giovedì 15 aprile 2010

Vellutata...pro-abbronzatura?




































Ancora vellutate? Beh, in Italia da quel che sento e vedo in tv la primavera stenta un po' ad arrivare, quindi un piatto caldo si fa mangiare volentieri.
Poi con la patata rossa dolce e la carota, ricchissime entrambi in betacarotene, prendiamo due piccioni con una fava: ci si scalda e ci si prepara dall'interno alla prossima, speriamo, abbronzatura atomica!
E si sta pure leggeri, cosa che ha un certo legame con l'abbronzatura di cui sopra...
Quanto a me, sappiate che non faccio assolutamente testo: vivo immersa in un'estate perenne, e discretamente torrida. Eppure, non riesco a farne a meno.
Questa in particolare ha un sapore tutto suo, predominando la patata dolce, quindi deve piacervi il tubero in questione per poterla apprezzare!
Per me, una delle piu' buone mai mangiate...

Un'ultima nota: ma avete visto che bei premi ha scelto Cris per il suo giveaway? Altro che Babbo Natale, qui non c'e' nemmeno da essere particolarmente buoni per poter partecipare!
Vi consiglio di cliccare sul link, o sul banner qui di fianco, e di partecipare numerosi!!!

                                        


VELLUTATA DI PATATA ROSSA DOLCE E CAROTE ( per due porzioni)

una patata rossa dolce, non troppo piccola
3 carote medie
mezza cipolla bianca
sale
acqua q.b.
zenzero fresco grattugiato
pistacchi grossolamente tritati
olio extravergine d'oliva, un cucchiaio

Affettare la cipolla sottilmente e stufarla per pochi minuti in un cucchiaio d'olio allungato con un cucchiaio d'acqua. Quando risultera' ammorbidita aggiungere la patata e le carote, a tocchi grossolani.
Saltare il tutto un paio di minuti, dopodiche' aggiungere acqua sufficiente per coprire a filo le verdure ed un po' di sale.
Cuocere a tegame semicoperto per circa mezz'ora, dopodiche' controllare lo stato delle verdure, eventualmente prolungando la cottura se necessario.
Quindi scolare le verdure, conservando l'acqua di cottura, e passarle al mixer.
Diluirle con l'acqua di cottura messa da parte, a vostro piacere. Io l'ho tenuta piuttosto densa, ma potete farla piu' liquida senza alcun problema.
Versare nei piatti da portata con una leggera spolverata di zenzero fresco ed una manciata di pistacchi.

NOTE:
- lo zenzero va a piacere, ma provate a non ometterlo, da' parecchio carattere al sapore della vellutata.
- i pistacchi ci stanno molto bene, ma anche mandorle, o qualche nocciola si abbinano magnificamente.

52 commenti:

  1. che buona che deve essere, complimenti anche per la foto! la sera ancora si apprezza qualcosa di caldo....grazie!!!

    RispondiElimina
  2. Molto invitante questa vellutata, non avevo mai sentito le patate rosse dolci. E poi adoro lo zenzero, è una delle mie spezie preferite. Bella anche la presentazione. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Adoro questo genere di vellutate, anche se in casa mia non è che le amino parecchio...vorrà dire che farò un saltino da te, che ne dici?!...tienimene un piattino, arrivo...volando!

    RispondiElimina
  4. con l'arietta fredda che tira stamattina... ci vorrebbe proprio!!
    peccato che trovare le sweet potatoes a milano sia un'impresa.. :(
    ciao!

    RispondiElimina
  5. Insomma..cerchiamo di non faci trovare impreparate quando finalmente arriverà il sole ad abbronzarci ;)
    ottima e proprio gustosa al tua vellutata!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. siii... qaunto mi piacciono sti concentrati di vitamine per l'abbronzatura! io faccio grandi scorpacciate anche di pomodori ;-P
    complimenti, baci.

    RispondiElimina
  7. Buona e colorata, bravissima. Dà un non sò che di delicatezza.....
    Ottima in tutte le stagioni!

    RispondiElimina
  8. adatta al tempo milanese :)voglio anche io le tue scodelle molto belle. Come al solito bella presentazione

    RispondiElimina
  9. la foto bellissima rende questa crostata Favolosa!, colorata e invitante!

    complimenti!! sei bravissima!

    RispondiElimina
  10. anche a roma la mattina e la sera fa freschino qundi questo piatto è indicatissimo! anche se la mia pelle è quasi diafana e non permette troppo l'esposizione ai raggi solari, sono certa che questa vellutata fa benissimo a prescindere dalla tintarella!

    RispondiElimina
  11. Mmh, a parte che su quello che racconta la TV italiana non c'è da fare molto affidamento ;-)
    ma questa vellutata per me è sempre attuale e ti dico perchè: a casa mia la chiamiamo minestra di carote ed è un antico toccasana se uno ha avuto gastroenteriti o bruciori da indigestione e deve sostentarsi senza affaticare troppo l'apparato (ovviamente quella nostra non ha nè zenzero nè pistacchi).
    Se poi predispone anche alla tintarella...
    Ciao!

    RispondiElimina
  12. deliziosi stefania questa vellutata e visto i tempi è davvero azzeccatissima e poi ci avviamo anche per l'abbronzatura quindi ancora piu adatta!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  13. buona buona buona!!!!! con i pistacchi e lo zenzero non l'ho mai fatta :-) sarà profumata e croccante!

    RispondiElimina
  14. Ci si abbronza solo a guardarla... eh eh!! E sembra pure tanto buona! E a parte i pistacchi va bene anche per la mia dieta!!

    RispondiElimina
  15. io sono come te mangio le vellutate anche quando fa caldo, magari le lascio intiepidire prima!!

    RispondiElimina
  16. infatti, bisogna già iniziare a pensare alla tintarella :-) buonissima questa vellutata! un bacione.

    RispondiElimina
  17. Questa é la zuppa che fa per me... stavo proprio trovando la maniera per utilizzare un ultima Zucca e mi sa che la farò così.. ;D bacio

    RispondiElimina
  18. grazie della partecipazione al giveaway!!in bocca al lupo!:))
    p.s. questa vellutata me la segno!!

    RispondiElimina
  19. eheheh io magio zuppe a cena anche con 30 gradi fuori. Mi piacciono troppo, le trovo rilassanti e distensive :) Sai che non ho mai mangiato la papata dolce? proverò con questa vellutata.

    RispondiElimina
  20. bellissima ricetta, complimenti!!! Io faccio fatica a trovare le patate rosse, ma appena le becco ci provo!! Baci

    RispondiElimina
  21. @ Gio: qualcosa di caldo lo apprezzo sempre :-) grazie!

    @ Federica: le patate rosse dolci sono dette anche patate americane, non credo sia troppo difficoltoso trovarle in Italia!

    @ Simo: figurati, anche qui hanno ben poco successo...ti aspetto piu' che volentieri, allora!

    @ ViaggiandoMangiando: davvero? possibile non si trovino???

    @ manuela e silvia: diciamo che avete azzeccato lo spirito con cui prendere questa preparazione :-)

    @ Betty:...mmhhhh...anche i pomodori, hai ragione! Eppure per qualche ragione misteriosa, il gazpacho ha molto piu' successo del resto delle cremine...mah!

    @ Zia Elle: delicata si, lo e'. spero non troppo per i tuoi gusti, un bacione!

    @ Francesco: le scodelle provengono da Zara Home, immagino ci sia in Italia. Grazie :-)

    @ Federica: mi hai fatto morire :-))) Si vede che hai cucinato un po' troppe crostate...

    @ Cristina: ma allora a maggior ragione hai bisogno di betacarotene ;-*

    @ Nanninanni: ma tu pensa, e ci metti proprio la patata dolce o quella normale?
    La chiameremo vellutata miracolosa, a questo punto :-)

    @ imma: grazie carissima!!!

    @ Ely: si, danno un tocco di personalita' alla ricetta!

    @ Vicky: meglio che fare una lampada :-)))
    Due pistacchi pero' non possono farti male, dai...

    @ Alem: quindi anche tu nel club, benissimo!

    @ Micaela: grazie mille!

    @ la cuoca Pasticciona: beh, qui zucca non ce n'e' ma si puo' provare :-)

    @ Cris: grazie a te, piuttosto!

    @ elenuccia: e non appesantiscono per la corsa, vero?

    @ colombina: grazie, mi fara' piacere sapere se ti e' piaciuta!

    RispondiElimina
  22. ci sta proprio bene visto che minaccia pioggia! e visto che sono diafana.....
    un bacione!

    RispondiElimina
  23. Beh, io ci metto un sacco ad abbronzarmi, alla fine ci riesco, ma che fatica! Questa zuppa fa al caso mio, con lo zenzero dev'essere davvero sfiziosa! Bravissima!
    A presto!
    Francesca

    RispondiElimina
  24. che meraviglia e che colori... epoi qual periodo migliore per prepararsi l'abbronzatura... sei grande!

    RispondiElimina
  25. tesoro questa la posso fare anche io nella giornata che ho la patata ;)
    ottima ricetta e mangiata in questo periodo ci prepara la pelle a ricevere i raggi del sole ghghghghhg
    baci baciiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  26. a-a...bbronzatissime!!!

    Questa zuppa mi sa che da il meglio di sè sia calda che fredda....in più W il beta-carotene!!!

    RispondiElimina
  27. Che buona dev'essere con la patata dolce!!!Non ho mangiato mai la patata dolce! La vendono al mercato, no?
    Un bacione!

    RispondiElimina
  28. Ah che bello...w il betacarotene:))))
    ma lo sai che dopo lunghe ricerche finalmente pure qui a venezia ho trovatole patate arancioni...evvivaaaa!
    vellutata segnata!

    RispondiElimina
  29. Io sono tra quelle che mangiano le vellutate anche l'estate,questa versione poi è da provare subitissimo!!!!! Bacioni ^_^

    RispondiElimina
  30. ciao cara!! che buona che deve essere questa vellutata!! ne varei proprio bisogno, considerando che ho la pelle chiarissima e sono predisposta a scottature sempre e comunque!!
    un bacione!!

    RispondiElimina
  31. Certo che voi donne, pensare persino un piatto per abbronzarsi di più...

    RispondiElimina
  32. Un vero toccasana per la pelle e per la gola :P

    RispondiElimina
  33. ciao stefania!
    tutta da provare :-) e poi via al sole!
    buon we!

    RispondiElimina
  34. @Stefania: ci mettiamo una comune patata gialla, ma credo che vadano bene anche quelle rosse (che invece compriamo quando le vogliamo fritte).
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  35. eh, oggi ci vorrebbe proprio, col sole che va e viene , e ancora il caldo che si fa desiderare...
    mi piacciono molto le vellutate, ma siccome ho la brutta abitudine di mischiarci dentro le verdure a casaccio, non so mai quale sarà il colore finale. mio figlio dice che qualche volta quelle verde fanghiglia, ci vuole veramente coraggio per assaggiarle ;))))

    RispondiElimina
  36. @ Alice: ecco, non c'e' situazione migliore per mangiarla...

    @ Acquolina: ma allora anche tu necessiti di doppia dose di betacarotene :-))) UN bacio e grazie.

    @ iana: troppo gentile, grazie!

    @ angelica: troppo carina come sempre, un bacio.

    @ unaZebraApois: hai ragione, e' buona in tutti i modi.A presto e grazie!

    @ Oxana: credo si trovi con non troppe difficolta' in Italia!

    @ terry: ecco benissimo, allora puoi fare da cavia con la vellutata :-)))

    @ maria61m: benissimo, ti metto di diritto nel club delle vellutate ;-)

    @ Roberta: chissa', magari e' ottima pure come impacco...:-))))

    @ Sergio: mi hai fatto morire...e che donne saremmo, altrimenti? ;-)

    @ Nanny: e mettici pure per la linea ;-)

    @ Babs: grazie cara, un bacione!

    @ Nanninanni: ecco, ho capito. Se provi con la patata dolce viene un saporino tutto diverso...grazie!

    @ luxus: mi offro volontaria io!!! Nulla e' mai di colore troppo strano per potermi scoraggiare ;-)

    RispondiElimina
  37. ton plat est vraiment appétissant plein de saveurs ça ne peut être que délicieux
    bonne soirée

    RispondiElimina
  38. sole o no, abbronzatura o meno... a me questa vellutata piace tantissimo!!!! adoro le creme di verdura, così cremose e così colorate....
    ciao ciao e buon fine settimana!
    Vale

    RispondiElimina
  39. @ Fimere: thanks a lot!

    @ Vale: abbiamo quindi gli stessi gusti...buon fine settimana a te!

    RispondiElimina
  40. Giusto, è ora di pensare all'abbronzatura e il cibo aiuta, mica male!

    RispondiElimina
  41. oggi cielo grigio e promette pioggia...la tua velluta da colore a questa domenica

    RispondiElimina
  42. @ Tania: allora ho ragione, vero? :-)
    Grazie di essere passata!

    @ paolo: oh mamma, cosi' brutto li' da te???

    RispondiElimina
  43. Ciao,è vero quà la primavera è molto tardiva.Una bella vellutata ci sta bene Un abbraccio

    RispondiElimina
  44. Une combinaison que je n'ai encore jamais essayée.
    Je note ta recette.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  45. :-D Stefy appena ho aperto la pagina ho pensato che avevamo avuto la stessa idea!
    Foto simile, ma vellutate diverse!
    le patate rosse è da un pò che le cerco, ma ancora niente...mi piace moltissimo l'idea dello zenzero ed anche dei pistacchi...credo che se riuscissi a trovare gli ingredienti giusti, la farei proprio così, senza cambiare niente! ;-*

    RispondiElimina
  46. @ Silvia: grazie di essere passata!

    @ Nadijbella: thanks!

    @ Ago: ti ringrazio tanto, un bacione!

    RispondiElimina
  47. si ma si sta rimettendo il tempo...la tua vellutata ha portato fortuna!!!

    RispondiElimina
  48. @ paolo: ah, e' merito della vellutata, eh? :-)

    RispondiElimina
  49. buona anche questa, lo zenzero le dà il tuo solito tocco speciale. e qui siamo in pieno umido-gelido!
    Livia

    RispondiElimina
  50. E con questa hai finito, o sbaglio? Bisogna che mi decida a postare la prossima :-)

    Grazie!

    RispondiElimina
  51. Sì, e dato che hm, me lo chiedi, sìsìsì! Magari. Le tue vellutate sono diventate parte della mia settimana alimentare :-)

    RispondiElimina
  52. Sempre meglio che se lo fossero diventati...i bomboloni :-)))

    RispondiElimina