giovedì 4 novembre 2010

Ravioli di pere e pecorino di Pienza

Nooooo, e questo dov'era?
Secondo voi dove poteva mai stare un pezzo di pecorino di Pienza arrivato sottovuoto in quel del deserto?
Amore, era in frigo. Mica e' colpa mia se fino ad oggi non l'hai visto.
Non e' vero. Bugia.
Ce l'ho messo apposta in quel ripiano dove fanno bella mostra di se' tutta una serie di farine, esattamente dietro a quella di ceci e quella di castagne, apposta perche' non lo vedesse e facesse fuori a tempo di record.
Ce l'ho messo apposta perche' volevo farlo arrivare dentro un raviolo, e volevo far scoprire a quello scettico alimentare che ho sposato che ci sara' un motivo se esiste persino un detto che recita al contadin non far sapere quanto e' buono il formaggio con le pere...
Eresia pura, per l'uomo per cui mangiare pecorino con marmellate e delicate mostarde sarebbe da considerare un crimine penalmente perseguibile.
Ma non mi sono data per vinta, ed in un pomeriggio assolato dei nostri fine settimana, ho tirato la sfoglia ed imperturbabile ho saltato le pere con la cipolla. Mugugni di disapprovazione, sento odore di cipolla.
Ma va'!?!?!
Parte del pecorino e' finito in cubetti minuscoli, resistendo ad attacchi dello scettico per cui i due etti dello spicchio erano una merenda perfetta...
Assemblato il tutto, lo scettico ruba un raviolo crudo. E' un po' dolcino...
Sono imperturbabile, tanto lo sapevo. Al limite me ne faro' fuori io doppia porzione, ed amen.
Metto l'acqua a bollire, e sono le 3.30 del pomeriggio. No, non pranziamo tardi ne' ceniamo presto, ma esigenze di luce richiedono che fotografi il piatto al massimo per le 4.
Dopo, merenda ricca mi ci ficco :-)
Monto il cavalletto, scatto, ed assaggio. Sono divini, modestamente i ravioli piu' buoni che abbia mai fatto.
Amore, vuoi assaggiare?
Tanto lo so, che dovro' reimpastare gli avanzi di sfoglia, scongelare due spinaci e riempire qualche altro raviolo in modo piu' ortodosso. Ma chi me l'ha fatto fare!
Silenzio dall'altra parte. Ne ha appena messo in bocca un altro. Non oso chiedere.
Amore, pere e pecorino e' un classico, un must, non puo' non piacere. E su, il gusto puo' essere educato, elevato...Mi sto leggerissimamente arrampicando sugli specchi. Mi ricorda tanto certe interrogazioni al liceo in cui finivo sempre a parlare di cosa volevo io, e non di cosa mi avesse chiesto la professoressa.
Allora, per cena li vuoi cosi' o con gli spinaci?
Ancora silenzio,e poi : cosi'.
Miracolo. Non ci credo. Allora gli sono proprio piaciuti.
Amore sicuro, allora?
Si. Mi voglio elevare.
Secondo voi era un complimento al piatto? :-)

Credetemi, sono veramente buonissimi. Un connubio speciale, perfetto, ma usate proprio il pecorino di Pienza che con il suo gusto particolare connota il piatto di vera ed acutissima personalita'.
Li vedo perfetti anche sulla tavola della Vigilia, per un primo non scontato ma di sicuro successo.
A meno che non abbiate mio marito tra gli invitati ;-)


RAVIOLI DI PERE CON PECORINO DI PIENZA ( per 2 persone)
150g di farina
50 g di semola rimacinata
2 uova intere
un cucchiaino d'olio extravergine
un pizzico di sale

per il ripieno

una grossa pera
qualche fetta di pecorino di Pienza
mezza cipolla bianca
sale, pepe
olio extravergine
burro , gherigli di noce e della salvia, per condire

Preparare la pasta impastando le farine con le uova, il sale, l'olio e le uova intere. Solo se le uova fossero particolarmente piccole aggiungere un cucchiaino di acqua, ma non dovrebbe essere necessario.
Lavorare bene, dopodiche' avvolgere l'impasto ottenuto in pellicola trasparente e far riposare una mezz'ora al fresco.
Preparare intanto il ripieno, tagliando la pera a cubetti molto, molto piccoli. Tritare finissimamente la cipolla, farla stufare in poco olio etravergine e saltare i cubetti di pera finche' saranno coloriti, solo qualche minuto.
Salare, pepare e far raffreddare completamente.
Intanto tagliare il pecorino a cubetti della stessa dimensione di quelli di pera.
Unire i cubetti di pecorino a quelli di pera, senza scartare la cipolla. Assaggiare e valutare se la proporzione pecorino/pera e' di proprio gusto ( nei miei: molta pera, in quelli del marito : molto pecorino, per intenderci...)
Aggiustare anche di sale e pepe.
Con l'Imperia stendere la pasta  ( io allo spessore 6) e confezionare i ravioli mettendo in ciascuno un cucchiaio circa di ripieno. Chiuderli bene e lessarli in acqua bollente salata.
Condirli con burro fuso con della salvia fresca ( voi che potete! qui in Arabia e' vietata perche' considerata velenosa mi tocca portarmi quella secca, ma non c'e' paragone) e dei gherigli di noce spezzettati in modo grossolano.



100 commenti:

  1. Io ci credo, si vede dalla foto! e poi formaggio e pere...beh, non c'è bisogno di dire altro...Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. ma perchè è vietata la salvia???son curiosa....

    RispondiElimina
  3. Meravigliosi .... Secondo noi era un complimento al pitto ne siamo certi ...
    Comunque se non li vuole tuo marito tranquilla... li mangiamo noi ;)
    bacioni dai viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  4. ci credo che sono buonissimi, li mangeri subito.come hai fatto a nascondere un pezzo di formaggio per così tanto tempo...il mio naso l'avrebbe trovato subito!vedi per me fare i ravioli è solo con quell'aggeggio infernale che hai visto da me nelle foto, era di mia nonna (lo so un po' datato) ma ormai ci sono affezionata!bacio....si era un complimento al piatto!

    RispondiElimina
  5. Ciao Stefania, mio marito invece ama sperimentare accostamenti strani, quando cucina lui non si sa mai cosa ci si può trovare nel piatto... La tua ricetta me la segno proprio per il Natale! Bacioni!

    RispondiElimina
  6. rido per il post :-)
    e piango, per le ingiustizie divine, che mi hanno creata allergica alle pere... ma si può????
    ricetta strepitosa, in ogni caso, quelle per cui vale la pena fare uno strappo: la mia versione sarà "pere, pecorino e antistaminico", ma va bene così!
    buona giornata
    ale

    RispondiElimina
  7. beh che dire...l'accostamento è perfetto, la sfoglia fatta con le tue manine insuperabile...che si può volere di più???!!!!

    RispondiElimina
  8. Que ravioli más deliciosos se ve que has cocinado. saludos

    RispondiElimina
  9. oddio che meraviglia bravissima come sempre...

    RispondiElimina
  10. Ciao ArabaFelice,(ma quale è il tuo nome?) leggere i tuoi post è sempre molto divertente anche se per mancanza di tempo non sempre riesco a lasciare commenti. L'abbinamento di questi ravioli mi sembra perfetto io li mangerei anche a colazione!!Tuo marito, come il mio, alla fine ci danno ragione anche se gli abbinamenti un pò fuori dagli schemi li spaventano.buona giornata.

    RispondiElimina
  11. Sono un pò come tuo marito,non mi piace il dolce salato ma, sicuramente pecorino e pere, a crudo, sono buonissime. Ho ancora 2 pere grandissime sull'albero e voglio provare anch'io a fare i ravioli. Credo che sia una buona idea. Speriamo in Guido e Riky che non siano sciettici e mangino in silenzio, per poi al finale applaudire......!!!!!Grazie e buona giornata. deny

    RispondiElimina
  12. L'anno scorso ho "convertito" mio padre con un ripieno di formaggio e pere: per quest'anno non mi resta che mettermi in cerca del pecorino di Pienza e replicare la tua ricetta :DDD

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia, Stefy...ecco, come scrivevo ad un'altra foodblogger proprio un attimo fa, con la pasta fresca sono una schiappa...vorrei essere anche io così brava!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  14. SPECIALISSIMIIIIIIIIIIII questi ravioli! Devo provarli! :-)

    RispondiElimina
  15. sei tremenda!
    ciao arabina bella :)
    sono molto intrigata da questa tua creazione...
    un bacino!

    RispondiElimina
  16. che dire... semplicemente favolosi come i tuoi racconti... sei fantastica!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Appena adesso su un altro blog ho scritto che il giovedì non è più il giorno degli gnocchi..ma dei ravioli..e tra poco posto anche io ravioli, ma di mare!!!
    Sono fantastici perchè davvero ognuno di noi può riempirli come vuole...e sono sempre buonissimi, come questi che ci hai postato tu!!!
    Io poi amo preparare la pasta fatta in casa...grazie e buona giornata

    RispondiElimina
  18. Beh, se hanno superato la prova "maritoscetticodiarabafelice" questi ravioli devono essere davvero eccezionali! Meritano di essere promossi soltanto per questo (anche senza assaggiarli) :-D

    RispondiElimina
  19. Belli a vedersi questi ravioli, complimenti :)
    ciao

    RispondiElimina
  20. Beata te che riesci a trovare il tempo giusto per scattare le foto...io le faccio sempre per pranzo o cena, e la luce si sa, non è proprio il massimo...però non ho altro tempo! E beata te che ti sei preparata e gustata questi magnifici ravioli!!!! con cacio e pere non si sbaglia mai!!

    RispondiElimina
  21. Ohhhhh!!! Io ho la pausa tra l'una e le due, prendo l'aereo e arrivo, ne sono avvanzati per me vero? A presto

    RispondiElimina
  22. io ti credo! ma mi voglio elevare mi pice un sacco!:D

    RispondiElimina
  23. Gestire i pasti in relazione alla luce adatta per le foto, tipico da blogger, le tue storielle mi divertono un sacco, grazie ;)

    RispondiElimina
  24. Ciao Stefy... mai perdere la speranza con questi uomini dai gusti rudi... certo è che se non si fosse elevato davanti a questa meraviglia ci voleva proprio un bello sciopero della cucina!!! un bacio grande Faby

    RispondiElimina
  25. tesò mi hai fatto venire una fame con questa descrizione e la foto poi parla da sola!!come vedo anche tu hai in casa un signor "pero" come il mio smepre a criticare e poi magnano che è una bellezza dopo!!!bacioni e ricetta superrrrrrrrrrrr!!!imma

    RispondiElimina
  26. Mi eleverei anche io volentierissimo! PS: non so se te l'avevo detto, ma c'è una staffetta dell'amicizia per te nel mio blog :)

    RispondiElimina
  27. Devono essere buonissimi, amo l'accostamento dolce/salato. Mi ritrovo spesso anche io a fare la pasta in casa, visti i prezzi esorbitanti che ci sono qui in Marocco, la prossima volta proverò la tua ricetta, ma ahimè dovrò rinunciare al pecorino di Pienza e accontentarmi di qualche altro formaggio "plasticoso". Come ha già scritto Aria in cucina, sono curiosa anche io di sapere come mai in Arabia è vietata la salvia. Qui da me c'è, ma non viene usata per cucinare come si fa in Italia, la usano per preparare il té, al posto della menta. Anche con il basilico trovo difficoltà, loro lo usano per cacciare via le zanzare...Mio marito è come il tuo, raramente si lascia andare ad esperienze culinarie alternative, e altrettanto raramente si intravede sul suo viso qualche espressione di compiacimento, anche se il piatto proposto è stato di suo gradimento...ah!, questi uomini!

    RispondiElimina
  28. anch'io mi voglio elevare! sempre aperta alle nuove esperienze gastronomiche. La merenda per le foto è una bella scusa :-D
    tanto qua anche di giorno è buio, pioggia e nuvole, che tristezza...
    li vedo perfeti per Natale! segno!
    Baci
    Francesca

    RispondiElimina
  29. Stefy, anch'io mi voglio "elevare", mi piacerebbe assai...anche se fin dal principio non avrei mugugnato affatto. Foto delicate ed inbìvitanti, anche troppo ^_^

    Baci bella

    RispondiElimina
  30. Ok mi devo mettere a cercare il pecorino di Pienza :) per le pere qualche suggerisci?

    RispondiElimina
  31. Anch'io mi voglio elevare! Li provo;)

    RispondiElimina
  32. Buoni buoni buoni!
    Posso elevarmi anche io con voi? Ne sono avanzati??? :))
    Per me l'eresia sarebbe non accostare il formaggio con frutta, composte, marmellate... troppo buone!
    Settimana scorsa ho fatto la ormai famosa cacio e pere, troppo buona!!!
    Quasi quasi questi ravioli finiscono tra le ricette da provare!! anzi, ci sono già finiti!

    RispondiElimina
  33. Msagari me li trovassi sulla tavola della vigilia..beh, potrei sempre provarci!Ottimi,sarei porprio curiosa di assaggiarli!
    bacione

    RispondiElimina
  34. Eh si, come resistere al duo pere e formaggio, se poi utilizzi un pecorino gustoso e molto aromatico, l'accoppiata diventa fenomenale! bravissima! son dei ravioli perfetti, dolci e ricercati!
    baci baci

    RispondiElimina
  35. Allora è proprio tempo di ravioli!! Sono giorni che girobloggando trovo ricette a palate, anche io sono stato rapito e li ho fatti!!
    Poi mi stavo proprio chiedendo come facesse il pecorino di Pienza ad essere nel tuo frigo vista la latitudine, ma mi sono tranquillizzato subito. Fantastica comunque la ricetta!!

    RispondiElimina
  36. Ottimi i tuoi ravioli. Tu sei toscana di origini? E spiegami perché là la salvia fresca è vietata pls!

    RispondiElimina
  37. devono essere uno spettacolo!!!!
    posso elevarmi anche io?? :)

    RispondiElimina
  38. No, dico: ma ti pare il caso di proporre tali libidinosissime delizie a noi poveri mortali ???
    Stai in mezzo al deserto? E allora prendi secchiello, paletta e divertiti a fare dei castelli di sabbia, no !?!?!?! ^_^
    Perfino il più scettico dei mariti vorrebbe elevarsi con dei ravioli simili !
    Pensa che abbiamo casa a 20 minuti scarsi da Pienza: secondo te, tra una ventina di giorni, quando andremo su perchè ci consegneranno il nuovo armadio, una capatina a Pienza non la facciamo ? (Mannaggiattè !!!! hahahahahaha)

    RispondiElimina
  39. era un complimento. Di sicuro.
    Si è elevato sulle soglie del paradiso...
    indovinato, vero?!?

    RispondiElimina
  40. Analogamente a quanto dicevo allo ZioPiero io sono con tuo marito...del quale per altro condivido anche i commenti iniziali ad alta voce...eh...ahimè (per me) anche le medesime conclusioni perchè la mia ragazza è di quelle che osa...io invece la denigro bonariamente durante tutto l'iter preparatorio...per poi fare retromarce colossali a tavola...per la serie...tutto il mondo è paese! :PPP ahahahahahahaah
    I complimenti per il piatto vanno a te...ma la comprensione è tutta per tuo marito, sappilo!! ahahahhahaah :DDD

    RispondiElimina
  41. Con me cara Staefy non avresti fatto tutta questa fatica :))))
    Formaggio con frutta , miele, confetture e mostarde non hanno eguali.....
    Io il poecorino l'avrei trovato anche se ben nascosto.....sono un segugio se si parla di formaggi buoni.
    Piatto meraviglioso.....Complimenti.....
    Un bacio

    RispondiElimina
  42. Che ricetta sfiziosissima e goduriosa!!! ci credo che questa volta tuo marito abbia "accettato di elevarsi"!!! (anche se con come lo tratti in cucina...il livello è sempre alto!!)
    proverò!!! toglimi solo una curiosità: come mai in Arabia è vietata la salvia fresca?
    un bacio


    PS ho fatto la crema al burro!!!! mio dio che meraviglia...peccato che anche il mio colestrolo abbia avuto lo stesso medesimo sussulto di piacere...mannaggia...è una di quelle cose da preparare una volta l'anno!!!
    grazie grazie grazie

    RispondiElimina
  43. anche io ho uno scettico in casa....ma mi sa che prenderòp spunto da te e ci proverò!!!complimenti al piatto e alla foto!!!

    RispondiElimina
  44. Devono essere speciali!! Anche mio marito è un tradizionalista in cucina e non si eleva facilmente ma spero di riuscire a convincerlo. Bacioni

    RispondiElimina
  45. mio marito è uguale!!! Con la differenza che lui il pecorino e i formaggi li mangia con le marmellate e i mieli... ecco un altro modo per far fuori i miei dieci chili di pere!!! (http://invacanzadaunavita-housewife.blogspot.com/2010/10/al-contadino-non-far-sapere-come-cucino.html)
    Bacioni e a presto!!

    RispondiElimina
  46. sono buonissimiiiii....cosa pagherei adesso per avere uj piatto qui davanti mentre ti scrivo....slurp...sei bravissima complimenti..
    un bacio da lia

    RispondiElimina
  47. che meraviglia cercavo proprio un piatto sfizioso che unisse il formaggio e pere. L'ho trovato...Bravaaaaaa!!! E complimenti per il blog!!

    RispondiElimina
  48. mi unisco all'elevazione di massa :P

    RispondiElimina
  49. Non so se il commento di tuo marito era un complimento al piatto ma è lo stesso complimento che fa ogni tanto mio marito e il più delle volte so che è disperazione unita a fame(non quella vera, quella atavica!) :-))

    RispondiElimina
  50. Bravissima!!! Sono veramente eccezzionali!!!

    RispondiElimina
  51. Penso che il connubio pecorino e pere sia perfetto, sei troppo brava!!!
    Troppo forte tuo marito!
    un bacio

    RispondiElimina
  52. Io ci vivrei di formaggio e pere! Una ricetta favolosa, mi piacerebbe tanto trovare questo piatto a casa...
    Mi sto organizzando per la preparazione dei ravioli per la festa di fine novembre con i parenti... chissà magari adotterò questa versione decisamente originale!

    RispondiElimina
  53. eh eh..bella la storia!e grandiosa per questi tortelli..il ripieno mi ispira e mi posso benissimo immaginare la faccia di tuo marito, prima e dopo!!
    un abbraccio,de

    RispondiElimina
  54. opttimi questi ravioli, non vedo l'ora di mangiarli!!!!!

    RispondiElimina
  55. andata! saranno il mio primo piatto della vigilia, immagino si possano congelare vero? così dovrò solo tuffarli nell'acqua bollente. che forza il maritino... :D

    RispondiElimina
  56. A te, di sicuro, quindi alle tue sperimentazioni. Livia

    RispondiElimina
  57. Si. Mi voglio elevare.. . . . risposta fantastica, tipica da uomo!
    Secondo voi era un complimento al piatto? :-)
    No, di certo non e' un complimento al piatto, credo che anche tu lo sappia, questa risposta e' lampante come il silenzio che l'ha preceduta, tipicamente da marito. Suvvia un po' di psicologia! Ma lui ti ama . . .

    RispondiElimina
  58. Pazzesco! E' successa la stessa cosa con la ricetta che ho preparato per il tuo contest che posterò più tardi.Quel brontolone di mio marito mi fa:"ma tutte queste mele devi "rovinare" per questo piatto"?
    Alla fine ha divorato tutto mele comprese che di solito non gradisce.
    Questi ravioli sono sicura che sono fantastici, anche io adoro il formaggio con le pere chissà che non riesca in questo modo a farli mangiare ai miei figli che odiano le pere.

    RispondiElimina
  59. ces raviolis doit être gouteux et délicieux,parfait pour les diners chic entre amis
    une superbe recette
    bonne journée

    RispondiElimina
  60. Bella la prima foto!!!
    Maaa piaaasce
    ;-)

    RispondiElimina
  61. Questa bontà devo assolutamente provarla!!!!...bravissima!!!

    RispondiElimina
  62. noto che il deserto ispira parecchio..sei sempre piu brava e a breve ti omaggerò con una tua ricetta :)
    un bacione occidentale!

    RispondiElimina
  63. posso immaginare la bontà!!!! di sicuro l'amore tuo si è ricreduto!!!!! baci cara!

    RispondiElimina
  64. ti adoro! ma lo sai quanto dista da me Pienza? una passeggiata da fare una domenica verso le 11 e arrivare in tempo per pranzo... c'è un ristorantino in cui ho mangiato del pecorino al forno con del miele fuso che meriterebbe l'oscar :-) questi ravioli sono troooppo buoni

    RispondiElimina
  65. Quanto adoro i mariti! la stessa cosa il mio con le verdure cotte (e persino ha mangiato il cavolo gratin). Stefania, davvero questi li devo copiare! io adoro mosardine e confetture con i formaggi:)
    A presto
    Pat

    RispondiElimina
  66. Stefania quando ho visto il titolo della ricetta non ci potevo credere..che ci fa un Arabia un pecorino...Sei una grande, so cosa vuol dire portarsi cibarie in giro per il mondo e soprattutte farle durare....E il ripieno te lo rubo...Baci ;)

    RispondiElimina
  67. Mi voglio elevare pure io!! Adoro questo abbinamento, brava Stefania:))
    Bacione

    RispondiElimina
  68. ottimo accostamento, e poi assaggiare questo piatto nel deserto non e' mica da tutti, ciao

    RispondiElimina
  69. Ti confesso: non mangiamo formaggi...eh, lo so!Una vergogna...ma oltre al parmigiano qui non si va!Misa che sostituirò pecorino con parmigiano...lo so, lo so che è un tradimento, quasi un'offesa al piatto!Ma almeno un poco di questo bel piattino me lo assaggio pure io! :D
    Se ti va c'è qualcosa per te, da me!

    RispondiElimina
  70. Scusa, ma perché la salvia è proibita? Ottima ricetta, of course...

    RispondiElimina
  71. Ti capisco, anche io devo nascondere le cose se voglio utilizzarle in qualche ricetta, altrimenti sparisce tutto in un battibaleno!!
    ottimi i tuoi ravioli!!

    RispondiElimina
  72. wow! ma cos'e' il periodo di paste ripiene?!?!?
    lo sai vero che hanno un aspetto "terrificante" ;-) io invece ho fatto questi:
    http://americanpieedintorni.blogspot.com/2010/11/equivoco-linguistico-tortelloni-vs.html#comments
    ciaooooo, buon week end!

    RispondiElimina
  73. Ciao Stefania, se ti va passa da me, così ti passo la "Staffetta dell'Amicizia" !!!
    Un abbraccio
    Bietolin@

    RispondiElimina
  74. Ciao Stefania!!!!!!!
    Che piatto stupendo, ne sento il profumo!!!!
    Sei sempre insuperabile!!!!!
    Un bacione!!!!

    RispondiElimina
  75. il mio palato si eleverebbe volentieri!!!

    RispondiElimina
  76. I Natali passati ho fatto un figurone con i tuoi ravioli salmone e ricotta,quest'anno si cambia :-) spero solo di trovare il pecorino che raccomandi.Un bacione!

    RispondiElimina
  77. buoni e originali, la foto mi piace molto: la cucina dovrebbe farci elevare un pochino, almeno farci dimenticare per un pò quello che non va intorno...e tu ci riesci anche con le parole, grazie a presto

    RispondiElimina
  78. Beh ma adesso tuo marito è uno scettico alimentare elevato, è tutta un'altra cosa no? :-D
    Anche perché dopo questi ravioli credo abbia perso il titolo di scettico, deve essersi leccato i baffi come minimo!
    Io adoro questi abbinamenti.

    RispondiElimina
  79. Con un ripieno cosi' non si puo' resistere, sono assolutamente da provare.Buon week end Daniela.

    RispondiElimina
  80. Ahahah!! "Mi vogli elevare" è bellissima!
    Brava arabotta, hai demolito un preconcetto culinario. Certo che invece con me, questi ravioli dall'acutissima personalità, sfondano una porta aperta! Irresistibili!

    RispondiElimina
  81. Poire/fromage : une délicieuse combinaison.
    J'adore.
    J've a award for you.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  82. Il Maritino dovrebbe essere un pochino piu' riconoscente...Santa Subito!
    Hugs.

    RispondiElimina
  83. Un abbinamento favoloso!! Mi verrebbe da provarlo, anche se non ho il magico formaggio! :(
    Cmq anch'io sono per i sapori più particolari, amo la cucina tradizionale, ma vorrei andare oltre proprio per evitare di stancarla e di mangiare le solite cose :P

    RispondiElimina
  84. sempre belli da leggere i tuoi post :) tuo marito diventerà un mito dei food blogger :)
    il pecorino di pienza parla da solo! ravioli fantastici :)

    RispondiElimina
  85. Mio marito è identico! Il pecorino con le pere invece non ha paragoni, bravissima, mi invito io a casa tua ^_^
    Bacioni
    Sonia

    RispondiElimina
  86. ma che delizia.. mi hai fatto venire un'acquolina!!! gnamm...
    www.modemuffins.blogspot.com
    baci
    MMM

    RispondiElimina
  87. Oh mio marito cara Stefania, tu il tuo l'hai convertito, io non ci sono riuscita.. risotto gorgonzola e pere: non l'ha mangiato!!! Quindi a te doppi complimenti, primo per la buonissima accoppiata, secondo per il tuo personale successo :-) Ciao ciao

    RispondiElimina
  88. Ma come mi piace questa ricetta,sarà che amo le pere con il formaggio o meglio "cacio" e soprattutto quello di Pienza che si produce a pochi chilometri da casa mia,ma è una presentazione che mi ha colpito molto e la proverò al più presto.Una felicissima domenica e un abbraccio

    RispondiElimina
  89. Ciao. Ti seguo perchè mi piaci, pi piace il tuo scetticismo... mi rivedo molto con mio marito che non apprezzava molto la cucina particolare, ma dopo 34 anni si è rivalutato (porta pazienza).
    Per questo post ho riso fino alla lacrime, non perderti d'animo... prima o poi vincerai alla grande sull' homo - non sempre sapien.
    Un'abbraccio, Milena

    RispondiElimina
  90. Era un complimento, si-si-si!
    Figurati, li mangerei anch'io a chilate!
    Un bacione, buona domenica!

    RispondiElimina
  91. @@@ Aria in Cucina @@@: grazie, ma sai noi donne siamo tutta un'altra cosa ;-) per il quesito ho aggiunto una riga al post!

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: ehehehe grazie mille :-)

    @ lucy: era sottovuoto, e disperso in un frigo enorme. Senza queste caratteristiche, sarei stata persa ;-)

    @ Sarachan: ma beata te che allora puoi sperimentare in liberta'!!

    @ alessandra (raravis): non so quanto saranno buoni con l'antistaminico, ma mi ricordi mia madre, a cui i peperoni facevano tanto male ma di cui andava ghiotta. Ogni tanto se ne faceva una mangiata fenomenale, prendendo in anticipo un giorno off per il successivo :-)

    @ federica: ma grazie!

    @ jose manuel: troppo buono :-)

    @ giady: e tu gentilissima, grazie!

    @ Claudia: mi chiamo Stefania :-) magari a colazione no, ma ti assicuro che per pranzo e cena non mi lamenteri nemmeno io!

    @ deny: anche tu non sei messa bene, vedo...

    @ Milen@: eh si, perche' di conversione si tratta...un atto di fede, in pratica :-)

    @ Simo: ma figurati, non c'e' nulla da essere bravi, piuttosto, prova!

    @ Ramona: e in caso fammi sapere :-)

    @ Babs: lo so :-))) e nemmeno posso dire che mi disegnano cosi' :-)))

    @ Sara: grazie!!!

    @ Elifla: anche io amo molto i ravioli, mi diverto a prepararli come se giocassi con il Pongo :-)

    @ Lucia: glielo diro', che fama si e' fatto :-)

    RispondiElimina
  92. @ stefania: grazie, omonima :-)

    @ Federica-Pan di ramerino: di necessita', virtu', ed anche ravioli a merenda :-)

    @ Nepitella: uhm, anche calcolando la differenza di fuso non ce la fai :-) spariti!

    @ Genny: ehehehehe anche a me ;-)

    @ alessandra: si diventa un po' maniaci, effettivamente...

    @ Fabiana: sciopero scongiurato, fino al prossimo esperimento :-)

    @ dolci a gogo: ma guarda non e' che critichi piu' di tanto ma su certe cose ha tanti di quei preconcetti...

    @ ELel: eh si, la frase fara' storia!!!

    @ manu': ho aggiunto al post la spiegazione, ma beata te che almeno la trovi!!

    @ Acquolina: anche io me li sono immaginati sulla tavola natalizia.Baci!

    @ Letiziando: ecco, vedere che ci sono altri con i miei stessi gusti mi conforta!!!

    @ elenuccia: quella che ti piace di piu'! Qui poi c'e' un tipo solo...:-(

    @ giulia pignatelli: :-)

    @ Tery: cacio e pere l'ho fatta, ma solo per me, mi credi???

    @ Saretta: e fai una prova, dai!

    @ manuela e silvia: grazie mille!

    @ valerioscialla: purtroppo non e' arrivato con il teletrasporto, altrimenti altro che spicchio...

    @ cristi: no, sono romana. Il toscano e' il marito! E la salvia e' spiegata nel post...

    RispondiElimina
  93. @ Alice: puoi, eccome se puoi :-))))

    @ JAJO: ok, torno sotto la duna. Vivi vicino a Pienza? allora dopo che vai avvisami, e vengo a rapinarti!!!

    @ Gaia: lasciamo un velo di mistero, va...

    @ Gambetto: sai che mio marito ormai quando si vede denigrato mi chiede "ha scritto Gambetto?" sperando di avere qualcuno dalla sua parte???

    @ viola: eheheheeh anche io sono come te, inoltre credo di essere stata un topo in una vita precedente ;-)

    @ maetta: anche per te, soluzione del mistero nel post! E sono contenta per la crema, grazie!

    @ sara: grazie!!! osa, osa!

    @ Le pellegrine Artusi: prova con la scusa che si elevera'...

    @ lucia: santo cielo!!! ti aiuterei volentieri a smaltire...

    @ PROVARE PER GUSTARE: credetemi, anche io!

    @ laura: diciamo che sono esperimenti, entrambi :-) ma grazie!

    @ Mirtilla: mi hai fatto morire!

    @ Carlotta D: la fame di mio marito deve essere la stessa del tuo...

    @ Francesca: grazie!

    @ Cristina: di, diciamogli pure che e' forte e sono finita!!!

    @ Pat: ah pero;, grazie! sarei felice se provassi :-)

    @ Daisy: gli uomini a volte sono abbastanza prevedibili, ed immaginabili, vero?

    @ Giovanna: fanno parte di tutte le cose che NON avro' mai il tempo di cucinarti!!!

    @ Cristina: non ho provato, ma come tutti i ravioli credo proprio di si :-)

    @ Livia: sicura? io no...:-) Grazie!

    @ chamki: eppure credo da investigazioni successive che sia davvero piaciuta, o comuqnue non troppo dispiaciuta :-)

    @ gloria cuce': ho letto, siamo tutte nella stessa barca, vedo...

    @ Fimere: merci, ma il mio francese non e' tanto ferrato per dirti anche quanto sei gentile!

    @ zio Piero: ma dai, mi sento come se avessi preso un bel voto a scuola!!! :-)

    @ Vanessa: grazie!

    RispondiElimina
  94. ma davvero cucini a quell'ora per fotografare?? sono una blogger troppo indietro, a questo non avevo mai pensato, io fotografo prima di mettere in tavola :((
    i tortelli con le pere li faccio anch'io ma col bitto stagionato, con il pecorino di pienza pensa te, ho fatto proprio una ricetta con le mele per la tua raccolta...ma mi frega la foto, mannaggia !!!

    RispondiElimina
  95. @ Roberta: ma grazie!!!

    @ ELy: e speriamo!!!

    @ sweetmaremma: il pecorino al forno di cui parli mi sta togliendo il sonno al solo pensiero...

    @ Patricia: vero. Cosa sarebbe questo blog senza il mio? Un mare di noia :-)

    @ Glu.fri: eh lo so, che mi capisci...;-)

    @ Oxana: benvenuta all'elevazione di massa!!!

    @ flavio: vero. dovremmo dirlo allo scettico ;-)

    @ Rosa: aggiunta riga al post!

    @ Patrizia: come non mangiate formaggi??? E vabbe', sara' ottimo anche col parmigiano...;-)

    @ Zia Elle: eh si...altro che cavallette!

    @ Kat: ho visto, che brava sei!

    @ Bietolin@: grazie :-)

    @ Lory B: troppo buona, grazie!

    @ Valeria: :-)

    @ maria61m: mannaggia, se fossi in Italia te lo manderei io!

    @ matteo: e' vero, la cucina e' anche un diversivo...grazie :-)

    @ Muscaria: non si sa, non si sa...e' elevato fino al prossimo tonfo ;-)

    @ Daniela: effettivamente sono riusciti bene, devo ammetterlo :-)

    RispondiElimina
  96. @ ( parentesi culinaria): non ho dubbi che ad un tipo come te sarebbero piaciuti. Grazie!

    @ Nadji: grazie :-)

    @ Edith Pilaff: ma no, e' riconoscente, per carita'...e' che e' parecchio tradizionalista sul cibo!

    @ Federica (deri): ma infatti, e' giusto per un cambiamento ogni tanto, mica sempre!

    @ Gio: grazie!!! se glielo diciamo magari mangia piu' formaggio con le pere??? :-)

    @ SUNFLOWERS8: ecco, facciamoli conoscere e poi...andiamo a cena io e te !!!

    @ MMM: grazie :-)

    @ Antonella-Vera55: che fortuna hai, allora!!!

    @ mida.f3: l'uomo non sempre sapiens la faccio mia!!! :-)

    @ Giulia: non siamo sicuri...:-)

    @dauly: ma altrimenti le foto mi vengono troppo scure...sono fissata, lo so :-)

    RispondiElimina
  97. :)))
    Infatti ti dovresti preoccupare quando non commento...
    ahahahahah

    Il Temutissimo

    ;-)

    RispondiElimina
  98. Ciao Araba ... ammazza quanti commenti a questo post ;o)
    Sono atterrato sul tuo sito da tzatziki ... mi incuriosisce un sacco la vita culinaria di un'Italiana in Arabia.
    Io ho vissuto 1 anno tra Abu Dhani e Doha, in Qatar, con 1000 peripezie per recuperare ingredienti tipici, ma trovo che ci siano anche li begli ingredienti da scoprire.
    Ti lascio i miei recapiti e tornerò presto.
    Ciao
    Fabrizio
    http://artetecaskitchen.wordpress.com/
    http://arteteca.net

    PS: qui trovi il mio blog dell'epoca (era il 2003/2004)
    http://www.arteteca.net/siti/ads/index.htm

    RispondiElimina
  99. Ciao Fabrizio, allora sai di cosa parlo, quando mi leggi!
    A presto, allora, e verro' a sbirciare da te :-)

    RispondiElimina