lunedì 28 dicembre 2009

Caramelle di polenta al formaggio e noci



Questo antipastino per il buffet di Capodanno ha svariati pregi: e' semplicissimo da preparare, ma sopratttutto non soffre se lasciato due giorni in frigo ad aspettare di essere mangiato...in piu' e' golosissimo, una tira l'altra...che si puo' volere di piu' dalla vita?
Al momento di mangiarle bastera' scaldare la caramelle in forno, cosi' come sono avvolte nella stagnola, e servirle.
Certo, stanotte sognavo la stagnola colorata...se qualcuno la trova a Roma mi dice dove? Sarebbero bellissime tutte con la carta oro o rossa!

CARAMELLE DI POLENTA AL FORMAGGIO E NOCI

farina per polenta istantanea
sale, pepe
poco olio
formaggio che fonda per il ripieno
gherigli di noce

Preparare la polenta come indicato sulla confezione, ricordandosi di salare l'acqua e di aggiungerle mezzo cucchiaino di olio. Non stracuocerla, ricordate che rassoda ulteriormente raffreddandosi.
Lasciatela da parte appena il tempo necessario che sia manipolabile senza ustioni, ma senza aspettare che sia completamente fredda o sara' difficilissimo creare le caramelle.
Prelevare piccole porzioni con l'aiuto di due cucchiaini, e mettere al centro un pezzetto di formaggio ed uno di noce. Infine avvolgere nella stagnola.

Cosi' possono essere conservate anche due giorni in frigo. Al momento di servirle, scaldarle circa un quarto d'ora in forno a 180 gradi.

NOTE:
-  i ripieni in pratica non hanno limite, ottimo anche con un pezzetto di pera ed uno di formaggio stagionato.
- se si preferisce, si possono servire senza carta. In questo caso spennellarle con poco burro prima di passarle in forno, ed infilzarle con stecchini.

22 commenti:

  1. Stefaniaaaaaaaaaaaaa ...la ricetta la leggo dopo, prima di tutto ti voglio dire che sono contentissima di poter rileggere le tue ricette! ...ora manca solo il blog di Régine!:D

    :*:*:*

    RispondiElimina
  2. @nn@...bellissimo rileggerti anche per me!!!
    Non siamo sempre socie nell'invenzione di una certa crema...??? :-D

    RispondiElimina
  3. Davvero fantastico questo antipastino!!!! Che idea geniale..la carta stagnola colorata..sino ad ora non l'ho vista..
    Bravissima!
    Ciao
    Stefania ( da Roma )

    RispondiElimina
  4. ...no, Stefania, ho generosamente;D ceduto la mia quota dell'affare a Cameron ...lascio a voi gestire i tremendi sensi di colpa per tutti i chili di troppo che la crema ha prodotto in tutto il globo terracqueo! ;D

    RispondiElimina
  5. Stefania che gioia rileggerti! ti seguivo su cook, poi me ne sono andata per diverbi con gli amministratori ma sono felicissima di averti ritrovata. Ti seguirò con immenso piacere!

    RispondiElimina
  6. @ Stefania: grazie, cara omonima! La stagnola colorata esiste, e'che l'unico posto che avevo trovato la vendesse voleva propinarmene diversi kg (giuro)...:-(

    @ @nn@: apro una catena di palestre, va! ;-)))

    @ Cristina: bentrovata! E complimenti, hai un blog molto carino, spero di imparare anche io qualcosa, nella decorazione sono un po' negata...

    RispondiElimina
  7. Ciao anche da me... sono troppo felice di averti ritrovata!

    RispondiElimina
  8. ma che bontà, bellissime queste caramelline!!!!!
    e complimenti per il nuovo header, molto carino....!

    RispondiElimina
  9. @ Aitina: ma bentrovata a te! ;-)

    @ Giovanna: grazie! ma quello non e' opera mia...

    RispondiElimina
  10. bella l'idea di questo antipasto di caramelle!

    RispondiElimina
  11. Ho scoperto adesso il tuo blog e mi è subito piaciuto ...... piatti davvero originali!!!!
    Colgo l'occasione per augurarti un felice 2010 ciao

    RispondiElimina
  12. Grazie, pinguil e Elisa 80, buon anno anche a voi|

    RispondiElimina
  13. Stefania, nel mio settore si trova facilmente, ma non so se sia alimentare....si usa per montare le meches con diversi colori, per questo la differenza della stagnola (per poter riconoscere le ciocche da controllare)
    ma credo anche nel settore florovivaistico.....se vuoi mi informo meglio ;)

    RispondiElimina
  14. Grazie dell'interessamento! Finora ho trovato solo, tramite un'altra persona, dei rotoli lunghi un metro e mezzo e da ben 30 euro l'uno :-(
    Ma mi hai dato due buonissime idee...grazieeeeeee

    RispondiElimina
  15. Scherzi??? E' il minimo....devo a te la mia felicità dopo le escursioni da Tervi e Peroni! ;))
    Bacioni

    RispondiElimina
  16. Oddio! Scarico pero' ogni responsabilita' sull'eventuale infelicita' del portafogli, dopo simili gite...;-))))

    RispondiElimina
  17. Queste le farò sicuramente, è un'ottima idea a tavola magari durante una degustazione. Ciao e complimenti.

    RispondiElimina
  18. Che bella idea!!!! Approfitto per farti i complimenti per il tuo blog, davvero molto carino!

    RispondiElimina
  19. Grazie Maria luisa, e benvenuta!

    RispondiElimina
  20. ci stiamo perdendo nel curiosare il tuo blog :D
    (ci siamo ammazzati dalle risate leggendo della signora super ricca che snobbava il colosseo perché troppo sporco)
    complimenti!
    questa ricettina sicuramente proveremo a rifarlav

    RispondiElimina
  21. Grazie mille!!! Eh si, la signora fa ridere anche se lei dovrebbe piangere :-)

    RispondiElimina