppo ricchi di zucchero e miele. Mi sa che mi ero fatta un'idea sbagliata, questa ricetta però mi ha molto incuriosito.

    RispondiElimina
  37. Mi sembra una buona idea cominciare dai dolci...grazie per averci fatto conoscere qualcosa di tipico. Mi piace...mi piace tutto ciò in cui c'è il miele, altro che stucchevole...

    RispondiElimina
  38. buono! i dolci con lo sciroppo belli morbidi e appiccicosi mi piacciono da morire! mi sà che lo provo!!! baci Ely

    RispondiElimina
  39. Un dolcetto simile l'ho mangiato, meglio dire assaggiato in Turchia qualche anno fa. Peccato che siano troppo dolci per i miei gusti.
    L'Arabia è un paese che ancora mi manca nei miei viaggi....ma è bello anche conoscerla così....con le tue ricette.
    Ciao Gianni

    RispondiElimina
  40. L'ho mangiato pochi giorni fa qui a Roma ma di una qualità pessima! Sono davvero felice di poterlo replicare facendolo io e seguendo la tua ricetta, tu per me sei una garanzia. Grazie Stefy, a presto. Deborah

    RispondiElimina
  41. Grazie della buonissima proposta, è sempre bello leggere i tuoi post e conoscere qualche pietanza poco conosciuta da queste parti!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  42. In effetti anch'io trovo i dolci mediorientali fantastici, anche se mi sono sempre chiesta se non fossero troppo calorici viste le temperature del luoghi in questione, poi però penso alla pasticceria siciliana e la domanda potrebbe essere la stessa.
    Li trovo meravigliosi, ho avuto modo di assaggiarli varie volte e mi sono sempre piaciuti tanto, tanto da chiedere ad un'amica di quelle latutudini di insegnarmene qualcuno!
    In attesa delle ricette che ancora non sono arrivate attingo alle tue, questo dolce lo conosco e mi piace, è davvero delizioso.
    Un bacione e buona settimana.

    RispondiElimina
  43. Cavolo, mi incuriosisce parecchio, anzi aspetto i prossimi :D

    RispondiElimina
  44. Ah eccolo il dolce di semolino. Ci rifletterò, forse era quello di mia suocera!

    RispondiElimina
  45. Ammetto che leggendo la quantità di zucchero ho avuto un pencolamento, ma se tu dici che serve per "inzupparlo" mi fido eccome.

    Un bacio bella ^_^

    RispondiElimina
  46. Che meraviglia!!!!!!!!!
    Questa settimana in Italia entrerà un pò di Arabia!!!
    In tante copieremo la ricetta di questo dolcetto?
    Un bacione e GRAZIE!!!!!!!

    RispondiElimina
  47. Spettacolo 'sti dolcetti! Sembrano anche piuttosto facili da realizzare....

    Lo so che sto per andare off topic, ma devo proprio dare a Cesare quel che è di Cesare: Sabato ho strabiliato i commensali con la tua "sfoglia furba". Sfogliava alla perfezione!
    Commento di mia mamma: "E pensare che quando eri a casa non sapevi nemmeno cuocere un uovo...." :-D
    Grazie Stefi! Non sai che soddisfazione :-*

    RispondiElimina
  48. Come mi piace leggere i tuoi post.
    Ti immagino come la protagonista di un romanzo che si aggira in posti orientali con aria curiosa e occhi che catturano tutto.
    Mi trasporti sempre in un posto che desidero vedere da sempre.
    E fai di più, ci offri la possibilità di assaggiarne i sapori e sentirne i profumi.
    Non potrò mai ringraziarti abbastanza ^_^

    RispondiElimina
  49. Li conosco bene e posso solo dire che li adoro! :)
    Mai mi sarei azzardato a chiedere la ricetta ma la vita è strana e mi ritrovo oggi qui a versare una lacrimuccia di gratitudine...soprattutto per qualche ricordo affiorato :P
    Insomma la mia vita ha più pegni golosi che altro...e questo è uno di quelli. Grazie doppio per la ricetta e per avermi dato l'occasione di rivedere qualche istantanea non troppo andata :)

    RispondiElimina
  50. adoro i dolci al semolino e questo somiglia molto ad un dolce che realizzai tempo fa proprio di origini arabe e con il semolino e poi sai è sempre bello scoprire culture anche sotto forma di dolci di altri paesi!!bacioni imma

    RispondiElimina
  51. Questo è una vita che vorrei provarlo!
    Lo vedo spessissimo, ma non ho ancora avuto l'occasione di farlo con le mie manine... Per quanto se ne dica, io amo il povero bistrattato semolino! :)
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  52. Io, io, io ...so quanto e buono questo dolce.Adoro tutto quello che viene fatto con il semolino e che galleggia in un mare di sciroppo.

    RispondiElimina
  53. Io ho un problema con i dolci orientali.... sono troppo dolci!
    Questo però sembrerebbe quasi normale, magari non morirei in astinenza da dolci in Arabia! :P

    un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  54. Questa ricetta la stampo subito e lo preparo per mio suocero che lo adora! Grazie un bacione

    RispondiElimina
  55. Ciao..!i tuoi dolcetti devono essere deliziosi..li proveremo sicuramente...!Ci dispiace moltissimo per il tuo intelligente Bas..!Capiamo il tuo dolore..:questi esserini..si fanno amare...!kiss x 3 Civette!

    RispondiElimina
  56. Che bello non lo conoscevamo .... proveremo sicuramente...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  57. Me ha encantado, me gusta los ingredientes y me apunto esta receta.

    Saludos

    RispondiElimina
  58. ciao,
    mi farebbe proprio piacere avere un tuo commento da "lontano"!!!
    ecco il nostro invito:
    Ciao!
    Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente contro l’omofobia, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne.
    Trovi tutte le info qui e qui. Vieni a leggere, grazie! Un saluto Kemi

    RispondiElimina
  59. Ecco i dolci arabi proprio non mi attirano, amo molte altre preparazioni, ma non i dolcetti...poi magari se vengo in Medio Oriente mi ricredo eh??

    RispondiElimina
  60. ti leggo mentre sto sul treno per Milano...W la rete wifi delle FS!!!
    sembra proprio buono questo!;P

    RispondiElimina
  61. mi manca nella lunga lista da fare! ma sapendo che le tue ricette sono una garanzia, copio!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
  62. Grazie Stefania,ancora una cosa nuova da imparare...ciao :-)

    RispondiElimina
  63. Arabina, non so perchè non ci abbia pensato prima: ma te, quei tarallini dolci che quasi sembrano sabbiosi al palato e si sciolgono, sai mica come si preparano?? ci sbavo sempre su quando vado all'hammam.... un abbraccio

    RispondiElimina
  64. Molto interessante questa panoramica sui dolci arabi. Questi di semolino con una tazza di tè devono essere perfetti per un pomeriggio di relax!

    RispondiElimina
  65. bravissima come sempre! Io non ho mai assaggiato un dolce arabo, lo proverò!

    RispondiElimina
  66. sembra ottimo...molto diverso dai nostri semolini dolci fritti...da provare!
    Cinzia

    RispondiElimina
  67. Mi piacciono i dolci mediorientali, profumati, zuccherini ed appaganti. Che dici, Arabina, quando torni da queste parti, di un paio di lezioni sul cibo di laggiù?! Io mi sto molto divertendo ad ospitare grandi "cheffe" internazionali...ti andrebbe? Pensaci!!
    Grazie intatno per questa ricetta deliziosa!

    RispondiElimina
  68. L'ho assaggiato una volta a Londra ed era dolcissimo ma non mi dispiaceva affatto anzi aveva un profumo di limone buonissimo, grazie per queste ricette mediorientali, sei sempre bravissima.
    Baci!

    RispondiElimina
  69. mmmm...mi sa che ho capito che dolce è...anch'io lo devo aver assaggiato all'estero...e sono sicura di essermi anche leccata le dita ;P (come al mio solito ;PPP) copio, incollo e salvo perchè la cucina straniera mi intriga non poco !!!

    RispondiElimina
  70. Ho una vera e propria passione per i dolci orientali e non solo perché mi piacciano ma perché sono cresciuta con la mia nonna materna che era per metà egiziana e per metà greca. Questo dolce lo faceva ma se la memoria non mi tradisce lei lo chiamava nemora (non so come si scrive) ed era proprio fatto così. Quanti ricordi!!
    un abbraccio
    pat

    RispondiElimina
  71. mamma mia la basbousa! quando stavo al Cairo ne mangiavo a quintalate...amo questo dolce e ogni tanto lo faccio anche io a casa con la ricetta che avevamo preso proprio in egitto!adoro il suo sapore dolce ma non stucchevole, devo provare anche la tua versione!!!

    RispondiElimina
  72. La pasticceria araba è per me un terreno inesplorato, leggo perciò con molto interesse (al pari degli altri tuoi) i post come questo :-)
    Ciao!

    P.S. per tranquillizzarti: ho ritrovato l'accento fiorentino, era finito nell'aspiratore delle "C"! ;-)

    RispondiElimina
  73. Li ho assaggiati a casa di un'amica araba, sono davvero molto gustosi e per niente stucchevoli, hai ragione! :)

    RispondiElimina
  74. Ils sont si fabuleux:) Bon mardi ma belle!!xxx

    RispondiElimina
  75. che buoniii!!!!ho un debiole per i dolci di semolino!
    questi li proverò presto!!!!
    grazie per la ricetta!!!
    ciaoooo

    RispondiElimina
  76. Io non trovo affatto che i dolci mediorientali siano troppo zuccherati, non credo si possa mai dire una cosa del genere di una pietanza che, per definizione, si chiama "dolce". E'la sua natura. Ben vengano quindi questi quadrotti dallo strano nome, sto appunto sorbendo un caldo the alla menta e trovo che ci starebbero proprio bene!

    RispondiElimina
  77. Il semolino lo usava mia nonna per fare delle ottime frittelle e quindi credo proprio che questa ricetta mi piacerà! me la segno!

    RispondiElimina
  78. WOW un dolce in perfetto stile arabo! Che sa che buono...mai mangiati i dolci orientali, ma sono convinta che mi piacerebbero visto che adoro i dolci zuccherosi!Ma anche questo è una vera bontà...d aprovare subito insomma!

    RispondiElimina
  79. ma sai che proprio domenica mi ronzava in testa l'idea di un dolce col semolino assaggiato in turchia? :)
    che gustosa ricetta! la provo!

    RispondiElimina
  80. Questo dolce mi ispira tantissimo!!!Molto intrigante e profumato!!E dolcissimo...una vera coccola!

    RispondiElimina
  81. Il semolino piace molto anche a me, poi si vede che e' morbidissimo e son sicura che un pezzo tiri l'altro... sono anche belli.

    RispondiElimina
  82. accidenti Stefania... intrigante questo dolcino.
    anche io avevo sempre saputo che i dolci arabi sono particolarmente stucchevoli e, non essendo amante del dolce iper zuccherino, ne son sempre rimasta alla larga, ma i tuoi approcci son sempre invitanti!
    baci tesoro!!!!
    b

    RispondiElimina
  83. Ciao Stefania, carini questi dolcetti arabi... Direi quasi strano che tu non li avessi ancora provati a fare :)
    Un bacione
    p.s. Ti è arrivata la mia mail?

    RispondiElimina
  84. Ciao Stefy!
    Io sono affascianata da questi dolcetti arabi, trovo qualcosa di simile al negozietto di kebab vicino al mio ufficio ma l'idea di farmelo in casa e usare quel semolino che ho lì in dispensa non mi dispiacerebbe.

    RispondiElimina
  85. @ Federica: questo in particolare l'ho proposto proprio perche' ben bilanciato. Vedrai ;-)

    @ Francesca: e' cio' che volevo ;-)

    @ Francesca: mi fa piacere averti incuriosito, grazie!

    @ Francesca: sono talmente semplici che a rimediare non ci vuole nulla...

    @ Natalia: se ti piace il semolino e' il dolce per te, vedrai!

    @ salamander: e' il modo migliore per...i golosoni come me :-)

    @ ranapazza65: grazie!

    @ Cranberry: esagerata:-) credo che i miei alunni non condividano ;-) per il dolce, sono quasi certa che ti piacerebbe moltissimo!

    @ lucy: non tutti sono troppo dolci, credimi, specilmente se preparati come si conviene ;-)

    @ kristel: vero, avere i cibi pronti e buoni a portata di mano non e' un incentivo a prepararseli...

    @ NIGHTFAIRY: benissimo, faglielo allora :-)

    @ Nepitella: e' semplicissimo, e da' molta soddisfazione :-)

    @ manineinpasta: l'uso sapiente degli ingredienti e soprattutto dello sciroppo di zucchero fanno la differenza. Altrimenti concorso, restano troppo "zuccherini".

    @ I pasticci di Roby: mi farebbe piacere!

    @ Fabiola: credimi, nel bilanciamento finale non e' cosi' dolce come potrebbe sembrare...

    @ Fabiana: :-)

    RispondiElimina
  86. La cucina estera mi ha sempre affascianto, provarla in terra madre è ancora meglio e ci regala molte conoscenze in più... io in questo caso sbircio da te e imparo!!... epoi ho il marito egiziano di una collega...anche lui mi regala delle golosità ogni tanto!

    RispondiElimina
  87. Ho forse un regalo per te!
    Vuoi partecipare al mio giveaway musicale???
    Ti aspetto!
    In cambio delle tue magiche ricettine!
    Gianly
    http://giato.blogspot.com/

    RispondiElimina
  88. E' logico, anche qui si e' mangiato il mio messaggio di ieri! GRRRR

    I dolci arabi sono spettacolari, ed è vero che possono sembrare troppo dolci se mangiati in quantità occidentali :-D
    Il segreto sta nel mangiarne una porzione, credo infatti che non a caso tutti questi dolci siano sempre tagliati a losanghe, cubetti, etc.
    Non come i brownies che li tagli si' a quadrotti ma poi uno rischia di mangiarsi tutta la teglia :P

    Un bacione!

    RispondiElimina
  89. @ Taty: peccato, perchè il semolino è un...salvavita, oso dire, anche per piatti salati di grande soddisfazione :-)

    @ Ago: ecco, ammetto che ti aspettavo per un parere. Mi fa piacere ti piacciano ed abbia voglia di replicarli :-)

    @ rossella: grazie, mia cara!

    @ Meg. addirittura un PDF? allora c'entra anche questa? :-)

    @ F.Mezzaluna: mi fa piacere che almeno a qualcuno non siano totalmente sconosciuti :-)

    @ Dada: un ingrediente povero, ma che dà vita ad un dolce ricco :-)

    @ Cristina: mi raccomando, a piccole dosi...;-) E riguardatevi!

    @ Francesco: sei sempre gentile :-)

    @ l'albero della carambola: è piaciuto sempre anche alle mie amiche più difficili...prova ;-)

    @ Barbara: tutto merito tuo, il grazie va a te :-)

    @ Stefania: però, non male come idea...vediamo ;-)

    @ Mirtilla : :-)

    @ Saretta: vedo che abbiamo lo stesso vizio, allora :-)

    @ Manuela e Silvia: si, dà vita ad un dolcino diverso, ma comunque ottimo :-)

    @ Acquolina: che gentile sei, grazie!

    RispondiElimina
  90. @ EliFla: grazie, mi fa piacere aver solleticato la tua curiosità :-)

    @ Pamirilla: ma dai, quindi li mangi con una certa frequenza...tutti sono sempre scettici quando ne parlo, ma se fatti bene sono deliziosi!

    @ fantasie: si!!! è sicuramente il nome!!!

    @ Zia Elle: vedo che siamo in parecchi...:-)

    @ Edith Pilaff: facilissimo, e in un attimo sei in Medio Oriente ;-)

    @ elenuccia: credimi, è un pregiudizio. Ne sono ricchi, ma ben bilanciati...e poi se ne deve mangiare un pezzetto, non una teglia!

    @ Aria in Cucina: grazie a te per apprezzare anche un qualcosa di poco consueto :-)

    @ Ely: mi farebbe tanto piacere, allora, sapere cosa ne pensi!

    @ Gianni: quello turco sarà stato sicuramente molto simile, in genere sono serviti con te non zucccherato proprio per bilanciare ;-)

    @ il sapore del verde: mille grazie!

    @ Elena: grazie a te per mostrarti così interessata :-)

    @ viola: sono calorici, proprio fatti per resistere a lunghi viaggi nel deserto, dato che danno molta energia...

    @ Elga: davvero? allora posterò più volentieri :-)

    @ cristi: ;-)

    @ Letiziando: lo so, vanno assaggiati senza sapere cosa e quanto c'è...

    @ Lory B: beh, farà piacere agli arabi :-)))

    @ Cmdd: ma dai, sono contentissima!!! Brava a te per averla realizzata!

    @ Erica: esagerata :-) forse dal vero sarei meno eroina romantica...ma grazie :-)

    @ Gambetto: ullalà, e chissà che istantanea ho rispolverato...chi l'avrebbe mai detto. Allora provalo, e chissà...

    @ Imma: da te me lo devo essere perso...vengo a cercare ;-)

    RispondiElimina
  91. @ Carolina: siamo in due, il semolino è un grande jolly in cucina!!!

    @ LillY: bene, abbiamo molto in comune, allora !

    @ Tery: se potessi invitarti, ti farei vedere: altro che astinenza, indigestione piuttosto...:-)

    @ Le pellegrine Artusi: spero gli piaccia in questa versione!

    @ civette: grazie per il pensiero delicato :-)

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: da buoni viaggiatori...dovete provarlo ;-)

    @ jose manuel: :-)

    @ kemikonti: darò un'occhiata :-)

    @ ELel: beh, mica deve piacerci tutto, no? ;-)

    @ Giovanna: benedetto il wifi delle FS, approvo!!!

    @ Federica: non parliamo di lunga lista di ricette da provare, nemmeno se rinasco riuscirò a completarla...

    @ maria61m: troppo buona, grazie

    @ Reb: incredibile, sono anche i miei preferiti! Per ora ho provato un paio di ricette ma non mi hanno soddisfatto. Appena riesco a metterla a punto te la passo ;-)

    @ lerocherhotel: mille grazie:-)

    @ iulia lampone: se sei golosa, fanno al caso tuo ;-)

    RispondiElimina
  92. @ Cinzia: si, diversissimo, ma non per questo meno buono:-)

    @ Patrizia: oh mamma, che bello sarebbe. Ma...pensi interesserebbe a qualcuno? :-)

    @ gloria cucè: mi fa piacere, grazie!

    @ UnaZebrApois: anche io mi lecco impunemente le dita:-)))

    @ Patricia: effettivamente è noto in molti modi, anzi ora che mi ci fai pensare esiste una versione greca che si chiama Ravani...:-)

    @ gaia: ed io vedrei volentieri la tua...

    @ Nanninanni: ah, tiro un sospiro di sollievo...:-)

    @ YOUR NOISE: ma bene, allora ora puoi prepararglieli tu :-)

    @ Lexibule: merci :-)

    @ dario: grazie a te :-)

    @ Onde99: parole sante. E the non zuccherato :-)

    @ Passiflora: infatti, l'uso nei dolci non è certo una novità :-)

    @ Claudia: visto cosa scrivi si, penso ti piacerebbero ;-)

    @ Gio: ti ho letto nel pensiero? :-)))

    @ Ambra: mille grazie :-)

    RispondiElimina
  93. @ Katia: grazie anche a te :-)

    @ Babs: diciamo che ci vuole il giusto approccio...un bacio!

    @ Robjana: vero, ma vedi la pigrizia di trovarli pronti...

    @ Kitty's Kitchen: beh, vuoi mettere fartelo da te? ;-)

    @ terry: allora fatti insegnare qualche ricettina!!!

    @ Muscaria: parole santissime. Un pezzetto, con un po' del profumatissimo te locale, e sei in pace con il mondo :-)

    RispondiElimina
  94. Me l'ero perso!! Come ho fatto!!!? A quanto pare, i dolci arabi e quelli indiani si somigliano....ora, mi devo fidare del tuo giudizio e metterci il dito come san tommaso per verificare che non siano stucchevoli...perchè in india due volte mi son azzardata a provare il dolce...e non ce n'è stata una terza, perchè pur essendo io un amante dei dolci, non riuscivo a mandar giù quei dolcini così invitanti alla vista ma così "ripieni" di zucchero e sciroppini...Però se tu dici che questi stucchevoli non sono, il terzo tentativo con la pasticceria d'oriente lo farò provandoli

    RispondiElimina
  95. Ciao..C'è un premio per te....

    http://3civettegolose.blogspot.com/

    RispondiElimina
  96. Carino questo dolce arabo! Devo esser sincera ho sempre nutrito dubbi...grazie a te mi sono convinta: LO PROVO!

    RispondiElimina
  97. Mi piacciono i dolci, non è un mistero, ma questo mi ha conquistato: non so se più per le mandorle in superficie che adornano i dolcetti o per lo sciroppo ....

    RispondiElimina
  98. Sono passati ntanti anni ma ricordo bene una pasticceria a Bagdad poco prima che iniziasse la guerra del 2003: era veramente una gioia per gli occhi: pulitissima, piena di luci, decorata con stucchi e con vetrine traboccanti di dolci delizioni..
    Sei veramente brava a proporceli e con dovizia di spiegazioni!!

    RispondiElimina
  99. Ciao arrivo sempre in ritardo... per farmi perdonare ti aggiungo subito sul blogroll, così non mi scappano più le tue cosine sempre molto originali, che ne dici???? Baciotti!!!

    RispondiElimina
  100. grazie delle tue ricette!
    taaanti anni fa ho mangiato un dolce al semolino buonissimo, mi ricordo solo che c'era tanto burro, tanto zucchero e yogurt che donava un gradevolissimo sapore di limone al tutto---
    posso magari sperare che ne conosci la ricetta???
    grazie
    adriana da milano

    RispondiElimina
  101. beh! come dire.. un dolce da mille e una notte! è veramente facile come hai detto e sembra davvero buono, un po' dolce x i miei gusti ma l'aspetto è davvero invitante, è proprio come dici.. uno tirerà l'altro, ne sono sicura!

    RispondiElimina
  102. @ Silvia: li conosco, ma a mio giudizio i dolci indiano sono molto più zuccherini di quelli arabi e mi piacciono meno. Poi, i gusti sono una cosa totalmente personale...

    @ civette: grazie :-)

    @ Ramona: allora mi piacerebbe invitarti a casa per un te, e preparartene un assortimento :-)

    @ Milen@: lo sciroppo è anche una mia debolezza...

    @ Mammazan: ah ecco, speravo che lo conoscessi infatti!!!

    @ Sar@: mille grazie :-)

    @ Adriana: mi sai dire in che paese Arabo lo hai mangiato? proverò ad indagare :-)

    @ vickyart: si, buono e facile per un approccio semplice ad una cucina diversa :-)

    RispondiElimina
  103. Incredibile!! Sono due ore che cerco su internet la ricetta della basbousa, appena mangiata a casa di una mia amica egiziana...(che me l'ha spiegata in modo molto nebuloso, un po' in arabo e un po' in italiano!) avrei fatto meglio ad aprire subito il tuo blog!!! Grazie cara, te la copio subito!!

    RispondiElimina
  104. Ma dai...allora speriamo sia la versione giusta!

    RispondiElimina
  105. Sembra delicioso ! ma io vorrei sapere (non essendo italiana) cosa è il semolino ? est-ce de la semoule de blé ou de la semoule de maïs ?
    Grazie per la risposta !

    RispondiElimina
  106. Joanne, il semolino e' la semoule de ble, la stessa in pratica che puoi usare anche per il cous cous :-)

    RispondiElimina
  107. ciao, ho provato a fare il dolce e volevo chiederti una cosa: che consistenza dovrebbe avere? soffice, dura, croccante...? perché i miei quadratini hanno sì un sapore delizioso, ma sono piuttosto duri e gommosetti...le uniche varianti che ho apportato sono: zucchero di canna chiaro anziché semolato (ma comunque non grumoso/appiccicoso bensì bello setoso) e lievito biologico addizionato di cremor tartaro al posto del classico lievito in polvere del super...per il resto ho seguito la tua ricetta alla lettera...tu dici di aggiungere il lievito al composto acqua-latte-olio scaldato subito dopo avervi aggiunto lo zucchero...forse il lievito unito al liquido ancora caldo "cuoce" e perde la sua funzionalità? grazie
    fede

    RispondiElimina
  108. I dolcetti dovrebbero essere morbidi dentro e leggermente piu' croccanti fuori, se sono troppo duri probabilmente il tuo forno cuoce piu' in fretta del mio e il dolce c'e' rimasto piu' tempo del dovuto.
    Se riprovi, qualche minuto in meno.
    Ciao e grazie :-)

    RispondiElimina
  109. che bontà, li prendo sempre quando vado a mangiare il kebab! Volevo invitarti alla mia raccolta - concorso ricette con la pasta fillo (ricetet salate e dolci). Cosa ne dici, penso potresti lasciarci a bocca aperto con tutti i dolci meravigliosi come ispirazione? Ti aspetto. Spero vada bene se metto il link al concorso(odio i commenti tipo spam:))http://matrioskadventures.wordpress.com/2011/02/19/concorso-raccolta-ricette-con-la-pasta-fillo/

    RispondiElimina
  110. Grazie dell'invito, vedremo se farò in tempo!

    RispondiElimina
  111. Non me li ricordavo più ....
    Spero non ti dispiaccia: ho aggiunto il tuo link nel mio post :D

    RispondiElimina
  112. Beh, io che non amo i dolci per niente,vado pazza per baklava & co. Paradossale, vero? Quelli che adoro sono gli aromi, e nonostante lo sciroppo in abbondanza, mi sembrano tutto sommato meno grassi dei nostri dolci e più digeribili. Adesso ti chiedo: posso mettere yogurt al posto del latte? E poi: a casa ho della semola, posso usarla al posto del semolino?
    Grazie
    Barbara

    RispondiElimina
  113. No, con la semola ti verrebbe un mattone! E va usato proprio il latte perchè servono liquidi per cuocere il semolino.
    Ciao :-)

    RispondiElimina
  114. Lo mangio ogni volta che ceno col kebab da un mio amico Egiziano....solo una parola....FENOMENALE!!!!!!!!!!!! anzi aggiungo Superbuono :) grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  115. Cara Stefania, ho un marmocchietto buongustaio di 9 mesi che non vuol più saperne di pappe e cremine, ormai va dritto alla pastina (e come dargli torto?). Era quindi da qualche giorno che pensavo a come riutilizzare crema di riso e crema di mais e tapioca che giacevano soli soletti in dispensa; avendo inoltre un papà celiaco che spesso viene a farmi visita, ho letto la tua ricetta ed eureka! Perchè non trasformare la Basbousa in una variante gluten free? Confesso che l'ho ribattezzata Babbousa in onore al mio papà... gli arabi mi perdoneranno?;) ed è venuta buonissima!!! Al posto del semolino ho utilizzato 250gr. di crema di riso e 250gr. di crema di mais e tapioca ed ho ridotto lo zucchero solo all'interno dell'impasto da 120 a 100gr. perchè la crema di mais e tapioca è già abbastanza dolce di suo. Da leccarsi i baffi! Grazie e continua così, oltre a proporci originali ricette mi fai anche morir dal ridere! Pensa che ho scoperto il tuo blog solo qualche settimana fa e ho letteralmente divorato tutti i tuoi divertentissimi post! Simona

    RispondiElimina
  116. Gli arabi assaggerebbero la tua versione molto volentieri, ed io pure!
    Mi fa piacere se anche il tuo papà ha potuto gustarla.
    Ciao!

    RispondiElimina
  117. Ciao Stefania, ma io questi li ho mangiati i mesi passati quando ero ad Algeri. Erano loro ne sono certa! Adesso proverò a farli. Ero scettica a vederli nella loro forma bruttina. Poverini, a vedergli non davo loro un cent! E invece!!!
    Grazie Stefi grazie grazie grazie... non avrei saputo trovare la ricetta, non avendo idea di come cercarla :)))
    Ma quando torni??? Ci (mi) manchi :)

    RispondiElimina
  118. vederli!!! non "vedergli"! che orroreeee!

    RispondiElimina
  119. Sono contenta chela ricetta possa esserti utile! Effettivamente non sono belli, ma tanto buoni.

    A prestissimo ;-)

    RispondiElimina
  120. ciao Stefania! Preparàti stasera.. delizia pura!! Non ho resistito e li ho tagliati ancora caldi!! Yummy :) grazie

    RispondiElimina
  121. uff....mi ha cancellato il commento appena scritto!!!
    Dicevo...
    Ho provato a fare questa ricetta ma non mi tornano i conti tra la quantità di ingredienti e le dimensioni della teglia. Io ne ho usata una che misura 25X28 e mi è venuto alto 3-4 cm (????) quando tu indichi come altezza circa 1 cm.
    Con il risultato che il dolce con questa altezza è venuto un po' stoppaccioso al centro. Cosa ho sbagliato?
    Approfitto per chiederti una ricetta collaudata per il baclava :)
    grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA questa è strana forte O_O mi viene in mente che forse il semolino che trovo qui forse cresce meno del tuo??? Perchè altrimenti non si spiega...
      Quanto al baklava mandami una mail e te la scrivo lì :)

      Elimina
    2. Grazie per la risposta velocissima....
      Ah ma riprovo eh.. Non demordo :)
      Grazie ti scrivo subitooooo :*

      Elimina