lunedì 21 giugno 2010

Tarte di ciliegie e mandorle


Incredibile ma vero, ho cominciato tardi ad apprezzare le ciliegie. Da piccola non mi facevano simpatia, dopo la ripugnante esperienza del vedere un verme che faceva capolino da quella che stavo per mettere in bocca.
Per fortuna, ogni lustro si cambia gusto, come dicono, ed ancora ricordo la scorpacciata vergognosa fatta un paio di anni fa ad un rientro estivo in Italia, per la quale mi sentii addirittura male.
Ma erano ciliegie favolose, provenienti dall'albero di mio cognato, e ne valse assolutamente la pena.
Il primo dolce fatto con questo frutto risale a parecchi anni, quando regalarono ad i miei genitori due cassette di ciliegie di Vignola.
Erano bellissime, ma talmente tante che non faticai molto ad ottenere il permesso per il primo sorbetto della mia vita, con la gelatiera nuova di zecca che avevamo in casa.
Venne una meraviglia, ne ricordo ancora il colore . Peccato che la nostra vicina di casa dell'epoca, capitata per caso, lo apprezzo' talmente tanto da chiederne a mamma un po' per degli ospiti che avrebbe avuto da li' a poche ore, ed il sorbetto spari' tutto...
Qui in Arabia  le ciliegie non si trovano sempre, ma giovedi' scorso il verduraio/spacciatore-di-frutta-altrimenti-introvabile, che ormai ben conosce i miei gusti, ha tirato fuori due cassettine che mi aveva messo da parte...come resistere? E come resistere al non sorridere mentre lui, nel suo arabo misto a due parole in inglese, mi apostrofa con " Thanks, Sir"....e si che scambiarmi per un uomo e' dura :-)
La ricetta di oggi e' sorprendentemente buona, nel senso al di la' delle aspettative. L'ho preparata per una cena con amici, e non c'e' stato nessuno che non abbia fatto almeno il bis.
E' ottima a temperatura ambiente ma anche fredda di frigo, vedete voi cosa vi stuzzica di piu'.

TARTE DI CILIEGIE E MANDORLE (per una teglia da 24 cm)

per la frolla alle mandorle:

4 cucchiai di mandorle grattugiate finemente
150 g di burro
50 g di zucchero semolato
la punta di un cucchiaino di sale
250 g di farina, piu' o meno

per il ripieno:

450 g di ciliegie, peso con il nocciolo
2 uova
10 cucchiai di panna liquida fresca
50 g di zucchero semolato
5 cucchiai di mandorle grattugiate finemente
un cucchiaio raso di farina

poco zucchero a velo, per servire

Preparare la frolla: fondere il burro e farlo tornare a temperatura ambiente. Unirvi quindi il sale, lo zucchero, le mandorle e girare bene. Unirvi ora a poco a poco tanta farina quanta ne servira' ad avere un composto abbastanza morbido, ma lavorabile. Dovrete quindi regolarvi in base al vostro impasto, potra' servirvi piu' o meno della dose data da me.
Appena il tutto sta insieme, pressare l'impasto sulla base e sulle pareti di uno stampo da crostata da 22/24 cm. Mettere lo stampo in frigo per mezz'ora.
Preriscaldare il forno a 175 gradi, e cuocere il guscio freddo e coperto con carta forno e fagioli secchi per 7/8 minuti.
Tirare fuori dal forno e far riposare 10 minuti, eliminare la carta ed i fagioli e versarvi le ciliegie, denocciolate, in un solo strato.
In una terrina mescolare le uova, la panna, lo zucchero, le mandorle ed il cucchiaio di farina. Versare il tutto sulle ciliegie e rimettere in forno per circa 40 minuti.
Servire a temperatura ambiente, o fredda di frigo, dopo averla spolverata con poco zucchero a velo.

NOTE:

- la frolla alle mandorle e' fragile appena tirata fuori dal forno. Per maneggiare la torta, aspettate che si sia raffreddata.


61 commenti:

  1. Ma quanto te le ha fatte pagare? copsì...per curiosità!
    Io le compro ma poi le mangio così, sebbene la torta di ciliegie e mandorle sia una vita e mezza che la voglio fare! chissà che bontà!

    RispondiElimina
  2. Che buona, mandorla e cilegie! E pensare che neppure io imazzisco per qto frutto anche se "camuffato" nei dolci mi piace proprio!

    RispondiElimina
  3. Che bella la tua Tarte...poi con le ciliegie è il massimo....Bravissima...mille baci, Anna.

    RispondiElimina
  4. stefy ogni volta che leggo un tuo post penso smepre come deve essere vivere in questi posti lontani con altre culture sopratutto e come tu riesce smepre a rimanere legata alla tua terra.. sono affascinata da tutto quello che scrivi ecoo per esempio le ciliegie in arabia sono davvero un miraggio pero questa tarte nn lo è anzi è fenomenale e mi sa che (visto che anche il mio spacciatore mi ha fornito di ciliegie:D)questa te la copio oggi stesso è tropo golosa!!bacioni imma

    RispondiElimina
  5. E' veramente bellissima...e pure buonissima....
    Sai che io durante la gravidanza di mia figlia, mangiavo solo ciliegie?
    Ho speso tanti di quei soldi, eheheheh...!!!!!
    Un bacione e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  6. che devo dire? sai quanto amo le ciliegie e questa chicca in più non può che farmi apprezzare ancora di più, se possibile, le rosse!
    ciao stefania.
    baciotto

    RispondiElimina
  7. Che buono questo duo: dolce e croccantino, leggermente amaro e cremoso...si, si..dev'essere da provare!!! bravissima!
    un bacione e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  8. Questa crostata deve essere deliziosa!!! da provare di sicuro appena recupero delle ciliegie a un prezzo decoroso.
    Mi fa troppo ridere l'immagine del tuo fruttivendono che come uno spacciatore ti tiene da parte le cicliegie...per questo Sir dai gusti particolari ;)

    RispondiElimina
  9. come dicevo a Imma, sono proprio l'unica a non trovare ciliege decenti al di sotto dei 6€ al chilo? e voialtre con tutte queste splendide ricettine alle ciliege mi state facendo venire sempre più voglia.... ecco mi sono spuntate due macchie tonde color amarena sul braccio.... e mò??

    RispondiElimina
  10. Ufffffa, sai che sono qui, a due passi da Vignola, ancora meno dai primi frutteti con le ciliegie, e invece sono costretta a usarle quasi contandole invece che a etti. Ma come è possibile che una ciliegia della zona, che non deve nemmeno viaggiare tanto arrivi a costare dai 6 a 10 euro al kg?
    Per me è una tortura perché adoro le ciliegie, e non rinuncio cmq. (ho fatto uno strudel ieri).
    Questa tarte sto gustando già con gli occhi, se potessi affondare anche la forchetta sarei... uhmmmmmmmm, troppo buona!

    RispondiElimina
  11. Carino il tuo fruttivendolo!! Bellissima questa crostata... domandina, le mandorle grattugiate finemente possono essere anche farina di mandorle?
    Buon inizio settimana
    Patricia

    RispondiElimina
  12. ti è venuta benissima e chissà quantè buona!

    RispondiElimina
  13. Che bella crostata!!!! Bravissima come sempre!!!!

    Un abbraccio e un Bacio Francesca

    RispondiElimina
  14. E' questa per caso la torta che ha rischiato di rimanere senza ciliegie? Mamma che spettacolo! Mettimela davanti e sarà il piatto a rischiare di rimanere senza torta!!! UN bacione

    RispondiElimina
  15. che bello iniziare la settimana con questa delizia!! complimenti!!!
    kiss
    Pina

    RispondiElimina
  16. Thanks Sir e' troppo forte!Chi era,Mr Magoo?
    Bellissimo questo dolce,quando ho letto il titolo ho pensato al frangipane ed invece ci delizi con una novita'.Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Stefy...io adoro l'accoppiata ciliegie e mandorle da quando l'anno scorso ho provato giusto per, ad abbinare questi sapori nella bakewell tarte...quindi ti credo proprio che questa tarte è buonissima...mi sembra adatta anche come crostata estiva...ci credi che se avessi le ciliegie qui, la proverei immediatamente??? Mi hai fatto venire una voglia disperata di assaggiarla! :-((((

    RispondiElimina
  18. Confermo sull'accostamento ciliegie e mandorle: è quasi commovente!!! Mi fa piacere che questo dolce ti abbia fatto pensare a me e alle mie remore nell'uso delle ciliegie nei dolci: scrupoli di coscienza o no, è sempre bello essere abbinata a un frutto così simpatico!

    RispondiElimina
  19. Mi hai fatto sorridere con la vicina che si è portata via il sorbetto :) Queste tarte con ciliegie e mandorle devono essere davvero eccezionali, brava!

    RispondiElimina
  20. Leggere le tue esperienze fa sorridere e pensare a questi mondi così lontani...Ottima la tua crostata, la frolla alle mandorle è una delle (tante...troppe...) ricette che ancora non ho provato!

    RispondiElimina
  21. E ti credo che si sono rifatti gli ospiti, chissà i complimenti al cuoco ehm, pardon... alla cuoca! ;-)
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  22. spettacolare questa torta! io le ciliegie le amo da sempre ;-)

    RispondiElimina
  23. Bella ricetta, era tanto che cercavo una base cosi', semplice ma particolare, assolutamente da provare! Ciao, buona settimana!!!

    RispondiElimina
  24. immagino si che sia buonissima e io adoro le ciliege che invece ho iniziato ad aprrezzare da piccola perchè mio nonno ne avevea diverse piante, peccato che il loro gusto è quasi introvabile ormai..

    RispondiElimina
  25. Buonissima questa torta:)una vera delizia al palato:)

    RispondiElimina
  26. Deve essere buonissima la tua torta complimenti
    ciao e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  27. Ma che bella l'idea ciliegie/mandorle. Ahhh, se tu abitassi più vicina, io oggi potrei essere lì' all'ora del tè e assaggiarla.

    RispondiElimina
  28. Adoro le ciliegie,ma le ho sempre mangiate in purezza,mi sa che è ora che incominci a usarle in cucina,e questa ricetta mi ispira molto.
    Ciao Stefania,un bacione!

    RispondiElimina
  29. madòòòòòòòòò le ciliege..... che bontààà!!!!
    io le adoro e me ne frego del verme, tanto è nato cresciuto e pasciuto lì sarà una ciliegia pure lui, no? :D :D
    la tua tarte è favolosa, la segno!
    baci e buona settimana.

    RispondiElimina
  30. le ciliegie sono buonissime! fortunati i tuoi amici che si sono gustati una torta così!!!

    RispondiElimina
  31. una meraviglia per gli occhi...una delizia per il palato...complimenti Stefania!!ciao!!

    RispondiElimina
  32. une merveilleuse et sublime tarte aux cerises
    vous avez dû vous régaler
    bonne journée

    RispondiElimina
  33. Stamattina mi sono svegliata con una gran voglia di dolce che ancora non ho soddisfatto e poi mi si presenta questa meraviglia! Devo assolutamente rimediare!

    RispondiElimina
  34. La tua precisione nelle ricette è fantastica.L'accostamento ciliegie e mandorle è mirabile. Ciao Francesco

    RispondiElimina
  35. Mi ispirano molto le tue tante ricette, ma soprattutto mi incuriosisce la tua vita in Arabia Saudita..
    Buona serata
    Silvia

    RispondiElimina
  36. @ Castagna: per gli standard locali erano care, ma meno delle esagerazioni che ho letto nei vari blog riguardo all'Italia :-)

    @ manu: io invece ancora non so se preferisco i frutti in purezza o nei dolci...bisogna che faccia ancora qualche esperimento :-)

    @ Kiss Kiss Anna: grazie mille!

    @ dolci a...gogo!: eh si ho visto che anche tu sei ben fornita di ciliegie ;-) Grazie mille, Imma, ti leggo sempre con gioia...

    @ Simo: davvero??? Ed a tua figlia ora piacciono? Perchè la mia mamma quando mi aspettava mangiava solo panna, ed ora non è che mi faccia impazzire :-)))

    @ Babs: eh si, l'ho visto che ti piacciono...grazie!

    @ manuela e silvia: effettivamente è un dolce molto ben bilanciato, provate!

    @ elenuccia: beh, con me lo spacciatore va sul sicuro...non gli faccio andare a male nulla!

    @ Cristina: possibile??? Sono prezzi da ladrocinio...

    @ Dajana: quando ho letto 10 euro sono svenuta...ma è impossibile!!! Per arrivare qui devono viaggiare, e pure in zone non proprio confortevoli, e costano un terzo...mah!

    @ Patricia: si va benissimo anche la farina di mandorle, anzi lo aggiungo alla ricetta .grazie!

    @ Mary: ti ringrazio!

    @ Francesca: un bacio anche a te!

    @ Federica: bravissima!!! Abbiamo rischiato parecchio...poi con mio marito intorno è stata dura farne rimanere qualcuna per il dolce ;-)

    @ PROVARE PER GUSTARE: grazie!!!

    @ Edith Pilaff: no poveretto, è che il suo inglese molto molto basic non gli consente ancora di utilizzare femminile e maschile nei momenti opportuni ahahahahahah

    @ Ago: guarda, risulta molto "fresca" e per nulla pesante. Spero che proverai :-)

    @ Onde99: vero, eh? meglio le ciliegie che...un fico d'India!!! Scherzo, eh!

    @ nel cuore dei sapori: io all'epoca risi molto poco :-) è che la mia mamma era troppo gentile ed educata per dire no :-(

    @ ELel: non parlarmi di ricette da provare, credo che nemmeno se rinascessi riuscirei ad esaurire la lista...

    @ Nanninanni: ahahahahah no dai, gli ospiti non hanno avuto dubbi..sulla cuoca :-)))

    @ Micaela: che gentile, grazie!

    @ kat: prova, vedrai che nella sua semplicità è sorprendente!

    @ lucy: fortunata tu!!! Infatti per questo ricordo ancora le ciliegie di mio cognato, così buone in giro non ne ho mai più trovate.

    @ Giuky: grazie mille!

    @ steval: ti ringrazio, altrettanto a te.

    @ Carlotta D: volentieri...se ne avessi ancora. Posso rimediare con un dolcino all'albicocca appena fatto? :-)

    @ maria61m: grazie Maria, gentile come sempre. In un dolce così le ciliegie sono davvero esaltate nel sapore...

    @ Betty: mi hai fatto morire, è che ero piccina ed il verme mi aveva fatto tanta impressione...:-)

    @ Acquolina: beh, diciamo che hanno fatto onore. Grazie!!!

    @ Federica: grazie mille!!!

    @ Fimere: thanks for your kind comment!

    @ Dodò: le voglie vanno sempre soddisfatte...;-)

    @ Francesco: e tu sei sempre troppo buono :-)

    @ Silvia: benvenuta!!! Spero di soddisfare qualche ulteriore curiosità, in futuro!

    RispondiElimina
  37. che buona dev'essere!! Se trovo altre ciliege spero di provarla!

    RispondiElimina
  38. Sai cosa dice mio fratello - veterinario - del verme nella ciliegia? Un po' di proteine in mezzo alla frutta... Non so se condivido, ma insomma: non ammazza! Fermo restando che la tua torta me la farei senza vermetto...
    Ciao Stefania!

    Sabrine

    RispondiElimina
  39. Fantastica....ragazza mia...una ne pensi cento ne fai questa crostata è semplicemente favolosa!!
    Baci baciiii

    RispondiElimina
  40. Ottimo sapore con le favolose ciliegie!!

    RispondiElimina
  41. Ciao Stefania, curioso nel tuo blog da qualche giorno e oggi posto il mio primo commento! Sorrido nel leggere l'episodio delle ciliege perchè qualche anno fa ho vissuto un'esperienza simile in Libia con le castagne...sbucate non si sa bene in che modo su una bancarella del souk e sgranocchiate una alla volta sorseggiando del vino rosso gentilmente procuratomi da un amico inglese! Che bei ricordi! Grazie per avermi fatto rivivere queste dolci sensazioni e in quanto alla crostata...ho proprio una vaschetta di ciliegie (well, mezza vaschetta ad essere sincera) che aspetta di farsi onore! Buonanotte :-)

    RispondiElimina
  42. Come resistere alle ciliegie....anch'io le adoro....
    Ottima la tua tarte.
    Crostate e affini con la frutta fresca per me non sono paragonabili a nulla in quanto a bontà.....
    Ricetta meravigliosa, ne sono sicura...
    Bravissima come sempre
    Un bacio

    RispondiElimina
  43. Ora capisco come mai hai fatto indigestione di ciliegie, dovevi recuperare il tempo perduto :-)
    Che dire della tua crostata? Peccaminosamente golosissima. Ciao ciao Debora

    RispondiElimina
  44. nooooo che meraviglia, vedessi le ciliegie che ho portato dalla Sicilia, sono enormi e dolcissime!!!

    RispondiElimina
  45. buonissima questa torta, le ciliegie pultroppo devo comprarle anche io perchè nell'orto di mio nonno manca l'albero! appena le trovo la farò subito!

    RispondiElimina
  46. ne voglio una fettaaaaaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  47. Buonissima questa crostata! Io le ciliege le adoro al punto da stra male quasi ogni volta che ne faccio una scorpacciata! ;-) Sono molto schizzinosa, quindi prima di mangiarmele le passo ai raggi infrarossi per cercare il simpatico vermetto che la abita... ma quest onon mi ferma di certo dal mangairne a quintali! ;-)

    RispondiElimina
  48. mandorle e ciliegie..provate ed amate al primo assaggio! tarte strepitosa!
    ben ritrovata cara!

    RispondiElimina
  49. Io le ho sempre amate, da piccola andavo in bicicletta a mangiarne direttamente dagli alberi dei vicini!!!!!
    Ottima la tua torta, ha un aspetto molto invitante!!

    RispondiElimina
  50. Une excellente tarte : cerise et amande : très bonne combinaison.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  51. Ciao Araba!
    ho visto dal blog di Genny che non conosci il seirass...
    Mi permetto di segnalarti questo link
    http://quisquilie.mastertopforum.net/seirass-vt19163.html?highlight=seirass
    che dovrebbe farti capire meglio cos'è!
    Buona questa tarte!!
    baci

    RispondiElimina
  52. Araba ciao sono Tamtam! tu provochi con queste torte e siccome la carne è debole io mi lascio provocare, oggi ho la bavarese...ma domani, sicuramente la tua creostata di ciliegie (anche perché qui non hanno prezzi proibitivi...salutoni

    RispondiElimina
  53. mi ispira proprio! gnam =)
    se ti va dai un occhio a
    http://modemuffins.blogspot.com
    baci!

    RispondiElimina
  54. il senso del gusto cambia con il tempo, meno male che ti sia ripresa sulle ciliegie altrimenti questa non ce la gustevamo, prima colazione con una fetta di questa torta è una festa

    RispondiElimina
  55. @ giulia pignatelli: grazie!!!

    @ Sabrine d'Aubergine: sai che lo diceva sempre anche mio nonno, medico? insomma lo so che non muoi ma il pensiero ancora non mi fa sorridere poi tanto...:-)

    @ Lady Cocca: che gentile, grazie!

    @ Elisa: si, rendono la crostata davvero speciale!

    @ farn.df: eh si, ti capisco bene...belle esperienze. Grazie e benvenuta.

    @ viola: hai ragione, i dolci con la frutta hanno una marcia in più, secondo me. ciao!

    @ Chez Denci: vero! peccato che non sia stata una buona idea...;-)

    @ Gio: me le immagino!

    @ sweetmaremma: eh si, chi ne ha un albero è ricco di questi tempi!

    @ Alice: volentieri, se non fosse finita :-)

    @ Mirtilla: ecco, un'altra come me :-)))

    @ terry: bentornata, grazie!

    @ Zia Elle: addrittura! ed i vicini erano contenti? :-)

    @ Nadji: true, they match perfectly. Merci!

    @ maetta: ma grazie, vado a sbirciare subito!

    @ TamTAm: anche tu tentatrice, eh? ora vengo a guardare!

    @ MMM: grazie, benvenuta!

    @ Gunther: peccato che ne fosse avanzata poca dalla cena, ma a colazione abbiamo goduto parecchio ;-)

    RispondiElimina
  56. Squisita questa torta...e le ciliegie sono il frutto preferito della family (almeno per questo lustro..). Baci

    RispondiElimina
  57. Mandorle e ciliegie.. un armonia di gusti
    complimenti...

    RispondiElimina
  58. Vedrai come stanno bene, se provi. Ciao e grazie!

    RispondiElimina
  59. Che buona, compro le mandorle e la preparo per domani!!!

    RispondiElimina
  60. Non sò se riuscirò mai a salvare abbastanza ciliegie per farla... n. 2 le mangia più veloce della luce. Aspetterò che sia all'asilo e poi mi metterò all'opera di nascosto ;-) Sembra una delizia.

    RispondiElimina
  61. ...un sogno.....mix di sapori magnifici e leggiadri.....

    RispondiElimina