giovedì 23 settembre 2010

Caramello che resta morbido

Propongo una petizione internazionale: la malefica categoria degli ospiti dell'ultimo minuto, quelli a sorpresa, e mettiamoci pure quelli che si autoinvitano, deve sparire dalla faccia della Terra.
Avete presente una sera di quelle in cui il frigo e' mezzo vuoto? 
Decido che mio marito sara' felicissimo con una mega pizza preparata con quel po' di impasto surgelato ed io mi godro' una delle mie amate cremine, quelle che lui guarda con sospetto e bolla come cibo da ospedale, quelle che lo fanno preoccupare quando le vede girare in cucina perche' teme sempre che gli siano propinate.
Quella in questione era mele verdi, carote, succo d'arancia e feta sbriciolata: secondo me e' buonissima...
Serafica, dal fondo del divano dove sono sprofondata dopo una giornata infernale, medito che la pizza non si inforna da sola, quando ecco proprio a quella temutissima ora, il temutissimo suono: il campanello.
La temutissima ora e' quella che ti coglie quando c'e' gia' la tovaglia sulla tavola: non hai scampo.
Il simpatico ma inopportuno ragazzo belga che ogni tanto viene a trovarci ha sviluppato tecniche raffinatissime ormai, conosce orari ed abitudini, e soprattutto fa sempre la fatidica domanda, di cui conosce gia' la risposta: state gia' mangiando?
No, non stiamo mai mangiando quando arrivi, e lo sai benissimo.
Sono gia' disperata: la pasta della pizza non basta per farne tre, e la zuppetta idem.
Peccato, magari se per una volta gli propinassi una cosa del genere lo vedremmo sparire per un po'...
Lui si accomoda, e mio marito che ha gli occhi fuori dalle orbite dalla fame mi guarda come per dire qual e' il piano?
Hadelin, rimani con noi? E figurati se dice di no.
Guardo il frigo sconsolata: non c'e' nulla che possa essere preparato in fretta. Spaghetti, ma con cosa? C'e' un fondo di pesto, che basterebbe per sfamare al massimo un Puffo. Il risotto? Troppo lungo, devo pure scongelare il brodo. Petti di pollo? Ecco, questi si che li posso schiaffare nel micro e farli scongelare.
E meno male che siamo a casa di una foodblogger...
Colpo di genio: la pasta della pizza diventera' degli elegantissimi mini calzoni. Eh si, che le porzioni troppo grandi non sono chic, vero? ;-)
Soddisfattissima comincio a stenderli, e preparo al volo pomodori e mozzarella per il ripieno.
Sono salva, dopo i calzoni avremo dei favolosi petti di pollo e la cremina di mele e carote sta per diventare un raffinatissimo antipasto, dato che la versero' in bicchierini piccini piccini piccio'.
Questa e' la situazione in cui mi viene sempre in mente la moltiplicazione del pane e dei pesci, ma mi sa che funzionava solo con quelli, e mi metto l'anima in pace.
Ok, e' andata. Anche stasera faccio una decentissima figura, per una cena improvvisata in un quarto d'ora.
E sono talmente soddisfatta che decido di apportare una piccola miglioria ai calzoni, aggiungendo un'acciuga al ripieno, d'altronde ne ho una scatola che giace da tempo immemorabile in dispensa, e chissa', essendo un pesce magari si moltiplica e mi da' una mano?
Lo diceva mia mamma, scherza con i fanti ma lascia stare i santi.
Le acciughe mi hanno letto nel pensiero, e si vede che l'idea di moltiplicarsi non e' piaciuta.
Apro la scatoletta, per fortuna sul lavandino, ed uno schizzo d'olio a spruzzo lo inonda. Poco male, e' il lavandino.
Peccato che il resto mi finisca meta' in faccia, meta' sui capelli.
Cerco di pulirmi, ma e' olio, ed ormai ho l'invitantissimo profumo di una bestia in decomposizione.
Eppure non mi sembrava di aver fatto un pensiero tanto blasfemo, si vede che le acciughe sono pesci suscettibili.
Quindi ricapitolando cena rattoppata, padrona di casa puzzolente: che bella serata.
Ma ho l'asso nella manica.
La foodblogger puo' avere il frigo vuoto, ma una golosa avra' sempre un dolce dentro casa.
Per cui l'infimo gelato alla vaniglia del supermarket si trasforma in una coppa gourmet, dopo averlo ricoperto di riso soffiato, un cioccolatino tagliato a mini scaglie ma soprattutto una colata generosa di caramello morbido. E' qui che mi salvo la faccia, e recupero la reputazione.
Perche' il caramello morbido crea dipendenza, ed e' l'unico dettaglio della serata che verra' ricordato.
A parte forse che non uso piu' lo stesso profumo di Marilyn Monroe, ma poco male ;-)

Farlo e' una sciocchezza, a patto di seguire poche, semplici regole.
Quando lo postai su un noto forum nel lontano 2006 molti mi scrissero che non riuscivano: esaminando i problemi, al 90% era colpa del pentolino sbagliato, troppo alto o con il fondo troppo sottile.
Anche il fuoco ha la sua importanza, se troppo alto il caramello si brucia senza rimedio.
Ci vuole solo un po' di attenzione, ma per avere sempre a disposizione un caramello che non diventi pietra ne vale la pena.


CARAMELLO CHE RESTA MORBIDO

200g di zucchero semolato
3 cucchiai di acqua
altra acqua per la fase successiva, circa 10/12 cucchiai


Mettere in un pentolino a fondo spesso e base abbastanza larga lo zucchero ed i 3 cucchiai d'acqua. Accendere il fuoco non troppo alto ed aspettare pazientemente che si sciolga, senza mai toccarlo.




Dopo un po' lo zucchero comincia a sciogliersi, e fara' tante bolle.


Dopo la fase bolle, lo zucchero sembra solidificarsi in una massa compatta: non disperate.


La massa compatta piano piano si sciogliera', lasciando il posto ad un caramello perfetto.
Importante: se vedete il caramello sciogliersi solo sotto la lastra, e non anche sopra, datele un colpetto con la punta di un coltello per romperla ed evitare cosi' che il caramello "intrappolato" sotto bruci prima che lo zucchero in superficie si fonda.


Appena il caramello e' pronto ed uniformemente sciolto, spegnete il fuoco. Intanto vi sarete preparati dell'altra acqua rigorosamente bollente.
A fuoco spento e con estrema attenzione agli schizzi, aggiungete subito i primi 4 cucchiai di acqua bollente al caramello appena fatto.


Mescolando di tanto in tanto, far raffreddare il caramello, ed ogni 5 minuti circa aggiungere un altro cucchiaio di acqua, sempre bollente.
All'inizio il composto e' liquidissimo, raffreddandosi prende consistenza, e quella finale la vedrete solo da freddo.
La dose di acqua indicata e' sufficiente per un caramello dalla consistenza cremosa, se lo volete piu' liquido aggiungetene dell'altra, ma sempre poca alla volta, e sempre bollente.
Mescolate benissimo dopo ogni aggiunta, o l'acqua rimarra' in superficie senza amalgamarsi al resto.

NOTE:
- non usate fuoco troppo alto: se il caramello brucia, diventa amaro.
- conservatelo in un barattolo a temperatura ambiente. Lo zucchero e' un conservante naturale, non va certo a male.
- usatelo a profusione su gelati, panna cotta, budini e tutto quello che desiderate. Anche a gocce su un tomino, se avete i mei stessi gusti...

179 commenti:

  1. Io uso la panna per mantenerlo cremoso ed è vero, dà dipendenza! Buona giornata, Rosanna

    RispondiElimina
  2. Io l'importuno di turno l'ho bruciato definitivamente facendo la faccia di tolla: ospitalissima e gentile con il sorriso stampato in faccia, si parlava del più e del meno anche per ore, ma anche a costo di morire per gli spasmi della fame l'argomento cibo non veniva neanche nominato! Alla fine l'ha capita ed è andato ad insidiare altre famiglie.
    Il caramello...mmm...ci litigo tutte le volte e, di solito, vince lui. Ma la partita è ancora aperta. Proverò la tua goduriosa ricetta.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. complimenti Stefania, te la sai cavare in ogni situazione, sembri Mc Gyver (chissà se si scrive così e chissà se qualcuno se lo ricorda, era caruccio),il caramello è la mia bestia nera, mi diventa pietra SEMPRE!!! Mi annoto la ricetta, mi tornerà utile, buona giornata, un abbraccio...

    RispondiElimina
  4. ma allora te le cerchi :) se gli offri una cenetta così buona di sicuro tornerà! Penso di avere il mio pentolino di fiducia adatto.. proverò a fare il caramello morbidoso! Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Mi ricordo di questa ricetta, una dei tuoi cavalli di battaglia.....a me non riuscirebbe sicuramente, pasticciona come sono..!
    Un lode per l'arte dell'improvvisazione: anche io in questo me la cavo alla grande, eheheheh!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. hihihihi "acciughett n°5" potresti brevettarlo!!!
    Per essere una situazione "d'emergenza" te la sei cavata alla grande, soprattutto l'asso nella manica mi è piaciuto. Bella l'idea del caramello, non lo faccio spesso ma è davvero comodo poterne avere un barattolino a disposizione all'occorrenza. Bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  7. Nooo mi piace troppo questa ricetta!!! La provo immediatamente...mia nipote quando era piccolina e qualche rompi..suonava ad orari inopportuni diceva sempre..digli che non c'è nessuno!!! Baci baci

    RispondiElimina
  8. sai che lo devo provare!!!!!!!! non sono riuscita mai a farlo....da ora in poi hai cambiato profumo?????!!!!!!!!!!!! baci.

    RispondiElimina
  9. O CARA COME TI CAPISCO, per fortuna io e mio marito abbiamo orari diversi per cui è difficile trovare il momento giusto per autoinvitarsi.io usavo per bloccare il caramello il burro ma in effetti la tua versione è più leggera.che dire...quella cremina che avevi tu mi ispira molto altrechè, la posti?

    RispondiElimina
  10. hai ragione,queste persone andrebbero radiate!!!ma te la sei cavata bene eccome!!
    e'sempre bellissimo leggerti,mi metti su un buonumore...
    bacione

    RispondiElimina
  11. bedda...che supercenetta anche con il frigo mezzo vuoto! complimenti.Guardando quella goccia di caramello dal vaso vien voglia di dare una leccata! ;)*

    RispondiElimina
  12. Te la sei cavata alla grande direi!! Un bacione!

    RispondiElimina
  13. Mi hai fatto morir dal ridere!! Anch'io odio quelli che si autoinvitano o che si presentano all'ora di cena... e ne conosco!! Proverò il tuo caramello, ormai mi ero arresa, ma mi hai incoraggiata e ti ringrazio

    RispondiElimina
  14. Un modo carino per cominciare la giornata... ridendo di gusto! Complimenti però, anche se dati i risultati non sei riuscita a scoraggiare il tuo ospite dall'autoinvitarsi un'altra volta, anzi..
    :-)

    RispondiElimina
  15. sempre brava ! hai affrontato la situazione molto molto bene !
    Il caramello no l'ho mai fatto proprio per il timore d bruciare tutto.... per ora salvo e ti ringrazio, poi vediamo se mi viene il coraggio di provare senza troppi timori. A presto

    RispondiElimina
  16. Per fortuna noi non abbiamo di queste incursioni, soprattutto perchè io il caramello già pronto me lo sogno!
    Lo voglio provare....

    RispondiElimina
  17. impazzisco per il caramello.. te lo rubo!!
    dai un occhio se ti va a
    www.modemuffins.blogspot.com
    baci!

    RispondiElimina
  18. Bravissima non ti sei persa d'animo! L'unica cosa, l'avrai notata anche tu, se a questo ragazzo proponi sempre delle bontà è normale che lui si proponga all'ora di cena, lo farei anch'io, anche per il solo caramello! ahahaha!Bacioni!

    RispondiElimina
  19. Segnato e grazie delle dritte! e...magari l'olio alle acciughe fa bene alla pelle! ciao ;)

    RispondiElimina
  20. mica stupido il ragazzo...se avessi una vicina di casa come te...pure io mi presenterei spesso alla tua porta !

    ihihi a parte gli scherzi...le odio le persone che si auto invitano senza nemmeno avvisare!!!

    Ottimo il caramello, l'avevo provato sempre grazie alla tua ricettina...sei un genio...l'ho sempre pensato !
    un bacione!

    RispondiElimina
  21. Non nutro simpatia nemmeno io, per le persone che si presentano ore pasti e poi immancabilmente dicono: "Si, ma non vorrei bisturbare".....ma allora che accidenti vieni a fare a quest'ora!!!!Mio marito invece dice:"Facciamo finta di non essere a casa"....peccato che abitiamo in una casetta con finestra della cucina rivolta verso l'ingresso!!!!!!!
    Siamo foodblogger, nulla ci fa paura!!!!!!
    Stupendo il tuo caramello colante!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Hai organizzato una cena last minute davvero perfetta! Se fai la petizione io te la firmo per prima :-)
    Il caramello morbido? immagino sia delizioso, le tue spiegazioni poi così precise che mi vien voglia di provare a farlo! Un bacio

    RispondiElimina
  23. Buongiorno, passo da te perchè mi farebbe un'immenso piacere se partecipassi al mio nuovo contest a premi:

    http://ricette-golose-e-light.blogspot.com/2010/09/contest-premi-cibo-bizzarro-made-in.html

    Ti aspetto!

    RispondiElimina
  24. Ospiti dell'ultimo minuto??? A morte!! :PPPP

    Questo caramello è stupendo!
    Io non ho un grande rapporto con il caramello, sono riuscita ad ustionarmi quelle infinite volte... Però considerando che questo va toccato molto poco.... si può provare! Vedere quella cremina è troppo invitante!!!

    RispondiElimina
  25. Ciao Stefania, da quando ho provato a fare questo caramello,il tuo,non lo abbandono più! in effetti crea dipendenza anche degli ospiti!
    Davvero un'idea geniale.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  26. Da come scrivi non sembra difficile e vorrei provarlo, grazie per i tuoi consigli ♥♥♥

    RispondiElimina
  27. lo dovrei proprio fare per averlo sempre pronto....sembra ottimo!

    RispondiElimina
  28. Non ho mai fatto il caramello in casa, non sembra difficile.... magari provo!!!
    Per fortuna che io, elementi del genere che piombano in casa, non ne ho mai avuti!!! eh, eh!!!
    Franci

    RispondiElimina
  29. tesoro sottoscrivo:arrivano sempre all'ora di cena puntuali e capita sempre di avere il frigo vuoto pero te la sei cavata alla grande e tu sai la mia avversione per il caramello ma sono sicura che sguendo le tue indicazioni riuscirò a farlo anch'io!!!mamma mia la tua è da deliriooooooooooooooo!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  30. a pensarci è anche un ottimo regalino da fare per natale!! grazie del post lo proverò presto prestissimo
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  31. buongiorno Stefy... hmmmm che bella idea quella del caramello morbido...
    e sopratutto grazie delle meravigliose spiegazioni... io ogni volta che c'ho provato pensavo di aver sbagliato qualcosa perchè vedevo lo zucchero diventare una lastra bianca... e puntualmente spegnevo il fuoco!!!
    povera me!!! che figuraccia!!!

    RispondiElimina
  32. Qualcosa di dolce c'è sempre a casa mia, per il resto sei stata bravissima! soprattutto dopo la stanchezza della giornata! questo caramello morbido sul gelato dev'essere una goduria, ma con un po' di fantasia finirebbe subito ;-P
    Ciao da Francesca

    RispondiElimina
  33. Sei troppo simpatica! Divertentissimo il racconto, probabilmente l'olio delle acciughe io l'avrei fatto "accidentalmente" cadere sull'ospite indesiderato. Opssss, scusa, sono mooooortificata.. ^_^
    Mhmmm questo caramello sciropposo mi fa sbavare. L'ho fatto una prima volta e mi si è inesorabilmente BRUCIATO. L'ho ripetuto e m'è riuscito. Ora voglio riprovare col tuo. La goccia sul barattolo mi sta guardando con aria moooolto seducente, è irresistibile. Sul tuo cheesecake con il latte condensato ci starà una favola! (oramai lo porto ovunque col caramello o con le fragoline di bosco agli inviti da amici e tutti mi guardano con ammirazione ^_^) Dimmi solo una cosa. Non va mosso o girato fino a che non aggiungi l'acqua calda? Sembrerà un dettagliuccio, ma non per me non lo è.
    Per il resto, cara arabafelice: RISPETTO! :)

    RispondiElimina
  34. mI raccomando il fuoco dolce, grazie per averci fatto vedere turri i passaggi il caramello devo dire è una di quelle cose che mi piace di più, magari un cucchiaio nel latte la sera mentre sono al pc non mi dispiace mai

    RispondiElimina
  35. che ridere... anch'io me ne vado in panico quando suona il campanello.... poi ti si presentano sempre prima di pranzo o prima di cena, sembra lo facciano a posta... e tu che fai non gli chiedi di restare? peccato che non sai neanche tu cosa devi mangiare... figuriamoci se puoi saper cosa fare agli altri... tu sei geniale... io in quei casi vado sul banale... buonissimo il caramello....

    RispondiElimina
  36. ma pensa te.....;-)
    anche a me capitano situazioni simili!ma nel mio caso e' mio marito che a sorpresa invita amici all'ultimo momento..e l'invito il giorno della pizza e' molto frequente..chissa' perche'???
    by the way..ho rifatto ieri il tuo adorato polpettone di tonno...ne sono diventata addict!!!!!!!!!!!!!!
    un abbraccio,de

    RispondiElimina
  37. Se le cene a sorpresa a casa tua sono sempre così, devo dire che mi dispiace non abitare vicino a te, e non fa niente se manca l'antipasto o il primo/secondo, posso passare direttamente al dessert :))
    Non sapevo che si poteva preparare il caramello aggiungendo solo acqua, ero convinta che ci voleva sempre la panna

    RispondiElimina
  38. Terrible, les invités qui arrivent quand le frigo est vide.
    J'aime beaucoup ton histoire. Ça m'a ait rire.
    Je note ta recette su caramel liquide car ce n'est pas toujours facile de le réussir.
    Bonne journée et à bientôt.

    RispondiElimina
  39. Sei veramente una forza della natura Stefania, che ridere mi fai fare!!!!In queste situazioni"estreme" si vede porprio ce sei una cuoca perfetta!
    baci

    RispondiElimina
  40. Alcune situazioni inevitabilmente sono anche un ottimo spunto per mostrare capacità e versatilità come in questo caso.
    Forse leggo male tra le righe ma (come del resto è capitato anche a me parimenti...ma non con altrettanta bravura) certe piccole sfide se anche sul momento davvero predispongono male poi le si tramuta sempre in mini-gara con se stessi per dimostrare che in fondo in fondo...non è proprio facile essere presi in castagna. Insomma parte male...ma poi sono una bella opportunità.
    Ciò non toglie che ci sono anche quelle contingenze per le quali si manderebbe tutti a quel paese!! ehehehehe
    Se non fossi veramente brava probabilmente...anzi certamente avresti messo il profumo ed ordinato a telefono la cena in qualche delivery! A quanto pare invece hai creato degli ottimi presupposti per l'ennesimo squillo di campanello poco prima di cena! ahahahahaha :PPP
    Mai preparato prima un caramello morbido...ma devo rimediare e parto con la tua ricetta di certo :)

    RispondiElimina
  41. Ma questa preparazione è una vera goduria!! Da mangiare a cucchiaiate, altro che gelato!

    RispondiElimina
  42. Avresti dovuto indossare "vendetta"!
    Un caramello cosi' me lo pappo con un bel brownie ed una palla di gelato alla vaniglia.
    Certo, non saro' mai Victoria Beckham....
    A presto!

    RispondiElimina
  43. Questa del caramello è spiegata così bene che viene subito voglia di provare...per quanto riguarda il ragazzo belga....mica scemo...se continui a viziarlo così...pure la coppa di gelato con caramello...e quando te lo togli di sopra...però tutto sommato è una gran soddisfazione. Se cucinassi male e non si trovasse bene in vostra compagnia mica tornerebbe..no!? Un bacio

    RispondiElimina
  44. scusami mia cara ma non ho avuto forza di finire il post, dovevo scrivere a caldo quanto io mi associ all'odio per queste categorie..ma ormai ho sviluppato la difesa,molto diretta "oh,scusami,stavamo uscendo!!!!!"...e non mi scappa mai la battutina "arrivi sempre nel momento giusto per sbafare,eeehh??dillo a giulietta tua!"comunque sei troppo signora per abbassarti a come attuo la difesa io:) mi mancava questo blog mentre ero a pantelleria..comunque un posto da favola..bacioni da giulia-lasolita!!

    RispondiElimina
  45. Ohhhhhhhhh che ricetta ! ma sai che da qualche giorno mi gira sulla testa prepararlo!? adesso la faccio! bacione a complimenti per il blog!!!

    RispondiElimina
  46. Ecco questa è la ricetta che fa per me. Fa sempre comodo avere a portata di mano del caramello per guarnire qualche dolcetto ;)
    Se ho capito bene tutta la prima fase va fatta senza mai mescolare?

    RispondiElimina
  47. Ti adoro!!!!!!Da tanta tragedia sei riuscita a fare una cenetta coi fiocchi...Io sarei rimasta incavolata puzzolente di alici a mangiarmi a cucchiaiate il caramello...Ha Ha Ha!!! Vogli proprio provarlo poi ti faccio sapere. ;-)

    RispondiElimina
  48. Ciao, non ho un blog ma sono una lettrice di foodblogs. Volevo farti i complimenti perchè i tuoi post sono veramente comici! Ti ho scoperta da poco ma ti ho già messa tra i miei preferiti, ai primi posti :)! Tosta anche la ricettina con foto passo-passo/molto utile. Ciao - Sara

    RispondiElimina
  49. Complimenti!!! Sei bravissima a riuscire a fare benissimo il caramello!!!
    Io ci ho provato decine di volte ma non ci sono mai riuscita....

    RispondiElimina
  50. E adesso questo qui non te lo scolli piú...verrá tutte le sere a cena !! Con queste sostanze stupefacenti...
    Grazie della dritta cosi' non devo piú carammelar el molde come dicono qui , fare il caramello direttamente nello stampo..una roba ad alto rischio di bruciature e amarezze..Baci

    RispondiElimina
  51. Una ricetta meravigliosa che pone fine ad una serie di domande senza risposta che mi facevo ormai da tempo. "Ma come si fa a fare il caramello morbido?"
    Certo sapevo che bisognava aggiungere l'acqua ma non conoscevo il sistema.
    Grazie Stefania, questa procedimento per me è davvero utile e me lo salvo immediatamente.....
    Con qualche cucchiaino di caramello si riesce persino a dimenticare gli ospiti inattesi e qualche volta....inopportuni!

    RispondiElimina
  52. Sei fantastica!!!!
    Il caramello è buonissimo, io lo faccio con la panna, un po' più grasso del tuo ma altrettanto buono.
    un bacio

    RispondiElimina
  53. Ecco un buon motivo per usare le acciughe sotto sale eheheheheh
    Hadelin sa che cucini bene, mica scemo il ragazzo ;-)
    Mi sa che questo topping al caramello ti varrà un'abbonamento di visite da parte sua :-D
    Ciao!

    RispondiElimina
  54. Carissima il tuo caramello è eccezionale ed un barattolino è sempre presente nella dispensa ....... poi in vasetti piccoli l'ho usato anche come regalo ad amiche golose ed è sempre un successo!!!
    Grazie mille cara

    Manu

    ps: gli ospiti inattesi chissà come mai vanno sempre nelle case dove sanno che non rimarranno mai a bocca asciutta!!!!

    RispondiElimina
  55. indovina quanto ci metto a rifarlo? io e il caramello...che poi se invece del riso soffiato la prossima volta provi con le arachidi salate come topper..mmm...
    porca miseria se non stavi così lontana mi autoinvitavo anche io!:D

    RispondiElimina
  56. Stefy ahahhah mi fai morire....
    Mi sa che anche stavolta l'ospite non atteso non è rimasto scontento....quindi tornerà :-))))
    Bellissima cena .
    Bacio Ale

    RispondiElimina
  57. mio dio...mi hai fatto morire con il tuo racconto :D
    e l'idea di questo caramello mi sconfinfera tantissimo!!
    senti, ho capito che è da conservare in dispensa, ma quanto tempo dura?? :D sai com'è...golosa come sono!! :D

    RispondiElimina
  58. sono rimasta stupefatta dal tuo racconto..e poi gli ospiti inprovvisi grrrrrrrr...a casa ci vorrebbe un bastone di ferro tra la porto per non farli entrare hihihihi o peggio ancora in testa hahahhaah scherzooo
    cmq prendo nota perchè mi ispira tanto quella gocciolina..
    un bacio cara da lia

    RispondiElimina
  59. Son proprio 'gnurant, non sapevo mica che il caramello si facesse così! Ora lo so' così come so' che non mi devo presentare a casa vostra all'ora di pranzo ;D caso mai non a mani vuote!
    Bacioni
    Sonia

    RispondiElimina
  60. Grazie Stefania per aver condiviso questa interessante ricetta!

    RispondiElimina
  61. Arabaaaaaaaaaaa!!!!
    Che bella la foto!!! Brava!!!

    Je darei 'na leccata a quel barattolo!!!

    RispondiElimina
  62. Leggendo i tuoi post, inizio a credere che capitano proprio tutte a te.... ma difficilmente qualcun'altra, seppure diligente foodblogger nonchè signora e padrona della sua dispensa, avrebbe risolto in 15 minuti una cena con ospite a sorpresa con il tuo stesso charme!
    Sei un mito!

    RispondiElimina
  63. Di ospiti a sorpresa, è vero, non se ne può più.Per il caramello, meglio non farlo e tu hai detto il perchè ;))))

    RispondiElimina
  64. Si pudiera meter la cucharita en ese tarro, creo que no iba a poder parar.

    Que delicia.

    Saludos

    RispondiElimina
  65. Ciao Stefania, questo caramello lo conosco bene... E' buonissimo con una consistenza tale da dar dipendenza!
    Bacioni.

    RispondiElimina
  66. miticaaa!!!=D è stupenda questa tattica per lasciare il caramello morbidoooooo!!=) grazie mille questa me la stampo subito!!
    buona serata vale

    RispondiElimina
  67. direi che te la sei cavata egregiamente, io invece non riesco ad essere cattiva con chi arriva all'ultimo minuto forse perchè nella mia casa natia quando qualcuno arrivava c'era il piacere della compagnia e quello che c'era c'era quindi faccio così anche io, chi arriva si accontenta, non sono mica brava come te :-)))) baci!

    RispondiElimina
  68. Ok, sto per lanciarmi nell'impresa... tra poco probabilmente tornerò qui x dirti... "aiutooooo, ho fatto un macello!!" :)

    RispondiElimina
  69. Conosco bene questa categoria, purtroppo mai in via di estinzione, degli ospiti inattesi dell'ultimo minuto...
    Ma l'arte dell'arrangiarsi è un'arte anche per quello no?
    Splendido il caramello morbido, pensa che ho frugato in dispensa come una disperata in cerca del barattolo fino a 10 minuti fa, ed ora mi sto gustando il mio bel frappuccino al caramello ^^
    Avevo nostalgia di Starbucks e dei suoi bicchieroni caffettosi
    Un bacione!

    RispondiElimina
  70. Va raffreddato nella pentola o nel vaso di vetro?
    Donna dalle infinite risorse..!
    Grazie
    L.

    RispondiElimina
  71. Agli ospiti non invitati che vengono a cuccarsi una cena di qualsiasi tipo purche' si mangi, conosco questi tipi e me ne sono liberata, tu propini queste delizie e ti meravigli che il tipo torni all'attacco again and again?
    Tu sarai sempre il suo rifugio, la dolce casetta dove c'e' sempre qualcosa di delizioso, e lui verra' sempre quando non avra' niente di meglio da fare. Cercasi morosa per ragazzo belga specializzato in tecniche da scrocco. Forse perche' mi hai fatto ricordare troppo bene un tipo simile che in Italia veniva sempre da noi all'ora di cena, e poi e' passato anche al pranzo, e io litigavo col mio uomo che essendo suo amico secondo me gli doveva dire lui che per me diventava pesante.... ma credi che fosse capace? In questo momento manco il tuo caramello mi addolcisce!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  72. Anche io, che amo avere gente a tavola con noi, non sopporto ...le visite a sorpresa !! Provate con un digiuno o far notare il poco cibo condiviso la prossima sera che si presenta ! Grazie, per aver mostrato tutti i passaggi del caramello, ho preso nota della ricetta e la farò sicuramente !

    RispondiElimina
  73. Come previsto! Sono arrivata alla fine, però è rimasto molto scuro e molto liquido!!
    Chissà quale passaggio avrò sbagliato!
    Va bè, tentativo n° 1 cannato! :)

    RispondiElimina
  74. fammi capire, a me hai detto che m'invitavi a pranzo e mi facevi la pasta lavata sotto l'acqua e a un belga che si autoinvita fai il dessert al caramello? :DD
    ricordo perfettamente quando l'hai postata questa ricetta, l'ho fatto e in effetti la prima volta avevo toppato pure io... ora lo posso preparare solo in dosi omeopatiche perchè finchè non è finito il barattolo non gli diamo tregua!

    RispondiElimina
  75. bellissimo post......e anche molto interesante questa ricetta..un bacio

    RispondiElimina
  76. da oggi inizio a leggere i tuoi racconti e le tue ricette tra le dune ... sono già affascinata! a presto

    RispondiElimina
  77. Veramente è furbo il ragazzo! Ha capito come siete. Complimenti, Stefania, alla fine ti sei cavata alla grande!
    Un bacione e grazie per il caramello

    RispondiElimina
  78. Splendido questo caramello e se non fossi in Arabia ci inviteremmo anche noi golosi a cena da te... che alla fine del tuo spassoso racconto ci sei sembrata...
    " Araba dalle mille soluzioni in cucina"

    RispondiElimina
  79. Complimenti per questo caramello e per la tua ottima cena improvvisata...sei davvero un mito!
    Ele

    RispondiElimina
  80. ma che rompi!!
    E tu poi che gli fai il caramello, avrai innestato la dipendenza anche in lui. E adesso chi te lo leva più di torno, forse è meglio che per un po' cercate di anticipare l'ora della cena così quando viene è già tutto finito vedrai che farà una toccata e fuga;-)
    Bacioni

    RispondiElimina
  81. Noi donne abbiamo una marcia in più non c'è che dire!

    RispondiElimina
  82. Carissima questa ricetta la cerco da mesi e mesi! la mia amica e collega non mi ha saputo dare la sua...altro che scherza coi fanti e lasciare stare i santi...scherza con i fanti e lascia stare i chimici!
    Bisogna che ne faccia scorta!
    Grazie mille
    Baci baci

    RispondiElimina
  83. questa sì che è una di quelle cose che non dovrebbero mai mancare in dispensa!! che delizia!

    RispondiElimina
  84. ottimo per una mousse al caramello!!! Che bello non vedo l'ora di farlo!!
    Baci

    RispondiElimina
  85. Che serata bestiale, anche le acciughe in testa!!! Non ci volevano proprio, con il caramello però oltre a risollevare la serata, tisi sarà risollevato anche l'umore!!!
    La cremetta mi incuriosisce moltissimo... non l'ho mai fatta con le mele, mi dai qualche notizia!?
    Grazie un bacio.

    RispondiElimina
  86. Che gente però!! come si fa ad arrivare così... e anche se fosse un emergenza e i padroni di casa chiedono per carineria... non accettare!
    Va beh.. tu la tua bella figura comunque l'hai fatta secondo me... ora non mi resta che provare il caramello... fantastico. Ho già pronto il vasetto

    mmmm

    RispondiElimina
  87. Fantstico, mi piace da matti! E' da tenere sempre in un barattolino come quello tuo:) Un abbraccio
    Pat

    RispondiElimina
  88. E' un vero colpo di genio, devo assolutamente copiare il tuo caramello!
    E .. firmo la petizione: no agli ospiti improvvisati!
    un bacione

    RispondiElimina
  89. Vinci il premio Oscar dell'improvvisazione. Incredibile. Mi è venuta l'ansia solo leggendo, io avrei complimentato l'ospite fuori dalla porta dicendo che si è a dieta :-))
    Bentrovata
    A.

    RispondiElimina
  90. Che organizzazione!!!!!!
    Complimenti, sembrava di vedere me, solo ache a casa mia gli ospiti inattesi arrivano a due o multipli di due........lasciamo perdere, però te la sei cavata più che egregiamente.
    Il caramello poi, un vero tocco di finezza ;)

    RispondiElimina
  91. Caspita si fa prima a venire a discutere i tuoi post direttamente in Arabia che percorrere l'elenco infinito dei commenti e mettersi in coda!!!
    Ma si vede che ci conquisti sempre tutti e sempre di più, questo caramello per ogni occasione è davvero un buon consiglio e certamente un insostituibile e ghiotto alleato!!

    Un caro saluto, Fabiana

    RispondiElimina
  92. @ rosanna: sai cosa, la panna ed il latte a mio gusto ne trasformano un po' il sapore in mou...invece cosi' rimane proprio "caramelloso". Ciao!

    @ cippamunka: come vince lui, non e' accettabile, devi domarlo! ;-)

    @ Chiara: e' una scemenza farlo, e l'unico ingrediente che non deve mancare e' la pazienza ;-)

    @ Sara: ma come si fa, non ci riesco a cacciarlo via...:-)

    @ Simo: ma come, brava come sei, vuoi che l'abbia vinta del semplice zucchero? Naaaaaa ;-)

    @ Federica: credi che possa avere un futuro come creatrice di profumi, allora? ;-)

    @ Le pellegrine Artusi: non prendo responsabilita' se poi non riesci a smettere di mangiarlo, eh :-)

    @ Fabiola: c'e' solo da applicarsi un pochino, ma viene. Ehm, il profumo della serata e' stato accantonato :-)

    @ lucy: anche il burro funziona, ma poi diventa simile al mou, cosi' rimane piu' trasparente...la cremina la posto ma e' una scemenza: 4 cartote, una mela verda, mezza cipolla bianca a bollire.Quando tutto e' morbido frullo e, salo e condisco con poco succo d'arancia e feta sbriciolata :-)

    @ Mirtilla: mette di buon'umore me leggere te, puttosto :-)

    @ cinzietta: beh, ma la leccata e' d'obbligo ;-)

    @ Vicky: un bacione a te!

    @ Ylenia: ma scusa, come ti sei arresa!!! E' solo zucchero, DEVI averla vinta tu :-)

    @ Chez Denci: credo che prevalga la voglia di far bella figura ;-)

    @ Ale: beh, anche io ne ho bruciato parecchio, ma sono troppo testarda ed alla fine ho vinto io...prova, e fammi sapere ;-)

    @ Alem: se lo fai, dammi notizie, secondo me la nana non te lo lascia il barattolo pieno...;-)

    RispondiElimina
  93. Che dire, sei unica, troppo simpatica. Mi piace l'idea di poter sfamare un puffo :-) E grazie per la sequenza caramello, sempre preziosa :-) baci

    RispondiElimina
  94. @ MMM: e chi non impazzisce per una cosa cosi' buona? ;-)

    @ Ka': lo so ma poverino e' qui da solo, conosce ancora poche persone...non ho cuore a mandarlo via :-)

    @ Greta: si, e rende i capelli lucidi e setosi :-))))

    @ Sara: grazie, troppo buona :-)

    @ Lory B.: anche casa mia, per la sua conformazione, rende quasi impossibile negare di esserci, a meno di non spegnere luci, tv, computer e via dicendo...non mi parrebbe tanto normale vivere al buio :-)

    @ Zucchero e Farina: te la mando per la firma, allora :-)

    @ Monella Golosa: grazie, verro' a dare un'occhiata :-)

    @ Tery; grazie mi cara. Non viene sempre alla prima, ma quando riesce non ce se ne stacca piu' ;-)

    @ la Golosa: che, con un simile nick non possiamo che avere gli stessi gusti, eh? ;-)

    @ stefania: ci vuole solo un po' di applicazione e tanta pazienza le prime volte, poi viene da solo ;-)

    @ Giovanna: sempre pronto...o sempre finito :-)

    @ Francesca: non vorrei che prepararlo attirasse poi soggetti del genere ...:-)

    @ Carlotta D: e DEVE piacerti :-)

    @ Imma: ma proprio a te non deve riuscire? e' matematicamente impossibile !!!

    @ Enza: ma anche io pensavo di sbagliare qualcosa, la lastra bianca fa spavento :-))) Poi mi hanno spiegato ed ho smesso di buttare tutto!

    @ Acquolina: eheheheh infatti per fortuna che non l'avevo ancora spazzolato...;-)

    RispondiElimina
  95. @ kokoro: magari! invece l'ho beccato tutto io :-(
    Quanto al caramello, non tocco nulla fino a quando non aggiungo l'acqua, al limite per aiutare il processo di scioglimento uniforme giro leggermente il pentolino, ma nulla di piu'
    Ciao!

    @ Gunther: si, e' uno dei pochissimi accorgimenti per farlo riuscire. Ciao!

    @ Micaela: beh, sono andata sul banale anche io. Speciale sarei stata se i pesci li avessi moltiplicati per davvero!

    @ Daisy; mio marito non si azzarda piu' a cose del genere, almeno ha la decenza di telefonarmi al lavoro e chiedermi se c'e' abbastanza cibo per tutti :-)

    @ Dajana: beh, tu sei una persona che invece accoglierei volentieri :-) Si, solo acqua, cosi' il gusto non si trasforma in mou.

    @ Nadji: yes, it's super-easy, try it :-)

    @ Saretta: la cuoca perfetta avrebbe il freezer pieno di cibi pronti per l'occorrenza...;-)

    @ Gambetto: come accennato in una risposta precedente, alla fine mi darebbe piu' fastidio fare una brutta figura (anche se l'ospite si meriterebbe al max una scatoletta di tonno!) e quindi mi ingegno per riuscire.
    L'home delivery lo chiamerei pure, non sarei schizzinosa ahahahaha ma secondo te qui e' una cosa semplice?;-))))

    @ ELel: lo so, e' la fine che fa sempre :-)

    @ Edith Pilaff: e santa pace, Victoria Beckam fa orrore solo a me? Sembra uscita da La notte dei morti viventi! :-)

    @ Elena: ma si, poverino, mi lamento ma alla fine mi fa tenerezza...

    @ Giulia: non e' fatto di essere signori, e' che non ce la faccio a rispondergli cosi', mi fa tenerezza, solo soletto in questo Paese strano...

    @ colores: grazie mille, allora!

    @ elenuccia: si, lo zucchero che si scioglie non va mai mescolato, al max verso la fine del processo gira un po' il pentolino perche' sia uniforme.ciao!

    @ RI.tor.TA: beh, ti assicuro che ne ho avuto la tentazione :-)

    @ Sara: che gentile, grazie e benvenuta :-)

    RispondiElimina
  96. @ Francesca: riprova, non e' complicato, magari sbagliavi pentolino o semplicemente la regolazione del fuoco...

    @ Glu.fri: beh, se c'e' da fare un creme caramel el molde lo devi caramellare comunque..questo caramello morbido e' piu' adatto ad andar sopra gelati, panna cotta, budini che a preparazioni in forno...ciao!

    @ viola: sono contenta di esserti stata utile, spero avrai modo di provarlo :-)

    @ Cristina: lo faccio anche io come te, ma trovo che poi il sapore viri verso il mou...non che mi lamenti, eh ;-) ma cosi' rimane piu' caramelloso :-)

    @ Nanninanni: ah, vuoi copiarmi il profumo? fai pure, e' unisex ;-)

    @ Manu: vero, e' anche un regalino originale :-)

    @ Genny: la conosco la goduria delle arachidi salate con il caramello, ma non avevo nemmeno quelle :-))) ti aspetto ;-)

    @ Ale: grazie mille!!!

    @ Roberta: dura anche un paio di mesi, se non lo finisci prima ;-)

    @ PROVARE PER GUSTARE: mille grazie!

    @ SUNFLOWERS8: si che puoi! ma abbi pieta' a telefonami mezz'ora prima, che almeno posso mettere su un risotto :-)

    @ elisa69: grazie a te, cara!

    @ zio Piero: davvero te piace? e' che c'ho 'n maestro fichissimo...;-)

    RispondiElimina
  97. @ Eleonora: no, queste cose succedono a tutti, ma non tutti le scrivono :-) e troppo buona, altro che charme, disperazione si chiama!

    @ giulia pignatelli: vero. Tutta colpa del caramello :-)

    @ jose manuel: grazie mille, effettivamente e' irresistibile :-)

    @ Antonella: ehehehehe e' una vecchia conoscenza, eh? ciao!

    @ Imbini Pasticcini: grazie a te :-)

    @ Ely: infatti io parlo parlo ma poi...mi faccio in 4 per fare tutti contenti :-)

    @ Shamira Gatta: ah pero' che velocita'!

    @ Lu: tutto il processo, raffreddamento incluso, va fatto nella pentola. Solo dopo si puo' invasare. ciao!

    @ chamki: mi hai fatto fare una risata. Effettivamente la morosa ce l'ha, ma in Belgio, e qui in Arabia ha un po' di mal di cuore :-)

    @ Rossella: e' che dopo due minuti mio marito sarebbe il primo a dire " ma non mangiamo nulla"? :-)

    @ Tery: ti ho scritto una mail :-)

    @ Cristina: eheheheh allora il ricatto funziona :-) Come fai a prepararlo in dosi omeopatiche???? poi bisogna servirsene in dosi omeopatiche...

    @ alialexa2006: grazie mille!

    @ Erika: benvenuta allora, e speriamo che non le dune non ti vengano a noia :-)

    @ Oxana: grazie a te per essere passata, ciao!

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: mi fate morire, dovrei aprire una sezione del blog solo con i vostri titoli fantasiosi!

    RispondiElimina
  98. @ Ele: troppo buona, grazie!

    @ gloria cuce'; hai ragione, ma poi non avrei situazioni buffe da raccontarvi :-)

    @ Elga: sempre detto, con tante scuse ai signori uomini!

    @ Fabipasticci: ora la collega puoi impressionarla tu, no? ;-)

    @ Valeria: vero, almeno il dessert non sara' dimenticato tanto presto ;-)

    @ Klod: mmmhhhh mousse al caramello? posta, posta...

    @ Cinzia: come ho scritto prima, semplicemente carote, una mela, mezza cipolla a bollire. Frullo tutto con poco brodo vegetale, salo, aggiungo poco succo d'arancia e feta sbriciolata :-) niente di che!

    @ Sara: fammi sapere se ti piace, mi raccomando!

    @ Patricia: beh, salva di sicuro in piu' di una situazione. Ciao!

    @ Giulia: sapevo che avrei trovato adepti...;-)

    @ Alex: bentrovata, che piacere rileggerti!

    @ Zia ELle: chiamiamolo tocco di disperazione...

    @ Fabiana: credimi, mi hai fatto fare una gran risata!

    @ Edda: e' che se bussasse un Puffo mi preoccuperei meno di ogni volta che viene Hadelin, altro un metro e novanta per 90 Kg con appetito da body builder! :-)

    RispondiElimina
  99. Sono la numero 100!!! Ma che figata!!
    No, tu devi scrivere un libro cara mia...
    non c'è storia! Tu DEVI!!
    E grazie 1000 per al ricetta passo passo... sei stata... uhm... dolcissima?? :>

    RispondiElimina
  100. Sapessi cavarmela io così bene in caso di autoinviti! Nonono, non c'ho proprio la tempra giusta... altro che eau d'acciug, ho fatto di molto, molto peggio!
    E mo', speriamo che 'sto caramello non mi venga... temo e stratemo che diventerebbe una droga, golosa come sono! ^_^

    RispondiElimina
  101. lo ricordo bene il caramello morbido (Cookaround) allora ho scoperto le tue immense qualità da grande chef, da allora lo faccio in tutte le versioni. ciao Stefy

    RispondiElimina
  102. ...stefania..si ma non tu non sai di cosa sono capace data la mia monumentale pigrizia..farei qualsiasi cosa pur di non "caramelar el molde.." ;)

    RispondiElimina
  103. Aiuto 103 commenti!!!!

    Volevo dirti che farò mia questa splendida frase "La foodblogger puo' avere il frigo vuoto, ma una golosa avra' sempre un dolce dentro casa."
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  104. Ciao Stefania, il tuo caramello morbido è sempre un successone assicurato!
    Bacioni e buon weekend!

    RispondiElimina
  105. Ripasso per segnalarti questo contest: http://biscottirosaetralala.blogspot.com/2010/07/pink-attitude-in-kitchen-1-raccolta-la.html

    RispondiElimina
  106. Stefania condivido al 100% che stress l'ospite a sorpresa! Però è vero, si riesce sempre a far saltare fuori qualcosa dal cappello e i dolci non mancano mai! Bellissima la foto, ma è caramello home made? Bè comunque è da provare, buon week end

    RispondiElimina
  107. @ ( parentesi culinaria) : e tu sarai altrettanto dolce riprovando ? ;-)

    @ Azabel: si, da' pericoli effetti di dipendenza, e crisi di astinenza quando finisce :-) Non posso negarlo, ma e' talmente buono...

    @ Francesco: anche tu caramello addicted, eh? ;-) grazie!

    @ Glu.fri: messaggio ricevuto ;-)

    @ Lydia: mi sa che tra golose ci si capisce :-)

    @ Sarachan: grazie mille :-)

    @ Carlotta D.: grazie!

    @ Kat: si, la foto e' caramello home made appena raffreddato. In realta' il vasetto era pieno...ma sai, facendo la foto c'e' stato un po' di ehm, spreco ;-)

    RispondiElimina
  108. Voglio proprio provare, mi sembra una magia pensare ad un caramello che si conservi morbido e che sia tuttavia genuinamente fatto in casa... goduria vera, roba da leccarsi i baffi!! Il tuo amico belga così continuerà sempre a suonare a quella stessa ora!!
    ^_^ Deborah

    RispondiElimina
  109. Ciao! Tempo fa ti scrissi una mail, ricordi? Che belli i tuoi racconti e che belle le tue ricette! Anche a me il caramello piace da matti, lo proverò presto! Che bello averti ritrovata!

    RispondiElimina
  110. @ il sapore del verde: temo proprio di si :-)))

    @ Rosa: ciao, e grazie mille...certo che mi ricordo ;-)

    RispondiElimina
  111. Cara Stefania, se tutti ormai conoscono le tue prodezze culinarie, forse non sono ancora convinti del tuo dono profetico, o comunque del tuo lato diciamo, magico. Io sì! Giacché, come sanno tutti i lettori del post sulle piogge in Arabia, tu vedi nel futuro.
    Esattamente alla fine della lettura del tuo post mi si sono palesati, via telefonino per fortuna, settedicesisette affamatidiquellichenonèpossibilescantonaremaneanchetrattareallabuona che hanno ordinato dodicidicesidodici panini "leggeri" (!), ovviamente mentre alla vigilia di una partenza ho il frigo vuoto, ho passato la mattina a fare le pulizie, ho ancora il bucato in giro alla lavanderia e stavo giusto pensando di mettermi finalmente al lavoro un po' su una cosa che giace lì da mezzo secolo e mi fermo qui. Gli avanzi del frigo fanno amorevolmente a pugni tra loro al solo pensiero di poter essere assemblati, stoviglie da pic nic per cavarsela con una bella insalata non ce ne sono e dulcis in fundo, se proprio volessi ripiegare sul prosciutto del salumiere, questi sono friulani e emiliani: cosa gli vado a proporre, prosciutti francesi? Ci vorrebbe un cucchiaio colmo di caramello seduta stante, per darmi l'ispirazione ...
    ecco! non sarebbe proprio la morte sua, ma mi sa che cercherò di paninizzare una versione delle cupolette di tonno e avocado, usando pane di mais: mi perdoni di stravolgere così la tua ricetta? L'avocado lo guacamolizzo alla buona e ci metto il resto in mezzo, brr, non farmi continuare con questa lista dei miei peccati di violenza gastronomica :(

    Livia

    RispondiElimina
  112. ... a gocce sul tomino: così sono più tranquilla con la mia coscienza!
    La cronaca della raffinata cena e della sua genesi, la terrò presente: hai avuto un vero colpo di genio :)
    Bravisisma :))

    RispondiElimina
  113. ecco dove ho sbagliato: quando è diventato quella "massa compatta" ho buttato tutto!!! avrei dovuto avere pazienza e aspettare! :( (non era la tua ricetta però eh)
    segno e proverò dinuovo.
    ah, firmo la petizione anch'io!
    baci e buona domenica.

    RispondiElimina
  114. Grandiosa storia che ti vede protagonista come "mercante" di cibarie che sà far magie meglio del genio di Aladino...

    Buona domenica.

    RispondiElimina
  115. Che bontà ....una di queste sere provo a passare anche io ..scherzo non ti preoccupare

    antonella

    RispondiElimina
  116. @ Livia: santo cielo, qui piu' che di doti profitiche parlerei di jettatura!!! stravolgi tutto quello che vuoi, e' per una buona causa...:-)

    @ Milena: allora non sono la sola a mangiare il tomino in modo poco ortodosso...

    @ Betty: quello stadio mette paura a tutti, sembra che sia un disastro, invece e' il preludio del caramello :-)

    @ Letizando: e' vero, chissa' se sfregando qualche lampada il genio -quello vero- sarebbe arrivato...

    @ antomorfeo: ...e saresti la benvenuta ;-) Ciao!

    RispondiElimina
  117. Sei la mia musa ispiratrice, sei il mio genio della lampada... io avrei mandato il marito a comprare un pollo!!!
    Quest'altra genialata del caramello me la segno ... almeno oltre al pollo il caramello lo posso fornire... se non finisce prima...
    Baciiiiii

    RispondiElimina
  118. Stefania, sei straordinaria, alla fine con il frigo vuoto hai preparato una cena sciccosissima, siamo rimasti senza parole e chissà come sarà rimasto sorpreso anche tuo marito, vabbè che lui è abituato a questi tuoi colpi di genio! Il caramello...nota dolente...anche noi abbiamo fallito miseramente e in più di un'occasione tanto che alla fine ci abbiamo rinunciato, ci veniva un mattone per essere più chiari! Ovviamente non seguivo il tuo procedimento che puoi considerare copiato!
    Bacissimi e buona domenica
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  119. mannaggia per colpa della febbre mi stavo quasi per perdere questo delizioso racconto stile casa cupiello.. mi piace moltissimo il modo in cui racconti le cose... e mi piace moltissimo quel barattolino di morbido e voluttuoso caramello... ormai io mi fingo la domestica.. in questo modo scoraggio molte visite non volute... un bacio fanciullina

    RispondiElimina
  120. stefania!
    ragazza mia, sei geniale, punto primo
    sei in cima alle classifiche per il post più commentato, punto secondo
    mi inviterò a cena da te a sorpresa ahahahahahaha sei davvero formidabile!
    un bacione
    b

    RispondiElimina
  121. Favolosa questa ricetta, non sai quanto vorrei assaggiare quel vasetto... Buona settimana Daniela.

    RispondiElimina
  122. fantasie: se fossi un genio della lampada avrei fatto apparire una tavola imbandita!!!

    @ Luca e Sabrina: riprovate, il caramello non si merita di vincere lui...;-)

    @ Fabiana: bellissima la tua idea!

    @ Babs: ecco, con te proprio mi spiacerebbe fare la figura della foodblogger solo a parole ahahahah :-)

    @ Daniela: eheheheh e' una tentazione ;-)

    RispondiElimina
  123. quoto (parentesiculinaria): vogliamo il libro!!!

    RispondiElimina
  124. ma se ti fa tanta tenerezza,sai vero che se continui ad offrirgli cene tanto ben riuscite,non te lo toglierai mai di torno??;) verrò io a darti una mano,vai..mi prendo l'aereo e vengo a darti man forte!!comunque giusto la curiosità di sapere quanto costa il viaggio,in quale zona vivi,se posso?si sa mai...:)
    giulia-la solita

    RispondiElimina
  125. @ cippamunka: naaaaaaa...non mi leggereste piu'! qui invece siete mezzi obbligati :-)

    @ Giulia: ehehehe lo so, sono una donna dai mille contrasti. Se verrai faro' il caramello morbido anche a te ;-)
    Sono sulla costa ovest dell'Arabia, sul mar Rosso in pratica...se passi di qui fai un fischio!

    RispondiElimina
  126. L'ho fatto questo pomeriggio ed è venuto benissimoooooo! sono prorpio contenta, seguendo le tue istruzioni non ho avuto problemi. grazie per questa ricetta!!!

    RispondiElimina
  127. e invece sarei la prima a comprarlo (continuando a seguirti sul blog, è ovvio...e chi se lo fa scappare!). Ma ti rendi conto che hai il potere di fare iniziare la giornata con un mega sorrisone? Questa è magia. Tu "c'hai il tocco" e non solo in cucina!!! :)

    RispondiElimina
  128. guarda mi farebbe veramente un gran piacere incontrarti,ma lo dico col cuore!se passo ti avverto...e comp0limenti anche per l'altra ricetta...sono rimasta allibita ma neanche più di tanto,per abitudine..non a me ma ai miei genitori è successo diverse volte di ricevere la buca all'ultimo minuto quando tutto ormai era pronto.addirittura spesso gli ospiti nemmeno si sono mai fatti vivi al telefono!quindi hai come sempre la mia solidarietà,ma nemmeno a dirlo,credo che non li avrai più come tuoi ospiti;) una splendida giornata a te!
    giulia-la solita

    RispondiElimina
  129. @ carla: che piacere mi fa! Ed ora, e' gia' finito? ;-)

    @ cippamunka: il tocco ce l'hai tu, che mi hai strappato altro che un sorrisone :-)

    @ Giulia: ma infatti, i maleducati purtroppo stanno dappertutto. Questi pero' difficilmente rientreranno in casa mia! A presto :-)

    RispondiElimina
  130. a fiumi!Questo caramello me lo ciuccerei pure con una cannuccetta (evviva l'italiano!!!Ma Prof, chiudi un occhio, per favore!)!!!E' libidine allo statoo puro!!!Mi piace!!!Speriamo che a me riesca ;P Giuro che seguirò passo passo le tue istruzioni :D

    bacione!

    RispondiElimina
  131. Tanto io insegno inglese, non italiano, quindi...;-)

    Fammi sapere, mi raccomando!

    RispondiElimina
  132. Accidenti, questo luogo è peggio dell'ufficio postale! Bisogna prendere il numero per poter commentare, c'è una fila incredibile... :-DDDD
    (e non spingete!)

    Devi prendere provvedimenti col belga.
    Alla domanda "state già mangiando?" le risposte possono essere.

    a) Abbiamo già mangiato (però c'è il rischio che rimanga)

    b) No, anzi se vuoi accomodarti, stasera abbiamo cavallette per cena. Sono buone, sai? Sono come i gamberetti...

    c) Prego accomodati (e quella sera gli propini la versione insulsa della tua cremina, la versione buona la mangiate tu e tuo marito)

    Un'altra soluzione sarebbe quella di farlo parlare di quel che non gli piace (così la prossima volta ti tieni pronta e gli prepari esattamente tutto quel che non gli piace)

    E il tuo caramello è irresistibile!
    Io lo rendevo cremoso col burro quando potevo ancora mangiarlo, ma la tua versione non solo è più pura e più sana, ma mi piace moooolto molto di più!
    (e poi questa posso mangiarla :P)

    Thanks!!!!

    PS: credo di aver svegliato il vicinato, ho riso come una cretina leggendo il tuo post :-D

    RispondiElimina
  133. Ahhhhhhhh grazie!!! probabilmente usero' il metodo di chiedergli cosa non gli piace, anche se so che non avro' il coraggio di cucinarglielo :-)))

    RispondiElimina
  134. Ciao complimenti per il blog è bello ricco , questo caramello morbido mi interssa,di solito si solidifica, lo proverò di sicuro!!
    Ciao Anna a presto ^__^

    RispondiElimina
  135. Cara Araba, è da molto tempo che preparo il tuo caramello che resta morbito (la ricetta la presi a suo tempo da quel famoso blog di cui parlavi) e devo dire che ogni volta è uno straordinario successo. la gente che viene a cena da me stenta a credere che sia opera mia (del resto stentano anche a credere che si possa fare la panna cotta senza usare le "buste" che trovi al supermercato) ed io ogni volta devo insistere per convincerli. Brava!
    f.to patty77

    RispondiElimina
  136. Eheheheeh, lo so, come dl'altronde la gente si stupisce che il creme caramel si possa fare senza la bustina del super!!!!
    Grazie mille, mi fa piacere che lo faccia e soprattutto che ti piaccia.
    Grazie anche di essere passata :-)

    RispondiElimina
  137. Evvivaaaaaaa!!!!!! Ce l'ho fattaaaa!!!! :DDD
    Solo al secondo tentativo, non è andata tanto male! hahahah

    RispondiElimina
  138. Visto???? Sono contentissima, grazie!!!

    RispondiElimina
  139. OK so che è il 141° commento, ma è la prima ricetta TUA che faccio ed è venuto favoloso.... pronto da due ore e già dimezzato (l'ho mangiato sulla ricotta)!!

    Non vedo l'ora di provare altr tue ricette!
    Se possibile mi incuriosirebbe l'aggiunta della panna o il latte... li devo mettere sempre bollenti.... comunque già così è super, ciao e grazie

    RispondiElimina
  140. Sulla ricotta e' divino, ma secondo me e' divino con tutto :-)))
    Grazie Gloria, mi fa piacere tu abbia provato.
    Qualunque aggiunta va fatta con il liquido bollente, e puoi mettere ovviamente anche panna o latte ma in quel caso cambia il sapore, da caramello classico diventa piu' una salsa al mou per intenderci.
    Ciao!

    RispondiElimina
  141. Ciao, vorrei fare il caramello, ma non ho capito una cosa: nella fase iniziale, cioè dove lo zucchero si deve sciogliere nel pentolino, non va MAI girato con un cucchiaio di legno????
    Va bene una pentola di quelle in acciaio 18/10 col fondo spesso?
    Invece pentolini in teflon antiaderente?
    ciao e grazie!

    RispondiElimina
  142. Si Fiorella, all'inizio lo zucchero non va mai toccato con nulla.
    La pentola con fondo spesso in acciaio va benissimo, invece i pentolini antiaderenti non saprei, non li ho mai usati per questa ricetta ma temo che abbiano il fondo non abbastanza spesso.
    Ciao!

    RispondiElimina
  143. Ciao Araba,

    ho appena finito di fare il caramello, unico problema è che risulta molto più scuro...credo di averlo cotto troppo. Ora sta finendo di raffreddare...dici che sarà troppo amaro? E' che quando il colore mi sembrava giusto, la parte superiore non era ancora completamente sciolta e quindi sono andata avanti :(

    Cmq grazie mille per le tue ricette, ho già fatto la cheesecake ed era meravigliosa!

    Claudia

    RispondiElimina
  144. Ciao Claudia, grazie per aver provato il caramello! E' una ricetta che all'inizio puo'dare un po' di filo da torcere...allora, se e' veramente scuro, si, puo' risultare amaro Solo l'assaggio te lo potra' confermare o smentire.
    Se lo zucchero in superficie era ancora integro e quello sotto sciolto la prossima volta, se ti andra' di riprovare, usa un pentolino un po' piu' largo, in modo che lo zucchero non ci stia troppo spesso, oppure rotea leggermente il pentolino in modo che lo zucchero sopra vada sotto.
    Fammi sapere!

    RispondiElimina
  145. Grazie mille per la risposta velocissima!
    L'ho appena assaggiato e devo dire che è buonissimo, un pò amaro ma non troppo. Insomma, visto che andrà a cospargersi su gelati e quant'altro la punta di amarognolo và anche bene! E la cremosità c'è tutta :)
    La prossima volta comunque seguirò i tuoi consigli!

    E domani provo il plum cake!

    Ancora complimenti!!
    Claudia

    RispondiElimina
  146. Perfetto, sono contenta che sia utilizzabile. Brava, non riesce spesso al primo tentativo!
    Mille grazie, ciao!

    RispondiElimina
  147. Grazie a te per la guida passo passo! Sei sempre super dettagliata e diventa facilissimo eseguire le ricette!
    Claudia

    RispondiElimina
  148. Grazie, è un complimento bellissimo :-)

    RispondiElimina
  149. oggi ho fatto la panna cotta e sto finendo questo caramello cremoso....sempre se mia figlia ne lascerà un pò nella pentola!

    mi è scapato un pò il caramello ma non è compromesso la prossima volta resisterò alla tentazione di muovere lo zucchero

    ciao

    RispondiElimina
  150. Quindi ti e' piaciuto, mi fa piacere! E non credere anche mio marito fa come tua figlia, pur avendo di sicuro qualche anno di piu' ;-)

    RispondiElimina
  151. allora il risultato finale è stato un pò troppo scuro e, diciamolo, pure un pò amarognolo (solo mia figlia poteva dire, mangiandolo sulla panna cotta, che aveva appena una punta di amaro!) sicuramente la prossima volta metterò un frangifiamma così forse resta più chiaro.

    Una domanda: ma quello nel barattolo della foto è il risultato delle foto della ricetta?
    A me così chiaro viene solo quando faccio quello salato con panna e burro...mumble mumble

    RispondiElimina
  152. Se era troppo scuro come gia' hai detto e' una questione di cottura, fuoco ancora piu' basso o spargifiamma. E' l'unico accorgimento ;-)

    Certo che quello nel barattolo e' fatto con questa ricetta, non posterei mai diversamente.
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  153. Gentile Stefania, buongiorno! Innanzitutto complimenti per la tua ( scusa se ti do del tu), bravura e per tutte le meraviglie che prepari.... Ho già provato a fare questo caramello, ma non mi è venuto bene: per la paura di farlo bruciare credo di averlo tolto dal fuoco troppo presto, il colore era molto bello, ma sembrava uno sciroppo con i granelli di zucchero che si sentivano in bocca .Ma non demordo, ci riproverò!! Grazie ancora e buona giornata.
    Saluti, Fabiola

    RispondiElimina
  154. Ciao Fabiola, grazie!
    Azzeccare la cottura e' l'unica complicazione di questa ricetta, hai ragione. Se c'erano i granelli di zucchero doveva sicuramente stare un altro pochino sul fuoco.
    Vedrai, la prossima volta qualche minuto in piu' e sara' perfetto.
    Ciao!

    RispondiElimina
  155. Ciao Stefania, scusa se sono qui a disturbarti di nuovo.... ho provato proprio oggi a rifare il tuo caramello, ma devo aver sbagliato ancora: tutto benino se non fosse che il caramello è un pò troppo scuro, non rimane biondo come il tuo...adesso sta continuando a raffreddarsi e sembra che acquisti consistenza, ma il colore è proprio brutto, non so se è bruciato, non ha un brutto odore .Ciao e scusa ancora! ^_^ fabiola

    RispondiElimina
  156. L'unico modo per scoprirlo e'...assaggiarlo. Il colore e' indicativo fino a un certo punto, e' solo l'assaggio che indica la buona riuscita.
    E il mio non e' biondo, ti assicuro, il barattolo e' fotografato alla luce e magari sembra piu' chiaro!!!
    E non preoccuparti, chiedimi quante cose vuoi ;-)

    RispondiElimina
  157. grazie Stefania,sei davvero gentile :-****** Comunque: bleaw....bruciato :-( , me tapina!! ma quel chilo di zucchero che mi è rimasto è una cavia perfetta :-) ti farò sapere.Buona serata, per oggi ho scocciato abbastanza ^_^ ciao fabiola

    RispondiElimina
  158. Mannaggia, mi dispiace!!!
    Stai usando un pentolino con il fondo spesso? E magari una retina spargifiamma sotto il fuoco?
    Un bacione!

    RispondiElimina
  159. Allora, la prima prova tentata qualche mese fa l'avevo bruciata, era venuto amaro da morire.
    Stasera mi sentivo l'ispirazione e ci ho riprovato.
    MA VIENI!
    Ora il vasetto è di là che si sta freddando e io son qui che penso a cosa usare per provarlo... magari una ricottina?

    RispondiElimina
  160. Ecco Stefy...cercavo giusto la ricetta del caramello per far felice il mio amore :)
    la proverò senz'altro!!!
    baciotti
    Mile

    RispondiElimina
  161. Ciao Stefania!
    Ma se di questo caramello morbido faccio un sottile strato in una torta farcita, in frigo mi diventa una lastra di marmo oppure resta morbido quanto basta?
    E se invece la farcitura la preparassi con della panna montata e a questa aggiungessi solo qualche cucchiaiata di caramello morbido? Mi resta spumosa? Ho intenzione di prepararlo stasera... e spero di non ustionarmi! :/
    Grazie mille! ^_^

    RispondiElimina
  162. Ciao Raffaella, allora puoi fare uno strato sottile in una torta, in frigo indurisce un po' ma solo nel senso che diventa tipo...un gel :-) mai una lastra di marmo.
    Solo per spalmarlo ti consiglio di scaldarlo un pochino in modo che sia più facile.
    Puoi anche aggiungere qualche cucchiaiata alla panna montata, l'ho fatto anche io, non si smonta.
    Ovviamente prima monti la panna poi aggiungi il caramello FREDDO un po' alla volta, se lo metti caldo si smonta!
    Ma se ti piace la panna al caramello guarda pure qui:
    http://arabafeliceincucina.blogspot.com/2012/05/panna-montata-al-caramello.html

    Buoni esperimenti, e mi raccomando non bruciarti!!!

    RispondiElimina
  163. L'HO FATTO SABATO!! E' RIUSCITO!!
    ero titubante nella fase di scioglimento, e forse facevo bene, perché una punta di amarognolo c'è, e rimane.
    MA SOSTANZIALMENTE L'HO FATTO!
    GRAZIE!
    sei così precisa e dettagliata, prevedendo anche le nostre paure, durante le preparazioni, che se non ci fossi riuscita sarei caduta nello sconforto più nero... tipo "sono una capra"...

    RispondiElimina
  164. Dai, se comunque infine è venuto questo è l'importante, vuol dire che potrai affrontarlo con maggior tranquillità...e cuocerlo un minuto meno, oppure a fuoco ancora più basso.
    Ma brava, non è una preparazione semplicissima!

    RispondiElimina
  165. Grazie!
    Ci provo.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  166. It's nearly impossible to find knowledgeable people about this subject, but you seem like you know what you're talking about!
    Thanks

    Feel free to surf to my web-site :: best diet plans for women

    RispondiElimina
  167. It's a shame you don't havе a ԁonate
    button! I'd certainly donate to this excellent blog! I guess for now i'll settlе fоr bоok-marking and adԁing your RSЅ feed
    to my Google account. I look forward tο fresh updatеs and will shаre this site with my Faсеbooκ group.
    Chat soon!

    Also visit my weblog vitamin shoppe coupon

    RispondiElimina
  168. What i ԁo not understooԁ is in fact how you are
    now not reallу а lot mоre neatlу-favored than you
    mіght be now. Υou are so intelligеnt.

    You already know thus сonsiderably with regards to this
    topіc, prοduced me individuallу сοnsider it frοm so many
    varied аngles. Its lіke women and men аren't interested unless it's
    something to acсomplish with Girl gaga! Your own stuffs excellent.

    All the time dеal wіth it up!


    my page :: vistaprint coupon code

    RispondiElimina
  169. Hello thеre I am so grаteful I found youг webѕite, I really found уou by errοг, while I was reseагching on Google
    for somethіng else, Regarԁless I am here nоw
    and would just like to sаy many thankѕ fοr a marvelous post and
    а all rοund exсiting blog
    (I аlso lоve the theme/dеsіgn), I don't have time to read it all at the minute but I have book-marked it and also added your RSS feeds, so when I have time I will be back to read a great deal more, Please do keep up the awesome work.

    My weblog ... vistaprint 50 off coupon code

    RispondiElimina
  170. With every little thing that seems to be developing
    within this subject material, all your opinions tend to be somewhat refreshing.
    However, I beg your pardon, because I can not subscribe to your whole theory, all be it stimulating none the less.
    It appears to everybody that your commentary are generally not completely justified and in actuality you are yourself not completely confident of your assertion.
    In any event I did take pleasure in reading through it.


    My web blog http://amountjeep75.wallinside.com/

    RispondiElimina
  171. Almost all of what you say happens to be
    astonishingly accurate and it makes me wonder why I had not looked at this
    in this light before. This piece really did switch the light on for me personally as far as
    this specific subject matter goes. Nevertheless there is one position I am not really
    too comfy with and while I try to reconcile
    that with the actual main theme of your issue, allow
    me observe exactly what all the rest of your visitors have
    to point out.Very well done.

    Look at my weblog: http://www.unluggage.com

    RispondiElimina
  172. Te lo dico anche qui: SEI LA DISPERAZIONE DELLA MIA DIETOLOGA!!!!
    Ma io ti adoro sempre di più!
    Baci
    Nora
    PS ed hai la stima eterna del mio cucciolo!

    RispondiElimina
  173. Fantastico risultato! Spero mi riesca, ho provato due ricette di caramello ma niente .. alla fine ho deciso di acquistarlo già pronto!! Proverò la tua ricetta e incrocio le dita!!! :) Buona giornata, serena!

    RispondiElimina
  174. Heya i'm for the primary time here. I found this board and I find It truly useful &
    it helped me out much. I hope to offer something back and aid others such as you aided me.



    My page - http://schreinerliestal.acc.de/SchreinerB_2009-2013/index.php/Benutzer_Diskussion:BennyMatthes

    RispondiElimina
  175. Stefania, questa ricetta la proverò domani stesso...è fantastica! Non avrei mai pensato che fare il caramello potesse essere così facile...Sei straordinaria! Un abbraccio, Mary

    RispondiElimina